1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
VERSIONE DEMO (solo 10 pagine visibili)
Per acquistare questa copia clicca
sul tasto "ACQUISTA" in basso

  - La copia visualizzata
  - Un abbonamento
La voce dei Lettori Sagra ?Selvaggia? e regolamento comunale Non è la prima volta che interveniamo sull?annoso problema delle sagre selvagge. Purtroppo, a intervalli regolari e soprattutto d?estate, il problema torna a galla senza che se ne riesca a identificare la soluzione definitiva. Torniamo quindi ancora una volta a segnalare che la nostra associazione, da sempre capofila e rappresentante delle istanze dei ristoratori della Provincia, continua a ricevere numerosissime segnalazioni e tantissime lamentele da parte degli imprenditori locali che, in un periodo di schiacciante crisi, si vedono portare via importanti fette di mercato da quelle che ormai sono diventate dei veri e propri ?ristoranti a cielo aperto?, con rassegne che durano non pochi giorni ma tantissimi weekend protraendosi per tutti i mesi estivi. Vorremmo pertanto riportare l?attenzione sul regolamento in materia che, secondo quanto riportato dalla stampa giusto un mese fa (18 giugno, ndr), sarebbe dovuto passare dall?approvazione del consiglio comunale di Gros- seto. A che punto siamo con l?iter di approvazione di questo regolamento? Posto che la stagione 2013 è comunque compromessa dall?elevatissimo numero di manifestazioni e microeventi sparsi su tutto il territorio (in numerosi casi, tra l?altro, le iniziative sono concentrate nella zona di Albinia, già pesantemente colpita dagli eventi alluvionali dello scorso autunno), ci domandiamo: chi o cosa si sta frapponendo tra il suddetto regolamento e la sua approvazione definitiva? Che tempistiche dobbiamo attenderci? Ci siamo ripetutamente espressi su quelli che dovrebbero essere i paletti imposti a questo genere di manifestazioni: riduzione sostanziale dei giorni di svolgimento, trasparenza di scopo e di impiego degli introiti, rispetto delle regole in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro, rispetto della normativa fiscale e delle norme igienico-sanitarie, controlli serrati e multe cospicue a chi viola la legge. Da qui si deve ripartire, in tempi certi e soprattutto brevi. Ascom Confcommercio Grosseto una Spiaggia per cani gratiS Ombrelloni e sdraio GRATIS! Mi permetto informarvi dell?esistenza di una ?spiaggia per cani? affinchè possiate aiutarci nella divulgazione. Questo annuncio è molto importante per coloro che amano il loro amico a quattro zampe! Ringrazio anticipatamente augurandovi buone vacanze (la spiaggia in questione si trova presso il Camping Village Bocche d?Albegna, in loc. Torre Saline, Albinia ? Orbetello, tel. 0564 870097, www.bocchedalbegna.com). Laura Quadrelli Avete idee e consigli da darci, complimenti o critiche da fare, oppure più semplicemente volete commentare un articolo o dire la vostra su un certo argomento? Questo spazio è per voi. Scriveteci via e-mail all?indirizzo redazione@maremma-magazine.it Compatibilmente con lo spazio a disposizione pubblicheremo il vostro intervento. 8 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 22 33 36 44 sommario la voce dei lettori l?editoriale primo piano 16 ..........Palio Marinaro dell?Argentario, ?il più grande spettacolo dopo il big bang? 22 ..........Il Palio di Castiglione della Pescaia, sessant'anni di sfide a colpi di remi 28 ..........Grosseto in festa celebra il Patrono San Lorenzo Martire e la sua storia cittadina 33 ..........Festambiente, al via il festival della Bellezza e dell?Ecologia 36 ..........Cultura, musica, politica e attualità: il bel mix d?estate di Capalbio Libri 40 ..........Apritiborgo, quando la città è teatro, tra figure dell?anima, canti, incanti e meraviglie? 44 ..........In alto i calici! Il brindisi con ?Vinellando? è nel nome del Morellino di Scansano 48 ..........Argentario Dance Festival, appendice d?estate all?insegna della danza internazionale 52 ..........?Sonata di Mare?, in scena in Maremma le nuove produzioni del progetto transfrontaliero 56 ..........Geoparco delle Colline Metallifere, sette ?porte? per entrare nella storia mineriaria dell?alta Maremma 61 ..........Un convegno per parlare di turismo, accoglienza e diritti in Maremma 68 ..........La mi? nonna la cantava così! E io così me la ricordo? A scuola di ?ottava? a Pomonte 74 ..........Mantellassi, una famiglia speciale simbolo della terra del Morellino l?agenda 80 ..........Amiata Piano Festival, il gran finale è con ?Dionisus? 81 ..........CapalbioArt, il festival del lungometraggio 83 ..........Le Sagre 84 ..........?I Butteri e il loro lavoro? spettacolo alla Giuncola 85 ..........Un brindisi a Le Mortelle per l?ANT 87 ..........I Mercatini 88 ..........Agosto suona bene al Tuscany Bay! 89 ..........C?è lo spettacolo ?Migrazioni? per In copertina, uno scorcio di Maremma (foto Giovanni Rossetti) Sommario ? 11 92 106 ?Il Fascino delle Rovine? 2013 91 ..........Le Mostre 92 ..........Pitigliano in festa rievoca i fasti del tempo della Contea le ruBricHe C?è da vedere... 94 ..........L?astrologia che non ti aspetti nei dipinti di Palazzo Orsini, importanti scoperte di portata nazionale a Pitigliano L?Arte di Ospitare 98 ..........Tenuta di Montecucco, quando un agriturismo infonde pace e... fa bene allo spirito L?Angolo del Libro 102 ........?Metti la sella all?ultimo cavallo?, l?opera prima di Ciarapica 103 ........?I Corsari e la Maremma?, storie di saccheggi e cruente battaglie tra realtà e leggenda 104 ........?Tiburzi è vivo e lotta insieme a noi? 104 ........Un libro racconta ?Le strutture commerciali e sociali a Grosseto? Vino e dintorni 106 ........Cantina Vignaioli del Morellino, un convegno per brindare ad una storia lunga quarant?anni! 12 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 118 WINE & FOOD NEWS 108 ........Metti una sera a cena? d?estate a ?Il Vicoletto? di Talamone 108 ........?Olivo della strega?: ecco i vincitori del concorso dedicato all?olio pregiato della Maremma 108 ........Nuova sede e nuova vita per l?OP Bar a Grosseto 108 ........Calici di stelle festeggia Giuseppe Verdi a duecento anni dalla nascita 109 ........Zero Distanze, il locale che azzera le distanze tra il produttore e il consumatore Di vino in cibo 110 .......Il Fiorino, una lunga storia di successi con un solo credo: la qualità A Tavola 114 ........?Locanda nel Cassero?, il fascino di un?osteria d?altri tempi dalla cucina semplice e curata La Ricetta 118 ........Saranno anche? brutti? ma sono decisamente buoni! neWS 120 ........Guida Blu Touring 2013, un posto d?onore, in quarta di copertina, alle spiagge di Castiglione della Pescaia 120 120 ........Consorzio Naturalmente Toscana, al via i collegamenti dal Parco della Maremma a Porto Santo Stefano e viceversa 121 ........Grosseto, aperto il nuovo punto di informazione turistica al Cassero 121 ........Cavalieri maremmani alla riscoperta della Via Clodia 122 ........Pitigliano, inaugurato l?agriturismo Poggio al Tufo 122 ........A.M.A., un?associazione che aiuta ad affrontare il disagio 123 ........Il cibo e la sua simbologia protagonista nei ristoranti di Vetrina Toscana durante le Notti dell?Archeologia 124 ........I fenicotteri tornano a nidificare nella Riserva naturale Diaccia Botrona a Castiglione della Pescaia 124 ........Confindustria Grosseto in Assemblea ad Albinia 125 ........?I due gemelli veneziani? vincono in Liguria 125 ........?Mare per Tutti? si conferma un successo il progetto 126 ........L?equivoco del Sud, riguarda anche noi? 126 ........Premio Campiello, il mare della Maremma e la narrativa italiana si sono incontrati per il terzo anno a Punta Ala L?editoriaLe di Celestino Sellaroli la Maremma, il turismo e il gioco di squadra? I l grido d?allarme, per il comparto turistico maremmano, lo lanciò Andy Fedi, direttore del Consorzio Turistico Maremma Promotion, con sede a Castiglione della Pescaia, in una lunga intervista rilasciata a chi scrive e pubblicata nel numero di dicembre di Maremma Magazine. ?La situazione ? sosteneva allora Fedi ? è sempre più critica ed oggi non è più tempo delle chiacchiere: occorre iniziare ad agire per provare a cambiare le cose e a risalire una china sempre più inclinata e pericolosa. Ma per far questo devono essere messi al bando i campanilismi, le divisioni, l?inerzia ed è necessario prendere di petto i problemi, facendo leva su concetti banali, ma poco praticati nel nostro territorio, ovvero quelli legati alle sinergie, all?unione, al ?fare sistema?, di cui troppo spesso si parla, ma che quasi mai si riesce ad attuare. E se fino a poco tempo fa questa frammentazione poteva anche essere tollerata, perché tanto i risultati e le presenze turistiche erano garantite lo stesso, oggi viceversa è indispensabile un cambio di rotta significativo, per non dire epocale, perché i tempi delle vacche grasse sono finiti e l?unico modo per uscirne è quello di essere uniti per fronteggiare con forza, decisione e coraggio una congiuntura che non regala più niente, ma anzi richiede competenze, volontà, idee e progetti che non possono essere lasciati al caso, ma viceversa meriterebbero di essere messi a punto, tutti insieme, magari con l?appoggio ed il sostegno della Camera di Commercio, ovvero la casa degli imprenditori. Già, proprio l?ente camerale potrebbe essere il soggetto giusto per provare a far trovare alla Maremma quel filo in grado di trasformare ? per usare una metafora cara al presidente Giovanni Lamioni ? l?insieme di perle di cui questo angolo di Toscana è in possesso, in una meravigliosa collana?. Ebbene, a quanto sembra il messaggio non è caduto nel vuoto. Del resto, Giovanni Lamioni (fresco di assegnazione di un prestigioso riconoscimento, il Grifone d?Oro 2013, che gli sarà consegnato il prossimo 10 agosto), non è un tipo che ama stare con le mani a mano o peggio a scaldare poltrone. È un uomo del fare cui la Maremma sta a cuore. Sul serio. Fatto sta che l?appello è stato raccolto in pieno, almeno a giudicare da quanto successo in occasione dell?11esima Giornata dell?Economia svoltasi nella sala Contrattazioni della Camera di Commercio, il 4 luglio scorso. Una grande Giornata che ? sotto il cappello di un titolo molto significativo ?Passione Maremma, chi non arde non incendia? ? ha chiamato a raccolta tutto il mondo consortile turistico maremmano. Tra i relatori, oltre ai rappresentanti delle istituzioni Giovanni Lamioni per la Camera di Commercio, Leonardo Marras per la Provincia di Grosseto ed Emilio Bonifazi per il Comune di Grosseto, c?erano tutti i rappresentanti dei Consorzi Turistici di Maremma: Carlo De Simoni (presidente del Consorzio Welcome Maremma di Orbetello), Andy Fedi (direttore del Consorzio Maremma Promotion, come detto, con sede a Castiglione della Pescaia), Gloria Francorsi (presi- dente del Consorzio MaremMare Costa d?Argento con sede a Orbetello), Alessandro Giuliani (presidente del Consorzio Amatur di Massa Marittima), Luca Perin (presidente del Consorzio Naturalmente Toscana con sede ad Alberese) e Maurizio Sonno (consigliere del Consorzio L?Altra Maremma con sede a Manciano). Presente anche Alessandro Fichera, portavoce dei Maremmans, una bella realtà emergente del mondo turistico maremmano (di cui ci siamo occupati anche noi, come testata, nei numeri scorsi). Insomma, un bel parterre, rappresentativo di un ampio spaccato dell?imprenditoria che opera nel settore dell?accoglienza. Una grande Giornata dicevamo. Ma forse si può parlare anche di un autentico evento, visto che non capitano troppo spesso momenti come questo in cui pubblico e privato cercano un dialogo, strategico, ai fini della crescita e dello sviluppo del territorio. Ne abbiamo viste tante in questi dieci anni di Maremma Magazine nel settore turistico, ma in questo caso non può non essere segnalata quella ventata di novità che vede assegnare un ruolo importante proprio ai soggetti del mondo consortile, raramente in passato coinvolti. O almeno non così direttamente. Che sia la volta buona per arrivare davvero a ?fare sistema? e creare quelle sinergie di cui da troppo tempo si parla, ma che solo sporadicamente hanno trovato applicazione in queste lande? Chissà. Per ora si può dire che l?impegno in questo caso c?è tutto e non solo quello. Perché questa sfida, questo ritrovato dialogo, ha fissato anche dei tempi. Entro la fine dell?anno dovrà essere messa a punto una proposta di promozione del territorio, una progettualità che la Camera di Commercio, insieme agli altri partner, si impegnerà a sostenere per il 2014. Il pallino, in questi quattro mesi che ci separano dalla ?scadenza del termine?, è ora nelle mani dei Consorzi, che hanno la possibilità di dimostrare che hanno idee e voglia di fare, e soprattutto che sono in grado di lavorare insieme in una logica di squadra per un obiettivo comune: creare un?offerta commerciale dell?intero sistema territoriale da portare sui mercati e vendere attraverso idonee politiche promozionali, consapevoli del fatto che oggi vendere la Maremma, non dovrebbe essere alla fine così difficile, se si considera cosa abbiamo da queste parti e il livello di percezione qualitativa (alto) che questa terra riesce ormai così bene ad esprimere. Per cui se questo è il dato di partenza, mai come in questo caso è il caso di dire: se son rose fioriranno? ?Quella di oggi ? ha detto in chiusura Lamioni ? è stata una Giornata dell?Economia bella. Nella quale ci siamo presi degli impegni. E allora misuriamoci. Se a fine anno riusciremo ad arrivare ad un piano di promozione pubblico-privato allora potremo dire che questa è stata una giornata importante. In caso contrario, significherà che oggi ci siamo solo parlati addosso?. Degna chiosa, che ha tutti i crismi di una vera sfida. Assolutamente da vincere! EditorialE ? 15 Primo Piano Primo Piano trAdizioni palio marinaro dell?argentario, ?il più grande spettacolo dopo il big bang? di Paolo Mastracca Nella foto il momento cruciale della partenza del Palio Marinaro dell?Argentario in programma ogni anno il 15 agosto 16 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 ...gLi aPProfondimenti deL mese... Una bella festa di popolo che ha il suo clou nel giorno di Ferragosto ma che in realtà vive tutto l'anno, per partecipazione, intensità dell'evento e capacità di coinvolgimento. È il Palio Marinaro dell'Argentario un?appassionante sfida remiera che vede in gara per la vittoria finale i quattro rioni Pilarella, Croce, Fortezza e Valle Foto del servizio di Enzo russo I l palio è probabilmente la parola più inflazionata che esiste. Durante il periodo estivo in pratica non esiste paese e località che non proponga il suo palio, talvolta bizzarro, in altre occasioni curioso anche se spesso banale. Il più delle volte si usa il nome palio per la mancanza di fantasia a trovare un aggettivo più accattivante e quindi si va sul sicuro, il nome palio regala praticamente la certezza di un prodotto certificato e originale. Però se il nome palio ha acquisito tale prestigio lo si deve a chi il palio lo vive realmente 365 giorni all?anno, a quelle località dove la vita quotidiana ruota costantemente intorno a quell?evento, che ha la capacità straordinaria di ripetersi in maniera immutabile ma, allo stesso tempo, riesce ad essere ogni volta assolutamente inedito. Non c?è dubbio, il palio più famoso nel mondo è quello di Siena, ma da noi, in Maremma, esiste un palio che per partecipazione popolare, intensità dell?evento e capacità di coinvolgimento regge benissimo il confronto. Si tratta del Palio Marinaro dell?Argentario, che si svolge ogni anno il 15 agosto a Porto Santo Stefano. Le analogie tra il palio di Siena e quello dell?Argentario non mancano, anche se si tratta di due eventi decisamente distanti. A Siena i protagonisti sono i cavalli con i loro fantini, a Porto Santo Stefano gli eroi sono i quattro vogatori ed il timoniere che fanno diventare i ?guzzi? lo strumento su cui basare le proprie fortune e non è un caso che ormai è tradizione consolidata che il ?guzzo? vincente venga affondato dai tifosi del rione che festeggia la vittoria del palio. A parte il corollario simile tra i due pali con tutti i riti che precedono l?evento fino ad arrivare alla consegna del drappo che rappresenta il simbolo del successo, ciò che balza agli occhi è il suggestivo scenario dove si corrono il palio di Siena e quello dell?Argentario. A Siena piazza del Campo offre un colpo d?occhio fantastico con la sua particolare forma a conchiglia che la rende unica al mondo. Lo scenario dove si disputa il palio marinaro dell?Argentario, se possibile, è emotivamente ancora più forte. Infatti, lo stadio del Turchese che ha la caratteristica di essere assolutamente naturale, è quel tratto di mare che si trova di fronte al municipio e che offre la caratteristica assolutamente unica di rendere possibile una visione fantastica a decine di migliaia di persone che puntualmente accorrono per l?evento. La denominazione ?Stadio del Turchese? è assai indi- primo piano ? 17 Primo Piano ???? Il modo migliore per comprendere cosa è il palio per la gente di Porto Santo Stefano è recarsi allo stadio del Turchese il 15 agosto. L'atmosfera che si respira quel giorno è particolare, resta scolpita nei cuori perché ci si rende conto di come la festa di popolo sia autentica, genuina, coinvolgente Nella foto lo Stadio del Turchese, cornice dell?evento cativa e rende l?idea di come neanche uno stadio appositamente progettato avrebbe potuto essere più adatto a svolgere tale manifestazione. Il percorso del palio è massacrante, 400 metri da ripetere dieci volte per un tracciato complessivo di 4.000 metri che rendono la prova adatta esclusivamente ad atleti particolarmente preparati ed allenati. A Porto Santo Stefano il palio si corse per la prima volta nel 1937; dal 1956 è stata istituita la Coppa d?Oro, il trofeo che viene assegnato definitivamente al rione che si aggiudica il palio per tre anni consecutivi. Chi scrive si rende conto che del palio si potrebbe parlare ancora a lungo raccontando aneddoti e personaggi, ma il modo migliore per comprendere cosa è il palio per la gente di Porto Santo Stefano è recarsi allo stadio del Turchese il 15 agosto. L?atmosfera che si respira quel gior- Nella foto un momento della cerimonia di consegna dei ?guzzi?svoltasi quest?anno il 14 luglio 18 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 no è particolare, resta scolpita nei cuori perché ci si rende conto di come la festa di popolo sia autentica, genuina, coinvolgente. Per i santostefanesi quel giorno è un po? tutto: capodanno, carnevale, storia, cultura, tradizione e soprattutto palio. Pilarella, Croce, Fortezza e Valle, questi sono i quattro rioni che si contendono la vittoria del palio, ognuno con i propri colori ma soprattutto con il proprio stile, uno stile di cui ognuno va profondamente fiero. Le settimane che precedono il palio sono frenetiche e per certi versi assomigliano a opere di depistaggio. Gli equipaggi che si allenano da mesi scelgono le ore più impensate e particolari per scendere in acqua, alcune volte provano il percorso, altre volte si spostano più al largo mentre a riva immancabilmente c?è chi, dotato di cronometro, prova a prendere i tempi per cercare di capire quale sia l?equipaggio più competitivo. C?è però da fare i conti anche con il fatto che talvolta i quattro vogatori con il timoniere, sapendo di essere osservati, riducono il ritmo per non offrire rilievi cronometrici di riferimento. Si entra nel clou dell?evento quaransegue a pag. 21 Nella foto la folla dopo la gara si raduna davanti al palazzo comunale nel piazzale dei Rioni per festeggiare o assistere alla cerimonia di consegna del palio al rione vincente totto ore prima del via. La sera del 13 agosto nel piazzale dei rioni vengono presentati gli equipaggi: in quell?occasione la ?febbre del palio? sale, l?entusiasmo è alle stelle con cori che annunciano la fondata speranza di ogni rione di aggiudicarsi il palio. In quel momento iniziano ore di trepida attesa, poi il 15 agosto Porto Santo Stefano vive ?in apnea? il giorno in cui si celebra l?evento. Intorno alle 19 cala incredibilmente il silenzio, si attende il via, che viene dato dal comandante del porto ed inizia la gara, che nell?immaginario collettivo dura? tutto l?anno. In 4.000 metri succede di tutto: una volta la Fortezza perse il timone e riuscì ugualmente a vincere; due anni fa la Croce beffò la Pilarella con un arrivo al fotofinish. Ma il palio regala un?infinità di episodi che hanno la caratteristica di passare direttamente dalla cronaca alla storia del palio. L?unica certezza è che prima del tramonto un solo rione festeggerà ed avrà la soddisfazione di vedere per due giorni il municipio illuminato dei propri colori sociali. Gli altri tre rioni invece si proietteranno già all?anno successivo, sognando la rivincita, perché il Palio Marinaro dell?Argentario si corre il 15 agosto ma si vive dodici mesi. Nel 2011, prendendo spunto dal successo estivo di Jovanotti, dissi durante la telecronaca, in diretta televisiva, che il palio ?è il più grande spettacolo dopo il big bang?. Credo che la definizione calzi a pennello per questo evento. Chi non vuole perdersi il più grande spettacolo dopo il big bang faccia un salto a Porto Santo Stefano il 15 agosto, vivrà un?emozione mozzafiato. ???? La vita quotidiana ruota costantemente intorno a quell'evento, che ha la capacità straordinaria di ripetersi in maniera immutabile ma, allo stesso tempo, riesce ad essere ogni volta assolutamente inedito. Nella foto scene di festa post gara per il rione vincente primo piano ? 21 Primo Piano trAdizioni il palio di castiglione della pescaia, sessant'anni di sfide a colpi di remi di Enrico giovannElli I l Palio Remiero a Castiglione della Pescaia è una tradizione che va avanti da oltre sessant?anni. La prima volta infatti che alcune barche di pescatori si sfidarono in una gara di velocità, fu nel 1952: il Palio di quell?anno, che non è valido per l?albo d?oro, fu vinto dalla Portaccia, e fu corso in mare. Da allora, quasi ininterrottamente, la corsa, fatta di sudore, fatica e polemiche (qualche cazzotto, anche fra ami- 22 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 ci fraterni era la regola, magari per un taglio di corsia o uno scontro fra i remi) è andata avanti fino ai nostri giorni, con il paese che si è progressivamente innamorato di questa manifestazione. Subito i castiglionesi dell?epoca, sulla scia molto probabilmente del Palio di Porto Santo Stefano, nato qualche anno prima, si accorsero delle potenzialità sociali, e anche sportive, che una gara fra barche a remi poteva avere. Il paese fu diviso in quattro rioni: il Castello (colori giallo verde) nel borgo medioevale; la Portaccia (colori giallo rosso) nella zona di espansione delle Paduline lato strada provinciale Castiglionese; la Piazza (colori bianco verde) dalla fine del borgo e nel tratto fino al palazzo Comunale (all?epoca in via Vittorio Veneto); e la Marina (colori bianco rosso) dal palazzo Comunale verso Riva del Sole. Count down iniziato per la 59esima edizione del Palio Marinaro di Castiglione della Pescaia in programma quest?anno domenica 18 agosto. Una grande battaglia a colpi di remo che si svolge in mare anziché nelle acque del fiume Bruna, cosa che permette una facile visione da parte del pubblico, su una distanza di 2700 metri, con tre virate prima dell?arrivo nel Porto Canale di fronte al Monumento ai caduti. Nella foto, una fase dell?edizione 2012 del Palio di Castiglione della Pescaia Fatti i rioni si doveva decidere come fare la gara. Il miglior campo naturale era ovviamente il fiume Bruna, con il suo ampio alveo, che permetteva la partenza e l?arrivo proprio sotto il Ponte Giorgini, fra due ali di folla: residenti ma anche centinaia di turisti, che si assiepavano sugli argini per fare il tifo. Castiglione attendeva con ansia la domenica d?agosto, giorno del Palio, e specialmente negli anni sessanta e set- tanta la vita quotidiana di quartiere permetteva l?aggregazione e tante feste collaterali. Nel corso degli anni si sono svolte sfilate con i carri allegorici, pali della cuccagna, e soprattutto cene organizzate con i pescatori per sovvenzionare la manifestazione: le ?sardate? sul molo (antesignane delle attuali sagre), che vedevano intere famiglie radunarsi e dare una mano per una festa anche que- sta attesa come se fosse ?Natale?. Il tutto avveniva con i ragazzi che si sfidavano con i colori dei rioni, e la rivalità in attesa del Palio era sempre molto accesa. La corsa poi faceva il resto, con i campioni che diventavano idoli riconosciuti e acclamati per tutto l?anno. Il Castello e la Portaccia, per oltre un decennio, hanno monopolizzato il Palio, con la Marina e la Piazza costrette a ruoli di comprimari. Storicamente gli equi- primo piano ? 23 Primo Piano Nella foto un concitante arrivo nel porto canale ???? A far da prologo mercoledì 14 agosto ci sarà, nella chiesa Santa Maria Goretti, la Santa Messa in onore della Madonna dell?Assunta, a cui è sempre dedicato il Palio, con la presenza del Vescovo per la benedizione paggi erano formati da gruppi di familiari, fratelli o cugini, e la forza rimaneva dunque in famiglia, con il rione di appartenenza che poteva contare per anni su persone vincenti. Insomma, era difficile vedere cambi di casacca, il ?mercato-vogatori? non era previsto. Le vittorie in serie erano dunque quasi la norma. A metà degli anni settanta si sentì l?esigenza di creare un nuovo rione: nacque il Ponte Giorgini, con il quartiere in espansione che proprio dal Ponte Gior- gini andava verso Marina di Grosseto. Il problema fu che c?erano solo quattro barche a disposizione (in legno e anche pesanti), con la manifestazione organizzata sempre dalla Pro Loco: inoltre il fiume Bruna era sì largo, ma non permetteva una corsa regolare se le barche in acqua fossero state cinque. Fu così deciso di ?eliminare? un rione attraverso un prologo, una corsa contro il tempo con l?equipaggio che faceva registrare il peggior crono costretto a guardare la corsa. Inoltre, chi invece aveva fatto segue a pag. 27 e intanto ponte giorgini si aggiudica il palio dei giovani U na regata entusiasmante, combattuta fino all?arrivo con l?armo del Ponte Giorgini che ha messo in fila tutti. La 36esima edizione del Palio remiero giovanile a Castiglione (7 luglio) è stata una gara davvero bella, combattuta per tutti i 1500 metri del percorso, in una giornata perfetta con le condizioni meteo marine quasi ideali. Di fronte al Faro rosso a scattare in testa per la prima vasca di 600 metri è stato il Castello in corsia 3, alle sue spalle quasi sulla stessa linea la Portaccia (che aveva scelto per prima in corsia 4), poi il Ponte (2), Marina (nella 1, quella sul lato spiaggia), e poi la Piazza (5). L?andatura è stata subito sostenuta, con le lance tutte praticamente sulla stessa linea, con la sola Piazza, l?equipaggio più giovane del lotto, che strada facendo perdeva contatto. 