1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
VERSIONE DEMO (solo 10 pagine visibili)
Per acquistare questa copia clicca
sul tasto "ACQUISTA" in basso

  - La copia visualizzata
  - Un abbonamento
Poste Italiane s.p.a. - Spediz. in A.P. - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 1, DCB Grosseto ? Contiene I.R. Maremma Magazine - Aprile 2018 - 3_Maremma Magazine 28/03/2018 22:08 Pagina 1 M A G A Z I N E IN QUESTO NUMERO Mensile di informazioni turistiche e culturali ? Anno XVI ? NUMERO 2 ? Aprile 2018 ? ? 3,50 Voli di linea all?aeroporto di Grosseto, una bella chance per la Maremma! Inoltre... Fondazione Grosseto Cultura, decolla il nuovo corso del presidente Giovanni Tombari Castiglione della Pescaia regina del turismo sportivo in Maremma ?Parole & Voci?, a Massa Marittima il primo festival di lettura scenica JMO Join Maremma Online, successo per l?edizione 2018 Destinazione Costa d?Argento, un piano per accogliere turisti LA VOCE DEI LETTORI LA VOCE DEI LETTORI GRAZIE, GRAZIE E ANCORA GRAZIE! Una marea di messaggi, mail, commenti, post, sms. Il traguardo dei 15 anni della nostra testata Maremma Magazine è stato festeggiato con un calore incredibile e a tratti commovente. Davvero tantissime sono state le attestazioni di stima e affetto che ci sono arrivate in tutti i modi possibili ed immaginabili, via web e/o attraverso i social. Segno che il progetto di valorizzazione del territorio che stiamo portando avanti ormai dal 2003 è condiviso e apprezzato. Un bel segno che ci gratifica e ci riempie di gioia. Di seguito pubblichiamo alcuni dei moltissimi messaggi che ci sono arrivati nel corso del mese, a partire da una bellissima ottava dell?amico, nonché consulente editoriale di Maremma Magazine, Corrado Barontini. PER I 15 ANNI DELLA RIVISTA/ MI RALLEGRO E TI FACCIO FESTA Dieci anni sembravano un traguardo ma quindici è un record ed un vanto perché se indietro si volge lo sguardo non c?è rivista ch?è durata tanto; Maremma Magazine lancia il suo dardo ed io che fo la voce in controcanto a Celestino faccio tanti auguri di crescere ancora negli anni futuri! Corrado Barontini GRAZIE CELESTINO SELLAROLI! Non è ancora maggiorenne ma di storia né ha già raccontata tanta. La storia che più ci piace perché parla della nostra terra di Maremma, delle sue eccellenze artistiche, storiche, paesaggistiche ed enogastronomiche. Parla di bellezza, che a volte sfugge a tanti ma fa prigionieri i più. Racconta dei turismi e dell?accoglienza! Perché parla di noi fors?ancora in cerca di identità! Grazie Celestino Sellaroli per un?impresa che forse pareva anche impossibile ma nella quale con te e la tua redazione abbiamo creduto in tanti! Auguri che di strada da fare, pardon di storie da raccontare, di belle storie da raccontare, ce ne sono ancora molte! Luigi Bellumori sindaco di Capalbio 6 ? Maremma Magazine ? Aprile 2018 LUNGA VITA A MAREMMA MAGAZINE Alla cortese attenzione del direttore Il panorama editoriale della provincia di Grosseto non presenta certo elementi confortanti. I due quotidiani che da molti anni offrono le loro cronache locali risentono, come tutti gli altri, di una crisi generalizzata della carta stampata che va al di là della diffusione delle notizie on line e che ancora non sembra aver toccato il punto più basso. I periodici, da parte loro, non hanno mai avuto grandi fortune, almeno nel secondo dopoguerra (la lontana stagione dell?Etruria Nuova è purtroppo irripetibile). Fa eccezione Maremma Magazine che non a caso ha raggiunto i quindici anni di vita, una tappa non scontata e significativa. Fra i motivi di questo risultato mi sembra di dover segnalare l?attenzione costante ai territori e ai suoi protagonisti, la consapevolezza che il numero limitatissimo di testate locali, e quindi di ?voci? richiede ad un giornale radicato, diffuso e che cammina verso la maggiore età un supplemento di idee e di impegno. Maremma Magazine ha saputo rappresentare tutto questo, ed altro ancora, con una linea editoriale coerente e mai banale. Continuo a pensare che la carta stampata, quotidiana e periodica, ha ancora spazi e prospettive, anche se con una diffusione certamente minore rispetto al passato, per- chè c?è ancora, fortunatamente, chi non si accontenta di facebook e comunque non crede che la rete possa essere l?unica fonte di informazione. Per non dire della necessità di approfondimenti e di assicurare spazio anche alle notizie ?minori?. Anche per questo lunga vita a Maremma Magazine. Pierandrea Vanni vicesindaco e assessore al Turismo Sorano DAL WEB E DAI SOCIAL Mauro Leonzi: Auguri, continuate cosi. Per noi che viviamo lontano dalla Maremma è un piacere leggere le notizie della nostra terra. Grazie! David la Mantia: Un bel traguardo Celestino, costruito con impegno, con passione, con determinazione? bravo!! Rosaria Stefani: Auguri per i 15 anni. Complimenti è proprio una bella rivista. Capalbio in Maremma: Una bellissima Rivista/Magazine che parla splendidamente di Maremma. Meri Falchi: È molto più di una bellissima rivista, è un documento che nobilita questa terra fantastica raccontandola come nessun?altra! Fausto Costagli: Bravi tutti a fare un ?dipinto?? Celestino Sellaroli con Maremma Magazine è riuscito a farne 180 (in realtà sono 169, ndr). Quindici anni di una Maremma mostrata ai maremmani ed al mondo intero. Daniela Giallini: 15 anni con voi!!! Grazie... Roberto Fidanzi: Caro Celestino auguri per i 15 anni di Maremma Magazine da parte di un abbonato della prima ora! Che la passione sia sempre con te. Cmq immagino che gli auguri più graditi sono quelli di Linda? Erica Viola: Tantissimi auguri al mensile che mi ha dato l?opportunità di iniziare a scrivere e vedere i miei pezzi pubblicati quando avevo solo 19 anni! Esattamente 15 anni fa! Un saluto e un ringraziamento al sempre preparatissimo @celestinosellaroli Antonella Vitullo: Arrivai qualche anno dopo dalla sua nascita, ma fu subito amore. Buon compleanno Maremma Magazine Antonella Miele: Ma che bel traguardo!!! 15 anni di lavoro... di impegno e sacrificio ma anche di immensa e vera soddisfazione!!! Il tuo... primo figlio ci fa conoscere e apprezzare sempre di più il tuo lavoro... per noi è un potente mezzo per poter seguire ciò che fai e star vicino a te... e a tutti voi... un forte abbraccio... ancora tanti complimenti da noi tutti e soprattutto da zia Rosa... Roberta Pieraccioli: Auguri Celestino e auguri Maremma Magazine! Un bel compleanno e un bel traguardo davvero! Walter Delfino: Bravo Celestino: progetto voluto con intelligenza lungimirante, impegno, sacrificio e amore per la Maremma. Ad Maiora semper Jeannette Rogalla: Un traguardo per nulla scontato, frutto di tanto impegno e caparbietà!!! Sei grande Celestino! Fernando Antonio Andreini: Complimenti per il traguardo raggiunto con passione, professionalità e grande conoscenza del nostro territorio. Auguri Rosanna Bani: Complimenti Celestino e lunga vita a Maremma Magazine Alessandro Tetrao: Grande, forse da qualche parte ho anche il primo numero Donna Stiles: Wonderful! Loreno Martellini: Congratulazioni, Celestino, bel servizio, giusto riconoscimento alla competenza & passione! Michela Scomazzon Galdi: Come dicono i pellegrini di Santiago... sempre ultreya caro Celestino! Carla Baldini: Congratulazioni! Amerigo Corsi: Grande Cele!! AUGURI!! Laila Gorrieri: Bravo Celestino insieme a tutto lo staff! Lo compro subito !! Ludovica Virgili: Congratulazioni e complimenti! Luisa del Valle: Complimenti, auguri e cento di questi giorni, ti meriti tutto Celestino. Caterina Palmieri: Complimenti Cele! Carlo Chipa: Auguroni e complimenti! Un successo meritatissimo! Walter Trentini: Una bellissima eccellenza della nostra Maremma!!! Giacomo Spinsanti: Auguri!!! Rita Tita Martini: Questa Maremma ti deve molto auguri! Claudio Cavalieri: Complimenti meritati Monica Chimenti: Congratulazioni Steve Bracali: Congratulazioni!!! Letizia Brancato: Complimenti! Tutto meritatissimo. Lucilla Chimenti: Complimenti!!! Chiara Ghilardi Eventigo: Tanti auguri e complimenti Antonella Manuli: Auguri e grazie per il bel lavoro in favore del territorio ! Nadia Iacopini: Complimenti Celestino!!! Te lo meriti tutto. Francesco Onza: Congratulazioni Paolo Mastracca: Grande Celestino Sellaroli, una splendida eccellenza della Maremma. Patrizio Avella: Bon anniversaire à ta belle et culturelle revue maremmana cher ami Celestino Sellaroli. Un véritable travail journalistique de qualité! Mes compliments. Paolo Marini: Complimenti Celestino! Un grande!!! Elisabetta Russo: Congratulazioni e complimenti per la bellissima rivista che è di grande qualità e valore per la Maremma e direi anche per la nostra bella Italia! Grazie!! E auguri per un futuro sempre più brillante ed in crescita... Riccardo Pivirotto: È un importante obiettivo raggiunto con sacrificio e caparbietà che incarna il tuo spirito. Auguri Celestino. Franco Polidori: Bellissimo traguardo!!! Antonio Stelli: Tanti Auguri!!!!!! Jonathan Heduit: Congratulazioni Celestino! Antonio Caruso: Della tua indiscussa bravura e intelligenza non avevo dubbi, ti invio sinceri e affettuosi auguri per il traguardo raggiunto. Walter Trentini: Gran lavoro Direttore!!! Maria Luisa Scorza: Tantissimi auguri... nel 2003 io c?ero Antonella Romano: Complimenti!!!!! Continua cosi... Leonarda Guglielmi: Bel traguardo Celestino... continua continua... Rossana Falini: Congratulazioni grande Cele!!! Silvia Bartalucci: Bravo Cele!!! Avanti così!!! Rossana Ciocca: Che dire? Migliora sempre più con gli anni! Avanti così! Fabio Coralli: Congratulazioni vivissime per questo top set! Paola Ferri: Tanti auguri e complimenti Aldo Giorgio Salvatori: Auguri e ?ad maiora?! Alice Bertolini: Congratulazioni! Avete idee e consigli da darci, complimenti o critiche da fare, oppure più semplicemente volete commentare un articolo o dire la vostra su un certo argomento? Questo spazio è per voi. Scriveteci via mail all?indirizzo redazione@maremma-magazine.it Compatibilmente con lo spazio a disposizione pubblicheremo il vostro intervento. LA VOCE DEI LETTORI ? 7 14 18 SOMMARIO VIVI 14............Voli di linea all?aeroporto di Grosseto, una bella opportunità per far finalmente decollare la Maremma! 18............JMO Join Maremma Online 2018, grande successo per un evento che aiuta il territorio a crescere 22............Destinazione Costa d?Argento, ecco il piano strategico per accogliere turisti 26............Castiglione della Pescaia sempre più regina del turismo sportivo in Maremma 30............?Parole & Voci?, si inaugura a Massa Marittima il primo festival di lettura scenica in Italia 35............Nozze d?Oro per la Delegazione della Maremma dell?Accademia Italiana della Cucina 38............Fondazione Grosseto Cultura, decolla il nuovo corso del presidente Giovanni Tombari 42............Cultura, storia, bellezze naturali e vini al centro di un tour enogastronomico alla scoperta della Costa d?Argento 47............L?importanza dell?agricoltura nella gestione del suolo e nella prevenzione del dissesto idrogeologico 51............?Attenti a quei 3 - Foppeddittelo?, la Maremma protagonista in una nuova trasmissione Tv 26 54 SCOPRI C?è da vedere 54............Una nuova opera di Arnaldo Mazzanti arricchirà la chiesa dei Poggi del Sasso nel regno di Collemassari Chicche di Maremma Siena e le Terre di Maremma nell?affresco del Buongoverno di Ambrogio Lorenzetti L?angolo del libro 64............?Il Vetro e il Diamante?, inedita raccolta di poesie firmata Renata Caprini Ginesi 65............Ambrogio Lorenzetti e l'arte sacra lungo le vie commerciali della Maremma senese 66............?Coro di voci sole?, il libro testimonianza sull?eccidio della Niccioleta In copertina, scorci di una Maremma romantica che guarda al passato e alla leggenda, quella dei Butteri - Foto Emanuele Cantelli SOMMARIO ? 9 72 Aziende al Top 68............Renaioli Macchine Agricole, una squadra d?eccellenza da più di cinquant?anni GUSTA Vino e dintorni 72............Confagricoltura contro i lupi: ?Il settore olivicolo è allo stremo. Ora basta!? WINE & FOOD NEWS 74............Prowein, successo per la partecipazione dei consorzi maremmani 75............?Tipico, eccellenze di Maremma?, presentato il nuovo circuito della ristorazione e delle produzioni locali 75............BWW Best Wine of the World competition, pieno di premi per Monteverro Di vino in cibo 76............Poggio Cagnano, la Boutique Winery nel cuore della Maremma Toscana. Un sogno 75 diventato realtà! Il vino del mese 80............Baioscuro, il fuoriclasse dell?azienda Mustiaio di Andrea Savio A Tavola 82............Sunset, quando il sapore del mare di Maremma viene servito a tavola La ricetta 86............La Maremma incontra la Puglia a tavola: le Orecchiette con le cime di rapa L?AGENDA 90............?Che opera d?arte è l?uomo!? al via le proiezioni 91............?C?era una volta?, si inaugura la mostra fotografica RAF 93............LE SAGRE 94............Torna ?Arte in Piscina?. E non mancano le novità! 95............Follonica, il Trescone colpisce ancora! 10 ? Maremma Magazine ? Aprile 2018 86 97............I MERCATINI 98............C?è Beethoven per ?La Voce di ogni Strumento? 99............Sboccia la primavera nei Parchi della Val di Cornia 101.........LE MOSTRE 102.........Inaugurata la nona edizione di PhC CapalbioFotografia 103.........Scansano, si apre il sipario sulla Stagione teatrale 2018 LE NEWS 104.........Confartigianato Imprese Grosseto in festa per i 70 anni! 105.........Nasce Vivace, l?Orchestra giovanile Città di Grosseto 105.........Il kiteboarding toscano rappresentato da una velista santostefanese 106.........Pitigliano sui canali Rai per gli italiani all?estero 106.........Giovani Musicisti in Azione. La Rinascita di A.gi.Mus. 105 107.........Cunmo Yin vince il Premio internazionale pianistico Scriabin 2018 108.........La tesi di laurea sul caso Nannoni di Cristina Cherubini premiata a livello nazionale 108.........Capalbio Libri alla Convention ?Città che legge? 109.........Balestro del Girifalco, varato il concorso per la pittura del palio 109.........Massa Marittima diventa set per una fiction televisiva 110.........Milano darà il via all?edizione 2018 di Morellino Classica 110.........Festambiente 2018, 30 anni dalla parte dell?ambiente 111.........Collezione Luzzetti: inizia il percorso per ospitare le opere alle Clarisse 111.........L?Istituto Leopoldo II di Lorena con il Centro Ricerche CRISBA sempre protagonista nella ricerca applicata L?EDITORIALE DEL DIRETTORE L?EDITORIALE di Celestino Sellaroli C Una sola parola: Grazie! he dire? In certi casi non c?è da arrovellarsi più di tanto, perché ?basta? una parola: ?Grazie?. Una parola bellissima che andrebbe usata più spesso e che a prima vista potrebbe sembrare scontata, ma invece si presenta con un?incredibile ricchezza di significato, in quanto esprime, come poche altre, sentimenti importanti: in primis di riconoscenza verso chi ha fatto o detto qualcosa di positivo nei tuoi confronti, ma al tempo stesso anche di fierezza e soddisfazione per ciò che si è fatto per meritarsi quella determinata attestazione di apprezzamento e stima che ha generato a sua volta il ringraziamento. Ecco allora che proiezione verso il prossimo ed analisi introspettiva si fondono insieme generando sensazioni stupende. Quelle che chi scrive è riuscito a provare in questo mese di marzo 2018 nel quale la testata Maremma Magazine ha festeggiato il 15° compleanno. Un traguardo non banale (cui, per chiudere il cerchio, dedichiamo anche questo Editoriale), frutto di un impegno continuo e costante, che ha portato un bellissimo sogno a diventare realtà. Il sogno è stato quello di inventarsi con le proprie mani un lavoro ? senza doverlo chiedere a qualcuno ? trasformato con l?andare del tempo in una passione ed in forma più estesa in un?autentica mission: quella di promuovere e valorizzare, giorno dopo giorno con abnegazione e convinzione sempre crescenti, la terra in cui sono nato e cresciuto, ovvero la Maremma! E alla fine quando ti ritrovi nella condizione di lavorare divertendoti, anzi di divertirti lavorando, ti rendi conto che sei un privilegiato. E non è poco! La realtà si chiama oggi Maremma Magazine, una rivista ormai consolidata e soprattutto conosciuta ed apprezzata, come dimostrano i tantissimi messaggi (alcuni dei quali pubblicati nello spazio dedicato a ?La Voce dei Lettori? a pag. 6 e 7) che ci sono arrivati nel mese scorso in tutti i modi possibili ed immaginabili ? mail, post, commenti, sms, lettere cartacee (perché in un mondo ormai digitalizzato e social c?è ancora chi si affida alla carta e alla penna per fissare ed esternare ciò che prova) ? sommergendoci di calore e affetto. Insomma, è stato un bel mese quello appena trascorso, ma dal momento che non amiamo cullarsi sugli allori pren- diamo spunto da queste (inevitabili) righe di ringraziamento per ricaricare le pile e rituffarci nel presente e nel futuro. I traguardi vanno visti come dei momenti significativi per rallentare un attimo, alzare la testa, fermarsi, guardarsi indietro, gioire per la strada fatta e ricominciare a camminare, consapevoli della propria forza, con una meta chiara e magari lasciandosi cullare dal paesaggio circostante che qui, in Maremma, non è proprio ? per usare un eufemismo ? da buttare... Ecco, questo momento celebrativo si inquadra proprio così, con lo spirito di chi è conscio del percorso effettuato a partire da quell?ormai lontano marzo 2003 (mese ed anno di nascita di questa creatura di nome ?Maremma Magazine?), ma ha ancora tanta voglia di fare, di crescere, di migliorarsi. E di? diventare grande! Con il numero di marzo abbiamo voluto festeggiare un compleanno importante offrendo a tutti i nostri lettori, che nel tempo sono diventati davvero tanti, un viaggio nel passato e uno sguardo al futuro. In questi ultimi 15 anni ne sono successe di cose, in Maremma e non solo, ma nulla è cambiato nello spirito con il quale facciamo il nostro lavoro e negli obiettivi che guidano la nostra attività: abbiamo sempre voluto raccontare, con la massima dedizione, tutto ciò che di bello offre la terra nella quale viviamo, offrendo innanzitutto una vetrina alle eccellenze, senza rinunciare a farci promotori di un certo tipo di turismo culturale, enogastronomico e paesaggistico che punti a valorizzare l?unicità della Maremma. E i risultati, dobbiamo dire, ci hanno dato ragione: oggi più che mai Maremma Magazine è una voce autorevole, qualificata e ascoltata. Merito di chi ha creduto fin dall?inizio in questo progetto, certo, ma anche di chi ogni mese ci sceglie e ci legge, maremmani e non. Per questo ringraziamo ancora una volta i lettori, gli abbonati, le istituzioni e gli sponsor e rivolgiamo a tutti l?invito a continuare a seguirci, perché abbiamo in cantiere tante altre sorprese? E allora, archiviata la festa, possiamo tornare ad immergerci nel nostro quotidiano fatto di sogni, di soddisfazioni e di carta: quella di Maremma Magazine! Buona lettura. EDITORIALE ? 13 VIVI PRIMO PIANO - VIVI - SCOPRI - GUSTA TURISMO Voli di linea all?aeroporto di Grosseto, una bella opportunità per far finalmente decollare la Maremma! DI LORENZO MANTIGLIONI Nella foto lo scalo civile dell?aeroporto Baccarini 14 ? Maremma Magazine ? Aprile 2018 GLI APPROFONDIMENTI DEL MESE Grande apertura dell?Enac e dello Stato Maggiore dell?Aeronautica rispetto ali voli di linea sullo scalo civile maremmano. Da quest?anno la compagnia aerea SkyWork Airlines potrà atterrare all'aeroporto Baccarini per tutta la stagione estiva, collegando Berna alla Maremma. Una bella opportunità di crescita per il comparto turistico e non solo D iciamocelo, ci siamo rimasti male. Ci siamo tutti rimasti male quando, poche settimane fa, abbiamo scoperto che a Pisa veniva fatta campagna elettorale dileggiando il nostro territorio. Quel manifesto promosso dal candidato sindaco, Antonio Veronese, è stato un colpo al cuore. ?Sesti in Toscana per presenze turistiche, dopo Grosseto. Oggi Pisa è ridotta così? questo era ciò che veniva propugnato. Un messaggio infelice che ha fatto ? e fa tuttora ? male ai nostri occhi. A Grosseto e alla Maremma tutta. Una ?pubblicità? sbagliata, offensiva e decisamente fuori luogo. L?unico aspetto su cui forse possiamo concordare è che la Maremma è un luogo meraviglioso e invidiabile ? come ha scritto appena qualche settimana fa anche Le Monde ?, ma forse non valorizzata abbastanza. Abbiamo una terra ricca di bellezze paesaggistiche, florida culturalmente, impareggiabile dal punto di vista enogastronomico, ma la sensazione è che ancora non siamo riusciti a ?sfruttare? a pieno tutte le sue potenzialità. Soprattutto sul piano dell?accoglienza e delle presenze turistiche, italiane e straniere. Forse, sarebbe necessario che le Istituzioni e i privati intraprendessero un nuovo percorso, rivolto al comparto turistico. Cercando di promuovere e mettere in risalto le qualità della nostra terra. Sono anni che sentiamo il bisogno di rivitalizzare la provincia, compresa la città di Grosseto, per renderla una meta davvero appetibile per i turisti. E in questo senso, soprattutto grazie Grosseto PRIMO PIANO ? VIVI ? 15 VIVI ???? Previsti ottanta voli civili tra maggio e ottobre, che porteranno enormi vantaggi per la nostra zona. Un bel successo frutto di un lavoro di squadra all?impegno della nuova amministrazione comunale, qualcosa è stato fatto. Ma si può fare di più. Un piccolo-grande passo, intanto, è stato compiuto qualche settimana fa. Nella seconda metà di Marzo, infatti, è stato deciso di aprire, in via sperimentale, una linea aerea per collegare la Maremma con Berna. Una nuova tratta civile che partirà dalla capitale svizzera per giungere, prima a Grosseto, e poi all?isola d?Elba. Un progetto proposto dalla SkyWork Airlines (la compagnia aerea elvetica), subito accolto dalla Seam e poi sostenuto da Camera di commercio della Maremma e del Tirre- 16 ? Maremma Magazine ? Aprile 2018 no, Provincia di Grosseto, Comuni maremmani (con in testa il Comune di Grosseto) e anche dalla Regione, fino ad essere valutato in maniera positiva sia dall?Enac che dallo Stato Maggiore dell?Aeronautica Militare. Parere ? quest?ultimo ? ovviamente decisivo. Ottanta voli civili che, tra maggio e ottobre, atterreranno al ?Corrado Baccarini? portando enormi vantaggi per la nostra zona. ?Siamo fieri ? spiega Tommaso Francalanci, presidente della SEAM ? del risultato raggiunto. Tutte le parti che hanno partecipato, per realizzare questo progetto, sono state eccezionali. C?è stata una fortissima collaborazione per promuovere la possibilità di incrementare il turismo nella nostra terra?. Decisamente un successo. La possibilità di poter ?accogliere? quasi un centinaio di voli, nei prossimi mesi, apre orizzonti importanti per il rilancio e la valorizzazione del territorio. La compagnia SkyWork Airlines metterà a disposizione, per la tratta, aerei da circa 40 posti l?uno che, partendo da Berna, faranno scalo prima a Grosseto e poi atterreranno all?Elba. Un progetto che, si spera, porterà i suoi frutti. Qualche anno fa, uno studio del Certet (Centro di Economia Regionale, dei trasporti e del Turismo dell?Università Commerciale L. Bocconi, Milano) promosso da Giuseppe Siciliano e Mattia Vismara cercò di quantificare, approssimativamente, i vantaggi economici che una nuova linea aerea poteva portare in un territorio. Leggere qualche passo, può permetterci di vedere più a fondo la questione: ?La presenza di un aeroporto ha un?importanza economica ampiamente riconosciuta. Gli aeroporti sono ritenuti elementi essenziali della politica di sviluppo economico e della strategia nazionale, regionale e locale, rappresentando un vantaggio concorrenziale importante per la promozione di un?area, incrementandone la capacità di competizione. Naturalmente per poter sfruttare queste potenzialità e attivare così il ?circolo virtuoso? aeroporto-territorio quest?ultimo deve offrire un adeguato sistema infrastrutturale e di servizi. Certo è che la presenza di accessibilità aerea nazionale e soprattutto internazionale ha dato la possibilità e un valido strumento alle regioniprovince per promuove l?attrattività dell?area attraverso il marketing territoriale?. ?Una volta che l?offerta di collegamenti aerei si stabilizza ? continuano i due studiosi ? la domanda latente che prima non aveva possibilità di volare viene disinnescata. Se la capacità dell?aeroporto e del territorio di mantenere e sostenere un determinato flusso di passeggeri con un adeguato livello di servizio e accoglienza, rimangono costanti nel tempo, un maggior numero di passeggeri porta all?innesco di un circolo virtuoso?. Un altro fatto molto interessante, degli studi di Vismara e Siciliano, è il calcolo di quanto un turista straniero spende in vacanza in Italia: circa 400 euro. Cifra che, innegabilmente, se moltiplicata per quaranta turisti (posti massimi di ogni aereo), moltiplicata a sua volta per gli ottanta voli previsti, porterà un?ingente crescita economica per la nostra terra. Un importante punto di partenza per rilanciare la nostra terra. Appare chiaro, quindi, che la possibilità di ricevere voli civili è un?enorme possibilità di crescita e di sviluppo, a patto che esista il fondamentale aiuto da parte delle Istituzioni ed in sinergia anche dei privati. ?Certamente, per attrarre turismo ? sostiene Francalanci ? è necessario che ci sia anche una risposta concreta del territorio. Da parte dei comuni e dei cittadini. Bisogna incentivare i percorsi turistici, promuovere gli aspetti culturali, i musei e valorizzare le nostre bellezze paesaggistiche. In questo modo, e sono molto fiducioso al riguardo, riusciremo ad aumentare i visitatori nella nostra provincia continuando a mantenere la tratta aerea in funzione?. ?Siamo tutti convinti che, questo collegamento che parte da Berna per arrivare all?Elba, passando per Grosseto ? continua il presidente della SEAM ?, sia un grande traguardo. Siamo sicuri che possa portare sensibili vantaggi al nostro territorio e alla nostra gente. Tutti quanti potranno giovare di questa nuova tratta, dai turisti ai commercianti grossetani?. Per giunta, riuscire a incrementare il turismo grazie ai voli della SkyWork Airlines potrebbe incentivare, in futuro, nuove compagnie aeree ad atterrare al Baccarini, per ampliare ancora di più le potenzialità della nostra città. La Maremma è bellissima, è innegabile, e di questa opportunità c?è davvero bisogno e non possiamo perderla. La speranza è che, con l?arrivo dei turisti, l?offerta culturale, enogastronomica e paesaggistica riscuota un gran successo per poter incrementare ancora di più i visitatori. È necessario promuovere la nostra terra, rendendola ancora più appetibile, per incentivare la nostra crescita. O, almeno, per continuare a stare davanti, per presenze turistiche, ad una città secolare come Pisa. VIVI TURISMO JMO Join Maremma Online 2018, grande successo per un evento che aiuta il territorio a crescere JMO Join Maremma Online è tornato anche quest?anno a Borgo Magliano Resort il 2 marzo scorso, con un programma ricco di ospiti prestigiosi per fare il punto sulle novità del settore turistico e individuare strategie per fare della Maremma una destinazione turistica. L?evento ha registrato quasi 150 presenze, ottenendo il plauso degli operatori di settore G rande successo anche quest?anno per la bella iniziativa ideata da Robi Veltroni ed organizzata da Officina Turistica che va sotto il nome di JMO Join Maremma Online. L?edizione 2018 ? che per la cronaca è stata la sesta ? ha ancora una volta ospitato molti interventi di grande spicco, fornendo utili dati relativi alla Maremma ed alla sua presenza online. Significativa anche la partecipazione: l?evento, andato in scena il 2 marzo scorso nella cornice di Borgo Magliano Resort, ha registrato quasi 150 presenze, ottenendo il plauso degli operatori del 18 ? Maremma Magazine ? Aprile 2018 settore. Join Maremma Online ormai rappresenta una vera occasione per questi ultimi, perché fornisce nozioni molto importanti nell?ambito turistico, ma soprattutto delle vere e proprie esperienze formative dirette, con la possibilità di un confronto con i massimi esperti del comparto. Il format maremmano sul turismo si è aperto con Robi Veltroni di Officina Turistica che, come ogni anno ha aperto la discussione, fornendo i dati relativi al valore del turismo in Maremma. Veltroni ha presentato una ricerca del Centro Studi UnionCamere dell?Emilia Romagna, uscita anche sul Sole 24 Ore, che mette in evidenza come la Maremma si classifichi al sesto posto per valore turistico aggiunto in Italia, e che, quindi, rappresenti uno dei territori più importanti per il turismo nazionale. L?intervento è proseguito con l?analisi dell?andamento delle presenze turistiche in Maremma che ha registrato, secondo le prime stime, un lievissimo miglioramento rispetto al 2016 (+0,26%). Anche gli arrivi sono aumentati del 5,42% rispetto al precedente anno. Un prospetto interessante è quello apparso anche in Sentiment Maremma, Nella foto l?intervento di apertura di Robi Veltroni ideatore del format JMO un progetto di ricerca sulla reputazione digitale del territorio maremmano commissionato a Travel Appel da Officina Turistica. L?obiettivo dell?analisi è quello di capire qual è la percezione che gli ospiti hanno dell?offerta territoriale, cosa amano e cosa criticano, attraverso l?analisi di migliaia di recensioni e post dei social network che riguardano le strutture ricettive, quelle della ristorazione e delle principali attrazioni frequentate; un tassello importante per acquisire consapevolezza sui punti di forza e sulle criticità della destinazione Maremma e lavorare sul miglioramento dell?offerta con effetti positivi sulla reputazione e tangibili sui profitti. Ebbene, lo studio ha rivelato un?ottima percezione della Maremma attraverso l?analisi delle recensioni online, con un sentimento positivo pari all?84%. Molti feedback favorevoli sono arrivati anche dai turisti stranieri principalmente provenienti da Germania, Francia, USA e Australia. La percezione della qualità della ristorazione maremmana è risultata un po? in calo registrando l?85% di sentimenti positivi, comunque sia un ottimo risultato. Le attrazioni, i tour, le mostre ed in generale tutte le attività rivolte ai turisti hanno un ottimo sentiment che si aggira sull?88,6%, soprattutto viene apprezzata la qualità dell?offerta maremmana. Giulia Eremita Industry Manager di Trivago ha spiegato come questa piattaforma fondata nel 2005 e basata a Düsseldorf in Germania rappresenti uno strumento importante per gli operatori turistici offrendo lo spunto per apprendere utili strumenti di metasearch marketing, dalla gestione autonoma e ottimizzata dei contenuti turistici e alberghieri su Trivago, alle opportunità di inserire offerte per posizionare al meglio nel mercato la propria destinazione e il proprio hotel, acquisendo più traffico e visibilità diretta per attrarre più prenotazioni. Nell?occasione sono stati presentati in via esclusiva alcuni dati sulle performance di ricerche e traffico online delle principali destinazioni della Maremma su Trivago, sia dai mercati esteri, che dal mercato italiano nell?ultimo anno. In particolare Giulia Eremita ha messo in chiaro che sul metamotore, la Maremma raccoglie l?11% delle ricerche dalla Toscana. Le principali città toscane ricercate dagli italiani su Tripadvisor sono: Firenze, Pisa, Siena, Viareggio e Castiglione della Pescaia. Mentre nella ricerca degli stranieri Castiglione si qualifica al 14° posto. Claudio Cara, responsabile Expedia, ha introdotto il pubblico nel mondo di una delle OTA più importanti al mondo. Fondata nel 1995, Expedia Inc. è l?agenzia di viaggi online leader a livello mondiale che opera nel settore delle prenotazioni alberghiere ed extra alberghiere; attraverso la propria piattaforma dà accesso ad una vasta gamma di servizi turistici: pacchetti hotel + volo, crociere, noleggio auto e tutte quelle attività che arricchiscono l?offerta territoriale di una destinazione. A Join Maremma Online è stato delineato il profilo dei clienti che decidono di prenotare una località in Maremma attraverso i diversi canali distributivi del gruppo. È stata anche un?occasione per condividere alcuni dati riguardanti il territorio, funzionali all?individuazione delle opportunità di vendita. Nel dettaglio Cara ha messo in evidenza come nel 2017 le prenotazioni in Maremma, sui canali Expedia e partner, abbiano visto una forte crescita (pari al 20%) di turisti provenienti dal mercato USA in particolare nel periodo aprile/giugno con buone performance anche per settembre/ottobre. I mercati USA, Nord Europa e UK risultano maggiormente attratti da ricettività alberghiera rispetto al mercato tedesco ancora molto vicino al comparto extralberghiero trainato dalla formula agriturismo. A Join Maremma Online si sono susseguiti interventi di spicco e sono state raccontate esperienze esemplari, come quella, descritta da Mauro Carbone, delle Langhe e del Roero, che dopo lo scandalo del metanolo hanno saputo rialzarsi, facendo conoscere i propri vini e i propri tartufi in Svizzera e Germania, esportando così il made in Italy in Europa. In questo modo la loro enogastronomia è divenuta un prodotto turistico certificato dall?UNESCO. Giuseppe Attanasi, professore ordinario di economia a Lille (Francia), ha sottolineato l?importanza del valore sociale anche all?interno delle manifestazioni tradizionali come la Notte della Taranta, a Melpignano, in Puglia, perché secondo la ricerca si è portati ad avere maggiore fiducia in coloro che vivono un?esperienza simile, generando una sorta di empatia. Attanasi è stato il primo ricercatore ad indagare il fenomeno della Notte della Taranta dal punto di vista del suo impatto economico. Il ritorno economico e di PRIMO PIANO ? VIVI ? 19 VIVI ???? L?obiettivo di Join Maremma Online 2018, come nelle precedenti edizioni, è stato quello di informare e fornire strumenti concreti agli addetti ai lavori nel settore del turismo, ma quest?anno ha anche cercato di trasmettere al suo pubblico la ?ricetta? per valorizzare le piccole realtà, come la Maremma, che al suo interno hanno davvero molto da far conoscere immagine di questo evento è ormai una storia conosciuta, meno noto è il fatto che manifestazioni di questo tipo generano legami molto forti tra i partecipanti e tra questi e il territorio che li ospita. Un altro intervento molto utile per gli operatori di settore è stato quello di Luciano Scauri, uno tra i più grandi esperti a livello internazionale di Revenue Management alberghiero che vanta collaborazioni internazionali con grandi gruppi come Four Seasons, Hilton, Boscolo Hotels, Cigahotels, e case di indiscusso prestigio come l?Hotel Ritz di Parigi e l?Hotel De Paris a Montecarlo e Alberghi storici come l?Hotel Dei Cavalieri di Milano. Più recentemente anche diverse piccole compagnie Alberghiere Locali, si sono aggiunte al suo portfolio di consulente. Scauri ha spiegato la differenza tra cliente e acquirente e ha consigliato gli operatori delle varie Luciano Scauri 20 ? Maremma Magazine ? Aprile 2018 Antonio Pezzano e Rodolfo Baggio strutture presenti su come costruire un prodotto prestando attenzione ai bisogni del mercato. Il revenue inizia dalla costruzione del prodotto e dall?analisi della domanda. L?intervento di Scauri ha cercato di rendere fruibile il revenue anche alle piccole strutture che caratterizzano gran parte dell?offerta dell?ospitalità maremmana. Nel merito del suo intervento Scauri ha sfatato il mito del ?prezzo basso?. Infatti, non è abbassando il prezzo che viene intercettata la domanda, ma il trucco sta nel creare dei prodotti ad hoc rivolti anche a coloro che non hanno una grande disponibilità economica; infatti, ciò che veramente influenza la scelta di un hotel sono l?esperienza fornita e la location. Momenti molto intensi si sono avuti durante l?intervento di Dario Riccobono, da Capaci, che ha raccontato la storia di Addio Pizza Travel, un tour operator che propone prodotti dove la bellezza del paesaggio si mescola con l?impegno sociale. Addiopizzo Travel offre infatti prodotti ed itinerari turistici che permettano ai viaggiatori responsabili di poter dare un contributo concreto all?economia pulita. Gli ospiti hanno la possibilità di soggiornare e consumare i pasti presso strutture ricettive e ristoranti che non pagano il pizzo, utilizzare i servizi delle aziende della lista di Addiopizzo e visitare le realtà sorte su terreni confiscati alla mafia. Dario ha raccontato come è possibile garantire ai loro ospiti un tour al 100% pizzo-free. E non si è fermato a questo. Dario ha fatto capire come il turismo possa veramente regalare un?esperienza di vera partecipazione. Infine, non sono mancati gli interventi degli ospiti affezionati: Vincenzo Moretti, sociologo del lavoro e Rodolfo Baggio, docente presso l?Università Bocconi di Milano che sono stati intervistati da Antonio Pezzano sulla differenza tra turista e viaggiatore. Gli organizzatori danno appuntamento alla prossima edizione, ringraziando il pubblico presente e gli sponsor che hanno permesso la riuscita dell?evento: Perdormire, Alfera, Idac, Marr, Vignaioli del Morellino, Travel Appeal, Serviceforbreakfast e M.P. di Martellini A. e Pasquini E. e c. S.a.s e Borgo Magliano Resort. Media partner anche quest?anno è stata la nostra testata Maremma Magazine. Per rimanere in contatto con Join Maremma Online: www.joinmaremmaonline.it VIVI TURISMO Destinazione Costa d?Argento, ecco il piano strategico per accogliere turisti Presentato il 16 febbraio scorso nella cornice dell?Auditorium di Orbetello il piano strategico di riposizionamento per la Destinazione Costa d?Argento redatto da Roberto Formato, Ingegnere gestionale del Turismo, su incarico del Consorzio MaremMare, al fine di sviluppare un programma di azione e attuazione decennale incentrato sulla definizione e promozione dei diversi prodotti turistici su cui la zona può e deve puntare DI FRANCESCA COSTAGLIOLA N on è un mistero che la Maremma sia un territorio che necessiti di una valorizzazione consapevole, a maggior ragione oggi in cui la crisi economica imperante conduce a vacanze sempre più ridotte e a scegliere destinazioni più competitive. Ciò ha indotto gli operatori del settore a riflettere sulla necessità di elaborare un progetto strategico per salvaguardare e perpetrare la stagione turistica, un vero e proprio piano di riposizionamento per la Destinazione Costa d?Argento, un?impresa questa tutt?altro che semplice e realizzabile in tempi stretti, tuttavia è essenziale puntare l?attenzione sulla valorizzazione in termini concreti e meditati per insistere sui punti chiave di crescita e sviluppo. Insomma il tempo delle chiacchiere sembra essersi esaurito per passare all?azione. Così, sulla scorta di queste premesse, il Consorzio Maremmare ha incaricato Roberto Formato, Ingegnere gestionale del Turismo di stilare e tradurre in ambito operativo il desiderio di improntare politiche o eventi che aumentino la presenza in territorio, lavoro e di conseguenza benessere diffuso. Il turismo è uno dei settori più rile- 22 ? Maremma Magazine ? Aprile 2018 vanti dell?economia internazionale e riveste un ruolo fondamentale per la crescita sociale ed economica di molte regioni; il suo sviluppo presuppone tuttavia una notevole capacità di progettazione e programmazione da parte degli attori locali che debbono agire in sinergia tra loro, così come pubblico e privato. Due sono dunque i punti chiave: riposizionare l?offerta del Consorzio rispetto a segmenti di domanda più ampi rispetto a quelli attuali, sia sul piano della provenienza geografica che delle motivazioni di soggiorno, identificare gli interventi primari, dal punto di vista delle infrastrutture pubbliche, per favorire la realizzazione di tale obiettivo strategico. La sfida è di grande interesse perché il territorio comprende una pluralità di risorse nautiche, balneari, culturali, naturalistiche, enogastronomiche ed anche termali. Gli obiettivi sono dunque ambiziosi, tuttavia auspicabili, data la primaria importanza che riveste la Maremma nel circuito internazionale del turismo, ma occorre altresì ampliare il raggio d?azione e mutare l?offerta rendendola attuale ed innovativa. Lavoro in team e feedback sul territorio sono elementi primari da considerare, insieme a scelte mirate. Roberto Formato ha evidenziato come siano state condotte accurate analisi per comprendere livelli di criticità e modalità di intervento. La conclusione a cui si è arrivati è che mutando tempi, congiunture economiche, attese di utenze ed operatori occorra insieme alla domanda cambiare anche l?offerta insistendo su un turismo attivo, ovvero partecipe, consapevole, che sappia muoversi in Maremma, che si senta come a casa e che possa così investire energie e risorse. Si vuole valorizzare la natura, ma anche l?enogastronomia e l?attività sportiva. Quest?ultima è forse più facile da realizzare in tempi brevi, in particolare il cicloturismo lungo percorsi ed itinerari suggestivi che prevedano soste in cui ristorarsi con i prodotti del territorio a chilometro zero ed il kitesurf nella baia di Talamone, per passare poi alla creazione di una scuola di cucina di mare ed il rilancio delle Terme dell?Osa, ubicate in posizione strategica tra litorale e collina. Un turismo dunque ad ampio raggio che offra una sorta di vacanza benes- Nella foto Orbetello con sullo sfondo l?Argentario Nella foto qui e sotto scorci dell?Argentario PRIMO PIANO ? VIVI ? 