24 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 Alla virata si è decisa quasi la corsa: il Ponte Giorgini effettuava una manovra perfetta, con il timoniere Alessandro Speciale Damiani per nulla intimorito, che consentiva ai suoi di uscire per primi, inseguiti dal Castello, dalla Marina e dalla Portaccia. La battaglia, con il vento di maestrale in poppa, si è accentuata. Il Ponte ha preso decisamente la testa con la sola Marina capace di rimanere in scia e tentare il disperato recupero. Anche il Castello e la Portaccia non hanno mollato. All?ingresso nel porto canale il Ponte ha resistito al rush finale con la Marina che ha provato ad affiancarsi senza però riuscirci. A qualche barca di distanza il Castello è giunto terzo, poi la Portaccia quarta e la Piazza quinta. Per il Ponte Giorgini si tratta del nono titolo nella competizione, il primo da quando il Palio si corre in mare. L?equipaggio del Ponte: colori biancoceleste, barca Delfino. Timoniere: Alessandro Speciale Damiani 1° remo: Diego Monaci 2° remo: Francesco Gargano 3° remo: Manuel Petragli 4° remo: Ettore Monaci. Caporione Luca Roghi, allenatore Marco Cozzolino, madrina Lucia Cruciani. il tempo migliore poteva scegliere la corsia, con quelle centrali che sono state sempre le migliori, anche al momento della virata dopo oltre un chilometro di vogate, visto che sui lati il fondale era molto più basso, e le ?cannucce? sulle sponde erano sempre un?insidia per i timonieri. L?equipaggio è composto da quattro vogatori in ordine sfalsato, con il timoniere appunto che li guarda in faccia e comanda la barca. Nel 1978 il comitato dell?epoca decise di introdurre la corsa riservata ai giovani, ragazzi under 18, anche per avere un ricambio generazionale per mantenere la tradizione. Nel 1997 fu invece la volta delle donne. Purtroppo il fiume Bruna, se da un lato dà la possibilità di ormeggiare ai tanti natanti nell?estate, dall?altro costrinse gli organizzatori a portare a monte, di fronte alla Casa Rossa, la corsa. Man mano la gara perse di interesse, anche per via di una certa riduzione della natalità, con i caporioni costretti a fare i salti mortali per allestire equipaggi competitivi. Da cinque anni però il Comitato degli amici del Palio, che aveva preso il posto della Pro Loco, insieme al Comune che sponsorizza sempre l?evento, hanno deciso di dare una svolta alla corsa e portare la sfida dei barchini in mare con l?arrivo dentro il porto canale. Una scelta che ha aperto una serie di discussioni fra i nostalgici del fiume, ma che è stata inevitabile, visto che le condizioni del Bruna al momento non permettono più la disputa di un Palio in modo sicuro e regolare. Il mare ha sicuramente riportato entusiasmo alla manifestazione, permettendo la partecipazione contemporanea di tutte e cinque le lance a remi (adesso in vetroresina) e una facile visione da parte della popolazione. Le polemiche ovviamente non mancano nemmeno con la disputa della corsa in mare: le condizioni meteo marine possono influenzare l?andamento della regata, con il vento e le correnti in agguato. Un?altra caratteristica del Palio sono i drappi. Nel corso dei decenni si sono cimentati nei disegni pittori professionisti e semplici ?dilettanti?, ma tutti hanno colto lo spirito e l?essenza di una gara così sentita e coinvolgente, realizzando dei veri quadri d?autore, che i caporioni gelosamente conservano. Il Comitato degli Amici del Palio ha voluto negli ultimi anni coinvolgere le scuole medie cittadine, con i ragazzi che partecipano ad una sorta di progetto didattico ed il miglior bozzetto diventa il Palio riservato ai giovani. Intanto, domenica 7 luglio si è corsa la prima sfida, proprio dei giovani, sui 1500 metri del percorso (unica virata dopo 600 metri), che ha visto il Ponte Giorgini primeggiare al termine di una vera ?battaglia? sulla Marina. Domenica 28 luglio è stata la volta della regata riservata alle donne (anche in questo caso sui 1500 metri come i giovani), mentre il palio senior, giunto alla 59esima edizione, si correrà domenica 18 agosto su una distanza di 2700 metri, con tre virate prima dell?arrivo nel porto canale di fronte al monumento ai caduti. Mercoledì 14 agosto ci sarà, nella chiesa Santa Maria Goretti, la Santa Messa in onore della Madonna dell?Assunta, a cui è sempre dedicato il Palio, con la presenza del Vescovo per la benedizione. Seguirà la processione per le vie cittadine, con l?uscita in mare dei pescherecci addobbati con luci e bandiere per il suggestivo lancio della corona in memoria dei caduti, e la lettura della preghiera del marinaio. Poi sarà tempo di Palio. Primo Piano trAdizioni grosseto in festa celebra il patrono San lorenzo martire e la sua storia cittadina di rossano Marzocchi I festeggiamenti civili e religiosi, un concerto dell?Orchestra Sinfonica Città di Grosseto e la consegna del Grifone d?Oro ? quest?anno conferito al presidente della Camera di Commercio di Grosseto, Giovanni Lamioni ? caratterizzeranno, nelle consuete giornate del 9 e 10 agosto, la celebrazione del Santo Patrono cittadino 28 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 Maremma Magazine - Agosto 2013 - 1:Maremma Magazine 28/07/2013 11:21 Pagina 29 Nelle foto, alcuni momenti della processione di San Lorenzo, con il carro trainato dai buoi, in programma come da tradizione il 9 agosto Le celebrazioni del Patrono I festeggiamenti dedicati al patrono di Grosseto, San Lorenzo martire, di cui ricorrono 1756 anni dalla morte, quest?anno rivestono un?importanza particolare perché proprio il 10 agosto prenderà possesso della Diocesi monsignor Rodolfo Cetoloni, già vescovo di Montepulciano. Sono quindi previste cerimonie religiose insieme a iniziative più popolari, ma anche manifestazioni culturali e d?intrattenimento. Insomma, un perfetto connubio tra la solennità di un evento, la festa del patrono, e tutta una serie di iniziative di varia natura organizzate congiuntamente dalla Diocesi, dal Comune e dalla Pro Loco, con un comune denominatore: rendere omaggio a Grosseto, valorizzando l?identità e le radici religiose e culturali cittadine. Il 9 agosto, come da tradizione, si terrà la suggestiva processione, che sarà presieduta dall?Amministratore Apostolico Guglielmo Borghetti, con la statua del Patrono sullo storico carroccio, trainato dai buoi dell?azienda il Marruchetone e accompagnata dai butteri maremmani e dalla Filarmonica Città di Grosseto. A precedere il simulacro, il preposto del Capitolo, monsignor Franco Cencioni, che porterà la reliquia di San Lorenzo. La serata successiva, quella del 10 agosto, sarà dedicata alla consegna del Grifone d?Oro e ad un concerto tenuto dall?Orchestra Sinfonica Città di Grosseto. A presentare l?evento, i giornalisti Giancarlo Capecchi e Rita Martini. Uno sguardo retrospettivo Da uno sguardo retrospettivo, si scopre che nel 1959 la Pro Loco di Grosseto si attivò per riportare in auge le feste patronali. Il vescovo di allora, monsignor Paolo Galeazzi ed il preposto del Capitolo della Cattedrale, monsignor Astutillo Pellegrini, aderirono entusiasticamente alla proposta e così, dopo alcuni mesi di accurata preparazione, nell?agosto dello stesso anno si svolsero le grandiose manifestazioni protrattesi per alcuni giorni. Nell?occasione, fu donato alla Diocesi dalla Pro Loco un artistico carroccio, di notevoli dimensioni e istoriato con numerosi pannelli dalla pittrice Graziella Battigalli e dal pittore scultore Antonio Lazari, per portare degnamente in processione la statua del patrono, che prima veniva trasportata su un camion. A rendere più importanti le celebrazioni, il Papa concesse che fosse esposta alla venerazione del popolo grossetano la preziosa reliquia della testa del Santo, facente parte della sua raccolta personale. Tale reliquia, mai prima di allora aveva varcato l?ambito della città del Vaticano. Alle celebrazioni parteciparono anche diversi sindaci di città aventi lo stesso santo protettore e, tra questi, quello di Genova. Mai a Grosseto si era visto tanto fervore e tanto interesse; migliaia di cittadini seguirono la processione, aperta dai butteri e con la statua del martire issata su un carroccio trainato da una coppia di buoi maremmani. Il seme così gettato ha dato ottimi frutti, perché la tradizione è stata mantenuta e ogni anno, da allora, si ripetono le celebrazioni in una degna cornice di entusiasmo popolare. Un premio per i cittadini Con la festa di San Lorenzo, nella città di Grosseto, fa primo piano ? 29 Primo Piano ???? Quest?anno i festeggiamenti dedicati al patrono di Grosseto, San Lorenzo martire, rivestono un?importanza particolare perché proprio il 10 agosto prenderà possesso della Diocesi monsignor Rodolfo Cetoloni, già vescovo di Montepulciano coppia fissa ormai anche il premio Grifone d?Oro. L?idea di istituire un riconoscimento da parte della Pro Loco per i cittadini che si erano particolarmente distinti era sorta l?anno prima nel 1958, a seguito della cospicua elargizione fatta dall?ingegner Ferdinando Innocenti, per consentire la costruzione di un nuovo ospedale a Grosseto. Tanta munificenza e tanto attaccamento alla propria città meritavano di essere degnamente onorati e cosi la Pro Loco decise di istituire un premo annuale con cui gratificare i concittadini, meritevoli per avere portato lustro alla vita della nostra terra. Si pensava soprattutto che un tale prestigioso riconoscimento potesse essere valido motivo per spronare i grossetani a ben operare in ogni campo od attività. Per rendere il più popolare possibile l?iniziativa ed al fine di consentire la partecipazione di gran parte della cittadinanza, si ritenne opportuno far coincidere la consegna del premio con le feste per il santo patrono, San Lorenzo, il 10 agosto. Il Grifone d?Oro Il testo attuale recita così: ?L?Associazione Pro Loco della città di Grosseto, nell?intento di esaltare i valori culturali, economico sociali e turistici della città e della Maremma, istituisce un pubblico riconoscimento da conferire a persone che ne risultino meritevoli ai fini predetti; il premio può essere assegnato anche a Enti ed associazioni che abbiano acquisito analoghe benemerenze. Tale riconoscimento, che consiste in una piastra d?oro appositamente coniata riproducente il grifo rampante emblema della città, attorniato da motivi allegorici della nostra terra, viene denominato ?Grifone d?Oro? e sarà assegnato secondo le modalità previste dall?apposito regolamento, unitamente ad un attestato di motivazione con cerimonia pubblica il 10 Agosto, solennità di San Lorenzo martire, patrono della città?. Il bozzetto della piastra d?oro, nella quale si era deciso di estrinsecare il premio, fu commissionato a Tolomeo Faccendi, il quale a sua volta delegò la scultrice Tilde Maria Valentini di Talamone. Si dette incarico quindi agli stabilimenti artistici fiorentini di fare il relativo cliché che ancora oggi viene utilizzato per la fusione della preziosa targa. Il Grifone d?Oro ieri e oggi Il primo Grifone fu naturalmente assegnato all?ingegner Innocenti, trovando concordi stampa e cittadini. Anno dopo anno, il premio ha assunto sempre maggiore importanza e prestigio, tanto che le decisioni dell?apposita commissione sono seguite con sommo interesse dagli organi di stampa che dedicano ogni anno 30 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 ampio spazio alle candidature ed ai relativi commenti. Il compito della commissione è quanto mai difficile e delicato perché tra le tante candidature, meritevoli d?attenzione, deve essere scelta quella che abbia i requisiti richiesti dallo statuto. Non sempre, infatti, il premio è stato assegnato e, talvolta, è stato invece ritenuto più opportuno conferirlo alla memoria di una personalità scomparsa piuttosto che ad un vivente, come l?anno scorso, quando è stato conferito al professor Eraldo Camarri. Quest?anno, il Grifone sarà consegnato a Giovanni Lamioni, Presidente della Camera di Commercio di Grosseto, per ?aver favorito, tramite specifiche iniziative ? si legge nella motivazione ? gli scambi commerciali delle aziende del territorio con altre realtà italiane ed estere. Tra le varie attività promosse e intraprese, la più recente ? Maremma Wine Food Shire ? che si è dimostrata una prestigiosa vetrina promozionale del brand Maremma. L?impegno di Lamioni è dunque particolarmente apprezzabile perché teso a valorizzare gli aspetti preminenti dell?economia locale e a promuovere le realtà imprenditoriali che esaltano il territorio?. Il prossimo 10 agosto, dunque, non resta che prendere parte ai festeggiamenti, che non sono una festa di pochi, ma riguardano proprio noi, la nostra storia e la nostra comunità. E a fine serata, magari, rivolgiamo anche uno sguardo al cielo, perché il piacere romantico di vedere una stella cadente ed esprimere un desiderio, non ha tempo né età. eventi Festambiente, al via il festival della Bellezza e dell?ecologia Un?intera città dedicata al festival: 10 giorni di musica, cinema all'aperto, mostre mercato, dibattiti, ristoranti tipici e biologici, punti benessere e la grande Città dei Bambini. Torna, dal 9 al 18 agosto, a Rispescia, nel Parco della Maremma, il Festival nazionale di Legambiente, giunto alla 25esima edizione U n quarto di secolo all?insegna della musica, dell?ecologia e della legalità. Festambiente, il Festival nazionale di Legambiente, riapre i battenti dal 9 al 18 agosto 2013, a Rispescia (Grosseto), nel Parco della Maremma. La 25esima edizione sarà dedicata alla Bellezza, in tutte le sue forme ed espressioni, partendo proprio dalla musica che anche quest?anno vedrà intrecciarsi artisti di fama nazionale e internazionale per uno degli eventi estivi più attesi, che conferma ogni anno circa 80mila visitatori. Ogni giorno cinema, mostre mercato, dibattiti, Città dei bambini e ristorazione tradizionale, biologica e vegetariana. Concerti Bellezza in musica per 10 giorni. Anche questa estate Festambiente presenta un calendario musicale con artisti diversi tra loro ma d?immenso spessore artistico. Il blues partenopeo di Pino Daniele taglierà il nastro d?inaugurazione il 9 agosto, mentre il 10 spazio al cantautorato moderno di Daniele Silvestri. Il ritmo surreale e magnetico dell?ultimo Max Gazzè, sarà sul palco l?11 agosto. Il 12 Francesco De Gregori, mentre il 13 l?intrigante musica di Giovanni Allevi e il 14 l?allegria di Goran Bregovic. A Ferragosto Notte Bianca dedicata ai giovani con più gruppi emergenti a suonare fin dal pomeriggio, mentre la sera Marta sui Tubi e Teatro degli Orrori si succederanno sul palco. Venerdì 16, richiesto a gran voce dal pubblico del web in risposta ai nostri sondaggi, suonerà Niccolò Fabi, mentre la voce sensuale e soul di Mario Biondi segnerà la notte del 17 agosto, mentre a chiudere la kermesse sarà la voce magica di Malika Ayane il 18 agosto durante la Notte a Colori dedicata all?integrazione. Novità 2013 La novità principale dell?edizione 2013 riguarderà le due serate speciali: la Notte Bianca del 15 agosto, dedicata ai giovani, e la Notte a Colori del 18 agosto dedicata all?integrazione. Il 15 agosto, dal pomeriggio, suoneranno per la Notte Bianca vari gruppi emergenti in diverse zone della festa fino ai concerti dei Marta sui Tubi (dalle 22,30) e de Il Teatro degli Orrori (dalla mezzanotte) e a partire dalla mezzanotte l?ingresso sarà primo piano ? 33 Primo Piano ???? Sul palco della festa Pino Daniele, Malika Ayane, Silvestri, Gazzè, De Gregori, Biondi, Marta sui Tubi, Teatro degli Orrori, Bregovic, Niccolò Fabi e Giovanni Allevi gratuito. La Notte a Colori, che sarà anche la serata di chiusura dell?evento, sarà dedicata all?integrazione con attività, conferenze, teatro e piatti etnici nei vari punti ristoro. ti freschi. In più degustazioni gratuite durante la festa nei vari punti Officina dei sapori e Bottega De(l)gusto, dove provare le prelibatezze del territorio. Dove mangiare a Festambiente Per cena alla festa non c?è che l?imbarazzo della scelta: tra i vari punti ristoro spicca il Ristorante vegetariano più grande d?Italia, con ricette bio e a km zero, o il ristorante Peccati di gola, situato sotto le stelle in un grande oliveto. Per chi vuole mangiare un boccone al volo c?è invece la Stuzzicheria, con fresche insalate di farro e stuzzichini di verdure, o un hamburger di carne bio maremmana al chiosco Il Maremmano, o ancora i 4 Bar della festa con gelati bio, succhi e frulla- Città dei Bambini A fianco della Città dei Bambini, dove tutto è a misura di bimbo con giochi, laboratori, spettacoli teatrali e ricche merende, è presente il Circuito cross per bici, all?aperto, gestito da Legambiente e Fiab Grossetociclabile, con un percorso cross per bambini dai 6 ai 10 anni. Oltre al divertimento delle curve e delle cunette, i bambini imparano anche l?educazione stradale grazie ai cartelli e alla segnaletica lungo il tracciato. Lo scopo, oltre a divertirsi, è quello d?insegnare ai più piccoli i primi rudimenti della mountain-bike e, allo stes- so tempo, l?educazione stradale. Spazio Benessere e Cinema Ma la festa è anche il posto giusto per rilassarsi, nello Spazio Benessere: un angolo dedicato alla salute e al benessere di corpo e mente, in un?atmosfera intima e rilassante, dove provare massaggi e terapie naturali. E in più spazio alla cultura con gli spettacoli di teatro civile e con i dibattiti ai quali parteciperanno giornalisti, politici e personaggi del mondo dell?associazionismo, come Don Ciotti presidente di Libera che sarà a Festambiente il 10 agosto. Alle 21 invece, ogni sera, prende il via l?appuntamento con la rassegna cinematografica Clorofilla Film Festival. E in più mercatini e mostre mercato, oltre al primo prototipo di Casa ecologica in Italia: una struttura visitabile all?interno della festa. Impatto Zero L?evento targato Legambiente riduce al minimo il proprio impatto ambientale arrivando al 90% della raccolta differenziata, con pannelli fotovoltaici per l?elettricità e quelli solari per l?acqua, usando in ogni punto ristoro stoviglie interamente biodegradabili e servendo l?acqua solo in brocca. Tutto questo nel rispetto dell?ambiente per ribadire l?importanza di uno stile di vita consapevole e sostenibile. Anche per questo Festambiente ha adottato misure concrete per abbattere il proprio impatto ambientale aderendo anche quest?anno alla campagna Azzero CO2. Le emissioni saranno compensate con l?acquisto di crediti di emissione sul mercato volontario provenienti dal progetto di forestazione nel Parco Regionale del Delta del Po Veneto. Info: www.festambiente.it 34 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 Primo Piano eventi cultura, musica, politica e attualità: il bel mix d?estate di capalbio libri Piazza Magenta Torna anche quest'anno Capalbio Libri, la manifestazione letteraria ideata da Andrea Zagami e organizzata dall?agenzia di comunicazione Zig Zag in collaborazione con l?Amministrazione Comunale, che dal 3 al 14 agosto animerà le serate di Piazza Magenta a Capalbio. Stessa formula, stesso legame con il territorio, ma nuovi protagonisti e nuovi libri. Il via con Eugenio Scalfari 36 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 Andrea Zagami Marta Mondelli ti per restare in forma senza rinunciare al gusto e al mangiar bene. che musica! La musica è da sempre un elemento fondamentale e caratterizzante di Capalbio Libri. Questo connubio sarà celebrato, quest?anno, nel corso della serata del 9 agosto, alle 21.30, grazie all?appuntamento con due artisti d?eccezione. Barbara Casini ed Enrico Rava, autori rispettivamente di ?Se tutto è musica? e ?Incontro con musicisti straordinari?, saranno intervistati per il pubblico di Piazza Magenta da Massimo Nunzi, compositore, arrangiatore, musicologo, trombettista, direttore d?orchestra e direttore della parte musicale di Capalbio Libri. La musica sarà protagonista anche di tutte le altre serate grazie alle performance di giovani artisti italiani, attivi anche all?estero, selezionati da Nunzi. l?edizione 2013 Una serata in compagnia dei protagonisti del mondo della cultura, del giornalismo e della letteratura italiana, magari dopo aver goduto dei colori e degli odori delle spiagge capalbiesi e della campagna maremmana. Gli ingredienti ci sono tutti: a partire dal 3 e fino al 14 agosto, ogni sera, dalle ore 19, Capalbio Libri torna per la sua settima edizione in Piazza Magenta. Stessa formula, ideata da Andrea Zagami, che sposa presentazioni, dibattiti, letture e musica, con l?atmosfera incantata della piazza. Anche quest?anno la conduzione è affidata a Marta Mondelli, giunta a Capalbio per la terza stagione consecutiva da New York, dove vive e lavora come attrice, drammaturga, regista e scrittrice. Diciotto libri, in dodici serate: questi i numeri di Capalbio Libri 2013 che ha scelto come filo conduttore il tema dell?amicizia, declinata in tutte le sue forme, a partire da ?Elogio dell?amicizia? di Paolo Crepet, passando per i romanzi di Giuseppe Di Piazza (?Un uomo molto cattivo?), di Nada Malanima (?La grande casa?), di Stefano Brusadelli (?I santi pericolosi?), di Antonella Boralevi (?I baci di una notte?), fino alle amicizie dimenticate di Michele Ainis (?Doppio riflesso?) e a quella speciale con suo figlio di Gianluca Nicoletti, che chiuderà il 14 agosto la manifestazione con ?Una notte ho sognato che parlavi?. il via con eugenio Scalfari Quest?anno Capalbio Libri 2013 apre con Eugenio Scalfari, decano del giornalismo italiano e autore de ?La passione dell?etica?, assieme a Alberto Asor Rosa che ne ha firmato il saggio introduttivo, pubblicato da Mondadori (collana I Meridiani) e in cui sono raccolti cinquant?anni di scritti, analisi, riflessioni, sulla politica, l?economia e in generale sulla morale e l?etica. Un inizio caratterizzato da un grande nome, dunque, a conferma di una ricerca continua e di un?attenzione costante ai nostri tempi che pare essere la vocazione di Capalbio Libri, oltre al suo legame ormai consolidato con il territorio toscano, e capalbiese in particolare. Non a caso, ricorda lo stesso sindaco di Capalbio, Luigi Bellumori, oltre al programma ricco e degno di nota ?c?è un altro merito di Capalbio Libri ed è la capacità di coinvolgere le eccellenze locali in una vera e proficua operazione di marketing territoriale?. libri, vino e cibo Salute e benessere a tavola saranno i protagonisti di tre libri, presentati il 7 agosto e l?8 agosto. ?Essenze di felicità? di Antonella Martinelli e Alessandro Circiello e ?Le cuoche di Capalbio?, un?accattivante raccolta di ricette tipiche della cucina capalbiese e delle tradizioni non solo culinarie della zona, edito da Zigzag I Libri, e ?Ecco come faccio? di Barbara D?Urso e Nicola Sorrentino, in cui si raccontano i segre- il presente? Indiscrezioni e rivelazioni su trent?anni di potere in Italia e la crisi di oggi, guardata partendo dal nostro dopoguerra, dagli anni della speranza per recuperare l?orgoglio, l?entusiasmo e la determinazione che consentirono la rinascita: i libri di Roberto Napoletano (?Promemoria italiano?) e di Luigi Bisignani e Paolo Madron (?L?uomo che sussurra ai potenti?) puntano sull?attualità nelle serate del 6 e 10 agosto. I nostri tempi saranno scandagliati anche nel saggio di Carlo Freccero ?Televisione?, una fotografia della società che cambia così come cambia la tv e il mondo che rappresenta. ?e il futuro Dopo aver promosso la lettura digitale, nella scorsa edizione, quest?anno Capalbio Libri indagherà su come sta cambiando la fruizione di giornali e libri da parte del pubblico nell?era di internet. Sebastiano Maffettone, Salvo Mizzi, Selena Pellegrini e Carlo Alberto Pratesi, insieme a Costanza Nosi e Davide Albeggiani, saranno i protagonisti della tavola rotonda del 6 agosto, ?Leggodigitale?, promossa da Cubolibri, lo store di news e mags di Telecom Italia. Nel corso di una vera e propria digital night saranno invitati in piazza tutti coloro che leggono in digitale, con i loro e-reader, tablet, smartphone. Le prime trecento persone che arriveranno avranno un coupon per scaricare libri o primo piano ? 37 Primo Piano ???? Il via ufficiale a Capalbio Libri sarà dato dal sindaco di Capalbio Luigi Bellumori, insieme a Marta Mondelli, attrice, drammaturga, scrittrice e madrina della manifestazione magazine da Cubolibri. Sarà possibile seguire l?evento anche sui social network seguendo l?hashtag #leggodigitale che da alcune settimane ha fatto già scatenare la rete. La comunicazione ai tempi di internet, in particolare quella di impresa, tornerà nell?incontro del 13 agosto, con la ?La casa di vetro?, di Gianni Di Giovanni e Stefano Lucchini edito da Rizzoli Etas personaggi in cerca di autori Il destino dell?editoria si disegna sulla rete, ma anche attraverso la rete con un nuovo modo di pensare i libri. Si chiama Sic - Scrittura Industriale Collettiva - il metodo ideato nel 2007 da Gregorio Magini e Vanni Santoni che coinvolge comunità virtuali di scrittori. L?11 agosto verrà presentato ?In territoNelle foto alcuni ospiti dell?edizione 2012: Matteo Renzi, Ilaria D?Amico Pietro Grasso 38 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 Il pubblico rio nemico?, firmato da 115 autori che hanno messo nero su bianco sapere e competenze condivise. Gregorio Magini intervistato da Giuseppe Marchetti Tricamo, direttore di Leggere: tutti, spiegherà come. kermesse. Seguendo questa stessa filosofia, saranno a chilometro zero anche gli omaggi messi a disposizione di autori e ospiti dalle aziende locali, eccellenze enogastronomiche capalbiesi. un festival ?green? Uno sguardo sempre attento al rispetto dell?ambiente è la costante di Capalbio Libri che anche quest?anno offre, in collaborazione con Enel, Renault e l?amministrazione comunale, un servizio navetta a impatto zero. Ogni sera, a partire dalle ore 18,00 le ZOE, auto 100% elettriche messe a disposizione da Renault e guidate dallo staff del festival, condurranno autori, ospiti e il pubblico per le ripide salite di Capalbio, su fino al borgo medievale, a due passi da Piazza Magenta dove si svolge la i libri e la rete... ?Il piacere di leggere. In piazza. In rete?; così recita lo slogan di Capalbio Libri. Oltre che in piazza Magenta, sarà possibile seguire infatti questa edizione, o riscoprire i momenti clou di quelle passate, sulle pagine Facebook e Twitter (seguendo l?account @capalbiolibri o l?hashtag #capalbiolibri) della manifestazione, dove ogni giorno verranno fornite anticipazioni, inserite foto e brevi clip video delle serate per trasportare tutti nella caratteristica atmosfera del festival. Info: www.capalbiolibri.it Primo Piano eventi apritiborgo, quando la città è teatro, tra figure dell?anima, canti, incanti e meraviglie? La curiosità, la meraviglia, lo stupore, l?impressione di sentirsi a casa, a proprio agio in un mondo fantastico dove una variegata schiera di artisti coinvolgono il pubblico con naturalezza e magia. È questa la sensazione che trasmette la manifestazione Apritiborgo ABC Festival, di scena a Campiglia Marittima dall?11 al 15 agosto È una full immersion negli spettacoli di strada, nelle suggestioni di magiche sere d?estate, nella meraviglia di sentirsi catapultati in un mondo fiabesco, quella che è possibile sperimentare dall?11 al 15 agosto in quel di Campiglia Marittima in occasione di una tra le più apprezzate manifestazioni toscane ? attesa sia dai turisti che dai cittadini della Val di Cornia ? intitolata Apritiborgo Abc Festival. Cinque giorni decisamente intensi con iniziative di tutti i generi e per tutti i gusti di scena nello splendido borgo del livornese, al confine con la provincia di Grosseto nell?Alta Maremma, nuovo brand turistico che abbraccia il territorio da Castagneto a Massa Marittima. E così Campiglia Marittima nelle sere più intriganti dell?estate, tra la notte di San Lorenzo e quella di Ferragosto, si trasforma in un grande teatro all?aperto, dove gli attori conquistano ? negli spazi più impensati ? i loro luoghi deputati. Il segreto del successo? È semplice e risiede in quella diffusa sensazione che riesce a trasmettere agli spettatori, i quali, con naturalezza e magia, vengono letteralmente catapultati, da una variegata schiera di artisti, in un mondo fantastico. Sono tanti i fattori che portano a questo risultato: la bellezza della cornice dove si svolge, la posizione favorevole della città, il fascino della formula, che utilizza il teatro più piccolo e marginale, più colto e più popolare, più ingenuo e più intrigante, il Teatro di Strada, di Figura, la Pantomima, la Musica, per creare una moltitudine di palcoscenici, moltiplicando le occasioni di vedere, di divertirsi e dare allo spettatore la sensa- zione di muoversi dentro un grande ?labirinto teatrale?, perché lo spettacolo è dappertutto e ovunque ci si giri c?è il cerchio degli spettatori e in mezzo sicuramente un artista. Non c?è che l?imbarazzo della scelta. Perché qui l?offerta è davvero variegata e ruota attorno ai cento palcoscenici che animano la kermesse. ?Palcoscenici ? spiega il sindaco di Campiglia Marittima Rossana Soffritti ? allestiti nei modi più svariati oppure semplicemente immaginati, tra le antiche mura e per strada, in mezzo alle piazze così come negli angoli più intimi. Il teatro e le arti di strada trovano accoglienza a Campiglia e offrono ad un pubblico multiforme tanti percorsi dell?anima e della mente, soddisfano il desiderio di vivere in modo inconsueto le attrattive della nostra piccola città, dove i profumi estivi si intensificano tra le antiche pietre e su gli affacci verso il mare e la collina?. Ovviamente un evento del genere richiede sforzi economici ed organizzativi importanti. E soprattutto richiede una regia attenta, in grado di creare e coordinare una mole ingente di appuntamenti, tutti concentrati in un arco temporale ristretto. Di questi aspetti, così come della scelta delle location per gli spettacoli si occupa l?agenzia Terzostudio alla quale è affidata la direzione artistica. ?Questa realtà ? aggiunge il Sindaco ? è ormai parte della comunità locale, soggetto prodigo delle migliori idee per includere nel festival sempre più strade, piazze, vicoli e angoli caratteristici del patrimonio urbano, per trasformarlo in quel grande teatro dove lo spettacolo e la vita quotidiana si intrecciano. Nel tempo Apritiborgo ha potuto conquistare gli spazi della Rocca restaurata, complesso che corona l?aspetto monumentale di Campiglia, e ancora, il centro civico Mannelli e il suo parco arricchito con la passeggiata di collegamento alla parte più alta del rione Poggiame, la Passeggiata dell?Unità d?Italia. Questo festival di grande qualità oltre a presentare artisti internazionali bravissimi, valorizza e anima in modo eccellente il centro storico, ne assapora e ne offre il fascino millenario, illumina e ammorbidisce, oppure esalta, le sue asperità?. Ma il festival non vive solo nei giorni del festival. ?Da non trascurare ? sottolinea ancora il sindaco Soffritti ? sono anche gli eventi previsti in attesa del festival. Durante la prima settimana d?agosto l?Anteprima con due spettacoli primo piano ? 41 Primo Piano ???? Cinque giorni decisamente intensi con iniziative di tutti i generi e per tutti i gusti di scena nello splendido borgo del livornese, al confine con la provincia di Grosseto, nell'Alta Maremma, nuovo brand turistico che abbraccia il territorio da Castagneto a Massa Marittima dell?Associazione Lotus all?anfiteatro della Rocca. In programma poi per il 9 agosto la Cena medievale sapientemente organizzata dall?Ente Valorizzazione Pro Loco nel parco della Rocca: un viaggio indietro nei secoli alla ricerca e alla scoperta di antichi ingredienti e dell?antica arte culinaria. La sera successiva, il 10 agosto, sarà la volta di Calici di Stelle, sempre a cura della nostra Pro Loco?. Per tutto questo ?ringrazio di cuore ? conclude il Sindaco ? coloro che lavorano per la riuscita della manifestazione e al pubblico rivolgo l?invito a scoprire il centro storico seguendo il dipanarsi degli spettacoli messi in scena dalle decine di compagnie che si esibiranno al festival?. E in effetti dal punto di vista degli ?interpreti? Apritiborgo non scherza. Anche quest?anno è previsto l?arrivo di artisti italiani ed internazionali, artisti e musicisti dei più svariati generi e delle più svariate discipline, uniti dal denominatore comune della qualità e della professionalità, per la lasciare a Campiglia la prerogativa di essere un valido osservatorio da 360° di quel che accade in questo particolare settore. Saranno circa cento gli artisti e i musicisti che parteciperanno, suddivisi in circa 30 gruppi teatrali e musicali, daranno vita ogni sera a circa 25 spettacoli disseminati nell?intera città. Appiccicaticci, Art Klamauk (Germania), Azione Teatro, Badabimbumband, Be-Diesis, Antonello Bitella, Paolo Borghi, Osvaldo Carretta, Compagnia Cadute dalle nuvole, Compagnia dell?Atto comico, Doppio Incanto, Duo Bucolico, Mago Chico, Million Dollar Mercedes, Naufraghi Inversi, Pepino e Fedele, Luca Regina, Silvestro Sentiero, Stoppino, Teatri 35, Teatro Schabernack, Giacomo Verde, Vieniteloracconto. Questi alcuni dei nomi delle Compagnie partecipanti. Ma Apritiborgo ABC Festival è anche altro. Il festival offre le sue strade alle proposte gastronomiche di prodotti del territorio (specialità locali, vino, formaggi, salumi, dolci) e prodotti di artigianato all?insegna della qualità, offre alcune piazze alle lavorazioni dal vivo che si fanno spettacolo esse stesse, offre alcune strutture per la realizzazione di mostre legate alla fotografia e ? nell?ambito di un più ampio progetto con l?Accademia di Belle Arti di Firenze ? realizza una serie di arredi urbani e scenografie animate, lungo il percorso dell?antica via del Poggiame, dedicati alla fiaba. Info: www.apritiborgo.it la partnership con l?accademia di Belle arti di Firenze L ?Accademia di Belle Arti di Firenze propone per l?edizione 2013 di A.B.C. Festival Apritiborgo un percorso che introdurrà gli spettatori nella macchina dello spettacolo presentato sulla Terrazza dell?Asilo del Mancino. La maschera costituirà l?elemento di congiunzione tra le proposte presentate, unificando giovani attori e giovani scenografi. Alle maschere il compito di caratterizzare i luoghi deputati e di illustrare i personaggi attraverso colorate e divertite caratterizzazioni dei personaggi. La Bottega del Mascherero, collocata a fine percorso, svelerà al pubblico le tecniche di realizzazione e le difficoltà da 42 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 superare legate al loro impiego, siano le maschere di cartapesta, di cuoio o di altri materiali. La Terrazza dell?Asilo del Mancino ospiterà come, ormai di consuetudine, l?atteso spettacolo rivolto ai più piccoli (e non solo): un progetto teatrale a cui la Scuola di Scenografia dell?Accademia di Belle Arti di Firenze garantisce l?accurata cornice scenografica e che giovani attori animano interagendo con il pubblico. Nei giorni del festival verrà rappresentata ?La spada nella roccia?, una fiaba teatrale presentata dai giovani attori dell?Associazione Vieniteloracconto dove il mondo fantastico delle giostre e dei tornei delle leggende della tavola rotonda, trova la naturale conclusione del percorso in un bosco magico dove alberi e piante hanno sembianze e caratteristiche umane, riprendendo così il tema della maschera. È intenzione dell?Associazione effettuare un doppio spettacolo per venire incontro alle richieste del pubblico che in questi anni si sono fatte sempre più pressanti. Il primo spettacolo sarà presentato dalle ore 21 alle ore 22, mentre il secondo sarà invece dalle 22,30 alle 23,30. Sempre nei giorni del festival ma in via delle Scuole/Poggiame verrà proposta ?La bottega del mascherero? presentata dai giovani scenografi. Primo Piano eventi Dal 23 al 25 agosto torna, nel centro storico di Magliano in Toscana, Vinellando, la consueta kermesse enogastronomica dedicata alla valorizzazione del Morellino di Scansano. Una grande festa, con degustazioni, musica e attrazioni di vario tipo, che ogni anno porta in paese migliaia e migliaia di visitatori. M agliano in Toscana è un piccolo borgo, nel cuore della Maremma grossetana, circondato da mura antiche, ulivi e viti adagiato sulle colline che guardano Monte Argentario e al mare. La cinta muraria è decorata lungo tutto il suo percorso da un motivo continuo di archetti a tutto sesto, e presenta due tipi distinti di architettura: il primo ci rimanda al periodo trecentesco, con tre torri squadrate; il secondo invece risale al Quattro-Cinquecento ed è caratterizzato da torri a pianta circolare. Entrando nel cuore del paese da una delle sue porte, si trovano al suo interno, tra il dedalo di vie e vicoli, piazze e Chiese di grande valore storico artistico come quella romanica di San Martino, San 44 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 Giovanni Battista, la Santissima Annunziata. Gioielli di arte ed architettura, che si inseriscono in un contesto caratterizzato da un intreccio continuo tra natura e cultura. Sembra, per esempio, che qualche chilometro a sud est di Magliano si trovino le tracce di Heba, la città etruscoromana, sorta nei pressi di località ricche di sepolcri risalenti al V-VI secolo avanti Cristo. Luoghi dai nomi misteriosi come Le Mollaie o Le Ficaie. A gettare un ponte tra la storia precristiana e quella cristiana i ruderi dell?Abbazia di San Bruzio, come viene chiamata la duecentesca Chiesa di San Tiburzio. Dalle brume di questa terra, tra le testimonianze più suggestive del passato troviamo, poi, ?l?olivo della Strega?, albero millenario intorno al quale, secondo la tradizione popolare, si compivano riti sabbatici e cerimonie guidate dalle streghe. La Strada del Vino e dei Sapori Colli di Maremma attraversa questi territori nei quali si producono una DOCG, quella del Morellino di Scansano e 5 DOC: Bianco di Pitigliano, Capalbio, Parrina, Sovana e Ansonica Costa dell?Argentario. Da queste colline, che furono abitate dagli etruschi, si può scendere verso il mare, lambendo il Parco dell?Uccellina e incontrando il Monte Argentario, da cui salpare verso l?Isola del Giglio. Un contesto unico al mondo, fatto di storie e borghi che raccontano una terra piena di fascino e di misteri. In questa terra sorge Magliano in Toscana ed è qui, in questa suggestiva cornice che ogni anno ormai dal lontano 2000 si svolge una bella manifestazione enogastronomica dedicata al Morellino di Scansano che va sotto il nome di Vinellando. Un appuntamento divenuto ormai irrinunciabile per gli amanti del vino e della Maremma, grazie al quale viene offerta l?occasione di ripercorrere la geografia e le storie di questi luoghi, con la prospettiva di uno dei suoi prodotti principe: il vino. Vino che, tra i prodotti del lavoro dell?uomo è forse quello che, più di ogni altro, ha avuto la capacità di raccontarne le vicende attraverso una serie di elementi simbolici che ne hanno fatto un punto di riferimento nella cultura e nell?immaginario popolare, soprattutto dal punto di vista religioso. Il vino, infatti, fu consacrato alla mitologia pagana, tanto quanto alla tradizione Foto Luca Serafini in alto i calici! il brindisi con ?vinellando? è nel nome del morellino di Scansano Maremma Magazine - Agosto 2013 - 1:Maremma Magazine 28/07/2013 11:21 Pagina 45 Primo Piano ???? Per tre giorni, le strade del bellissimo borgo situato nell?entroterra collinare maremmano saranno animate da stand dove sarà possibile degustare i migliori vini della zona, ma anche prodotti tipici dell?enogastronomia locale, dai formaggi all?olio, dai salumi ai dolci. ebraica e cristiana, ed è stato un ponte, da sempre, fra l?aldilà e il nostro mondo, rappresentando un contatto fra l?uomo e il divino, fra la terra e il soprannaturale. È la bevanda della conoscenza e dell?oblio, della sapienza e dello smarrimento. La ricchezza del suo valore simbolico ha riempito episodi delle ?fonti? alla base del racconto della nostra civiltà: la Bibbia, la letteratura, la tradizione folclorica. Quella del 2013, in calendario dal 23 al 25 agosto, sarà la quattordicesima edizione di Vinellando. Un?edizione che si presenta all?appello nel segno della continuità rispetto al passato, ma anche con alcune novità. In particolare, tanto per entrare nel merito della ?tre giorni? 2013, non ci saranno più degustazioni a pagamento il 46 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 sabato e la domenica: verranno sostituite da degustazioni enogastronomiche a cura della Strada del Vino e dei Sapori Colli di Maremma nel centro enoturistico. Qui, i sommelier abbineranno i vini alle produzioni locali (mozzarella, formaggio, salumi, ecc.), presentando dunque uno spaccato più allargato delle eccellenze agroalimentari del territorio. Inoltre, da quest?anno è prevista una terza serata di Vinellando? in bianco, cioè dedicata alla degustazione dei soli vini bianchi (P.zza della Repubblica, domenica 25 agosto dalle 21,00 alle 24,00). Per il resto il programma ricalca quello degli anni precedenti cercando un rinnovo della giuria ed un maggiore coinvolgimento della stampa locale e specializzata. Il momento clou sarà dato dalla degustazione dei Morellino di Scansano annata 2011 ad opera di una giuria presieduta dal giornalista Franco Ziliani e composta da 3 produttori, 3 giornalisti, 2 enotecari-ristoratori e 3 sommelier. L?esame dei vini in concorso, con la supervisione del dr. Bruno Gaudieri, notaio storico della manifestazione, inizierà il 23 agosto alle 9,30, mentre la proclamazione dei risultati avverrà alle ore 20,40 in piazza della Repubblica. Tra gli eventi di contorno si segnala nelle giornate del 24 e 25, dalle ore 18,30 alle ore 24,00, il ?Mercato dei produttori della Provincia di Grosseto? (filiera corta) e nella giornata del 25 a partire dalle ore 18,30 il mercato dei prodotti artigianali in P.zza della Libertà. Come iniziative di animazione ed intrattenimento due gli appuntamenti da evidenziare. Il primo venerdì 23 in piazza del Popolo rappresentato dal consueto spettacolo di musica e cabaret con Gianni Giannini. Il secondo, invece, domenica 25 quando dopo il successo della scorsa edizione di Vinellando, tornerà ? Fuori porta ? la musica dal vivo con James King Jonhson, il cantante, nato in Alabama, che nella sua lunga carriera ha fatto da spalla ad artisti famosi come Little Milton, B.B. King, Freddie King e Little Willy. Previste anche iniziative per bambini come le Caricature di Vinellando e Truccabimbi nelle vie del paese. Info: tel. 0564/593431, sito internet www.comune.maglianointoscana.gr.it, mail cinzia.severi@comune.maglianointoscana.gr.it, Primo Piano eventi argentario dance Festival, appendice d?estate all?insegna della danza internazionale Nella foto Porto Santo Stefano, perla dell?Argentario 48 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 È un appendice d?estate sempre più attesa all?insegna della danza internazionale quella che si respira a Porto Santo Stefano in occasione dell?Argentario Dance Festival concorso internazionale di danza, giunto alla quinta edizione, in programma quest?anno dal 5 all?8 settembre. Nei panni di regista e presidente di giuria Sergio Japino di FrancEsca costagliola V alorizzare l?Argentario attraverso la danza. È questo uno dei primari obiettivi messi in luce dall?assessore al Turismo, Cultura, Sport, del Comune di Monte Argentario Fabrizio Arienti, in relazione all?atteso Argentario Dance festival, concorso internazionale di danza, giunto alla quinta edizione. Il 5, 6, 7 ed 8 settembre Porto Santo Stefano diventerà un palcoscenico di straordinario fascino per tanti ragazzi che vorranno mettersi alla prova e dare il meglio di sé, cimentandosi in complesse e sinuose esibizioni. A far da cornice all?evento il Teatro sul mare, che si affaccia sullo Stadio del Turchese, location del Palio Marinaro, uno degli scorci più caratteristici del borgo argentarino. ?Per danza ? fanno sapere gli organiz- zatori di questo sempre più importante appuntamento ? non si intende solo un?esplosione di creatività e di gioia, ma anche un mezzo culturale, atto a promuovere il territorio ed a sottolinearne la vocazione turistica. In particolare, ed è questo il tratto distintivo dell?evento, la caratterizzazione internazionale, che si configura con l?arrivo di giovani provenienti da tutto il mondo, suggellando uno scambio culturale e relazionale profondo ed autentico, che consenta agli ospiti di conoscere l?Argentario con le sue tradizioni e vocazioni autoctone, senza trascurare la visita e la scoperta degli angoli e scorci più suggestivi, mediante attività turistico-culturali, non solo cornice dell?evento, ma parte integrante dell?esperienza, per coltivare un ricordo vivo e piacevole del nostro territorio. E tale afflusso di giovani dall?estero non può che accrescere la nostra indole ospitale e renderci pronti ad accogliere realtà nuove e stimolanti, in una relazione di reciproco arricchimento culturale, foriera di una straripante e contagiosa energia?. Tale atteggiamento propositivo ed entusiasta è senza dubbio garanzia di successo per una manifestazione che chiude l?estate, ma che anticipa un autunno su cui scommettere e da rilanciare, senza contare che settembre è un mese particolarmente ameno e tranquillo e tale evento con la sua spumeggiante esuberanza porta brio e vitalità, nonché la curiosità di vedere tanti giovani all?opera tra danze e coreografie esilaranti ed originali. Quattro giorni, dunque, ricchi di impegno, in un clima di intensa e sana competizione. primo piano ? 49 Primo Piano ???? L?intento è quello di allungare la stagione turistica con una manifestazione qualitativamente importante in grado di valorizzare attraverso la danza il territorio del comune di Monte Argentario Altro scopo del concorso internazionale è naturalmente quello più evidente: dare lustro al talento, consentire ai giovani di coltivare la propria passione e perfezionare la propria tecnica con applicazione e disciplina, ma anche con la gioiosa voglia di mettersi in gioco, innanzi ad una giuria di esperti, tra docenti con cui seguire stages a livelli diversi e secondo vari stili: classico, contemporaneo, Modern Jazz, Hip Hop, Free Style, New Styles, Locking, LA Styles/Popping. La finalità di promuovere la danza attraverso la ricerca di nuovi giovani talenti da indirizzare verso tali categorie si evince anche dal protocollo d?intesa siglato con il Balletto di Roma e la Scuola del Balletto della Toscana. Si tratta di un?opportunità unica per vivere la propria passione con la professionalità di due istituti prestigiosi, grazie a borse di studio allettanti per studenti, che un giorno potranno fare della danza una professione. Esse verranno offerte da ciascun dipartimento e, qualora si risultasse ido- 50 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 nei, per l?intero percorso didattico annuale, che prevede lo studio professionale giornaliero di tre discipline: Tecnica Classica, Contemporanea e Modern. Inoltre, il Balletto di Roma consente ai coreografi di tenere un seminario e infine di poter comporre, sulla base di un progetto da definire. Non solo borse di studio, ma anche premi in denaro assegnati alla sezione hip hop. Per coloro che si dedicano a questa disciplina viene introdotta una novità. La giuria oltre a decretare i primi tre vincitori dell?Argentario Dance Festival sezione hip hop over, selezionerà altri due gruppi dando loro la possibilità di partecipare alla serata del Contest domenica 8 settembre. Tali gruppi insieme ai primi tre dei vincitori, gareggeranno al ?BeatFight Contest?, dove affronteranno campioni di tutta Europa, selezionati da Claudio Rocco, Direttore artistico del concorso e coreografo, per vincere un premio in palio di 1000 euro. Da sottolineare premi speciali. Questi ultimi, particolarmente ambiti, sono così distinti: Premio Miglior Coreografia, Premio Miglior Interpretazione, Premio Miglior Talento, Premio Miglior Gruppo, Premio Miglior Costume, Premio Argentario Dance Festival. Tra i volti più noti ed apprezzati al grande pubblico ed agli argentarini in particolare, ricordiamo come regista e presidente di giuria Sergio Japino, personaggio conosciuto ed amato all?Argentario. Una piacevole sorpresa riserverà la serata di apertura il 5 settembre: l?esibizione dell?etoile Giuseppe Picone in Omaggio a Verdi e Carmina Burana, con coreografie curate dal protagonista. Durante la stessa data scuole, gruppi e solisti di Classico e Contemporaneo si alterneranno sul palco con un unico obiettivo: la serata del 7 settembre, attesa finalissima con premiazione ed assegnazione premi speciali. Venerdì 6 settembre sarà la volta dei gruppi under ed over delle sezioni Modern jazz ed hip hop, tenaci anch?essi nel raggiungere la meta finale. I momenti di impegno, al mattino con i Workshops si alterneranno ad escursioni culturali alla scoperta di Porto Santo Stefano, di Pitigliano, città del Tufo e Piccola Gerusalemme, al Giardino dei Tarocchi ed alle isole di Giglio e Giannutri. Un?organizzazione efficiente lavorerà per armonizzare e fare sinergia tra danza e natura, tra l?argenteo luccichio delle onde ed i volteggi ammalianti, come in un?unica magia, indimenticabile cartolina da una terra in cui da sempre arte, creatività e scenari pittoreschi, in cui i colori del mare si intrecciano con le sfumature del cielo e della campagna, ne costituiscono l?essenza più profonda e viscerale. Primo Piano eventi ?Sonata di mare?, in scena in maremma le nuove produzioni del progetto transfrontaliero Cresce l?attesa per il debutto in Maremma ? nell?ambito del Grey Cat Festival transfrontaliero ? delle nuove produzioni musicali realizzate all?interno del progetto europeo ?Sonata di Mare?. E per la prima di ?7 Modi? realizzata per la Provincia di Grosseto da Stefano Cocco Cantini è già iniziato il count down E ntra nel vivo il progetto ?Sonata di Mare? che vede come capofila la Provincia di Grosseto e che ha come obiettivo quello di creare un circuito transfrontaliero di festival, eventi e produzioni artistiche per la valorizzazione congiunta della musica tradizionale e contemporanea e la creazione di forme musicali innovative in un?ottica di sviluppo sostenibile dei territori. attraverso le tracce sonore del mare e dei suoi confini. Nello specifico si valorizza ?la voce?, intesa nell?accezione sia di primordiale strumento di comunicazione sia nelle sue manifestazioni estetiche che spaziano dalla musicalità alla poesia estemporanea alle tradizioni orali legate alla trasmissione del sapere, alla polifonia e monofonia, al canto e ai suoni del lavoro del mare nonché all?ascolto delle ?musiche? e delle ?voci? che dal mare provengono. La percussione, invece, intesa come base ritmica dell?espressione artistica ma anche del Nelle foto, Rosario Bonaccorso (a destra) e Fabrizio Bosso in scena il 19 agosto nella piazza a Mare a Follonica Foto R.Masotti Il tema del progetto si inscrive nella promozione della musica come contenitore di esperienze condivisibili Rosario Bonaccorso 52 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 lavoro con cui l?uomo accompagna la sua opera, i ritmi e le poliritmie del lavoro del mare e per mare. Lo scopo è quello di mettere in risalto i legami culturali tra le popolazioni per dare nuovo impulso alla creatività, al dialogo sociale, alla costruzione di identità complesse, nonché alla promozione economica e turistico-culturale dei territori interessati, valorizzando attraverso festival specifici, seminari concerto e workshop la musica come strumento di coesione sociale e sviluppo sostenibile. L?area di riferimento del progetto è l?intero spazio marittimo e costiero del P.O. Programma Operativo transfrontaliero: Toscana, Corsica, Sardegna e Liguria. Partner del progetto, oltre alla Provincia di Grosseto che partecipa al con il Grey Cat Festival, sono: il Comune di Berchidda in Sardegna con il Time in Jazz festival; la Provincia di Savona con il PercFestival; la Provincia di Pisa con MusicaStrada; la Provincia di Lucca con Anfiteatro jazz, Massarosa Jazz fest e Barga Jazz festival; la Provincia di Massa Carrara con il Festival Lunatica; la Provincia di Livorno con alcuni eventi del territorio; la Collectivité Territoriale de Corse con Festivoce a Pigna, Calvi on the Nella foto, Stefano Cocco Cantini, protagonista insieme ad Antonello Salis (a destra), Francesco Petreni, Raffaele Toninelli, Andrea Lagi, Valentina Toni, Enrico Rustici e Jerome Casalonga (a destra in basso) nella prima della nuova produzione ?7 modi? in scena il 22 agosto al Tetro Le Ferriere a Follonica Rock e Porto Latino a Ajaccio. Ebbene, dopo varie fasi il progetto ad inizio estate è entrato nel vivo con la messa in scena delle 10 nuove produzioni messe a punto dai vari partner e presentate nei diversi festival. La Provincia di Grosseto come detto partecipa con il Grey Cat Festival transfrontaliero all?interno del quale verranno proposte cinque delle dieci nuove produzioni realizzate: ovvero la prima della produzione della Provincia di Grosseto a firma di Stefano Cocco Cantini ?7 modi? e la replica di altre 4 produzioni transfrontaliere ?In mezzo c?è solo il mare? realizzata per la Provincia di Savona da Rosario Bonaccorso, ?Voce di vento? realizzata per la Provincia di Lucca dall?Ensemble Barga Jazz, ?Orchestrada? realizzata per la Provincia di Pisa da Musicastrada e ?Radio Libertaire? realizzata per la Provincia di Massa Carrara dal gruppo Les Anarchistes. È dunque iniziato il count down per assistere al debutto in prima assoluta della produzione maremmana intitolata ?7 modi? che avrà come protagonisti ? il 22 agosto a Follonica al Teatro Le Ferriere ? Stefano Cocco Cantini (direzione e sax), Antonello Salis (fisarmonica e tastiere), Francesco Petreni (batteria), Raffaele Toninelli (Contrabbasso), Andrea Lagi (tromba), Valentina Toni (voce), Enrico Rustici (voce e ottava rima); performance e danza coordinate da Cristina Riparbelli, e con la partecipazione speciale del cantante corso Jerome Casalonga ?Nella Grecia antica ? si legge nelle note di presentazione ? i modi venivano chiamati con suggestivi nomi a carattere etnico: Ionica o Ionia, Dorica, Frigia, Lidia, Misolidia, Aeolia o Eolia e Locria o Ipofrigia. Ad ognuno di essi viene associato un ?colore musicale? e, specialmente nel jazz, questi modi fanno ancora parte del linguaggio musicale corrente. Il Jazz modale significa proprio questo: improvvisare usando un ?modo?. Un concetto difficile da spiegare a parole, ma allo stesso tempo fondamentale nella storia della musica, che questo progetto cerca di trasmettere attraverso la elaborazione della musica popolare della Maremma, legata all?improvvisazione della poesia estemporanea. Il jazz è per natura forse il più grande veicolo di trasmissione delle musiche popolari di tutto il mondo e dalle quali si è sempre fatto contami- Nella foto, il Gruppo les Anarchistes in scena con la produzione Radio Libertaire, con il Gruppo Polifonico corso U Ponticellu e la cantante corsa Jacky Micaelli, il 23 agosto a Sassofortino (Roccastrada) presso il Parco Fonte di Vandro primo piano ? 53 Primo Piano ???? Dopo varie fasi il progetto ad inizio estate è entrato nel vivo con la messa in scena delle nuove produzioni messe a punto dai vari partner e presentate nei diversi festival. nare. Proprio da questo concetto nasce la produzione ?7 MODI?. Ogni brano verrà rielaborato in forma jazzistica, scegliendo per ognuno un ?modo?. Sul palcoscenico suoneranno musicisti del nostro territorio che potranno in molti casi essere supportati da musicisti provenienti da altre Regioni coinvolte nel progetto Sonata di mare. Nello spettacolo saranno presenti anche voci recitanti in poesia e canto, e scene di vita Etrusca. Etrusca perché proprio questo popolo usava la musica in qualsiasi attività della vita quotidiana e probabilmente, come risulta da un importante lavoro che Stefano Cantini sta portando avanti con l?archeologa e direttrice del museo di Vetulonia la Dr.ssa Simona Rafanelli, i MODI venivano scelti a Nella foto, l?Orchestra Barga Jazz in scena ad Albinia nel Piazzale delle Regioni il 21 agosto, con ?Voce di Vento? feat Marco Tamburini con il gruppo vocale corso A Cumpagnia diretto da Jerome Casalonga seconda che si trattasse di scene di cucina, di sport, di morte o di guerra, creando così atmosfere completamente diverse anche se suonate con strumenti semplici di cui erano dotati i popoli nel mondo antico?. Ma non finisce qui, perché nel mese di agosto, sempre all?interno del Grey Cat Festival transfrontaliero, verranno proposte anche altre produzioni. La prima, in ordine di tempo, sarà il 19 agosto, sempre a Follonica, ma in questo caso nella piazza a Mare, In mezzo c?è solo il MARE di Rosario Bonaccorso (contrabbasso e voce), con Fabrizio Bosso (tromba), Roberto Taufic (chitarra e voce); gruppo di percussioni diretto da Marco Fadda e con la partecipazione speciale anche Nella foto l?Orchestra di Musica Strada protagonista in Orchestrada il 24 agosto a La Cava a Roselle (Grosseto) in questo caso del musicista corso Jerome Casalonga. È questa la produzione della Provincia di Savona. Quindi il 21 agosto sarà la volta della Voce di Vento in scena ad Albinia (Orbetello) nel Piazzale delle Regioni. Si tratta della produzione della la Provincia di Lucca. Protagonista è l?Orchestra Barga Jazz Ensemble feat Marco Tamburini con il gruppo vocale corso A Cumpagnia diretto da Jerome Casalonga. Voci che provengono dal mare (A Cumpagnia), s?incontrano con i venti della terra ferma (BargaJazz Ensemble). Il 23 agosto il Grey Cat Festival transfrontaliero si sposterà in quel di Sassofortino (Roccastrada) presso il Parco Fonte di Vandro, cornice della produzione Radio Libertaire del Gruppo les Anarchistes con il Gruppo Polifonico corso U Ponticellu e la cantante corsa Jacky Micaelli. È questa la nuova produzione della la Provincia di Massa Carrara. Infine, chiuderà la serie di appuntamenti il 24 agosto a La Cava di Roselle (Grosseto) l?Orchestra di Musicastrada diretta da Claudia Bombardella con il musicista corso Philippe Biondi alle percussioni, con Orchestrada, nuova produzione della la Provincia di Pisa. Da ricordare che tutti gli spettacoli saranno ad ingresso gratuito con inizio fissato per le ore 21,30 Il progetto è cofinanziato con il Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale. Info: www.sonatadimare.eu 54 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 Primo Piano MAreMMA dA SCoPrire geoparco delle colline metallifere, sette ?porte? per entrare nella storia mineriaria dell?alta maremma Sono ubicate una in ogni Comune del Parco tecnologico e archeologico delle Colline Metallifere, da qualche anno promosso a Geoparco, e rappresentano il punto di ingresso ideale per entrare nella storia mineraria dell?alta Maremma. Parliamo delle ?Porte del Parco?, un sistema di poli museali in rete per introdurre i visitatori all?interno di un mondo ormai scomparso, ma che grande importanza ha rivestito nel secolo scorso I l Parco Nazionale delle Colline Metallifere Grossetane è un parco a carattere tematico geominerario istituito dal Ministero dell?Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare situato nella zona settentrionale della Provincia di Grosseto. Il valore delle sue testimonianze archeologiche e minerarie, la significatività del suo patrimonio archeo-industriale e la qualità delle sue risorse ambientali e paesaggistiche ne fanno un parco multitematico che trova difficilmente altre esperienze riscontrabili. Il contesto è caratterizzato da emergenze di elevata rilevanza geologica strettamente connesse con le secolari attività estrattive che hanno creato un paesaggio dove interventi della natura e interventi dell?uomo sono da sempre ? Marem- strettamente connessi. Sul territorio percorsi culturali ed investimenti per il recupero del patrimonio permettono di addentrarsi in questo specifico ambiente: un sistema di poli museali in rete (Porte del Parco), un sistema di aree e percorsi museali all?aperto, un sistema di postazioni panoramiche per le aree minerarie ancora non accessibili al pubblico. Per le sue qualità di eccellenza il Parco delle Colline Metallifere nel 2012 è entrato nella Rete Europea e Mondiale del Geoparchi sotto gli Auspici dell?UNESCO (European and Global Geoparks Network) e nel 2011 è stato selezionato come runner-up dal bando EDEN ? Destinazioni Europee di Eccellenza. Nella foto Pozzo Roma a Gavorrano Il Parco comprende le aree minerarie di 7 comuni: Follonica ?la città fabbrica?, con un particolare paesaggio urbano industriale siderurgico; Gavorrano ?la montagna della pirite?, ovvero nella miniera di pirite più importante d?Europa; Massa Marittima, ?la città dei metalli? per comprendere l?importanza dei metalli monetabili nel medioevo attraverso la visita di una meravigliosa città d?arte; Monterotondo Marittimo, ?nel cuore della terra?, con un percorso attraverso i campi geotermici; Montieri luogo di ?minatori da 3.000 anni?, dove sono stati sfruttati i minerali di rame e argento fin da epoche antichissime con paesaggi minerari mozza- fiato; Roccastrada, ?terra di castelli e carbone?, caratterizzata dalla presenza di castelli medievali e della tristemente nota miniera di lignite di Ribolla Scarlino ?l?interporto minerario? che rivela la sua vocazione marittima fin dal periodo etrusco. Per entrare nel Parco sono state create altrettante porte, le ?Porte del Parco?. Si tratta di musei, centri di documentazione, biblioteche, info-point, da dove è possibile cominciare la visita alle strutture minerarie, ai percorsi in galleria accompagnati da guide esperte che con passione raccontano le storie del parco. Storie di milioni di anni fa relative alla formazione delle rocce e delle mineralizzazioni, storie di miniera, di saperi che si perdono nella notte dei tempi, finalizzati a carpire alla terra i suoi più reconditi tesori (l?argento, il rame, la pirite, la lignite) fino a centinaia di metri sotto il livello del mare. La storia dell?attività mineraria e della lavorazione dei metalli è un po? la storia delle Colline Metallifere. Resti di antichi pozzi minerari e di aree di scorie metallurgiche si trovano ovunque nella zona, reperti di epoca etrusca e moderna. A Follonica la Porta del Parco si trova nel Museo del Ferro e della Ghisa struttura situata all?interno del Forno S. Ferdinando, che ospita sia reperti etruschi (tra cui un forno originale) sia oggetti di valore artistico e archeo-industriale dell?800 (modelli in legno e fusioni in ghisa) prodotti dalle fonderie di Follonica. primo piano ? 57 Primo Piano ???? Nei locali di ogni Porta del Parco, oltre al centro d'accoglienza e all'info-point, vi è un centro di documentazione informatizzato e un punto per l'organizzazione di itinerari o visite guidate L?accesso al Parco a Gavorrano si trova in due punti. Il primo presso il Centro Accoglienza del Parco Minerario nei pressi del Museo Minerario in Galleria, un percorso museale sotterraneo dove sono state ricostruite le fasi di lavoro e di vita della miniera e dei minatori. Il secondo accesso è presso il Centro di Documentazione di Castel di Pietra nel centro di Gavorrano che documenta la fase medievale dell?attività mineraria del territorio. Sdoppiata in due location è anche la Porta del Parco Minerario di Massa Marittima che trova la sua più naturale collocazione al Museo della Miniera, nato nel 1980 in gallerie in parte naturali e in parte scavate nel Medioevo, e 58 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 meta ogni anno di numerosi visitatori. Il secondo punto informativo nella città del Balestro è collocato al Museo Archeologico, nel centro cittadino, dove sono esposti i reperti provenienti dall?abitato etrusco del Lago dell?Accesa. La Porta del Parco di Monterotondo Marittimo è situata nel centro storico del paese, in un caratteristico vicoletto a due passi dalla piazzetta del Comune. Al suo interno una mostra permanente di fotografie ricostruisce la storia della geotermia e mostra le ricchezze del territorio. Il punto di informazione mette a disposizione dei visitatori una postazione internet, oltre alle pubblicazioni relative alle attrattive turistiche della zona. A Montieri la Porta del Parco si trova presso il Teatro Comunale di Boccheggiano dove trova spazio il Centro di Documentazione delle Miniere di Montieri nel quale sono raccolti materiali e testimonianze sull?attività mineraria del territorio. Un altro punto informativo è situato all?Ufficio Informazioni di Montieri. L?accesso al Parco a Roccastrada è rappresentato dalla Porta di Ribolla, che oltre a ufficio di informazioni turistiche, mira ad essere centro di documentazione e raccolta del materiale sulle testimonianze mineraria di Ribolla e degli altri centri del territorio. Infine, per Scarlino l?ingresso può avvenire sia attraverso l?Interporto Minerario in via delle Collacchie, 1 (ex Casello Idraulico) al Puntone di Scarlino, sia attraverso l?Info Point del Castello di Scarlino. Nel corso dell?estate il Geoparco delle Colline Metallifere conferma la sua vocazione turistica, con migliaia di visite che interessano le testimonianze archeologiche e minerarie, le risorse ambientali e paesaggistiche del comprensorio, da Monterotondo a Follonica, da Roccastrada a Scarlino. Anche quest?anno le guide del Parco hanno predisposto un nutrito programma di escursioni; dai sentieri vicino al mare a quelli un po? più tecnici da esploratori di miniere, ma in generale accessibili a tutti. Molte di queste escursioni verranno organizzate anche nel mese di settembre. Info: www.parcocollinemetallifere.it parco delle colline metallifere, un mare di iniziative C?è davvero tante carne al fuoco in questo inizio 2013, per il Geoparco delle Colline Metallifere. Dalla Carta europea del turismo sostenibile alle diverse attività avviate con i comuni, dall?ingresso del Geoparco nella disciplina della legge 394 alla convenzione triennale recentemente stipulata con il dipartimento di scienze della terra dell?Università di Siena. Ci illustra tutto il presidente Luca Agresti È un periodo particolarmente positivo per il geoparco delle Colline Metallifere, che da aprile a oggi ha inanellato una serie di risultati, collaborazioni e iniziative. Ce ne parla il presidente Luca Agresti: ?Sì, oltre a proseguire il percorso di accreditamento per la Cets (la carta europea del turismo sostenibile) con Federparchi, stiamo chiudendo il cerchio su diverse attività avviate nel recente passato, insieme ai comuni. Progetti in cui il Parco funge da gregario, da assistente, diciamo così, ma sui quali abbiamo un ruolo. E ne siamo orgogliosi. Penso al polo di Niccioleta, penso all?apertura del Magma a Follonica, oppure a quanto di buono è stato fatto, con il Comune di Gavorrano, a Ravi Marchi. Poi ci sono le nostre iniziative, quelle che portiamo avanti con la struttura del geoparco e con le convenzioni messe a punto con le Università?. Insomma, nonostante il dimezzamento dei trasferimenti e un?incertezza di fondo sul futuro dell?ente (che si lega alla revisione della Legge 394 e agli intendimenti del Ministero dell?Ambiente) presidente e direttivo stanno al pezzo. ?Lo dissi oltre un anno fa ? prosegue Agresti ? la necessità principale del parco è consolidarsi, mettere radici, avere certezze. Sarebbe un enorme risultato se alla fine ? è da tempo che ci lavoriamo ? riuscissimo a far entrare il parco sotto la disciplina della legge 394 e garantirgli così un futuro certo. Poi è chiaro che resta fondamentale l?apporto e la collaborazione dei sette Comuni, della Provincia e della Regione Toscana. Io credo che il futuro prossimo sarà decisivo per stabilire cosa sarà e cosa farà il geoparco da grande?. ?Sul fronte scientifico ? sono ancora parole di Agresti ? abbiamo stipulato con il dipartimento di scienze della terra dell?Università di Siena, una convenzione triennale la cui finalità non è solo la conoscenza approfondita della geologia e mineralogia, ma la revisione dei percorsi fino a questo momento incentrati soltanto sul patrimonio minerario e l?archeologia industriale. Uno degli obiettivi del 2013 è la messa in visita dei siti in maniera ragionata, evi- Nella foto Il presidente del Parco Luca Agresti denziare gli aspetti didattici per arrivare a una proposta multidisciplinare dove la geodiversità abbia lo spazio necessario per dare il suo contributo alla comprensione del paesaggio e del geoparco?. ?A Niccioleta ci sono voluti sei anni di lavoro e 2 milioni e 640 mila euro di investimento ? prosegue Agresti ? per realizzare il nuovo centro di documentazione della storia mineraria delle Colline Metallifere. È un?opera che arricchisce il patrimonio del geoparco e che restituisce alla comunità e al territorio un?area significativa. Il progetto di riqualificazione, seguito dal Comune di Massa e finanziato da Regione, Ministero, ente parco, fondi europei e Fondazione Monte Paschi, ha permesso il recupero e il riutilizzo di spazi e immobili che saranno destinati a polo scientifico del geoparco, un centro creativo, luogo in cui potremo rafforzare i rapporti con le università?. ?Riguardo alle presenze ? conclude Agresti ? posso dire che hanno avuto molto successo le iniziative degli ultimi due anni con le scuole (il progetto ?Conosci il Parco) e i visitatori ordinari sono in linea con i numeri del passato. Ovviamente per noi i mesi di maggiore afflusso di pubblico sono luglio e agosto. È nel periodo estivo, infatti, che si registra il picco di presenze, a dimostrazione che quest?area rappresenta una valida alternativa al mare, apprezzata dai turisti. A questo proposito un ruolo decisivo ce l?hanno le cooperative che lavorano per noi e che ringrazio per la professionalità?. primo piano ? 59 Maremma Magazine - Agosto 2013 - 1:Maremma Magazine 28/07/2013 11:22 Pagina 60 Foto Giovanni Rossetti turiSMo un convegno per parlare di turismo, accoglienza e diritti in maremma Nato da poco, lo Sportello del turista è già un punto di riferimento per i vacanzieri e non solo: si è parlato anche di questo durante la riunione che si è svolta lo scorso 28 giugno nella sala contrattazioni della Camera di commercio. Diffusi i dati di una ricerca: la Maremma si conferma meta ambita, ma deve e può migliorare di Maurizio bErnardini L a Maremma piace ai vacanzieri. E questo è un dato da tenere ben presente. Migliorare, però, non solo è possibile, ma è anche indispensabile. Ecco, il convegno dal titolo ?La tutela dei diritti del turista, uno strumento per un processo di miglioramento dei servizi per la crescita, anche qualitativa, della propria impresa e di tutto il sistema turismo? realizzato lo scorso 28 giugno a Grosseto nell?ambito della settimana nazionale della conciliazione 2013 ha messo in chiaro cosa c?è da cambiare e cosa da mantenere nelle politiche dell?accoglienza turistica maremmana. Ma prima di arrivare alla sintesi dell?incontro e ai numeri snocciolati c?è del- l?altro. Sì, perché per tutto quello che riguarda le informazioni utili a chi sceglie di trascorrere le proprie ferie nel Grossetano è nato lo Sportello del turista. Si tratta di uno strumento gratuito ? presentato proprio durante il convegno ? voluto dalla Camera di commercio di Grosseto tramite la propria azienda speciale, la Camera arbitrale di conciliazione. Allo nascita dello sportello del turista hanno collaborato anche le associazioni di tutela dei consumatori. Ma di cosa si tratta? Lo Sportello è una realtà di pubblico interesse, un qualcosa, come si legge nel sito internet www.sostourism.net, che ha ?Come scopo di aiutarti qualora la vacanza, sebbe- ne tanto desiderata, dovesse riservare sgradite sorprese?. Tanti i servizi offerti, tra cui: ?informazioni su quali sono i tuoi diritti e su quale strada puoi intraprendere per risolvere eventuali disguidi (sezione ?I diritti del turista?). Recapiti e servizi delle associazioni dei consumatori della Provincia di Grosseto (sezione ?reclami? ? ?a chi rivolgersi?). Raccolta di moduli forniti di indicazioni generali che puoi compilare e utilizzare per far valere i tuoi diritti o semplicemente per segnalare reclami nei confronti degli operatori del settore turistico (Form scaricabile dalla sezione ?Mediazione controversie?). Principali norme che regolano i rapporti tra imprese turistiche e con- primo piano ? 61 Primo Piano ???? Giovanni Lamioni: ?La bellezza del territorio e le politiche di marketing non bastano. Devono andare di pari passo con la qualità dei servizi e con la cultura dell'ospitalità. Due aspetti, questi, su cui possiamo e dobbiamo crescere molto? sumatori (sezione ?Normative?)?. Non mancano, infine, anche notizie utili su come ?Attivare le procedure di mediazione, che rappresentano un modo per risolvere eventuali controversie con le imprese turistiche senza andare in tribunale (sezione ?Mediazione controversie?)?. E infatti ?La tutela del consumatore è uno dei nostri ruoli ? spiega Alberto Zaccherotti, direttore operativo della Camera arbitrale di conciliazione ? ma potrebbe diventare uno strumento di marketing territoriale nel momento in cui, tramite il sito, possiamo monitorare le criticità del sistema dell?accoglienza locale. Il servizio sta funzionando sta diventando sempre più un punto di riferimento. Sarebbe auspicabile l?integrazione con gli altri soggetti che operano nel settore?. E infatti lo Sportello ? a livello regionale la prima iniziativa strutturata in termini di conciliazione ? ha già inviato richiesta ai Comuni e alla Provincia di posizionare un link all?interno dei loro siti web, oppure nelle sezioni internet collegate a questi enti e dedicate al turismo, il tutto per promuovere il servizio a difesa dei consumatori. Intanto un?attenta campagna di comunicazione sta per approdare anche nei supermercati locali e allo shopping center Aurelia Antica. In tutti questi luoghi, frequentati da migliaia di turisti ogni anno, sono previsti sia manifesti che volantini. Ed è proprio sulle controversie legate alle vacanze e in particolare sul danno da vacanza rovinata che, durante il convegno dello scorso 28 giugno, è intervenuto anche l?avvocato Marco Festelli, presidente Confconsumatori Toscana: ?il diritto alle ferie, ovvero alle vacanze, non è più un lusso ma un sacrosanto diritto costituzionalmente tutelato dall?ordinamento giuridico. Con una lapidaria sentenza (686/2012) il tribunale di Grosseto, ripercorrendo l?evoluzione del danno esistenziale dettata dalla giurisprudenza della Corte di cassazione, ha stabilito che il ritardo aereo di due giorni va indubbiamente a toccare aspetti della personalità tali da incidere sull?integrità psicofisica del turista. Tale ritardo comporta un pregiudizio non futile, soprattutto se coincidente con le ferie ?comandate? come quelle del Capodanno, che supera il livello di tollerabilità imposto dalla compagine della convivenza sociale. Di conseguenza ? prosegue Festelli ? il tribunale ha riconosciuto ai sensi dell?articolo 2059 c.c. il danno esistenziale ai malcapitati turisti, ovvero il danno da vacanza rovinata, perché l?illecito del tour operator (e/o vettore aereo) ha leso L?home page del sito www.sostourism.net 62 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 uno specifico diritto inviolabile della persona, trattandosi appunto di ingiustizia costituzionalmente qualificata. Deve aggiungersi poi che col Codice del turismo (emanato nell?anno 2011) il danno da vacanza rovinata è stato espressamente riconosciuto dal legislatore italiano, all?articolo 47, come conseguenza dell?inadempimento dell?organizzatore del viaggio, qualora l?inadempimento sia grave e appunto il danno (l?inconveniente) patitolo dal turista (consumatore) sia tutt?altro che risibile?. Chiunque volesse avere informazioni sulle attività dello Sportello del turista (già 200 accessi al sito internet, più di cento le richieste scritte e decine le telefonate in meno di quindici giorni di attività) può rivolgersi agli uffici della Camera arbitrale di conciliazione in via Adda 129 a Grosseto. Telefono 0564 414982 oppure tramite e.mail all?indirizzo arbitrato.conciliazione@gr.camcom.it. Ma quali sono i problemi più frequenti cui vanno incontro i vacanzieri? E quale la percezione che hanno delle strutture ricettive maremmane? Anche di questo si è parlato lungo il convegno. Durante il dibattito sono stati snocciolati dati e pareri autorevoli, come quello del presidente della Camera di commercio di Grosseto, Giovanni Lamioni: ?Negli ultimi anni, segue a pag. 65 con fatica ma anche con molte soddisfazioni, la Camera di commercio ha scommesso sul brand Maremma, promuovendo, per prima, un territorio unico, laddove, fino a pochi anni fa, si distinguevano cinque isolati sistemi economici locali. Oggi, però, non bastano più la bellezza del territorio e le politiche di marketing, che devono andare di pari passo con la qualità dei servizi e con la cultura dell?ospitalità. Due aspetti, questi, su cui possiamo e dobbiamo crescere molto. In questo senso è utile il nostro sportello informativo, nato per andare incontro alle esigenze dei consumatori. Ricordiamoci che un territorio che vuole davvero puntare sul turismo deve avere alberghi e strutture ricettive adeguate, non solo seconde case, e deve pensare alla nautica e non solo alle ville dietro ai porti. Paghiamo il fatto che la nostra vocazione imprenditoriale nel turismo è ancora giovane rispetto ad altre zone, e paghiamo anche l?aver fatto, in passato, scelte sbagliate o poco lungimiranti. Possiamo fare meglio e di più, forti del fatto che viviamo in una terra straordinaria che vanta un appeal che non ha eguali sia in Italia che all?estero. Specialmente in un momento come questo, in cui mancano le risorse, è bene avere le idee chiare. Qui la cultura imprenditoriale si sta ancora formando. Quando diventeremo un territorio unito e davvero accogliente avremo in mano le chiavi del successo?. Guardiamoli dunque questi numeri elaborati da uno studio commissionato dalla Camera arbitrale di conciliazione della Camera di commercio e dalle associazioni dei consumatori (Confconsumatori, Federconsumatori, Uil Toscana, Consumatori.it e Cittadinanza attiva). Una ricerca realizzata dal Centro studi turistici (Cst). Ad essere prese in considerazione sono state 264 strutture ricettive locali. Ognuna di queste ha infatti strappato almeno un commento su TripAdvisor, il più popolare tra i siti internet dedicati alle recensioni, un colosso che può vantare oltre 75milioni di visitatori ogni mese. E infatti, sulle 264 realtà turistiche (divise tra hotel, agriturismi, campeggi e altro) sono piovute qualcosa come 11mila e trecento valutazioni. Ma come mai si è deciso di prendere in considerazione giudizi espressi via web? ?Il passaparola non è più una comunità ristretta ? ha detto Alessandro Tortelli, del Centro studi di Firenze ? ed è con questo metro che ci dobbiamo misurare. Le recensioni oramai costituiscono delle vere e proprie referenze?. E i giudizi degli internauti, tutto sommato, hanno premiato le strutture di accoglienza maremmane: in particolare a gonfie vele il settore degli affittacamere, alloggi privati e agriturismo con oltre il 90 per cento di recensioni positive. Altalenanti gli hotel, con un picco delle strutture a una e due stelle (che rimangono su livelli assoluti di grossa soddisfazione, tutti sopra il 90% di giudizi favorevoli), ma cali vistosi man mano che ci si avvicina a un numero di stelle superiore alle tre (gli hotel a quattro e cinque stelle soddisfano ?solo? 8 turisti su 10). Qualche problema, in particolare, c?è stato sulle differenze tra prezzi proposti all?arrivo e tariffe applicate al momento della partenza, sulle condizioni delle strutture (a volte poco moderne) e sull?igiene. Forte la soddisfazione riscossa tra gli stranieri, in particolare svedesi. Così e così l?apprezzamento espresso dai cugini francesi. Alla fine, però, quel che è certo è che la Maremma piace ai vacanzieri. Avere uno strumento come lo Sportello del turista, poi, non fa altro che far sentire più tutelato chi sceglie di venire in ferie nel Grossetano. Primo Piano trAdizioni la mi? nonna la cantava così! e io così me la ricordo? a scuola di ?ottava? a pomonte Passare insieme agli improvvisatori cinque, coinvolgenti, costruttivi e poetici, giorni a Pomonte, in occasione del 16esimo Incontro Internazionale di Poesia Estemporanea che si è svolto nel piccolo borgo situato nel territorio del Comune di Scansano, quest?anno dal 29 maggio al 2 giugno 2013? di daniEla cavoli N e abbiamo parlato, a Pomonte, con i poeti improvvisatori ai quali ho spassionatamente riferito la mia opinione: tra gli innumerevoli volumi sulla Maremma che ho avuto ed ho la fortuna e il piacere di poter leggere nella biblioteca di casa, 68 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 da ragazzina mi passava spesso per la testa di prenderne uno la cui copertina era riassuntiva di uno stato di grazia: la melodia e l?armonia della musica insieme alla disinvolta spontaneità della natura. Aulo Guidi: l?autore del capolavoro. Mentre andavo a sfilare il libro dalla sua dimora abituale, immaginavo il violaceo colore degli scardacci sui loro steli verde bosco, lì ritratti in bianco e nero, aggrappati ai solchi di un campo ordinatamente arato a regola d?arte che si specchia nel cielo. Note, quei fiori, ricordate a memoria e perciò ? a volte ? involontariamente traditrici, fluttuanti, impossibili da fermare sui righi e gli spazi di un pentagramma cartaceo se non con la piena consapevolezza di aver intrappolato soltanto una delle variabili versioni di uno stesso canto: la conosciuta dalla maggioranza. Quella copertina è la più poetica, emozionante ed emotiva traduzione della realtà del canto trasmesso di voce in voce e, aggiungo, per esperienza vissuta, di cuore in cuore. Uscito nel 1975 ? ne I fuori collana (n° 2) di una casa editrice, Il paese rea- le, che ha dato alle stampe volumi diventati testimonianza indimenticabile di una civile Maremma di Bella prosa ?, «Canti popolari in maremma» è stato ideato e realizzato, in collaborazione con il Maestro Finisio Manfucci trascrittore della musica, da un contadino sceso dalla deliziosa e allora sperduta Santa Caterina (Roccalbegna, GR) che da saggio conoscitore della volubilità della natura cercava di fissare sui fogli tracce del passato per difendere le tradizioni gli usi della terra da quella umana: Morbello Vergari. È Morbello Vergari a scrivere questa nota nel libro «Canti popolari in maremma» a proposito di A testa bassa: è un «Canto accorato e melanconico, lento nell?esecuzione vocale: riprende il tema dell?amore e della fedeltà oltre la morte.». Mia nonna Petronilla mi ha cantato A testa bassa quando ero bambina. Oggi so ancora le parole e chiara in mente è l?armonia. Le prime sono identiche a quelle del volume, mentre la musica è tutta un?altra cosa. La propongo di seguito nella trascrizione di Umberto Bonini. Credo che in ottava tutto questo si Nella foto, Mauro Chechi, Marco Betti, Fernando Tizzi, Elino Rossi possa dire più o meno così: Mia nonna Petronilla m?ha cantato,/ la melodia in mente m?è presente,/ parole che nel cuor ho ben serbato/ poi lette in un libro coinvolgente/ musica in quelle pagine ho trovato/ diversa dall?appresa amabilmente/ qui lascio quella a me insegnata/ perché non venga mai dimenticata. gri e via dicendo, ma prima di ogni altra cosa all?impronta. L?improvvisatore, insomma, deve avere i pensieri a completa e totale disposizione delle sue parole (e non il contrario) e di quelle degli altri. Deve essere libero di creare vincolato, e solamente, dalla complici- tà tra le rime. Poco sopra ho specificato ?sue parole? perché mi sono resa conto partecipando al corso di poesia estemporanea tenutosi a Pomonte, che il mio patrimonio in tema di vocaboli dovrà arricchirsi di inflessioni e cadenze, ma anche di termini che abbiano la È da tempo che ho maturato l?idea di trasmettere in maniera post gutenberghiana (scusate! Scrivendo col computer) ciò che ho acquisito per merito della tradizione orale, ma è il vivere dei cinque giorni a Pomonte che mi ha dato la spinta per farlo. I due metodi apparentemente agli antipodi non cozzano affatto tra loro e tra poco, se non vi annoierete nel leggere, potrete averne la dimostrazione. L?appena scritta non è certamente un?ottava perfetta poiché l?autore è alle prime armi e, sopra tutto, perché non è improvvisata. La tradizione vuole che i versi del rimatore, del cantastorie, del cantore ? chiamatelo come più vi aggrada ? siano pronti, arguti, vivaci, scherzosi, malinconici, arrabbiati, alle- primo piano ? 69 Primo Piano ???? Quella del canto in ottava rima è una vera e propria arte che non deve morire, un patrimonio della tradizione orale tenuto in vita nel nostro territorio da manifestazioni come quelle che si svolgono ogni anno a Ribolla (ad aprile) e a Pomonte (a maggio) dote di arrivare quasi precipitosamente al punto, alla conclusione di un discorso da concretizzare in poche rime cantate e sono convinta che il fatto di riesumare, di rendere più completo e ordinato il già acquisito groviglio di lemmi sia comune a molti nuovi volenterosi rimatori. Dicevo, è il vivere dei cinque giorni a Pomonte che mi ha dato la spinta per scrivere. A Pomonte, piccolo e umano borgo agrario al confine tra i comuni di Manciano e Scansano (di cui è frazione), si tiene ogni anno una manifestazione internazionale dedicata alla poesia estemporanea. Col 2013 sono giunti alla XVI edizione. Partecipano ai cinque giorni organizzati dalla L.I.P.E. Nella foto, Mauro Chechi ed Enrico Rustici (Lega Italiana Poesia Estemporanea) i poeti di mezzo mondo che intervengono recando un bagaglio di cultura popolare dalle radici secolari variegato ed enorme e si confondono, si mischiano, intonano ognuno il proprio canto come se fossero nati tutti insieme nello stesso giorno e nello stesso luogo. L?afflato che può respirare un curioso visitatore è sicuramente più coinvolgente, che so, di quello di un?avita Woodstock. A coordinare logisticamente la manifestazione il mite, testardo e lungimirante Presidente Elino Rossi, contadino con la C maiuscola che ha raccolto i frutti dell?ottava nel campo dei suoi avi, ha conservato gelosamente i semi e continua a spargerli perché la tradizione non venga perduta. Come lui, il Nella foto, Antonio Francisco Fernandez Real, Maria Torrigiani, Antonio José Roche Vice Presidente della L.I.P.E. nonché direttore artistico del Festival Mauro Chechi dà il meglio di sé in mezzo agli allievi che si divincolano, per i primi tre giorni, tra le loro rime zoppicanti e improponibili e appunti dal sapore dolcemente antico ? cos?