23 VIVI Porto Ercole ???? L?intento è quello di sviluppare in forma congiunta una politica strategica dedicata alla costruzione di nuovi prodotti turistici (nelle aree dei turismi: sportivo, culturale, naturalistico, benessere, da diporto) orientati ad aumentare il raggio di attrazione con il conseguente aumento di presenze, posti di lavoro e benessere diffuso. C irca trecento pagine di progettualità e proposte operative per lo sviluppo turistico. Complesso ed ambizioso, questo è il ?Piano strategico di riposizionamento per la destinazione Costa d?Argento? che il Consorzio Maremmare, in collaborazione con Confcommercio Grosseto, ha presentato pubblicamente alla cittadinanza e al mondo imprenditoriale il 16 febbraio nell?appuntamento che si è svolto presso l?Auditorium di Orbetello. Di fronte ad una bella cornice di pubblico, sono intervenuti diversi amministratori dei comuni interessati 24 ? Maremma Magazine ? Aprile 2018 Porto Santo Stefano sere in grado di temprare corpo e mente, facendo in modo che ogni utenza possa trovare la propria dimensione, tra molteplici opportunità che seguono un unico percorso di consapevolezza. Occorre dunque investire secondo criteri di sostenibilità fisica, finanziaria ed economica. La prima parte sarà sovvenzionata dal Consorzio Maremmane, poi interverranno le istituzioni. Come specificato dal Consorzio, l?Amministrazione Comunale di Orbetello ?è stata la prima ad aver raccolto con entusiasmo la sfida, inserendo fra le priorità delle opere pubbliche del prossimo triennio quelle legate allo sviluppo turistico e l?apertura ad un confronto preventivo con il tessuto produttivo comunale per recepire all?interno del Piano Strutturale le esi- La presentazione (Orbetello, Monte Argentario, Capalbio, Isola del Giglio e Magliano). Ad illustrare il Piano, voluto e sovvenzionato dal Consorzio Maremmare, ovvero dai privati delle imprese del turismo che ne fanno parte, c?era colui che lo ha realizzato: Roberto Formato, Ingegnere gestionale del Turismo. ?Durante tutto l?anno ? spiegano da Maremmare ? sentiamo sempre in ogni riunione sia essa politica, associazionistica, imprenditoriale o da chiacchiera da bar la necessità e il desiderio di improntare politiche o eventi che ?aumentino la durata? ed ?alzino il livello? della nostra stagione turistica. È genze del territorio?. E sta proprio qui il segreto per un piano di successo: garantire la collaborazione tra imprenditoria, istituzioni, cittadini, operatori, associazioni, assessorati e deleghe chiave, come turismo, cultura, commercio, attività produttive, ambiente, verde pubblico, lavori pubblici, arredo urbano, urbanistica. L?entusiasmo è stato mostrato da tutte le parti in causa, il legame alla Maremma anche, così come l?importanza di un intervento di esterni che sappiano ben valutare come agire ottimizzando le professionalità in loco. Non resta dunque che attendere ben consci del fatto che la Maremma non è solo turismo balneare, ma è in grado di riservare ben altre sorprese. giunto il momento di sviluppare insieme una politica strategica dedicata alla costruzione di nuovi prodotti turistici orientati ad aumentare il nostro raggio di attrazione con il conseguente aumento di presenze, posti di lavoro e benessere diffuso. Riteniamo che la volontà di portare avanti un piano strategico per un rilancio vero del nostro turismo abbia possibilità di successo solo se condotto insieme fra operatori, associazioni, assessorati e deleghe chiave, come turismo, cultura, commercio, attività produttive, ambiente, verde pubblico, lavori pubblici, arredo urbano, urbanistica?. VIVI EVENTI Castiglione della Pescaia sempre più regina del turismo sportivo in Maremma Giancarlo Farnetani L a quinta edizione delle Giornate Europee dello Sport a Castiglione della Pescaia ha preso il via venerdì 16 marzo, con un appuntamento molto atteso nella cittadina balneare: l?inaugurazione della mostra documentaria in occasione del 60° anniversario della posa della prima pietra del villaggio internazionale di Riva del Sole. La ceri- 26 ? Maremma Magazine ? Aprile 2018 monia ha preceduto un convegno sul turismo, che si è svolto il giorno seguente, dal titolo: ?Il villaggio internazionale - prima pietra del turismo in Maremma?. Castiglione della Pescaia è Comune europeo dello sport dal 2014 e da allora il cartellone degli eventi proposti dall?Amministrazione comunale ha avuto sempre un crescendo di partecipanti, centrando l?obiettivo prefissato, quello di allungare la stagione turistica, portando nella cittadina costiera da marzo a giugno molti atleti con famiglie al seguito. Le dichiarazioni ?Noi abbiamo puntato sullo sport e continuiamo a farlo, soprattutto durante i mesi definiti di bassa stagione ? afferma il sindaco Giancarlo Farnetani ? per offrire a quel turismo sportivo, sem- pre più in crescita, la possibilità di conoscere Castiglione della Pescaia, che ha un territorio e impianti sportivi all?avanguardia. A questo nostro patrimonio naturale e strutturale, si deve sommare un importante valore aggiunto, la professionalità dei gestori delle attività ricettive. Assieme a loro è nato il grande successo che le Giornate europee dello sport ci stanno decretando?. ?Dal 16 marzo al 24 giugno ? aggiunge il Primo Cittadino ? Castiglione della Pescaia si metterà in risalto con lo sport, la cultura e l?enogastronomia. Accanto alle manifestazioni sportive abbiamo abbinato una serie di iniziative collaterali così che, chi sceglie Castiglione possa fare anche altre esperienze?. ?Quest?anno abbiamo aperto le Giornate europee dello sport ? ricorda Far- Foto Giancarlo Gabbrielli La quinta edizione delle Giornate Europee dello Sport a Castiglione della Pescaia è iniziata festeggiando il villaggio Riva del Sole arrivato al sessantesimo anno della posa della prima pietra. Corposissimo il cartellone di eventi tra sport, cultura ed enogastronomia, promosso sempre su forte input dell?Amministrazione comunale, che terrà banco fino al 24 giugno Castiglione della Pescaia netani ? festeggiando una realtà che ha fatto conoscere Castiglione della Pescaia, in Italia e nel mondo. Era il 16 marzo 1958, quando fu posata la prima pietra del villaggio di Riva del Sole che oggi, dopo 60 anni, è sempre in continua evoluzione e all?avanguardia come location turistica d?eccellenza?. ?Castiglione della Pescaia ? afferma Pierpaolo Rotoloni, consigliere comunale con delega allo Sport ? si sta trasformando in un paese in cui, non solo si può assistere a manifestazioni di un certo valore ma si può anche partecipare. Gli eventi sportivi, programmati all?interno delle Giornate europee dello sport, sono stati infatti pensati soprattutto per chi pratica sport a livello amatoriale e lo potranno fare in un clima di serenità, immersi in un ambiente che è sempre più scelto come meta dagli amanti del bello e della natura.? Lo sport praticato è così entrato in scena domenica 18 marzo con tre appuntamenti. Al Bozzone di Buriano, un atteso evento riservato al ciclismo, il trofeo Borzi. Nella stessa giornata era in programma anche una prova del Campionato regionale di tiro con l?arco e a Punta Ala, nella splendida location che ospita il Golf club, si è disputato il ?Golfpluscupi 2018?. ?Il programma delle Giornate europee dello sport ? spiega l?assessore alla Cultura e al Turismo Susanna Lorenzini ? anche quest?anno s?impreziosisce di eventi culturali di valore a partire da quello del 21 marzo scorso, giornata mondiale della poesia dedicata ai versi estemporanei in ottava rima. Poi l?avvio della mostra al museo civico archeologico Isidoro Falchi di Vetulonia, che quest?anno starà aperta fino al 4 novembre e sarà dedicata al mondo egizio. E ancora la seconda edizione delle Giornate Ximeniane e tanto altro. La cultura quindi continua ad essere protagonista, accompagnando i nostri ospiti sportivi in un percorso che vuole coniugare mente e corpo?. Gli eventi Intanto lo sport è tornato di scena nel fine settimana del 24 e 25 marzo. Al Golf club di Punta Ala è andata in scena una ?due giorni? di gare con il ?Mctour Golf? e il ?Green pass card tropy? mentre sulla spiaggia del lungomare di levante sono arrivati centinaia di podisti che hanno preso parte alla gara con partenza dal centro di Grosseto. Ma gli appuntamenti non mancheranno fino a giugno. PRIMO PIANO ? VIVI ? 27 VIVI ???? L?obiettivo è quello di allungare la stagione turistica, portando nella cittadina costiera da marzo a giugno molti atleti con famiglie al seguito Solo per citarli alcuni: a Punta Ala è in programma il Camp & Resort, la 1° tappa del circuito toscano enduro series ? mtb e sempre nella stessa frazione si terrà la finale del ?Golf impresa?. Il ciclismo tornerà in scena, con cinque eventi. Il primo mercoledì 11 aprile, con ritrovo al Bozzone, in occasione del secondo momento del trittico ?Tommasini? che si concluderà il mercoledì successivo con la prova finale. Venerdì 13 a Castiglione della Pescaia si correrà: ?Il Grande Giro della Maremma?, domenica 15, l?appuntamento è con l?8° trofeo del donatore Avis e domenica 29 prenderà il via da Castiglione il Trofeo del donatore. Domenica 15, in località Ampio la passeggiata di nordic walking verso il mulino di sotto-mulino di sopra e a Punta Ala gara di golf Coppa ?Wirestudio Grosseto?. Il weekend del 28 e 29 aprile è prevista la ?Corsa dei Carretti?, la passeggiata di nordic walking a Punta Ala, con partenza dal lungomare fino al castello. Il primo giorno del mese di maggio a Castiglione della Pescaia si potrà prendere parte alla visita guidata che farà scoprire ai partecipanti la riserva naturale della Diaccia-Botrona. Piazza Garibaldi ospiterà ?Bicincittà? e al green di Punta Ala si gareggerà in occasione della 14° coppa Rotary club Massa Marittima. Sabato 5 e domenica 6 maggio, nel centro del paese, gli appassionati della ?vespa? si ritroveranno in occasione del raduno nazionale. Possibilità di effettua- 28 ? Maremma Magazine ? Aprile 2018 Nella foto il taglio del nastro delle Giornate Europee dello Sport 2018 re visite guidate a Tirli e all?acquedotto Ximeniano, e prenderà il via l?esposizione filatelica in occasione dei 30 anni dall?emissione del francobollo di Castiglione della Pescaia nella serie turistica. Per questa occasione sarà predisposto un gemellaggio fra i circoli filatelici di Castiglione della Pescaia e San Benedetto Po. A Punta Ala altra gara di golf con la coppa ?Maremma golf club?, mentre il Circolo tennis di via Kennedy ospiterà il torneo della Federazione italiana tennis suddiviso per categorie. Venerdì 11 maggio a Vetulonia torna il ciclismo con il ?Trofeo del Diavolino? e sarà l?inizio di un lungo fine settimana dedicato alla ?Maremmana? il raduno bici d?epoca che porterà a Castiglione della Pescaia centinaia di appassionati di questo modo d?andare in bicicletta che ha segnato un tempo. Per gli appassionati di atletica leggera, lo stadio Casa Mora, domenica 13 maggio, ospiterà un importante meeting internazionale di atletica leggera, dove sono attesi i migliori atleti italiani e stranieri in cerca di ottenere il minimo necessario per prendere parte ad eventi internazionali in programma come i Giochi del Mediterraneo under 23 ed assoluti, i Campionati europei allievi, i Mondiali juniores, gli Europei assoluti e Campionati italiani sempre per gli assoluti. Nuovo appuntamento ciclistico mercoledì 16 maggio a Vetulonia con il Trofeo Scala Santa. Sabato 19 maggio in programma una giornata di studio dal titolo ?San Guglielmo di Malavalle e i Guglielmiti?. A Punta Ala prenderà il via l?11esima edizione della manifestazione sportiva ?Combinata Vela-Golf e la gara sul green ?Golfpluscup 2018?. A tarda sera la cittadina costiera ospiterà uno degli eventi molto attesi della primavera, lo spettacolo di fuochi piromusicali. Il giorno seguente a Castiglione della Pescaia si disputerà il 22° Campionato italiano dei Vigili del Fuoco di Mountain Bike. Un altro appuntamento di livello nazionale è in programma domenica 27 maggio, quando il mare e le strade della cittadina balneare faranno da cornice alla prova di triathlon olimpico: ?Castiglione della Pescaia 2018?. A partire dal 15, Punta Ala Camp & Resort ospiterà la regata nazionale formula 18 classe Catamarani e a Castiglione della Pescaia, in collaborazione con il CCN, si terrà la 5° edizione di Birre d?Amare, con la degustazioni di birre artigianali e music festival. Domenica 17 giugno per le strade del centro turistico è prevista una rassegna di bande sbandieratori. Lunedì 18 gli impianti sportivi di Casa Mora ospiteranno il ?2° Summer baseball camp?. Giovedì 21 è in programma la Notte Bianca. L?ultimo fine settimana delle Giornate europee dello sport, quello del 23 e 24 giugno, offrirà l?opportunità di partecipare, oltre che al concerto spettacolo della scuola di musica ?I migliori anni della nostra musica?, al ?Capodanno d?Estate? all?interno di ?Castiglion di primavera?, consueto appuntamento che decreta la chiusura della manifestazione. PRIMO PIANO ? VIVI ? 29 VIVI EVENTI ?Parole & Voci?, si inaugura a Massa Marittima il primo festival di lettura scenica in Italia Si chiama ?Parole & Voci - Festival di lettura scenica? ed è una bella iniziativa in programma a Massa Marittima dal 12 al 22 aprile nata dall?incontro tra l?associazione Liber Pater, che da anni si occupa di promozione della cultura grazie al linguaggio teatrale e la comunità dei lettori massetani, un gruppo composito, intergenerazionale, che frequenta abitualmente la Biblioteca comunale 30 ? Maremma Magazine ? Aprile 2018 Nella foto un momento dell?edizione 2017 nella cornice della Biblioteca comunale di Massa Marittima T utto pronto a Massa Marittima per l?inaugurazione del ?Festival della lettura? organizzato dall?associazione Liber Pater con il supporto del Comune di Massa Marittima e in programma dal 12 al 22 aprile. Un evento particolare che coinvolgerà vari spazi al chiuso e all?aperto e comprenderà una serie di iniziative rivolte a lettori o ascoltatori di ogni età: ci saranno personaggi di spicco del panorama nazionale della scrittura e dell?interpretazione scenica, colazioni al bar con letture di testi briosi nei fine settimana, animazione per i bambini, contest di interpretazione e tante letture di testi di ogni genere ?ovunque e per chiunque? come recita il motto dell?associazione che ha raccolto un?entusiasta partecipazione della comunità e delle associazioni locali. Perché un Festival tutto incentrato sulla Lettura? Lo spiegano gli organizzatori: ?Perché ci piacciono le Storie. Raccontarle e Ascoltarle. Perché quando si legge a Voce Alta lo si fa sempre per qualcun altro che è lì davanti ad Ascoltare. E ascoltare significa stare a Sentire con attenzione. Dunque apprendere. Imparare. Conoscere. E la conoscenza è alla base dello sviluppo umano. Dello sviluppo della società. Di una Comunità?. Il festival nasce dall?incontro tra l?associazione Liber Pater, che da anni si occupa di promozione della cultura grazie al linguaggio teatrale, e la comunità dei lettori massetani, un gruppo composito, intergenerazionale, che frequenta abitualmente la Biblioteca comunale. L?occasione è stata un primo laboratorio di lettura ad alta voce a beneficio di persone ipovedenti e non vedenti; l?esperienza è poi proseguita con numerosi laboratori di lettura espressiva, che hanno dato vita anche ad attività di volontariato con letture presso le scuole di 1° grado e gli istituti per anziani. I laboratori anche come momento per far riavvicinare le persone, dare loro la possibilità di conoscersi, ritrovarsi, utilizzare spazi comuni, condividere un?esperienza in una fase in cui il tessuto sociale dei piccoli borghi è in difficoltà. Il felice percorso, iniziato nel 2015, ha dato vita a letture in occasioni di eventi, spettacoli di lettura scenica, rappresentazioni teatrali, i cui protagonisti sono quei cittadini accomunati dalla passione della lettura che hanno ora scoperto l?esperienza del palcoscenico. Da qui è nata l?idea di un festival, l?unico in Italia, di lettura scenica. L?evento, che si svolgerà per dieci giorni dalla metà di aprile, proporrà letture sceniche curate da gruppi massetani e del territorio, reading teatrali, letture nelle scuole, incontri con autori, un concorso di lettura con la presenza dell?autore, colazioni con letture nei bar, e anche un convegno sulle politiche di promozione della lettura. Decisamente articolato il programma. Proviamo ad estrapolare qualcuna delle tante iniziative in cartellone. Sabato 14 sarà protagonista la figura di Luciano Bianciardi, grazie ad un reading curato da Maurizio Vivarelli, già direttore della Biblioteca comunale G. Badii di Massa Marittima e attualmente docente presso l?Università di Torino. L?evento vedrà la partecipazione della Fondazione Bianciardi. Sabato 21 sarà ospite del festival Stefano De Sando, attore e doppiatore di Robert De Niro, Marlon Brando, Martin Sheen. Domenica 22, in occasione della Giornata mondiale del Libro, il centro storico di Massa Marittima sarà la scenografia della lettura diffusa di ?Outsiders?, libro di Alfredo Accatino sulle PRIMO PIANO ? VIVI ? 31 VIVI ???? L?evento proporrà letture sceniche curate da gruppi massetani e del territorio, reading teatrali, letture nelle scuole, incontri con scrittori, un concorso di lettura con la presenza dell?autore, colazioni con letture nei bar, e anche un convegno sulle politiche di promozione della lettura biografie di grandi artisti che non hanno avuto la celebrità durante la loro vita. L?autore sarà presente al festival. Alfredo Accatino, figlio del pittore Enrico, oltre che scrittore è curatore di grandi eventi pubblici come Pavarotti & Friends, le inaugurazioni dei Giochi Olimpici invernali e di Expo 2015. Il direttore artistico Massimiliano Gracili e Sonia Lenzi referente dell?associazione per Massa Marittima, che coordinano insieme la complessa organizzazione del Festival, si sono detti giovedì 12 aprile SERA - Biblioteca Comunale G. Badii - Le cognate di M. Tremblay. Lettura scenica a cura di Liber Pater venerdì 13 aprile SERA: Biblioteca Comunale G. Badii, Saletta M. Gennai - Migrazioni, lettura scenica a cura di Associazione Iride sabato 14 aprile MATTINO: Bar cittadini - Colazione con letture; Aula Magna ITIS B. Lotti - Lettura con le scuole a cura delle Scuole superiori | POMERIGGIO: Biblioteca Comunale G. Badii, Saletta Gennai - Pomeriggio Bianciardi a cura di Maurizio Vivarelli con la partecipazione della Fondazione Bianciardi | SERA: Biblioteca Comunale G. Badii - Assemblea Condominiale di G. Darier, lettura scenica a cura di Liber Pater domenica 15 aprile MATTINO: Bar cittadini - Colazione con letture | POMERIGGIO: Biblioteca Comunale G. Badii - Contest lettura scenica 10 let- 32 ? Maremma Magazine ? Aprile 2018 entrambi piacevolmente stupiti dal successo di partecipazione e di impegno che il gruppo ha raccolto nella comunità locale. Tanti lettori riuniti, senza nessuna particolare formalizzazione, che, nell?occasione del festival, hanno raccolto anche la partecipazione di tante associazione e altre realtà del territorio come l?Accademia Omero Martini e La Fondazione Museo di Santa Cecilia, le cooperative Colline Metallifere e Arcobaleno, le associazioni Iride, Ytaca, Direfare, la biblioteca e le scuole citta- Il programma tori alle prese con l?autore martedì 17 aprile SERA: Biblioteca Comunale G. Badii - A Tatti una parola in venti atti: pane, acqua, aria, lettura scenica a cura di Con-Tatti mercoledì 18 aprile POMERIGGIO: Biblioteca Comunale G. Badii Lettura scenica a cura degli ospiti del Casa Circondariale di Massa Marittima | SERA: Museo degli Organi antichi, corso Diaz - Echi di C Biondi e T. Hasbun, lettura con musica a cura di Cinzia Biondi e Taisir Hasbun giovedì 19 aprile POMERIGGIO: via Spinelli - Percorso naturalistico della Camilletta, lettura enplein-air in un percorso geo-naturalistico a cura dell?ass. Dire Fare venerdì 20 aprile SERA: Biblioteca comunale G. Badii - Lettura scenica a cura del Laboratorio dello Spettacolo Follonica sabato 21 aprile dine. Altra curiosità, in programma per il 19 aprile anche una passeggiata nel sentiero naturale della Camilletta fino a Le Tane, accompagnata da letture sul tema della natura e della speleologia. Il programma completo ed in continuo aggiornamento è online su: www.associazioneliberpater.com www.paroleevoci.it Contatti: paroleevoci@gmail.com associazioneliberpater@gmail.com MATTINO: Bar cittadini - Colazione con let- ture; Aula Magna ITIS B. Lotti - Lettura con le scuole a cura delle Scuole medie e superiori | POMERIGGIO: Biblioteca Comunale G. Badii - Lettura scenica con Stefano De Sando | SERA: Biblioteca Comunale G. Badii - L?avvelenatrice di E.E. Schmitt lettura scenica a cura di Liber Pater accompagnamento musicale degli allievi della Accademia di musica Omero Martini domenica 22 Aprile ? Giornata mondiale del libro MATTINO: Bar cittadini - Colazione con letture | POMERIGGIO: Centro storico Massa Marittima - Lettura diffusa nel centro storico ?Outsiders? di Alfredo Accatino; Biblioteca comunale G. Badii - Incontro con Alfredo Accatino | Il programma del festival è in corso di ulteriore definizione (aggiornato al 20 marzo 2018) EVENTI Nozze d?Oro per la Delegazione della Maremma dell?Accademia Italiana della Cucina La Delegazione della Maremma-Grosseto dell?Accademia Italiana della Cucina compie cinquant?anni. Il bel traguardo delle nozze d?oro sarà festeggiato sabato 21 aprile presso l?Hotel Terme Marine Leopoldo II a Marina di Grosseto con un convegno dal titolo ?L?evoluzione delle eccellenze agroalimentari della Maremma nei cinquant?anni di vita della delegazione? L a storica Delegazione della Maremma-Grosseto dell?Accademia Italiana della Cucina compie cinquant?anni. Molti si domanderanno cosa sia l?Accademia e per questo basta rispondere che si tratta di un?Istituzione nazionale che dedica impegno e ricerca a tutela delle tradizioni della cucina italiana. L?Accademia nacque il 29 luglio del 1953 con il compito di salvaguardare, insieme alle tradizioni della cucina italiana, la cultura della civiltà della tavola, espressione viva e attiva dell?intero Paese che porta con sé la storia, la tradizione, le nuove tendenze, l?identità di un popolo; ne fu fondatore il giornalista Orio Vergani, che seppe far convergere su questo tema molti intellettuali dell?epoca. La cucina è una delle espressioni più profonde della cultura di un Paese, essa è il frutto della storia e della vita dei suoi abitanti, è diversa da regione a regione, da città a città, da villaggio a villaggio. La cultura della cucina è anche una delle forme espressive dell?ambiente che ci circonda, insieme al paesaggio, all?arte, a tutto ciò che crea partecipazione della persona in un contesto. È cultura attiva, frutto della tradizione e dell?innovazione e per questo è da salvaguardare e da tramandare. Su input di Vergani l?Accademia si diffuse in tutta Italia e in gran parte del mondo, distinguendosi per un?intensa attività culturale che ogni anno si concretizza con la stampa di numerose monografie, l?organizzazione di convegni, seminari, mostre e la pubblicazione di un?elegante rivista mensile dal significativo nome di Civiltà della Tavola. Tra le altre cose l?Accademia pubblica una guida on line ai ristoranti d?Italia, consultabile sul sito www.accademia1953.it Per quest?opera meritoria, svolta PRIMO PIANO ? VIVI ? 35 VIVI ???? Nell?occasione si parlerà della strada fatta dalla Maremma nell?ultimo mezzo secolo sotto il profilo agroalimentare, con un focus in particolare sul vino, l?olio, i formaggi, i salumi ma anche sul mondo della ristorazione incessantemente nei suoi sessantacinque anni di vita, l?Accademia Italiana della Cucina è stata riconosciuta Istituzione Culturale della Repubblica Italiana. A Grosseto fu l?infaticabile medico della frazione di Punta Ala, Roberto Pitisano, l?iniziale promotore della Delegazione della Maremma-Grosseto e come Delegato rimase in carica per oltre trent?anni, dal 1968 fino alla sua improvvisa scomparsa avvenuta nel 2001. Gli seguirono alla guida della Delegazione Sauro Inaco Guerrazzi, poi nel 2004 Alessandro Marzocchi che, insieme a Ulisse Vivarelli ebbe il compito di rinnovare la linfa del sodalizio ed attivare una nuova Delegazione nella zona sud della provincia, costituendo nel 2005 la Delegazione della Maremma-Presidi. Dal 2006 ha poi rivestito l?incarico di Delegato Domenico Sara- ceno al quale si sono succeduti nel 2013 Gianemilio Franchini ed infine l?attuale Delegato Mauro Rustici in carica dal 2016. Per festeggiare il cinquantesimo compleanno, il 21 aprile la Delegazione darà vita ad un convegno nazionale dedicato alle eccellenze agroalimentari della provincia di Grosseto dal titolo appunto ?L?evoluzione delle eccellenze agroalimentari della Maremma nei cinquant?anni di vita della delegazione?. Nell?ultimo mezzo secolo ne ha fatta di strada la Maremma sotto il profilo agroalimentare, perciò si parlerà di vino, olio, formaggi, salumi ma, di pari passo, non potrà mancare ? è uno dei compiti istituzionali dell?Accademia ? una parte dedicata al mondo della ristorazione, che deve indubbiamente essere messa a confronto con l?evidente processo evolutivo che parallelamente ha interessato l?identità delle materie priDomenico Saraceno 36 ? Maremma Magazine ? Aprile 2018 me del territorio. Dopo i saluti del sindaco di Grosseto Antonfrancesco Vivarelli Colonna e l?introduzione affidata al Delegato Mauro Rustici, toccherà all?Accademico Domenico Saraceno mettere a fuoco le luci e le ombre dell?attività di ristorazione, analizzando la storia e la crescita del settore, se avvenuta in parallelo con la sempre maggiore affermazione della qualità delle produzioni locali oppure se lo stesso settore non è stato in grado di dare risposte costanti e coerenti rispetto al percorso evolutivo seguito dalle materie prime. L?enologa Graziana Grassini affronterà il tema della viticoltura maremmana del nuovo millennio, Valeria Cittadini, Capo Panel Test Olio d?oliva C.C.I.A.A. della Maremma e del Tirreno tratterà della qualità degli olii extravergine d?oliva nel territorio grossetano, Andrea Righini, direttore del Consorzio del Pecorino Toscano parlerà dell?affascinante tema che interessa le eccellenze dei formaggi del grossetano ed infine Emilio Signori, ristoratore, porterà la sua testimonianza sulla capacità di cuochi e ristoratori d?interpretare e valorizzare l?offerta gastronomica del territorio. Seguirà una tavola rotonda dove saranno coinvolti i protagonisti, produttori, ristoratori ed esperti di cucina mentre le conclusioni saranno affidate all?Accademico valdarnese Ruggero Larco, direttore del Centro Studi Territoriali Toscana dell?Accademia Italiana della Cucina. Il convegno è aperto al pubblico. VIVI CULTURA Fondazione Grosseto Cultura, decolla il nuovo corso del presidente Giovanni Tombari Sembra finalmente pronto al decollo il nuovo corso di Fondazione Grosseto Cultura ora presieduta da Giovanni Tombari, che dopo la lunga era di Loriano Valentini e i brevi mandati di Giuseppe Chigiotti e Francesco Mori, è chiamato a rilanciare e consolidare l?azione della principale istituzione culturale della provincia di Grosseto. E le premesse per far bene, come ci racconta lo stesso Tombari in questa lunga intervista, ci sono già tutte! DI DEBORAH CORON Giovanni Tombari 38 ? Maremma Magazine ? Aprile 2018 Museo di storia naturale della Maremma D a ottobre 2017 è il presidente di Fondazione Grosseto Cultura, la principale istituzione culturale della provincia di Grosseto. Giovanni Tombari, architetto grossetano di 48 anni, ha preso la guida della Fondazione in un momento particolarmente delicato e cruciale nella vita dell?ente, che nel 2018 festeggerà il decennale: dopo la fine della lunga era di Loriano Valentini e i brevi mandati di Giuseppe Chigiotti e Francesco Mori, Tombari è chiamato a rilanciare e consolidare la Fondazione. Un patrimonio di tutto il nostro territorio: Fondazione Grosseto Cultura gestisce il Museo di storia naturale della Maremma, Clarisse arte e l?Istituto musicale comunale ?Palmiero Giannetti?, proponendosi come motore di promozione e valorizzazione di iniziative culturali. Una ?casa della cultura?, aperta e inclusiva. Presidente Tombari, questa è una bella sfida: cosa le fa credere di poter riuscire a vincerla? «Sono grossetano, amo la mia città e tutta la Maremma, e la cultura è da sempre una grande passione. Provengo da una vecchia famiglia grossetana, mi sono laureato in architettura con una tesi storica sull?edilizia di questa città e credo di poter dire che ho una formazione culturale e un senso civico profonda- Clarisse Arte mente legati al mio territorio. Una passione, quella per la Maremma, testimoniata anche dall?esperienza che sto facendo da qualche anno come capo delegazione provinciale del Fai, il Fondo ambiente italiano, che mi ha fatto innamorare ancor di più di questo territorio: al Fai credo di aver portato una certa innovazione nella gestione, aprendo alla ricerca di sponsor e puntando sul tesseramento. Lo stesso spirito che vorrei trasmettere a Fondazione Grosseto Cultura. E posso dire che sento di essere sulla strada giusta». Quali sono le linee guida della sua gestione? «Vorrei che ogni grossetano provasse un sincero legame per Fondazione Grosseto Cultura, che la sentisse come la ?propria? fondazione: l?istituzione più importante della città e non solo. Quando parlo di azionariato popolare e dell?importanza di diventare socio mi riferisco proprio a questo. Occorre rafforzare un senso di appartenenza, uno spirito civico, un?identità comune. Noto che troppo spesso si dice che a Grosseto non abbiamo nulla: ovviamente non è vero, ma occorre far rinnamorare i grossetani della loro città. Perché Grosseto è la nostra città e dobbiamo volerle bene, altrimenti non si va da nessuna parte. Per questo vorrei che ognuno desse il proprio contributo, non solo economico ma in termini di partecipazioni e di idee. A questo proposito, gran parte (per non dire la totalità) degli eventi che organizziamo direttamente o tramite i nostri istituti sono incentrati proprio sulla partecipazione, sul coinvolgimento». Un bilancio dei suoi primi mesi di presidenza? «Ci sono già segnali positivi, che ci incoraggiano a credere che la strada che abbiamo deciso di percorrere sia quella giusta. Uno su tutti: nei primi tre mesi del 2018 abbiamo già ampiamente superato le 250 tessere, cioè più di quante ne erano state sottoscritte in tutto il 2017. Inoltre abbiamo il sostegno di 21 soci partner (tra ordini professionali, associazioni di categoria, culturali e privati) e 5 soci aderenti (Aurelia Antica Shopping Center, Infinito Viaggi, Nuova Solmine, Terme Marine Leopoldo II, Cooperativa Uscita di sicurezza), uno in più dell?anno scorso. E la campagna continua, visto che adesso la tessera socio ha valore per 365 giorni e non scade più con la fine dell?anno solare: mi aspetto che i grossetani ci diano fiducia. Da parte nostra, ci stiamo impegnando per mettere a disposizione un?offerta culturale di qualità assoluta». Ecco, parliamone: il 2018 di Fondazione Grosseto Cultura. «L?offerta è decisamente varia. PRIMO PIANO ? VIVI ? 39 VIVI ???? L?istituzione gestisce il Museo di storia naturale della Maremma, Clarisse arte e l'Istituto musicale comunale ?Palmiero Giannetti?, proponendosi come motore di promozione e valorizzazione di iniziative culturali. Una ?casa della cultura?, aperta e inclusiva Innanzitutto mi preme ricordare che i tre istituti che gestiamo (il Museo di storia naturale della Maremma, Clarisse arte e l?Istituto musicale comunale ?Palmiero Giannetti?) sono vere eccellenze: il museo è un punto di riferimento internazionale per la citizen science, P Nella foto da sinistra, Antonio Di Cristofano, Andrea Sforzi, Mauro Papa, Giovanni Tombari, Luca Agresti e Riccardo Lucetti la scienza partecipata dai cittadini, ed è l?unico componente italiano della European citizen science association, mentre l?Istituto musicale, oltre ad avere decine di docenti e centinaia di allievi, ha raggiunto vette di prestigio assolute con il Premio internazionale pianistico Scria- bin, ormai considerato il secondo concorso nazionale per i giovani pianisti. Clarisse Arte, già contenitore della mediateca Grosseto Cinema e di opere di valore, ospiterà presto i capolavori della Collezione Luzzetti e diventerà un polo-simbolo per l?arte in Italia. Per E da quest?anno spazio anche al Maggio musicale fiorentino er la prima volta nella storia Grosseto ospiterà un concerto del Maggio musicale fiorentino. L?appuntamento è per venerdì 11 maggio alle 21 al Teatro Moderno: andrà in scena un?orchestra di oltre 50 elementi, diretta dal Maestro Federico Maria Sardelli, che eseguirà musiche di Mozart, Haydn e Beethoven. E così Grosseto, per iniziativa di Fondazione Grosseto Cultura, è stata ufficialmente inserita nel cartellone dell?edizione numero 81 del ?Maggio?. «Questo ? dice Giovanni Tombari, presidente di Fondazione Grosseto Cultura ? è sicuramente un evento sul quale puntiamo molto. Ci auguriamo una grande partecipazione da parte dei grossetani e non solo: l?occasione è da non perdere, anche perché c?è la ragionevole prospettiva di rendere il concerto del Maggio musicale fiorentino a Grosseto un appuntamento fisso annuale». I biglietti d?ingresso costano 15 euro (intero), 12 euro (ridotto per i soci di Fondazione Grosseto Cultura, i soci dell?Orchestra Città di Grosseto e per i 40 ? Maremma Magazine ? Aprile 2018 possessori della card Maremma che spettacolo) e 6 euro per le scuole. I biglietti sono disponibili on line sul sito del Maggio musicale fiorentino e sul circuito Boxoffice e in questi punti vendita: Bartolucci Expert (viale dei Mille 5, Grosseto, 0564 410155), Ipercoop Grosseto (Centro commerciale Maremà, località Commendone, Gros- seto, 0564 462511), Tabaccheria Amoroso (piazza del Mercato 34-36, Grosseto, 0564 21046), Coop Follonica (via Chirici, 0566 264341), Pro Loco Follonica (via Roma, 0566 52012), Museo Arte Sacra (corso Armando Diaz 36, Massa Marittima, 0566 901954), Iat Orbetello (piazza della Repubblica 1, 0564 860447). questo ringrazio i direttori dei tre istituti: Antonio Di Cristofano per l?istituto musicale, Mauro Papa per Clarisse Arte e Andrea Sforzi per il museo, oltre al direttore amministrativo Riccardo Lucetti. Ringrazio il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna e l?amministrazione comunale per aver creduto in me. Assieme all?assessore alla Cultura del Comune di Grosseto, Luca Agresti, e ai componenti del Cda (Simona Bertelli, Luisa Morelli, Alessandra Paolini e Sebastiano Venier) siamo una bella squadra. E tutti insieme lavoriamo ogni giorno per offrire eventi e iniziative di qualità». Torniamo al programma e agli eventi 2018. «Sono tantissimi, mi limito a ricordarne qualcuno. Quest?anno, per iniziativa dell?Istituto musicale comunale ?Palmiero Giannetti?, abbiamo dato vita al Cartellone unico degli eventi musicali che coinvolge tantissime associazioni cittadine, e abbiamo raddoppiato il numero delle opere liriche (saranno due) che andranno in scena d?estate. Un altro grande evento musicale sarà il concerto dell?orchestra del Maggio musicale fiorentino, l?11 maggio, per la prima volta a Grosseto. A giugno ci sarà poi il debutto dell?Orchestra giovanile città di Grosseto, appena costituita. L?inizio dell?estate porterà il tradizionale appuntamento con la rassegna La città visibile, quest?anno legata all?enogastronomia e come sempre aperta alla partecipazione dei progetti artistici di tutti i cittadini. Il 2018 sarà anche l?anno del biglietto unico per il Parco della Maremma, il Museo di storia naturale e il Museo archeologico, con l?obiettivo di estendere presto l?iniziativa anche ad altre strutture museali. Inoltre Fondazione Grosseto Cultura collabora e collaborerà a tante altre iniziative, al di là dell?attività dei tre nostri istituti: penso ad esempio alla Casa dei pesci, al Campionato europeo Under 18 di baseball e altre iniziative che coinvolgeranno tutta la città. Insomma, ci sarà come sempre da divertirsi. E non solo, perché essere socio di Fondazione Grosseto Cultura significa anche poter usufruire di tanti sconti e agevolazioni». Una Fondazione che vuole aprirsi alla partecipazione di tutti anche mettendo insieme l?arte e la cultura con i vantaggi commerciali, giusto? «Esatto. La tessera di socio, se da un lato consente di sostenere la Fondazione a un costo davvero ridotto per chi la sottoscrive, dall?altro offre numerose agevolazioni: ad esempio l?ingresso gratuito alle nostre strutture museali, lo sconto per le gite culturali che organizziamo con il socio aderente Infinito viaggi e per l?ingresso al cinema Aurelia Antica Multisala, e ancora una riduzione sugli abbonamenti e i biglietti della stagione teatrale di Grosseto, l?uso della sala conferenze del museo e tanto altro. Ma non solo: stiamo coinvolgendo anche tanti partner privati tra associazioni di categoria, ordini professionali e attività commerciali, che offrono sconti ai soci di Fondazione Grosseto Cultura. Tutti lo potranno notare, ad esempio, dalle vetrofanie esposte dalle varie attività. Le adesioni crescono giorno dopo giorno e la risposta della città, insomma, è decisamente positiva. Ma non basta, perché Fondazione Grosseto Cultura ha bisogno del sostegno di tutti». Contatti: Fondazione Grosseto Cultura | Via Bulgaria, 21 | 58100 Grosseto | tel./fax 0564 453128 | mail info@fondazionegrossetocultura.it | web www.fondazionegrossetocultura.it VIVI L?ITINERARIO ENOGASTRONOMICO DEL MESE Cultura, storia, bellezze naturali e vini al centro di un tour enogastronomico alla scoperta della Costa d?Argento Sono tanti i modi e le chiavi di lettura che possono spingere turisti, ma perché no, anche residenti, ad andare alla scoperta del territorio di Maremma. Una di queste è sicuramente l?enogastronomia, magari abbinata alla storia, alla cultura, alle bellezze architettoniche e alle cose da vedere, ovvero i leit motiv ? tutti questi ? di una serie di servizi in forma di itinerario che in questa quinta tappa portano alla scoperta della Costa d?Argento C DI DEBORAH CORON ontinua il nostro viaggio alla scoperta di quella Maremma Toscana dove vigneti, colline, borghi e mare si sfiorano e creano un paesaggio affascinante e unico. Siamo oggi nella Costa d?Argento che comprende i chilometri che si estendono da Talamone fino al litorale di Capalbio, al confine laziale, fra i più belli e, sicuramente, fra i più ricercati della Toscana. La costa offre lunghi tratti sabbiosi intervallati da scogliere aspre e piccoli anfratti. Queste caratteristiche, insieme ai fattori climatici favorevoli, permettono al turista di scegliere la vacanza più adatta: da quella più selvaggia delle baie e delle cale, alle spiagge sabbiose libere e fruibili, fino ai lunghi litorali attrezzati perfetti per chi ama unire il mare al divertimento. Partendo da sud, il comune di Capalbio presenta una lunga fascia costiera di sabbia scura con mare che va subito in profondità, interrotta dal piccolo Promontorio dell?Ansedonia che si protende sul mare e prosegue con il Tombolo della Feniglia, una delle lingue naturali che collegano il Promontorio dell?Argentario alla terraferma, insieme al 42 ? Maremma Magazine ? Aprile 2018 Tombolo della Giannella, più a nord, oltre la Laguna di Orbetello. Qui la natura regna incontrastata: un?estesa pineta rigogliosa, oggi Oasi protetta del WWF, protegge una distesa di sabbia fine con acqua poco profonda, ideale per i bambini. Al centro della Costa d?Argento si trova il Promontorio dell?Argentario, la cui costa è quasi interamente rocciosa con scogliere a picco sul mare che celano cale e piccoli tratti sabbiosi di particolare bellezza, paradiso per gli amanti dello snorkeling. La foce del fiume Albegna segna la fine del Tombolo della Giannella e l?inizio del tratto costiero che, da qui, prosegue fino a Talamone dove la spiaggia lascia di nuovo il posto a rocce e scogliere che s?interrompono qualche chilometro più a nord per aprirsi nella misteriosa spiaggia di Cala di Forno. Da non perdere la costa delle isole di Giglio e Giannutri, situate all?interno dell?Arcipelago Toscano. Oltre che dal fascino del mare qui si è catturati anche dalla storia, come quella che si respira all?interno del borgo medievale di Capalbio: nel centro storico si può accedere solo a piedi attraversando la porta a doppio arco sormontata da una lapide del 1418 ? che ricorda il restauro delle mura effettuato dai conquistatori senesi ? e da uno stemma dei Medici con iscrizione del 1602. Passeggiando per i suggestivi vicoli ci si imbatte in scorci di arte e storia; nei dintorni non perdetevi il Giardino dei Tarocchi, la tomba del brigante Tiburzi e la Villa delle Colonne. Spiagge, mare, borghi antichi e vigneti, sono i must have della zona e allora ecco una selezione di aziende vitivinicole dove poter assaggiare l?eccellenza della DOC Maremma Toscana, famosa per l?estrema versatilità che caratterizza il terroir da cui nascono i vini. Per arrivare alla Costa d?Argento, però, il nostro tour parte più a nord, nel territorio del comune di Castiglione della Pescaia e, per la precisione, dalle prime colline di fronte alla Diaccia Botrona, tra il borgo di Castiglione della Pescaia e Macchiascandona, sulla strada per il Capoluogo. Qui incontriamo la Tenuta La Badiola, dove si colgono tutta la varietà e la biodiversità del paesaggio marem- Tenuta La Badiola Fattoria Il Casalone Monteverro La Selva mano: zone pianeggianti, colline occupate da vigneti, uliveti, boschi e macchia mediterranea. Resort, spa, ristorante e trattoria stellata guidata dallo chef Bartolini, non ?solo? Cantina! Siamo a sette chilometri da Castiglione della Pescaia, a ?casa? della famiglia Moretti che nel 2000 ha acquistato la tenuta, la cui storia affonda le radici nel 1800 e nella figura intraprendente di Leopoldo II di Lorena, Granduca di Toscana, che qui aveva la sua residenza estiva. La famiglia Moretti, guidata da Vittorio e dalla figlia Francesca, oltre ad aver preservato la tenuta e la villa leopoldina, ne ha sviluppato anche il progetto vitivinicolo inserendolo nel Gruppo Terra Moretti: oggi i trenta ettari di vigne producono un bianco, un rosato e un rosso denominati ?Acquagiusta?, nome che deriva proprio da una sorgente sotterranea di acqua purissima, che rappresentava un netto contrasto con le paludi circostanti. Perciò, l?acqua, paradossalmente, come fonte ispiratrice di un progetto enologico, come riferimento ideale e simbolico, dell?idea di tutti i vini della Tenuta che sono plasmati dal vento e dal sole, segnati dalla terra e dal tempo. Un progetto vitivinicolo innovativo e premiato che nasce dal rispetto di un ?sapere agricolo? del passato. Terminata la visita a La Badiola proseguiamo decisamente verso sud fino ad arrivare di fronte alla laguna di Orbetello e al Monte Argentario, dove sorge la Fattoria Il Casalone. Qui si produce vino dal 1960 ? tra i primi a sperimentare il Cabernet Sauvignon e il Vermentino ? e si può godere di una vista meravigliosa dall?Agriturismo con piscina e dai Casali che vengono affittati tutto l?anno. Azienda Agricola, con bellissima cantina e sala degustazione, famosa per la produzione di vini DOC Maremma Toscana e ottimo olio extravergine. La coltivazione della vite risale a tempi antichi e già il Catasto Leopoldino di inizio ?800 indicava la vigna Colombi e il Cucchetto, da cui derivano i nomi di due ottimi vini aziendali. Assaggiamo il rosso Cerida ? 