è un piede? Il trocheo, il giambo, il dàttilo, lo spondèo, l?anapèsto a cosa servono? Dove cade l?accento in un endecasillabo? E Dante a chi dedicò il suo canto? Chi era la musa? Perché il Sommo Poeta e la sua Comedia sono ancora esempio? ? e quindi, non stanco degli stonati vagiti dei volenterosi neoverseggiatori li invita ad esibirsi e governa il buon andamento dei due giorni successivi chiamando i poeti estemporanei a gettarsi nell?arena dove di volta in volta improvviseranno i propri versi rimando lui per primo ad ogni piè sospinto. Una puntualizzazione a proposito del corso: non spaventatevi anche noi frutti dell?involuzione scolastica siamo in grado di apprendere gli insegnamenti e applicarli forse con un piacere più grande di chi li ha imparati in maniera obbligata. Insomma, il corso si rivolge a tutti a partire dai bambini che meglio di chiunque altro sanno imparare liberi come sono da qualsiasi tipo di condizionamento. Il fine primo è riuscire ad esprimersi musicalmente secondo la regola dell?ottava (sei endecasillabi alternati più due baciati: ABABABCC e via di seguito CDCDCDEE, EFEFEFGG,?), insomma, avvicinarci alla poesia (e poi: Provare è sempre il giusto metro,/ 70 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 segue a pag. 73 se poi non ti riesce sai è lo stesso/ certo l?animo non sarà più tetro/ e capirai dov?è nato il progresso./ L?orale tradizion è fuor parametro/ sol di chi vive dentro un mondo oppresso./ Chi ama saper sai da dove viene/ a Pomonte volentieri s?intrattiene.) Il fine ultimo ricordare e trasmettere come mia nonna, analfabeta, ha fatto insegnandomi A testa bassa e Morbello Vergari faceva cantando il maggio, le befanate, le ottave, gli stornelli, i rispetti, i dispetti e i contrasti. I tre giorni di corso sono riusciti a far scattare in me, profondo, il desiderio di riacquistare il diritto alla poesia perché ho visto negli occhi dei partecipanti il piacere che dà vivere momenti in cui l?apporto umano non è un fatto collaterale, ma il centro del vivere. Ora, qui immediate ? oserei dire improvvisamente ? mi sono scappate dal cuore le seguenti rime che consiglio al lettor cortese di cantare, magari apprendendo l?andamento musicale dell?ottava, se già non lo conoscesse, da youtube. Il presente e l?avvenire non cozzano con la tradizione orale. Tra pane, amore e fantasia/ comunemente il primo è l?importante./ Di pane e acqua campi, ma non sia/ che l?ultima ti lasci mai un istante./ L?amore è come dolce Malvasia/ e questa non è cosa poi eclatante./ Sintesi perfetta e assai sicura/ è coltivar col pane la cultura. Metafora ?un potea venir più pura,/ la verità la scopri certamente/ se a volger gli occhi avanti ?un hai paura/ senza del tuo passato scartar niente./ Ricordati però che agricoltura/ rima facea per molti col presente./ Il contadino potea anche star male,/ ma dalla terra lui cavava il sale. L?assenza di calor ministeriale/ credo non ti sia affatto estranea/ e null?io so d?un aiuto comunale,/ ad esempio alla poesia estemporanea./ Scusa, del mio pensiero personale/ io qui ti scatto tosto un?istantanea:/ mi sembra sai che han raggiunto il fondo/ s?io fossi foco arderei? quel mondo. Sull?esattezza dell?ultimo endecasillabo mi ci gioco il diritto alla Poesia! la l.i.p.e. lega italiana poesia estemporanea L a L.I.P.E. (Lega Italiana Poesia Estemporanea) inizia la sua attività con la Festa della poesia estemporanea nel maggio del 1998. Lo scopo dei fondatori il sodalizio (Elino Rossi, Mauro Chechi, Remo Martini) è quello di attirare l?attenzione sulla tradizione orale in particolare nella forma dell?improvvisazione poetica recuperando, tramandando il canto in ottava (tipico della Maremma, della Toscana, ma anche ? con melodie diverse ? di gran parte dell?Italia) e mettendolo a confronto con i numerosi altri metri e linee melodiche presenti nella tradizione della penisola iberica, in tutto il bacino del Mediterraneo e nell?America latina. La XVI edizione dell?Incontro internazionale di poesia estemporanea ha proposto diverse iniziative. Tra queste un Corso sulla tecnica dell?improvvisazione tenuto da Mauro Chechi, Spettacoli d?improvvisazione poetica, il Convegno sul tema ?La metrica da Dante agli improvvisatori? con la partecipazione di Antonio Melis professore ordinario di Lingue e Letterature Ispanoamericane presso la Facoltà di Lettere e Filosofia di Siena, David Riondino cantautore, scrittore e regista fiorentino, Giuseppe Pennacchia, ingegnere, ricercatore e scrittore esperto di brigantaggio, e Spettacoli con improvvisatori, cori e cantanti. Sullo sfondo di un veritiero ritratto dei maestri dell?ottava rima donato dal pittore Antonio Chessa ? originario di Orune (NU) e trasferitosi felicemente a Pomonte dove vive e lavora ?, hanno improvvisato per gli allievi del corso e/o si sono alternati sul palco cantando nella metrica e sulla linea melodica della loro tradizione: Marco Betti (Figline Valdarno, FI), Gianluca Brotini (Pistoia), Alessandro Cellini (Braccagni, GR), Franco Ceccarelli (Ponticello, AR), Alessio Checchi (Subiaco, RM), Mauro Chechi (Grosseto), Donato De Acutis (Bacugno, frazione di Posta, RI), Pietro De Acutis (Bacugno, frazione di Posta, RI), Niccolino Grassi (Massa Marittima, GR), Umberto Lozzi (Montelattaia, frazione di Roccastrada, GR), Alessio Magnolfi (Firenze), Agnese Monaldi (Civitavecchia, RM), Antonio Francisco Fernandez Real (Spagna), David Riondino (Firenze), Ghjuvan?Petru Ristori (Corsica), Antonio Josè Roche (Cuba), Elino Rossi (Pomonte, frazione di Scansano, GR), Enrico Rustici (Braccagni, GR), Francesco Simeoni (Corsica), Fernando Tizzi (Manciano, GR), Giovanni Zanabo- ni (Arcidosso, GR). Si sono egregiamente inseriti nel contesto della manifestazione di canto improvvisato i cori grossetani di Albinia e Santa Fiora (Gruppo Folcloristico Albinia e Coro dei minatori), il Coro dei Maggerini di Suvereto (LI) e i cantanti e musicisti di musica popolare Edoardo Bianchi (Istia d?Ombrone, GR), Gildo dei Fantardi (Lucca), Silvana Pampanini e Silverio Fabiani (Manciano, GR), Emo Rossi (Poderi di Montemerano, frazione di Manciano, GR), Giovanna Sarri (Firenze), Maria Torrigiani (Livorno). Gli artisti e i visitatori hanno potuto Nella foto, Elino Rossi e Mauro Chechi godere degli ottimi piatti maremmani preparati e serviti ai tavoli dai volontari collaboratori alla riuscita dei due giorni di festa. Ultime e importanti notizie da aggiungere sono che il corso e gli spettacoli sono a totale carico degli organizzatori, fatto dal quale si evince facilmente l?importanza del contributo economico elargito dalla famiglia di Romano Michelotti ? alla memoria di un sammarinese innamorato della Maremma ? senza il quale l?Incontro internazionale di poesia estemporanea non sarebbe stato possibile. Gli improvvisatori, al di fuori di questa manifestazione avvincente e unica nel suo genere organizzata dalla L.I.P.E., durante l?anno, partecipano a molti eventi di poesia estemporanea. Cercateli, ma non mancate di avvicinarvi a questo mondo, oltre che da spettatori, da veri attori. Al prossimo anno e al prossimo corso L.I.P.E. dunque! Foto del servizio di Giovanni Zanaboni primo piano ? 73 Primo Piano Aziende AL toP | Storie di imprese e di imprenditori di Maremma mantellassi, una famiglia speciale simbolo della terra del morellino È una delle aziende vitivinicole più storiche della Maremma Grossetana. Parliamo della Fattoria Mantellassi, con sede a Magliano in Toscana, patria insieme ovviamente a Scansano del celebre Morellino, un grande vino Docg che ha proprio nella famiglia Mantellassi una delle sue più illustri e datate bandiere di antonElla vitullo È un vero piacere ritornare a parlare della famiglia Mantellassi e della loro Azienda Vitivinicola, protagonista ed indiscussa ambasciatrice del Morellino in tutto il mondo. Maremma Magazine ha più volte ospitato l?Azienda Mantellassi nelle sue varie rubriche redazionali, così come se ne sono occupate le più importanti testate, locali e nazionali, dedicando ampio spazio a questa ?grande? famiglia che nel 2010 ha compiuto e festeggiato i suoi primi 50 anni di attività. Un libro a cura di Corrado Barontini, proprio in occasione dell?importante anniversario, ha minuziosamente riper- 74 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 corso la storia, il sogno ed il ?viaggio? intrapreso più di 50 anni fa da Ezio Mantellassi e da sua moglie Silvana Gaibisso e che oggi i figli Aleardo e Giuseppe continuano a portare avanti con successo ed impegno. Cos?altro aggiungere che non sia stato già descritto? Beh un?azienda con oltre mezzo secolo di storia ha molto da raccontare, soprattutto se si ha a che fare con una realtà di grande spessore come quella che presentiamo questo mese nello spazio dedicato alle eccellenze imprenditoriali di Maremma. Già, perché qui è proprio di eccellenza che dobbiamo parlare. Eccellenza, frutto di pas- sione e coraggio, generosità d?animo e semplicità, tenacia e grande determinazione: elementi questi che non possono mancare per arrivare a centrare gli importanti obiettivi che l?azienda ha inquadrato nel suo percorso iniziato tanti e tanti anni fa, quando parlare di vino in Maremma non era così facile come lo è invece adesso. Una famiglia speciale Dove una volta presso la Banditaccia sorgeva il vecchio podere San Giuseppe? Visitare l?Azienda Mantellassi vuol dire respirare immediatamente un profu- ma che a leggerla da vicino? fa tutto un altro effetto e che fa venire in mente un?altra frase, divenuta quasi uno slogan, che appartiene alle radici della famiglia: ?Avanti a tutta forza? era solito dire il Signor Ezio Mantellassi, frase che oggi echeggia quasi come un vero imprinting nel cuore dei suoi figli. Nella foto la famiglia Mantellassi mo ed un?atmosfera speciale, la fattoria sembra quasi un borgo dall?organizzazione perfetta in cui alberga un forte calore fatto di genuinità e di tradizione. Le dimore dai colori tenui abbellite da fiori coloratissimi, le distese verdi della campagna circostante e l?aria pulita ed incontaminata danno una sferzata d?energia e nello stesso mettono buonumore! È un?azienda importante ma che ha saputo mantenere integro nel tempo quel carattere di familiarità che l?ha da sempre contraddistinta: la dolce energica e sempre attiva Signora Silvana, i fratelli Aleardo e Giuseppe con il loro figli Andrea e Luca, i collaboratori, i dipendenti, c?è sempre un continuo via vai sin dal momento in cui si percorre il sentiero sterrato che introduce al cuore dell?Azienda e che passa attraverso i vigneti per condurci agli Uffici, alle Cantine, ai Magazzini, alla Sala Degustazione ed ai due principali edifici padronali. E non è neppure raro talvolta incrociare un daino o un animale selvatico che si aggira tra queste morbide e lussureggianti colline? ?Labor omnia vincit? ?Labor omnia vincit? (il lavoro vince su tutto), è l?incisione che si trova sui pilastri d?ingresso della Fattoria, frase da sempre citata e riportata nei vari articoli, La filosofia Oggi le colline attorno a Magliano sono uno dei monumenti italiani della viticoltura. Il paese è (insieme a Scansano) la patria dell?ormai celebre Morellino, nettare d?uva Sangiovese di colore rosso rubino che ricevette la DOC nel 1978 (e la DOCG nel 2007) anche per volere e merito dello stesso Ezio Mantellassi. La prima bottiglia di Morellino Mantellassi vide la luce nella vendemmia del 1958. Da allora il vino ne ha fatta di strada? e oggi l?Azienda è sapientemente condotta e gestita dai fratelli Aleardo e Giuseppe che hanno appreso dal loro padre tutti i segreti della vinificazione come l?amore smisurato per la terra, la cui piena e matura conoscenza può garantire il successo nell?ideazione e nella preparazione di un buon prodotto. ?Ma ? ci tiene a precisare Giuseppe ? scoprire la generosità della terra significa anche trovare sempre nuove tecniche, sia nella viticoltura sia nell?enologia ed avvalersi di tecnologie avanzate in grado di garantire fedeltà alle caratteristiche che il terreno della Maremma conferisce al nostro vino. La terra e la primo piano ? 75 Primo Piano ???? I fratelli Aleardo e Giuseppe Mantellassi, proprietari della Fattoria, conducono tutti i settori con grande professionalità, mantenendo tuttavia quella tipica semplicità, quel ?cuore? maremmano capace di dare una marcia in più al proprio lavoro. tecnologia ci permettono di valorizzare al meglio questa tradizione. L?insegnamento che nostro padre ci ha lasciato in eredità consiste principalmente nella fedeltà nei confronti della tradizione e nel coraggio all?innovazione?. Ricerca della qualità, valorizzazione del territorio ed innovazione delle tecniche e dei processi sono quindi i fattori chiave della storia e della tradizione della Famiglia Mantellassi che dal 1960 ha dato via ad una delle più importanti realtà vitivinicole oggi apprezzata sia in Italia che all?Estero. Nel settore enologico, alle famose ?3P? (passione, pazienza, perseveranza), ieri come oggi, è indispensabile aggiungere la professionalità e produrre vini da vendere con un ottimo rapporto qualità/prezzo. Il mercato sempre più esigente e competitivo richiede la massima attenzione e la più specifica conoscenza, come l?impiego di macchinari all?avanguardia che accompagnano le mani ed il lavoro tradizionale. Si dice che ogni vino racconti una storia diversa in quanto il vino è l?espressione per antonomasia del territorio e degli uomini. Oltre le vigne, i tini e i luoghi, contano le biografie e la storia della fattoria Mantellassi vanta una tradizione di famiglia che testimonia la passione, il cuore e la forza che conferisce il vero gusto a tutta la vasta produzione dei loro rinomati vini, delle loro grappe e del loro olio genuino. Eventi e riconoscimenti I vini della Fattoria Mantellassi sono presenti in tutte le varie e più importanti 76 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 Nella foto Silvana Gaibisso e Ezio Mantellassi; da loro è partita la storia ultracinquantenaria di una delle aziende più conosciute ed apprezzate in terra di Maremma manifestazioni enogastronomiche del nostro territorio, come Maremma Wine Food Shire e Vinellando (la kermessevetrina dei migliori Morellini che come ogni anno si svolge in agosto a Magliano), ma sono immancabilmente protagonisti anche in altri appuntamenti nazionali ed internazionali, come il Vinitaly, il Salone Internazionale del Vino e dei Distillati di Verona, Prowein 2013, Fiera Internazionale dei vini e liquori di scena a Dusseldorf e Vinexpo, il salone internazionale del vino a Bordeaux. L?azienda negli anni ha avuto una grande espansione commerciale sia in Italia che all?estero, come importanti sono stati (e sono) i riconoscimenti e le citazioni nelle varie guide enologiche che riguardano l?Azienda Mantellassi e che la rendono leader nel settore. I vini Decisamente articolata la gamma dei vini prodotti: Tra i vini rossi abbiamo: IL CANNETO. È ottenuto da un uvaggio di vari cloni di uve Sangiovese in coltivazione sulle colline maremmane. Vitigno di grande pregio di cui tutti gli ampelografi si sono occupati, originario e coltivato in tutta la Toscana, è notevolmente diffuso nella Maremma Toscana con numerosi cloni. Il clima caldo arido della provincia di Grosseto, caratterizzato da scarse precipitazioni, funziona in generale da fattore limitante delle produzioni, con grandi vantaggi sulla qualità delle uve prodotte ed in particolare su quelle di Sangiovese. MENTORE. Il Mentore è un vino degno rappresentante della selezione Mantellassi; è un rosso fermo da vitigni Sangiovese (85%), Cabernet Sauvignon e Cannaiolo Nero, affinato in vasche d?acciao inox. Il vino Mentore è ottimo negli abbinamenti con i primi piatti e con le carni rosse e si è aggiudicato un posto d?onore tra i vini quotidiani nella prestigiosa manifestazione Slow Wine 2013. SAN GIUSEPPE. Il Podere San Giuseppe, un vecchio casale in pietra nella Fattoria Mantellassi, ha dato il nome a questa selezione di Morellino di Scansano D.O.C.G. Nel Gennaio successivo alla vendemmia vengono selezionate le partite migliori del Morellino, prodotto nell?annata, e passate in piccole botti di rovere francese per circa sei mesi. Dopo un affinamento di alcuni mesi in bottiglia, il vino presenta ottime caratteristiche organolettiche: un profumo vinoso fine ed eccellente, morbido ed equilibrato ed una sensazione di freschezza e di gradevolezza nel gusto. Il San Giuseppe è stato premiato come il miglior vino tipico a Vinellando 2012. PUNTON DEL SORBO. Ultimo nato in Fattoria Mantellassi Il Punton del Sorbo è un Cabernet Sauvignon in purezza che viene invecchiato 12 mesi in barrique di rovere francese e sei mesi in bottiglia. Il risultato è un vino dal bouquet fruttato fine ed elegante, rotondo ed equilibrato al palato. Ottimo se accompagnato a formaggi di media stagionatura, carni rosse e bianche alla griglia o in umido, selvaggina da penna, funghi. LE SENTINELLE. Le Sentinelle rap- Nella foto Giuseppe Mantellassi (a destra) con Gioacchino Bonsignore co. E dai due vitigni di Aleatico e di Alicante ne è nato un passito di nicchia e di alta qualità da apprezzare per i profumi di frutta rossa particolarmente intensi e piacevoli e per il suo gusto dolce e ricco di sfumature. Aleardo Mantellassi Giuseppe Mantellassi presentano la migliore espressione qualitativa, nell?ambito del Morellino di Scansano D.O.C.G., della Fattoria Mantellassi. Le Sentinelle è un vigneto di 2,5 ettari in coltivazione sul poggio omonimo, il più avaro dei tanti poggi su cui si estendono i 50 ettari di vigneto della Fattoria. È ottenuto dalla vinificazione delle uve Morellino, clone autoctono di Sangiovese che ha dato il nome alla DOCG. Su iniziativa della Fattoria Mantellassi, dal vigneto Le Sentinelle è partita una selezione clonale del vitigno Morellino effettuata dai Vivai Cooperativi Rauscedo, che ha portato alla omologazione, per la prima volta i n Italia in quanto non esistente, i tre cloni di Sangiovese Morellino. QUERCIOLAIA. L?Alicante è stato uno dei primi vitigni impiantati nella Fattoria Mantellassi. Diffuso in Spagna come Granaxa ed in Francia come Grénage, di tale vitigno si conoscono molti biotipi. Arrivato sulle colline di Magliano in Toscana e Scansano probabilmente nel corso della dominazione spagnola. Nato nel 1977, il Querciolaia, è un vino di grande longevità ed eccellenti caratteri organolettici, particolarmente apprezzato per il suo composito bouquet e per il suo gusto caldo, austero, morbido e vellutato. ALÌ ALÈ. Quando Ezio Mantellassi comprò la fattoria nel lontano 1960 volle impiantare in quei primi ettari di vigneto, oltre all?Alicante e al Morellino, due filari di Aleati- Passando ai vini bianchi, la rosa enologica si completa con altre tre etichette: SASSOBIANCO. Dalle uve a bacca bianca di antica tradizione della viticoltura collinare della Maremma Toscana si ottiene il Sasso Bianco. È l?evoluzione dei vini bianchi, preparati nel passato nelle fattorie maremmane; è molto apprezzato per le sue note di profumo e di freschezza, di gradevolezza del gusto, di eclettismo sulla tavola. LUCUMONE. Molto suggestivo per le sue mura e per i suoi monumenti, Magliano in Toscana è un borgo che si distende sulle colline della Maremma Toscana. Di particolare interesse è la città di Heba, testimonianza importante della civiltà etrusca e dei suoi re: i Lucumoni. Il Lucumone è un vino fresco, fruttato ottenuto da uve di Vermentino bianco, con il quale la famiglia Mantellassi ha voluto ricordare gli Etruschi, anche come abili produttori di vino. SCALANDRINO. Lo ?scalandrino? è un rustico scaleo che i contadini usavano in passato per scavalcare le siepi. Il corpo morbido e il bouquet fruttato e persistente sono il risultato di un?accurata selezione delle nostre uve Vermentino che dopo una soffice pressatura vengono poste in botti di rovere francese dove ha luogo la fermentazione. L?elevazione nel legno si prolunga per cinque mesi. Questo procedimento fa si che i profumi del vitigno vengano esaltati dal leggero tocco del rovere. primo piano ? 77 L?agenda L?agenda Sabato 3 agoSto ? Alberese (Grosseto) - Pedalata in notturna nel Parco Regionale della Maremma. Iniziativa ciclo-amatoriale promossa dall?Associazione Culturale Sportiva Ombrone in collaborazione con il Parco Regionale della Maremma, la Tenuta Alberese ed il patrocinio della Camera di Commercio di Grosseto nel Parco Regionale della Maremma. ? Capalbio - Capalbio Art Cinema Estate Rassegna internazionale del lungometraggio in Piazza dei Pini (fino al 12 agosto) ? Capalbio - Capalbio Libri Piazza Magenta, ore 19.00 - La passione dell?etica (Scritti 1963 ? 2012) - I Meridiani Mondadori Eugenio Scalfari con Alberto Asor Rosa, Enzo Golino, Franco Marcoaldi. Musica: Ada Montellanico e Francesco Diodati. Info: www.capalbiolibri.it ? Casteldelpiano - Toscana delle Culture Laboratorio Internazionale di Teatro, Musica e Arti Visive - XXI edizione - a cura di Accademia Amiata Mutamenti, ore 21.30 Palazzo Nerucci di Castel del Piano, dalle 11 alle 16, Incontro Internazionale Le Residenze Artistiche di Teatro nel Mondo, con esperienze e testimonianze da Italia, Europa, America e Asia. ? Castiglione della Pescaia - Castiglioneventi 2013 ore 21 piazza orto del lilli Esibizione della scuola di ballo latino americano ODISSEA 2001 | BURIANO Musica dal vivo con il gruppo ?3 Of Us? | PUNTA ALA ore 21 Live music in compagnia del duo ?MAX E MANOLA? ? Follonica - Parco Centrale 2013 ore 21.30 Piazza a Mare - Amici della Fiat 500 IN 500 SOTTO LE STELLE (auto d?epoca e musica) | ore 21.30 Teatro Estivo le Ferriere, Comprensorio Ilva a dieci anni dalla scomparsa di Giorgio Gaber una produzione della Fondazione Giorgio Gaber GABER SE FOSSE GABER Incontro - Spettacolo con ANDREA SCANZI 78 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 ? Gavorrano - Teatro delle Rocce ore 18,00 Voci di contrasto, incontri, conferenze, riflessioni sulle dinamiche mafiose | ore 21,00 Compagnia Katzenmacher ? Contrasto - Elaborazione e regia di Alfonso Santagata ? Giannella (Orbetello) - Tuscany Bay Serate in musica al Jazz Bar del Tuscany Bay sulla Strada Provinciale della Giannella. Programma: Trio guidato da Filippo Tirincanti, già collaboratore di Terence Trent D?Arby, per una serata tra rock e funky. Info: tel. 0564 1768027 - 335.6596.167 ? Grosseto - Serate Danzanti sotto le stelle Ballo all?aperto organizzato presso la Pista di pattinaggio di via Mercurio (ore 21). Ingresso a pagamento (euro 4 a persona). Info tel. 0564 450461 - 329 2945349 ? Magliano in Toscana - Estate Maglianese Magliano in Toscana, Chiesa di San Martino, ore 21.30 Classica. Concerto per pianoforte con il Maestro Giuliano Adorno | Magliano in Toscana, Galleria Arti in Corso Mostra di pittura. Barbara Virgilio: ?Disarmomentale? (fino al 17 - h. 18.30-21.30) ? Massa Marittima - Lirica in Piazza 2013 Rassegna operistica che ogni anno trasforma il duecentesco sagrato del Duomo in un teatro all?aperto. In scena in Piazza Garibaldi ?Rigoletto? di Giuseppe Verdi. Info: 333 4791821 ? Montieri - Tempora Artis Magicae Tempo di medioevo a Montieri con Tempora Artis Magicae, manifestazione storico-rievocativa organizzata dall?associazione La Meria in collaborazione con l?associazione O.C.C.X.A.M. Info Ufficio Turistico di Montieri: 0566-997024 ? Pitigliano - Estate 2013 Teatro Salvini ore 21.30 I Stracciamonni - Compagnia teatrale I Giubbonai ? Porto Santo Stefano - Eventi Estate 2013 ore 18.00 Corso Umberto sfilata degli equipaggi del Palietto | ore 19.00 Stadio del Turchese Palietto - Ente Palio Marinaro dell?Argentario | Torneo di Bridge presso palestra del Pispino | ore 21.45 Concerto CIMA presso Giardino Corsini a Porto Ercole | Molo in Jazz | Torneo nazionale di tennis di IV categoria maschile e femminile (27/07-04/08) ? Porto Santo Stefano - Palio Marinaro dell?Argentario ore 18,00 Corso Umberto Sfilata degli equipaggi del Palietto: ore 19,00 Stadio del Turchese Palietto ? Roccalbegna - Conosci Roccalbegna? Cartellone di iniziative a cura dell?Associazione Culturale Cella Sancti Miniati di Roccalbegna. Programma: ore 17 Caccia ai tesori di Roccalbegna, percorso storico-artistico naturalistico per indovinelli (inizio e fine Piazza IV Novembre); dalle 18 alle 21 Degustazione di prodotti e specialità locali; ore 21,15 ?Con Alberto? Spettacolo di Enrico Collura per Alberto Fierli: musiche recuperate di Roccalbegna, sax e composizioni di Alberto ed altro ancora (Piazza IV Novembre) ? Roccalbegna - Escursioni tra Maritima e Francigena Summer Time 2013 Escursioni a cura di Carla Pau. Programma: Il Ponte Vecchio sull?Albegna e la Festa della Trebbiatura, partenza h 8:30 arrivo h 13:00 difficoltà escursionistica. Info: 3406933470 ? Scansano - Teatro nel Bicchiere Petit festival internazionale di teatro, vino e performance (fino al 4 agosto). Info: tel. 346 2394079 ? Travale (Montieri) - ?Corri nella Maremma? Trofeo di podismo IL SOFFIONISSIMO, ore 18.15, ritrovo ore 17.00 c/o presso Circolo Arci Travale, chilometri 9, organizzatore ARCI Travale. Info: www.corrinellamaremma.it Domenica 4 agoSto ? Capalbio - Capalbio Art Cinema Estate Rassegna internazionale del lungometraggio in Piazza dei Pini (fino al 12 agosto) ? Capalbio - Capalbio Libri Piazza Magenta, ore 19.00 I baci di una notte - Rizzoli Anto- gLi eventi deL mese giorno Per giorno nella Boralevi con Grazia Attili, Cristiano Rattazzi, Luciano Tancredi. Musica: Ida Landsberg Trio. Info: www.capalbiolibri.it ? Castiglione della Pescaia - Castiglioneventi 2013 ore 21 piazza orto del lilli Tango in compagnia della scuola di ballo Milonga de mis amores | Pian di Rocca - GYPSY MOVIES CineSottoLeStelle - Rassegna cinematografica gratuita ? Follonica - Parco Centrale 2013 ore 21.30 Piazza XXIV Maggio Bar Flora Caffè presenta Flora Cafè Music Live Show ? Gavorrano - Teatro delle Rocce ore 21,00 Compagnia Katzenmacher - Contrasto - Elaborazione e regia di Alfonso Santagata ? Magliano in Toscana - Estate Maglianese Magliano in Toscana, Chiesa di San Martino, ore 21.30 Classica. Saggio degli allievi dell?Accademia Chigiana ? Massa Marittima - Lirica in Piazza 2013 Rassegna operistica che ogni anno trasforma il duecentesco sagrato del Duomo in un teatro all?aperto. In scena in Piazza Garibaldi ?Il Trovatore? di Giuseppe Verdi. Info: 333 4791821 ? Pitigliano - Estate 2013 Teatro Salvini ore 21.30 I Stracciamonni - Compagnia teatrale I Giubbonai | Finale Memorial 2013 ?F. Pampanini - P. Bisconti F. Celata - M. Volpicelli?. Campetto dell?oratorio Don Orione ore 21.00: Finale 3° - 4° posto - ore 22.00 Finale 1° - 2° posto ? Porto Santo Stefano - Eventi Estate 2013 ore 21.00 Cena Rione Pilarella Piazza dei Rioni | loc. Pozzarello ore 08.00-12.00 A.S.D. Trisport | piazza Indipendenza ore 21.30 Cover Band De André | ore 21.45 Concerto CIMA presso Scalinata del Duomo di Orbetello | Torneo nazionale di tennis di IV categoria maschile e femminile (27/07-04/08) ? Porto Santo Stefano - Palio Marinaro dell?Argentario ore 21,00 Cena Rione Pilarella ? Roccalbegna - Escursioni tra Maritima e Francigena Summer Time 2013 Escursioni a cura di Carla Pau. Programma: Il Sentiero del Vallone. Evento ?Conosci Roccalbegna??, partenza h 9:00 arrivo h 14:00 difficoltà escursionistica. Info: 3406933470 ? Roselle (Grosseto) - Miss Maremma 2013 Concorso giunto alle terza edizione rivolto alle ragazze tra i 16 ed i 28 anni provenienti dalle province di Grosseto e Viterbo di scena anche quest?anno presso il Parco di Pietra Cava di Roselle. Info: www.missmaremma.it ? Roccalbegna - Conosci Roccalbegna? Cartellone di iniziative a cura dell?Associazione Culturale Cella Sancti Miniati di Roccalbegna. Programma: ore 9 Passeggiata nel sentiero del Vallone. Guida ambientale escursionistica Carla Pau. Sosta nella Riserva Naturale di Pescinello. Raduno in piazza IV Novembre. Info: 3406933470 | ore 18 Passeggiata ?Quattro passi con gli Elfi?. Partenza ai giardini sull?Albegna e arrivo alla gora del vecchio molino | dalle 18 alle 21 Degustazione di prodotti e specialità locali | ore 21,15 ?La musica è un lungo viaggio? - Quartetto Italiano di clarinetti. Porta di Maremma. Info: 346 3010209 ? Scansano - Teatro nel Bicchiere Petit festival internazionale di teatro, vino e performance (fino al 4 agosto). Info: tel. 346 2394079 ? Seggiano - Toscana delle Culture Laboratorio Internazionale di Teatro, Musica e Arti Visive - XXI edizione - a cura di Accademia Amiata Mutamenti, ore 21.30 Piazzetta degli Orti di Seggiano Elena Guerrini, accompagnata dalla fisarmonica di Andrea Geri, conclude il festival con il suo cavallo di battaglia Orti insorti, piccolo spettacolo che da anni gira nei maggiori festival e teatri italiani. LuneDì 5 agoSto ? Capalbio - Capalbio Art Cinema Estate Rassegna internazionale del lungometraggio in Piazza dei Pini (fino al 12 agosto) ? Capalbio - Capalbio Libri Piazza Magenta, ore 19.00 Un uomo molto cattivo - Bompiani Giuseppe Di Piazza con Domenico Arcuri, Luigi Contu, Giancarlo Dotto. Musica: Quella sporca mezza dozzina. Info: www.capalbiolibri.it ? Castiglione della Pescaia - Castiglioneventi 2013 dalle ore 21.30 Grey Cat Jazz Festival - Fantomatik Orchestra spettacolo di musica itinerante per le vie del paese ? Follonica - Parco Centrale 2013 ore 17.00 Casello Idraulico, Via Roma (fino all?11 agosto) Mostra di pittura di Marcello Galeazzi | ore 21.30 Giardino del Casello, Via Roma Festival Internazionale Nuove Figure ? teatro per bambini ? VIII Edizione Compagnia Cengiz Özek ? Turchia GARBAGE MONSTER spettacolo di karagoz, ombre tradizionali turche ? Isola del Giglio - Incontri d?autore Dario Alfonso Ricci in piazza Della Dogana a Giglio Porto racconterà la ?La leggenda del faro? (La Bancarella Editrice) ? Magliano in Toscana - Estate Maglianese Magliano in Toscana, Chiesa di San Martino, ore 21.30 Classica. Concerto per pianoforte con il Maestro Alain Escudero ? Orbetello - Dilettando Registrazione della puntata di Dilettando (successivamente in onda su Rete 37) popolare trasmissione televisiva condotta da Carlo Sestini in piazza Giovanni Paolo II ? Pitigliano - Estate 2013 Fortezza Orsini ore 21.30: Cinema sotto le stelle ? Porto Santo Stefano - Eventi Estate 2013 Torneo nazionale di tennis di IV categoria maschile e femminile (27/07-04/08) | piazza dei Rioni ore 19.00 presentazione Libro Gimignani | Forte Stella ore 19.00 La Giornata del Soldato, vita quotidiana a Forte Stella - visita guidata per ragazzi e famiglie l?agenda ? 79 L?agenda amiata piano Festival, il gran finale è con ?dionisus? marteDì 6 agoSto ? Capalbio - Capalbio Art Cinema Estate Rassegna internazionale del lungometraggio in Piazza dei Pini (fino al 12 agosto) ? Capalbio - Capalbio Libri Piazza Magenta, ore 19.00 Promemoria Italiano - Rizzoli Roberto Napoletano con Ernesto Auci. Musica: Silvia Manco | ore 21.30 Leggodigitale. Il futuro di libri e giornali. Tavola rotonda con Davide Albeggiani, Sebastiano Maffettone, Salvo Mizzi, Selena Pellegrini e Carlo Alberto Pratesi. Info: www.capalbiolibri.it ? Follonica - Parco Centrale 2013 ore 21.30 Sala dei Fantasmi Museo MAGMA ? Comprensorio ILVA Festival Internazionale chitarristico ?Alvaro Mantovani? ? VI Edizione Javier García Moreno (Spagna). Musiche di Albèniz, Sor, Tàrrega, Turina, Ginastera ? Gavorrano - Teatro delle Rocce ore 21.30 Giovanni Lindo Ferretti in A Cuor Contento ? Magliano in Toscana - Estate Maglianese Pereta, Piazza della Repubblica, ore 21.30 Cinema all?aperto. ?Benvenuto presidente? ? Pitigliano - Estate 2013 Piazza Garibaldi ore 21.00 Animazione bambini con Roberto ?Ciccialsugo? ? Porto Santo Stefano - Eventi Estate 2013 piazza dei Rioni ore 21.30 Saggio Aics Danzarte Asd | ore 21.45 Concerto CIMA presso Giardino Corsini Porto Ercole mercoLeDì 7 agoSto È la cantina di Collemassari a Poggi del Sasso la cornice dei concerti di ?Dionisus?, ultima tranche dell?Amiata Piano Festival prima dell?arrivederci al prossimo anno quando il festival celebrerà l?edizione del decennale. Q ui si potrà assistere a fine mese a quattro eventi musicali straordinari, ciascuno nel suo genere. A cominciare dal maestro Salvatore Accardo, violinista e direttore d?orchestra tra i più apprezzati sulla scena mondiale, che si esibirà giovedì 29 agosto insieme ai musicisti dell?Orchestra da Camera Italiana da lui fondata nel 1996. Si tratta di un?orchestra di soli archi formata dai migliori allievi ed ex allievi dei corsi di alto perfezionamento musicale dell?Accademia ?Walter Stauffer? di Cremona. È l?unico esempio al mondo di orchestra i cui componenti discendono tutti dalla stessa scuola, raggiungendo pertanto un?unità espressiva, tecnica e stilistica senza pari. Tra loro il primo violino Laura Gorna che è anche moglie del maestro Accardo. ?Portare una ventina di musicisti a suonare dentro una barriccaia ? sottolinea il direttore artistico del festival, il pianista Maurizio Baglini ? è una impresa anche sul piano logistico ma vale la pena perché avremo l?opportunità di ascoltare e riscoprire un patrimonio della musica universale come le ?Quattro stagioni? di Vivaldi?. Venerdì 30 il festival propone ancora una formula innovativa, come già successo in altri concerti di questa nona stagione. Si tratta del duello di coppie che vedrà il maestro Maurizio 80 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 Baglini e Silvia Chiesa confrontarsi a suon di musica con la coppia francese che è un po? il loro alter ego in terra d?Oltralpe, il duo formato dal pianista Pascal Amoyel e dalla violoncellista Emmanuelle Bertrand. Sabato 31 spazio invece alla musica leggera, ma senza perdere di vista la qualità musicale della proposta, grazie alla cantante Petra Magoni e al contrabbassista Ferruccio Spinetti e al loro spettacolo raffinato ?Musica Nuda?. Chiude il festival domenica 1° settembre un?ora di violoncello solo con il maestro Mario Brunello, da anni protagonista di nuovi modi di promuovere la cultura e la musica d?arte. L?Amiata Piano Festival è organizzato dall?Associazione Nuova Amiata Emozioni con il patrocinio della Fondazione Bertarelli. INFO I concerti di ?Dionisus? cominciano alle 19 e al termine è prevista una cena-buffet nella terrazza della cantina di Collemassari. Biglietti: intero 20 euro; ridotto 15 euro fino a 26 anni e sopra i 65 anni; gratis i bambini fino a 12 anni. Per prenotazioni e biglietti Ilaria Pellegrini Filippeschi 339 4420336 (lunedìvenerdì 9,30-12,30 e 15,30-18,30 e nei giorni dei concerti). Il sito del festival è www.amiatapianofestival.com Sara Landi ? Capalbio - Capalbio Art Cinema Estate Rassegna internazionale del lungometraggio in Piazza dei Pini (fino al 12 agosto) ? Capalbio - Capalbio Libri Piazza Magenta: ore 19.00 I Santi Pericolosi - Mondadori Stefano Brusadelli con Marina D?Amato, Ilaria Ulivelli. Musica: Ida Landsberg, Nico Pistolesi, Simone Salvatore | ore 21.30 I sapori della tradizione in due libri: Essenze di felicità - Rai Eri Le cuoche di Capalbio - Zigzag I Libri Antonella Martinelli con Luigi Bellumori, Giuseppe Corsentino, Guido Fiorini, e le cuoche di Capalbio. Info: www.capalbiolibri.it ? Castiglione della Pescaia - Castiglioneventi 2013 ore 21 piazza orto del lilli Animazione e danze caraibiche in collaborazione con l?Associazione AICS Scuola di ballo ?Buena Vista? ? Follonica - Parco Centrale 2013 ore 21.00 Giardino del Casello, Via Roma ASD Burraco Follonica Torneo di Burraco | ore 21.30 Campo Sportivo Capannino, Via Sanzio ENRICO BRIGNANO Il Meglio d?Italia - Tour 2013 ? Grosseto - Corse al Galoppo Convegno di corse al galoppo in notturna, presso l?Ippodromo del Casalone (Via Aurelia antica). Info: tel. 0564/24214 ? Magliano in Toscana - Estate Maglianese Magliano in Toscana, Giardino del Torrione, ore 21.30 Cinema all?aperto. ?Benvenuto presidente? ? Monterotondo M.mo - Trekking in Maremma ore 9.30 MONTEROTONDO MARITTIMO Le Biancane: dal centro della terra al cielo. Info e prenotazioni: 0566.917039 ? Pitigliano - Estate 2013 Piazza della Repubblica ore 21.30 La Corrida ? Porto Santo Stefano - Eventi Estate 2013 Saggio di Ginnastica Artistica piazza dei Rioni A.S.D. Polvere di Magnesio ? Roselle (Grosseto) - Il leggendario spettacolo equestre con i butteri della Maremma Eccezionale esibizione dei Butteri, gli ultimi mandriani a cavallo in Europa, che danno un saggio del loro lavoro quotidiano, presso la Fattoria il Marruchetone sulla strada dello Sbirro a Roselle (Grosseto) (ore 18). A seguire cena tipica maremmana. Info per conferme e prenotazioni: Equinus, tel. 333 9579733 ? Scansano - Terre di Scansano Classica Festival Rassegna concertistica, alla seconda edizione. Programma: TEATRO CASTAGNOLI Solisti Berliner Philharmoniker gioveDì 8 agoSto ? Capalbio - Capalbio Art Cinema Estate Rassegna internazionale del lungometraggio in Piazza dei Pini (fino al 12 agosto) ? Capalbio - Capalbio Libri Piazza Magenta, ore 19.00 Ecco come faccio - Mondadori Barbara D?Urso con Roberto Ciufoli e Andrea Purgatori. Musica: Andrea Lagi e Nico Pistolesi. Info: www.capalbiolibri.it ? Castiglione della Pescaia - Dilettando Registrazione della puntata di Dilettando (successivamente in onda su Rete 37) popolare trasmissione televisiva condotta da Carlo Sestini in piazza ex Orto del Lilli ? Follonica - Parco Centrale 2013 ore 21.30 Sala dei Fantasmi Museo MAGMA ? Comprensorio ILVA Festival Internazionale chitarristico ?Alvaro Mantovani? ? VI Edizione Krzysztof Pe?ech (Polonia). Musiche di Morel, Albèniz, Tarrega, J.S. Bach, Brouwer, Cardoso, Dyens, Kirltley, Tapajos | ore 21.30 Via Roma Associazione ?La Dolce Vita? Centro Commerciale Naturale Musica sul tappeto ? live music con Longsox 171 Nanda e Max ? Grosseto - ?La Notte sì, ma di Giovedì? Manifestazione promossa dall?Ascom Confcommercio nel Centro Storico di Grosseto ? Magliano in Toscana - Estate Maglianese Montiano, Piazza del Plebiscito, ore 21.30 Musica popolare toscana. Le Donne di Magliano: ?La mamma ?un vole? ? Massa Marittima - ?Dipingi la tua maglietta!? Attività per bambini su prenotazione al n. 0566.902289 presso il Complesso museale di S. Pietro all?Orto. Museo di arte sacra e collezione d?arte contemporanea, corso Diaz ore 16. ? Montieri - Trekking in Maremma ore 9.30 MONTIERI, Buca delle Fate - Il Piano. Info e prenotazioni: 0566.907024 ? Pitigliano - Estate 2013 III Ed. CARNEVAPE by Night | Piazza della Repubblica dalle ore 21.30 Musica con Kikko DJ ? Porto Santo Stefano - Eventi Estate 2013 piazza dei Rioni ore 21.30 Spettacolo teatrale ?Bollicino? Allegra Compagnia venerDì 9 agoSto ? Campiglia M.ma (Li) - ?Cena Medievale MMXIII? Cena medievale nello scenario unico della Rocca di Campiglia. Info: 3476984573 - 3806822084 ? Capalbio - Capalbio Art Cinema Estate Rassegna internazionale del lungometraggio in Piazza dei Pini (fino al 12 agosto) ? Capalbio - Capalbio Libri Piazza Magenta: ore 19.00 Elogio dell?amicizia - Einaudi Paolo Crepet con Grazia Attili, Andrea Purgatori. Musica: Andrea Lagi e Riccardo Simoni | ore 21.30 Incontro con due musicisti straordinari e i loro libri: Barbara Casini ed Enrico Rava con Massimo Nunzi. Info: www.capalbiolibri.it ? Castiglione della Pescaia - Castiglioneventi 2013 ore 22 piazzale Marystella presentazione lavori e premiazione del 1° concorso fotografico digitale on line su Castiglione della Pescaia, in collaborazione con l?Associazione Nasdaq di Castiglione della Pescaia | PUNTA ALA Spettacolo musicale con l?Orchestra Giorgio Franceschi ? Follonica - Parco Centrale 2013 ore 21.30 Teatro Estivo Le Ferriere, Comprensorio Ilva Grey Cat Jazz Festival 33a Edizione ?Cinecittà jazz concert? IRENE GRANDI con Stefano Cocco Cantini, sassofono Ares Tavolazzi, contrabbasso Rita Marcotulli, piano, Alfredo Golino, batteria Produzione originale Grey Cat 2013 ? Giannella (Orbetello) - Tuscany Bay Serate in musica al Jazz Bar del Tuscany Bay sulla Strada Provinciale della Giannella. Programma: Flamenco Daniele Bonaviri presenterà un live su sonorità gipsy e latine con incursioni nei ritmi del flamenco. Info: tel. 0564 1768027 - 335.6596.167 ? Grosseto - Corse al Galoppo Convegno di corse al galoppo in notturna, presso l?Ippodromo del Casalone (Via Aurelia antica). Info: tel. 0564/24214 ? Magliano in Toscana - Estate Maglianese Montiano, Piazza del Plebiscito, ore 21.30 Cinema all?aperto. ?Benvenuto presidente? ? Massa Marittima - Trekking Trekking agli antichi pozzini minerari della Valle dello Stregaio ore 7.30. Prenotazione obbligatoria al n. 0566.902289 ? Pitigliano - Estate 2013 Piazza della Repubblica dalle ore 21.30 Concerto Reston Flower ? Porto Santo Stefano - Eventi Estate 2013 Saggio di danza classica piazza dei Rioni A.S.D. Espressione Danza | piazza Indipendenza ore 21.30 cover band ?Adele? Pro Loco Porto Ercole | serata danzante al Pozzarello Comitato di Quartiere Pozzarello ? Rispescia (Grosseto) - Festambiente 2013 Festival Nazionale di Legambiente presso il Centro di Educazione Ambientale (ex Enaoli). Programma concerti: Pino Daniele. Info: www.festambiente.it ? Rispescia (Grosseto) - Spettacolo con i Butteri della Maremma Tradizioni equestri e buona cucina. Spettacolo con i Butteri e cena con menù tipico maremmano presso l?agriturismo Giuncola e Granaiolo in loc. Giuncola (ogni verdì a partire dalle 19,45). Info e prenotazioni: 0564 405922 - 335 6872981 ? Roccalbegna - Escursioni tra Maritima e Francigena Summer Time 2013 Escursioni a cura di Carla Pau. Programma: ?Santa Fiora: Il Paese dell?acqua alle pendici del Vulcano?, partenza h 16.30 arrivo h 19.00 difficoltà turistica. Info: 3406933470 ? Roccatederighi (Roccastrada) - Medioevo Nel Borgo Riscoperta delle radici storiche e culturali, mestieri e botteghe artigianali, rievocazioni storiche in costume, mercato medievale, musici itineranti, spettacoli di piazza, nelle taverne vengono riproposti piatti preparati seconfo antiche ricette, giochi medievali della Compagnia di Cupatino: tutto questo è Medioevo nel Borgo (fino all?11 agosto) ? Scansano - Terre di Scansano Classica Festival Rassegna concertistica, alla seconda edizione. Programma: TEATRO CASTAGNOLI Accademia Chigiana di Siena ? Vetulonia (Castiglione della Pescaia) - Convegno Evento collaterale alla mostra allestita presso il Museo ?Isidoro Falchi? - ore 21 Piazza antistante il Museo - ?Archeologia sotto le stelle?. G. Carlotta Cianferoni, Direttore del Museo Archeologico Nazionale di Firenze presenta: ?Rileggendo isidoro Falchi? nuove notazioni su alcune tombe a Circolo di Vetulonia?. Info: tel. 0564.948058 Sabato 10 agoSto ? Capalbio - Capalbio Art Cinema Estate Rassegna internazionale del lungometraggio in Piazza dei Pini (fino al 12 agosto) ? Capalbio - Capalbio Libri Piazza Magenta, ore 19.00 L?uomo che sussurra ai potenti ? Chiarelettere Luigi Bisignani e Paolo Madron con Andrea Purgatori. Musica: Duo Musica da Ripostiglio. Info: www.capalbiolibri.it ? Casteldelpiano - ?Corri nella Maremma? Trofeo di podismo Casteldelpiano al Tramonto, ore 19.00, ritrovo ore 17.30 in Piazza Garibaldi, chilometri 7,8 (3 giri centro storico), organizzatore Team Marathon Bike - Moto Club Casteldelpiano. Info: www.corrinellamaremma.it ? Castiglione della Pescaia - Castiglioneventi 2013 ore 21 piazzale Marystella Ballo liscio con l?Orchestra ?Allegria? | PUNTA ALA ore 21 Live music in compagnia del duo ?Paolo e Carlo? ? Follonica - Parco Centrale 2013 ore 21.30 Sala dei Fantasmi Museo MAGMA ? Comprensorio ILVA Festival Internazionale chitarristico ?Alvaro Mantovani? ? VI Edizione Johannes Tonio Kreusch (Germania) Kreusch pro- capalbioart, il festival del lungometraggio L a splendida piazza dei Pini di Capalbio ospita anche quest?anno CAPALBIOART e, oltre alla consueta carrellata di personaggi famosi, la rassegna sarà caratterizzata anche da forti tinte d?impegno sociale. L?avventura di CAPALBIOART inizia quando Lidia Tarantini e un gruppo di amici sentono l?esigenza di offrire un servizio nuovo: un?arena di cinema all?aperto. Ogni anno Lidia e il suo staff scelgono un tema diverso per la rassegna e quest?anno il fil rouge della manifestazione è rappresentato dal cinema italiano, sottovalutato rispetto alle pellicole di Oltreoceano. ?Se voglio cercare alcuni elementi che caratterizzano ?FilmItaly? ? spiega Tarantini ? la prima cosa che mi viene in mente è quanto questi film siano dentro il nostro quotidiano, film che raccontano la vita di tutti e di ?Tutti i santi giorni?, con ironia, fantasia, commozione, intelligenza?. Oltre ai film italiani, saranno proiettate anche le cinque pellicole più viste della stagione ?Spero che gli spettatori apprezzeranno e condivideranno la nostra scelta, che comprende anche cinque film di oltreoceano ? conclude Tarantini ? i quali, però, ci sono sembrati non contraddire la nostra linea guida: la convinzione che andare al cinema sia un?occasione per diventare cittadini ed esseri umani più consapevoli?. La rassegna non si riduce, poi, alla mera proiezione delle pellicole: ?Il sole dentro? sarà preceduta dalla presentazione del regista, Paolo Bianchini, ?Tutti i Santi Giorni? sarà introdotta da Simone Lenzi, co-sceneggiatore del film e autore della colonna sonora insieme al suo gruppo, i ?Virginiana Miller?, insignita del prestigioso David di Donatello come miglior canzone originale. CAPALBIOART, inoltre, non poteva esimersi dal ricordare i fenomeni alluvionali che si sono abbattuti sulla Maremma Grossetana, organizzando anche una serata, l?11 agosto, volta ad aiutare fattivamente le vittime, con la partecipazione di Annarita Bramerini, assessore regionale all?ambiente, Luigi Bellumori, sindaco di Capalbio, e Marco Simiani, presidente dell?azienda di trasporti Tiemme. Durante tutto il corso della rassegna, grazie all?indispensabile aiuto dell?associazione ?Con Albinia nel Cuore?, sarà allestita una mostra fotografica con immagini realizzate e scelte da coloro che l?alluvione l?hanno vissuta. CAPALBIOART si terrà dal 1 al 12 agosto a partire dalle 21.45. Info: www.capalbioart.it oppure pagina facebook ?Capalbioart Arteacapalbio?. Barbara Uloremi l?agenda ? 81 L?agenda pone un concerto tra improvvisazione e composizione | ore 21.30 Piazza a Mare Rione Centro Comitato Carnevale COCOMERATA SOTTO LE STELLE ? Gavorrano - Teatro delle Rocce ore 21,00 Festival Jazz Grey Cat - Ray Gelato & The Giants ?Wonderful ? The Lost Italian Songbook? ? Giannella (Orbetello) - Tuscany Bay Serate in musica al Jazz Bar del Tuscany Bay sulla Strada Provinciale della Giannella. Programma: ?Special Event? con il live di TULLIO DE PISCOPO con ?La notte dei tamburi: dal jazz al blues con... Andamento Lento? (prenotazione obbligatoria). Info: tel. 0564 1768027 - 335.6596.167 ? Grosseto - Serate Danzanti sotto le stelle Ballo all?aperto organizzato presso la Pista di pattinaggio di via Mercurio (ore 21). Ingresso a pagamento (euro 4 a persona). Info tel. 0564 450461 - 329 2945349 ? Grosseto - Orchestra Sinfonica Città di Grosseto Rassegna concertistica promossa dall?Associazione Musicale Orchestra Città di Grosseto. Programma: ore 21,15 Piazza Dante Aldo Milan Quartett - Aldo Milani Sax tenore, Sax soprano, Flauto - Giacomo Dal Pra Pianoforte - Emanuele Pellegrini Batteria - Raffaele Toninelli Contrabbasso. Info: tel. 0564/491805 ? Isola del Giglio - Estate eventi 2013 Festa Patronale di San Lorenzo (Giglio Porto) ? Magliano in Toscana - Estate Maglianese Montiano, Chiesa San Giovanni Battista, ore 21.30 Musica Polifonica. I Madrigalisti di Magliano in Toscana: ?Concerto di San Lorenzo? ? Marina di Grosseto - Beach Volley A cura dell?ASD VAS Grosseto ? Massa Marittima - Visita guidata Visita ai cunicoli delle Fonti dell?Abbondanza in collaborazione con il Gruppo Speleologico di Massa Marittima ore 21.30 e 22.30. Prenotazione obbligatoria al n. 0566.902289 ? Pitigliano - Estate 2013 CALICI DI STELLE Centro storico ore 21.30 Degustazione vini abbinati a piatti tipici, cantine aperte e musica ? Porto Santo Stefano - Palio Marinaro dell?Argentario ore 19,00 Fortezza Spagnola Premio ?Guzzo d?Oro?; ore 21,00 Cena Rione Valle ? Porto Santo Stefano - Eventi Estate 2013 Fortezza Spagnola ore 19.00 ?Guzzo d?oro? | Guardando le stelle Ccn Centro Storico | ore 21.00 Cena Rione Valle Ente Palio Marinaro dell?Argentario ? Rispescia (Grosseto) - Festambiente 2013 Festival Nazionale di Legambiente presso il Centro di Educazione Ambientale (ex Enaoli). Programma concerti: Daniele Silvestri ? Roccatederighi (Roccastrada) - Medioevo Nel Borgo Riscoperta delle radici storiche e culturali, mestieri e botteghe artigianali, rievocazioni storiche in costume, mercato medievale, musici itineranti, spettacoli di piazza, nelle taverne vengono riproposti piatti preparati seconfo antiche ricette, giochi medievali della Compagnia di Cupatino: tutto questo è Medioevo nel Borgo (fino all?11 agosto) 82 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 Domenica 11 agoSto ? Capalbio - Capalbio Art Cinema Estate Rassegna internazionale del lungometraggio in Piazza dei Pini (fino al 12 agosto) ? Capalbio - Capalbio Libri Piazza Magenta: ore 19.00 Televisione - Bollati Boringhieri Carlo Freccero con Myrta Merlino. Musica: Ida Landsberg, Simone Salvatore, Marco Guidolotti | ore 21.30 In territorio nemico - minimum fax Gregorio Magini con Giuseppe Marchetti Tricamo. Musica: Ida Landsberg, Simone Salvatore, Marco Guidolotti. Info: www.capalbiolibri.it ? Campiglia Marittima (Li) - Apritiborgo - ABC Festival Festival del teatro e della arti di strada che ogni sera dalle 18.30 a mezzanotte fino al 15 agosto mette in scena decine di artisti provenienti dall?Italia e dal mondo, tra proposte gastronomiche di prodotti del territorio, prodotti di artigianato, lavorazioni dal vivo, mostre, arredi urbani e scenografie animate. Info e programma: www.apritiborgo.it ? Castiglione della Pescaia - Castiglioneventi 2013 ore 21 piazza Solti Concerto di musica classica Orchestra Città di Grosseto | Buriano - GYPSY MOVIES CineSottoLeStelle - Rassegna cinematografica gratuita ? Follonica - Parco Centrale 2013 ore 21.30 AcquaVillage Parchi Acquatici presenta Teatro al Parco Scuola di Teatro Studio Enterprise e la Compagnia I Teatronauti AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA dalla commedia musicale di Garinei e Giovannini (spettacolo teatrale in favore dell?AVIS, sezione di Follonica) | ore 21.30 Piazza Sivieri ASD Fitab Burraco La Pineta Torneo di Burraco ?sotto le stelle? | ore 21.00 Largo Falcone e Borsellino Mostra del Cane a cura dell?E.N.P.A., sezione di Follonica | dalle ore 22.00 Lungomare Italia, Spiaggia Ex Tony?s Beach Party 2013 ? Magliano in Toscana - Estate Maglianese Magliano in Toscana, Giardino del Torrione, ore 21.30 Musica bandistica. Concerto con il Corpo Bandistico ?G. Verdi? ? Marina di Grosseto - Beach Volley A cura dell?ASD VAS Grosseto ? Marina di Grosseto - C.T. Grosseto ASD Beach Tennis Torneo di beach tennis ? Pitigliano - Estate 2013 Fortezza Orsini ore 21.30 Duo Diaphonia M. Intoppa - M. Corsi. Concerto Saxofono-Chitarra ? Porto Santo Stefano - Palio Marinaro dell?Argentario Programma: ore 21,00 Fortezza Spagnola Sfilata Corteo Storico; ore 22,30 Piazza dei Rioni Sfida ? Porto Santo Stefano - Eventi Estate 2013 ore 21.00 Fortezza Sfilata Corteo Storico | ore 22.30 piazza dei Rioni Sfida Ente Palio Marinaro dell?Argentario e Associazione Argentario Vivo | Molo in Jazz | Guardando le stelle Ccn Centro Storico ? Rispescia (Grosseto) - Festambiente 2013 Festival Nazionale di Legambiente presso il Centro di Educazione Ambientale (ex Enaoli). Programma concerti: Max Gazzè ? Roccalbegna - Escursioni tra Maritima e Francigena Summer Time 2013 Escursioni a cura di Carla Pau. Programma: Passeggiata nel Nuo- vo tempo (Festa della Luna di Salaiola), partenza h 8.30 arrivo h 13.00 difficoltà escursionistica. Info: 3406933470 ? Roccatederighi (Roccastrada) - Medioevo Nel Borgo Riscoperta delle radici storiche e culturali, mestieri e botteghe artigianali, rievocazioni storiche in costume, mercato medievale, musici itineranti, spettacoli di piazza, nelle taverne vengono riproposti piatti preparati seconfo antiche ricette, giochi medievali della Compagnia di Cupatino: tutto questo è Medioevo nel Borgo (fino all?11 agosto) ? Scansano - Terre di Scansano Classica Festival Rassegna concertistica, alla seconda edizione. Programma: Teatro Castagnoli Salvatore Accardo e i Maestri Chigiani LuneDì 12 agoSto ? Capalbio - Capalbio Art Cinema Estate Rassegna internazionale del lungometraggio in Piazza dei Pini (fino al 12 agosto) ? Campiglia Marittima (Li) - Apritiborgo - ABC Festival Festival del teatro e della arti di strada che ogni sera dalle 18.30 a mezzanotte fino al 15 agosto mette in scena decine di artisti provenienti dall?Italia e dal mondo, tra proposte gastronomiche di prodotti del territorio, prodotti di artigianato, lavorazioni dal vivo, mostre, arredi urbani e scenografie animate. Info e programma: www.apritiborgo.it ? Capalbio - Capalbio Libri Piazza Magenta, ore 19.00 La grande casa - Bompiani Nada Malanima con Giuseppe Marchetti Tricamo e Chicco Testa. Musica: Ida Landsberg, Giampiero Grani. Info: www.capalbiolibri.it ? Follonica - Parco Centrale 2013 ore 17.00 Casello Idraulico, Via Roma (fino al 18 agosto) Grey Cat Jazz Festival 33a Edizione FACCE DI JAZZ Mostra fotografica di Filippo Milani Ritratti di artisti dal Grey Cat Edizione 2012 | ore 21.30 Giardino del Casello Idraulico, Via Roma Grey Cat Jazz Festival 33a Edizione RITRATTO BLU CON GATTO progetto per piano e orchestra di Andrea Vanni con Andrea Vanni, piano - Filarmonica Pietro Mascagni di Venturina diretta da Andrea Lupi. Ospite Luciano Malucchi, batteria | dalle ore 22.00 Lungomare Italia, Spiaggia Ex Tony?s Beach Party 2013 ? Gavorrano - Teatro delle Rocce ore 21,00 CALICI DI STELLE - Musica, performance, degustazioni di prodotti tipici del territorio del Monteregio ? Magliano in Toscana - Estate Maglianese Magliano in Toscana, Palazzo dei Priori, ore 21.45 Musica d?autore italiana. Amanti Occasionali ? Orbetello - Il Fascino delle Rovine 2013 Rassegna di teatro e archeologia alla 19esima edizione a cura del Teatro Studio. Programma: Area Archeologica di Cosa Ansedonia (GR) 18.30 ?Migrazioni? storie di donne, uomini e destini da testi di Euripide e Erri de Luca. Interpreti: Daniela Marretti, Luca Pierini, Enrica Pistolesi, Irene Paoletti, Mirio Tozzini, Cosimo Postiglione. Elaborazione dei testi: Daniela Marretti. Regia: Mario Fraschetti. Info: tel. 392 0686787 www.teatrostudio.it ? Pitigliano - Estate 2013 le Sagre > fino a domenica 4 agosto (dal 27 luglio) ? Bagno di Gavorrano - Festa ARCI Caccia - A cura dell?ARCI Caccia > fino a domenica 4 agosto (dal 24 luglio) ? Piombino (Li) - Sagra del cacciucco e della zuppa - Manifestazione a cura della Polisportiva Pallavolo Riotorto presso La Pinetina di Riotorto 2 agosto ? Giuncarico (Gavorrano) - Giuncarichiamoci d?Estate - Manifestazione gastronomica a cura dell?Associazione ?Il Mandorlo? 2>4 agosto ? Stribugliano (Arcidosso) - ?V Sagra della Ricotta? - Degustazione a base di ricotta, musica itinerante, artisti di strada e mercatino per le vie del paese organizzata dall?Associazione La Faggia di Stribugliano 2>4 agosto ? Suvereto (Li) - Serate del Fungo Porcino e non - A cura dell?Ente Valorizzazione Suvereto - Chiostro San Francesco. Info: www.suvereto.net 2>4 | 9>11 agosto ? Porto Ercole - III Sagra della sardella - Manifestazione gastronomica organizzata dall?Associazione Sportiva Dilettantistica Gruppo Sportivo ?Costa d?Argento? presso il campo sportivo 8>15 agosto ? Gavorrano - Sagra Paesana ?Salto della Contessa? - Manifestazione gastronomica a cura dell?Ass. Nuova Pro loco Gavorranese 9>15 agosto ? Borgo Carige (Capalbio) Festa della Birra - Manifestazione gastronomica organizzata da Polisportiva Burano in loc. Borgo Carige 9>18 | 22>25 agosto ? Alberese (Grosseto) - Sagra della vacca maremmana Manifestazione gastronomica presso il campo sportivo di Alberese. Info: tel. 0564 1911321 10>15 agosto ? Caldana (Gavorrano) Festa di mezz?agosto - Manifestazione gastronomica a cura dell?Associazione ?Società di Mutuo Soccorso? e ?Unione sportiva Caldana? 2>8 agosto ? Capalbio - Tavolata dell?Estate - Manifestazione gastronomica organizzata dalla Polisportiva Burano in loc. Capalbio Scalo 10>18 agosto ? Bagnore (Santa Fiora) Sagra dell?Acquacotta - Stand gastronomici, sotto un fresco bosco di castagni con degustazione dell?Acquacotta, piatto ?povero? della Montagna a base di pane e verdura. Info: tel. 0564 977142 2>15 agosto ? Sassofortino (Roccastrada) Sagra del Maccherone - Manifestazione gastronomica alla 36esima edizione organizzata dal Comitato Paesano Festeggiamenti presso il Parco Comunale ?Fonte di Vandro? 12-13 agosto ? Santa Fiora - Festa della Pizza - A cura dell?amm.ne comunale e della pro loco. Info: tel. 0564 977142 4-11-15-18 Agosto ? Montieri - 40ª Sagra della Bistecca - Manifestazione gastronomica organizzata dall?Associazione Calcio Montieri ed in collaborazione con l?Associazione ?La Meria? di Montieri al fresco del Parco Com.le ?IL PIANO? a 850 m slm 5>11 agosto ? Buriano (Castiglione della Pescaia) - XX Sagra gastronomica a Buriano - Manifestazione gastronomica. Tutte le sere musica e ballo liscio. 