80% uve Sangiovese con aggiunta di Cabernet Sauvignon e Petit Verdot ? e lo speciale Cucchetto Riserva che riposa oltre un anno in barrique francese. Si percepisce subito che anche qui il vino nasce da una profonda passione per l?eccellenza e che si lavora con agronomi e enologi prestigiosi e qualificati. Certo il microclima aiuta molto ma sono il modo di lavorare la terra, l?attenzione all?ambiente, la spinta innovativa e la passione che consentono di realizzare prodotti che ci invidia tutto il mondo. Prodotti come i vini di Monteverro che nascono da un terreno minerale costituito da argilla rossa e pietre, ubicato più a sud, in prossimità del borgo di Capalbio. Una tenuta gioiello, nata nel 2003, dalla passione per la terra e per il vino dei due proprietari, Julia e George Weber, con cui collaborano illustri nomi dell?enologia come Michel Rolland. Oltre trenta ettari vitati per l?Azienda che proprio quest?anno festeggia orgogliosa i 10 anni della prima vendemmia. Nel 2011 debuttano i primi quattro vini della tenuta: Monteverro, da uve Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Merlot e Petit Verdot, Terra di Monteverro, stesso uvaggio ma di maggiore immediatezza; Tinata, prodotto con Syrah e Grenache, e lo Chardonnay. Ad oggi siamo a sei etichette, quattro rossi e due bianchi, prodotti seguendo metodi biologici ? un percor- PRIMO PIANO ? VIVI ? 43 VIVI ???? Grazie alla collaborazione con il Consorzio Tutela Vini della Maremma Toscana prosegue il viaggio volto a delineare le peculiarità di questa zona, nota per il suo olio, i suoi formaggi e naturalmente il vino, tratto fondamentale che esprime al meglio l?eterogeneità dei territori so ambizioso che si concluderà nel 2019 ? con una filosofia che mira alla qualità assoluta del prodotto finale, che in un decennio hanno saputo raccogliere premi e riconoscimenti importantissimi e che vanno gustati come un?opera d?arte, ?con tutti i cinque sensi?! Sulla strada del ritorno verso Grosseto, vicino all?antico borgo di Magliano, visitiamo invece La Selva: venticinque ettari di vigneti, coltivati su dolci e soleggiate colline, su terreni ricchi di scheletro e di minerali. Anche questa è un?Azienda responsabile che si dedica con passione alla coltivazione, trasformazione e commercializzazione di pro- dotti da agricoltura biologica dando massimo valore alla trasparenza in ogni passo della filiera. S?investe sulle varietà di uve autoctone come Vermentino, Ciliegiolo, Sangiovese e Pugnitello e ?Niente è tolto, niente è aggiunto? è il principio guida per la coltivazione, per lo sviluppo delle ricette e per la trasformazione di tutti i prodotti: quasi duecento specialità biologiche e vegane e diciotto vini commercializzati in tutto il mondo. Qui, nella proprietà del tedesco Karl Egger, pioniere dell?agricoltura biologica, assaggiamo il rosso Privo, prodotto da un cuvée di Sangiovese e Alicante, complesso ed elegante e un Ciliegiolo vinificato in purezza, sempre Maremma Toscana DOC, che ci conquistano al primo sorso. Curioso che una cospicua parte della cantina si trovi incavata sotto terra, offrendo così le condizioni ideali per una produzione di vini biologici e vegani di qualità, esportati in tutto il mondo. Il nostro tour, giunto così al termine, vi ha segnalato non delle semplici degustazioni ma un?esperienza sublime da provare almeno una volta nella vita in una cornice paesaggistica di assoluta bellezza: la Maremma. Le aziende associate al Consorzio Tutela Vini della Maremma Toscana 1. AGRICOLA DEL NUDO www.nudo.bio 2. AZIENDA AGRCIOLA BIOLOGICA IL TROSCIONE www.iltroscione.com 3. AZIENDA AGRICOLA ALESSIO BRUNI www.tenutebruni.com 4. AZIENDA AGRICOLA F. BICOCCHI www.bicocchiwine.it 5. AZIENDA AGRICOLA LA PIEROTTA www.lapierotta.it 6. AZIENDA AGRICOLA MAREMMALTA www.maremmalta.it 7. AZIENDA AGRICOLA PIAN DEL CROGNOLO www.piandelcrognolo.it 8. AZIENDA BIOAGRICOLA POGGIOLELLA www.poggiolella.it 9. AZIENDA SANTA LUCIA www.azsantalucia.com 10. BASILE - AZ. AGRICOLA BIOLOGICA www.basilessa.it 11. BELGUARDO www.belguardo.it 12. BOSCHETTO DI MONTIANO www.boschettodimontiano.it 13. CACCIAGRANDE www.cacciagrande.com 14. CANTINA 8380 www.cantina8380.com 15. CANTINA ?I VINI DI MAREMMA? S.A.C. www.ivinidimaremma.it 16. CANTINA VIGNAIOLI DEL MORELLINO DI SCANSANO www.cantinadelmorellino.it 17. CANTINE BRUNI www.aziendabruni.it 18. CASA VINICOLA LUIGI CECCHI & FIGLI www.cecchi.net 19. CASTELPRILE - PRELIUS www.prelius.it 20. CAVITRIA - CASA VINICOLA TRIACCA www.triaccavini.eu 21. CIVETTAIO www.civettaio.it 22. COMPAGNIA DEL VINO www.compagniadelvino.com 23. COMPAGNIA DI VOLPAIA - FATTORIA CASTELLO DI VOLPAIA www.castellodivolpaia.com 24. CONTI DI SAN BONIFACIO www.contidisanbonifacio.com 25. DE VINOSALVO VIGNAIOLI www.devinosalvo.com 26. DIMORA BUONRIPOSO www.dimorabuonriposo.it 27. FATTORIA DEI BARBI www.fattoriadeibarbi.it 44 ? Maremma Magazine ? Aprile 2018 28. FATTORIA DI MAGLIANO www.fattoriadimagliano.it 29. FATTORIA DI VALIANO www.tenutepiccini.it/tenute 30. FATTORIA IL CASALONE www.pepilignanawine.com 31. FATTORIA IL DUCHESCO www.ilduchesco.it 32. FATTORIA LE MORTELLE www.antinori.it www.lemortelle.it 33. FATTORIA LE SPIGHE www.agriturismolespighe.it 34. FATTORIA MANTELLASSI www.fattoriamantellassi.it 35. FATTORIA NITTARDI www.nittardi.com 36. FATTORIA SAN FELO www.fattoriasanfelo.it 37. FERTUNA www.fertuna.it 38. FRANTOIO LA PIEVE www.lapievemaremmatoscana.it 39. I LECCI DI GIANNONI BARBARA www.aziendailecci.it 40. IL SASSONE di Simona Ceccherini www.simonaceccherini.it 41. LA BIAGIOLA www.labiagiola.it 42. LA CHIMERA D'ALBEGNA www.lachimeradalbegna.it 43. LA CURA www.cantinalacura.it 44. LA SELVA SOCIETà BIOAGRICOLA www.laselva-bio.it 45. LA TOSCANA DEI SAPORI www.latoscanadeisapori.com 46. MAMBRINI VITICOLTORI www.mambriniviticoltori.it 47. MECAROZZI NADIA 48. MONTEBELLI www.montebelli.com 49. MONTEVERRO www.monteverro.com 50. MORISFARMS www.morisfarms.com 51. MURALIA www.muralia.it 52. PODERE RANIERI www.podereranieri.com 53. PODERE RISTELLA www.podereristella.it 54. PODERE SAN CRISTOFORO www.poderesancristoforo.it 55. POGGIO AI LUPI www.poggioailupi.it 56. POGGIO ARGENTIERA TIERRE S.S.A. www.poggioargentiera.com 57. POGGIO CAGNANO www.poggiocagnano.it 58. POGGIO LA LUNA poggiolaluna.it 59. POGGIO L'APPARITA www.lapparita.com 60. PRATO AL POZZO www.pratoalpozzo.it 61. RASCIONI & CECCONELLO www.poggiociliegio.it 62. RIGOLOCCIO www.rigoloccio.it 63. ROCCA DI FRASSINELLO www.roccadifrassinello.it 64. ROCCAPESTA www.roccapesta.com 65. SASSOTONDO www.sassotondo.it 66. SERRAIOLA WINE www.serraiola.it 67. SOCIETà AGRICOLA BERRETTA S.S. www.viniberretta.it 68. SOCIETà AGRICOLA LE SODE DI SANT'ANGELO sito web www.sodesantangelo.com 69. SOLEMMA www.latoscanadeisapori.com 70. TENUTA CASTEANI www.casteani.eu 71. TENUTA DEL FONTINO www.tenutafontino.it 72. TENUTA DI GRAMINETA www.tenutadigramineta.it 73. TENUTA I CAVALLINI www.icavallini.it 74. TENUTA LA BADIOLA www.tenutalabadiola.it 75. TENUTA LA PARRINA www.parrina.it 76. TENUTA L'IMPOSTINO www.tenutaimpostino.it 77. TENUTA MONTAUTO www.montauto.org 78. TENUTA ROCCA DI MONTEMASSI www.roccadimontemassi.it 79. TENUTA SASSOREGALE S.M.T. www.sassoregale.com 80. TENUTE PICCINI www.tenutepiccini.it 81. TERENZI www.terenzi.eu 82. TERRE DELL'ETRURIA www.terretruria.it 83. VAL DELLE ROSE TENUTA DELLA FAMIGLIA CECCHI www.valdellerose.it 84. VAL DI TORO www.valditoro.it 85. VALDONICA www.valdonica.com 86. VILLA POGGIO AI PIANI www.santeufemia.eu AGRICOLTURA Foto Giancarlo Gabbrielli L?importanza dell?agricoltura nella gestione del suolo e nella prevenzione del dissesto idrogeologico ?Cambiamenti climatici e territorio. Agricoltura, gestione del suolo e prevenzione del dissesto idrogeologico?. Questo il tema al centro di un convegno organizzato dall?Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali della provincia di Grosseto che si è svolto nelle scorse settimane presso la Sala Pegaso del Palazzo della Provincia alla presenza di qualificati relatori che, partendo dall?attuale tematica dei mutamenti climatici, hanno cercato di analizzare le problematiche che l?attività agricola incontra nella gestione del territorio I l 10 marzo scorso si è svolto a Grosseto un convegno sul tema ?Cambiamenti climatici e territorio. Agricoltura, gestione del suolo e prevenzione del dissesto idrogeologico? dove, partendo dall?attuale tematica dei mutamenti climatici sono state analizzate le problematiche che l?attività agricola incontra nella gestione del territorio. Qualificati relatori hanno affrontato questioni tecniche e giuridiche legate ad un corretto uso delle risorse ambientali nel rispetto dei principi agronomici e selvicolturali; è del tutto evidente, infatti, come l?agricoltura e la selvicoltura svolgano un ruolo cruciale anche nella produzione di beni di pubblica utilità come il paesaggio, la biodiversità, la PRIMO PIANO ? VIVI ? 47 VIVI ???? L?argomento riveste un?importanza primaria in un territorio rurale come quello grossetano e questa giornata di studio ha fornito importanti spunti di riflessione a tutti gli operatori del settore intervenuti: agricoltori, tecnici, amministratori e studenti Nella foto il tavolo dei relatori stabilità del clima e la capacità di mitigare fenomeni naturali quali inondazioni, siccità ed incendi. L?argomento riveste un?importanza primaria in un territorio rurale come quello grossetano e questa giornata di studio organizzata dai Dottori Agronomi e Forestali ha fornito importanti spunti di riflessione a tutti gli operatori del settore intervenuti: agricoltori, tecnici, amministratori e studenti. ?L?agricoltura e la selvicoltura ? ha detto il presidente dell?Ordine Domenico Saraceno ? svolgono un ruolo cruciale nella produzione di beni di pubblica utilità, come il paesaggio, la biodiversità, la stabilità del clima e la capacità di mitigare disastri naturali quali inondazioni, siccità e incendi. D?altra parte alcune pratiche agricole possono determinare condizionamen- Il pubblico 48 ? Maremma Magazine ? Aprile 2018 ti sull?ambiente e provocare degrado dei terreni, erosione e perdita di suolo, inquinamento delle acque, alterazione di habitat naturali e della biodiversità (Comun. Commiss. Eur. ?La Pac verso il 2020?, 672/5-2010)?. Tra le principali conseguenze di pratiche agricole errate, trascurate o parzialmente eseguite, vi è quella del dissesto idrogeologico. ?Le cause del dissesto idrogeologico ? ha aggiunto Saraceno ? sono molteplici ed interessano la pianificazione del territorio, le scelte agronomiche, le tecniche di lavorazione dei terreni, l?abbandono delle aree agricole marginali con la relativa scomparsa delle antiche sistemazioni idraulico agrarie, la cura del reticolo idrografico minore, la gestione dei fossi, la riparazione degli argini. In questo contesto è evidente il ruolo primario che devono, possono o potrebbero svolgere sia gli agricoltori nel solco della loro naturale e storica vocazione di custodi del territorio, che i dottori agronomi e forestali per le loro competenze per il supporto gestione alle aziende e/o partecipazione alle scelte di politica territoriale. Per tale ragione è fondamentale riconoscere la valenza multifunzionale dell?impresa agricola sul territorio, sia come presidio economicamente attivo e sostenibile, sia per il ruolo preminente che esse hanno nella collaborazione con i soggetti pubblici per la corretta gestione delle risorse idriche, della manutenzione del reticolo idrografico, dell?uso del suolo sia nel piano che nel colle, insieme ai dottori agronomi e forestali ed altri professionisti che si Domenico Saraceno occupano di queste tematiche. Questo grande tema può essere affrontato partendo dall?analisi del corpo normativo vigente, che è nostra intenzione in questo convegno approfondire tanto nei principi generali che nella loro capacità di tradursi in fatti, ma è parte integrante anche della politica agricola dal momento che un contributo considerevole sul tema può essere dato da un sistema capace di incentivare (o riportare) concretamente sia gli agricoltori all?adozione di pratiche agronomiche atte a ridurre il rischio idrogeologico, favorire l?assorbimento di corpi idrici in stagioni piovose con allungamento dei tempi di corrivazione, recuperare e mantenere le sistemazioni idraulico agrarie riducendo le portate solide, sempre con l?obiettivo di ridurre il rischio di erosione del suolo, sia aggiornare e formare i dottori agronomi e forestali su queste tematiche?. ?Alla luce dell?attuale quadro economico che caratterizza l?impresa agricola, perorare la causa oggetto del nostro convegno ? ha sottolineato ancora il Presidente dell?Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali della provincia di Grosseto ? significa, fra le altre cose, dare anche maggiore concretezza agli indirizzi di politica agricola comune, già introdotti con la riforma della PAC del 2005 con il principio della condizionalità, tesi a favorire sempre più una forma di alleanza fra agricoltori, cittadini, professionisti ed altri settori economici: alleanza che riconosca e confermi il ruolo che le aziende agricole e forestali svolgono quotidianamente anche per il mantenimento di beni pubblici come il paesaggio e, nel caso di specie, per la riduzione del rischio idrogeologico. La Condizionalità rappresenta uno dei principali pilastri della Politica Agricola Comunitaria e consiste in un insieme di regole per una gestione dell?azienda agricola rispettosa dell?ambiente e attenta alla salubrità dei prodotti e del benessere degli animali allevati, articolandosi in una serie di impegni riportati nel Reg. CE 1782/2003 riguardanti i Criteri di Gestione Obbligatori (CGO) e le Buone Condizioni Agronomiche e Ambientali (BCAA). Una delle caratteristiche peculiari della Condizionalità è proprio la multidisciplinarietà, in quanto mette in relazione il fatto produttivo agricolo con le tematiche ambientali e sanitarie, ponendo al centro dell?attenzione la salvaguardia delle risorse primarie come il suolo, l?acqua, il paesaggio. In questo senso la Condizionalità è forse uno degli aspetti della PAC che più si armonizza con il concetto di azienda multifunzionale, generatrice di beni pubblici ambientali e sociali, oltre che di derrate agricole. È per tale ragione ? ha concluso Domenico Saraceno ? che si è ritenuto utile inserire nel programma del convegno un intervento legato alle politiche agricole dell?Unione Europea, così da mettere bene a fuoco gli obiettivi del legislatore, il ruolo dei diversi soggetti coinvolti (pubblici e privati), il comune interesse dei cittadini europei, le esigenze concrete degli agricoltori, gli aspetti agronomici e quelli idrogeologici, tutti elementi di un unico sistema che senza dubbio ha come minimo comune denominatore l?attività agricola e forestale?. Servizio realizzato in collaborazione con l?Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali della provincia di Grosseto TV ?Attenti a quei 3 - Foppeddittelo?, la Maremma protagonista in una nuova trasmissione Tv Carlo Sestini, il Conte Max e Argia, per la prima volta insieme, portano ospiti grossetani su Toscana TV con la nuova trasmissione ?Attenti a quei 3 - Foppeddittelo?. Dopo la prima serie di dieci puntate registrate al Faq è partito ora il secondo ciclo che vede il palco presso l?Hotel Ariston di Marina di Grosseto L e eccellenze maremmane protagoniste in tv. Grazie a Toscana Tv (canale 18 del digitale terrestre) da novembre scorso va in onda ?Attenti a quei 3 - Foppeddittelo?, la nuova trasmissione ideata da Carlo Sestini. Inusuale la conduzione, perché, accanto al giornalista e conduttore grossetano si deve segnalare la presenza dell?insolita coppia costituita da Argia e dal Conte Max Venturacci. Nel corso delle prime dieci puntate, registrate al Faq, il trio ha cercato di far emergere quelle che sono le peculiarità del territorio maremmano dando loro una visibilità regionale, grazie alla messa in onda il lunedì sera alle 23,15 sul canale della emittente toscana. Così il locale di via Legnano si è aperto la domenica sera alle famiglie, che hanno assistito in diretta alle riprese divenendo parte attiva della trasmissione. Ciascuna puntata ha visto, insieme agli inediti Nella foto Carlo Sestini, Argia ed il Conte Max PRIMO PIANO ? VIVI ? 51 VIVI ???? L?intento è quello di far emergere quelle che sono le peculiarità del territorio maremmano dando loro una visibilità regionale, grazie alla messa in onda il lunedì sera alle 23,15 sul canale della emittente toscana conduttori, personaggi maremmani che si sono distinti a livello nazionale in vari campi, dalla musica, alla tv, dalla radio allo sport, dall?artigianato all?arte. Un modo diverso per conoscerli o per vederli coinvolti in azioni talvolta lontane dal loro modo di essere. Ospiti del salottino, ma anche protagonisti di performance sul palco del Faq, si sono succeduti musicisti del calibro di Stefano Cocco Cantini e Alessandro Golini, scuole come ?Lady Francesca? e il Liceo Coreutico del Polo Bianciardi, gruppi musicali redivivi come i ?Demenza Cronica? o affermati come i ?Quartiere Coffee? passando per ?Musica da Ripostiglio? e i ?Raggi Fotonici? fino ai ?Groovin?Groupies?, al duo ?Andrea Flaminio e Simona Lippi?, al vocalist di Lucio Dalla, Riccardo Majorana, ai ?Matti delle Giuncaie?, allo Studio Enterprise, al vignettista Fabio Balducci e agli scrittori Rossano Marzocchi, Flavio Fusi, Carlo Legaluppi e Dianora Tinti, alle poetesse, Giuseppina Scotti e Lorella Ronconi, facendo esprimere anche i giovani emergenti Francesca Magdalena Giorgi, Britney Bricherasio e Andrea Riccio o le magie sonore del fonico Luca Giannerini. La serata spettacolo nel format del Faq ha offerto un cliché innovativo con un giro pizza alle 20,30 e alle 22 l?inizio della registrazione. Ma indubbiamente l?elemento di maggiore curiosità che ha reso ?Attenti a quei 3? innovativa è il novero inusuale dei conduttori; 52 ? Maremma Magazine ? Aprile 2018 Carlo Sestini, Argia, e Conte Max, soggetti profondamente diversi tra loro ma capaci di mettere sotto torchio gli ospiti con interviste serrate mantenendo sempre il giusto equilibrio tra leggerezza e ironia. ?L?obiettivo del programma ? racconta l?ideatore Carlo Sestini ? è quello di valorizzare il nostro territorio attraverso le sue eccellenze mostrarle nel loro contesto e con esse compiere dejavu o permettere agli spettatori di conoscerli meglio mettendoli a ?nudo? e coinvolgendoli nelle esibizioni in cui loro eccellono. Ovviamente in questa operazione non sono da solo, ma ho avuto la fortuna di coinvolgere due grandi protagonisti di quella maremmanità che prevarica i confini territoriali e temporali grazie a modi diversi di declinarla e di viverla. Da una parte la maschera di Argia, alias Luciana Tosti Pollini, che dopo diversi anni di lontananza dalla tv e dalle scene teatrali, torna sul piccolo schermo per raccontare fatti del passato facendoli rivivere nel presente, infarcendo di aneddoti, poesie e prosa le interviste con gli ospiti. Dall?altra il Conte Max Venturacci, abile animatore e musicista che si è distinto negli ultimi anni per aver traghettato il dialetto maremmano nella modernità, avvicinandolo ai più giovani, imperversando sui social e creando dei veri e propri tormentoni, con brani inediti o rivisitati. Mettere insieme questi due ?animali da palcoscenico? ? racconta ancora Carlo Sestini ? caratterizzati da una forte iro- nia e da una deflagrante carica di simpatia non è stato facile, perché ciascuno di loro, abituato ad essere protagonista assoluto nel suo ambito, si è messo al servizio degli altri senza prevaricare, permettendo di esaltare le specificità e le peculiarità di ospiti e colleghi. Ringrazio per la disponibilità Aldo Giuliani del Faq e il service di Davide Fatemi ma anche tutto il mio staff a partire dal regista Samuele Cottini, dai cameraman Gianni Armonia e Loriano Bartalucci ad Orsola Vigorito che ha curato le grafiche e la sigla, fino a Marisa Lunghini che ha garantito il coordinamento, Natalino Galgani come direttore di produzione ad Agata Florio in qualità di referente commerciale e al maestro distillatore Priscilla Occhipinti che ha donato le grappe Nannoni per gli ospiti?. La seconda serie si è invece spostata all?Hotel Ariston di Marina di Grosseto, in via Giannutri. In pratica si tratta di una cena spettacolo al costo di 15 euro per gli adulti e 10 per i bambini (per prenotare 0564 34062), che prende il via a partire dalle 19,30, con inizio della registrazione alle 21. In qualità di ospiti, lo scoppiettante trio ha avuto il Liceo Musicale del Polo Bianciardi, l?ingegnere del suono, David Barbagli, il cantautore Claudio Orlando, l?orchestra Matterella e molti altri che si succederanno per le prossime due puntate del 12 e del 19 aprile. Insomma, avvisati siete avvisati. Foppeddivvelo. SCOPRI SCOPRI C?È DA VEDERE | Perle e itinerari da scoprire in terra di Maremma Una nuova opera di Arnaldo Mazzanti arricchirà la chiesa dei Poggi del Sasso nel regno di Collemassari DI ROSSANO MARZOCCHI Castello di Collemassari Una nuova opera di Arnaldo Mazzanti arricchirà entro l?anno la chiesa dei Poggi del Sasso e l?intero paese che negli ultimi anni ha vissuto importanti cambiamenti. Si tratta di un quadro polittico, un?opera imponente, commissionata all?artista maremmano dal parroco, padre Mauro, e dai fedeli, composta da cinque pale su legno, con un?altezza di metri 2,10 e una lunghezza di 5, da posizionare dietro l?altare P oggi del Sasso è una piccola frazione nel comune di Cinigiano, un paese anonimo, la cui gratificazione fino a qualche tempo fa era data solo dall?aria buona e dal silenzio collinare, spezzato ogni tanto dai latrati dei 54 ? Maremma Magazine ?Aprile 2018 cani da cinghiale, dagli spari dei cacciatori e dal passaggio di un trattore. Da un po? di tempo a questa parte il paese è veramente risorto, tanto da essere quasi irriconoscibile, perché negli ultimi anni sono avvenuti degli stravol- gimenti che l?hanno enormemente valorizzato. La nuova proprietà delle Tenute Collemassari e Montecucco si è distinta con impegno in favore della crescita economica, dando impulso alla comuni- tà garantendo posti di lavoro e reddito, contribuendo al prestigio dei Poggi facendolo entrare nell?olimpo del vino con il Montecucco. Manco a farlo apposta, in quei luoghi sono emerse splendide acque termali in un sito in continua evoluzione e definito ?misterioso? dagli stessi archeologi. C?è stata la nascita dell?Associazione Culturale Poggi Castello, il cui scopo è la promozione e la crescita della realtà territoriale attraverso la valorizzazione del luogo e della sua potenzialità economica e culturale. La nascita degli agriturismi e? cosa non da poco, un monastero, quello di Siloe, costruito sulla cima della collina di Tribolone, tra gli ulivi, che osserva la Maremma e lo scorrere del fiume Ombrone, che ha conferito importanza e una particolare spiritualità all?intero contesto. Insieme a tutto questo, si è avuta una parallela produzione artistica nostrana che ha impreziosito la struttura ecclesiastica. Ci riferiamo alle opere realizzate da Arnaldo Mazzanti, artista legato all?arte sacra, che recentemente ha accettato di effettuare delle nuove creazioni anche per la chiesa del paese: quella di Santa Margherita, una struttura consacrata nel 1971 che si trova proprio sulla strada tra i Poggi e la fattoria di Montecucco. La chiesa parrocchiale, semplice nell?architettura ed essenziale nelle decorazioni e negli arredi ? ad eccezione di un crocifisso ligneo del secolo XVII posto dietro l?altare ? si abbellirà presto di una serie di tavole fatte proprio da Mazzanti, che saranno collocate nell?abside. In particolare, è in avanzato stato di lavorazione il quadro polittico, un?opera imponente commissionata all?artista dal parroco, padre Mauro, e dai fedeli, composta da cinque pale su legno, con un?altezza di metri 2,10 e una lunghezza di 5, da posizionare dietro l?altare, in modo da dare più luce e colore alla chiesa. L?opera, nella sua interezza, raffigura dodici santi venerati nelle chiese del territorio, tra cui la Madonna, al centro Arnaldo Mazzanti PRIMO PIANO ? SCOPRI ? 55 SCOPRI ???? L?opera, nella sua interezza, raffigura dodici santi venerati nelle chiese del territorio, tra cui la Madonna col Bambino, al centro della scena, e poi la sequenza dei Santi particolarmente venerati in quei luoghi: Marta, Ippolito, Antonio da Padova, Antonio Abate, Martino, Giusto, Pietro, Leonardo, Giuseppe, Margherita e Nicola da Tolentino della scena, e poi la sequenza dei Santi particolarmente venerati in quei luoghi: Marta, Ippolito, Antonio da Padova, Antonio Abate, Martino, Giusto, Pietro, Leonardo, Giuseppe, Margherita e Nicola da Tolentino. Le varie tavole, anche se volutamente distaccate tra di loro, sono un tutt?uno, un metro serrato delle singole figure, allineate le une accanto alle altre, ma ognuna chiusa nel proprio spazio. Qui dove la storia gareggia col presente, il fedele sarà avvolto da un?aura di beatitudine difficile da dimenticare, anche per la cura armoniosa dei dettagli. Ciò risponde agli aspetti caratteriali dell?artista, già noto per le magnifiche creazioni e che ha posto un accurato impegno per realizzare la grande pittura non ancora completata. E noi siamo lieti per aver visto in anteprima l?opera, in cui la serenità delle immagini evidenzia un articolato progetto ideativo e costruttivo proprio di Arnaldo Mazzanti. L?artista ci accompagna e ci spiega il polittico quasi in punta di piedi, con accanto la moglie Anna, sempre discreta, in silenzio, in quell?oceano di infini- 56 ? Maremma Magazine ?Aprile 2018 Chiesa di Santa Margherita a Poggi del Sasso ta bellezza. E ci chiede anche quindi di spiegare solo la raffigurazione della Madonna (nella foto) che è terminata e lasciare la descrizione della completezza dell?opera alla collocazione nella chiesa del paese che sarà fatta entro l?anno. E noi quindi intenzionalmente ci limitiamo a descrivere il pannello principale di Maria Regina dei Santi ? Vergine del Carmelo. Bella, con i caratteri del volto delicati, una donna mediterranea, sovrastata e in parte circondata da una ghirlanda di frutti, la Madonna è assisa in trono, un trono semplice, con il Bambino, che viene presentato in piedi sorridente sulle ginocchia della mamma, con nelle mani l?abitino del Carmelo. È scritto, infatti, che la Regina del Cielo, apparendo tutta raggiante di luce, il 16 luglio 1251, al Padre Generale dell?Ordine Carmelitano, San Simone Stock (il quale l?aveva pregata di dare un privilegio agli stessi religiosi), porgendogli uno scapolare ? detto comunemente «Abitino» ? così gli parlò: ?Prendi figlio dilettissimo, prendi questo scapolare del tuo Ordine, segno distintivo della mia Con- fraternita, privilegio a te e a tutti i Carmelitani. Chi morrà rivestito di questo abito non soffrirà il fuoco eterno, questo è un segno di salute, di salvezza nei pericoli, di alleanza di pace e di patto sempiterno?. La Madonna è sovrastata da una lunetta da vari frutti: i cetrioli, frutti mai toccati dal peccato, come la Vergine; le pere: simbolo di allusione al benessere, alla dolcezza; le mele: simbolo della tentazione, ma anche della redenzione; i limoni: indicanti la salvezza e fedeltà di amore; la rosa rossa e quella bianca simbolo di purezza, e poi la melagrana che nell?iconografia cristiana è un simbolo di produttività, dell?unità dei popoli, anticipatore della Passione. Il suo colore rosso richiama infatti il sangue e diventa simbolo del martirio. La presenza dei semi è anche simbolicamente coincidente con la figurazione della Chiesa e dei suoi fedeli. È ricordata anche nel Cantico dei Cantici come simbolo di speranza e di fecondità. Usque ad sanguinis effusionem ? Fino all?effusione del sangue, e poi le spighe di grano, l?uva e i ramoscelli di ulivo, prerogative del territorio. Maremma Magazine - Aprile 2018 - 3_Maremma Magazine 28/03/2018 22:10 Pagina 58 SCOPRI CHICCHE DI MAREMMA | Storie, curiosità, aneddoti Siena e le Terre di Maremma nell?affresco del Buongoverno di Ambrogio Lorenzetti È uno spaccato di vita reale con tutte le sue diverse componenti quello che è possibile apprezzare nell?affresco di Ambrogio Lorenzetti, intitolato ?Le Allegorie e gli effetti del buono e del cattivo governo?, realizzato sulle pareti della Sala della Pace della Città del Palio, negli anni 1338-1339 su incarico del Governo dei Nove con l?intento di affermare e glorificare la potenza senese. Viaggio in tre puntate all?interno di un?opera che parla anche di Maremma? Seconda puntata: I tesori della Maremma N DI GILIA PANDOLFI ella Maremma spopolata, acquitrinosa, malarica, ampi spazi sopravvivono incolti, destinati sia alla piccola proprietà contadina, sia alla proprietà di uso collettivo: dalle vaste terre fiscali, destinate soprattutto all?allevamento invernale del bestiame transumante, Siena trae ingenti entrate per le sue finanze con 60 ? Maremma Magazine ?Aprile 2018 l?affitto dei pascoli di dogana e il pedaggio delle vie, sottoposte anch?esse a fida, che, ampie e numerose, dagli Appennini scendono nelle Maremme, nel Rosellano, nella piana di Capalbio, nell?Orbetellano, alla Marsiliana, ecc. La Terra di Roccalbegna era interessata a un notevole flusso transumante attraverso la valle dell?Albegna, rac- chiusa tra due strade dogane principali di gran transito: la prima proveniente dalla Val d?Orcia, attraverso i corridoi dei torrenti Zancona e Ente, per Montenero, Montelaterone, Pieve ad Lamulas, Santa Caterina, La Croce di Santa Caterina, Greppo Pinzuto, giungeva a Murci. Murci era il nodo da cui passava anche la dogana proveniente da Cini- giano, che, per Cotone, Bandita della Colomba, Poggi Alti, arrivava al Lago Acquato sulla costa di Capalbio. La seconda via dogana entrava nel territorio di Santa Fiora dal Saragiolo e, per la Bandita dei Bovi, Vicchio, Osteria, Castello della Triana, Petricci, Semproniano, giungeva a Orbetello. Da Murci partiva anche una dogana più piccola per Saturnia, che, attraversato l?Albegna, si congiungeva con la dogana ?da Santa Fiora a Orbetello?. Inoltre esistevano nella corte di Roccalbegna vaste terre di uso comune, le Bandite e gli Usi Civici, che, soddisfatti i bisogni dei terrazzani, Siena poteva dare a fida. L?approvvigionamento del sale della Maremma motivò lunghi dissidi tra Siena e Firenze. Siena si riforniva di sale al Querciolo, nelle saline del lago Prile, di proprietà degli Aldobrandeschi, che essa cercò di contrastare con ogni mezzo, tentando anche di sollevare contro di essi la popolazione di Grosseto. Quando le acque del lago cominciarono a divenire dolci a seguito del progressivo e inesorabile processo di impaludamento, l?interesse di Siena si manifestò per le saline di Albinia, alla foce dell?Albegna, dove fece costruire la Torre delle Saline (ampliata e consolidata in seguito dagli Spagnoli) al posto del diruto Castello di Marta di Talamone. Si ha testimonianza (A.S.S. Statuti della città, Ordinamenti sulla Dogana del Sale) che l?8 settembre 1307, poiché la vecchia carraia che conduceva a Grosseto era inutilizzabile a seguito dell?impaludamento della piana di Alberese, furono inviati degli ufficiali senesi a scegliere un tracciato della via per Talamone più a ridosso delle colline. Inoltre, si stabilì, per scarsa fiducia nei Grossetani, che l?Ombrone non venisse guadato a Istia, ma al Castello di Dotale, presso Campagnatico, dove si ravvisò anche la necessità di istituire un traghetto, ?navem apud Dotale?, per il passaggio dei vetturai e dei mulattieri che trasportavano il sale da Talamone avvalendosi della via Talamone-Paganico-Dotale (A.S.S. Consiglio Generale 17 agosto 1311). ?Ancor oggi nell?unica zona rocciosa della riva destra del fiume, ai piedi della collina del Castello, si nota lo scivolo scavato nella pietra al fine di agevolare le operazioni di carico e scarico della nave?. Anche la valle dell?Albegna, considerato che il fiume era navigabile con piccole chiatte, poteva essere interessata al trasporto del sale come al tempo del Monastero di San Salvatore. Nel viaggio suggerito dal Lorenzetti siamo arrivati su un golfo dove sorge una torre evidenziata dalla scritta ?TALAM?. Si tratta di Talamone, ormai proprietà senese dal 12 settembre del 1303, venduta dall?Abbazia di San Salvatore sul monte Amiata, in cambio della protezione dalle violenze dei conti di Santa Fiora. Siena realizza l?antico sogno dello sbocco al mare, per il quale spende una quantità enorme di denaro: fatto, questo, variamente commentato dai contemporanei. È conosciuta la feroce critica di Dante all?impresa di ??quella gente vana che spera in Talamone e perderagli più di speranza ch?a trovar la Diana ma più vi perderanno gli ammiragli? (Purg. XIII, vv. 151-154) È un?operazione insensata, dice Dante per bocca di Sapìa, degna di quella vana gente senese che in questa impresa in una terra selvaggia, paludosa e malarica, perderà più denaro di quello che ha speso per cercare, invano, per vie sotterranee l?acqua del fiume Diana, che si pensava scorresse sotto la città e che invece non esisteva affatto. A parte il sarcasmo di Dante, la floridità di cui aveva goduto il porto con gli Etruschi e i Romani era sparita da tempo per l?impaludamento del lago salato che una volta, quando era in comunicazione con il mare, era ricco di pesci e adatto alla navigazione. Nel 1154, il geografo Edrisi, accreditato nella splendida Palermo di Ruggero II, definisce porti della Toscana solamente quelli di Pisa e Talamone, quest?ultimo detto anche ?porto della cinghialeria?, dove, secondo la sua L?affresco del Buongoverno PRIMO PIANO ? SCOPRI ? 61 SCOPRI ???? Il racconto contenuto nel dipinto è anche un documento storico della società dell?epoca e un ritratto topografico delle terre di Siena, che Ambrogio Lorenzetti realizzerà appieno nel 1345 in un mappamondo andato perduto Nella foto la sala che ospita l?affresco a Siena testimonianza, sbarcavano i pellegrini per raggiungere i luoghi santi. Iniziava da qui una lunga ascesa verso la Via Francigena seguendo le rive dell?Albegna per la ?via del sale?, protetta dalle celle dell?Abbazia di San Salvatore, che faceva tappa a Castrum Marsiliani (Marsiliana), Stachilagi, Cavallini, Montemerano, Saturnia, Rocchette di Fazio, Roccha d?Albigna ? Cella Sancti Miniati - Campusona nelle terre del Pescinello, Monte Labro, Santa Fiora, Saragiolo, Contrada Quaranta, Abbazia San Salvatore, vedetta nel distretto della Via Francigena. Questo percorso era chiaramente un diverticolo della Via Francigena. Ma nel 1303 i lunghi tempi di abbandono dovevano aver gravemente compromesso il porto, tanto che il Castello di Dettaglio dell?affresco con la scritta TALAM 62 ? Maremma Magazine ?Aprile 2018 Talamone fu una creazione tutta senese. ?Il medievale castello fu costruito a ridosso del migliore approdo che avesse il golfo costituito dal porto di Talamone su una collinetta, estrema propaggine meridionale della catena dell?Uccellina? per tre quinti bagnata dal mare? L?ambito è di circa 15 ettari. La Cerchia di mura che i senesi vi costruirono aveva una porta con antiporto, una torre ogni tratto di circa 100 metri di cortina, un cassero nel punto più alto della cinta a contatto con la parte che dà sul mare e quella che dà verso l?interno, formato di un recinto quadrangolare rafforzato agli angoli da tre torrioni quadrati e da un maschio pure quadrato. Il porto di Talamone era servito soprattutto da un pontile costruito dai Senesi probabilmente su fondazioni romane, su 5 o 6 piloni esagonali ancora visibili sul fondo, in modo che almeno due navi delle più grandi di allora potevano contemporaneamente caricare e scaricare. Le navi più piccole potevano invece accostarsi alla riva in parte rocciosa. Magazzini relativamente grandi furono costruiti lungo le mura, non lontano dalla parte che si apriva di fronte al porto??. Tra le strade che collegavano Talamone a Siena, una saliva a Montiano, nella valle dell?Osa, l?altra a Magliano, verso la valle dell?Albegna. C?è un piccolo, delizioso quadro (22.5 cm x 32.5 cm), forse il frontespizio di un quaderno di Biccherna, o anche la predella di un?opera maggiore, in cui compare una città sul mare (Siena Pinacoteca). Le torri altissime, i tetti quadrettati, le mura merlate, le strade e le finestre vuote, i tipici colori morbidi con prevalenza del rosa, il mare limpido creano l?immagine di una città di sogno. A lungo la critica ha discusso sulla paternità di questo dipinto e ancora si discute se sia o meno attribuibile ad Ambrogio Lorenzetti. È Talamone? Credo che lo sia, come concordano molti studiosi, perché tanti particolari della descrizione sopra riportata trovano riscontro in questa veduta. Con il progredire del tempo, Talamone diverrà lo scalo ufficiale della Repubblica di Siena, come si comprende dal trattato del 1357 con i Fiorentini, che, abbandonato il porto di Pisa, scelgono Talamone, purché Siena provveda a munirlo di più concrete misure di sicurezza. - Continua nel prossimo numero SCOPRI L?ANGOLO DEL LIBRO| La Maremma in libreria ?Il Vetro e il Diamante?, inedita raccolta di poesie firmata Renata Caprini Ginesi È una bella raccolta di poesie con un suggestivo titolo tratto da una frase di Josè Saramago quella che ci presenta la scrittrice scansanese Renata Caprini Ginesi, con la sua ultima fatica editoriale ?Il Vetro ed il Diamante? edita da Effigi presentata a Scansano nel grande palazzo storico delle Scuole Elementari alla presenza di un folto pubblico ? Il Vetro e il Diamante?. È questo il titolo dell?ultimo libro della scrittrice scansanese Renata Caprini Ginesi, una raccolta di poesie con un suggestivo titolo tratto da una frase di Josè Saramago che recita ?Senza il prestigio della luce tutto sembra insignificante e falso. Tra il vetro e il diamante non c?è differenza??: la frase è tratta dal racconto ?Le tre del mattino?. ?Il Vetro e il Diamante? è una assoluta novità nell?ambito della letteratura a cui la Ginesi ci aveva abituato con i suoi precedenti libri di storia, saggistica e narrativa. Il testo è suddiviso in 4 parti: ?Il Tempo La terra L?acqua?, ?La Commedia degli Inganni?, ?Il Vetro e il Diamante?, ?