5>18 agosto ? Bagno (Gavorrano) - Festa del Partito Democratico - Manifestazione gastronomica a cura del Partito Democratico Bagno 7>17 agosto ? Piombino (Li) - Sagra del tortello e della bistecca - Manifestazione a cura dell?Associazione sportiva Riotorto presso La Pinetina di Riotorto 16>18 agosto ? Gavorrano - Festa dello Sport U.S. Gavorrano - Manifestazione gastronomica (Teatro delle Rocce) 16>18 agosto ? Civitella Marittima - Sagra dell?Alta Maremma - Manifestazione gastronomica a cura della Pro Loco di Civitella M.ma. Nell?ambito della kermesse nella serata del 16 agosto si terrà la tradizionale Ecosfilata alle 20,30, preceduta dalla ?cena a poco? alle ore 19,30. 16>18 agosto ? Arcidosso (Macchie) ?Sagra della Patata? - Festa del paese con musica itinerante per le vie del borgo, concerti, mercatini, degustazione di prodotti tipici a base di patate, coltivate nella zona del Monte Labbro organizzata dall?Associazione Monte Labbro delle Macchie 16>22 agosto ? Capalbio - Sagra di Fine Estate - Manifestazione gastronomica orga- nizzata dal Comitato delle Contrade 16>25 agosto ? Porto Ercole - XX Sagra della ficamaschia dorata - Manifestazione gastronomica organizzata dall?Associazione Sportiva Dilettantistica presso il campo sportivo 17-18 / 24- 25 agosto ? Grilli (Gavorrano) - Sagra del Tortello - Manifestazione gastronomica a cura dell?Ass. Pro loco Grilli 20>22 agosto ? Gavorrano - Festa della Birra - Manifestazione gastronomica a cura dell?Associazione culturale ?Non solo Birracchio? 22>25 agosto ? Arcidosso - ?Sagra della Panzanella? - Manifestazione gastronomica, organizzata dalla squadra di calcio Aldobrandesca di Arcidosso, stand gastronomico, serate musicali. Conclude il tutto lo spettacolo pirotecnico dalla torre aldobrandesca a cura della ditta Mazzone di Orbetello 23>25 agosto ? Magliano in Toscana Vinellando - Manifestazione enogastronomica dedicata al Morellino di Scansano per le vie del borgo 23>29 agosto ? Capalbio - Sagra del Buglione - Manifestazione gastronomica organizzata dalla Pro Loco Buranaccio in loc. Capalbio Scalo 24 agosto>1° settembre ? Paganico XXXVII Sagra della Granocchia - Sagra dedicata alla rana, protagonista di un curioso palio su carriole in legno nell?ultimo giorno della festa 29 agosto>1 settembre ? Pitigliano - Settembre DiVino - Festa delle cantine Apertura cantine h. 18.00, cena nei vicoli, musica itinerante, spettacoli 29 agosto>7 settembre ? Porto Ercole VIII Sagra del Cinghiale presso il campo sportivo di Porto Ercole 31 agosto>2 settembre ? Caldana (Gavorrano) - Sagra del Cinghiale e del Porcino - Manifestazione gastronomica a cura dell?Associazione ?Società di Mutuo Soccorso? e ?Unione sportiva Caldana? l?agenda ? 83 L?agenda ?i Butteri e il loro lavoro? è spettacolo alla giuncola Entra nel vivo la proposta per l?estate 2013 dell?Azienda ?Giuncola & Granaiolo? che ogni venerdì (dal 14 giugno) fino al 6 settembre dà vita alla rievocazione della più vera e genuina tradizione maremmana: uno spettacolo con i butteri abbinato ad un percorso enogastronomico di grande suggestione. D al 14 giugno scorso presso l?Azienda Agrituristica ?Giuncola e Granaiolo? in loc. Rispescia (Grosseto), nel cuore del Parco della Maremma, è nato un nuovo evento per allietare il soggiorno dei turisti in vacanza e permettere loro di vivere un?emozione di tipicità maremmana. Uno spettacolo in Stile Maremma vissuto dal vivo, con i personaggi che sono l?emblema della nostra terra e della nostra tradizione. ?Non basta più avere un posto letto per fare ricezione: il nostro ?turista tipo? ? spiega Luca Maccherini ? pretende che nella sua vacanza possa avere l?occasione di vivere e gustare un territorio e le sue tradizioni. Per questo, dopo aver messo a punto la logistica e stretto accordi con chi ancora fa il mestiere che ha reso celebre il nostro territorio, abbiamo creato un evento stabile che facesse assaggiare al turista la Vera Maremma. Così abbiamo riaperto il sipario di un mondo non troppo lontano dedicato ai Butteri e al loro lavoro nella splendida cornice del Parco della Maremma?. Per chi fosse interessato ad avvicinarsi a quello che rappresenta uno dei miti di questa terra (anche senza essere turisti, perché l?iniziativa è interessante e piacevole anche per i residenti), l?occasione è da cogliere al volo. Enrico Scolari e Federico Forci (presenti con un proprio evento al ?Gran Galà? - Fiera Cavalli Verona 2012) con Margherita Barco in sella ai loro meravigliosi cavalli, insieme agli altri protagonisti dello spettacolo, coinvolgono in un carosello di emozioni. Lo Chef della Giuncola Pietro Urru accompagna nella presentazione di piatti e prodotti tipici del territorio in collaborazione con il Consorzio Naturalmente Toscana. Questo il programma della serata (ogni venerdì fino al 6 settembre). Si inizia alle 19,45 con un aperitivo di benvenuto, seguito dalla cena tipica maremmana. Quindi, spazio alle ore 21,30 all?evento equestre. Info e prenotazioni: tel. 0564.405922, mobile 335.687298, email eventi@giuncola.it Fortezza Orsini ore 21.30 Cinema sotto le stelle ? Porto Santo Stefano - Eventi Estate 2013 piazza dei Rioni ore 21.30 concerto della ?Bob Rock Band? ? Rispescia (Grosseto) - Festambiente 2013 Festival Nazionale di Legambiente presso il Centro di Educazione Ambientale (ex Enaoli). Programma concerti: Francesco De Gregori ? Roccatederighi (Roccastrada) - ?La Gente della Rocca? Mauro Bartolini e Gabriele Baldanzi presentano il libro ?La Gente della Rocca? di Mauro Bartolini in Piazza della Torre a Roccatederighi ore 21,00. Conduce la serata il Dottor Giulio Santi. Relatori: Gabriele Baldanzi, Corrado Barontini, Fabrizio Boldrini. Con la partecipazione del Coro SEDICIDAGOSTO di Roccatederighi, accompagnato dagli ottoni di Davide Salvestroni e Maurizio Marini. marteDì 13 agoSto ? Capalbio - Capalbio Libri Piazza Magenta: ore 19.00 Doppio rifl esso - Rizzoli Michele Ainis con Myrta Merlino. Musica: Rosario Giuliani | ore 21.30 La casa di vetro ? Rizzoli Etas Gianni Di Giovanni e Stefano Lucchini con Geminello Alvi. Musica: Rosario Giuliani. Info: www.capalbiolibri.it ? Campiglia Marittima (Li) - Apritiborgo - ABC Festival Festival del teatro e della arti di strada che ogni sera dalle 18.30 a mezzanotte fino al 15 agosto mette in scena decine di artisti provenienti dall?Italia e dal mondo, tra proposte gastronomiche di prodotti del territorio, prodotti di artigianato, lavorazioni dal vivo, mostre, arredi urbani e scenografie animate. Info e programma: www.apritiborgo.it ? Castiglione della Pescaia - Castiglioneventi 2013 ore 21 piazza orto del lilli Da Striscia la Notizia CRISTIANO MILITELLO Esilarante spettacolo di cabaret del comico toscano accompagnato dalla band live DeeRadio. Nell?occasione saranno presentati gli equipaggi che prenderanno parte al Palio marinaro che si svolgerà domenica 18 agosto ? Follonica - Parco Centrale 2013 ore 21.30 Piazza a Mare Associazione ?La Dolce Vita? Centro Commerciale Naturale. In collaborazione con Wasabi Rock Festival Una rock?tonda sul Mare ? FINALE del Concorso di Band Emergenti (inediti e cover) ? Magliano in Toscana - Estate Maglianese Magliano in Toscana, Chiesa della SS. Annunziata, ore 21.30 Musica Polifonica. I Madrigalisti di Magliano in Toscana ? Massa Marittima - ?Il collage!? Museo Archeologico, piazza Garibaldi ore 16 - Attività didattica per bambini da 6 a 12 anni. Prenotazione obbligatoria al n. 0566.902289 ? Massa Marittima - ?Tanghi migranti? Spettacolo musicale con Lorenza Baudo (canto e voce recitante), Vincenzo Doni (fisarmonica), Alberto Del Moro (basso fretless), Mario Manetti (percussioni e batteria), Alessandro Lucherini (pianoforte) presso il Complesso museale di S. Pietro all?Orto. Museo di arte sacra e collezione d?arte contemporanea, corso Diaz ore 21.30. Info: 0566.901954 ? Orbetello - Il Fascino delle Rovine 2013 Rassegna di teatro e archeologia alla 19esima edizione a cura del Teatro Studio. Programma: Area Archeologica di Cosa Ansedonia (GR) 18.30 ?Migrazioni? storie di donne, uomini e destini da testi di Euripide e Erri de Luca. Interpreti: Daniela Marretti, Luca Pierini, Enrica Pistolesi, Irene Paoletti, Mirio Tozzini, Cosimo Postiglione. Elaborazione dei testi: Daniela Marretti. Regia: Mario Fraschetti. Info: tel. 392 0686787 www.teatrostudio.it ? Pitigliano - Estate 2013 Piazza della Repubblica ore 21.30 Fiori neri Cover band Nomadi ? Porto Santo Stefano - Palio Marinaro dell?Argentario Programma: ore 19,30 Piazza dei Rioni Misurazione dei remi e dei timoni; ore 21,15 Piazza dei Rioni Musical sulla storia del Palio; ore 22,00 Piazza dei Rioni Presentazione degli equipaggi ? Porto Santo Stefano - Eventi Estate 2013 ore 19.30 piazza dei Rioni misurazione dei remi e dei timoni | ore 21.15 piazza dei Rioni Musical Allegra Compagnia ?Unico e Straordinario è il grande Palio dell?Argentario? | ore 22.00 piazza dei Rioni presentazione equipaggi ? Rispescia (Grosseto) - Festambiente 2013 Festival Nazionale di Legambiente presso il Centro di Educazione Ambientale (ex Enaoli). Programma concerti: Giovanni Allevi mercoLeDì 14 agoSto ? Capalbio - Capalbio Libri Manifestazione letteraria e di intrattenimento promossa da Zig-Zag in collaborazione con il Comune di Capalbio in Piazza Magenta. Programma: ore 19.00 Una notte ho sognato che 84 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 parlavi - Mondadori Gianluca Nicoletti con Stella Pende. Musica: Luca Pincini. Info: www.capalbiolibri.it ? Campiglia Marittima (Li) - Apritiborgo - ABC Festival Festival del teatro e della arti di strada che ogni sera dalle 18.30 a mezzanotte fino al 15 agosto mette in scena decine di artisti provenienti dall?Italia e dal mondo, tra proposte gastronomiche di prodotti del territorio, prodotti di artigianato, lavorazioni dal vivo, mostre, arredi urbani e scenografie animate. Info e programma: www.apritiborgo.it ? Capalbio Scalo - Dilettando Registrazione della puntata di Dilettando (successivamente in onda su Rete 37) popolare trasmissione televisiva condotta da Carlo Sestini ? Follonica - Parco Centrale 2013 ore 23.00 Lungomare Carducci Proloco Follonica presenta Fuochi artificiali ? Magliano in Toscana - Estate Maglianese Magliano in Toscana, Piazza della Repubblica, ore 21.30 Cantautori. Andrea Magini: ?Maglianomania? | Montiano, Piazza del Plebiscito, ore 21.45 Swing italiano. Luca Pirozzi e Musica da Ripostiglio: ?Artisti? ? Monterotondo M.mo - Trekking in Maremma ore 9.30 MONTEROTONDO MARITTIMO Le Biancane: dal centro della terra al cielo. Info e prenotazioni: 0566.917039 ? Pitigliano - Estate 2013 Piazza della Repubblica ore 21.30 Esibizione Scuola di ballo Odissea 2001 ? Porto Santo Stefano - Palio Marinaro dell?Argentario ore 18,30 Chiesa S. Stefano S. Messa e benedizione degli equipaggi; ore 21,30 Chiesa S. Stefano Processione in onore dell?Assunta con gli equipaggi ? Porto Santo Stefano - Eventi Estate 2013 ore 18.30 chiesa di S. Stefano S. Messa e benedizione equipaggi | ore 21.30 chiesa di S. Stefano processione in onore dell?Assunta | inaugurazione mostra collettiva ?Sensazioni? Forte Stella ? Pitigliano - Spruzzi e sprazzi al parco Manzi Museo Archeologico all?aperto A. Manzi dalle ore 10.00. Info: 389/5933592 ? Rispescia (Grosseto) - Festambiente 2013 Festival Nazionale di Legambiente presso il Centro di Educazione Ambientale (ex Enaoli). Programma concerti: Goran Bregovic ? Roccatederighi - Palio Storico dei Ciuchi Ogni anno il 14 agosto si svolge il Palio Storico dei Ciuchi, tra U le cinque contrade in cui è suddiviso il paese. Corso, Nobili, Torre, Tramonto e Ventosa ? Roselle (Grosseto) - Il leggendario spettacolo equestre con i butteri della Maremma Eccezionale esibizione dei Butteri, gli ultimi mandriani a cavallo in Europa, che danno un saggio del loro lavoro quotidiano, presso la Fattoria il Marruchetone sulla strada dello Sbirro a Roselle (Grosseto) (ore 18). A seguire cena tipica maremmana. Info per conferme e prenotazioni: Equinus, tel. 333 9579733 ? Scansano - Il Fascino delle Rovine 2013 Rassegna di teatro e archeologia alla 19esima edizione a cura del Teatro Studio. Programma: Area Archeologica di Ghiaccio Forte (GR) 18.00 ?Migrazioni? storie di donne, uomini e destini da testi di Euripide e Erri de Luca. Interpreti: Daniela Marretti, Luca Pierini, Enrica Pistolesi, Irene Paoletti, Mirio Tozzini, Cosimo Postiglione. Elaborazione dei testi: Daniela Marretti. Regia: Mario Fraschetti. Info: tel. 392 0686787 www.teatrostudio.it gioveDì 15 agoSto ? Campiglia Marittima (Li) - Apritiborgo - ABC Festival Festival del teatro e della arti di strada che ogni sera dalle 18.30 a mezzanotte fino al 15 agosto mette in scena decine di artisti provenienti dall?Italia e dal mondo, tra proposte gastronomiche di prodotti del territorio, prodotti di artigianato, lavorazioni dal vivo, mostre, arredi urbani e scenografie animate. Info e programma: www.apritiborgo.it ? Castiglione della Pescaia - Castiglioneventi 2013 ore 21 piazza orto del lilli Animazione e danze caraibiche in collaborazione con l?Associazione AICS Scuola di ballo ?Buena Vista? | TIRLI piazza del Popolo dalle ore 21 Spettacolo di cabaret con MASSIMO ANTICHI, allievo del grande Benigni, e musica dal vivo in compagnia della ?OLIVELLI BAND? ? Follonica - Parco Centrale 2013 ore 21.30 Via Roma Associazione ?La Dolce Vita? Centro Commerciale Naturale Musica sul tappeto ? live music con Andrea Sax | ore 21.30 Teatro Estivo Le Ferriere, Comprensorio Ilva Grey Cat Jazz Festival 33a Edizione JOSHUA REDMAN QUARTET Joshua Redman, sax - Reuben Rogers, bass - Aaron Goldberg, piano - Gregory Hutchinson, drums ? Grosseto - ?La Notte sì, ma di Giovedì? Manifestazione promossa dall?Ascom Confcommercio nel Centro Storico di Grosseto ? Pitigliano - Estate 2013 Piazza della Repubblica ore 21.30 False Partenze in concerto e Tombola ? 1.500 ? Porto Santo Stefano - Palio Marinaro dell?Argentario ore 17,00 Via Barellai Sfilata dei Rioni; ore 19,15 Stadio del Turchese Disputa del 72° Palio Marinaro dell?Argentario; ore 21,30 Piazza dei Rioni Premiazione Rione 1° classificato ? Porto Santo Stefano - Eventi Estate 2013 ore 17.00 via Barellai sfilata dei rioni | ore 19.15 Stadio del Turchese 72° Palio Marinaro dell?Argentario | ore 21.30 piazza dei Rioni premiazione rione 1° classificato ? Principina a Mare (Grosseto) ? Casale S.Stefano Eventi Estate 2013 Calendario di iniziative culturali ed enogastronomiche presso il Casale Santo Stefano (strada provinciale La Trappola 162, Grosseto). Programma: dalle ore 11:30 FERRAGOSTO AL CASALE. Pic-nic nel prato con braciata. Giochi senza frontiere in Maremma. Info: cell. 3939701326 - 3486351384 ? Rispescia (Grosseto) - Festambiente 2013 Festival Nazionale di Legambiente presso il Centro di Educazione Ambientale (ex Enaoli). Programma concerti: NOTTE BIANCA - Marta sui Tubi - Teatro degli Orrori venerDì 16 agoSto ? Capalbio - Capalbio Salute A cura di Isabella Mezza - ?Alimentazione: futile tendenza o utile scienza?? ? Castiglione della Pescaia - Castiglioneventi 2013 PUNTA ALA Live music in compagnia del duo ?Marco e Patrizia? | VETULONIA - Archeologia sotto le stelle: conferenza archeologica sul tema della mostra ore 21.30 - Piazza Vetluna, antistante il Museo Civico Archeologico ?Isidoro Falchi? di Vetulonia ? Civitella Marittima - Ecosfilata Manifestazione promossa dalla Pro Loco di Civitella M.ma presieduta da Catia Gentili, nell?ambito ella sagra dell?alta marem- un brindisi a le mortelle per l?ant na degustazione benefica abbinata ad una visita guidata ad una delle più suggestive cantine di Maremma. Il tutto per una nobile causa. Questo in sintesi quanto accadrà sabato 31 agosto a Le Mortelle, la fattoria dei Marchesi Antinori a Castiglione della Pescaia, nel cuore della bassa Maremma, cornice di una visita guidata con degustazione di vino il cui intero ricavato sarà devoluto per sostenere il servizio di assistenza domiciliare gratuita ai Sofferenti di tumore e i progetti di prevenzione oncologica della Fondazione ANT nella regione Toscana. La visita è la prima di una serie di iniziative che legheranno ANT alle bellezze del territorio toscano, un modo per unire la tradizione enogastronomica e culturale del territorio al lavoro svolto dalla Fondazione nella nostra regione dove infatti è attivo con un ODO ANT, un?équipe di medici, infermieri e psicologi che portano l?ospedale direttamente a casa delle persone e li assistono 24 ore su 24, 365 giorni all?anno. ?Na girata a Le Mortelle per la Fondazione ANT?: questo il titolo dell?iniziativa. Mortella infatti è il nome del mirto selvatico che cresce sulle zone costiere della Maremma e che è divenuto il simbolo della fattoria. Le Mortelle è un?azienda agricola che assomiglia a una fattoria del futuro, in cui la tradizione più antica e il legame con la terra sono riletti in chiave moderna. Costruita in osmosi con la campagna circostante, svelata solo dalla presenza di discrete fenditure oltre le quali la struttura rivela la sua anima di roccia, vetro e legno. Una fattoria che ha fatto della sostenibilità ambientale e dell?ecocompatibilità una questione imprescindibile, una struttura concepita in modo da accompagnare l?uva dalla sua genesi ai singoli passaggi della fermentazione, dell?affinamento e dell?imbottigliamento, in un percorso ?verticale? aperto al pubblico. Nell?occasione sarà possibile visitare la particolare cantina della Fattoria, simbolo di un?architettura organica che promuove l?armonia tra uomo e ambiente. La visita inizierà alle ore 18 e durerà circa un?ora con la degustazione di due dei vini prodotti dalla Fattoria. Il numero massimo di partecipanti è di 30 persone ed è obbligatoria la prenotazione contattando la Delegazione ANT di Firenze allo 055.5000210 o alla mail delegazione.firenze@ant.it. In caso di un numero superiore di richieste verrà aperto un secondo gruppo. Quest?anno ricorre il 35° anniversario della nascita della Fondazione ANT che fu fondata a Bologna nel 1978 dall?oncologo Franco Pannuti e si è poi diffusa in tutta Italia con 20 équipes di operatori sanitari (medici, infermieri, psicologi, fisioterapisti e nutrizionisti) che curano 3.800 malati al giorno. La struttura sanitaria della Fondazione ANT nella regione Toscana è composta da 8 medici, 3 infermieri e 2 psicologi. Info: tel. 055-5000210. l?agenda ? 85 L?agenda ma che si terrà il 16 17 e 18 agosto. L?iniziativa in programma alle 20,30 sarà preceduta dalla ?cena a poco? alle ore 19,30. ? Follonica - Parco Centrale 2013 Via Roma e dintorni Associazione ?La Dolce Vita? Centro Commerciale Naturale LO SBARACCO 2013 (fino al 18 agosto) | ore 21.30 Giardino del Casello Idraulico, Via Roma Grey Cat Jazz Festival 33a Edizione RAFFAELE PALLOZZI TRIO con BEPI D?AMATO Bepi D?Amato, Clarinetto Raffale Pallozzi, pianoforte - Gabriele Pesaresi, contrabbasso Roberto Desiderio, batteria ? Gavorrano - Teatro delle Rocce US GAVORRANO presenta: ALL STARS FESTIVAL 2013 - HERO FIGHTERS (Tribute band Foo Fighters), ore 21,00 - QUARTIERE COFFEE, ore 22,00 ? Giannella (Orbetello) - Tuscany Bay Serate in musica al Jazz Bar del Tuscany Bay sulla Strada Provinciale della Giannella. Programma: Tia Architto, conosciuta nell?ambiente dance come Miss Tia, una delle voci più apprezzate della scena contemporanea. Info: tel. 0564 1768027 335.6596.167 ? Grosseto - Bbc Mastiff Enegan Toshiba Grosseto Vs. Nettuno Nona giornata del girone di ritorno del campionato di Italian Baseball League allo stadio Roberto Jannella di Grosseto ? Grosseto - Corse al Galoppo Convegno di corse al galoppo in notturna, presso l?Ippodromo del Casalone (Via Aurelia antica). Info: tel. 0564/24214 ? Isola del Giglio - Estate eventi 2013 Festa Patronale di San Rocco (Giglio Campese) ? Magliano in Toscana - Estate Maglianese Magliano in Toscana, Piazza della Repubblica, ore 21.30 Soul, R&B. Mario Donatone & Gio? Bosco: ?Thank you Genius!? | Montiano, Piazza del Plebiscito, ore 21.30 Cinema all?aperto. ?Il lato positivo? ? Massa Marittima - Visita guidata Visita guidata su prenotazione a Massa Marittima e al Complesso museale San Pietro all?Orto, con degustazione di prodotti locali ore 18. Info: 0566.901954 ? Massa Marittima - Concerto Concerto di musica classica con il baritono Roberto Nencini presso il Complesso museale di S. Pietro all?Orto. Museo di arte sacra e collezione d?arte contemporanea, corso Diaz ore 21.30. Info: 0566.901954 86 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 ? Pitigliano - Estate 2013 FESTA DEL SANTO PATRONO SAN ROCCO: ore 18.00 Processione dalla Chiesa di San Rocco; ore 18.20 S. Messa in Cattedrale - presieduta da Sua Eccellenza Monsignor Carlo Ciattini Vescovo di Massa Marittima Piombino; ore 21.00 Festa tradizionale a Capisotto - Serata danzante con Emilio e Valentina ? Pitigliano - ?Passato Prossimo? Festival delle tradizioni popolari. Programma: Piazza della Repubblica dalle ore 10.00 - Esposizione attrezzi agricoli del passato; ore 18 Presentazione del libro edito da Laurum Editrice ?Maremma a Tavola? di Corrado Barontini - Margherita Innocenti - Morbello Vergari ricette, proverbi, foto d?epoca e curiosità della tradizione culinaria maremmana; ore 20 Cena del contadino ? Porto Santo Stefano - Palio Marinaro dell?Argentario ore 10,30 Stadio del Turchese Eliminazione Paliotto; ore 18,00 Stadio del Turchese Paliotto finali e premiazioni; ore 21,30 Piazza dei Rioni Concerto ?Banda I. Baffigi?; ore 23,00 Piazza dei Rioni Tombola ? Porto Santo Stefano - Eventi Estate 2013 ore 10.30 Stadio del Turchese batterie Paliotto | ore 18.00 Stadio del Turchese finali Paliotto e premiazioni | ore 21.30 piazza dei Rioni concerto banda I. Baffigi | ore 23.00 piazza dei Rioni Tombola | serata danzante al Pozzarello Comitato di Quartiere Pozzarello ? Rispescia (Grosseto) - Festambiente 2013 Festival Nazionale di Legambiente presso il Centro di Educazione Ambientale (ex Enaoli). Programma concerti: Niccolò Fabi ? Rispescia (Grosseto) - Spettacolo con i Butteri della Maremma Tradizioni equestri e buona cucina. Spettacolo con i Butteri e cena con menù tipico maremmano presso l?agriturismo Giuncola e Granaiolo in loc. Giuncola (ogni verdì a partire dalle 19,45). Info e prenotazioni: 0564 405922 - 335 6872981 ? Sorano (Montieri) - ?Corri nella Maremma? Trofeo di podismo Marcialonga Sovana-Sorano, ore 18.30, ritrovo ore 15.00 presso i locali della sagra cittadina, chilometri 9,600, organizzatore A.D.S. Bolsena Forum Sport. Info: www.corrinellamaremma.it ? Vetulonia (Castiglione della Pescaia) - Convegno Evento collaterale alla mostra allestita presso il Museo ?Isido- ro Falchi? - ore 21 Piazza antistante il Museo - ?Archeologia sotto le stelle?. Simona Rafanelli, Direttore scientifico del Museo Civico Archeologico di Vetulonia presenta il percorso della Mostra-Evento ?Vetulonia, Capua, Pontecagnano. Vite parallele di tre città etrusche?. Info: tel. 0564.948058 Sabato 17 agoSto ? Capalbio - Capalbio Salute A cura di Isabella Mezza - ?Pelle d?arte? ? Castiglione della Pescaia - Castiglioneventi 2013 dalle ore 22 in poi Spettacolo pirotecnico ? Gavorrano - Teatro delle Rocce US GAVORRANO presenta: ALL STARS FESTIVAL 2013 - JUNKIE DILDOZ ore 20,30 - SLIVER ore 21,30 - REZOPHONIC ore 22,30 ? Giannella (Orbetello) - Tuscany Bay Serate in musica al Jazz Bar del Tuscany Bay sulla Strada Provinciale della Giannella. Programma: Andrea Veschini per una reinterpretazione in chiave acustica di brani dance attuali e del passato grazie a sintetizzatori e percussioni. Info: tel. 0564 1768027 - 335.6596.167 ? Follonica - Parco Centrale 2013 Via Roma e dintorni Associazione ?La Dolce Vita? Centro Commerciale Naturale LO SBARACCO 2013 (fino al 18 agosto) | ore 21.30 Giardino del Casello Idraulico, Via Roma Grey Cat Jazz Festival 33a Edizione E.P.O. PLAY KING CRIMSON ? ?In The Court Of The Crimson King And Other Tails? - Corrado Rossetti, chitarra - Massimo Cappagli, basso - Guglielmo Mariotti, voce - Ettore Fancelli, batteria - Lorenzo del Ghianda, tastiere - Prima del concerto (ore 21) presentazione del libro ?Ribelli Nello Spazio? di Bruno Casini. Serata con l?autore diretta da Luca Doni ? Grosseto - Bbc Mastiff Enegan Toshiba Grosseto Vs. Nettuno Nona giornata del girone di ritorno del campionato di Italian Baseball League allo stadio Roberto Jannella di Grosseto ? Grosseto - Serate Danzanti sotto le stelle Ballo all?aperto organizzato presso la Pista di pattinaggio di via Mercurio (ore 21). Ingresso a pagamento (euro 4 a persona). Info tel. 0564 450461 - 329 2945349 ? Isola del Giglio - Estate eventi 2013 Schiuma Party e Sagra del Totano Gigliese (Giglio Campese) i mercatini ogni martedì, mercoledì, giovedì e sabato ? Grosseto - Mercatino di Campagna Amica - Filiera Corta Mercato di prodotti locali da parte delle aziende agricole del territorio, promosso da Coldiretti. Location: ogni giovedì dalle ore 8.30 alle ore 12.30, nel Chiostro di San Francesco in Piazza San Francesco; ogni mercoledì e sabato dalle ore 8 alle ore 13 nel cortile del Sacro Cuore; ogni martedì e sabato dalle ore 8 alle ore 13 in via Roccastrada; ogni giovedì dalle ore 8 alle ore 13 presso il Cottolengo ogni martedì, giovedì e sabato ? Grosseto - Mercato Contadino della Maremma Mercato rionale promosso da CIA GROSSETO, che offre al consumatore la possibilità di acquistare direttamente i prodotti tipici della maremma di alta qualità. Gli appuntamenti si svolgono il martedì a Barbanella (Parcheggio della Fondazione Il Sole in viale Uranio), il giovedì a Gorarella (piazza Donatello, tra via Giotto e Viale Michelangelo) e il sabato nel quartiere ?Cittadella? (parcheggio via Svizzera/via Repubblica Dominicana), sempre con orario 7.00-13.30. Info: tel. 0564462257 - 0564 452398 ogni giovedì ? Grosseto - Mercato settimanale della Città Consueto mercato settimanale in via Ximenes e p.zza del Mercato - ore 7.30-13.30 3-4 agosto ? Orbetello - ?Orbetello Antiquaria? Mostra mercato del piccolo antiquariato, curiosità oggettistica varia e modernariato, per le vie del Centro storico. Info: tel. 0564 860447 10-11 agosto ? Talamone (Orbetello) - Mercatino Antiquariato, collezionismo, artigianato, degustazioni a cura di Mercatotenda 10-11 agosto ? Porto Ercole (Monte Argentario) - Mercatino Mercatino dell?antiquariato, collezionismo, artigianato, ecc. in via della Marina, lungomare Strozzi, lungomare A. Doria e banchina Marinai d?Italia. 10-11 agosto ? Capalbio - Mercatino Mostra mercato dell?antiquariato in piazza Carlo Giordano e nel Centro storico 10>18 agosto ? Sorano - XXXIII Mostra mercato 2013 Arte, artigianato, antichi mestieri, antiquariato, biologico, burattinai giocolieri e laboratori nel Centro storico ? ore 11-23 no stop. Info: 0564/633023 11 agosto ? Massa Marittima - ?Massa Antiquaria? Non solo pulci: antiquariato, modernariato e vintage in Piazza del Duomo. Info per conferma: tel. 0566 902756 11 agosto ? Abbadia San Salvatore (Si) - Polvere e Tarli in Piazza Mercatino di prodotti agricoli tipici locali, artigianato, antiquariato e collezionismo in P.zza F.lli Cervi. Info per conferme: Pro Loco tel. 0577 778324 12>18 agosto ? Pitigliano - Mostra Antiquariato Arte Artigianato Presso gli Ex Granai Fortezza Orsini. Info: tel. 0564 617111 13>18 agosto ? Orbetello - Incontro d?Estate Antiquariato, collezionismo, artigianato, degustazioni a cura di Mercatotenda presso Parco delle Crociere 16 agosto ? Santa Fiora - ?Fiera San Rocco? Tradizionale Fiera di San Rocco con Tradizionale ?Trippata? - Loc. Parco Pinettina 16>18 agosto ? Follonica - Lo Sbaracco 2013 A cura dell?Associazione ?La Dolce Vita? Centro Commerciale Naturale in Via Roma e dintorni Viale Italia. Orario 7/24. Info: tel. 347 8709729 17-18 agosto (artigianato) ? Capalbio - Mercatino Mostra mercato dell?artigianato in piazza Carlo Giordano e nel Centro storico 23 agosto ? Follonica - Mercatino - Notte Bianca Mercatino di artigianato, antiquariato organizzato da Artingegno - Arti e Mestieri in Viale Italia. Orario 17/24 e oltre?. Info: tel. 347 8709729 23>25 agosto ? Follonica - Mostra mercato del disco usato e del cd da collezione A cura dell?Associazione Punto Radio Cascina ? Proloco Follonica in Piazza Sivieri e Via Amorotti dal pomeriggio 24-25 agosto ? Porto Santo Stefano (Monte Argentario) Mercatino Mercatino dell?antiquariato, collezionismo, artigianato, ecc. sul lungomare dei Navigatori, corso Umberto e piazzale dei Rioni 25 agosto ? Casteldelpiano - Mercatino dell?antiquariato Mostra mercato degli oggetti del passato in Piazza Garibaldi. Info per conferma: tel. 0564/973534 30 agosto>1° settembre ? Follonica - Restyling abiti e accessori vintage Vendita di beneficenza a cura dell?Istituto per la Famiglia Onlus presso il Casello Idraulico, Via Roma (fino al 1° settembre) 17-18 agosto ? Marina di Grosseto - ?Maremma Antiquaria? Mercatino delle cose antiche e meno antiche, numismatica, collezionismo e tante curiosità in via XXIV Maggio e via Cadorna. Info: tel. 0564.43881 31 agosto / 1° settembre ? Orbetello ?Orbetello Antiquaria? Mostra mercato del piccolo antiquariato, curiosità oggettistica varia e modernariato, per le vie del Centro storico. Info: tel. 0564 860447 17-18 agosto ? Follonica - Mercatino Mercatino di artigianato, antiquariato organizzato da Artingegno - Arti e Mestieri in 1° settembre ? Ghirlanda (Massa Marittima) Fiera di Ghirlanda Tradizionale fiera di merci e bestiame l?agenda ? 