È la Memoria la migliore Ricchezza?. In ognuna di esse scorre la vita, ovvero il tempo della vita con le fragilità proprie del vetro e le durezze tipiche del diamante. Renata Caprini Ginesi è una scrittrice e poetessa cresciuta nel cuore delle Maremma, ha alle spalle la pubblicazio- ne di L?impronta di un grande amore (2005) e Materna terra mia. Scansano (2013) con Innocenti Editore e L?assenza (2009) con Edizioni Il Molo. Il libro è edito da Effigi ed è stato presentato a Scansano nel grande palazzo storico delle Scuole Elementari alla presenza di un folto pubblico. Nella suggestiva sala delle conferenze, allestita con pannelli su cui erano impresse frasi tratte da alcune poesie, il saggista e filosofo professor Alfredo Franchi e l?antropologo professor Vini- Nella foto un momento della presentazione con il prof. Vinicio Serino al microfono 64 ? Maremma Magazine ?Aprile 2018 Ambrogio Lorenzetti e l'arte sacra lungo le vie commerciali della Maremma senese Renata Caprini Ginesi È cio Serino, hanno rispettivamente trattato le varie tematiche del libro. Il chitarrista Massimo Pallini, su richiesta della stessa Ginesi, ha suonato una delle musiche composte dal figlio Stefano, giovane musicista scomparso purtroppo un anno fa nel dicembre 2016 dopo una lunga malattia. La voce dell?attore Mirco Tozzini ha trasfuso nei versi una profonda suggestione. «Le poesie raccolte in questo libro ? sottolinea Alfredo Marchi ? nascono da una esigenza interiore, non sono state composte per seguire una moda letteraria o per giungere ad un?effimera notorietà. L?autrice le ha scritte per dare espressione compiuta alle emozioni provate in certi momenti dolorosi della vita. In tali occasioni viene spontaneo tornare all?esistenza lontana con il soccorso della memoria che ne recupera frammenti con parole venate di nostalgia. L?autrice parlando di sé allarga di continuo la sua visuale agli altri e a tutto ciò che la circonda. La vicenda personale si dilata di continuo all?evocazione della storia della comunità in cui è vissuta e di cui descrive i luoghi epifanici e le consuetudini di vita. I versi di Renata Caprini Ginesi sollecitano l?attenzione verso tutto ciò che esiste e che merita di essere contemplato con sguardo partecipe senza nulla concede- re alla fretta che qualifica l?andamento di vita più diffuso. Con levità e pudore l?autrice, parlando della storia, del pervasivo dolore che l?accompagna e delle tragedie del mondo contemporaneo, invita il lettore, con dolcezza, a condividere i suoi sentimenti e certe delicate emozioni, ad amare la vita nonostante tutto». «È il tempo il protagonista di questo libro ? dice Vinicio Serino ?. Ma è un tempo circolare, il tempo degli agricoltori, il tempo dell?aratura, della semina, della germinazione, della maturazione, della raccolta, del silenzio della terra. Il tempo che, dopo l?apparente morte della natura, in autunno quando il sole inizia a decadere, riprenderà a generare la vita? il tempo dell?eterno ritorno. Questo libro è un omaggio alla memoria antica di quei misteriosi padri che hanno generato questa terra della memoria». Il vetro e il diamante Renata Caprini Ginesi Casa editrice: Edizioni Effigi Anno: 2017 Prezzo: 10,00 ? Collana: Poesia Pagine112 Formato: 15x21 cm Legatura: Brossura ISBN: 978-88-6433-840-8 ancora fresco di stampa per i tipi delle Edizioni Effigi il libro a firma di Oris Carrucoli, Gilia Pandolfi, Bruno Santi dal titolo ?Le vie di Ambrogio. Ambrogio Lorenzetti e l?arte sacra?. ?Allargando lo sguardo sulle vie commerciali e di comunicazione su cui si svolgeva la vita della Toscana del sud nel secolo XIV ? si legge nelle note di presentazione ? si è potuto osservare come l?opera di Ambrogio Lorenzetti si sia diffusa nel contado senese seguendo essenzialmente due direttrici che si dipartono dalla città: una che seguiva la via dei metalli, lungo le valli del Merse e del Pecora, da Siena al mare, toccando comunità all?epoca importantissime: Chiusdino, Montieri e Massa Marittima; l?altra che seguiva le direttrici della transumanza appenninica e del commercio del sale, attraversando i territori delle comunità di Serre di Rapolano, Asciano, San Quirico d?Orcia, Castel del Piano, Cinigiano e Roccalbegna. Lungo questi percorsi sono stati dipinti per conto delle committenze locali i capolavori che ancor oggi testimoniano lo stretto legame tra Ambrogio Lorenzetti ed il territorio che faceva da contado all?illustre città. Un territorio che, guardando attentamente, è parte dell?affresco sul ?buongoverno? del palazzo civico di Siena; lo ritroviamo e lo percepiamo ancora identico, con la campagna operosa coltivata a grano, vino ed olio e con le antiche vie che collegavano già allora le città e comunità di oggi?. PRIMO PIANO ? SCOPRI ? 65 SCOPRI L?ANGOLO DEL LIBRO| La Maremma in libreria ?Coro di voci sole?, il libro testimonianza sull?eccidio della Niccioleta Scritto dall?autrice e ricercatrice Katia Taddei e riedito dal Centro Studi storici ?Agapito Gabrielli? il volume ?Coro di voci sole? raccoglie testimonianze reali dei parenti delle vittime dopo la strage del ?44 a Niccioleta È stato presentato a dicembre al Palazzo dell?Abbondanza, il libro ?Coro di voci sole? sull?eccidio delle Niccioleta scritto dall?autrice e ricercatrice Katia Taddei e riedito dal Centro Studi storici ?Agapito Gabrielli? con il contributo dei quattro Comuni di Massa Marittima, Castelnuovo Val di Cecina, Pomarance e Monterotondo Marittimo e della CGIL provinciale visto che non si tratta di una semplice ristampa, ma di un integrazione del precedente scritto con testimonianze tratte dalle deposizioni dei familiari degli uccisi, rilasciate nel dibattimento in Tribunale di Appello a Firenze nel 1949. ?Il testo ? si legge nelle note di presentazione ? racconta uno spaccato di contrapposizione ideologica e lotte diverse, una sfociata in violenza atroce e cieca, che non dovrebbe mai più riaf- 66 ? Maremma Magazine ?Aprile 2018 facciarsi in una società civile... l?altra sbocciata nella democrazia. Dalle testimonianze raccolte, assolutamente originali e coeve con il tragico evento, si viene infatti ad aprire una visione nuova della strage perpetrata dai nazifascisti, in cui per la prima volta entra in modo chiaro e definito il ?tema politico? dell?antifascismo e dell?odio contro la democrazia, che lentamente e tra molte contraddizioni si andava facendo strada nelle coscienze dei lavoratori, non solo niccioletani. Era l?idea della democrazia che già pervadeva la Resistenza e che stava divenendo il nemico numero uno dei principi del fascismo di cui erano ancora pervasi i militanti della Repubblica di Salò. Attraverso la realtà dei protagonisti di quella tragica stagione, la scrittrice dà ai contemporanei gli elementi necessari per com- prendere come la Resistenza sia stata un movimento che si era ormai diffuso nella coscienza del popolo lavoratore. Proprio per questa ragione la repressione e l?assassinio divennero l?unica arma dei nazisti e dei loro servitori fascisti, per cercare di arginare la valanga della Democrazia, che ormai stava per travolgerli irrevocabilmente?. L?evento è stato molto partecipato e commovente. ?È importante in un momento come quello attuale in cui riaffiorano nella società sentimenti di discriminazione e odio simili a quelli del tragico ventennio fascista ? ha commentato il sindaco di Massa Marittima Marcello Giuntini ? diffondere la conoscenza di lavori di ricerca come quello svolto da Katia Taddei. È un monito e si spera un antidoto, affinché tutto questo non si ripeta. Va conosciuta la feroce tragicità del passato, per non commettere gli stessi errori?. L?incontro è stato introdotto e coordinato da Oris Carrucoli, presidente del Centro Studi storico Agapito Gabrielli. SCOPRI AZIENDE AL TOP | Storie di imprese e di imprenditori di Maremma Renaioli Macchine Agricole, una squadra d?eccellenza da più di cinquant?anni DI GIADA RUSTICI Con oltre cinquant?anni di storia è una delle aziende più importanti della Maremma grossetana, leader nel proprio settore. Parliamo della Renaioli srl con sede a Manciano. Una bella realtà specializzata nella vendita di macchine agricole fondata nel 1966 da Fusco Renaioli ed oggi guidata dal figlio Alessandro. Una storia di successo che merita di essere raccontata « C?è un punto di partenza per ogni cosa. Renaioli macchine nasce dalla mia famiglia. Poi ci sono i valori e le scelte, il lavoro, ma quel punto di origine non l?ho mai perso di vista. La mia famiglia è stata un modello applicabile in un?organizzazione aziendale, nel rapporto con i collaboratori e con i clienti. Gli affetti e la fiducia sono una base solida e una certezza per tut- 68 ? Maremma Magazine ?Aprile 2018 ti.». Così si esprime sintetizzando oltre cinquant?anni di storia aziendale Alessandro Renaioli titolare oggi dell?omonima impresa di famiglia avviata nell?ormai lontano 1966 situata a Manciano, nel cuore della Maremma grossetana. Una squadra vincente Del resto, quando si lavora con pas- sione, dedizione e amore si vede chiaramente e inevitabilmente certe virtù si trasmettono di riflesso anche a chi collabora nell?azienda e a coloro i quali decidono di dargli fiducia. Quando l?amore per la propria terra, la Maremma e il desidero sfrenato di valorizzarla in ogni sua forma si mescolano a più di mezzo secolo di tradizione, quella che si genera non può altro che essere una ciatore e da buon mister ? aggiunge Renaioli ? ho ben chiaro l?importanza della squadra. Renaioli srl è la squadra delle squadre, il meglio che ho saputo selezionare con grande cura e attenzione, cercando di valutare prima di tutto le qualità caratteriali e solo dopo le capacità tecniche [...].». La storia Anche il più lungo dei viaggi però inizia con piccoli e faticosi passi, d?altra parte ?Roma non è stata certo costruita in un giorno?, come siam soliti dire. Il lungo viaggio della famiglia Renaioli inizia ormai 52 anni fa. Tutto muove da un coraggioso Fusco Renaioli, padre di Alessandro, che dopo 10 anni di lavoro dipendente, sempre nel campo agricolo, prima come magazziniere e poi come venditore, decide che era arrivato il momento di fare il grande passo di mettersi in proprio e, come una scommessa con se stesso, provare a farsi spazio nel vastissimo mercato agricolo. È il 16 giugno 1966 quando Fusco riesce a ottenere la licenza per aprire finalmente una propria attività e a far nascere in una Manciano immersa nel portentoso paesaggio maremmano l?azienda Renaioli Fusco Macchine Agricole. Inizia così la storia della prima azien- da Renaioli, fondata sulla volontà di dar voce ai bisogni della terra e delle persone che quotidianamente se ne prendono cura e ci lavorano con passione. Dopo anni importanti caratterizzati da una significativa crescita ecco la svolta decisiva che arriva il 2 gennaio 1998 quando Alessandro ? a 24 anni ? fa il suo ingresso definitivo in azienda, prendendone in mano le redini. La Renaioli Macchine Agricole è pronta per una nuova vita e per intraprendere un bellissimo percorso di crescita tuttora in corso. Da allora, e da sempre, le loro macchine solcano migliaia di terreni, sfavillano sotto le mani sapienti degli imprenditori agricoli e affascinano molte generazioni e con il trascorrere del tempo (superando difficoltà e rimanendo ben saldi ai loro ideali), la Renaioli assume un ruolo sempre più rilevante: un vero e proprio caposaldo nel mercato agricolo, una garanzia di qualità e serietà, senza dimenticare da dove tutto è partito, anzi valorizzando il passato per farne un punto di forza per il futuro. «La mia storia ? sottolinea Alessandro Renaioli ? coincide con questa azienda e nasce proprio dalla capacità di rompere con un passato capace soltanto di percepire gli ostacoli e affermare una visione positiva delle opportuni- Foto Arca factory squadra vincente. Alessandro Renaioli questo lo sa bene: la soddisfazione, la gioia e l?entusiasmo nel raccontarsi, la voglia di trasmettere a chi ascolta (e osserva) la propria passione, le proprie emozioni nel portare avanti un progetto nel quale crede fermamente, non passano inosservati, ma anzi colpiscono diritto al cuore e ti lasciano qualcosa di grande anche a livello umano. «Da ex cal- Alessandro Renaioli PRIMO PIANO ? SCOPRI ? 69 SCOPRI ???? Il concetto di squadra e la massima attenzione verso la soddisfazione del cliente sono i plus di questa azienda ormai affermata anche su scala internazionale Fusco e Graziella tà. In questo bel presente tutti hanno un ruolo importante: babbo Fusco e mamma Graziella, mia moglie Fausta, fondamentale, ogni giorno al mio fianco, nella vita così come nel lavoro, tutti i collaboratori che lavorano con me, dalla prima all?ultima persona che viene da noi ad acquistare qualcosa o semplicemente a chiedere un consiglio. E, poi, c?è Tommaso, mio figlio e il piacere di pensarlo come compagno di strada, costruttore di una nuova prospettiva; si è appena laureato in ingegneria delle telecomunicazioni, è già entrato nel team ed è più che mai deciso a proseguire questa bella impresa familiare: sarà lui la garanzia di continuità aziendale. Se oggi sono quello che sono è grazie a tutte le famiglie che rendono Renaioli ?speciale?. Ho l?ambizione che questa che reputo una magia, venga 70 ? Maremma Magazine ?Aprile 2018 percepita». Una sfida vinta! Per quanto bello e soddisfacente, il percorso di Alessandro ha bisogno di una svolta, di una sfida da vincere per la propria terra e per la propria azienda, all?altezza delle proprie ambizioni. E così, in un volo d?angelo lungo quasi 10.000 km in linea d?aria, la Maremma atterra nel caos metropolitano, tra taxi sfreccianti e abbaglianti cartelloni pubblicitari: siamo ad Osaka, in Giappone, una delle metropoli più tecnologicamente avanzate al mondo e sede della Kubota, gigante mondiale nella produzione di macchine e attrezzature agricole. Alessandro è riuscito nell?impresa. La svolta tanto ambita arriva: la Renaioli srl, nata nel piccolo centro pulsante di Manciano, nel cuore della Maremma Toscana, come una piccola azienda a conduzione familiare, diventa uno dei più importanti distaccamenti italiani del marchio giapponese Kubota, ottenendo il premio vendite per il maggior numero di trattori, che si affermano come mezzi di gran valore nel loro settore. I mini frantoi aziendali Le sfide della Renaioli però non si fermano: l?attenzione alla propria terra, ma soprattutto la volontà di valorizzare e incoraggiare le produzioni delle piccole imprese agricole, ha spinto l?azienda a portare sul mercato maremmano i mini frantoi aziendali. Un altro punto che la squadra Renaioli incassa a proprio favore e che rappresenta una grande occasione per le piccole aziende che vogliono puntare su un totale controllo del proprio lavoro, dalla coltivazione, alla raccolta e al processo produttivo. Un?occasione in più per riportare l?attenzione sul prodotto 100% artigianale, rispondendo alle necessità dei clienti e offrendo grandi possibilità anche ai piccoli imprenditori agricoli, spesso trascurati in un mercato che purtroppo presta sempre più attenzione alla quantità piuttosto che alla qualità. Il marchio di riferimento per questi impianti oleari proposti da Renaioli è quello della Mori-Tem di Tavarnelle Val di Pesa (Firenze), una garanzia nel settore. La centralità del cliente Ma qual è il segreto di un così grande successo? Beh come in tutte le ricette vincenti l?ingrediente segreto resta, appunto, segreto, ma Alessandro insiste su un punto: «Squadra che vince non si Fausta cambia e, soprattutto, è necessario essere consapevoli che lo sviluppo è frutto del buon sistema di relazioni aziendali. Un buon clima durante il tempo di lavoro viene percepito nelle relazioni con i clienti [...] Sulla serietà si costruisce una reputazione con i fornitori e con gli acquirenti». Senza ombra di dubbio, per la Renaioli Macchine Agricole nulla è più importante del cliente: la potenza dell?azienda, la forza, la motivazione nel crescere e nel migliorarsi sempre di più nasce dalla volontà di offrire risposte sempre più complete ad ogni persona che si rivolge a loro per l?acquisto. La relazione con i potenziali acquirenti qua va ben oltre al semplice rapporto cliente-marketing o le semplici strategie di vendita. Negli anni le esigenze del settore sono cambiate, ma ciò che non è mai cambiato in quest?azienda è l?approccio, sempre orientato verso la soddisfazione di chi mette piede in azienda. E così negli anni si è generato un fenomeno raro nel mondo del lavoro: una forte fidelizzazione del cliente e dello stesso personale dipendente. Cosa significa? Significa che col trascorrere del tempo si è creata una vera e propria famiglia nella famiglia: la prima è ovviamente quella del personale lavoratore che collabora in maniera sinergica; la seconda, ma non per importanza, è quella rappresentata dal rapporto, familiare appunto, che l?azienda ha saputo creare con la clientela, migliorandosi anno dopo anno nella percezione e risoluzione delle necessità individualizzate. La disponibilità, la cortesia, la capacità di ascolto sono il motore di tutto: il pun- Tommaso to centrale non può essere solo il prezzo, ma il rapporto diretto, il calore umano, l?empatia che si instaura con il consumatore. Questo è importante, specialmente in un mondo sempre più digitalizzato dove i rapporti umani diventano sempre più labili: chi entra nella Renaioli srl entra in una famiglia e questo lo si percepisce nell?aria. Il futuro I progetti per il futuro sono molti e ambiziosi, sempre in linea con la personalità dell?azienda. Sicuramente in primo piano c?è l?amore per il territorio Maremmano e la volontà di valorizzarlo anche fuori dai propri confini, cercando di incoraggiare vecchi e nuovi imprenditori, e soprattutto i giovani, a credere nei frutti del duro lavoro, in un territorio con grandi potenzialità e possibilità come quello della nostra piccola, ma potente Maremma. «La differenza ? sottolinea Alessandro ? la fanno le persone. Non bastano le competenze e la conoscenza tecnologica. Serve la sensibilità e non aver paura di dimostrarla. Oggi le distanze non sono un problema, si può essere imprenditori anche in Maremma, anzi, oggi, esserlo qui, è forse un valore aggiunto». Di questo ne è perfettamente consapevole Tommaso Renaioli che in proposito ha le idee chiare: «Il mio futuro ? ci dice pieno di entusiasmo ? è nell?azienda, non perché facile, ma perché lo desidero. La Renaioli 3.0 sarà una bella scommessa!». Info: Renaioli srl - Macchine Agricole - Loc. Passinano - 58014 Manciano | Tel. 0564 629325 | Mail info@renaioli.net | Web www.renaioli.net PRIMO PIANO ? SCOPRI ? 71 GUSTA GUSTA VINO E DINTORNI | Notizie varie dal mondo del vino e non solo Confagricoltura contro i lupi: ?Il settore olivicolo è allo stremo. Ora basta!? ? Lanceremo una petizione on line per chiedere l?abbassamento dei livelli europei di protezione del lupo e per attivare misure di prelievo controllato del lupo in Toscana?. Sono parole durissime quelle del direttore di Confagricoltura Grosseto, Paolo Rossi che interviene dopo l?incontro in Regione delle associazioni agricole con l?assessore Remaschi. ?Adesso basta ? attacca il direttore ?. La situazione è allo stremo. Si deve decidere, e anche in maniera rapida, se vogliamo mantenere il settore allevatoriale toscano e maremmano o se preferiamo ad esso una inva- 72 ? Maremma Magazine ? Aprile 2018 sione di predatori. Teniamo conto ? continua ? che il patrimonio zootecnico ovicaprino della provincia di Grosseto è stimato in 197.825 capi pari al 37% di quello della Toscana, la quarta regione in Italia per consistenza (il 6% del nazionale), con 4.200 aziende e almeno 5.000 addetti, escluso l?indotto e con allevamenti che per la stragrande maggioranza sono costituiti dai 100 ai 200 capi ciascuno?. Di solo pecorino toscano Dop ne viene prodotto oltre 3,6 milioni di chili all?anno per un valore complessivo di quasi 52 milioni di euro. Ingente anche la produzione di carne ovina che raggiunge i 3,6 milioni di chilogrammi. ?Ebbene ? continua Rossi ? tutto questo rischia di scomparire in pochi anni e con esso il suo valore economico e presidiale se non troviamo subito una soluzione al problema delle predazioni. Una problematica che sta assumendo connotati abnormi e ormai fuori controllo?. Da un progetto effettuato dal centro interuniversitario degli studi faunistici, sono stati censiti in Toscana 108 gruppi riproduttivi, dei quali 22 con soggetti ibridi a cui si aggiungono gli esemplari erranti per un totale di 550 soggetti. Una petizione on line per contenere il numero dei lupi in Maremma e in Toscana. È ciò che si appresta a fare Confagricoltura stanca di una situazione critica che sta compromettendo il comparto olivicolo maremmano e toscano. Rossi: ?Il settore è allo stremo, i rimborsi dei danni subiti risolvono solo parzialmente un problema che porterà alla chiusura di molte aziende zootecniche? Dal 2014 al 2016 la Regione Toscana ha stanziato qualcosa come 2,4 milioni di euro per i rimborsi (tra danni da predazione e per perdita di produzione) e 800mila euro per i progetti di difesa passiva mediante l?uso di recinzioni e l?impiego di cani da guardiania. Nel solo 2014 le richieste per danni da predazione e per la perdita di produzione sono state 281 con l?erogazione di 530mila euro, mentre nel 2015 sono state ricevute 616 domande per 860mila euro di danni accertati e tutto questo senza includere l?indennizzo dei costi sostenuti per gli animali feriti. ?Se, come recita il Piano Lupo ? si chiede il direttore di Confagricoltura Grosseto ?, questo predatore non può assolutamente essere toccato e di contro non si prevede alcuna azione a tutela degli allevamenti, sebbene vi sia la possibilità di derogare e arrivare ad abbattimenti al fine di prevenire gravi danni proprio in questo ambito, cosa facciamo degli ibridi? Cosa si aspetta, che chiuda anche l?ultimo allevamento in Toscana prima di intervenire? Forse presto arriveremo ad avere le pecore e le capre con gli allevatori nelle gabbie, per proteggerli dai branchi di lupi e di ibridi, che scorrazzano liberi, indisturbati e fuori controllo. Poiché anche l?ultimo incontro in Regione ? commenta Paolo Rossi ? ha raggiunto quanto ottenuto in precedenza, ossia un sostanziale nulla di fatto, basta con la retorica stantia e buonista che strizza l?occhio ad un ?ambientalismo di maniera?, sempre più intransigente e intollerante verso chi la pensa in maniera diversa ed ha deciso di investire e di intraprendere nel lavoro della terra, salvo poi scandalizzarsi e imbastire campagne salutiste quando si assumono bevande di origine sconosciuta o si consuma formaggio PRIMO PIANO ? GUSTA ? 73 GUSTA importato da paesi il cui livello qualitativo e organolettico è assai basso?. Giudicato positivo dal direttore quanto emerso circa gli indennizzi e le liquidazione dei danni fuori dal regime del de minimis, ossia la possibilità di sforare la soglia dei 15mila euro. Una impostazione questa che, a detta della Comunità Europea, esclude la possibilità di rimborsare il danno indiretto che spesso è più grave. Insomma, si risarcisce l?allevatore per l?animale morto e non si prevede alcuna provvidenza per ciò che avviene nelle greggi dopo aver subito l?attacco. Occorre poi capire quali risorse finanziarie vengono utilizzate, perché se si prevedono i fondi del Piano di Sviluppo Rurale, al danno si aggiunge la beffa di avere meno denari destinati al mondo agricolo, stornati quest?ultimi per risarcire un danno causato ad un bene che è definito patrimonio indisponibile dello Stato. ?Non possiamo sempre nasconderci ? aggiunge il direttore Rossi ?, perché sappiamo bene che lupo e pastori non possono coesistere. Questo predatore deve essere tolto dai luoghi produttivi e ci dobbiamo dotare di una norma vera, e non farsa, per l?eliminazione degli ibridi. Troppo è stato detto in questi anni, senza mai voler trovare una soluzione definitiva al problema. Cosa c?è ancora da approfondire in merito alla impossibile coesistenza tra predatori e allevamenti? La questione è chiara. Lupi e ibridi scorrazzano indisturbati anche nei centri abitati. Cosa vogliamo aspettare, il solito ?evitabilissimo? dramma all?italiana per poi provare a porvi un inutile, quanto infruttuoso, rimedio? A questo punto il re è nudo. E poiché in Italia si ottengono le cose solo dietro la sollecitazione che arriva da un bacino elettorale, quando non ci saranno più le imprese chi pagherà le tasse e manterrà i pubblici stipendi? I lupi? O meglio ancora il bacino elettorale che ha preteso la destrutturazione del settore produttivo allevatoriale? Proprio per questa ragione ? conclude ? come Confagricoltura, lanceremo una petizione on line in cui si chiede sul piano europeo l?adozione immediata delle necessarie misure per abbassare il livello di tutela del lupo e su quello nazionale, l?immediata presa in carico delle necessarie misure per rendere possibile il prelievo controllato del lupo in Toscana, in armonia con le direttive europee?. 74 ? Maremma Magazine ? Aprile 2018 WINE & FOOD NEWS PROWEIN, SUCCESSO PER LA PARTECIPAZIONE DEI CONSORZI MAREMMANI I Consorzi Tutela Vini della provincia di Grosseto ? ovvero il Consorzio Tutela Vini Montecucco, il Consorzio Tutela DOC Maremma ed il Consorzio tutela Morellino di Scansano ? sono stati di nuovo protagonisti al ProWein, la Fiera internazionale del settore che si è svolta a Düsseldorf dal 18 al 20 marzo scorsi. I tre soggetti, in rappresentanza delle denominazioni Montecucco, Maremma e Morellino di Scansano, in un?ottica di promozione internazionale e congiunta del territorio maremmano, hanno condiviso anche quest?anno uno spazio espositivo, il Pad 16, stand E31 all?interno della più ampia area riservata ad AVITO, l?organizzazione che riunisce i Consorzi del vino della Toscana. Il Consorzio Tutela Vini Montecucco si è presentato al pubblico tedesco con una selezione di circa venti etichette in degustazione. ?Il Prowein ? ha dichiarato il presidente Claudio Carmelo Tipa ? ha un profilo molto interessante per la Denominazione, sia perché si svolge nell?ambito di un mercato cruciale per l?export dei vini toscani, in generale, sia perché è di forte richiamo per gli operatori esteri soprattutto del Nord Europa e d?oltreoceano. Si tratta un palcoscenico importante in grado di offrire contatti interessanti e strategici non solo per consolidare i mercati già maturi rispetto alle etichette amiatine, ma anche per trovare nuovi sbocchi in paesi emergenti che stanno iniziando ad avere un approccio più significativo con il vino toscano, come Russia e Cina?. Per quanto riguarda il Consorzio della DOC Maremma Toscana sono state 27 le aziende della denominazione, con 46 diverse etichette, che si sono presentate di fronte a professionisti e stampa con le loro migliori proposte per far conoscere il variegato territorio di produzione. ?Il nostro Consorzio ? ha sottolineato il presidente Edoardo Donato ? lavora da sempre per promuovere la DOC Maremma Toscana in tutto il mondo. Essere presenti al Prowein significa mettersi nuovamente in gioco, con un numero sempre maggiore di Aziende, di fronte a un pubblico esperto, critico e estremamente internazionale. La Germania è sicuramente un focus del nostro export e la fiera è un contenitore eccellente, per la quale ci stiamo preparando da mesi, in attesa dell?appuntamento con Vinitaly?. Infine, il Consorzio Tutela Morellino di Scansano ha partecipato con 6 aziende offrendo la possibilità di degustare una vasta selezione di Morellino. ?Anche quest?anno ? ha commentato soddisfatto il direttore del Consorzio Alessio Durazzi ? la fiera si è dimostrata una tappa imprescindibile per una denominazione come la nostra, che guarda all?estero con interesse. Si tratta di un appuntamento molto orientato al business e le nostre aziende hanno lavorato molto bene, concordando per tempo gli incontri. Oltre ai numerosi buyer dai mercati di lingua tedesca, abbiamo notato un?importante presenza di operatori statunitensi e un numero crescente di visitatori asiatici?. Ad aprile, i Consorzi saranno nuovamen- te di scena al Vinitaly a Verona nei giorni 15-18 aprile 2018. ?TIPICO, ECCELLENZE DI MAREMMA?, PRESENTATO IL NUOVO CIRCUITO DELLA RISTORAZIONE E DELLE PRODUZIONI LOCALI Creare un circuito di eccellenza degli agriturismi e ristoranti della provincia di Grosseto, attraverso la selezione di quelle strutture che rispondono a concetti di tipicità e genuinità, in modo che il visitatore e il viaggiatore siano accompagnati alla scoperta dei veri sapori e saperi delle tradizioni locali. Questo è il senso di ?Tipico, eccellenze di Maremma?, il progetto che Kaifa Show ha presentato a Grosseto e che conta sul patrocinio e la co-organizzazione del Comune capoluogo. ?Si tratta di un progetto in linea con le nuove tendenze di promozione territoriale ? spiega Giuseppe Martelli, titolare di Kaifa Show ? sia per la sua natura di cooperazione tra gli operatori, sia per gli strumenti posti in essere. È ormai assodato che la chiave vincente di un territorio verte sulle sue capacità di ?fare sistema?, l?unione delle forze sane insieme per offrire un?immagine professionale e qualificata?. Nello specifico, le aziende che vorranno aderire alla rete avranno tutta una serie di servizi ed attività promozionali, come delle App per mobile device, un portale web, il cartaceo ?mettintasca?, web radio, rassegne gastronomiche ed una mappatura con Qr code. Non solo. Perché il circuito ?Tipico, eccellenze di Maremma? porta con sé anche un nuovo appuntamento fieristico itinerante il primo dei quali già andato in scena a Grosseto nel week end pasquale. ?Gli eventi fieristici sono a corollario del progetto ? sostiene Fausto Bugatti, promotore di Tipico Italiano ? poiché consentono agli operatori di usufruire di una vetrina diretta su piazze e città in un calendario ricco di date e di appuntamenti?. ?Tipico ? commentano il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna e il vicesindaco Luca Agresti, assessore alla Cultura ? è un evento strategico per Grosseto: riesce a unire in una sola iniziativa la promozione dell?enogastronomia di qualità e la rivitalizzazione del centro storico. L?agroalimentare è uno delle eccellenze della Maremma e, come Amministrazione, è un dovere sostenerlo in ogni modo possibile?. BWW Best Wine of the World competition, pieno di premi per Monteverro Matthieu Taunay, enologo della tenuta di Capalbio riceve il Best Winemaker of the World assegnato attraverso una votazione online sul portale Tastingbook.com. Premiati anche il Monteverro 2012 e lo Chardonnay 2012 U n premio prestigioso che è un riconoscimento alla cantina stessa: il BWW Best Wine of the World competition è una competizione vinicola tra le più sfidanti del panorama enoico. È organizzata attraverso il portale Tastingbook.com dove più di 22.500 vini hanno ricevuto oltre un milione e 300 mila voti da più di 600 mila professionisti del settore e wine lovers, provenienti da 105 paesi, in 3 mesi di votazioni. I 180 vini più votati in 6 differenti categorie sono entrati nelle fasi finali e degustati ?alla cieca? in 3 diversi momenti da oltre 7000 giudici, giornalisti enologici, Wine Blogger e Wine Maker. Oltre al concorso tra i vini ? che ha visto primeggiare il Monteverro 2012 come Best Italian Wine e lo Chardonnay 2012 come Best Italian White Wine ? la competizione ha riguardato anche gli enologi. Ed è stato proprio Matthieu Taunay ad avere la meglio, aggiudicandosi il premio Best Winemaker of the World. ?I vini Monteverro ? fanno sapere dall?azienda maremmana ? sono entrati nella rosa dei finalisti in diverse categorie a dimostrazione dell?ottimo lavoro fatto in cantina. I giudici hanno quindi preso in considerazione chi aveva presentato più vini di alta qualità e hanno degustato alla cieca i vini finalisti (una giuria composta da altri enologi, Master of wine e professionisti del mondo del vino), decretando come vin- citore l?enologo i cui vini avevano ricevuto globalmente voti più alti. Da qui l?ambito premio a Matthieu Taunay!?. Nato e cresciuto nella valle della Loira, Taunay ha studiato viticultura ed enologia in Borgogna e in Champagne. Seguendo la sua passione per il vino, ha viaggiato in numerosi paesi produttori per vivere diverse espeMatthieu Taunay rienze nel mondo dell?enologia. Dopo aver lavorato in alcune delle cantine più prestigiose in Napa Valley, Sudafrica, Chateauneuf du Pape, Nuova Zelanda e Cile, ha deciso di insediarsi nella splendida Toscana e di sfruttare al massimo la sua passione e conoscenza a Monteverro dove ricopre il ruolo di enologo fin dalla ?creazione? della Cantina capalbiese nel 2003. Info: visitare il sito www.monteverro.com oppure il profilo Facebook @Monteverrowines. PRIMO PIANO ? GUSTA ? 75 GUSTA DI VINO IN CIBO | i protagonisti dell?enogastronomia maremmana Poggio Cagnano, la Boutique Winery nel cuore della Maremma Toscana. Un sogno diventato realtà! Realizzare il sogno di famiglia, tra fatiche, nuovi investimenti e piccole e grandi conquiste, trasformando un hobby in una nuova professione. È la bellissima mission che si sono dati Pietro ed Alessandro Gobbetti, padre e figlio, entrambi spinti dalla passione e dalla fiducia per le potenzialità della terra di Maremma, con l?azienda Poggio Cagnano Boutique Winery DI CELESTINO SELLAROLI Un amore chiamato Maremma La forza di un sogno, moltissima passione, tanta grinta e grande ambizione. C?è un po? di tutto questo e molto di più nel progetto imprenditoriale che va sotto il nome di Poggio Cagnano Boutique Winery. Siamo nel cuore della Maremma grossetana dalle parti di Manciano, su un colle che dà il nome all?azienda e che domina l?area, spaziando dall?entroterra fino al mare dell?Argentario. Protagonista di questa bella storia è Pietro Gobbetti vicentino che si innamora di questo angolo di Toscana e decide di eleggerlo a luogo in cui dedicarsi alla produzione di vino. Tutto inizia nel 2002 quando viene acquistato un podere, in stato di abbandono da più di 30 anni. I lavori di recupero e riqualificazione iniziano con la sistemazione del vecchio uliveto di 5 ettari, che oggi produce un olio di grande qualità e proseguono nel 2006 con l?impianto del primo ettaro di vigneto sulla sommità del colle. Con persistenza e tenacia, su un terreno caratterizzato da pendenze estreme che rendono ogni operazione ancora più difficile, si arriva ad avere circa 2 ettari di vigneto che potranno diventare 8 grazie al 76 ? Maremma Magazine ? Aprile 2018 recente ampliamento della tenuta a 23 ettari complessivi. Nel frattempo Pietro viene affiancato dal figlio Alessandro che oggi conduce con entusiasmo e determinazione l?azienda. Classe ?82, dopo una laurea in architettura Alessandro intraprende una carriera nella post-produzione cinematografica che lo porta prima in Nuova Zelanda poi a Londra dove vive per 7 anni. Nel 2016, stanco della frenesia londinese e delle lunghe giornate trascorse davanti a uno schermo, torna in Italia con l?esigenza di rimettersi in gioco e con l?ambizione di dare una svolta imprenditoriale di più largo respiro all?attività vitivinicola di Poggio Cagnano. Oggi l?azienda è un piccolo gioiello della Maremma Toscana il cui obiettivo è quello di creare vini di altissima qualità su piccola scala. Una mission centrata in pieno come dimostrano i lusinghieri apprezzamenti che i mercati riservano alle etichette di questa bella realtà vitivinicola. Il terroir Sono tante le componenti che incidono sul risultato finale in ambito enologico. Una di queste è sicuramente la posizione. Qui siamo ad un?altitudine di 450 m s.l.m., dove le forti escursioni termiche contribuiscono allo sviluppo nell?uva di aromi fini e freschi, viti e olivi si mescolano nel segno della biodiversità in un terreno impervio di roccia arenaria (responsabile della spiccata mineralità dei vini prodotti), circondato da boschi di querce. ?Altitudine significa freschezza ? spiega Alessandro ?: le temperature medie sono più basse, scende l?alcol e salgono gli acidi con il risultato di vini più raffinati ed eleganti. La forte escursione termica produce risultati importanti nella sintesi degli aromi floreali e di frutta. Le maturazioni fenoliche si sviluppano fino a metà ottobre: la buccia si ispessisce, crescono così intensità e capacità di invecchiamento?. I vigneti, curati con dedizione da Alessandro e un team di esperti consulenti, danno origine a uve rosse destinate alla produzione di due uvaggi Maremma Toscana DOC, di Sangiovese in purezza e di Rosé e a uve bianche per la produzione di Vermentino. ?Dal 2015 ? sottolinea ancora Alessandro ?, abbiamo avviato la conversione al biologico. Più che una scelta è stata una diretta conseguenza delle favorevoli Alessandro Gobbetti PRIMO PIANO ? GUSTA ? 77 GUSTA ???? Vini d?eccellenza, territorio unico, ritorno alle origini e visioni innovative: ecco gli ingredienti del successo di questa bella realtà vitivinicola situato nel cuore della Maremma Toscana sulla sommità di un colle, proprio di fronte al borgo di Manciano condizioni climatiche dovute soprattutto all?altitudine, che garantisce un vento costante secco e fresco. Entrare nel biologico significa non usare chimica nel vigneto, non fare diserbo, non utilizzare pesticidi di sintesi. Le rese molto basse, oltre a produrre vini di grande struttura e carattere in un ridottissimo numero di bottiglie, consentono di utilizzare metodi di vinificazione particolari e ricercati. Per fare emergere ogni sfumatura del terroir, in cantina si effettuano microvinificazioni?. Tra presente e futuro L?azienda produce circa 8.000 bottiglie, ma l?obiettivo è quello di raggiun- 78 ? Maremma Magazine ? Aprile 2018 gere le 20.000 bottiglie l?anno, mantenendo le caratteristiche esclusive dei vini. Entro quest?anno l?azienda ha inoltre in programma l?apertura di un punto vendita e di uno spazio per degustazioni all?interno della tenuta. La cantina, piccola ma super accessoriata e curata nei minimi dettagli, riflette anche tutto il gusto estetico, il background e la passione per il design di Pietro e Alessandro. Tanta ricerca, molti viaggi intorno al mondo per trarre ispirazioni e migliorarsi, numerosi eventi e importanti fiere di settore tengono impegnato Alessandro che sta vedendo la realizzazione di un sogno di famiglia, tra fatiche, nuovi investimenti e piccole e grandi conquiste, trasformando un hobby in una nuova professione. ?Ci stiamo impegnando ? sottolinea Alessandro ? per realizzare l?ambizioso progetto di far conoscere e crescere Poggio Cagnano, attraverso le vetrine più strategiche, mantenendo fermi i valori che ne contraddistinguono l?identità. I nostri sono vini realizzati con vinificazioni su misura e affinamenti gentili, in un territorio d?alta quota e dalla spiccata mineralità; vini che vanno raccontati e assaggiati nei contesti migliori, come quelli scelti per gli eventi a cui stiamo partecipando?. I vini Tra i plus della Cantina vi è sicuramente l?attenzione sartoriale nei confronti dei propri prodotti. Il vigneto in conversione biologica e un terroir unico, quasi di montagna, amplificano il carattere dei vini. Dalla selezione dei filari migliori nasce Altaripa, il Sangiovese in purezza che risuona le più fini armonie territoriali e che a queste altitudini (450 m) trova un habitat ideale per esprimere le sue caratteristiche più eleganti. ?Un vino che sin dalla prima annata ha definito la nostra identità?. Dalle rocce arenarie affiorano vigne ricche di ?mineralità? che producono un cru imponente dove si stratificano infiniti dettagli tutti da scoprire nel Cabernet Sauvignon che porta appunto il nome di Arenario. ?Il Cabernet proviene da una piccola parcella che ne influenza molto le caratteristiche, dando origine ad un supertuscan estremamente territoriale?. Da non dimenticare il blend Selvoso ? Cigliegiolo e Sangiovese ? in cui i vitigni esprimono carattere, freschezza dando vita ad ?un vino fresco che riassume tutti i sentori del territorio?. Ma non finisce qui perché proprio alla recente edizione 2018 di Prowein che si è svolta a Dusseldorf dal 18 al 20 marzo la giovane azienda ha presentato in anteprima due nuovi vini. Si tratta di Nebula Gialla e Nebula Rosa: un fresco Vermentino Maremma Toscana e un rosé a base di Sangiovese. Entrambi annata 2017, una produzione di circa 1000 bottiglie per ciascuna tipologia. ?Abbiamo scelto ? spiega Alessandro Gobbetti ? un palcoscenico di lancio, quello del Prowein, estremamente sfidante per il debutto dei nostri nuovi nati. Il nostro progetto di produrre vini eleganti, di territorio su piccola scala ci sta dando grandi soddisfazioni e tanti stimoli in molteplici direzioni. I nuovi ?bianchi? sono un altro tassello che andiamo a inserire?. Info: www.poggiocagnano.it PRIMO PIANO ? GUSTA ? 79 GUSTA IL VINO DEL MESE | Viaggio alla scoperta dei vini di Maremma Baioscuro, il fuoriclasse dell?azienda Mustiaio di Andrea Savio È un?etichetta importante ormai conosciuta ed apprezzata anche all?estero quella che presentiamo in questo numero nello spazio dedicato a ?Il vino del mese?. Si tratta del Baioscuro top gamma dell?azienda agricola Mustiaio di Andrea Savio con sede a Roselle (Grosseto), un Blend di uve merlot e sangiovese, invecchiato 24 mesi in tonneaux di rovere austriaco e messaggero nel mondo della potenzialità espressiva della terra di Maremma nelle sue sfumature più elevate DI CELESTINO SELLAROLI C i sono persone che hanno un pregio. Quello di dedicarsi anima e corpo e senza enfasi, ad un progetto imprenditoriale e di vita che diventa il centro di un microcosmo fatto di passione, impegno, dedizione e amore per il proprio lavoro. Persone che non badano ad orari, ai week end, alle ferie 80 ? Maremma Magazine ? Aprile 2018 o ai cartellini da timbrare, ma che faticano a testa bassa, seguendo il ritmo delle stagioni, le variabili climatiche, i tempi dell?agricoltura e le difficoltà che si possono incontrare quando nella propria azienda si ricoprono più ruoli. Persone non banali che con una semplice stretta di mano o con uno sguardo dritto negli occhi aprono le porte di un mondo, caratterizzato da genuinità, sensibilità, sincerità d?animo. Insomma, persone con un vissuto particolare che le rende speciali. Ebbene una di queste è sicuramente Andrea Savio, titolare dell?azienda agricola Mustiaio, situata sulla strada dello Sbirro a Roselle a due passi da Grosseto in un contesto nel quale operano anche le due sorelle Daniela che dirige un?affermata scuola di equitazione (CIAM) e Giulia dedita invece al settore agrituristico nelle strutture ricettive del bioagriturismo Corte degli Ulivi, situate nella adiacente e antica fattoria Il Marruchetone, dove vive anche la mamma Anna. Andrea, da più di vent?anni si occupa dell?azienda agricola, e se avrete occasione di incontrarlo tra i filari ben curati dei suoi vigneti o tre le mura della piccola e accogliente cantina aziendale, percepirete all?istante la passione con cui ha intrapreso il complesso cammino nel ?mondo del vino?. Un cammino certamente impegnativo, ma anche pieno di soddisfazioni. Quelle che si provano quando ci si rende conto che i sacrifici e le difficoltà vengono premiate dal consumatore finale e dai mercati. Le origini de Il Mustiaio riportano a molto lontano, ed in particolare a quando Attilio Saloni, il bisnonno materno alla fine dell?ottocento, proprio nell?adiacente fattoria il Marruchetone, cominciò ad infondere alla famiglia l?amore per una terra così dura eppur così straordinaria. Molto tempo più tardi, alla fine degli anni sessanta, un brillante ingegnere romano, Gino Savio, marito della nipote, decise di comprare lì accanto, un appezzamento di terreno brullo e sassoso, dove pascolavano greggi di pecore tra cespugli di mustio (una pianta mediterranea poco conosciuta che predilige i terreni poveri e che ha dato poi il nome all?azienda). Questo fazzoletto di terra arido e nudo, sin dall?inizio avviato alla coltivazione della vite e dell?olivo e all?allevamento del cavallo maremmano, anno dopo anno, si è trasformato, in un ambiente elegante e magico, che infonde serenità e dove viene subito alla luce l?amore con cui i genitori prima, ed i figli poi, hanno portato avanti le loro attività. Il terreno argilloso e ricco di scheletro, la protezione naturale della macchia dai venti freddi del nord, il sole che splende tutto l?anno, l?esposizione a sud-ovest e l?influenza del mare, fanno di questo angolo di Maremma una zona particolarmente vocata alla coltivazione della vite. Dal 2006 al centro dell?azienda, cir- condata dai vigneti, è in funzione la nuova cantina dotata di macchinari moderni e all?avanguardia. È stata progettata per poter accogliere gli ospiti in una gradevole sala degustazione e farli sentire subito a proprio agio. Sotto tale sala, un piccolo spazio è adibito all?invecchiamento dei migliori vini di ogni annata in tonneaux di rovere, magistralmente lavorato da un artigiano austriaco (Stockinger). L?azienda produce 4 etichette inserite dal 2012 nella giovane ma prestigiosa area a Denominazione di Origine Controllata della Maremma toscana: LEARDO un vermentino sapido e complesso; CERVATO, un rosso giovane a base sangiovese; NARENDRA, un merlot elegante e raffinato, nato per ricordare un grande amico, amante del vino e della Maremma; e infine il BAIOSCURO, un rosso notevole, ormai conosciuto ed apprezzato anche all?estero. Ed è proprio del Baioscuro che approfondiamo la conoscenza. Si tratta di un Blend di uve merlot (60%) e sangiovese (40%), invecchiato 24 mesi in tonneaux di rovere austriaco e messaggero nel mondo della potenzialità espressiva della terra maremmana nelle sue sfumature più elevate, la cui qualità è stata ripetutamente riconosciuta negli anni in prestigiose competizione internazionali. Realizzato con uve provenienti esclusivamente da vigneti aziendali e raccolte a mano il Baioscuro è un vino importante, equilibrato, dal color rosso rubino intenso e brillante con riflessi violacei che nel tempo si evolvono in toni più pacati tendenti al granato. Il profumo è complesso e avvolgente, con note di ciliegia matura, prugna, tabacco, pepe, rosa rossa che si fondono con morbide sfumature di liquirizia, vaniglia e rovere. Al palato è caldo, generoso e vellutato. Si sposa perfettamente con i piatti ricchi e speziati quali carni alla brace, cacciagione, stufati e formaggi stagionati. Da provare a fine pasto con una bella fetta di crostata di more o con una torta al cioccolato fondente. Temperatura consigliata: 22-24°C Info: Mustiaio, Strada dello Sbirro, Roselle (Grosseto) | Tel. +39 335 5364370 | mail info@mustiaio.it | sito www.mustiaio.it | Instgram @mustiaio #mustiaio PRIMO PIANO ? GUSTA ? 81 GUSTA A TAVOLA | Il ristorante del mese Sunset, quando il sapore del mare di Maremma viene servito a tavola Nel cuore della Maremma ed in particolare nella splendida baia di Talamone (Orbetello), il Sunset Restaurant offre il vero ed autentico sapore di mare racchiuso in un meraviglioso tramonto quello che ha ispirato due fratelli Mario e Marco Comitale, napoletani d?origine ed entrambi con una già consolidata esperienza professionale nel settore della ristorazione, a dar vita ad un progetto culinario all?insegna della raffinatezza e qualità della proposta DI ANTONELLA VITULLO 82 ? Maremma Magazine ? Aprile 2018 Nella foto, Marco e Mario Comitale I n un paradisiaco scenario maremmano la qualità e la varietà del cibo si sposano con l?arte della cucina e della gentile accoglienza autenticamente mediterranea: al Sunset Restaurant, a due passi da Talamone (Orbetello), si crea un binomio che parla di gusto e di cordialità, di profumi e di colori, di autenticità e di freschezza. È il nostro mare servito a tavola. Il locale nasce nel 2015 dal desiderio dei due fratelli Mario e Marco Comitale, napoletani d?origine ed entrambi con una già consolidata esperienza professionale nel settore della ristorazione, di portare in Maremma un frammento del loro autentico amore per il mare e per la cucina a base di pesce. In questo loro piccolo regno si mangia infatti sempre e solo pesce freschissimo, una freschezza che trionfa anche nelle ampie proposte di cruditè. Situato nel cuore della Maremma, sulla Strada Provinciale Talamone Ovest 1, il ristorante Sunset è all?interno del Residence Il Poderino ed usufruisce di uno spazioso parcheggio adiacente al locale. Avvicinandoci noteremo un raffinato dehors esterno, con l?attenzione ai dettagli che riflettono il mare anche nei colori circostanti. Il cuore al servizio del cliente La cordiale e familiare accoglienza del cliente è senza dubbio il primo biglietto da visita del Sunset e Marco Comitale, Direttore e Maitre, fa sentire il cliente come a casa. Oltre a dirigere attentamente ogni particolare del servizio in sala, sa come consigliare per soddisfare tutte le esigenze proponendo un menù di qualità e di armonici abbinamenti. Marco Comitale è anche un grande conoscitore e collezionista di vini e nell?elegante e nuova boiserie che riveste la parete della sala, sono riposte etichette pregiate che con passione rinnova personalmente e costantemente nella ricerca e nella selezione della carta dei vini. Dalle bollicine allo champagne, dai vini rossi francesi a quelli italiani/regionali, dai vini bianchi dall?aroma fresco e profumato ai più secchi e più sapidi; qui al Sunset anche la degustazione onora e sublima il cibo! La carta vincente Il Sunset è stato rinnovato recentemente ed è guidato dallo Chef Mario Comitale. Il suo menù segue la stagionalità della materia prima e l?eccezionalità del pescato locale che arriva tutti i giorni. Ma cos?è che qui tutto diventa particolarmente speciale? La carta vincente è sicuramente il connubio tra le competenze nel campo della ristorazione, l?esperienza imprenditoriale, la varietà presente nel menù, la qualità della cucina, la ricerca costante d?innovazione e la scrupolosa attenzione al mercato e alle richieste dei clienti. Tutte queste particolari caratteristiche, compreso il cuore napoletano del Duo Comitale, hanno permesso al Sunset di conquistare sempre di più la clientela e di entrare a far parte dell?élite dei migliori ristoranti di pesce (ma non solo) in Maremma. Lo Chef Mario Comitale pur rimanendo fedele alla tradizione ed alle sue origini, ha trasferito nella sua proposta PRIMO PIANO ? GUSTA ? 83 GUSTA ???? Le ultime novità, oltre che la Sala (recentemente ristrutturata), riguardano aspetti strutturali, il menù e la terrazza 84 ? Maremma Magazine ? Aprile 2018 culinaria tutto il suo know-how di esperienze e di tocchi personali. Ogni piatto che crea è frutto del suo bagaglio professionale e della sua personalità, di un?esperienza di vita o di un luogo visitato, di ricordi di gusti e di ricette ritrovate e mai dimenticate. In cucina echeggiano note mediterranee e la loro interpretazione si traduce in un?esperienza a tavola di altissimo livello. Novità in cucina ma non solo? Le ultime novità, oltre che la Sala (recentemente ristrutturata), riguardano aspetti strutturali, il menù e la terrazza. ?Per quanto riguarda la parte strutturale ? sottolinea Mario ? il riferimento va alla cucina che è stata raddoppiata rispetto a pima ed è oggi sempre più intesa come un laboratorio in cui poter meglio esprimere la mia creatività e il piacere di svolgere questo lavoro, che io considero uno stile di vita, in cui metto l?anima e l?emozione in ogni prodotto che manipolo, che sia una ricciola di mare o qualsiasi altro ingrediente. Relativamente al Menù offriamo al cliente una carta in continuo aggiornamento studiata in base alla stagionalità ed alla reperibilità dei prodotti, propo- nendo sempre scelte nuove ed interessanti. Qualche esempio di new entry potrebbe essere (accanto al nostro ?intramontabile? plateau di crudo e crostacei): Gli gnocchi di patata, ostrica e battuta di gambero bianco, dal profondo sapore di mare; Gli gnudi di ricotta e bieta in brodetto di cicale; Le capesante ?Saint Jaques? con crema di cavolo cotto nel thè affumicato e con nero di seppia; Le tagliatelle alla curcuma fatte in casa con zuppa di triglie di scoglio; La ricciola nostrana scottata su pelle con fondo di zafferano e salsa di carota. Chiaramente questi sono solo alcuni dei piatti tra le tante nuove proposte del Sunset in cui non mancano le degustazioni che includono diverse selezioni. A noi piace che il cibo diventi un percorso sensoriale e riconoscibile attraverso ogni singolo ingrediente?. ?Infine la terza novità ? aspetto sul quale si sofferma Marco Comitale ? è quella relativa alla Terrazza Sunset Vistamare, un?occasione spettacolare dal finger food all?aperitivo. La prossima stagione estiva infatti il Sunset inaugurerà il nuovo spazio ?La Terrazza?, un privé sul mare in cui degustare ostriche e crudités accompagnate da una Nelle foto, alcuni piatti selezione di bollicine o di eleganti e fresche etichette. La Terrazza sarà inoltre a disposizione dei clienti (previa prenotazione) per ricorrenze private o solo per godere del tramonto sulla baia?. Classe Stile e Innovazione Il Duo Comitale lo immagino come una sinfonia in cui Mario rappresenta l?Autore della musica, uno straordinario protagonista impegnato in cucina nella realizzazione dei piatti e Marco, il Direttore d?orchestra, l?anima armonica e vibrante della sala e dell?accoglienza, l?interprete dei vini e della performance conviviale. Il Sunset diventa in questo senso una full immersion di esperienze eno-gastronomiche in cui l?aria salmastra della baia riempie le narici e stuzzica l?appetito e dove la tradizione sfuma con la delicatezza nella ricerca di nuovi confini e orizzonti culinari. Se ogni tramonto porta la promessa di una nuova alba, possiamo dire che il Ristorante Sunset regala l?ispirazione che origina dal colore del tramonto maremmano. Qui il linguaggio culinario diventa poesia e dà vita a piatti spettacolari dall?anima verace, schietta, sincera, proprio come quella dei Fratelli Marco e Mario Comitale. Il mare anche d?inverno Tutto è possibile qui. Un nuovo e caldo giardino d?inverno ci accoglie anche nelle giornate più umide e piovose per non toglierci la gioia di godere del panorama e dell?esclusiva location. Dalla primavera fino a fine estate, il giardino si trasforma in un elegante gazebo da cui poter ammirare le stelle sopra il mare della suggestiva baia di Talamone. L?aria di mare qui non si respira soltanto, la si vive con il cuore e con il palato. ???? È ovviamente il pesce la specialità della casa. Tantissime le varietà di piatti presenti nel menù. Tutte da sperimentare e godere. Da provare assolutamente anche le ottime cruditè Godere per credere Il Ristorante Sunset è un raro esempio in cui l?amore per il mare e il rispetto per la materia prima si combinano alla perfezione e si traducono in un piacere sensoriale senza confronti. Tutto questo fa del Sunset un unicum nel nostro territorio: un locale che merita sicuramente attenzione perché trasmette ? come pochi altri ? emozioni. Info: Sunset Ristorante di Duo Comitale, Strada provinciale Talamone ovest 1, Talamone (Gr) | tel. 347 3934409 | Web www.sunsetristorante.com PRIMO PIANO ? GUSTA ? 85 GUSTA LA RICETTA| Piatti da sperimentare e... gustare La Maremma incontra la Puglia a tavola: le Orecchiette con le cime di rapa È un incontro particolare tra la Maremma e la Puglia, quello che presentiamo questo mese nello spazio dedicato alle ricette. Al centro mettiamo in questo caso le Orecchiette con le cime di rapa, un bel mix tra una pasta tipica preparata a mano ed una verdura di stagione che mette tutti d?accordo a tavola. Provare per credere S DI ALISSA MATTEI ono tornata proprio ieri dalla bellissima regione Puglia, dove ho partecipato ad una competizione internazionale sugli oli biologici BIOL; sebbene il tempo non fosse clemente con una primavera fredda e piovosa, è sempre un piacere assaggiare le specialità locali. Così, tornando in Maremma, mi sono fermata ad acquistare i prodotti tipici baresi per preparare alle mie amiche da Monaco una cena prettamente pugliese a base di orecchiette. Le orecchiette, pasta tipica preparata 86 ? Maremma Magazine ? Aprile 2018 a mano, hanno una forma particolare che ricorda l?orecchio e quelle che ho acquistato erano veramente piccole e molto ruvide diverse da quelle che si trovano nei nostri mercati. Si condiscono con le cime di rapa, che devono essere freschissime e tenere perché la ricetta riesca bene. L?origine delle orecchiette è dubbia, nell?antica Roma Marco Terenzio Varrone nel suo De Lingua Latina (I sec. a.C), citava le Lixulae, un tipo di pasta fatta con farina, acqua e formaggio, simile nella forma ad un dischetto leggermente incavato al centro, ma sembra che sia arrivata in Puglia a seguito degli Angioini, cioè dalla Provenza dove si preparava una pasta simile; per altri studiosi derivano dal territorio di Sannicandro di Bari, dove durante la dominazione normanno-sveva, tra il XII e il XIII secolo quando si preparavano dolci di tradizione ebraica, le ?orecchie di Amman? che avrebbero dato il nome e forma alle celebri orecchiette. Comunque sia, dal 1500 nel territorio barese si preparano in tutte le tavole le orecchiette e nella chiesa di San Nicola di Bari si conserva un documento dove un padre lasciava in dote alla figlia il dono di aver insegnato il movimento per preparare le ?Recchietedde?. Si preparano con l?ausilio di un coltello a lama piatta e le massaie pugliesi preparano le orecchiette con acqua, semola (non rimacinata) di grano duro e sale. Si lavorano gli ingredienti con energia e poi si lascia riposare per mezz?ora, se ne prende un po? alla volta, preparando un piccolo filoncino e con un coltello si tagliano gli gnocchetti, poi si trascinano sulla spianatoia con il famoso coltello fino ad ottenere una pasta arricciata. Oggi va molto di moda anche preparare le orecchiette con farina di grano arso (farina ottenuta dalle spighe non trebbiate, che si sono quindi bruciacchiate quando si dà fuoco alle stoppie). Il colore risulterà più scuro e il sapore sarà più rustico, molto adatto ai ragù pugliesi. Le cime di rapa costituiscono la parte floreale della pianta erbacea della famiglia delle rape, si raccolgono ad un primo stadio di maturazione, prima che i fiori gialli sboccino, quindi usare solo la parte più tenera e le foglie più piccole. Ingredienti per 4 persone - PASTA Semola grano duro Acqua Sale - CONDIMENTO cime di rapa filetti di acciughe sotto sale spicchio d?aglio olio extra vergine di oliva sale peperoncino 300 g 150 g 4g 400 g 3 1 4 cucchiai qb qb Preparazione Per l?impasto mescolare la farina con il sale aggiungere l?acqua piano piano e poi lavorare energicamente e far riposare mezz?ora. Prelevare pezzetti di pasta, fare filoncini, tagliare ed arricciare e rovesciare. Per il condimento, pulire le cime di rapa e bollire in acqua bollente salata per pochi minuti, trasferire in ghiaccio o acqua fredda, per mantenere il colore verde intenso. In padella porre olio extra vergine di oliva, aglio e filetti di acciuga e poi aggiungere le cime di rapa e saltare a fuoco vivace. Ora cuocere le orecchiette in acqua salata per circa 4 minuti. Scolare e far insaporire con le cime di rapa, aggiungendo pane grattato fatto rosolare in una padellina a parte. Servire le orecchiette aggiungendo olio extra vergine a crudo, ricotta salata e peperoncino per chi ama l?hot. Naturalmente consigliato l?intenso vino Primitivo di Manduria. *Alissa Mattei e Luciano Cipriani vi aspettano per assaporare questo, come tanti altri prelibati piatti della cucina maremmana, ma non solo, presso l?Agriturismo - Ristorante Casa Montecucco, situato tra Giuncarico e Ribolla, in loc. Castel di Pietra 58020 Gavorrano. Info per prenotazioni: tel. 0566 80135, e-mail casamontecucco@libero.it L?AGENDA L?AGENDA MARTEDÌ 3 APRILE ? Grosseto - FIOR DI CAMPUS Campus del Museo di Storia Naturale della Maremma dedicato ai ragazzi di età 7-11 anni. Le attività sono su prenotazione: mattina orario 9,30-12,00 con il laboratorio ?Un Mare in salute?? / pomeriggio orario 15,30-18,00 con il laboratorio ?Non meno di 6 zampe: insetti & co?. Info: www.museonaturalemaremma.it ? tel. 0564 488571 (mar-sab 9,00-13,00). ? Piombino (Li) - Stagione teatrale e concertistica 2017/2018 Rassegna di spettacoli organizzata dall?Amministrazione Comunale, in collaborazione con la Fondazione Toscana Spettacolo, presso il Teatro Metropolitan (Piazza Cappelletti 2). Programma: alle 21:00 Una festa esagerata! Info: tel. 0565 30385 - 63352 - 63296 sito web www.comune.piombino.li.it ? Torre Alfina (Vt) - Primavera nel Bosco delle Fate Camminando nei silenzi del Bosco Monumentale del Sasseto, sui sentieri fatati per scoprire paesaggi ricchi di magia, dove perderci per riscoprirci un po? bambini. Appuntamento: ore 10:00 Torre Alfina (VT). Tutto il giorno. Adatta a tutti. A pagamento. Prenotazione obbligatoria. Info: tel. 327 4570748 ? 320 3149587 www.percorsietruschi.it/programma/ MERCOLEDÌ 4 APRILE ? Follonica - Diventiamo videoartisti Laboratorio didattico dedicato alle scuole e declinato appositamente per il pubblico dei più piccoli (dai 6 ai 10 anni) nell?ambito della mostra ?Arte oggi: provocatori, 88 ? Maremma Magazine ? Aprile 2018 creativi, mecenati? a cura di Claudia Gennari, Marta Paolini in collaborazione con Mauro Papa presso la Pinacoteca Civica ore 17. Info: Pinacoteca civica di Piazza del Popolo, 1/2 tel. 0566 42412 ? Grosseto - Chi scrive il futuro? Costruiamo insieme una società unita Ciclo di incontri curati dalla comunità Bahá??i, presso la biblioteca comunale Chelliana. Programma: alle 17.30 ?Mercy?s Blessing ? C?è sempre una scelta?? Visione del film e conversazioni. Info: 0564 488054-55, sito web www.bahai.it, mail grosseto@bahai.it. ? Grosseto - ?Che opera d?arte è l?uomo!? Ciclo di proiezioni ideato e curato da Fabio Sonzogni e promosso dal circolo di cultura cinematografica ?DieciMuse?, presente nella parrocchia dell?Addolorata. Otto le pellicole selezionate proiettate nella sala di comunità ?Agorà?, alla parrocchia dell?Addolorata, in via Papa Giovanni XXIII, a Grosseto, con inizio alle 20.30. Programma: ?Captain Fantastic? di Matt Ross (Usa 2016). Info: tel. 348 658 3224, www.diocesidigrosseto.it GIOVEDÌ 5 APRILE ? Grosseto - PIAZZE N(u)OVE Nove incontri per reinventare insieme i luoghi dell?incontro. Corso d?arte a cura di Clarisse Arte in collaborazione col Tirreno con il sostegno del Centro Commerciale Aurelia Antica - CAP58100 // Cantiere Arte Pubblica. Programma: Clarisse ore 17.30. Info: Clarisse Arte via Vinzaglio 27 - Grosseto tel. 0564 488067, www.clarissearte.it | Fondazione Grosseto Cultura via Bulgaria 21 ? Grosseto tel. 0564 453128, info@fondazionegrossetocultura.it ? Grosseto - Stagione Teatrale Grossetana 2017/2018 Cartellone di spettacoli organizzato dall?Amministrazione Comunale di Grosseto, in collaborazione con la Fondazione Toscana Spettacolo, presso il Teatro Moderno e il Teatro degli Industri. Programma: Teatro Moderno PARENTI SERPENTI di Carmine Amoroso LELLO ARENA, regia: Luciano Melchionna, con: Giorgia Trasselli e con Raffaele Ausiello , Andrea de Goyzueta, Carla Ferraro, Autilia Ranieri, Annarita Vitolo, Fabrizio Vona, scene: Roberto Crea, costumi: Milla, musiche: Stag, disegno luci: Salvatore Palladino, assistente alla regia: Sara Esposito, produzione: Ente Teatro Cronaca Vesuvioteatro in collaborazione con: Bon Voyage Produzioni e con il Festival Teatrale di Borgio Verezzi 2016. Info: Teatro degli Industri, via Mazzini 101/103, Grosseto, tel. 0564.21151 www.comune.grosseto.it; Teatro Moderno, via Tripoli 33/35, Grosseto, tel. 0564.22429 www.teatromodernogrosseto.it; contatti e.mail: teatrincitta@comune.grosseto.it ? Roccastrada - Teatro dei Concordi - Stagione teatrale 2018 Cartellone di spettacoli promosso dall?Amministrazione Comunale, in collaborazione con Ad Arte e la Fondazione Toscana Spettacolo, presso il Teatro dei Concordi (via Roma, 53) (ore 21). Programma: Gli Omini presentano La Famiglia Campione. Info: tel. 0564/564086 (Teatro dei Concordi), 0564/561111 (Comune di Roccastrada) / 339 6003489, 320 5642070, 320 1430530 e 389 5249091 VENERDÌ 6 APRILE ? Grosseto - PIAZZE N(u)OVE Nove incontri per reinventare insieme i luoghi dell?incon- GLI EVENTI DEL MESE GIORNO PER GIORNO tro. Corso d?arte a cura di Clarisse Arte in collaborazione col Tirreno con il sostegno del Centro Commerciale Aurelia Antica - CAP58100 // Cantiere Arte Pubblica. Programma: ore 11 Cittadella dello Studente. Info: Clarisse Arte via Vinzaglio 27 - Grosseto tel. 0564 488067, www.clarissearte.it | Fondazione Grosseto Cultura via Bulgaria 21 ? Grosseto tel. 0564 453128, info@fondazionegrossetocultura.it ? Grosseto - Leggiamo e parliamone Conversazioni di psicologia a partire dalla lettura di un libro da un?idea di Franco Petrucci a cura di Metis - Associazione Grossetana Psicoterapeuti a Orientamento Psicoanalitico presso il Museo di Scienze Naturali, strada Corsini 5, h. 18-19.30. Programma: ?La psicoanalisi fra Oriente ed Occidente?. A cura di Maria Paola Moretti. Testo: Una psicoanalista a Teheran (Homayounpour G. Cortina ed. 2013). A seguire un aperitivo. Info: segr. Metis - d.ssa Catarsi 349 1940821 ? Pitigliano ? Classicamente 2018 Ciclo di incontri letterari alla undicesima edizione, promosso dal centro culturale Fortezza Orsini con la collaborazione della biblioteca comunale Zuccarelli, presso la stessa biblioteca Zuccarelli all?interno della Fortezza Orsini di Pitigliano. Programma: ore 17,30 La poesia di Alda Merini mentre rivela e incanta, accende nel buio una luce - a cura di Stella Morucci maestra SABATO 7 APRILE ? Campiglia M.ma (Li) - ?Amocampiglia? #Depositomannelli ? ore 21.30 Elettronica Hip Hop ? Campiglia M.ma (Li) - Stagione Teatrale 2018 Rassegna di spettacoli organizzata con la direzione arti- stica dell?Associazione Nuovo Teatro dell?Aglio, in collaborazione con la Fondazione Toscana Spettacolo e il Comune di Campiglia M.ma, presso il Teatro dei Concordi via Aldo Moro, 1 (ore 21.00). Programma: Enrico Lo Verso con sagacia e ironia porta sul palcoscenico di Campiglia UNO NESSUNO CENTOMILA. Dal romanzo di Luigi Pirandello una messa in scena nuova e originale dove parole e gesti concorrono a sottolineare un messaggio senza tempo: la ricerca della propria essenza. Info: tel. 0565/837028, sito internet www.comune.campigliamarittima.li.it, www.teatrodellaglio.org, e-mail info@teatrodellaglio.org ? Capalbio - ?La casa di camme? Nuova commedia della compagnia Li Bindoli con la regia di Mauro Cerulli presso il Cinema teatro Borgo Carige a Capalbio. Info: tel. 0564810336 - cell. 3396930708 ? Castiglione della Pescaia - Giornate Europee dello Sport Sport, cultura, natura, gastronomia. Cartellone di eventi a cura del Comune di Castiglione della Pescaia. Programma: Punta Ala Camp & Resort: 1^ tappa circuito Toscano Enduro Series ? MTB | Punta Ala: Gara di Golf GRAN CANARIA GOLF TROPHY 2018 | Roccamare: Convegno sportivo ?Gli aspetti mentali che favoriscono la prestazione? ? Colline Metallifere e Val di Cornia - 4° Rally Colline Metallifere e della Val di Cornia Gara rallystica organizzato dalla scuderia Maremma Corse 2.0. Programma: ore 8:00-11:00 Suvereto, Bar Enoteca La Barona Distribuzione Road Book; ore 8:30-12:30 Ricognizioni Percorso; Piombino ore 13:30-17:30 Bar Liz Verifiche Sportive; Piombino, Via Ferrer ore 14:00-18:00 Verifiche Tecniche; Loc. Cafaggio ? Tratto iniziale PS 1-35 ore 15:30-18:30 Shakedown; Piombino, Corso Italia ore 20:01 Cerimonia di Partenza; Venturina, Dolce Caffè ore 20:30 Ingresso Parco Partenza. Info: www.maremmacorse.com ? Follonica ? Aperitivo d?Autore Incontro con lo scrittore Sacha Naspini (che presenterà il suo ultimo libro ?Le case del malcontento?, edizioni e/o) intervistato da Mimmo Fiorani con letture di Lucia Stanzani e Federico Guerri presso il Teatro Fonderia Leopolda, Sala Leopoldina ore 17:30. L?iniziativa è organizzata dal Comune di Follonica in collaborazione con la Biblioteca della Ghisa di Follonica e il Laboratorio dello Spettacolo il Circolo Il Salmastro. Seguirà un Aperitivo in amicizia. Info: Biblioteca della Ghisa tel. 0566 59246 / 59348 www.comune.follonica.gr.it ? Grosseto ? Presentazione Presentazione del libro di Aldo Agroppi ?Non so parlare sottovoce. Una vita in contropiede (tra parole e pallone)?, Editore Cairo 2017 a cura della Fondazione Luciano Bianciardi, , Dal calcio di Bianciardi a quello di Agroppi, ne parleranno con l?autore Fabio Canessa, membro del comitato scientifico della Fondazione Luciano Bianciardi e Lorenzo Falconi, Radiosportiva. L?evento si terrà presso il nuovo spazio polifunzionale della cooperativa Uscita di Sicurezza, l?Abbriccico, in Via del Terminillo 31 (traversa Via Europa - Via Monterosa Grosseto) dalle ore 17 ? Monterotondo M.mo - San Vincenzino In passato nelle campagne si accendevano dei fuochi propiziatori. Oggi il ritrovo è nel parco della rocca e mentre si gustano i prodotti tipici e si ascolta buona musica si L?AGENDA ? 89 L?AGENDA ?Che opera d?arte è l?uomo!? al via le proiezioni Nella sala di comunità ?Agorà? della parrocchia dell?Addolorata a Grosseto è di scena un ciclo di film dal titolo ?Che opera d?arte è l?uomo!? promosso dal circolo ?DieciMuse?. Percorso ideato e curato dal regista/attore Fabio Sonzogni osserva bruciare un gigantesco fuoco ? Piombino (Li) - Rally ?Colline Metallifere e della Val di Cornia? Quarta edizione dellla gara rallystica organizzata da Maremmacorse 2.0, terza gara dell?anno in Toscana. Dopo le tre precedenti edizioni ricche di contenuti e di grande agonismo, l?organizzazione conferma il format visto lo scorso anno. Piombino sarà sempre il quartier generale dell?evento, con interessati i comuni di Piombino, Campiglia Marittima, Suvereto e Sassetta. ? Punta Ala (Castiglione della Pescaia) - Nazionale 555FIV - ?Trofeo M.O.V.M. Capitano di Corvetta Saverio Marotta? Manifestazione velica organizzata dallo Yacht Club Punta Ala nelle acqua antistanti il Porto. Info: Yacht Club Punta Ala tel. 0564 923232, www.ycpa.it ? Santa Fiora - ?È teatro? - Stagione Teatrale 2018 Cartellone di appuntamenti promosso dal Comune di Santa Fiora presso il Nuovo Teatro comunale di Santa Fiora in via San Rocco 13. Programma: ore 21.00 ?Libera nos domine? di Enzo Iacchetti. Produzione Parmaconcerti. Regia di Alessandro Tresa. Info: tel. 335 8401202 (dalle 11 alle 13 e dalle 17 alle 19) DOMENICA 8 APRILE ? Che opera d?arte è l?uomo!?. Un?esclamazione tratta dall??Amleto? di Shakespeare, che diventa una ?pista? di riflessione per indagare da vicino la multiforme varietà dell?essere umano. È il nuovo percorso cinematografico lanciato dal circolo di cultura cinematografica ?DieciMuse?, presente nella parrocchia dell?Addolorata, ma che ha coinvolto e attratto persone appartenenti a diverse realtà della Diocesi. Il percorso è stato ideato e curato da Fabio Sonzogni, attore e regista che già da alcuni anni collabora con la comunità monastica di Siloe come direttore artistico del Siloe Film Festival e che con il circolo DieciMuse ha già curato una precedente rassegna. Otto le pellicole selezionate, per un itinerario che il mercoledì, dal 21 marzo al 13 giugno, attraverso altrettanti film di varie epoche (dal 1942 al 2016) permette di approfondire un aspetto differente della bellezza dell?uomo. Le proiezioni, con inizio alle 20.30, si tengono nella sala di comunità ?Agorà?, alla parrocchia dell?Addolorata, in via Papa Giovanni XXIII, a Grosseto. Per assistere occorre essere o diventare soci del circolo DieciMuse (il costo annuale della tessera è di 3 euro) e acquistare ogni volta il biglietto d?ingresso (3 euro). ?Il nostro tempo ? spiega Sonzogni ? è caratterizzato da una forte predisposizione 90 ? Maremma Magazine ? Aprile 2018 alla riduzione della realtà al solo dato percepito. Ciò ci spinge verso una lettura superficiale.Tendiamo a fare il selfie al reale. Educare lo sguardo alla ricerca dello spirito delle cose è il nostro compito. Ma per andare oltre la misurabilità del reale, inteso come le cose del mondo, l?altro e se stessi, abbiamo bisogno di strumenti raffinati capaci di mettere in relazione i saperi, unica possibilità che l?umano ha di cogliere la complessità. Siamo nel tempo del dataismo: ogni cosa viene misurata, catalogata, archiviata, semplificata. Siamo abbagliati dalla presunzione di poter ridurre l?umano ad un algoritmo cercando di annullare la sua capacità critica. Anche la scuola pare stia andando in questa direzione e ciò preoccupa. Il progetto muove da quest?urgenza: allenare lo sguardo affinché si spinga più in là oltre il viso alla ricerca del volto?. Il calendario e le proiezioni 4 aprile: ?Captain Fantastic? di Matt Ross (Usa 2016) 18 aprile: ?Carnage? di Roman Polanski (Francia, Germania, Polonia, Spagna 2011) 2 maggio: ?5 giorni fuori?, di Ryan Fleck e Anna Boden (Canada 2008) 9 maggio: ?Il pranzo di Babette? di Gabriel Axel (Danimarca 1987) 30 maggio: ?Uomini di Dio?, di Xovier Beavuvois, (Francia 2010) 6 giugno: ?La teoria svedese dell?amore?, di Erik Giardini (Italia 2016) 13 giugno: ?L?albero degli zoccoli?, di Ermanno Olmi (Italia 1978) ? Campiglia M.ma (Li) - ?Amocampiglia? ore 9,45 Nordic Walking (Parchi) ? Castiglione della Pescaia - Giornate Europee dello Sport Sport, cultura, natura, gastronomia. Cartellone di eventi a cura del Comune di Castiglione della Pescaia. Programma: Vetulonla: Visita guidata gratuita alla scoperta del territorio | Punta Ala Camp & Resort: 1^ tappa circuito Toscano Enduro Series ? MTB | Punta Ala: Gara di Golf FINALE GOLF IMPRESA ? Colline Metallifere e Val di Cornia - 4° Rally Colline Metallifere e della Val di Cornia Gara rallystica organizzato dalla scuderia Maremma Corse 2.0. Programma: Venturina ? Dolce Caffè ore 8:30 Partenza Primo Concorrente; Piombino, Corso Italia ore 16:32 Arrivo Primo Concorrente. Info: www.maremmacorse.com ? Follonica - Maschere in Primavera Sfilata di carri e mascherate del carnevale follonichese a cura dell?associazione Carnevale Follonica e dell?Amministrazione comunale. Il cuore di questa manifestazione sarà il corso mascherato del Carnevale follonichese: sarà presente anche la giuria tecnica che esprimerà i propri giudizi sui carri e sulle mascherate a terra, con il verdetto che verrà formalizzato in piazza a Mare a conclusione della sfilata. ? Grosseto - ?Corri nella Maremma? IV Stormo Grosseto (10 km.) Trofeo di podismo promosso dalla Provincia di Grosseto con la collaborazione di Uisp e della Fondazione italiana atletica leggera, per valorizzare le principali manifestazioni podistiche presenti sul territorio provinciale e contribuire alla promozione delle località che le ospitano. Info: UISP tel. 0564 417756 www.corrinellamaremma.it ? Grosseto - Hakuna Matata 365D/Year - Trekking 2017/2018 Passeggiando nella Maremma alla ri-scoperta delle nostre origini. Programma: I percorsi del Suvereto Trekking. Info: 335 7030719, sito web www.hakunamatatagrosseto.com ? Grosseto ? U.S GROSSETO 1912 Vs. Cuoiopelli Quattordicesima giornata del girone di ritorno del Campionato di Calcio di Eccellenza Girone A, presso lo Stadio Comunale Olimpico ?Carlo Zecchini? ? Grosseto ? Calendario Eventi Musicali Cartellone unico di tutti gli eventi dedicati alla musica classica, e non solo, del nostro territorio a cura del Comune di Grosseto in collaborazione con la Fondazione Grosseto Cultura. Programma: Festival Musicale Internazionale Recondite Armonie - I GRANDI PIANISTI DEL XXI SECOLO - Teatro degli Industri ore 18:00. Ingresso a pagamento. Enrico Pace (pianoforte), Igor Roma (pianoforte). Info: tel. 0564 453128 ? Massa Marittima - Incontro Incontro con la scrittrice Carla Maria Russo, autrice di La sposa normanna, Il cavaliere del giglio, La bastarda degli Sforza, I giorni dell?amore e della guerra, Le regine e altri romanzi storici, presso la Biblioteca Comunale Gaetano Badii ore 17.00. Introduce Roberta Pieraccioli. Sarà presente col bookshop la Libreria Matozzi. Info: Biblioteca Comunale G.Badii - Massa Marittima tel. 0566 906290-3 ? Montelaterone (Arcidosso) ? Festa della Pina Tradizionale Festa della Pina presso il Santuario della Pieve de Lamulas, passeggiata per le vie del borgo con visita guidata alle chiese del paese, merenda, banda, mercatino e giochi per bambini. Conclude tutto la Santa Messa al Santuario ? Piombino (Li) - Rally ?Colline Metallifere e della Val di Cornia? Quarta edizione dellla gara rallystica organizzata da Maremmacorse 2.0, terza gara dell?anno in Toscana. Dopo le tre precedenti edizioni ricche di contenuti e di grande agonismo, l?organizzazione conferma il format visto lo scorso anno. Piombino sarà sempre il quartier generale dell?evento, con interessati i comuni di Piombino, Campiglia Marittima, Suvereto e Sassetta. ? Pitigliano - Città del Tufo in bicicletta Itinerari in bici alla scoperta della Toscana a cura del Gruppo Ciclistico Pitigliano ? Porto Ercole - Domeniche di Primavera Fuori Porta Visite guidate domenicali organizzate dalle guide turistiche aderenti a ConfGuide Confcommercio Grosseto, presiedute da Fabiola Favilli. Prenotazioni: alla Guida che accompagna in ogni singolo evento. Programma: La Rocca di Porto Ercole: visita esclusiva all?interno della Fortezza e Convento della presentazione. Guida: Fabiola Favilli, tel. 338 5623163. Costo: 7?. Ore 15, durata 3 ore circa. Info: tel. 0564 470111 ? Punta Ala (Castiglione della Pescaia) - Nazionale 555FIV - ?Trofeo M.O.V.M. Capitano di Corvetta Saverio Marotta? Manifestazione velica organizzata dallo Yacht Club Punta Ala nelle acqua antistanti il Porto. Info: Yacht Club Punta Ala tel. 0564 923232, www.ycpa.it LUNEDÌ 9 APRILE ? Grosseto - ?Oltre l?8 marzo? Cartellone di iniziative (che comprendono un corso di formazione per insegnanti, presentazioni di libri, incontri, F tutti incentrati sulla lotta alla violenza di genere) organizzato dall?Isgrec e dal Centro Documentazione Donna che opera al suo interno, in collaborazione con l?associazione Olympia de Gouges e il centro Antiviolenza, il Centro Donna e la Libreria delle ragazze per la ricorrenza della Festa Internazionale della donna. Programma: Corso ?(Rel)Azioni contro la violenza di genere? nella Biblioteca dell?Isgrec (ore 15-17). Interviene Elisa Giomi dell?Università di RomaTre (?Genere e violenza nella cultura mediale?). Dopo la lezione di Elisa Giomi, la cui ultima pubblicazione è stata presentata dall?Isgrec lo scorso novembre, si terrà un incontro su ?L?impegno dell?associazionismo grossetano contro la violenza di genere?, coordinato dalla Consigliera provinciale di parità, Laura Parlanti, e al quale parteciperanno le associazioni che a Grosseto si occupano, a diversi livelli e con diverse competenze, di questo delicato tema. Info e iscrizioni al corso: Isgrec, via de? Barberi 61 (Cittadella dello studente), tel/fax 0564415219, segreteria@isgrec.it, www.isgrec.it ? Grosseto ? Lunedì Bianciardi Corso a cura di Unitre e Fondazione Luciano Bianciardi presso la sede Unitre, Arciconfraternita della Misericordia, via Ginori 12, ore 18-19. Per frequentare il corso è sufficiente essere iscritti ad Unitre Grosseto. Programma: Il Risorgimento di Luciano Bianciardi - Laura Ciampini. Info: info@unitregrosseto.it - tel. 339 3899594 - 320 0143753 - 0564 415598 MARTEDÌ 10 APRILE ? Grosseto - Enrico Brignano in En-ricomincio da me Spettacolo organizzato da Ad Arte Spettacoli che porta arte e comicità in scena al Teatro Moderno. Prevendite: Circuito Box Office e on line www.boxol.it e www.ticketone.it MERCOLEDÌ 11 APRILE ? Castiglione della Pescaia - Giornate Europee dello Sport Sport, cultura, natura, gastronomia. Cartellone di eventi a cura del Comune di Castiglione della Pescaia. Programma: Bozzone (Buriano): Gara di ciclismo (2? prova del trittico Tommasini) ? Grosseto - Enrico Brignano in En-ricomincio da me Spettacolo organizzato da Ad Arte Spettacoli che porta arte e comicità in scena al Teatro Moderno. Prevendite: Circuito Box Office e on line www.boxol.it e www.ticketone.it ? Grosseto ? Incontro sul tema della promozione del libro e della lettura Incontro sul tema della promozione del libro e della lettura, rivolto agli operatori del settore, amministratori locali, editori, librai, associazioni di categoria e altri soggetti che fanno parte della filiera del libro organizzato ? nell?ambito di un ciclo regioanle ? dalla Regione Toscana, attraverso l?assessorato alla Cultura, in collaborazione con le reti documentarie presso le Casette del Cinquecento del Cassero Senese nel centro storico di Grosseto alle ore 15:00. Info: tel. 055 438 4893 GIOVEDÌ 12 APRILE ? Follonica - Gli animali riconoscenti Girando Le Storie 2018 Pupi di Stac - Spettacolo di Burattini per bambini (5-6-7 anni) presso la Biblioteca della Ghisa ore 16.45. Ingresso gratuito? prenotarsi telefonando 0566-59246 ? Grosseto - In viaggio con l?archeologia 2017/2018 Itinerari originali e poco conosciuti per ?scoprire con l?aiuto di qualificati oratori e rinomati archeologi la nostra storia, viaggiare per ammirare quello non ancora visto e vivere insieme i nostri momenti di serena amicizia?. Calendario di iniziative a cura dell?Associazione Archeologica Maremmana. Programma: Grosseto, Archivio di Stato ore 16.00 - Conferenza: ?Analisi visiva dell?opera d?rute. Il colore?. Relatrice: Vera Giommoni (Architetto e Storica dell?Arte). Info: tel. 0566 88243 - 349 7749835, mail: assarcheomaremmana@virgilio.it ? Massa Marittima - Parole & Voci Festival di lettura scenica organizzato dall?associazione Liber Pater. Un evento particolare che coinvolge vari spazi al chiuso e all?aperto e comprende una serie di iniziative rivolte a lettori o ascoltatori di ogni età. Programma: sera - Biblioteca Comunale G. Badii - Le cognate di M. Tremblay. Lettura scenica a cura di Liber Pater. Info: www.associazioneliberpater.com - www.paroleevoci.it. Contatti: paroleevoci@gmail.com, associazioneliberpa- ?C?era una volta?, si inaugura la mostra fotografica RAF iabe, racconti, aneddoti, leggende? la fantasia parla attraverso le immagini nella mostra annuale 2018 della RAF - Riflessi Associazione Fotografica, il cui titolo ?C?era una volta ? un viaggio fotografico nella fantasia? fa già pregustare quello che l?associazione ed i suoi iscritti hanno preparato per gli appassionati di fotografia e non solo. Da Biancaneve a Cenerentola, da Cappuccetto Rosso al Piccolo Principe, passando per ?Il vecchio e il mare?, ?Il diario di Anna Frank? e ?La Strega di Blair?, fino a ?IT? di Stephen King o a leggende più locali come la Pia De? Tolomei e tante altre. Ciascuna raccontata con tre immagini, tre scatti con cui ogni singolo autore ha dato la propria interpretazione (in alcuni casi ?reinterpretazione?) della storia scelta. La mostra, con i patrocini della FIAF e del Comune di Grosseto, anche quest?anno ospitata nella sala Pascucci di Piazza Valeri, nel centro storico di Grosseto, si svolgerà dal 7 al 15 aprile e l?ingresso sarà gratuito. L?associazione RAF è attiva da circa 4 anni nel territorio grossetano, è iscritta alla FIAF (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche) e conta diverse decine di soci che si ritrovano ogni lunedì sera nella sede del sodalizio in Via Papa Giovanni XXIII per condividere la propria passione scattando fotografie, guardando video, invitando autori, facendo corsi e tantissime altre attività legate al mondo della fotografia. I soci che esporranno quest?anno sono: Alessia Severini, Annalisa Minucci, Claudio Paoli, Donatella Folcarelli, Edo Rossi, Fabio Pagnini, Federica Venturi, Federico Giussani, Francesco Colombini, Giuseppe Cagnetta, Marina Ceccarini, Mario Filabozzi, Marta Zanobi, Maurizio Polla, Michele Fusco, Nicola Saponara, Piero Parricchi, Pietro Mastronardi, Riccardo Pansolli, Stefania Borgoni, Vincenzo Fanciulli, Valter Airò. Appuntamento da non perdere dunque alla Sala Pascucci per l?inaugurazione Sabato 7 Aprile alle 17.00. L?AGENDA ? 91 L?AGENDA ter@gmail.com VENERDÌ 13 APRILE ? Castiglione della Pescaia - Giornate Europee dello Sport Sport, cultura, natura, gastronomia. Cartellone di eventi a cura del Comune di Castiglione della Pescaia. Programma: Castiglione della Pescaia: Ciclismo - II Grande Giro della Maremma ? Follonica ? ?Il Trescone... 40 anni dopo? Dopo il grande successo a dicembre di ?Il Trescone 40 anni dopo?, una serata scoppiettante fatta di risate, balletti, abbracci, canzoni e ricordi, il gruppo del Trescone ripropone lo spettacolo, con qualche variazione e novità, al Teatro Fonderia Leopolda alle ore 21. ? Grosseto - Leggiamo e parliamone Conversazioni di psicologia a partire dalla lettura di un libro da un?idea di Franco Petrucci a cura di Metis - Associazione Grossetana Psicoterapeuti a Orientamento Psicoanalitico presso il Museo di Scienze Naturali, strada Corsini 5, h. 18-19.30. Programma: ?Invisibili confini tra luoghi psichici e paesaggi?. A cura di Alessandra Tenerini. Testo: Mindscapes. Psiche nel paesaggio (Lingiardi V. Cortina ed. 2017). A seguire un aperitivo. Info: segr. Metis - d.ssa Catarsi 349 1940821 ? Grosseto ? Calendario Eventi Musicali Cartellone unico di tutti gli eventi dedicati alla musica classica, e non solo, del nostro territorio a cura del Comune di Grosseto in collaborazione con la Fondazione Grosseto Cultura. Programma: Festival Chitarristico Giannetti - MADE IN EUROPE - Convento delle Clarisse ore 21:15. Ingresso a pagamento (biglietto unico ? 8,00). Roberto Rascini. Info: tel. 0564 453128 ? Grosseto - Costituzione e storia dell?Italia Repubblicana. I percorsi degli italiani in un paese in trasformazione Corso di formazione gratuito per docenti di scuola superiore sulla storia della Repubblica alla luce del testo costituzionale a cura della rete degli istituti toscani della Resistenza, in collaborazione con l?Ufficio scolastico regionale, in occasione del 70° anniversario dell?entrata in vigore della Costituzione presso la Biblioteca dell?ISGREC | Cittadella degli Studi | ore 15-19. Programma: CostituzioneCostituzioni: l?Europa del tempo presente - Manifesto di Ventotene: parole-chiave | Luciana Rocchi (Isgrec) - L?Europa delle Costituzioni e la Costituzione europea | Luca Verzichelli (Univ. di Siena) - Lavorare in classe con le fonti. Info e iscrizioni: ISGREC | Via De? Barberi, 61 | 58100 Grosseto | Tel/fax 0564 415219 | segreteria@isgrec.it | www.isgrec.it ? Massa Marittima - Parole & Voci Festival di lettura scenica organizzato dall?associazione Liber Pater. Un evento particolare che coinvolge vari spa- 92 ? Maremma Magazine ? Aprile 2018 zi al chiuso e all?aperto e comprende una serie di iniziative rivolte a lettori o ascoltatori di ogni età. Programma: sera - Biblioteca Comunale G. Badii ? Saletta M. Gennai - Migrazioni. Lettura scenica a cura di Associazione Iride. Info: www.associazioneliberpater.com - www.paroleevoci.it. Contatti: paroleevoci@gmail.com, associazioneliberpater@gmail.com ? Punta Ala (Castiglione della Pescaia) - Regata Nazionale Snipe Manifestazione velica organizzata dallo Yacht Club Punta Ala nelle acque antistanti il porto. Info: tel. 0564 923232 | ycpa@ycpa.it | www.ycpa.it ? San Vincenzo (Li) - Palio della Costa Etrusca Manifestazione folkloristica, alla 12esima edizione, che vede sfidarsi, come da copione, gli otto comuni-contrade del litorale (Bibbona, Campiglia Marittima, Castagneto Carducci, Cecina, Piombino, Rosignano Marittima, San Vincenzo e Suvereto) rappresentati dai migliori fantini del circuito paliesco come Tittia, Brio, Scompiglio, Brigante, Gingillo e molti altri in groppa a cavalli mezzosangue montati a pelo. Programma: ore 21 presso il Teatro Garden Club Toscana Sala Ipogeo: ?Storia di Musica e Cavalli? MOGOL. Una serata insieme a Mogol. Chiuderà la serata di Gala la Presentazione al pubblico del PALIO dipinto dalla pittrice Claudia Nerozzi già Pittrice del Palio di Siena del 2 luglio 2013. Il ?Cencio? verrà assegnato al Comune che si aggiudicherà la vittoria il 15 aprile in occasione della corsa del Palio della costa Etrusca. Info: www.paliodellacostaetrusca.com SABATO 14 APRILE ? Bagnolo (Santa Fiora) - Festa di Primavera Info: Pro Loco tel. 0564 977142; Comune di Santa Fiora tel. 0564 965303 ? Castiglione della Pescaia - Giornate Europee dello Sport Sport, cultura, natura, gastronomia. Cartellone di eventi a cura del Comune di Castiglione della Pescaia. Programma: Castiglione della Pescaia: Visita guidata gratuita alla scoperta del territorio (Acquedotto Ximeniano) | Punta Ala: Gara di Golf GOLFPLUSCUP 2018 ? Follonica - Collezionismo pubblico, privato e nuove forme di mecenatismo Conferenza organizzata dall?associazione culturale Fonderia 3, nell?ambito della mostra ?Arte oggi: provocatori, creativi, mecenati? a cura di Claudia Gennari, Marta Paolini in collaborazione con Mauro Papa presso la Pinacoteca Civica. Info: Pinacoteca civica di Piazza del Popolo, 1/2 tel. 0566 42412 ? Grosseto - Eventi al Museo - stagione 2018 Ciclo di iniziative culturali a cura del Museo di Storia Naturale della Maremma Strada Corsini, 5 Strada Corsini 5. Programma: ore 10, Tenuta di Paganico: ?Le erbe spontanee e i loro usi tradizionali?. Seguiranno una degustazione e un?escursione botanica alla Tenuta di Paganico con il professor Paolo Emilio Tomei dell?Università di Pisa (evento a pagamento, necessaria la prenotazione). Info: tel. 0564 488571, www.museonaturalemaremma.it ? Grosseto ? Calendario Eventi Musicali Cartellone unico di tutti gli eventi dedicati alla musica classica, e non solo, del nostro territorio a cura del Comune di Grosseto in collaborazione con la Fondazione Grosseto Cultura. Programma: Festival Chitarristico Giannetti - 1978/2018 Convento delle Clarisse ore 21:15. Ingresso a pagamento (biglietto unico ? 8.00). Vivaldi Guitar Trio (Enrico Negro, Ignazio Viola, Mario Cosco). Info: tel. 0564 453128 ? Grosseto - In viaggio con l?archeologia 2017/2018 Itinerari originali e poco conosciuti per ?scoprire con l?aiuto di qualificati oratori e rinomati archeologi la nostra storia, viaggiare per ammirare quello non ancora visto e vivere insieme i nostri momenti di serena amicizia?. Calendario di iniziative a cura dell?Associazione Archeologica Maremmana. Programma: Grosseto, Museo Archeologico ore 16.00 - Conferenza: ?Il cratere euboico di Pescia Romana?. Relatori: Paola Spaziani - Osvaldo Barbetti (Collaboratori del Museo Archeologico di Grosseto). Info: tel. 0566 88243 - 349 7749835, mail: assarcheomaremmana@virgilio.it ? Massa Marittima - Parole & Voci Festival di lettura scenica organizzato dall?associazione Liber Pater. Un evento particolare che coinvolge vari spazi al chiuso e all?aperto e comprende una serie di iniziative rivolte a lettori o ascoltatori di ogni età. Programma: mattino - Bar cittadini - Colazione con letture; Aula Magna ITIS B. Lotti - Lettura con le scuole a cura delle Scuole superiori | pomeriggio - Biblioteca Comunale G. Badii ? Saletta Gennai - Pomeriggio Bianciardi a cura di Maurizio Vivarelli con la partecipazione della Fondazione Bianciardi | sera Biblioteca Comunale G. Badii Assemblea Condominiale di G. Darier lettura scenica a cura di Liber Pater. Info: www.associazioneliberpater.com - www.paroleevoci.it. Contatti: paroleevoci@gmail.com, associazioneliberpater@gmail.com ? Montemerano (Manciano) ? Accademia del Libro Ciclo do incontri a cura dell?Accademia del Libro di Montemerano presso la Biblioteca di Storia dell?Arte (via del Bivio locali dell?ex asilo infantile). Programma: ore 17,30 Conversazione di Judith Wilkinson Giacometti and Beckett. Responses in contemporanry art. Introduzione e commento a cura di Micha Bandini e Marilena Pasquali ? Paganico ? Eventi 2018 in Tenuta di Paganico Cartellone di eventi di scena nella bella cornice della Tenuta di Paganico. Programma: GIORNATA DELLE ERBE in collaborazione con Museo di Storia Naturale. Incontro, pranzo a tema e percorso didattico. Info: tel. 0564 LE SAGRE 30 marzo>2 aprile ? Grosseto ?TIPICO, ECCELLENZE DI MAREMMA? Appuntamento fieristico con stand dove si potranno gustare ed acquistare prodotti locali, allestiti nel centro storico e nell?area esterna intorno alle Mura Medicee 7-8 aprile ? Sinalunga | Val di Chiana SAGRA DEL CIAMBELLINO Degustazioni e musica in onore del classico dolcetto pasquale dalle ore 15.00. Info: tel. 0577 663709 - 339 5718800 | www.rigomagno.it 20-21-22 aprile ? Castel del Piano XXX MOTORADUNO DELLE FRITTELLE Motoraduno nazionale d?eccellenza ?delle frittelle?. Info: sito www.motoclubcasteldelpiano.it 21-22 e 24-25 aprile ? Pereta (Magliano in Toscana) SAGRA DEL LUNGHINO Manifestazione gastronomica che si svolge in concomitanza e nel contesto della Festa di San Marco, nel Centro storico (ex asilo parrocchiale). Ormai più che radicate le celebrazioni trovano il loro momento centrale, la mattina del 25 aprile (dopo una solenne funzione liturgica nella Chiesa di Santa Maria), nella processione che si snoda lungo le strade interne del paese fino a Porta Senese con i Simulacri di San Marco (la statua raffigurante, la Reliquia e lo stendardo) e della Madonna, accompagnati dal Corpo bandistico. All?alba sono in molti che partecipano all?altra Processione, quella alla Crocina secondo l?antica tradizione ?Andare a ricevere San Marco?. Tra le altre iniziative messe a punto nei diversi giorni di festa, dal Comitato Festeggiamenti e dal Comitato ?I 4 Scudi?, con il patrocinio del Comune di Magliano in Toscana, abbiamo appunto la tradizionale Sagra del Lunghino. Completano il quadro degli appuntamenti concerti, intrattenimenti musicali, serate danzanti e via di seguito. Da segnalare anche un mercatino enogastronomico artigianale per le vie del borgo organizzato dall?Associazione Pro Loco I 4 Scudi Pereta. Info e prenotazione: Eros 338 8846921 20-21-22-24-25-27-28-2930 aprile / 1° maggio ? Riotorto (Piombino - Li) 47° SAGRA DEL CARCIOFO Manifestazione gastronomica presso il Parco Comunale di Riotorto denominato La Pinetina. Il carciofo, nella sua qualità ?carciofo violetto? è un prodotto tipico della zona ed è l?autentico protagonista di questa kermesse, insieme ad altre specialità culinarie. Si tratta di uno degli appuntamenti primaverili più tradizionali e consolidati nel variegato panorama delle manifestazioni enogastronomiche e folkloristiche che, in questo periodo dell?anno, fioriscono un po? ovunque sulla Costa degli Etruschi e nella Maremma toscana. La manifestazione è curata dall?Associazione cultura e spettacolo di Riotorto, con il patrocinio del Comune di Piombino e della Circoscrizione di Riotorto. Strategicamente disposto al centro del sistema territoriale della Val di Cornia e del golfo di Follonica, Riotorto è un piccolo e caratteristico borgo tra il mare e la collina, a ridosso del Parco di Montioni e a due passi dalle spiagge della Sterpaia. In queste terre vengono coltivati molti prodotti di qualità, come appunto il carciofo, protagonista indiscusso della rassegna gastronomica primaverile insieme ad altre specialità della cucina locale: carni alla griglia, formaggi, vini Doc e dolci tipici. Per questo, la sagra rappresenta un momento di sintesi tra le istituzioni locali, i volontari che collaborano all?organizzazione, la collettività rurale e il mondo produttivo: una proposta perfettamente inserita nel suo contesto ambientale e in un più ampio percorso di valorizzazione dell?identità storica locale, oltre che del turismo rurale e naturalistico. Oltre che per un ottimo servizio ristorante, la sagra è famosa per le sue feste da ballo con musica dal vivo. Servizio Ristorante, orario di apertura: feriali ore 19, festivi ore 12 e ore 19. Ogni sera e il pomeriggio dei giorni festivi, ballo liscio con musica dal vivo. Info 388 1406084 ? 0586 889111 25 aprile>1 maggio ? Sorano FESTA DELLA PRIMAVERA Nei vicoli del suggestivo borgo sarà allestita la Mostra Mercato con numerosi espositori. A disposizione un fornito stand gastronomico presso i locali della Sagra in piazza del Comune proporrà piatti e prodotti tipici locali e le serate saranno allietate da musica dal vivo. L?organizzazione è a cura dell?Associazione Giovani Capaccioli con il patrocinio del Comune e la Pro Loco di Sorano. ?La celebrazione della primavera, nonché festa augurale per un buon raccolto ? spiegano gli organizzatori ?, è la ricorrenza più antica sul nostro territorio. Di origini pagane il suo ricordo si perde nella notte dei tempi della cultura contadina. Oggi, l?associazione vuole riproporre con forza questo bagaglio di tradizioni e radici culturali che rischierebbe altrimenti di essere assorbito e forse dimenticato dalla civiltà moderna. Con queste premesse nasce a Sorano per la prima volta nel 2009 la Festa di Primavera, al destarsi degli odori della bella stagione per rivivere l?allegra atmosfera dei festeggiamenti delle campagne, gustando antichi sapori e bevande sublimi. Non potete mancare...?. Info: www.soranoinfesta.com intorno al 25 aprile ? Montemerano (Manciano) FESTEGGIAMENTI DI SAN GIORGIO Tradizionali festeggiamenti, in onore di San Giorgio, con stand gastronomici ed iniziative varie a cura della Pro Loco Montemerano primi di maggio ? Fonteblanda (Orbetello) FESTA DELLA BISTECCA E DELLA POLENTA Manifestazione gastronomica organizzata dalla Associazione Sportiva Dilettantistica Fonteblanda, presso il campo sportivo. La festa vede protagoniste bistecche alla fiorentina e polenta locale al ragù o al cinghiale. Non mancheranno ovviamente altre specialità locali, mentre il tutto sarà accompagnato dai vini del territorio. Gli stand gastronomici sono aperti tutte le sere a cena dalle 19.30 e di domenica anche a pranzo dalle 12.30. L?AGENDA ? 93 L?AGENDA Torna ?Arte in Piscina?. E non mancano le novità! Dopo il successo dello scorso anno torna l?originale manifestazione artistica chiamata ?Arte in Piscina in Maremma?, ospitata nei giorni 28 e 29 aprile nell?agriturismo Il Marciatoio situato tra Scansano e Pomonte, in provincia di Grosseto. L ?iniziativa vede tra gli organizzatori Enrico Porfiri titolare dell?agriturismo, Patrizio Avella scrittore e artista con il supporto di ?Edizioni Il Foglio? rappresentato dall?editore Gordiano Lupi. Novità di quest?anno sarà il primo Concorso Nazionale Letterario e Arti- stico ?Il Callistemo? ? organizzato dall?Associazione Culturale Il Foglio Letterario di Piombino ? con la presidenza in giuria dell?artista maremmano Antonio Chessa e del grafico e scrittore Sacha Naspini. L?idea è quella di promuovere un percorso artistico per contribuire in modo significativo a confrontare e mettere alla prova la potenzialità insita nell?immenso patrimonio storico artistico della Maremma. Per questo motivo gli artisti sono invitati a proporre un?opera (letteraria e/o artistica con tecniche grafiche e pittoriche, discipline plastiche e scultoree) che abbia come tema: ?Il mio paesaggio?. La scadenza per l?invio dei lavori è fissata al 10 aprile 2018. All?evento Arte in Piscina parteciperanno quest?anno: Antonio Chessa, pittore e scultore; Stella, pittrice di ceramica; Bruno Panebarco, artista, musicista, pittore, scrittore; Ruggero Giuliani, architetto; Daniela Cappellini, pittrice, illustratrice; Veronica Chessa, pittrice; Patrizio Avella, romanziere, pittore e 94 ? Maremma Magazine ? Aprile 2018 poeta; Gordiano Lupi, editore, autore Il programma proporrà sabato sera 28 aprile alle 19.30, presso il Caffe Letterario ?Il Callistemo? la presentazione del libro ?La Grande Abbuffata? di Gordiano Lupi e Patrice Avella, incentrato sulla storia del Cinema italiano e della gastronomia delle regioni del Bel Paese. Sarà una serata letteratura e degustazione gastronomica con menù a tema (Sardegna) dello Chef Fiorella. Prenotazione obbligatoria presso l?Agriturismo al numero 339 6618855. Altro appuntamento gastronomico domenica 29 aprile alle 12.00 con in questo caso menù Maremmano Doc sempre dello Chef Fiorella. Anche qui è obbligatoria la prenotazione presso l?Agriturismo al numero 339 6618855. Sempre nella giornata di domenica seguirà alle 14.00 presso il Caffé Letterario ?Il Callistemo? la presentazione del nuovo libro di Massimo Granchi ?La Bellezza Mite?, Edizioni Il Foglio Letterario. Al termine spazio alla premiazione del Concorso Nazionale ?Premio Callistemo?. Info: Agriturismo ?Il Marciatoio? Ristorante ?Callistemo?, loc. Bivio Aquilaia - 58054 Scansano, tel. 339 6618855, www.ilmarciatoio.com - info@ilmarciatoio.com 905008 ? Porto Ercole - La fortezza a picco sul mare Un percorso su sentiero a picco sul mare e circondati dai profumi intensi della primavera mediterranea alla scoperta di Forte Filippo di Porto Ercole, uno dei Forti Spagnoli dell?antico Stato dei Presidi. Panorami a 360° sull?Argentario e sulla Laguna di Orbetello alla scoperta della particolare storia di questo piccolo Stato durato solo 200 anni. Un percorso alla portata di tutti, immersi nella natura meravigliosa con termine nello splendido borgo di Porto Ercole. Appuntamento: ore 10:30 o ore 14.30 Porto Ercole (GR). Mezza giornata, mattina o pomeriggio. Per tutti. A pagamento. Prenotazione obbligatoria. Info: tel. 327 4570748 ? 320 3149587 www.percorsietruschi.it/programma/ ? Porto Santo Stefano - ?La casa di camme? Nuova commedia della compagnia Li Bindoli con la regia di Mauro Cerulli presso la Sala Ex Onmi a Porto Santo Stefano. Info: tel. 0564810336 - cell. 3396930708 ? Punta Ala (Castiglione della Pescaia) - Regata Nazionale Snipe Manifestazione velica organizzata dallo Yacht Club Punta Ala nelle acque antistanti il porto. Info: tel. 0564 923232 | ycpa@ycpa.it | www.ycpa.it ? Santa Fior - Passa la banda Info: Pro Loco tel. 0564 977142; Comune di Santa Fiora tel. 0564 965303 ? San Vincenzo (Li) - Palio della Costa Etrusca Manifestazione folkloristica, alla 12esima edizione, che vede sfidarsi, come da copione, gli otto comuni-contrade del litorale (Bibbona, Campiglia Marittima, Castagneto Carducci, Cecina, Piombino, Rosignano Marittima, San Vincenzo e Suvereto) rappresentati dai migliori fantini del circuito paliesco come Tittia, Brio, Scompiglio, Brigante, Gingillo e molti altri in groppa a cavalli mezzosangue montati a pelo. Programma: La Giostra della Quintana: dalle ore 15 sulla pista da corsa del Palio, si terrà la Giostra della QUINTANA con 8 cavalieri abbinati agli 8 comuni della Costa Etrusca, 4 batterie per la prima tornata, 2 per la seconda e finale | Esibizioni a Cavallo. Pista del Palio Ingresso Gratuito. Evoluzioni del Cavaliere-Acrobata Thomas Giampieri che nel 2016 ha partecipato al Golden Gala alla Fiera di Verona. Sfilata di 50 cavalli sul percorso di gara coordinata dal Gruppo Equestre di San Vincenzo. Info: www.paliodellacostaetrusca.com DOMENICA 15 APRILE ? Castiglione della Pescaia - Giornate Europee dello Sport Sport, cultura, natura, gastronomia. Cartellone di eventi a cura del Comune di Castiglione della Pescaia. Programma: Località Ampio - Castiglione della Pescaia: Passeggiata Nordic Walking (Mulino di sotto-Mulino di sopra) | Castiglione della Pescaia: Gara di ciclismo (8° Trofeo del donatore AVIS) | Punta Ala: Gara di Golf Coppa WIRESTUDIO GROSSETO ? Grosseto - ?La voce di ogni strumento? Stagione musicale alla sesta edizione organizzata da Reggimento Savoia Cavalleria (3°), Ce.Mi.Vet. e Aeronautica militare 4° Stormo Caccia Intercettori con il patrocinio di Comune di Grosseto, Club Lions ?Aldobrandeschi? di Grosseto, con la direzione artistica di Gloria Mazzi. Programma: ore 17.30 Teatro Moderno ? Concerto sinfonico Orchestra Sinfonica ?Città di Grosseto?, Solisti Vincitori del Concorso Internazionale ?Piero Cappuccilli?, Lucia Golini soprano, Corale G. Puccini di Grosseto, Ensemble Polifonico P. da Palestrina di Grosseto, Corale Madrigalisti di Magliano, Corale Ager Cosanus di Orbetello, Corale Santa Cecilia di Castiglione della Pescaia. Direttore Lorenzo Castriota Skanderbeg. Musiche di L. V. Beethoven 9 sinfonia. Biglietti in prevendita (10? + 1? prevendita) presso Rockland (Via de?Barberi, 108 ? Grosseto) tutti i pomeriggi dalle 16.00 alle 19.00. Il ricavato sarà devoluto alle associazioni AISM, ADMO, AVIS e La Farfalla. Info 339 7960148 e-mail: lavocediognistrumento@gmail.com ? Grosseto - Non ci resta che ridere 2018 Festival di teatro comico (? e tragicomico) della Città di Grosseto, alla decima edizione, organizzato da FITA Federazione Italiana Teatro Amatori di Grosseto, Labo- ratorio teatrale Ridi Pagliaccio in collaborazione con il Comune di Grosseto, con la direzione artistica di Giacomo Moscato, presso il Teatro degli Industri. Programma: ore 17.00 ?LA PALLA AL PIEDE? di Georges Feydeau, adattamento e regia di Sandra Parisi e Paolo Banfi, a cura della Compagnia ?La Prova Generale? di Ribolla. «La ?palla al piede? è una cantante di operetta (Lucette Gautier) alla quale l?amante (Fernand Bois-d?Enghien) non riesce a confessare di essere in procinto di convolare a nozze. E la confessione si farà sempre più ardua allorché il ?quasi marito? scoprirà che la ?quasi sposa? ha organizzato, in occasione della stipula del contratto matrimoniale, una festicciola per allietare la quale ha chiamato ad esibirsi nientemeno che Lucette Gautier». Info: tel. 333 6140794, mail info@ridipagliaccio.it, sito internet: www.ridipagliaccio.it ? Grosseto ? Calendario Eventi Musicali Cartellone unico di tutti gli eventi dedicati alla musica classica, e non solo, del nostro territorio a cura del Comune di Grosseto in collaborazione con la Fondazione Grosseto Cultura. Programma: La voce di ogni strumento CONCERTO SINFONICO - Teatro Moderno ore 17:30 Ingresso a pagamento (biglietto unico ?10,00) - Ludwig van Beethoven - Sinfonia n. 9 - Orchestra Sinfonica Città di Grosseto, dir. Lorenzo Castriota Skanderberg. Info: tel. 0564 453128 ? Massa Marittima - Parole & Voci Festival di lettura scenica organizzato dall?associazione Liber Pater. Un evento particolare che coinvolge vari spazi al chiuso e all?aperto e comprende una serie di iniziative rivolte a lettori o ascoltatori di ogni età. Programma: mattino - Bar cittadini - Colazione con letture | pomeriggio Biblioteca Comunale G. Badii - Contest lettura scenica 10 lettori alle prese con l?autore. Info: www.associazioneliberpater.com - www.paroleevoci.it. Contatti: mail associazioneliberpater@gmail.com, paroleevoci@gmail.com ? Montemerano (Manciano) - Domeniche di Primavera Fuori Porta Visite guidate domenicali organizzate dalle guide turistiche aderenti a ConfGuide Confcommercio Grosseto, presiedute da Fabiola Favilli. Prenotazioni: alla Guida che accompagna in ogni singolo evento. Programma: Montemerano. Guida: Anna Bardelli, tel. 349 6116276. Costo: 7?. Ore 15, durata 2.30 circa. Info: tel. 0564 470111 ? Porto Santo Stefano - ?La casa di camme? Nuova commedia della compagnia Li Bindoli con la regia E di Mauro Cerulli presso la Sala Ex Onmi a Porto Santo Stefano. Info: tel. 0564810336 - cell. 3396930708 ? Pitigliano - Tra tufo e benessere Primo raduno automobilistico a cura del club Alfa Romeo Spider Duetto in piazza della Repubblica. ? Punta Ala (Castiglione della Pescaia) - Regata Nazionale Snipe Manifestazione velica organizzata dallo Yacht Club Punta Ala nelle acque antistanti il porto. Info: tel. 0564 923232 | ycpa@ycpa.it | www.ycpa.it ? Roccastrada - Teatro dei Concordi - Stagione teatrale 2018 Cartellone di spettacoli promosso dall?Amministrazione Comunale, in collaborazione con Ad Arte e la Fondazione Toscana Spettacolo, presso il Teatro dei Concordi (via Roma, 53) (ore 21). Programma: Mario Perrotta in Odissea, spettacolo accompagnato dalle musiche dal vivo di Mario Arcari, oboe, clarinetto e batteria e Maurizio Pellizzari, chitarra e tromba. Info: tel. 0564 564086 (Teatro dei Concordi), 0564 561111 (Comune di Roccastrada) / 339 6003489, 320 5642070, 320 1430530 e 389 5249091 ? Santa Fior - Passa la banda Info: Pro Loco tel. 0564 977142; Comune di Santa Fiora tel. 0564 965303 ? San Vincenzo (Li) - Palio della Costa Etrusca Manifestazione folkloristica, alla 12esima edizione, che vede sfidarsi, come da copione, gli otto comuni-contrade del litorale (Bibbona, Campiglia Marittima, Castagneto Carducci, Cecina, Piombino, Rosignano Marittima, San Vincenzo e Suvereto) rappresentati dai migliori fantini del circuito paliesco come Tittia, Brio, Scompiglio, Brigante, Gingillo e molti altri in groppa a cavalli mezzosangue montati a pelo. Programma: ore 10:30 sfilata della Fanfara dei Bersaglieri per le vie del centro di San Vincenzo | ore 14:30 apertura della Manifestazione con la sfilata sul percorso di gara dei Gonfaloni degli 8 Comuni che si contenderanno la vittoria del XII Palio della Costa Etrusca e saranno accompagnati dalla Filarmonica G. Verdi di San Vincenzo ed infine esibizione della Fanfara dei Bersaglieri | ore 15:00 Batterie Palio (4 in tutto) Ad ogni batteria parteciperanno 8 cavalli di razza mezzosangue montati a pelo e i primi 2 classificati accederanno alla Finale (quindi ad 8 cavalli) abbinati per estrazione agli 8 Comuni partecipanti al Palio della Costa Etrusca: San Vincenzo, Piombino, Suvereto, Campiglia, Castagneto, Bibbona, Cecina, Rosignano | ore 17:00 Corsa delle Amazzoni: correranno 8 Amazzoni con cavalli di razza mezzosangue montati a sella. Premiazione | ore 17:30 ingresso in pista e sfilata di VARENNE - Il Capitano il più grande trottatore di tutti i tempi che ha battuto i più grandi Campioni Americani, Svedesi, Finlandesi, Canadesi e Francesi. La sua storia continua a 23 anni come Stallone e regalandoci bellissimi puledri che stanno vincendo in tutti i principali Ippodromi del mondo | ore 18:00 FINALE DEL ?PALIO? Premiazione per il Fantino e il Comune Vincitori sulle note dell?inno di Mameli Eseguito dalla Fanfara dei Bersaglieri. Info: www.paliodellacostaetrusca.com ? Vulci - Parco Archeologico Naturalistico di Vulci Per il ciclo ?CineMoving?. Itinerario di interesse naturalistico, e storico-archeologico all?interno del Parco Archeologico Naturalistico di Vulci, Patrimonio dell?Unesco. A pagamento con Guida Ambientale Escursionistica. Info: Carla Pau tel. 340 6933470 ? Vulci (Montalto di Castro/VT) - Pasqua Dove la Storia incontra la Natura Mezza giornata per scoprire le meraviglie di Vulci, il parco archeologico naturalistico dove la Storia si mescola alla bellezza della Maremma. Appuntamento: ore 10:30 o 14.30 Vulci (Montalto di Castro/VT). Mezza giornata, mattina o pomeriggio. Per tutti. A pagamento. Prenotazione obbligatoria. Info: tel. 327 4570748 ? 320 3149587 www.percorsietruschi.it/programma/ MARTEDÌ 17 APRILE ? Grosseto ? Calendario Eventi Musicali Cartellone unico di tutti gli eventi dedicati alla musica classica, e non solo, del nostro territorio a cura del Comune di Grosseto in collaborazione con la Fondazione Grosseto Cultura. Programma: Festival Chitarristico Giannetti - DUE CHITARRE E UN VIAGGIO - Convento delle Clarisse ore 21:15. Ingresso a pagamento (biglietto unico ? 8,00) ? Roberto Masini, Simona Costantino (chitarre). Info: tel. 0564 453128 ? Grosseto - Stagione Teatrale Grossetana 2017/2018 Cartellone di spettacoli organizzato dall?Amministrazione Comunale di Grosseto, in collaborazione con la Fondazione Toscana Spettacolo, presso il Teatro Moderno e il Teatro degli Industri. Programma: Teatro degli Industri NAPULE E? ...N?ATA STORIA da Eduardo De Filippo e Pino Daniele MARIANGELA D?ABBRACCIO, regia e immagini: Consuelo Barilari, aiuto regia: Alice Fratarcangeli, con: Musica da Ripostiglio. Luca Pirozzi chitarra e Follonica, il Trescone colpisce ancora! d ecco di nuovo sul palco del Teatro Fonderia Leopolda la storica festa del Liceo scientifico ?Carlo Cattaneo? di Follonica nella sua seconda edizione amarcord, ancora capitanata dal mitico professor Antonio Vella! Tutti al Teatro Fonderia Leopolda il 13 aprile. Che il Trescone non fosse un evento ?non usuale? era già noto, specialmente a quei liceali che ne hanno dipinto la storia in modo indelebile, ma che ancora oggi, nel 2018, lo spettacolo avesse bisogno addirittura di una replica, beh?questo non era proprio così scontato! Ed ecco che quindi, dopo il grande successo a dicembre di ?Il Trescone 40 anni dopo?, una serata scoppiettante fatta di risate, balletti, abbracci, canzoni e ricordi, il gruppo del Trescone ripropone lo spettacolo, con qualche variazione e novità, per venerdì 13 aprile alle ore 21 al Teatro Fonderia Leopolda. Le prove fervono, l?organizzazione è in atto? uno spettacolo, in parte rinnovato, che farà di nuovo breccia nei cuori di quei ragazzi del liceo, e non solo! E naturalmente sarà una nuova serata di beneficenza: tra l?altro la serata di dicembre ha avuto un grande riscontro ed il 21 marzo scorso, in sala consiliare, alla presenza del sindaco Benini e dell?assessora Catalani, Il Vella e il Bertocci (Riccardo? altra anima dello spettacolo) a nome di ?artisti? e ?pubblico?, hanno consegnato un defibrillatore al Liceo Carlo Cattaneo, che la Dirigente scolastica Annarita Borelli ha ricevuto con grande piacere. E quindi tutti al teatro, per nuove risate, nuovi ricordi e nuova raccolta di beneficenza. Prevendita dei biglietti, numerati, già in corso alla Proloco. L?AGENDA ? 95 L?AGENDA voce- Luca Giacomelli chitarre elettriche Raffaele Toninelli contrabbasso - Emanuele Pellegrini percussioni, Gianluca Casadeifisarmonica, direttore di scena: Maurizio Orefice, sarta: Umberta Burroni, organizzazione: Gianluca De Pasquale, produzione: Schegge di Mediterraneo/Festival dell?Eccellenza femminile. Durata: 1h 40?. Info: Teatro degli Industri, via Mazzini 101/103, Grosseto, tel. 0564.21151 www.comune.grosseto.it; Teatro Moderno, via Tripoli 33/35, Grosseto, tel. 0564.22429 www.teatromodernogrosseto.it ? Grosseto - UNITRE Grosseto Conferenza dei dottori Paola Pasqualini e Franco Simoni sul tema ?Il cuore e i suoi problemi: come evitarli?, presso la Sala Corsi Unitre, via Garibaldi, ore 18:00. Info: tel. 377 4275826 ? Massa Marittima - Parole & Voci Festival di lettura scenica organizzato dall?associazione Liber Pater. Un evento particolare che coinvolge vari spazi al chiuso e all?aperto e comprende una serie di iniziative rivolte a lettori o ascoltatori di ogni età. Programma: sera - Biblioteca Comunale G. Badii - A Tatti una parola in venti atti: pane, acqua, aria lettura scenica a cura di Con-Tatti. Info: www.associazioneliberpater.com www.paroleevoci.it. Contatti: paroleevoci@gmail.com, associazioneliberpater@gmail.com MERCOLEDÌ 18 APRILE ? Castiglione della Pescaia - Giornate Europee dello Sport Sport, cultura, natura, gastronomia. Cartellone di eventi a cura del Comune di Castiglione della Pescaia. Programma: Bozzone (Buriano): Gara di ciclismo (3^ prova del trittico Tommasini) ? Grosseto ? Calendario Eventi Musicali Cartellone unico di tutti gli eventi dedicati alla musica classica, e non solo, del nostro territorio a cura del Comune di Grosseto in collaborazione con la Fondazione Grosseto Cultura. Programma: Festival Chitarristico Giannetti - DALL?ARMENIA ALL?ARGENTINA - Convento delle Clarisse ore 21:15. Ingresso a pagamento (biglietto unico ? 8,00) - Duo Talisman (Laurent Boutros chitarra, Julieta Cruzado ballerina). Info: tel. 0564 453128 ? Grosseto - ?Che opera d?arte è l?uomo!? Ciclo di proiezioni ideato e curato da Fabio Sonzogni e promosso dal circolo di cultura cinematografica ?DieciMuse?, presente nella parrocchia dell?Addolorata. Otto le pellicole selezionate proiettate nella sala di comunità ?Agorà?, alla parrocchia dell?Addolorata, in via Papa Giovanni XXIII, a Grosseto, con inizio alle 20.30. Programma: ?Carnage? di Roman Polanski (Francia, Germania, Polonia, Spagna 2011). Info: tel. 348 658 3224, www.diocesidigrosseto.it ? Massa Marittima - Parole & Voci 96 ? Maremma Magazine ? Aprile 2018 Festival di lettura scenica organizzato dall?associazione Liber Pater. Un evento particolare che coinvolge vari spazi al chiuso e all?aperto e comprende una serie di iniziative rivolte a lettori o ascoltatori di ogni età. Programma: pomeriggio - Biblioteca Comunale G. Badii Lettura scenica a cura degli ospiti del Casa Circondariale di Massa Marittima | sera - Museo degli Organi antichi ? corso Diaz ? Echi di C Biondi e T. Hasbun lettura con musica a cura di Cinzia Biondi e Taisir Hasbun. Info: www.associazioneliberpater.com - www.paroleevoci.it. Contatti: paroleevoci@gmail.com, associazioneliberpater@gmail.com GIOVEDÌ 19 APRILE ? Grosseto - Chi scrive il futuro? Costruiamo insieme una società unita Ciclo di incontri curati dalla comunità Bahá??i, presso la biblioteca comunale Chelliana. Programma: ore 17.30 ?Chi scrive il futuro?? - Servire l?umanità e costruire una nuova civiltà. Testimonianze di giovani e conversazioni in gruppo. Info: 0564 488054-55, www.bahai.it, grosseto@bahai.it ? Grosseto - PIAZZE N(u)OVE Nove incontri per reinventare insieme i luoghi dell?incontro. Corso d?arte a cura di Clarisse Arte in collaborazione col Tirreno con il sostegno del Centro Commerciale Aurelia Antica - CAP58100 // Cantiere Arte Pubblica. Programma: Clarisse ore 17.30. Info: Clarisse Arte via Vinzaglio 27 - Grosseto tel. 0564 488067, www.clarissearte.it | Fondazione Grosseto Cultura via Bulgaria 21 ? Grosseto tel. 0564 453128, info@fondazionegrossetocultura.it ? Massa Marittima - Parole & Voci Festival di lettura scenica organizzato dall?associazione Liber Pater. Un evento particolare che coinvolge vari spazi al chiuso e all?aperto e comprende una serie di iniziative rivolte a lettori o ascoltatori di ogni età. Programma: pomeriggio - via Spinelli - Percorso naturalistico della Camilletta lettura en-plein-air in un percorso geo-naturalistico a cura dell?ass. Dire Fare. Info: www.associazioneliberpater.com - www.paroleevoci.it. Contatti: paroleevoci@gmail.com, associazioneliberpater@gmail.com VENERDÌ 20 APRILE ? Castel del Piano - XXX Motoraduno delle Frittelle Motoraduno nazionale d?eccellenza ?delle frittelle? (fino al 22 aprile). Info: www.motoclubcasteldelpiano.it ? Grosseto - Leggiamo e parliamone Conversazioni di psicologia a partire dalla lettura di un libro da un?idea di Franco Petrucci a cura di Metis - Associazione Grossetana Psicoterapeuti a Orientamento Psicoanalitico presso il Museo di Scienze Naturali, strada Corsini 5, h. 18-19.30. Programma: ?Un viaggio nella psi- che maschile?. A cura di Maria Erica Galaverna. Testo: Gli dentro dentro l?uomo (Bolen J.S. - Astrolabio ed.1994). A seguire un aperitivo. Info: segr. Metis - d.ssa Catarsi 349 1940821 ? Grosseto - PIAZZE N(u)OVE Nove incontri per reinventare insieme i luoghi dell?incontro. Corso d?arte a cura di Clarisse Arte in collaborazione col Tirreno con il sostegno del Centro Commerciale Aurelia Antica - CAP58100 // Cantiere Arte Pubblica. Programma: ore 11 Boschetto degli Artisti (stadio di baseball). Info: Clarisse Arte via Vinzaglio 27 - Grosseto tel. 0564 488067, www.clarissearte.it | Fondazione Grosseto Cultura via Bulgaria 21 ? Grosseto tel. 0564 453128, info@fondazionegrossetocultura.it ? Massa Marittima - Parole & Voci Festival di lettura scenica organizzato dall?associazione Liber Pater. Un evento particolare che coinvolge vari spazi al chiuso e all?aperto e comprende una serie di iniziative rivolte a lettori o ascoltatori di ogni età. Programma: sera - Biblioteca comunale G. Badii - Lettura scenica a cura del Laboratorio dello Spettacolo ? Follonica. Info: www.associazioneliberpater.com - www.paroleevoci.it. Contatti: paroleevoci@gmail.com, associazioneliberpater@gmail.com ? Pitigliano ? Classicamente 2018 Ciclo di incontri letterari alla undicesima edizione, promosso dal centro culturale Fortezza Orsini con la collaborazione della biblioteca comunale Zuccarelli, presso la stessa biblioteca Zuccarelli all?interno della Fortezza Orsini di Pitigliano. Programma: ore 17,30 Futurismo e surreale nel ?900 da Marinetti a Bergonzoni - a cura di Emilio Celata e Elisabetta Peri SABATO 21 APRILE ? Alberese (Grosseto) - Parco della Maremma, Cala di Forno Una giornata immersi nel verde della pineta Granducale, con un percorso panoramico che ci porterà ad attraversare i Monti dell?Uccellina fino al cuore segreto del Parco della Maremma: la spiaggia di Cala di Forno. Appuntamento: ore 9.30 Alberese (GR). Tutto il giorno. Adatta a tutti. A pagamento. Prenotazione obbligatoria. Info: tel. 327 4570748 ? 320 3149587 ? Castel del Piano - XXX Motoraduno delle Frittelle Motoraduno nazionale d?eccellenza ?delle frittelle? (fino al 22 aprile). Info: www.motoclubcasteldelpiano.it ? Castiglione della Pescaia - Giornate Europee dello Sport Sport, cultura, natura, gastronomia. Cartellone di eventi a cura del Comune di Castiglione della Pescaia. Programma: Punta Ala: Gara di Golf ?TROFEO BRETAGNA TOUR? ? Grosseto - 40° Fiera del Madonnino I MERCATINI ogni martedì, mercoledì, giovedì e sabato ? Grosseto MERCATINO DI CAMPAGNA AMICA - FILIERA CORTA Mercato di prodotti locali delle aziende agricole del territorio, promosso da Coldiretti. Location: ogni giovedì dalle ore 8.00 alle ore 13.00, nel Chiostro di San Francesco in Piazza San Francesco; ogni mercoledì e sabato dalle ore 8 alle ore 13 nel cortile del Sacro Cuore; ogni martedì e sabato dalle ore 8 alle ore 13 in via Roccastrada; ogni giovedì dalle ore 8 alle ore 13 presso il cortile della Chiesa del Cottolengo ogni martedì, giovedì e sabato ? Grosseto MERCATO CONTADINO DELLA MAREMMA Mercato rionale promosso da CIA GROSSETO, che offre al consumatore la possibilità di acquistare i prodotti tipici della Maremma di alta qualità. Gli appuntamenti si svolgono il martedì a Barbanella (Parcheggio della Fondazione Il Sole in viale Uranio), il giovedì a Gorarella (piazza Donatello, tra via Giotto e Viale Michelangelo) e il sabato nel quartiere ?Cittadella? (parcheggio via Svizzera/via Repubblica Dominicana), sempre con orario 7.00-13.30. Info: tel. 0564 462257 - 0564 452398 ogni giovedì ? Grosseto MERCATO SETTIMANALE DELLA CITTÀ Consueto mercato settimanale in via Ximenes e p.zza del Mercato - ore 7.30-13.30 ogni venerdì ? Follonica MERCATO SETTIMANALE Consueto mercato settimanale presso l?area mercatale appositamente ideata e costruita all?interno del Parco Centrale. tutti i fine settimana (sabato e domenica) ? Grosseto LO SBARAZZO Mercatino del collezionismo, del piccolo antiquariato, della rigatteria, oggetti usati, giocattoli, cartoline, monete, franco- Nella foto il Centro Fiere a Braccagni (Grosseto) cornice dal 21 al 25 aprile della 40esima edizione della Fiera del Madonnino bolli, trenini, stampe, sorpresine, opere del proprio ingegno in programma a Grosseto presso la piazzetta della Fondazione Il Sole ONLUS via Uranio 40 (zona Verde Maremma), ogni sabato e domenica del mese da settembre a maggio. Info: tel. 380 1939415 7-8 aprile ? Orbetello ?ORBETELLO ANTIQUARIA? Consueto mercatino dell?antiquariato, modernariato, oggettistica e collezionismo vario per le vie del centro storico, dalle ore 10:00 alle ore 20:00. Info: Pro Loco Lagunare di Orbetello tel. 0564 860447 7-8 aprile ? Piombino (Li) MERCATINO Mercatino di artigianato, antiquariato, collezionismo organizzato da Artingegno - Arti e Mestieri in Centro. Orario 8/20. Info: tel. 339 6234723 347 8709729, www.artingegno.biz 8 aprile ? Grosseto ?GROSSETO SHOPPING? Consueto mercato della seconda domenica del mese (tutti i mesi con esclusione dei mesi di maggio luglio agosto dicembre) degli ambulanti in piazza Esperanto dalle 8.00 alle 13.00, a cura di ANVA-Confesercenti. Info: tel. 0564 43881 14-15 aprile ? Marina di Grosseto MAREMMA ANTIQUARIA Consueto mercatino di antiquariato, artigianato e collezioni- smo a cura di Confesercenti che si svolge il terzo fine settimana (da aprile a settembre) in via XXIV Maggio e via Cadorna dalle 8.00 alle 20.00. Info: tel. 0564 438815 ? 328 4112702 14-15 aprile ? Porto Ercole MERCATINO DELL?ANTIQUARIATO E DELL?ARTIGIANATO Mercatino dell?antiquariato e dell?artigianato organizzato dall?associazione ?Volo Magico? con il patrocinio del Comune di Monte Argentario. Info: sulla pagina Facebook e sul sito www.volomagico.it 14-15 aprile ? Campiglia M.ma (Li) SOFFITTA IN PIAZZA Mercatino dell?antiquariato 21 aprile ? Grosseto ?L?ANGOLO DEL COLLEZIONISTA? ?Mercatino? del collezionismo per collezionisti e non?! organizzato da Siena ?90, in Piazza Dante. Info: tel. 0577 281619 329 3538656, sito Internet www.siena90.it 21-22 aprile ? Follonica MERCATINO Mercatino di artigianato, antiquariato, collezionismo organizzato da Artingegno - Arti e Mestieri in Centro. Orario 8/20. Info: tel. 339 6234723 - 347 8709729, www.artingegno.biz 21-25 aprile ? Grosseto 40° FIERA DEL MADONNINO Classico appuntamento di pri- mavera promosso da GrossetoFiere, presso il Centro Fiere in loc. Madonnino (Braccagni). Orario 9,00-18,00. Info: tel. 0564 418783 - www.grossetofiere.it 21-22 e 24-25 aprile ? Pereta (Magliano in Toscana) MERCATINO ENOGASTRONOMICO ARTIGIANALE In occasione della Sagra del Lunghino di Pereta l?Associazione Pro Loco I 4 Scudi Pereta organizza un mercatino enogastronomico artigianale per le vie del borgo. Info e prenotazione: Eros 3388846921 25 aprile>1° maggio ? Sorano SORANO IN MOSTRA Nei vicoli del suggestivo borgo sarà allestita la Mostra Mercato con numerosi espositori nell?ambito della Festa della primavera organizzata dall?Associazione Giovani Capaccioli con il patrocinio del Comune e della Pro Loco di Sorano. 28-29 aprile ? Castiglione della Pescaia MERCATINO Mercatino di artigianato, antiquariato, collezionismo organizzato da Artingegno - Arti e Mestieri in Corso della Libertà. Orario 8/20. Info: tel. 339 6234723 - 347 8709729, www.artingegno.biz 28-29 aprile ? Castiglione della Pescaia ?CASTIGLIONE DA AMARE FESTA DELLE TRADIZIONI MAREMMANE? Mercato sul lungomare L?AGENDA ? 97 L?AGENDA C?è Beethoven per ?La Voce di ogni Strumento? La Voce di ogni Strumento, la bella rassegna diretta da Gloria Mazzi, dà appuntamento per domenica 15 aprile alle ore 17.30 presso il Teatro Moderno di Grosseto per ascoltare la Nona Sinfonia di Ludwig Van Beethoven. A d eseguire il capolavoro sinfonico beethoveniano sarà l?Orchestra Sinfonica ?Città di Grosseto? diretta dal Maestro Lorenzo CastriotaSkanderbeg. Il grande palcoscenico del Teatro Moderno ospiterà insieme all?orchestra L?Inno alla gioia, il cui testo musicato da Beethoven fu tratto da un?ode del poeta tedesco Friedrich Schiller, lancia ancora oggi il suo messaggio attuale esortando gli uomini a ritrovare valori di umanità, all?abbandono del male, alla fratellanza universale. cinque corali attive sul territorio: la Corale G.Puccini di Grosseto, l?Ensemble polifonico P. da Palestrina di Grosseto, la Corale Madrigalisti di Magliano, la Corale Ager Cosanus di Orbetello e la Corale Santa Cecilia di Castiglione della Pescaia, inoltre solisti saranno i vincitori del Concorso Internazionale ?Piero Capuccilli? e il soprano Lucia Golini. Dopo ben undici anni dalla sua ultima esecuzione a Grosseto, la celebre Sinfonia n. 9 in re minore, op. 125 per soli, coro e orchestra di Ludwig van Beethoven torna in cartellone all?interno del programma della Stagione musicale La Voce di ogni Strumento. Un evento imperdibile dunque e un?occasione per ascoltare una composizione monumentale nella produzione beethoveniana che fu dirompente e rivoluzionaria già per l?epoca in cui vide la luce, non solo per le sue voci e il coro finale con il meraviglioso Inno alla gioia, ma anche per vari aspetti, strutturali, formali e contenutistici legati alla scrittura del compositore. La Voce di ogni Strumento, rassegna diretta da Gloria Mazzi e organizzata con il patrocinio della Provincia di Grosseto, del Comune di Grosseto, della Fondazione Grosseto Cultura, della Proloco di Grosseto, il Savoia Cavalleria, il Centro Militare Veterinario, il 4° Stormo, il Lions Club Grosseto Aldobrandeschi, il Pasfa, Soroptimist, ASCOM, prosegue dunque il suo lavoro di diffusione dell?eccellenza musicale affiancandolo sempre a una concreta e significativa attività di solidarietà grazie alla sinergia con Associazioni come La Farfalla, AISM, ADMO e AVIS. Il ricavato di questo concerto infatti sarà devoluto proprio a queste associazioni. I biglietti per il concerto sono in vendita al costo di ? 10 (+ ? 1 di prevendita) tutti i pomeriggi dalle 16 alle 19 presso Rockland (Via de? Barberi 108, Grosseto). Info: tel. 339 7960148 e-mail: lavocediognistrumento@gmail.com | sito web https://lavocediognistrumento.it/ 98 ? Maremma Magazine ? Aprile 2018 Classico appuntamento di primavera promosso da GrossetoFiere, presso il Centro Fiere in loc. Madonnino (Braccagni) (fino al 25 aprile). Orario 9,00-18,00. Info: tel. 0564 418783 - www.grossetofiere.it ? Grosseto - Vittorio Sgarbi in Michelangelo Spettacolo organizzato da Ad Arte Spettacoli che porta arte e comicità in scena al Teatro Moderno. Prevendite: Circuito Box Office e on line www.boxol.it e www.ticketone.it ? Grosseto - TRESCONE A VEGLIA Incontri didattici sui balli della tradizione maremmana a cura dell?Archivio delle Tradizioni Popolari della Maremma e dell?Ass. Cult. ?Taranta? di Firenze presso il Circolo ARCI Khorakhanè ? Sala Spazio 72 in via Ugo Bassi, n. 62 Grosseto. Conferenza, documenti video, lezione di danza, cena e veglia a ballo. Programma: VI INCONTRO ? Il ballo pantomimico in Maremma. Il trescone [costo 15 ? + 15 ? della cena]. Info: date le piccole dimensioni della sala, si raccomanda di prenotarsi, lo stesso vale per la cena: Archivio Tradizioni Maremma: Paolo Nardini 338-3333098 ? Mail: p.nardini.59@gmail.com; Ass. Cult. Taranta: Pino Gala 347-5000000 ? Mail: taranta@taranta.it ? Marina di Grosseto - Cinquantenario della Delegazione della Maremma-Grosseto Convegno sul tema ?L?evoluzione delle eccellenze agroalimentari della Maremma nei cinquant?anni di vita della Delegazione? presso l?Hotel Terme Marine Leopoldo II. Programma: ore 16,00 Apertura dei lavori e saluti - Mauro Rustici, Delegato della Delegazione della Maremma ? Grosseto AIC Cinquant?anni di vita della Delegazione; Domenico Saraceno, Membro Centro Studi Territoriali Toscani AIC L?evoluzione delle materie prime e della ristorazione in provincia di Grosseto: le luci e le ombre; Graziana Grassini, Enologo La viticoltura maremmana del nuovo millennio; Valeria Cittadini, Capo Panel Test Olio d?oliva C.C.I.A.A. della Maremma e del Tirreno La qualità degli olii extravergine d?oliva nel territorio grossetano; Andrea Righini, Direttore Consorzio del Pecorino Toscano Dalla Maremma della transumanza alle eccellenze dei formaggi di oggi; Emilio Signori, Locanda La Luna - Tirli La capacità di cuochi e ristoratori di interpretare e valorizzare l?offerta gastronomica del territorio | ore 17,30 tavola rotonda ? TESTIMONIANZE SUL TEMA Partecipano produttori, ristoratori ed esperti di cucina | ore 18,30 Ruggero Larco, Direttore Centro Studi Territoriali Toscana - Accademia Italiana della Cucina Conclusioni | A seguire degustazione guidata delle eccellenze enogastronomiche della Maremma grossetana ? Massa Marittima - Parole & Voci Festival di lettura scenica organizzato dall?associazione Liber Pater. Un evento particolare che coinvolge vari spazi al chiuso e all?aperto e comprende una serie di iniziative rivolte a lettori o ascoltatori di ogni età. Programma: mattino - Bar cittadini - Colazione con letture; Aula Magna ITIS B. Lotti - Lettura con le scuole a cura delle Scuole medie e superiori | pomeriggio - Biblioteca Comunale G. Badii - Lettura scenica con Stefano De Sando | sera - Biblioteca Comunale G. Badii - L?avvelenatrice di E.E. Schmitt lettura scenica a cura di Liber Pater accompagnamento musicale degli allievi della Accademia di musica Omero Martini. Info: www.associazioneliberpater.com - www.paroleevoci.it. Contatti: paroleevoci@gmail.com, associazioneliberpater@gmail.com ? Montemerano (Manciano) ? Accademia del Libro Ciclo do incontri a cura dell?Accademia del Libro di Montemerano presso la Biblioteca di Storia dell?Arte (via del Bivio locali dell?ex asilo infantile). Programma: ore 17,30 Conversazione di Marco Ciancio Todaro Anarchia, follia e repressione. Anarchici internati nei manicomi d?inizio novecento. Introduce Giancarlo De Maria. ? Santa Fiora - ?È teatro? - Stagione Teatrale 2018 Cartellone di appuntamenti promosso dal Comune di Santa Fiora presso il Nuovo Teatro comunale di Santa Fiora in via San Rocco 13. Programma: ore 21.00 ?La regina crede di essere sola a Buckingham Palace?. Produzione Compagnia Teatrale Arcadia. Regia di Luca Visconti. Info: tel. 335 8401202 (dalle 11 alle 13 e dalle 17 alle 19) ? Torre Alfina (Vt) - Primavera nel Bosco delle Fate Camminando nei silenzi del Bosco Monumentale del Sasseto, sui sentieri fatati per scoprire paesaggi ricchi di magia, dove perderci per riscoprirci un po? bambini. Appuntamento: ore 10:00 Torre Alfina (VT). Tutto il giorno. Adatta a tutti. A pagamento. Prenotazione obbligatoria. Info: tel. 327 4570748 ? 320 3149587 www.percorsietruschi.it/programma/ DOMENICA 22 APRILE ? Castel del Piano - XXX Motoraduno delle Frittelle Motoraduno nazionale d?eccellenza ?delle frittelle? (fino al 22 aprile). Info: www.motoclubcasteldelpiano.it ? Castiglione della Pescaia - Giornate Europee dello Sport Sport, cultura, natura, gastronomia. Cartellone di eventi a cura del Comune di Castiglione della Pescaia. Programma: Vetulonia: Visita guidata gratuita alla scoperta del territorio | Punta Ala: Gara di Golf ?TROFEO COMITATO PER LA VITA? ? Grosseto - Hakuna Matata 365D/Year - Trekking 2017/2018 Passeggiando nella Maremma alla ri-scoperta delle nostre origini. Programma: Anello Montevitozzo / Montepenna. Info: 335 7030719, sito web www.hakunamatatagrosseto.com ? Grosseto - 40° Fiera del Madonnino Classico appuntamento di primavera promosso da GrossetoFiere, presso il Centro Fiere in loc. Madonnino (Braccagni) (fino al 25 aprile). Orario 9,00-18,00. Info: tel. 0564 418783 - www.grossetofiere.it ? Grosseto - GAVORRANO Vs. Alessandria Diciassettesima giornata del girone di ritorno del Campionato di Calcio Serie C Girone A, presso lo Stadio Comunale Olimpico ?Carlo Zecchini? ? Massa Marittima - Parole & Voci Festival di lettura scenica organizzato dall?associazione Liber Pater. Un evento particolare che coinvolge vari spazi al chiuso e all?aperto e comprende una serie di iniziative rivolte a lettori o ascoltatori di ogni età. Programma: A mattino - Bar cittadini - Colazione con letture | pomeriggio - Centro storico Massa Marittima - Lettura diffusa nel centro storico ?Outsiders? di Alfredo Accatino; Biblioteca comunale G. Badii - Incontro con Alfredo Accatino. Info: www.associazioneliberpater.com - www.paroleevoci.it. Contatti: paroleevoci@gmail.com, associazioneliberpater@gmail.com ? Orbetello - Argentario tra Pirati e Corsari Un?escursione adatta a tutti, in uno dei paesaggi più belli d?Italia. Difende la costa da Corsari e Pirati che per oltre 500 anni hanno battuto la zona. In bilico tra racconti e mare, saranno ascoltate le pietre della torre di Capo d?Uomo che parleranno del leggendario Khayar al-Dyn, il Barbarossa, che rapì la bella Marsilia per farne la favorita dell?harem del sultano Solimano il Magnifico. Appuntamento: ore 10:30 o 14.30 Orbetello (GR). Mezza giornata, mattina o pomeriggio. A pagamento. Prenotazione obbligatoria. Info: tel. 327 4570748 ? 320 3149587 www.percorsietruschi.it/programma/ ? Pitigliano - Raduno fiat 500 A cura del Fiat 500 Club Italia in piazza della Repubblica ore 8 ? Pitigliano - Città del Tufo in bicicletta Itinerari in bici alla scoperta della Toscana a cura del Gruppo Ciclistico Pitigliano ? Roccalbegna - Anello di Roccalbegna e Riserva degli Alberi Monumentali di Pescinello Itinerario attraverso uno degli angoli più selvaggi e ricchi di storia della Provincia di Grosseto, tra Amiata e Maremma. A pagamento con Guida Ambientale Escursionistica. Info: Carla Pau tel. 340 6933470 ? Talamone (Orbetello) - Domeniche di Primavera Fuori Porta Visite guidate domenicali organizzate dalle guide turistiche aderenti a ConfGuide Confcommercio Grosseto, presiedute da Fabiola Favilli. Prenotazioni: alla Guida che accompagna in ogni singolo evento. Programma: Talamone con visita della Rocca. Guida: Elena Innocenti, tel. 349 4745198. Costo: 7?. Ore 15, durata 2.30 circa. Info: tel. 0564 470111 LUNEDÌ 23 APRILE ? Grosseto - 40° Fiera del Madonnino Classico appuntamento di primavera promosso da GrossetoFiere, presso il Centro Fiere in loc. Madonnino (Braccagni) (fino al 25 aprile). Orario 9,00-18,00. Info: tel. 0564 418783 - www.grossetofiere.it MARTEDÌ 24 APRILE ? Grosseto - 40° Fiera del Madonnino Classico appuntamento di primavera promosso da GrossetoFiere, presso il Centro Fiere in loc. Madonnino (Braccagni) (fino al 25 aprile). Orario 9,00-18,00. Info: tel. 0564 418783 - www.grossetofiere.it MERCOLEDÌ 25 APRILE ? Castiglione della Pescaia - Giornate Europee dello Sport Sport, cultura, natura, gastronomia. Cartellone di eventi a cura del Comune di Castiglione della Pescaia. Programma: Punta Ala: Gara di Golf ?COPPA TREVI? ? Crete senesi - Escursione tra le crete al gusto di carciofo Itinerario di interesse naturalistico e storico attraverso le Crete senesi e sosta pranzo al gusto di carciofo! A pagamento con Guida Ambientale Escursionistica. Info: Carla Pau tel. 340 6933470 ? Grosseto - Hakuna Matata 365D/Year - Trekking 2017/2018 Passeggiando nella Maremma alla ri-scoperta delle nostre origini. Programma: Anello Pescina di Seggiano. Info: 335 7030719, sito www.hakunamatatagrosseto.com ? Grosseto - 40° Fiera del Madonnino Classico appuntamento di primavera promosso da GrossetoFiere, presso il Centro Fiere in loc. Madonnino (Braccagni) (fino al 25 aprile). Orario 9,00-18,00. Info: tel. 0564 418783 - www.grossetofiere.it ? Pitigliano - Paolo Orsini, dipingere per sopravvi- Sboccia la primavera nei Parchi della Val di Cornia partire dalle vacanze pasquali i Parchi e Musei della Val di Cornia hanno aperto al pubblico presentando grandi novità, inaugurate venerdì 30 marzo nel Parco archeologico di Baratti e Populonia, all?Acropoli, nel Parco archeominerario di San Silvestro, alla Rocca medievale, e al Museo archeologico di Piombino. Gli interventi realizzati all?Acropoli di Populonia sono decisamente importanti e hanno completamente cambiato l?impatto visivo e cognitivo dell?area archeologica: la ricostruzione dell?intero basamento di uno dei templi, la riapertura al pubblico di pavimenti musivi restaurati, la realizzazione di un nuovo percorso di visita che percorre le antiche mura della città, l?apertura di un sentiero che permetterà di rendere fruibili gli ambienti che ospitavano il Mosaico dei Pesci, esposto al Museo Archeologico di Piombino, nonché la ricostruzione di un importante edificio capannicolo di fine VIII sec. a.C., luogo di riunione dell?élite populoniese di epoca villanoviana, chiamata ?La casa del Re? per le evidenze relative all?atto di fondazione della città. Alla Rocca di San Silvestro è invece stato portato avanti un grosso progetto di restauro che consentirà di ampliare il percorso di visita all?interno del villaggio medievale; durante i lavori è stato realizzato anche un nuovo scavo archeologico curato dall?Università di Siena. Il mese di aprile vedrà, inoltre, la normali visite nei Parchi e Musei arricchirsi di alcuni appuntamenti rivolti a grandi e piccini. Tra questi, in particolare, domenica 29 aprile dalle ore 10 il Parco archeologico di Baratti e Populonia sarà la location del trailer del videogioco ?Mi Rasna ? Io sono etrusco?, pensato per valorizzare la ricchissima storia dell?antica Civiltà Etrusca; per l?occasione il parco sarà animato dai gruppi di rievocazione Antumniates e ANTICAE VIAE Svodales Mamartei. I visitatori avranno così l?occasione di fare un vero e proprio tuffo nel passato. Visite e eventi che danno dunque inizio alle aperture primaverili e che offriranno ai visitatori lo spunto per una vacanza? ?formato famiglia?. Informazioni e prenotazioni: tel. 0565 226445 ? prenotazioni@parchivaldicornia.it ? www.parchivaldicornia.it L?AGENDA ? 99 L?AGENDA vere, storia di un internato militare Apertura mostra presso la Chiesa San Michele ore 10 ? Pitigliano ? Presentazione Presentazione del libro Paolo Orsini, dipingere per sopravvivere, storia di un internato militare a cura di ANPI sezione Pitigliano alle 17.30. ? Sorano - Festa della Primavera Nei vicoli del suggestivo borgo sarà allestita la Mostra Mercato con numerosi espositori (fino al 1° maggio). Info: www.soranoinfesta.com GIOVEDÌ 26 APRILE ? Grosseto - Chi scrive il futuro? Costruiamo insieme una società unita Ciclo di incontri curati dalla comunità Bahá??i, presso la biblioteca comunale Chelliana. Programma: ore 17.30 ?Riflessioni sulla vita dello spirito? ? Camminiamo insieme sulla strada del servizio. Info: 0564 488054-55, www.bahai.it, grosseto@bahai.it ? Grosseto - In viaggio con l?archeologia 2017/2018 Itinerari originali e poco conosciuti per ?scoprire con l?aiuto di qualificati oratori e rinomati archeologi la nostra storia, viaggiare per ammirare quello non ancora visto e vivere insieme i nostri momenti di serena amicizia?. Calendario di iniziative a cura dell?Associazione Archeologica Maremmana. Programma: Grosseto, Palazzo della Provincia ore 16.00 - Conferenza: ?Spoleto da colonia latina a municipio. Gli edifici monumentali ed i reperti del museo?. Relatrice: Maria Angela Turchetti (Archeologa e Direttrice del Museo di Spoleto). Info: tel. 0566 88243 - 349 7749835, mail: assarcheomaremmana@virgilio.it ? Sorano - Festa della Primavera Nei vicoli del suggestivo borgo sarà allestita la Mostra Mercato con numerosi espositori (fino al 1° maggio). Info: www.soranoinfesta.com VENERDÌ 27 APRILE ? Grosseto - ?Sentieri di Giustizia ?18 - La bellezza della vita? Ciclo di incontri con tre testimoni per imparare che nessuno è irrecuperabile a cura della Caritas diocesana e della Diocesi di Grosseto - Sala Fondazione Il Sole, ore 21 Don Claudio Burgio ?Non esistono ragazzi cattivi? ? Santa Fiora - Canta Fiora Festival della musica e della cultura popolare (fino al 1° maggio). Info: Pro Loco tel. 0564 977142; Comune di Santa Fiora tel. 0564 965303 ? Sorano - Festa della Primavera Nei vicoli del suggestivo borgo sarà allestita la Mostra Mercato con numerosi espositori (fino al 1° maggio). Info: www.soranoinfesta.com 100 ? Maremma Magazine ? Aprile 2018 SABATO 28 APRILE ? Campiglia M.ma (Li) - Stagione Teatrale 2018 Rassegna di spettacoli organizzata con la direzione artistica dell?Associazione Nuovo Teatro dell?Aglio, in collaborazione con la Fondazione Toscana Spettacolo e il Comune di Campiglia M.ma, presso il Teatro dei Concordi via Aldo Moro, 1 (ore 21.00). Programma: CALLAS D?INCANTO Debora Caprioglio rielabora il mito della leggendaria cantante lirica di cui ricorrono i quarant?anni dalla morte attraverso il racconto di Bruna, la sua storica governante: uno spettacolo intenso e commovente. Info: tel. 0565/837028, sito internet www.comune.campigliamarittima.li.it, www.teatrodellaglio.org ? Castiglione della Pescaia - Giornate Europee dello Sport Sport, cultura, natura, gastronomia. Cartellone di eventi a cura del Comune di Castiglione della Pescaia. Programma: Punta Ala: Gara di Golf ?TROFEO RIGONI DI ASIAGO 2018? | Castiglione della Pescaia: Corsa dei carretti ? Castiglione della Pescaia - Corsa dei Carretti Castiglionesi Corsa di Carretti per le vie del centro con ostacoli e punteggi da accumulare organizzata dal Vespa Club e il Centro Commerciale Naturale di Castiglione della Pescaia, in Piazza Orto del Lilli. Info: tel. 339 7776382 ? Grosseto - Eventi al Museo - stagione 2018 Ciclo di iniziative culturali a cura del Museo di Storia Naturale della Maremma Strada Corsini, 5 Strada Corsini 5. Programma: ore 10: ?Natura in città? ? ?La natura delle Mura ? La biodiversità delle Mura Medicee di Grosseto? (evento a pagamento, necessaria la prenotazione). Info: tel. 0564 488571, www.museonaturalemaremma.it ? Grosseto ? MAREMMA. Festa della Tradizione Manifestazione organizzata dal Comune di Grosseto in collaborazione con la Pro Loco di Grosseto ed il Polo Liceale e Artistico al Teatro degli Industri in doppia rappresentazione: la mattina ore 10-12 riservata alle scuole; la sera ore 21-23 per il pubblico grossetano. Ingresso gratuito. La cultura tradizionale è, per l?intero territorio grossetano, il punto di riferimento di una cultura antica e fortemente radicata, che ha finito per dare una fisionomia particolare alle espressioni popolari (come il Maggio, le Befanate, i Canti popolari, la Poesia estemporanea ecc.) che ormai rappresentano l?intera Maremma e la fanno apprezzare, oltre che per i monumenti e per la storia, anche per il ?patrimonio immateriale? da considerarsi come un ?bene da salvaguardare e promuovere? perché ha caratterizzato il tessuto sociale ed umano della gente maremmana. Torna per il secondo anno consecutivo, dopo il grande successo di pubblico, la manifestazione ?MAREMMA. Festa della tradizione?. Sul palco si alterneranno gruppi di riproposta del canto popolare insieme a personaggi di spettacolo fino alle nuove espressioni musicali della comunicazione giovanile ed inoltre studenti e giovani attori che interpretano la tradizione della Maremma nella letteratura e nella poesia. La coreografia video grafica e gli allestimenti saranno a cura del Polo Artistico Bianciardi. L?iniziativa proposta dedicherà la mattinata al pubblico delle scuole , mentre la serata sarà rivolta ai cittadini di Grosseto. ? Montemerano (Manciano) ? Accademia del Libro Ciclo do incontri a cura dell?Accademia del Libro di Montemerano presso la Biblioteca di Storia dell?Arte (via del Bivio locali dell?ex asilo infantile). Programma: ore 17,30 Conversazione di Vittorio Sabadin. Il mistero dei cerchi nel grano ? Pitigliano - Torneo Città del Tufo Stadio Vignagrande, categoria ragazzi 2007/2010 usd Aurora Pitigliano. ? Pitigliano - Appuntamenti ai Musei civici e archeologici della civiltà etrusca e al Parco Alberto Manzi Escursioni naturalistico culturali e trekking urbano ? Santa Fiora - Canta Fiora Festival della musica e della cultura popolare (fino al 1° maggio). Info: Pro Loco tel. 0564 977142; Comune di Santa Fiora tel. 0564 965303 ? Scansano - Arte in Piscina Evento artistico alla seconda edizione presso l?agriturismo Il Marciatoio in loc. Pomonte. Programma: ore 14.00 inaugurazioni; ore 19.30 Caffe Letterario ?Il Callistemo? Presentazione del libro La Grande Abbuffata di Gordiano Lupi e Patrice Avella. Presentazione della storia del Cinema italiano e della storia della gastronomia delle regioni italiane. Seguirà una serata letteratura e degustazione gastronomica. Menù col tema della Sardegna dallo Chef Fiorella. MENU? CENA: Antipasti misti, primi piatti con pasta a mano, Dolce, Vino. Il tutto ha un prezzo di ? 25,00. Per la cena è obbligatoria la prenotazione presso l?Agriturismo al numero 339 6618855 chiedere di Enrico. ? Sorano - Festa della Primavera Nei vicoli del suggestivo borgo sarà allestita la Mostra Mercato con numerosi espositori (fino al 1° maggio). Info: www.soranoinfesta.com DOMENICA 29 APRILE ? Capalbio - Raduno Auto Storiche Raduno a Capalbio Paese con sosta in Piazza della Provvidenza ? Castiglione della Pescaia - Giornate Europee dello Sport Sport, cultura, natura, gastronomia. Cartellone di eventi a cura del Comune di Castiglione della Pescaia. Programma: Castiglione della Pescala: Gara ciclismo amatoriale (Trofeo del Donatore) | Punta Ala: Passeggiata Nord Walking (Lungomare - Castello) | Vetulonia: Visita gui- LE MOSTRE IN CORSO > fino a domenica 8 aprile (dal 29 marzo) ? Grosseto ?LINEA DI CONFRONTO? Mostra di Andrea Massaro e Federico Pinto presso la Galleria ?Il Quadrivio? in viale Sonnino 100. L?idea di questa esposizione nasce dalla necessità di dar luce a due processi creativi in antitesi di fronte alla tela. Una linea di confine netta, ma anche un confronto dialogante tra un approccio concettuale, quello che contraddistingue l?artista Andrea Massaro e uno istintivo, caratteristico di Federico Pinto. Orario: dalle 16.30 alle 19.00. Info: tel. 339 2357824, sito web www.galleriailquadrivio.it > fino a lunedì 9 aprile (dal 9 febbraio) ? Grosseto ?ARTETRANOI? Percorso di valorizzazione, in chiave culturale e di fede, dell?arta sacra prodotta nei secoli sul territorio, con l?esposizione, in cattedrale della copia della tavola di Matteo di Giovanni ?Madonna col bambino e Santi?, dove compare la figura di san Guglielmo. > fino a domenica 15 aprile (dal 10 marzo) ? Grosseto STABAT MATER Mostra sulle 14 formelle della Via Crucis, opera dell?artista Antonio Lazari, nel chiostro della chiesa di San Francesco. L?iniziativa è promossa dalla parrocchia in collaborazione con La Farfalla-associazione cure palliative. L?intento dell?esposizione ? che non è semplicemente una mostra, ma un percorso interiore ? è quello di recuperare il dialogo con la fragilità umana, rappresentata dalla malattia fisica, contemplando nella sofferenza dei figli dell?uomo la sofferenza del Figlio di Dio. Accanto ad ogni formella passi biblici e bellissime meditazioni tratte dai diari di alcuni pazienti de La Farfalla. La mostra sarà aperta tutti i giorni fino al 15 aprile, quando alle 18 si terrà la cerimonia di chiusura con la celebrazione della Messa. Possibilità di prenotare, presso la parrocchia di San Francesco (tel. 0564 22282) visite guidate gratuite. > fino a domenica 15 aprile (dal 17 febbraio) ? Follonica ARTE OGGI: PROVOCATORI, CREATIVI, MECENATI Mostra a cura di Claudia Gennari, Marta Paolini in collaborazione con Mauro Papa presso la Pinacoteca Civica. Orario: dal martedi alla domenica dalle 15.30 alle 19.30. La mostra prosegue al museo Magma. Info: tel. 0566 42412 > fino a domenica 15 aprile (dal 30 marzo) ? Porto Santo Stefano LA DIFESA COSTIERA DEI REALI PRESI DI TOSCANA Mostra a cura di Gualtiero Della Monaca nella Fortezza Spagnola. L?evento, già proposto con grande successo la scorsa estate nella sede del Centro Studi Don Pietro Fanciulli, ha il patrocinio dell?Ambasciata di Spagna in Italia e del Comune di Monte Argentario. Collaborano alla realizzazione, l?Oficina Cultural Embajada de Espana, la Fortezza Spagnola, la Pro Loco Monte Argentario ed il Centro Studi Don Pietro Fanciulli. Orari: sabato, domenica e festivi dalle ore 10.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.00. > fino a martedì 1 maggio (dal 31 marzo) ? Pitigliano L?ANTROPOLOGO E I FOTOGRAFI Roberto Ferretti nelle foto di Alberto Vero e Carlino. Mostra a cura di Strade Bianche, presso la libreria Strade bianche > fino a mercoledì 2 maggio (dal 31 marzo) ? Capalbio PHC CAPALBIOFOTOGRAFIA INSULAE - METAFORA CONTEM- PORANEA Mostra a cura di Marco Delogu & Dimitri Angelini alla nona edizione promossa dall?Associazione Culturale ?Il Frantoio? presso la Galleria d?Arte Il Frantoio in piazza della Provvidenza 10, Capalbio (GR). Opere di: Dimitri Angelini, Michele Ardu, Jacopo Benassi, Nicola Cariati, Giacomo De Carolis, Marco Delogu, Francesco Diluca, Mohamed Keita, Kivuthi Mbuno, Francesco Minucci, Pietro Pasolini, Paolo Pellegrin, Carlo Rispoli, Lorenzo Scarpa, David Schivo, Armando Tanzini. Orario: da venerdì a domenica dalle 18 alle 21. Chiuso il martedì, gli altri giorni su prenotazione al +39 335 7504436. Info: www.frantoiocapalbio.com - www.phccapalbiofotografia.com > fino a domenica 27 maggio (dal 24 marzo) ? Alberese (Grosseto) ?LA POESIA DEL LEGNO? Mostra delle opere scultoree di Mario Di Felice organizzata con il patrocinio del Comune di Grosseto, nella cornice dell?ex Frantoio, presso il Centro Visite del Parco della Maremma. Si tratta di una esposizione di sculture antropomorfe realizzate dall?artista, recuperando legni e materiali di scarto. La mostra è gratuita ed è aperta tutti i giorni secondo gli orari di apertura del Centro Visite, ovvero dalle 8,30 alle 16. > fino a sabato 30 giugno (dal 25 marzo) ? Casteldelpiano NOI SIAMO ? WE ARE Mostra nelle vie del paese, dal Palazzo Comunale a Palazzo Nerucci di Piero Bonacina (scultore) > fino a venerdì 31 agosto 2018 (dal 31 luglio 2017) ? Arcidosso DAVID LAZZARETTI IL MESSIA DELL?AMIATA Cimeli e documenti presso il Castello Aldobrandesco INIZIANO 7>15 aprile ? Grosseto ?C?ERA UNA VOLTA - UN VIAGGIO FOTOGRAFICO NELLA FANTASIA? Fiabe, racconti, aneddoti, leggende? la fantasia parla attraverso le immagini nella mostra annuale 2018 della RAF - Riflessi Associazione Fotografica, allestita con i patrocini della FIAF e del Comune di Grosseto, nella sala Pascucci di Piazza Valeri, nel centro storico di Grosseto. Ingresso gratuito 11>22 aprile ? Grosseto BRUNO CORSO Esposizione di dipinti e disegni di Bruno Corso presso la Galleria ?Il Quadrivio? in viale Sonnino 100. Inaugurazione mercoledì 11 alle ore 17. Orario: dalle 16.30 alle 19.00. Info: tel. 339 2357824, sito web www.galleriailquadrivio.it 21 aprile>1 maggo ? Pitigliano VELCHA ESPONE Collettiva artisti nella città del tufo, Fortezza Orsini, Antichi Granai. 25 aprile>1 maggio ? Sorano MAREMMARTEXPÒ Rassegna d?arte contemporanea presso il Cortilone del Borgo antico L?AGENDA ? 101 L?AGENDA Inaugurata la nona edizione di PhC CapalbioFotografia Verte sul tema ?INSULAE-Metafora Contemporanea? la nona edizione di PhC CapalbioFotografia a cura di Marco Delogu & Dimitri Angelini organizzata dall?Associazione Culturale ?Il Frantoio? di scena presso l?omonima Galleria d?Arte situata a Capalbio È stata inaugurata il 31 marzo per proseguire fino al 2 maggio la nona edizione di PhC CapalbioFotografia sul tema INSULAE metafora contemporanea. L?iniziativa a cura di Marco Delogu & Dimitri Angelini è organizzata dall?Associazione Culturale ?Il Frantoio? e si svolge presso l?omonima Galleria d?Arte situata a Capalbio. In mostra sono le opere di: Dimitri Angelini, Michele Ardu, Jacopo Benassi, Nicola Cariati, Giacomo De Carolis, Marco Delogu, Francesco Diluca, Mohamed Keita, Kivuthi Mbuno, Francesco Minucci, Pietro Pasolini, Paolo Pellegrin, Carlo Rispoli, Lorenzo Scarpa, David Schivo, Armando Tanzini. ?L?isola ? si legge nelle note di presentazione ? è un concetto geografico ed interiore; spesso una speranza; altre volte sfiora la patologia. Sicuramente è un concetto a tinte forti senza mezzi toni. Analizziamo cos?è successo nel ?900 all?Asinara e a Stromboli e riflettiamo sulla ?vivacità? intellettuale delle isole del confino fascista, ricordando come a Ventotene nacque, ad esempio, l?idea di Europa moderna. Osserviamo, quindi, cosa sta accadendo ora a poche miglia dalle nostre amate coste; l?arcipelago toscano, teatro della grande storia del passato, vive uno stato di placida tranquillità; se si esclude il ritorno all?attenzione della cronaca a causa di uno sciagurato comandan- 102 ? Maremma Magazine ? Aprile 2018 te. Nello stesso momento guardiamo a Lampedusa, l?isola dell? Europa, ponte per la salvezza, passaggio per il futuro, per tutti quelle donne e bambini, per quegli uomini che lasciano il loro mondo, la loro isola culturale, in cerca di un sogno che li liberi da fame e guerra. Tutto questo avviene nel Mediterraneo, il mare chiuso, che ha avuto nel tempo e nella storia ruolo sia di mezzo per la nascita di civiltà, potenze, che di causa di distruzione; come indagato dallo scomparso Predrag Matvejevic che ha riassunto la storia delle civiltà del Mediterraneo per segnalarne le caratteristiche, il ruolo, il destino. PhC capalbiofotografia, giunto alla nona edizione, racconta tutto questo. Racconta di viaggi dolorosi e duri, di morti e di vivi; di uomini che scelgono le loro vite isolane e isolate, di donne che vogliono salvare i loro figli. Racconta pezzi di grande storia, spesso dolorosa, che abbiamo l?obbligo di ricostruire. Racconta anche singole storie; piccole paure. Parla di unicità e di insieme, ogni uomo è un?isola?. La mostra allestita presso la Galleria ?Il Frantoio?, via Renato Fucini 10 a Capalbio (GR), potrà essere visitata fino al 2 maggio nei seguenti giorni: da venerdì a domenica dalle 18 alle 21; chiuso il martedì, gli altri giorni su prenotazione al nr. 335 7504436. Info: mail info@phccapalbiofotografia.com | web www.frantoiocapalbio.com data gratuita alla scoperta del territorio | Punta Ala: Gara di Golf ?CENTRO PORSCHE AREZZO GOLF CLU3? | Castiglione della Pescaia: Corsa dei carretti ? Castiglione della Pescaia - Corsa dei Carretti Castiglionesi Corsa di Carretti per le vie del centro con ostacoli e punteggi da accumulare organizzata dal Vespa Club e il Centro Commerciale Naturale di Castiglione della Pescaia, in Piazza Orto del Lilli. Info: tel. 339 7776382 ? Grosseto - In viaggio con l?archeologia 2017/2018 Itinerari originali e poco conosciuti per ?scoprire con l?aiuto di qualificati oratori e rinomati archeologi la nostra storia, viaggiare per ammirare quello non ancora visto e vivere insieme i nostri momenti di serena amicizia?. Calendario di iniziative a cura dell?Associazione Archeologica Maremmana. Programma: Gita a Spoleto. Info: tel. 0566 88243 - 349 7749835, mail: assarcheomaremmana@virgilio.it ? Grosseto ? Calendario Eventi Musicali Cartellone unico di tutti gli eventi dedicati alla musica classica, e non solo, del nostro territorio a cura del Comune di Grosseto in collaborazione con la Fondazione Grosseto Cultura. Programma: Orchestra Città di Grosseto ? Teatro degli Industri ore 18:00. Ingresso a pagamento (intero ? 13,00/ridotto ? 10,00) - Jan Milosz Zarzycki direttore, Sollini e Barbatano (duo pianistico). Info: tel. 0564 453128 ? Pienza - Trek della Sirena sulla Francigena: Pienza-San Quirico d?Orcia Escursioni alla ricerca della Sirena bicaudata! Itinerario nel cuore della Val d?Orcia con partenza nel Borgo Patrimonio dell?Unesco di Pienza ? la città perfetta ? a San Quirico d?Orcia, punto nevralgico e fondamentale lungo il tracciato originale della Via Francigena in Toscana Meridionale. A pagamento con Guida Ambientale Escursionistica. Info: Carla Pau tel. 340 6933470 ? Pitigliano - Torneo Città del Tufo Stadio Vignagrande, categoria ragazzi 2007/2010 usd Aurora Pitigliano. ? Piombino (Li) - ?Mi Rasna ? Io sono etrusco? Dalle ore 10 il Parco archeologico di Baratti e Populonia sarà la location del trailer del videogioco ?Mi Rasna ? Io sono etrusco?, pensato per valorizzare la ricchissima storia dell?antica Civiltà Etrusca; per l?occasione il parco sarà animato dai gruppi di rievocazione Antumniates e ANTICAE VIAE Svodales Mamartei. I visitatori avranno così l?occasione di fare un vero e proprio tuffo nel passato. Informazioni e prenotazioni: tel. 0565 226445 ? prenotazioni@parchivaldicornia.it ? www.parchivaldicornia.it ? Santa Fiora - Canta Fiora Festival della musica e della cultura popolare (fino al 1° maggio). Info: Pro Loco tel. 0564 977142; Comune di Santa Fiora tel. 0564 965303 ? Santa Fiora - Amiata un mondo d?acqua Visita guidata. Info: Pro Loco tel. 0564 977142; Comune di Santa Fiora tel. 0564 965303 ? Scansano - Stagione Teatrale 2018 Cartellone di spettacoli organizzato dall?Amministrazione Comunale col contributo di Regione Toscana, nella splendida cornice del Teatro Castagnoli alle ore 18.00. Programma: Teatro Studio - La Pace, una Commedia Antica, libero adattamento da Aristofane. Interpreti: Daniela Marretti, Luca Pierini, Enrica Pistolesi, Mirio Tozzini, adattamento e regia, Mario Fraschetti. Ingresso gratuito fino ai 18 anni e 5,00 euro per gli adulti. Informazioni e prenotazioni 392 0686787 (Teatro Studio) 345 7543416 (Ufficio Turistico) ? Scansano - Arte in Piscina Evento artistico alla seconda edizione presso l?agriturismo Il Marciatoio in loc. Pomonte. Programma: alle 12.00 Pranzo - Menù Maremmano dallo Chef Fiorella. MENU? PRANZO Maremmano Doc: Antipasti misti, primi piatti con pasta a mano, Dolce, Vino. Il tutto ha un prezzo di ? 25,00. Per la prenotazione presso l?Agriturismo chiamare il numero 339 6618855 chiedere di Enrico | alle 14.00 Caffe Letterario ?Il Callistemo? Presentazione del libro di Massimo Granchi ?La Bellezza Mite? - Edizioni Il Foglio Letterario. Premiazione del concorso Nazionale ?Premio Callistemo? ? Sorano - Festa della Primavera Nei vicoli del suggestivo borgo sarà allestita la Mostra Mercato con numerosi espositori (fino al 1° maggio). Info: www.soranoinfesta.com LUNEDÌ 30 APRILE ? Castiglione della Pescaia - Giornate Europee dello Sport Sport, cultura, natura, gastronomia. Cartellone di eventi a cura del Comune di Castiglione della Pescaia. Programma: Castiglione della Pescaia: Mercato ?Castiglione da Amare - Festa delle tradizioni Maremmane? ? Pitigliano - Torneo Città del Tufo Stadio Vignagrande, categoria ragazzi 2007/2010 usd Aurora Pitigliano. ? Santa Fiora - Canta Fiora Festival della musica e della cultura popolare (fino al 1° maggio). Info: Pro Loco tel. 0564 977142; Comune di Santa Fiora tel. 0564 965303 ? Selva (Santa Fiora) - Canto del Maggio Info: Pro Loco tel. 0564 977142; Comune di Santa Fiora tel. 0564 965303 ? Varie - Maggiolata Canto cerimoniale di questua che si svolge la notte tra il 30 aprile e il 1° maggio per le campagne. Gruppi di persone, generalmente adornati con cappelli e abiti fioriti cantano per le case e i poderi strofe augurali per il buon raccolto e di auspicio per la fertilità agraria. Al termine del canto del maggio, la squadra dei cantori riceve in cambio soldi o generi alimentari che consuma successivamente in forma collettiva. MARTEDÌ 1° MAGGIO ? Bagnoli (Arcidosso) - Festa del Maggio Tradizionale festa del maggio con mercatini, fiera di beneficenza, concerti in piazza, degustazione di prodotti tipici e merenda ? Braccagni (Grosseto) - Festa del Maggio A Tradizionale Rassegna di ?Canti del Maggio? a cura del Gruppo Tradizioni Popolari Galli Silvestro nella cornice naturale dell?Oliveto di san Rocchino, a Braccagni. Dalle ore 14,00 alle ore 20,00 si alterneranno sul palco allestito gruppi di Maggerini, poeti estemporanei e cantanti folk. Durante il pomeriggio, nell?area allestita si potrà far merenda con panini, formaggio, baccelli ed ammirare l?arte manuale di artigiani intervenuti (seggiolaio, ceramista, restauratore). Il tutto ad ingresso libero e con disponibilità di ampio parcheggio. ? Castiglione della Pescaia - Giornate Europee dello Sport Sport, cultura, natura, gastronomia. Cartellone di eventi a cura del Comune di Castiglione della Pescaia. Programma: Castiglione della Pescaia: Visita guidata gratuita alla scopetta del territorio (Riserva naturale Diaccia-Botrona) | Castiglione della Pescaia: Bici in citta | Punta Ala: Gara di Golf ROTARY ROAD TO BALEARI 2018 by ADESSOSOLE - 14 COPPA ROTARY CLUB MASSA MARITTIMA | Castiglione della Pescaia: mercato ?Castiglione da Amare - Festa delle tradizioni Maremmane? ? Magliano in Toscana ? ?Corri nella Maremma? Magliano (8 km.) Trofeo di podismo promosso dalla Provincia di Grosseto con la collaborazione di Uisp e della Fondazione italiana atletica leggera, per valorizzare le principali manifestazioni podistiche presenti sul territorio provinciale e contribuire alla promozione delle località che le ospitano. Info: UISP tel. 0564 417756 ? Pitigliano - Torneo Città del Tufo Stadio Vignagrande, categoria ragazzi 2007/2010 usd Aurora Pitigliano. ? Pitigliano - Festa del 1° maggio A cura di Borgo di Pantalla - ex scuola di Pantalla località Pantalla. ? Santa Fiora - Canta Fiora Festival della musica e della cultura popolare (fino al 1° maggio). Info: Pro Loco tel. 0564 977142; Comune di Santa Fiora tel. 0564 965303 ? Santa Fiora - Festa dei lavoratori Info: Pro Loco tel. 0564 977142; Comune di Santa Fiora tel. 0564 965303 ? Sorano - Festa della Primavera Nei vicoli del suggestivo borgo sarà allestita la Mostra Mercato con numerosi espositori (fino al 1° maggio). Info: www.soranoinfesta.com MERCOLEDÌ 2 MAGGIO ? Grosseto - ?Che opera d?arte è l?uomo!? Ciclo di proiezioni ideato e curato da Fabio Sonzogni e promosso dal circolo di cultura cinematografica ?DieciMuse?, presente nella parrocchia dell?Addolorata. Otto le pellicole selezionate proiettate nella sala di comunità ?Agorà?, alla parrocchia dell?Addolorata, in via Papa Giovanni XXIII, a Grosseto, con inizio alle 20.30. Programma: ?5 giorni fuori?, di Ryan Fleck e Anna Boden (Canada 2008). Info: tel. 348 658 3224, www.diocesidigrosseto.it GIOVEDÌ 3 MAGGIO ? Grosseto - PIAZZE N(u)OVE Nove incontri per reinventare insieme i luoghi dell?incontro. Corso d?arte a cura di Clarisse Arte in collaborazione col Tirreno con il sostegno del Centro Commerciale Aurelia Antica - CAP58100 // Cantiere Arte Pubblica. Programma: Clarisse ore 17.30 incontro finale. Info: Clarisse Arte via Vinzaglio 27 - Grosseto tel. 0564 488067, www.clarissearte.it | Fondazione Grosseto Cultura via Bulgaria 21 ? Grosseto tel. 0564 453128, info@fondazionegrossetocultura.it ? Santa Fiora - Festa delle Croci Info: Pro Loco tel. 0564 977142; Comune di Santa Fiora tel. 0564 965303 Scansano, si apre il sipario sulla Stagione teatrale 2018 nche quest?anno, il Teatro Castagnoli di Scansano, per volere dell?Amministrazione Comunale e col contributo di Regione Toscana, nella splendida cornice del Teatro Castagnoli, presenta il suo consueto Cartellone Teatrale. La Rassegna è dedicata al pubblico dei giovani, agli adulti e ai bambini, in un?ottica di fruizione familiare, aggregante, divertente e formativa. Tre gli spettacoli in Rassegna: La Pace di Aristofane, Commedia Antica, a cura del Teatro Studio di Grosseto, rivolto ai giovani, in scena domenica 29 aprile, Pirati, teatro per bambini, rivolto alle famiglie, a cura di Arts&Crafts in cartellone domenica 6 maggio e La Collina, teatro canzone, rivolto ai giovani e agli adulti, tratto da Antologia di Spoon Rever di E. Lee Masters e dal concept disc del grande F. De André Non al denaro non all?amore né al cielo, a cura del Teatro Studio, in collaborazione col chitarrista Paolo Mari, che ha curato gli arrangiamenti musicali, spettacolo quest?ultimo programmato per domenica 13 maggio. Il Comune di Scansano ha puntato ancora una volta su Compagnie Professioniste locali, come già è accaduto negli ultimi tre anni, confermando sia la collaborazione con Fondazione Toscana Spet- tacolo, sia la gestione diretta del Teatro Castagnoli. Un esempio raro e lungimirante quello di gestire direttamente il proprio teatro, affidarsi alle professionalità locali, utilizzare fondi regionali destinati all?educazione dei giovani, puntando sul teatro come mezzo di socializzazione e formazione culturale. Gli spettacoli si terranno la domenica pomeriggio alle ore 18.00 presso il Tea- tro Castagnoli di Scansano, con ingresso gratuito fino ai 18 anni e un biglietto di 5,00 euro per gli adulti, che sono un preciso segno dell?Amministrazione Comunale, quello di favorire la fruizione cittadina, comunale e intercomunale del Castagnoli e più in generale della dimensione culturale e sociale. Info e prenotazioni: tel. 392 0686787 (Teatro Studio), oppure tel. 345 7543416 (Ufficio Turistico). L?AGENDA ? 103 LE NEWS LE NEWS CONFARTIGIANATO IMPRESE GROSSETO IN FESTA PER I 70 ANNI! Confartigianato Imprese Grosseto ha aperto l?annata di celebrazioni del settantesimo anniversario della fondazione con una serata di festa al Teatro degli Industri. Una serata-evento che ha visto la partecipazione dei vertici nazionali dell?associazione ? il presidente Giorgio Merletti, il responsabile dell?Ufficio studi Enrico Quintavalle e il presidente regionale Giovan Battista Donati ? in platea assieme alle autorità civili e religiose e alla grande famiglia di Confartigianato. La serata si è aperta con uno splendido monologo dell?attore Giacomo Moscato, dedicato alla storia dell?artigianato in Maremma. Poi sono saliti sul palco, per i saluti, il presidente di Confartigianato Imprese Grosseto, Giovanni Lamioni, il vescovo Rodolfo Cetoloni e il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna. «La miglior risposta del mondo dell?artigianato ? ha detto Lamioni ? è vedere tanta gente qui stasera. L?artigiano non chiude mai bottega, non lavora solo per la remunerazione: nel lavoro dell?artigiano ci sono etica e morale, creazione e fantasia, impegno e famiglia, coniugare profitto a solidarietà. Un ringraziamento particolare al gruppo dirigente e ai dipendenti. Un gruppo fantastico». Dopo un momento musicale affidato a Fabio Cicaloni, Enrico Quintavalle dell?Ufficio studi di Confartigianato ha illustrato un focus dell?economia maremmana negli ultimi 70 anni, con un occhio rivolto al futuro. E i dati ? partendo da 104 ? Maremma Magazine ?Aprile 2018 una base che vede nel Grossetano 5.749 imprese artigiane, il 19,8% del totale, con 10.785 addetti che rappresentano il 23,2% dei lavoratori della provincia ? hanno confermato come la crisi dell?edilizia abbia messo a dura prova l?economia maremmana, che però ha una carta vincente da giocare: l?agroalimentare. La specializzazione del comparto artigiano in Maremma è rappresentata in gran parte proprio dal settore alimentare con 411 imprese e 31 prodotti Doc e Igp toscani, che attestano la provincia al quarto posto nella classifica italiana delle eccellenze alimentari. Sempre la Maremma vanta ben 461 prodotti tradizionali toscani. E l?export ha raggiunto 156 milioni annui di fatturato. Una valida ragione per puntare davvero sull?unicità della Maremma sui mercati nazionali e (soprattutto) internazionali. Giovanni Lamioni e Giorgio Merletti hanno commentato il report, intervistati dai capiservizio delle redazioni locali de La Nazione, Luca Mantiglioni, e Il Tirreno, Emilio Guariglia. «Se questo Paese viaggia più lentamente rispetto ad altri ? ha detto Giorgio Merletti ? è anche perché si guarda poco alle realtà locali. Non c?è attenzione alle piccole imprese: mai nessuno ha applicato lo Small business act, una legge dello Stato. Il piccolo viene dimenticato, eppure siamo la spina dorsale del Paese. Se abbiamo avuto buoni risultati, gran parte del merito è delle nostre piccole imprese. Il valore artigiano è un valore reale: il futuro non sarà nella dimensione d?impresa ma nella qualità del prodotto. E non esiste Confartigianato a Roma senza le Confartigianato sul territorio. Il vero valore siete voi». Una sfida che la Maremma è pronta a raccogliere: «Questo territorio non ha storicamente una vera vocazione ? ha rilanciato Giovanni Lamioni ? se non quella di dover puntare sulla propria unicità: è un territorio non dico migliore di altri, ma sicuramente unico in Toscana e non solo. E se c?è un valore che può distinguere la Maremma, anche sui mercati internazionali, è l?eccellenza agroalimentare e ambientale. Un?eccellenza che deve diventare, ancor più di quanto lo sia oggi, un brand conosciuto in tutto il mondo». Sul palco anche alcune aziende-simbolo tra gli associati di Confartigianato Impre- NOTIZIE VARIE DALLA MAREMMA se Grosseto, fra tradizione e futuro: premiate le aziende di Miraldo Rossi, Fernando Rabazzi e Giada Ghini. Priscilla Occhipinti ha consegnato al presidente Merletti una maxi-bottiglia di grappa Nannoni, mentre l?illustratrice Dominga Tammone gli ha donato un ritratto. E in chiusura della serata ? condotta sul palco da Paola Villani dell?ufficio stampa PuntoCom, che ha anche realizzato il logo ufficiale per i 70 anni di Confartigianato Imprese Grosseto ? il segretario generale Mauro Ciani ha annunciato il programma delle celebrazioni: «L?evento di questa sera ? ha detto Ciani ? dà il via a un anno molto importante per la nostra associazione. In realtà siamo partiti già dal 2017, coinvolgendo gli istituti superiori della provincia di Grosseto e invitando gli studenti a realizzare progetti di ricerca sui settori dell?artigianato dal 1948 ai giorni nostri. Inoltre stiamo raccogliendo le testimonianze di molte imprese associate, che finiranno in un libro e in un video, che verranno presentati a dicembre». E la festa continua. NASCE VIVACE, L?ORCHESTRA GIOVANILE CITTÀ DI GROSSETO L?Orchestra Città di Grosseto avrà, per la prima volta, una sezione giovanile. E si chiamerà Vivace. L?idea è diventata realtà grazie alla collaborazione tra i soci fondatori che hanno aderito al progetto e hanno offerto il loro contributo: l?Orchestra Città di Grosseto, il Comune di Grosseto, la Fondazione Grosseto Cultura, l?Istituzione Le Mura, il liceo musicale Polo Bianciardi, la Fondazione rotariana Berliri Zoppi, il Rotary Club Grosseto, la Fondazione Fiorilli e Banca Tema. Il 27 febbraio scorso, nella sala consiliare del Comune di Grosseto, è stato firmato il protocollo d?intesa che sancisce ufficialmente la nascita dell?Orchestra Città di Grosseto Giovani. Un progetto che ha avuto fin da subito il pieno sostegno dell?amministrazione comunale guidata dal sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna. «Un?orchestra giovanile mancava alla nostra città ? dice il vicesindaco di Grosseto e assessore alla Cultura, Luca Agresti ? e finalmente adesso possiamo dire che c?è: stiamo cogliendo i frutti di un Il kiteboarding toscano rappresentato da una velista santostefanese Si chiama Agnese Gargiulo santostefanese di adozione, laureata in Psicologia con specializzazione in Sociologia, ed è lei a coordinare per la Regione Toscana il kiteboarding una nuova classe velica che combina aspetti di wakeboard, windsurf, surf e vela I l curriculum di Agnese Gargiulo la vede partecipare a diversi campionati su imbarcazioni d?altura e a diverse competizioni nazionali e internazionali nella classe sunfish. Il suo amore per il mare e per le regate la portano anche ad intraprendere l?attività di ufficiale di regata e nel corso degli ultimi anni ad appassionarsi al mondo del kiteboarding. A partire dal 2017 segue come ufficiale di regata FIV la classe kite e hydrofoil dei rispettivi circuiti nazionali, collaborando nel contempo con la classe CKI. Per chi ancora non lo conoscesse, il kiteboarding è una classe velica che combina aspetti di wakeboard, windsurf, surf e vela. Un kiteboarder sfrutta la potenza del vento con un grande ?aquilone? controllabile. Sull?acqua viene utilizzato un kiteboard simile a una tavola da wakeboard o una piccola tavola da surf, con o senza cinghie o legature. Il kite è uno stile di vita. I luoghi di pratica sono in genere le scuole e i Club situati in aree già conosciute dagli amanti della vela, giacché il fattore di vento sostenuto e costante è comune a tutti. Famose sono le spiagge toscane di Talamone, Marina di Grosseto, Castiglione della Pescaia, Calambrone e Vada. Il calendario del campionato di quest?anno prevede per il kitefoil Vada nei giorni 14 e 15 aprile al Circolo Velico Pietra Agnese Bianca, per il TTRACE Gargiulo Viareggio dal 28 al 2 settembre - Campionato giovanile FIV - e per entrambe le specialità Marina di Grosseto dal 2 al 4 novembre presso il Circolo Nautico Maremma, presieduto da Maurizio Maraccini che ha da subito creduto nella classe velica del kiteboarding con la creazione di una squadra di atleti grazie alla collaborazione di Alessandro Tonini della scuola di Kite beach di Fiumara a Marina di Grosseto, squadra che ha partecipato alla prima tappa del circuito TTR di scena a Crotone il 17 e 18 marzo. LE NEWS ? 105 LE NEWS Pitigliano sui canali Rai per gli italiani all?estero È stata dedicata a Pitigliano la puntata del 16 marzo del programma Rai dal titolo ?Community. L?altra Italia?, indirizzata agli italiani che si trovano all?estero in onda in tutti i paesi di Asia, Africa, Americhe e Oceania ad esclusione dell?Europa Nella foto Irene Lauretti e Angelo Biondi nel corso della trasmissione L a trasmissione della Rai Tv ?Community. L?altra Italia?, dedicata agli italiani che si trovano all?estero, ha inserito Pitigliano nella puntata del 16 marzo 2018, che è andata in onda in tutti i paesi di Asia, Africa, Americhe e Oceania ad esclusione dell?Europa. Però la puntata è disponibile sul sito www.raitalia.it. Hanno partecipato alla registrazione del programma, diretto dal giornalista Claudio Biasiotto, l?assessore del Comune di Pitigliano Irene Lauretti e il noto storico prof. Angelo Biondi. Nel corso della puntata, a cominciare dalla fantastica visione dell?abitato a picco sulla rupe di tufo, sono state illustrate le straordinarie caratteristiche storicomonumentali e paesaggistico-ambientali di Pitigliano, uno dei ?Borghi più belli d?Italia?, Bandiera Arancione del Touring Club dal 2003, con le sue tre realtà museali, il Parco Archeologico ?Alberto Manzi?, le spettacolari ?vie cave? dei dintorni, mentre scorrevano splendide immagini, alcune delle quali fornite dal fotografo pitiglianese Marco Tisi. Particolare risalto hanno avuto da una parte l?eccezionale presenza per 500 anni della Comunità ebraica, esempio di secolare convivenza tra cristiani ed 106 ? Maremma Magazine ?Aprile 2018 ebrei, che ha lasciato in eredità a Pitigliano la Sinagoga e un particolarissimo quartiere ebraico, in buona parte scavato nel tufo, dall?altra la caratteristica ?Festa della Contea? in costume rinascimentale, che richiama l?epoca d?oro della Contea ursinea di Pitigliano, che fu un piccolo Stato autonomo con un suo ruolo nelle vicende della storia italiana ed europea del XV e XVI secolo. È stato illustrato anche lo stemma di Pitigliano, uno ?stemma parlante? perché racchiude simbolicamente aspetti essenziali della storia di Pitigliano. Non potevano mancare le eccellenze enogastronomiche, dal vino ?Bianco di Pitigliano? all?olio extravergine e al tipico dolce pitiglianese: lo Sfratto, il simbolo del Presidio Slow Food, che vanta ascendenze ebraiche ad ulteriore dimostrazione del rapporto di scambio e compenetrazione degli ebrei e dei cristiani a Pitigliano anche nella gastronomia. Con la puntata di Community dunque Pitigliano con le sue bellezze ha varcato i confini nazionali per raggiungere anche i tanti italiani, che per i più svariati motivi, a cominciare da quelli di lavoro, si trovano o risiedono all?estero, specialmente nei paesi extraeuropei. lavoro durato mesi, anche grazie alla disponibilità di tutti i soggetti che hanno contribuito alla realizzazione di questo progetto. Un progetto particolarmente importante, perché consente di mettere a frutto il talento di tanti giovani musicisti della nostra provincia, e non solo, che aspettavano un?occasione simile. A questo punto ci auguriamo che in tanti partecipino alle selezioni e non vediamo l?ora di assistere al primo concerto». La data è già fissata: venerdì 29 giugno al Cassero Senese di Grosseto. «Il bando è già pronto ? dice Antonio Di Cristofano, presidente dell?Orchestra Città di Grosseto e anche della nuova Orchestra Città di Grosseto Giovani ? e a maggio partiremo con le audizioni per valutare tutte le candidature. Partiremo dagli strumenti d?orchestra: archi, fiati, eventualmente percussioni. Ci rivolgiamo a giovani musicisti d?età compresa tra 16 e 26 anni, con un occhio di riguardo per chi risiede in provincia di Grosseto ma ovviamente aperti anche a valutare chi vive fuori dalla Maremma, in modo da avere ogni strumento. In base a quanti componenti riusciremo a mettere insieme, decideremo il programma della prima esibizione del 29 giugno al Cassero. La nostra intenzione è quella di fare almeno tre-quattro concerti nel corso della prima annata. E il direttore principale sarà il grossetano Massimo Merone, che ha già diretto l?Orchestra Città di Grosseto. Siamo particolarmente orgogliosi di essere riusciti a realizzare questo progetto: non c?era mai stata un?orchestra giovanile a Grosseto.Vogliamo dare un?occasione ai ragazzi che amano la musica e che vorrebbero, magari, che questa loro passione diventi un lavoro». GIOVANI MUSICISTI IN AZIONE. LA RINASCITA DI A.GI.MUS. Nuove opportunità nascono in Maremma grazie all?impegno dei giovani artisti locali. La Musica da sempre considerata la più alta tra le forme di espressione emotive torna ad essere protagonista e conquista traguardi e spazio in città. Torna a vivere quest?anno la sezione di Grosseto di A.gi.mus., l?associazione dei giovani musicisti. Un progetto già conosciuto in Maremma, e meritevole di attenzione per la sua capacità di diffusione della cultura musicale a livello nazionale, attraverso l?implementazione e la distribuzione capillare di opportunità educative di tipo musicale anche nelle zone meno sensibili all?argomento. Tale associazione cessò di esistere a Grosseto nel 1998 dopo la triste scom- parsa del grande musicista Palmiero Giannetti che l?aveva fondata. L?attenzione dedicata allo studio della Musica e la conseguente preparazione degli studenti alla sua creazione è da sempre un valore cardine per Grosseto, che nel 2013 consacra la sua attenzione alla disciplina artistica attraverso l?apertura del primo Liceo Musicale, istituto con programmi ad hoc per i giovani artisti talentuosi della provincia e non solo. Tale istituto sorge oggi dove una volta era ubicata la sede di A.gi.mus. Grosseto, da qui la scelta di eleggere una delle piazze del Centro storico più amate, Piazza De Maria, come nuova collocazione della rinnovata associazione, riuscendo così a riscoprire la tradizione abbracciando il futuro. L?A.gi.mus. nella sua forma nazionale è stata creata nel 1949 con lo scopo di diffondere e difendere la Musica in tutte le sue forme, e lo fa da sempre organizzando eventi come ad esempio concerti ma anche attivando corsi di formazione, master e stimolando la creazione di gruppi ed orchestre di giovani talentuosi in modo da contribuire alla formazione delle nuove promesse italiane. La sezione di Grosseto negli anni non era riuscita a trovare una linea di gestione che le permettesse di eccellere, ma la grande sensibilità del territorio non poteva lasciare nel cassetto un progetto così potenzialmente di successo. Quest?anno ha trovato finalmente una guida nella figura di Gloria Mazzi, già conosciuta in Maremma per la sua straordinaria dote organizzativa, sensibilità sociale e talento musicale, dimostrata negli anni attraverso l?organizzazione di svariate stagioni concertistiche. L?amata professoressa ed artista ha deciso infatti di riprendere le fila dell?associazione di cui faceva già parte anni fa, ricostruendo la sua anima operativa grazie all?aiuto di Patrizia Barone, Alessio d?Inverno, Claudio Cavalieri e Davide Braglia. A.gi.mus. nella sua rinnovata veste si è occupata inizialmente di coadiuvare l?organizzazione della Stagione musicale ?La voce di ogni strumento? con l?intenzione di proporre per il prossimo anno eventi e masterclass a misura dei più giovani, andando a privilegiare le nuove promesse del panorama musicale sicuramente del territorio maremmano ma anche a livello internazionale. Il primo evento sarà organizzato ad ottobre prossimo, quando verranno messe insieme delle esibizioni di alcuni giovani musicisti locali per poi arrivare nel 2019 a creare occasioni ed interventi che riuniranno ragazzi di età non superiore a 30 anni. A.gi.mus. sarà sicuramente legata in futuro, alla tradizione delle Stagioni concertistiche già apprezzate in città, intende però portare un nuovo vento di cambiamento nel panorama musicale, attraverso la creatività e l?intraprendenza culturale dei giovani ragazzi che credono nel progetto e vi collaborano. Un passo in avanti per la futura costruzione di una rete di progetti formativi e ricreativi di alto spessore, che riescano ad unire l?impegno dei giovani con le passioni dei più grandi, in modo da formare un legame unico che abbia un obiettivo condiviso: la promozione della Cultura della nostra terra e la valorizzazione dei talenti locali. Cristina Cherubini CUNMO YIN VINCE IL PREMIO INTERNAZIONALE PIANISTICO SCRIABIN 2018 Ha 24 anni, è cinese. Si chiama Cunmo Yin ed è il vincitore della ventesima edizione del Premio internazionale pianistico ?Alexander Scriabin?, la cui serata finale è andata in scena domenica 25 febbraio al Teatro degli Industri di Grosseto. È stato l?atto finale dell?edizione 2018 della manifestazione promossa e organizzata dall?Associazione musicale Scriabin con Fondazione Grosseto Cultura e il Comune di Grosseto e con il sostegno di Rotary Club, Fondazione Rotariana Carlo Berliri Zoppi e Solbat. Cunmo Yin si è esibito, accompagnato dall?Orchestra di Grosseto diretta da Martin Panteleev, nel Concerto numero 2 per pianoforte e orchestra in do mino- re op. 18 di Rachmaninoff. E ha conquistato la giuria, composta dal presidente e direttore artistico Antonio Di Cristofano con Jimmy Briere (Canada), Michael Bulychev-Okser (Estonia/Usa), Choi Sown Le (Hong Kong), Yang Ming (Cina), Cristian Niculescu (Romania/Germania), Nikita Fitenko (Russia/Usa), Atsuko Seta (Giappone) e Marco Tezza (Italia). A Cunmo Yin è andata una borsa di studio di 6mila euro più targa, diploma e una serie di concerti. Il secondo premio (una borsa di studio di 3mila euro più targa e diploma) è andato a Anna Ulaieva, 32 anni, russa; terzo premio (una borsa di studio di 1.500 euro più targa e diploma) a Daniel Hyun-Woo Evans, 23 anni, inglese. Il premio speciale per la migliore esecuzione di un brano di Scriabin (una borsa di studio di mille euro più diploma) a Pavel Boika, 22enne bielorusso; premio speciale del pubblico (una borsa di studio di 500 euro più diploma) ancora a Cunmo Yin. In platea, a rappresentare l?amministrazione comunale di Grosseto, il vicesindaco e assessore alla Cultura, Luca Agresti: «Siamo davvero onorati ? ha detto Agresti ? di ospitare questo prestigioso premio internazionale nella nostra città: porta a Grosseto tanti musicisti da tutto il mondo. E ci riempie d?orgoglio per due motivi: il primo è la qualità espressa da questi giovanissimi musicisti, e poi il coinvolgimento che si crea attorno al Premio Scriabin. Grosseto si unisce attorno a questo evento e lo valorizza al massimo. Continuiamo su questa strada». E l?edizione 2018, quella del ventennale, non ha deluso le attese. «Per il quinto anno consecutivo ? ha detto il direttore artistico Antonio Di Cristofano ? abbia- Nella foto il direttore artistico Antonio Di Cristofano con tutti i premiati LE NEWS ? 107 LE NEWS mo avuto un vincitore, dopo tre anni in cui non era stato possibile assegnare il primo premio a causa del livello medio-alto di tutti i pianisti in concorso. È la prova di come negli ultimi anni la qualità del Premio Scriabin si sia molto alzata: la nostra manifestazione si conferma il secondo concorso pianistico internazionale più importante d?Italia, dopo lo storico ?Ferruccio Busoni? di Bolzano. E di questo tutti noi dobbiamo andar fieri». LA TESI DI LAUREA SUL CASO NANNONI DI CRISTINA CHERUBINI PREMIATA A LIVELLO NAZIONALE La Maremma terra di sapori riconosciuti da sempre a livello internazionale è stata nuovamente premiata lo scorso 23 febbraio. Questa volta però la modalità di premiazione è stata atipica e molto prestigiosa. La valorizzazione del territorio è difatti in questo caso indirettamente imputabile allo stesso, il premio è stato conquistato da una giovane dottoressa risultata tra i vincitori di un premio di Laurea indetto a livello nazionale. Cristina Cherubini unica vincitrice in Toscana, si è specializzata lo scorso aprile presso la Facoltà di Economia dell?università degli studi di Siena, acquisendo la magistrale in direzione e controllo aziendale con votazione massima 110/110 e lode. La nostra terra fu a suo tempo ampiamente analizzata attraverso il suo elaborato oggetto di discussione per la Laurea. ?L?Italia è ricca di aziende prestigiose e meritevoli di essere studiate, ma la mia Maremma è oltremodo una culla di peculiarità inimitabili, non potevo quindi non selezionare una delle nostre aziende per il caso azien- dale che dovevo presentare ai miei docenti? così ribatte Cristina quando le viene chiesto perché ha scelto proprio Nannoni Grappe srl. La Distilleria è indubbiamente una delle risorse più preziose che la Maremma vanta ad oggi per diversi motivi. Priscilla giovane e grande donna riesce a mantenere nella sua azienda lo spirito romantico di una distilleria artigianale pur riuscendo a tenersi al passo con i tempi, innovando senza stravolgere il suo prodotto di alta qualità. Proprio di innovazione parla la tesi che Cristina ha iscritto all?edizione 2017 del bando indetto dal Comitato di Laurea Leonardo, il quale ogni anno seleziona 12 brillanti studenti premiando le loro tesi di laurea attraverso le borse di studio concesse dalle aziende partecipanti al concorso stesso. Il comitato ha lo scopo primario di valorizzare il Made in Italy in diversi settori e l?innovazione, questo è il motivo che ha portato ?Il governo dell?innovazione a 360° per la competitività in azienda anche in settori maturi. Il caso aziendale Nannoni Grappe? a vincere il premio Simest spa. La premiazione ha visto Cristina Cherubini insieme ad altri 11 ragazzi scelti tra le università di Italia per essere festeggiati al palazzo Barberini al cospetto del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. La presenza del capo dello Stato è la dimostrazione di una grande vicinanza dello Stato alle realtà che contribuiscono ad implementare il riconoscimento del Made in Italy nel mondo, oltre a testimoniare la grande sensibilità del Presidente nel saper valorizzare i giovani laureati che scelgono di incentrare le loro analisi ed impegni per contribuire allo sviluppo Nella foto un momento della cerimonia di premiazione 108 ? Maremma Magazine ?Aprile 2018 integrato del loro territorio. Tale vittoria rappresenta un grande orgoglio per l?azienda, oltre che per la dottoressa ma soprattutto per la Maremma tutta che si conferma culla di grandi menti con tanto cuore. CAPALBIO LIBRI ALLA CONVENTION ?CITTÀ CHE LEGGE? Capalbio Libri, il festival del piacere di leggere, ha partecipato in rappresentanza della comunità di Capalbio (Gr) alla prima Convention della ?Città che legge?, l?iniziativa del CEPELL (Centro per il libro e la lettura) che mira a creare un sistema collaborativo di rete per sostenere la lettura a livello territoriale e riprogettare gli spazi urbani attraverso i libri. La Convention della ?Città che legge? si è svolta il 9 marzo a Milano, presso la fiera dell?editoria ?Tempo di Libri?. La ?Città che legge? è un?iniziativa del CEPELL in collaborazione con ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e nasce con l?idea che dalla lettura dipendano lo sviluppo intellettuale, sociale ed economico delle comunità. Lo scorso anno, il CEPELL ha selezionato Capalbio tra i circa 400 comuni che hanno dimostrato di avere le caratteristiche della ?Città che legge?, ovvero una città in grado di mettere in atto un sistema di promozione della lettura sul territorio per coinvolgere tutti gli attori locali. Le ?città che leggono?, si impegnano a svolgere, con continuità sul proprio territorio, politiche pubbliche di promozione della lettura con l?intento di riconoscere e sostenere la crescita socio-culturale della comunità attraverso la diffusione della lettura: un valore in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva. Capalbio Libri è stato il supporto operativo del Comune di Capalbio per il riconoscimento della qualifica di ?Città che legge?. Ha promosso il ?Patto di Capalbio per la lettura?, firmato lo scorso 12 ottobre con un?attività di informazione e condivisione verso i cittadini, le istituzioni scolastiche, le associazioni e le migliori aziende del settore turistico. Il Patto è stato sottoscritto per dare vita ad una politica attiva per la promozione dei libri e della lettura sul territorio, e per contribuire alla riapertura della biblioteca comunale di Capalbio. Capalbio, con il festival Capalbio Libri, fa già parte da alcuni anni del network ?Le città del libro? del CEPELL che riunisce le principali manifestazioni letterarie italiane e le eccellenze nel campo della promo- zione della lettura. Festival, fiere, saloni che rappresentano modelli e metodologie di promozione della lettura sul territorio, tutti caratterizzati da particolare rilevanza e innovatività. Alla Convention della ?Città che legge?, che è stato il primo incontro nazionale della rete creata con il progetto, hanno partecipato tutti i rappresentanti delle ?Città che leggono?. ?Capalbio Libri ? ha commentato Andrea Zagami, direttore di Capalbio Libri ?, insieme al Sindaco di Capalbio Luigi Bellumori, al Vice Sindaco Alessio Teodoli, all?assessore alle attività culturali Giulia Pipi, alle maestre della Scuola di Capalbio e al Presidente di Banca Tema,Valter Vincio sta lavorando con tenacia per la riapertura della biblioteca comunale. Grazie agli impegni assunti con il Patto di Capalbio per la lettura e alla forte adesione di Banca Tema, che ha messo a disposizione i locali, e con l?aiuto dei migliori imprenditori del territorio presto potremo inaugurare la nuova sede della biblioteca comunale al servizio dei cittadini di Capalbio?. Capalbio Libri è una manifestazione dedicata ai libri e al piacere di leggere che si svolge dal 2007 a Capalbio (Gr) in Piazza Magenta. Capalbio Libri ha il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione Toscana, della Provincia di Grosseto, del Comune di Capalbio, e il patrocinio e il sostegno di SIAE ? Società Italiana degli Autori ed Editori. Capalbio Libri è un marchio di Zigzag srl che è l?organizzatore unico della manifestazione. Per ulteriori informazioni: www.capalbiolibri.it; Capalbio Libri è anche su Facebook, Twitter, Instagram e Youtube BALESTRO DEL GIRIFALCO, VARATO IL CONCORSO PER LA PITTURA DEL PALIO In occasione del 120° Balestro del Girifalco che sarà disputato a Massa Marittima il 27 maggio 2018, in onore di San Bernardino, con dedica particolare al ?seicentesimo anniversario dell?esposizione della tavola di San Bernardino a Milano nel 1418? l?Amministrazione Comunale ha varato un concorso pubblico per la pittura del palio da assegnare al Terziere vincitore. Chi intenda partecipare dovrà far pervenire quanto richiesto nel bando entro e non oltre il giorno 11 aprile 2018 alle ore 12. Al vincitore, per l?esecuzione dell?opera, sarà corrisposta la somma lorda di ? Massa Marittima diventa set per una fiction televisiva Una produzione internazionale si appresta a girare a Massa Marittima ?La regina del Sud?, serie tv prodotta dalla televisione messicana Telemundo che verrà trasmessa in vari paesi del mondo e anche in Italia sul Canale Nove del digitale terrestre D al 30 aprile all?8 maggio a Massa Marittima sarà allestito un set televisivo per girare La regina del Sud, serie tv prodotta dalla televisione messicana Telemundo. Si tratta di una produzione internazionale in cui oltre al Messico sono coinvolti altri paesi, infatti viene girata anche a Mosca e a Bucarest. In Italia viene trasmessa sul canale Nove. L?anno passato la produzione ha effettuato sopralluoghi in tutta la Toscana scegliendo Massa marittima come teatro adatto per il set, un indubbio riconoscimento per il quale l?Amministrazione Comunale si sta impegnando per dare il massimo supporto alla troupe. La miniserie, tratta dal best-seller La Reina del Sur di Arturo Pérez-Reverte, ha già avuto un?ampia diffusione nel mondo latino americano e negli Stati Uniti. Protagonista è Teresa Mendoza che si innamora di uno spacciatore di droga. Quando questo viene ammazzato Teresa è costretta a fuggire negli Stati Uniti ma cercherà di tornare in Messico per vendicare il suo uomo. La serie che verrà girata a Massa Marittima avrà come scena clou un torneo di giovani sbandieratori e vi sarà anche un protagonista italiano, Raul Bova. Lo stesso, insieme ad Alice Braga (che interpreta Teresa), sarà presente alla conferenza stampa che si terrà a Massa Marittima a fine aprile come chiesto dall?Amministrazione Comunale al fine di avere la massima ricaduta sul tessuto economico e di immagine. Sono già stati coinvolti diversi soggetti, tra cui la Società dei Terzieri Massetani e l?Associazione Liber Pater. In totale circa centocinquanta persone che hanno sostenuto e stanno sostenendo a Massa nelle strutture ricettive locali i provini. La produzione avrà bisogno di un nutrito numero di comparse, alcune delle quali dovranno fare un precasting. Per chi fosse interessato a far parte del cast il consiglio è quello di seguire il sito www.comune.massamarittima.gr.it o la pagina Facebook del Comune di Massa Marittima. Sandra Poli LE NEWS ? 109 LE NEWS Milano darà il via all?edizione 2018 di Morellino Classica L?edizione 2018 della nota ed apprezzata rassegna musicale partirà dagli studi della Rai e dalla Fazioli Pianoforti Show Room del capoluogo lombardo, dove il giovane direttore artistico, il pianista Pietro Bonfilio, terrà il concerto d?apertura I l 14 maggio Milano aprirà le sue porte alla rassegna musicale toscana e per la prima volta l?appuntamento d?inizio stagione si svolgerà alla Fazioli Show Room, il luogo più prestigioso e più rappresentativo del principe degli strumenti, fiore all?occhiello dell?artigianato musicale di alta qualità: il pianoforte più richiesto e apprezzato al mondo, vanto dell?ingegno italiano. Il Festival, nato e cresciuto in Maremma, terra di spazi incontaminati, dove la vita è ancora legata, pur con la modernizzazione tecnologica attuata da aziende all?avanguardia, ai ritmi agresti della natura e dove la storia spesso sembra essersi fermata nei suoi borghi secolari adagiati sulle colline, è già da tempo in fruttuoso rapporto con le istituzioni e le realtà musicali più rappresentative della metropoli lombarda, motore trainante non solo della vita economica, ma anche culturale italiana. Parteciperà all?incontro-concerto la Direzione del Conservatorio ?Giuseppe Verdi? di Milano, già da tre anni partner musicale del festival e che il 9 giugno al Castello Principe Corsini di Marsiliana Manciano, sarà nuovamente presente con Adami Clarinet Choir formazione di 15 elementi diretti da Alberto Serrapiglio. Molto soddisfatto del raggiungimento di un nuovo traguardo di immagine, 110 ? Maremma Magazine ?Aprile 2018 di contenuti e di collaborazioni è l?ideatore della rassegna Antonio Bonfilio, che incontriamo: ?Siamo molto felici di ciò che ci sta riservando il festival e orgogliosi delle collaborazioni raggiunte quest?anno, più degli altri anni, segno questo che l?interesse cresce sempre di più per la qualità e l?originalità delle nostre proposte. La RAI, la stampa nazionale, i principali luoghi del mondo musicale e le aziende più rappresentative del Morellino, in un crescendo di richieste e di attenzione hanno inteso premiare l?idea musica-natura-vino, il nostro lavoro e direi anche la nostra audacia iniziale coincisa con una situazione economica tra le meno favorevoli alla cultura e alla musica. Per questo vorrei ringraziare con tutto il cuore ogni singolo abbonato, ogni singolo sostenitore, ogni singolo spettatore, le Istituzioni culturali, i Comuni, gli Sponsor e soprattutto i principali sostenitori del Festival, Banca TEMA Credito Cooperativo e Consorzio di Tutela del Morellino di Scansano, che hanno creduto e continuano a credere nella bontà del progetto Morellino Classica sostenendoci fin dalla prima edizione?. Ma del programma completo dell?edizione 2018 del festival ? al via ufficialmente ad inizio giugno ? parleremo nel prossimo numero (maggio) di Maremma Magazine. Non perdetevelo! Elisabetta Russo 1.500,00. Per informazioni contattare il Settore 5, Servizi Culturali, Musei Archivi Biblioteca: referente è la dott.ssa Serena Nocciolini, tel. 0566 906295 - 0566 906290 s.nocciolini@comune.massamarittima FESTAMBIENTE 2018, 30 ANNI DALLA PARTE DELL?AMBIENTE Un?edizione speciale, unica, irripetibile, è Festambiente 2018, il festival nazionale di Legambiente, che quest?anno compie trent?anni e lo farà dal 10 al 19 agosto, a Rispescia (GR), nel Parco Regionale della Maremma. Dieci giorni in cui perdersi tra concerti, cinema, laboratori, spettacoli e percorsi per bambini e ragazzi, dibattiti, mostra mercato, numerosi punti ristoro con piatti tradizionali e biologici, nonché degustazioni di prodotti tipici provenienti da tutta Italia. Infatti il 2018 è l?Anno Internazionale del Cibo Italiano, indetto dai Ministeri delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e dei Beni Culturali e del Turismo e Festambiente ha deciso di dedicare la Trentesima Edizione al Cibo Italiano, una tematica pienamente in linea con la filosofia del festival, quella del cibo sano, giusto e pulito e con il rapporto che sussiste tra ecologia e agricoltura. Festambiente, del resto, è sinonimo di alimentazione sana e gustosa e lo ha dimostrato ogni anno con i numerosi spazi dedicati al patrimonio enogastronomico nostrano: dal ristorante vegetariano con le specialità dello chef Giuseppe Capano, a Peccati di Gola, enoteca e tipicheria immersa in un suggestivo uliveto, dallo stand Il Maremmano, con gli hamburger di carne maremmana biologica, alla Stuzzicheria e tutti gli altri bar e iniziative dedicate ai prodotti biologici e italiani di qualità. A questi si aggiungerà per il 2018 il nuovo Padiglione del Cibo Italiano e della Dieta Mediterranea, un nuovo spazio nel panorama del festival, dedicato ai prodotti del Belpaese come patrimonio culturale e di identità nazionale, in cui si uniscono tradizione e innovazione, un?ulteriore occasione per Festambiente per valorizzare le straordinarie eccellenze che abbiamo, attraverso degustazioni, talkshow, show cooking e presentazioni di libri e progetti. Oltre alla tematica della sana alimentazione troveranno spazio nel festival di Legambiente l?economia civile e circolare, la mobilità sostenibile, con un?esposizione delle ultime novità delle aziende che operano nel campo della mobilità elettrica e delle smart cities, la protezione della natura con le principali aree protette italiane. Sarà dato ampio spazio anche alla Maremma Toscana come territorio e distretto che sempre più deve divenire un modello per la sostenibilità sia attraverso la tutela delle aree naturali che attraverso agricoltura di qualità e turismo sostenibile: saranno infatti presentate le migliori pratiche presenti nel distretto maremmano. Numerosi gli eventi in programma con un focus sull?innovazione tecnologica in campo agricolo e alimentare, sulla mobilità elettrica e nel campo scientifico, che saranno valorizzati nell?area espositiva, nei workshop dedicati e all?interno di Scienzambiente, un vero e proprio festival nel festival dedicato ai ragazzi e non solo, incentrato sulla scienza e declinato con laboratori, spettacoli e incontri su agricoltura, archeologia, astronomia, fisica e tante altre tematiche. ?È un?immensa soddisfazione ? afferma Angelo Gentili, Coordinatore Nazionale di Festambiente ? essere giunti alla trentesima edizione di Festambiente. Approfitteremo dei dieci giorni del festival per festeggiare i traguardi raggiunti e allo stesso tempo porre le tematiche dell?ambiente al centro rendendo i nostri visitatori protagonisti del cambiamento e della sfida che stiamo vivendo per contrastare i cambiamenti climatici?. Nel corso dell?estate verranno, inoltre, realizzati alcuni appuntamenti incentrati sulle tematiche e sui settori principali del Festival, diffusi in alcuni luoghi rappresentativi della costa maremmana, una sorta di ?aspettando Festambiente?. COLLEZIONE LUZZETTI: INIZIA IL PERCORSO PER OSPITARE LE OPERE ALLE CLARISSE Iniziato il percorso composito che porterà la città di Grosseto ad ospitare una parte importante della collezione di Gianfranco Luzzetti. Vari i soggetti interessati dall?operazione: oltre al Comune, la Fondazione Grosseto Cultura, la Diocesi, la Fondazione Atlante e la Fondazione Cr Firenze. Nelle scorse settimane la Giunta ha varato due bozze di convezione, una tra il Comune di Grosseto e la Fondazione Grosseto Cultura e l?altra tra Comune e Diocesi di Grosseto, in vista della prossima acquisizione della preziosa collezione Luzzetti e della sua collocazione nei locali delle Clarisse e della chiesa dei Bigi. La prima convenzione regolerà, infatti, la gestione dell?intero immobile delle Clarisse e della connessa chiesa dei Bigi ? che ospiterà, insieme al primo piano delle Clarisse, le opere donate dal collezionista. La Fondazione si farà carico di questa missione attraverso una organica progettualità, affiancata da programmi di animazione per attività culturali coerenti con le diverse produzioni artistiche e creative. Nella convenzione è prevista anche l?istituzione di un comitato scientifico presieduto da Luzzetti. La seconda convenzione interessa, invece, la Diocesi ed è relativa alla concessione al Comune di Grosseto della chiesa dei Bigi. Nella stessa seduta, la Giunta ha approvato la proposta progettuale della Fondazione Atlante per la realizzazione degli interventi e per l?allestimento delle opere della Collezione Luzzetti. Gli interventi saranno svolti secondo le indicazioni del collezionista fiorentino. La Giunta ha, infine, dato mandato di accettare l?erogazione liberale da parte della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze di 450mila euro, ripartita in due tranche annuali, rimandando a un successivo atto l?approvazione dello schema di scrittura privata fra essa, il Comune e Fondazione Atlante. L?ISTITUTO LEOPOLDO II DI LORENA CON IL CENTRO RICERCHE CRISBA SEMPRE PROTAGONISTA NELLA RICERCA APPLICATA Il Centro Ricerche CRISBA dell?Istituto Superiore ?Leopoldo II di Lorena? di Grosseto è stato protagonista al XXVIII Congresso Nazionale di Scienze Merceologiche tenutosi a Firenze dal 21 al 23 febbraio, presentando i risultati delle proprie sperimentazioni in due diversi momenti nel corso della manifestazione scientifica. Il Dr. Lorenzo Moncini, ricercatore del CRISBA, ha presentato i risultati delle sperimentazioni che da alcuni anni il Centro Ricerche conduce insieme al DiSAAAa dell?Università di Pisa, sul brevetto della Eurosider sas di Ottavio Milli di Grosseto per la conservazione dei cereali in atmosfera controllata arricchita di azoto. Dopo la recente presentazione al G7 Agricoltura di Bergamo e alla conferenza internazionale di Lubiana sulla cerealicoltura, continua quindi l?interesse del mondo scientifico per l?innovazione, nata dalla collaborazione tra le due realtà grossetane, dimostratasi efficace nel preservare i cereali in stoccaggio nei silos dall?attacco di insetti infestanti e dei funghi patogeni, evitando l?utilizzo di prodotti chimici disinfestanti. Oltre a questa comunicazione, il CRISBA ha esposto al Congresso anche i risultati di un?altra linea di ricerca, con la quale è stata valutata l?efficacia di un estratto naturale (tannini da castagno) nel contenimento di funghi patogeni delle colture agrarie. I risultati sono stati in questo caso esposti dal Dr. Gabriele Simone, laureato dell?Università della Tuscia, che proprio presso il CRISBA del Leopoldo di Lorena ha condotto le sperimentazioni della sua tesi di laurea magistrale in Biotecnologie Agrarie. ?La partecipazione del CRISBA a questo congresso nazionale ? ha detto il Dirigente Scolastico Alfonso De Pietro ? è motivo di orgoglio per l?ottimo lavoro svolto in questi anni dal centro di ricerche, consentendo agli allievi di proseguire nella loro formazione in un ambiente stimolante e ricco di ricerca applicata?. LE NEWS ? 111 MAREMMA MAGAZINE Mensile di informazioni turistiche e culturali sulla Maremma Registrazione presso il Tribunale di Grosseto n. 8 del 23 settembre 2002 Iscrizione ROC n. 10360 del 26.8.2004 Poste Italiane spa Spediz. in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 1, DCB Grosseto DIRETTORE RESPONSABILE Celestino Sellaroli REDAZIONE Angelo Biondi, Deborah Coron, Francesca Costagliola, Claudia Della Monaca, Sara Landi, Maria Grazia Lenni, Rossano Marzocchi, Paolo Mastracca, Alissa Mattei, Antonio Stelli, Dianora Tinti, Antonella Vitullo, Sabino Zuppa CONSULENZA EDITORIALE Corrado Barontini EDITORE CS Editore DIREZIONE, REDAZIONE E PUBBLICITÀ CS Editore, Via Tripoli n. 10 - 58100 Grosseto - Tel. 0564 20426 - Fax 0564 429364 - Cell. 349 2872103, email maremma.magazine@virgilio.it oppure info@maremma-magazine.it, sito web www.maremma-magazine.it STAMPA Tipolitografia Ambrosini Gianfranco Zona Industriale Loc. Campo Morino - 01021 Acquapendente (VT) - Tel. 0763.711040, sito web www.tipografiaambrosini.it, e-mail info@tipografiaambrosini.it ARRETRATI I numeri arretrati possono essere richiesti a CS Editore - Via Tripoli n. 10 - 58100 Grosseto - Tel. 0564 20426 349 2872103 - Fax 0564 429364, inviando anticipatamente l?importo pari al doppio del prezzo di copertina, mediante assegno bancario non trasferibile intestato a CS Editore di Celestino Sellaroli o bollettino sul conto corrente postale n. 39735576 intestato a CS Editore di Celestino Sellaroli, Via Tripoli n. 10, 58100 Grosseto ABBONAMENTI PREZZI: una copia euro 3,50; abbonamento annuale (10 numeri): euro 30,00 per l?Italia ed euro 140 per l?estero. L?abbonamento decorrerà dal primo numero disponibile (prima della spedizione mensile in abbonamento postale) e potrà avere inizio in qualsiasi periodo dell?anno. Per il rinnovo attendere l?avviso di scadenza. MODALITÀ DI PAGAMENTO: Gli importi indicati potranno essere versati: ? tramite assegno non trasferibile intestato a CS Editore di Celestino Sellaroli, da inviare a CS Editore, Via Tripoli n. 10, 58100 Grosseto; ? mediante bollettino postale sul conto corrente n. 39735576 intestato a CS Editore di Celestino Sellaroli, Via Tripoli n. 10, 58100 Grosseto; ? mediante carta di credito. SUGGERIMENTI Le informazioni inserite in questo numero sono state raccolte in anticipo rispetto alla programmazione definitiva degli eventi. Suggeriamo pertanto ai lettori di verificare sempre, telefonicamente, se non siano intervenuti cambiamenti nelle date, negli orari. La redazione di Maremma Magazine non assume alcuna responsabilità per quanto riguarda l?effettiva attuazione delle iniziative elencate nelle pagine precedenti, né per eventuali cambiamenti di programma. PER CONTATTI Gli enti, le associazioni, le pro loco, i privati che volessero inviarci i calendari delle varie manifestazioni possono farlo: ? per fax al numero 0564 429364; ? per posta ordinaria all?indirizzo Maremma Magazine c/o CS Editore, Via Tripoli n. 10, 58100 Grosseto; ? per e-mail sulla casella: redazione@maremma-magazine.it oppure maremma.magazine@virgilio.it N.B. I programmi degli eventi devono tassativamente pervenire in redazione entro il 20 del mese precedente a quello nel quale andranno a svolgersi. Eventuali collaborazioni sono libere e gratuite. © 2018 COPYRIGHT CS EDITORE Tutti i diritti riservati. Testi, fotografie e disegni contenuti in questo numero non possono essere riprodotti, neppure parzialmente, senza l?autorizzazione scritta dell?Editore. Questo periodico è associato all?USPI Unione Stampa Periodica Italiana e all?A.N.E.S. Associazione Nazionale Editoria Periodica Specializzata