87 L?agenda agosto suona bene al tuScany Bay! Un?importante realtà legata al mondo della musica è sorta nel cuore dell?Argentario. Si tratta del TUSCANY BAY, raffinato complesso situato a pochi minuti da Orbetello e posizionato in una splendida area lungo la Giannella. L a struttura comprende una spiaggia esclusiva affacciata verso l?incantevole baia di Porto Santo Stefano, un suggestivo ristorante di pesce ed il ?laboratorio musicale? JAZZBAR, luogo dall?atmosfera magica dove ascoltare musica di alto livello a due passi dal mare. Per il mese di agosto sono in programma concerti live ad ingresso gratuito tutti i venerdì e sabato, oltre ad alcune serate speciali a ridosso del Ferragosto. Tra gli eventi imperdibili segnaliamo il live di Tullio De Piscopo con ?La notte dei tamburi: dal jazz al blues con... Andamento Lento? in programma per sabato 10 (prenotazione obbligatoria) e il concerto del pianista-cantante Anthony Strong definito dai media inglesi ?The England?s new jazz superstar?, che sarà sul palco sabato 31 agosto. Nelle serate centrali del mese sono previste esibizioni di vari DJ, che interagiranno live con blasonati musicisti per vivere lunghe notti sotto il segno del ritmo. Insomma agosto suona bene! Si comincia venerdì 2 con Marco Rinalduzzi, celebre chitarrista e produttore (tra gli altri di Giorgia, Antonello Venditti, Alex Baroni, Keith Emerson). Quindi sabato 3 sarà la volta del trio guidato da Filippo Tirincanti, già collaboratore di Terence Trent D?Arby, per una serata tra rock e funky. Venerdì 9 spazio al virtuoso della chitarra Flamenco, Daniele Bonaviri che presenterà un live su sonorità gipsy e latine con incursioni nei ritmi del flamenco. 88 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 ? Magliano in Toscana - Estate Maglianese Pereta, Piazza della Repubblica, ore 21.30 Cinema all?aperto. ?Il lato positivo? ? Marina di Grosseto - Beach Volley A cura dell?ASD VAS Grosseto ? Montieri - Trekking in Maremma ore 9.30 MONTIERI, Canonica di San Niccolò. Info e prenotazioni: 0566.907024 ? Pitigliano - ?Passato Prossimo? Festival delle tradizioni popolari. Programma: dalle ore 10.00 Esposizione attrezzi agricoli del passato in piazza della Repubblica; ore 17 Spettacolo a cavallo in Loc. Le Prata; ore 20 Cena del contadino in piazza della Repubblica; ore 21.30 Concerto Leggera Electrik Folk Band in piazza della Repubblica ? Porto Santo Stefano - Palio Marinaro dell?Argentario Calendario delle manifestazioni 2013 per il 72° Palio Marinaro dell?Argentario. Programma: ore 18,30 Piazza dei Rioni Giochi Popolari; ore 21,00 Piazza dei Rioni Festa del Palio e premiazioni gara ? Porto Santo Stefano - Eventi Estate 2013 ore 18.30 piazza dei Rioni - Giochi popolari | ore 21.00 piazza dei Rioni - Festa del Palio e premiazioni gara ? Rispescia (Grosseto) - Festambiente 2013 Festival Nazionale di Legambiente presso il Centro di Educazione Ambientale (ex Enaoli). Programma concerti: Mario Biondi ? Scansano - Terre di Scansano Classica Festival Rassegna concertistica, alla seconda edizione. Programma: Sasseta Alta al Tramonto Pietro Bonfilio e Orchestra Sinfonica Città di Grosseto Domenica 18 agoSto Sabato 10 come detto sarà il momento dello ?Special Event? con il live di Tullio De Piscopo. Venerdì 16 sbarcherà al Tuscany Bay MISS TIA, ovvero Tia Architto, conosciuta nell?ambiente dance come Miss Tia, una delle voci più apprezzate della scena contemporanea (è sua la voce della canzone ?Feel the love?, che ha spopolato le classifiche di tutta Europa). Sabato 17 sarà il turno dell?artista romano Andrea Veschini, con un progetto che vede reinterpretati in chiave acustica brani dance attuali e del passato grazie a sintetizzatori e percussioni. Venerdì 23 l?appuntamento è con il BassVoice Project del celebre bassista Pippo Matino, capace di emozionare con uno show pieno di groove e passione. Interessante il concerto di sabato 24 con il promettente Travis Cold il giovane artista che ha spopolato sul web grazie al video del brano ?Life in a Day? e si esibirà in duo con chitarra, basso e loop station. Venerdì 30 la scena sarà tutta per il gruppo vocale Anonima Armonisti che proporrà al pubblico curate reinterpretazioni ?a cappella? di celebri brani. Infine sabato 31 chiusura col botto: ?Special Event? con la nuova rivelazione del jazz inglese, il pianista-cantante Anthony Strong. Da segnalare anche i Capitol Players, direttamente da Londra per due live speciali fissati per inizio settembre. Info: Tuscany Bay Strada Provinciale della Giannella, tel. 0564 1768027, direct line for reservation 335.6596.167, sito web www.tuscanybay.it ? Capalbio - Dilettando Registrazione della puntata di Dilettando (successivamente in onda su Rete 37) popolare trasmissione televisiva condotta da Carlo Sestini nello scenario offerto dall?Hotel Villas Fattoria Le Guardiole di Capalbio - SEMIFINALE ? Castiglione della Pescaia - Castiglioneventi 2013 dalle ore 18 Palio Marinaro; ore 21 piazzale Marystella Ballo liscio con il Trio ?Ever Green? | Vetulonia - GYPSY MOVIES CineSottoLeStelle - Rassegna cinematografica gratuita in piazza Vetluna (fronte Museo Civico Archeologico) | PUNTA ALA prato antistante Yacht Club Punta Ala Spettacolo pirotecnico ? Follonica - Parco Centrale 2013 Via Roma e dintorni Associazione ?La Dolce Vita? Centro Commerciale Naturale LO SBARACCO 2013 (fino al 18 agosto) | ore 21.30 Sala dei Fantasmi Museo MAGMA ? Comprensorio ILVA. Musica Centrale IX Edizione ? Associazione Live Art ESPAÑA Joaquin Palomares, violino - Francesco De Zan, pianoforte. Musiche di Franck, Turina, Rodrigo ? Gavorrano - Teatro delle Rocce US GAVORRANO presenta: ALL STARS FESTIVAL 2013 LUNA ore 20,00, PRESENTAZIONE DELLA SQUADRA ore 21,00 ? Marina di Grosseto - Beach Volley A cura dell?ASD VAS Grosseto ? Pitigliano - ?Passato Prossimo? Festival delle tradizioni popolari. Programma: Piazza della Repubblica dalle ore 10.00 Esposizione attrezzi agricoli del passato; ore 17 Raduno bande musicali; ore 20 Cena del contadino; 21.30 Esibizione gruppo folkloristico I Girasoli ? Porto Santo Stefano - Eventi Estate 2013 spettacolo danzante piazza dei Rioni A.S.D. Desigual | via della Marina ore 22.30 Dj sotto le stelle Pro Loco Porto Ercole ? Principina a Mare (Grosseto) - Casale S.Stefano Eventi Estate 2013 Calendario di iniziative culturali ed enogastronomiche presso il Casale Santo Stefano (strada provinciale La Trappola 162, Grosseto). Programma: Inaugurazione della mostra Sperimentazione dell?anima dell?artista Michele Zollo (fino al 25 agosto, ore 18:30 / 24:00). Info: cell. 3939701326 - 3486351384 ? Rispescia (Grosseto) - Festambiente 2013 Festival Nazionale di Legambiente presso il Centro di Educazione Ambientale (ex Enaoli). Programma concerti: NOTTE A COLORI - Malika Ayane LuneDì 19 agoSto ? Capalbio - Capalbio in Jazz ?Mauro Grossi Standard Trio? ? Mauro Grossi (pianoforte), Renato Gattone (contrabbasso), Andrea Roventini (batteria) ? Castiglione della Pescaia - Castiglioneventi 2013 ore 21 piazza orto del lilli Animazione e danze caraibiche in collaborazione con l?Associazione AICS Scuola di ballo ?Buena Vista? ? Follonica - Parco Centrale 2013 ore 17.00 Casello Idraulico Via Roma (fino al 25 agosto) Mostra di pittura e grafica ?LA MINIERA? di Mario De Santis | ore 21.30 Piazza a Mare Grey Cat presenta ?Sonata di Mare? Programma finanziato con il Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale - IN MEZZO C?E? SOLO IL MARE ? produzione originale PercFest Savona Rosario Bonaccorso, contrabbasso e voce - Roberto Taufic, chitarra e voce - Fabrizio Bosso, tromba e gruppo di percussionisti diretti da Marco Fadda ? Gavorrano - Teatro delle Rocce ore 21,00 NEW BORDER MUSIC ENSEMBLE - SUITE SU DAVIDE LAZZARETTI ?Visioni in Musica sugli scritti di Davide. Direzione e Composizione: Mirco Mariottini. ? Magliano in Toscana - Estate Maglianese Magliano in Toscana, Galleria Arti in Corso Mostra fotografica. Eugenio Ferraioli: ?Spurinna?. Aperta fino al 31 (h. 18.30-21.30) ? Marina di Grosseto - C.T. Grosseto ASD Beach Tennis Torneo di beach tennis ? Pitigliano - Estate 2013 Piazza della Repubblica ore 21.00 ?Come eravamo? con Emilio Celata ? Porto Santo Stefano - Eventi Estate 2013 Manifestazione di danza piazza dei Rioni Asd Costa d?Argento Danza | Fondali Misterosi ore 17.15 Acquario Mediterraneo: laboratorio didattico di riconoscimento degli organismi marini Fondali Misteriosi | ore 19.00 Fortezza Spagnola: laboratorio didattico per ragazzi e famiglie ? Principina a Mare (Grosseto) ? Casale S.Stefano Eventi Estate 2013 Calendario di iniziative culturali ed enogastronomiche presso il Casale Santo Stefano (strada provinciale La Trappola 162, Grosseto). Programma: ore 19:30 CONCERT GARDEN con ?AGUA PROJECT?. Cena brasiliana sotto le stelle nel giardino del Casale. Live trio con Silvia Parisotto, Luca Pirozzi e Alessandro Golini. Info: cell. 3939701326 - 3486351384 marteDì 20 agoSto ? Magliano in Toscana - Estate Maglianese Montiano, Piazza del Plebiscito, ore 21.30 Cinema all?aperto. ?La regola del silenzio? | Pereta, ore 21.30 Musica da ballo. Lisa Band ? Pitigliano - Estate 2013 Capisotto ore 21.30 ?diVersi e d?Accordo 2.0? di E. Celata e C. Re ? Porto Santo Stefano - Eventi Estate 2013 Atleta dell?anno Comune di Monte Argentario ass.to Sport | piazza Indipendenza ore 21.30 rappresentazione teatrale associazione Li Bindoli mercoLeDì 21 agoSto ? Albinia (Orbetello) - ?Voce di Vento? Spettacolo con Orchestra Barga Jazz Ensemble feat Marco Tamburini con gruppo vocale corso A Cumpagnia diretto da Jerome Casalonga - Piazzale delle Regioni ore 21,30 (nell?ambito del progetto Sonata di Mare ? Grey Cat Festival transfrontaliero). Ingresso gratuito ? Capalbio - Cavalli e Butteri Manifestazione organizzata dal Circolo Scuola Cavalcanti di Maremma, presso il Campo Sportivo di Capalbio. FESTA DELLA LUNA - Festa nell?aia con giochi popolari ? Follonica - Parco Centrale 2013 ore 21.30 Giardino del Casello, Via Roma Festival Internazionale Nuove Figure ? teatro per bambini ? VIII Edizione Compagnia Il Bernoccolo ? Italia (Toscana) e Venezuela GIOVANNIN SENZA PAURA spettacolo di marionette da tavolo ? Magliano in Toscana - Estate Maglianese Magliano in Toscana, Piazza della Repubblica, ore 21.30 Serata di beneficenza. Lisa Band + I Mataperros per ?Save the Children? ? Monterotondo M.mo - Trekking in Maremma ore 9.30 MONTEROTONDO MARITTIMO Le Biancane: dal centro della terra al cielo. Info e prenotazioni: 0566.917039 ? Pitigliano - Estate 2013 Piazza della Repubblica 21.30 Serata liscio con Andrea Principe band ? Porto Santo Stefano - Eventi Estate 2013 I ?Senza Patria? in concerto Piazza dei Rioni ore 21.30 ? Roselle (Grosseto) - Il leggendario spettacolo equestre con i butteri della Maremma Eccezionale esibizione dei Butteri, gli ultimi mandriani a cavallo in Europa, che danno un saggio del loro lavoro quotidiano, presso la Fattoria il Marruchetone sulla strada dello Sbirro a Roselle (Grosseto) (ore 18). A seguire cena tipica maremmana. Info per conferme e prenotazioni: Equinus, tel. 333 9579733 gioveDì 22 agoSto ? Follonica - Parco Centrale 2013 ore 21.30 Teatro Estivo le Ferriere, Comprensorio Ilva Grey Cat presenta ?Sonata di Mare? Programma finanziato con il Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale 7 MODI viaggio attraverso la musica etrusca, la musica popolare, l?ottava rima, il jazz produzione originale Grey Cat - Stefano Cocco Cantini, sassofono - Antonello Salis, fisarmonica - Francesco Petreni, batteria - Aldo Milani, sassofono - Andrea Lagi, tromba - Raffaele Toninelli, basso - Valentina Toni, voce e con Enrico Rustici, poeta in ottava rima. Coreografie del Centro Studi Danza di Follonica diretto da Cristina Riparbelli | ore 21.00 Largo Falcone e Borsellino Associazione Auser Filo D?Argento Volontariato Follonica SERATA DI BALLO LISCIO ? Grosseto - ?La Notte sì, ma di Giovedì? Manifestazione promossa dall?Ascom Confcommercio nel Centro Storico di Grosseto ? Massa Marittima - ?Assedio alla Fortezza? Attività didattica per bambini da 6 a 12 anni presso la Torre del Candeliere e Cassero Senese, piazza Matteotti ore 16. Prenotazione obbligatoria al n. 0566.902289 ? Montieri - Trekking in Maremma ore 9.30 MONTIERI, Buca delle Fate - Il Piano. Info e prenotazioni: 0566.907024 ? Pitigliano - Estate 2013 Piazza della Repubblica 21.30 Concerto Don Giosy Cento dedicato ai ragazzi del cielo ? Porto Santo Stefano - Eventi Estate 2013 Manifestazione ginnastica artistica piazza dei Rioni Asd Deborah Fitness ? Scansano - Terre di Scansano Classica Festival Rassegna concertistica, alla seconda edizione. Programma: Convento del Petreto Saxophone IGT Quartet venerDì 23 agoSto ? Castiglione della Pescaia - Castiglioneventi 2013 ore 21 piazza orto del lilli Spettacolo musicale con l?Orchestra Giorgio Franceschi | TIRLI piazza del Popolo ore 21 Music live con in gruppo ?Stefano Bolognesi? ? Follonica - Parco Centrale 2013 Piazza Sivieri - Via Amorotti Associazione Punto Radio Cascina ? Proloco Follonica Mostra mercato del disco usato e del cd da collezione (fino al 25 agosto) | ore 21.30 dalle ore 18.00 Tutta Follonica NESSUN DORMA FOLLONICA NOTTE BIANCA 2013 ? Giannella (Orbetello) - Tuscany Bay Serate in musica al Jazz Bar del Tuscany Bay sulla Strada Provin- ?il Fascino delle rovine? 2013 ad agosto presenta ?migrazioni? ? Mare, mezzo e culla per andare,/ mare, clandestino a bordo di destini./ Storie, storie di genti che cercano/ oltre le onde/ la schiuma di una nuova vita,/ e tra le onde viaggiano/ e a volte giacciono...?. Mare, viaggi, rotte, arrivi e partenze: storie antiche ed echi di cronaca per non dimenticare le vittime della migrazione clandestina. Cosa a volte si celi dietro a queste vite e a questo andare, lo lasciamo trapelare dai racconti di guerre, marinai e regine, di donne, soprusi e violenze: racconti senza tempo, che presi in brevi attimi, risuonano al presente. Gira attorno a questi temi lo spettacolo ?Migrazioni? storie di donne, uomini e destini da testi di Euripide e Erri de Luca, proposto per quest?estate dal Teatro Studio nell?ambito de Il Fascino delle Rovine 2013, rassegna di teatro e archeologia alla 19esima edizione organizzata con il patrocinio della Soprintendenza ai Beni Archeologici della Toscana, della Provincia di Grosseto, del Comune di Orbetello e del Comune di Scansano. La performance ? in scena il 12 e 13 agosto alle ore 18.00 presso l?Antica Città di Cosa Ansedonia (Gr) e il 14 agosto sempre alle ore 18.00 presso l?Area Archeologica Ghiaccio Forte ? si sviluppa secondo uno schema non convenzionale e rinuncia alla struttura drammaturgica, servendosene soltanto sottotraccia. Sei attori, tre donne e tre uomini, un musicista, una guida, ?viaggiano? lo spazio di rappresentazione insieme al pubblico e raccontano, ognuno la propria storia. Un capitano di vascello che accoglie clandestini; Clitemnestra e Ifigenia sacrificata alle vele della flotta Achea; Ecuba, la guerra, i lutti e la schiavitù oltre il suo mare; Elena, la vittima contesa; Ionà, che si si offre alle onde per placarle; Medea straniera e reietta nella patria del marito; Polidoro, illacrimato, insepolto tra gli insepolti. Interpreti: Daniela Marretti, Luca Pierini, Enrica Pistolesi, Irene Paoletti, Mirio Tozzini, Cosimo Postiglione. Musiche, clarinetto e voce: Francesco Melani. Ideazione della performance: Daniela Marretti. Regia: Mario Fraschetti l?agenda ? 89 L?agenda ciale della Giannella. Programma: BassVoice Project del celebre bassista Pippo Matino. Info: tel. 0564 1768027 - 335.6596.167 ? Grosseto - Corse al Galoppo Convegno di corse al galoppo in notturna, presso l?Ippodromo del Casalone (Via Aurelia antica). Info: tel. 0564/24214 ? Magliano in Toscana - Estate Maglianese Magliano in Toscana, centro storico Vinellando ? Marina di Grosseto - Beach Tennis Asd Beach Tennis Toscana (fino al 25 agosto) ? Massa Marittima - Visita guidata Visita guidata su prenotazione al Villaggio minerario di Niccioleta e al Museo della Miniera, con degustazione di prodotti tipici ore 10 ? Pitigliano - Estate 2013 VI FESTA DELLA CONTEA - Mercato della Contea e Hostaria del viandante - Corteo rinascimentale e Banchetto del Conte (fino al 25 agosto) ? Porto Santo Stefano - Eventi Estate 2013 Notte Azzurra Proloco Porto S. Stefano | ore 19.30 piazza Regina d?Olanda Giochi di Strada | ore 21.30 piazza Indipendenza: Tribute Band Bob Dylan Pro Loco Porto Ercole | serata danzante al Pozzarello ? Principina a Mare (Grosseto) ? Casale S.Stefano Eventi Estate 2013 Calendario di iniziative culturali ed enogastronomiche a cura del Casale Santo Stefano (strada provinciale La Trappola 162, Grosseto). Programma: PICCANTE IN MAREMMA | Fiera del peperoncino presso Vivaio Principina con ?MUSICA DA RIPOSTIGLIO?. Info: cell. 3939701326 - 3486351384 ? Rispescia (Grosseto) - Spettacolo con i Butteri della Maremma Tradizioni equestri e buona cucina. Spettacolo con i Butteri e cena con menù tipico maremmano presso l?agriturismo Giuncola e Granaiolo in loc. Giuncola (ogni verdì a partire dalle 19,45). Info e prenotazioni: 0564 405922 - 335 6872981 ? Sassofortino (Roccastrada) - ?Radio Libertaire? Spettacolo con il Gruppo les Anarchistes con il Gruppo Polifonico corso U Ponticellu e la cantante corsa Jacky Micaelli - Parco Fonte di Vandro ore 21,30 (nell?ambito del progetto Sonata di Mare ? Grey Cat Festival transfrontaliero). Ingresso gratuito 90 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 Sabato 24 agoSto ? Arcidosso - ?Corri nella Maremma? Trofeo di podismo Marcia del Capercio, ore 17:30 (bambini ore 16:00), ritrovo Corso Toscana, chilometri: 11 (Giro di Begname), organizzatore Team Marathon Bike. Info: www.corrinellamaremma.it ? Capalbio - Premio Internazionale ?Capalbio Piazza Magenta? Saggistica, Storia, Arte, Politica, Società e Giornalismo ? Castiglione della Pescaia - Castiglioneventi 2013 ore 21 piazza orto del lilli Animazione e danze caraibiche in collaborazione con l?Associazione AICS Scuola di ballo ?Buena Vista? | PUNTA ALA Live music con il duo ?Quintilio e Valentina? | VETULONIA - Torneo di Palla Eh dalle ore 14.00 piazza Stefani ? Follonica - Parco Centrale 2013 Piazza Sivieri - Via Amorotti Associazione Punto Radio Cascina ? Proloco Follonica Mostra mercato del disco usato e del cd da collezione (fino al 25 agosto) ? Giannella (Orbetello) - Tuscany Bay Serate in musica al Jazz Bar del Tuscany Bay sulla Strada Provinciale della Giannella. Programma: Travis Cold il giovane artista che ha spopolato sul web grazie al video del brano ?Life in a Day? si esibirà in duo con chitarra, basso e loop station. Info: tel. 0564 1768027 - 335.6596.167 ? Grosseto - Serate Danzanti sotto le stelle Ballo all?aperto organizzato dal presso la Pista di pattinaggio di via Mercurio (ore 21). Ingresso a pagamento (euro 4 a persona). Info tel. 0564 450461 - 329 2945349 ? Magliano in Toscana - Estate Maglianese Magliano in Toscana, centro storico Vinellando ? Marina di Grosseto - Beach Tennis Asd Beach Tennis Toscana (fino al 25 agosto) ? Massa Marittima - Dilettando Registrazione della puntata di Dilettando (successivamente in onda su Rete 37) popolare trasmissione televisiva condotta da Carlo Sestini in piazza Garibaldi - FINALISSIMA ? Pitigliano - Estate 2013 VI FESTA DELLA CONTEA - Mercato della Contea e Hostaria del viandante - Corteo rinascimentale e Banchetto del Conte (fino al 25 agosto) ? Pitigliano - Le mani creano Laboratorio argilla: oggetti e riproduzioni delle popolazioni antiche presso il Museo Archeologico all?aperto A. Manzi. Info: 389/5933592 ? Porto Santo Stefano - Palio Marinaro dell?Argentario ore 20,00 Nel Rione vincente Festa del Rione Vincente ? Porto Santo Stefano - Eventi Estate 2013 ore 20.00 Festa del Rione vincente | Mostra fotografica su Porto Ercole presso Piazza Galliano Circolo Culturale Hercoletto | Inaugurazione mostra collettiva ?Femminile? Fortezza Spagnola ? Principina a Mare (Grosseto) ? Casale S.Stefano Eventi Estate 2013 Calendario di iniziative culturali ed enogastronomiche presso il Casale Santo Stefano (strada provinciale La Trappola 162, Grosseto). Programma: PICCANTE IN MAREMMA | ore 18:30 ANTISFIGA HOURS II Edizione Aperitivo Arcobaleno 2013 al Casale con musica dal vivo. Info: cell. 3939701326 3486351384 ? Roselle (Grosseto) - ?Orchestrada? Spettacolo con l?Orchestra di Musicastrada diretta da Claudia Bombardella con il musicista corso Philippe Biondi alle percussioni - Roselle (La Cava) ore 21,30 (nell?ambito del progetto Sonata di Mare ? Grey Cat Festival transfrontaliero). Ingresso gratuito ? Toscana - ?Arcobaleno per l?estate? Evento dell?anno, a cura della Regione Toscana (assessorato al Turismo) da un?idea del direttore de La Nazione, Gabriele Canè: un brindisi in contemporanea sulle spiagge, negli agriturismo, nei bar, al bordo piscina e ovunque sarà possibile allestirlo? Domenica 25 agoSto ? Borgo Carige (Capalbio) - Concerto ?Ligabue Cover Band? A cura del ?Comitato Amici B.Carige? ? Capalbio - Premio Capalbio al Territorio Il Comune premia le sue eccellenze ? Castiglione della Pescaia - Castiglioneventi 2013 Pian di Rocca - GYPSY MOVIES CineSottoLeStelle - Rassegna cinematografica gratuita | VETULONIA - Torneo di Palla Eh dalle ore 14.00 piazza Stefani ? Follonica - Parco Centrale 2013 Piazza Sivieri - Via Amorotti Associazione Punto Radio Cascina le moStre Dino Petri - Quercia in Maremma la, in collaborazione con l?associazione Athena Spazio Arte. 5>11 agosto ? Follonica - Marcello Galeazzi - Mostra di pittura presso il Casello Idraulico, Via Roma > fino a domenica 4 agosto (dal 29 luglio) ? Follonica - Artestate Fotografia - Mostre, incontri, multivisioni a cura del Fotoclub Follonica presso il Casello Idraulico e Giardino del Casello 10>25 agosto ? Pitigliano - ?Gli occhi nel mondo? - Mostra fotografica di A. Renzetti presso il Museo Civico Archeologico. Info: tel. 0564 617111 > fino a domenica 4 agosto (dal 5 luglio) ? Pitigliano - ?D?Arte e di Donne: segreti ri-velati? - Mostra presso il Museo Civico Archeologico. Info: tel. 0564 617111 10>31 agosto ? Scansano - Mitologicamente - Mostra di dipinti del pittore scansanese Piero Sabatini con il patrocinio del Comune di Scansano nella Galleria Studio di via IV Novembre > fino a giovedì 8 agosto (dal 22 giugno) ? Piombino (Li) - Lapo Simeoni Piazze Italiane - L?associazione culturale S T Art Arte Sul Territorio presenta nei locali del ristorante La Rocchetta in Piazza Bovio n°6, l?esposizione d?arte contemporanea Piazze Italiane, personale dell?artista maremmano Lapo Simeoni. > fino al 12 agosto (dal 27 luglio) ? Orbetello - I velieri giganti di Andrea Lombardelli - In esposizione presso ?I Pescatori di Orbetello? le 3 caravelle giganti realizzate da Andrea Lombardelli: la Nina, la Pinta e la Santa Maria. Ingresso libero. Info: 0564 860611 > fino al 18 agosto (dal 31 luglio) ? Massa Marittima - DINO PETRI - Mostra personale di acqueforti, acquerelli e disegni nella Galleria del Ciambellano in vicolo del Ciambellano > fino a martedì 27 agosto (dal 27 luglio) - ? Puntone di Scarlino - Spazio Transiti - PAESAGGI ARITMICI / TRAVELLING AWAY - Arte contemporanea alla Marina di Scarlino in località Puntone a cura di Paolo Campiglio con la collaborazione di Chiara Gatti. - Mostre varie a Palazzo Collacchioni. Orario: 10/13.00 - 17.00/23.00 > fino a domenica 29 settembre (dal 20 luglio) ? Sorano - ?La collezione Ricci - Busatti e la Necropoli etrusca nella valle del Calesine? - Durante i lavori per la costruzione della nuova strada SoranoElmo vennero individuate alcune tombe che restituirono un?ingente quantità di reperti. I corredi lasciati in custodia alla proprietaria Sig.ra Ricci Busatti sono stati restituiti allo Stato. Orari: tutti i giorni (tranne il lunedì) dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19. > fino a domenica 10 novembre (dal 14 luglio) ? Vetulonia (Castiglione della Pescaia) - ?Vetulonia, Capua, Pontecagnano: vite parallele di tre città etrusche? - Mostra-Evento presso il Museo Civico Archeologico ?Isidoro Falchi? di Vetulonia. Info: tel. 0564.948058 1>31 agosto ? Suvereto (Li) - Tombolo e Macramé - Mostra laboratorio del pizzo tradizionale presso la Saletta Camerini in P.zza San Martino. A cura di MO.I.CA gruppo Val di Cornia > fino a domenica 1 settembre (dal 27 luglio) ? Arcidosso - Alterazioni Visive 2013 - Mostra delle opere partecipanti al concorso d?arte contemporanea dell?Amiata grossetano, promosso dall?associazione Artq - Castello Aldobrandesco. 2>18 agosto ? Porto Santo Stefano ?Vele Vento e Ventagli? - Mostra che vede esposti i ventagli artistici e una selezione di quadri del maestro Gildo Becherini presso la galleria ARTEMARE in corso Umberto 75-77. Info: tel. 0564 810336 > fino a domenica 1 settembre (dal 30 giugno) ? Follonica - ?Arte all?aperto? Collettiva di pittura di artisti del territorio in Piazza del Popolo a cura dell?Associazione Artistica Golfo del Sole 3>17 agosto ? Magliano in Toscana - Barbara Virgilio: ?Disarmomentale? Mostra di pittura presso la Galleria Arti in Corso (h. 18.30-21.30) > fino al 10 settembre (dal 15 giugno) ? Casteldelpiano - Donne a Palazzo ? Arte & Meeting - Motra a cura dell?associazione Tarabaralla presso Palazzo Nerucci. Info: 334 7219829 > fino a domenica 22 settembre (da giugno) ? Capalbio - Mostre al Castello 3 agosto>13 ottobre ? Follonica - ?Cronache senza tempo? di Giuliano Giuggioli - Mostra d?arte presso la Pinacoteca Civica ? Piazza del Popolo 4>12 agosto ? Suvereto (Li) - Elisa Possenti - Mostra personale di pittura presso il Museo della Bambola. A cura di Maria Micaelli direttrice del Museo della Bambo- 13 agosto>metà settembre ? Cinigiano Forme dal caos? verso l?oltre - Mostra personale di Giuseppe Lafavia presso il Monastero di Siloe in loc. Poggi del Sasso. Inaugurazione ufficiale il 29 agosto alle ore 21.15 14>23 agosto ? Suvereto (Li) - Majede Motallebi Mostra personale di pittura presso il Museo della Bambola. A cura di Maria Micaelli direttrice del Museo della Bambola, in collaborazione con l?associazione Athena Spazio Arte. 18>25 agosto ? Principina a Mare (Grosseto) - Sperimentazione dell?anima Esposizione delle opere dell?artista Michele Zollo presso il Casale Santo Stefano (strada provinciale La Trappola 162, Grosseto), ore 18:30-24:00. Info: cell. 3939701326 3486351384, rete fissa 0564/30149 19>25 agosto ? Follonica - ?La Miniera? Mostra di pittura e grafica di Mario De Santis presso il Casello Idraulico Via Roma 19>31 agosto ? Magliano in Toscana - Eugenio Ferraioli: ?Spurinna? Mostra fotografica presso la Galleria Arti in Corso (h. 18.30-21.30) 22 agosto>3 settembre ? Pitigliano - Mostra Internazionale d?Arte Contemporanea Kunstgroup Ventizerootto Ex Granai Fortezza Orsini. Inaugurazione 22 agosto ore 18.00. Info: tel. 0564 617111 26>29 agosto ? Follonica - Loredana Rizzetto e Fiorella Noci Mostra di pittura di Associazione Art-Art Impruneta (FI) presso il Casello Idraulico, Via Roma 2>8 settembre ? Follonica - Ado Ragazzini Mostra di pittura presso il Casello Idraulico, Via Roma l?agenda ? 91 L?agenda pitigliano in festa rievoca i fasti del tempo della contea ? Proloco Follonica Mostra mercato del disco usato e del cd da collezione (fino al 25 agosto) ? Grosseto - Orchestra Sinfonica Città di Grosseto Rassegna concertistica promossa dall?Associazione Musicale Orchestra Città di Grosseto. Programma: ore 21 Cassero Senese - Sebastiano De Filippi Direttore, Silvia D?Addona Flauto. Info: tel. 0564/491805 ? Magliano in Toscana - Estate Maglianese Magliano in Toscana, centro storico Vinellando ? Marina di Grosseto - Beach Tennis Asd Beach Tennis Toscana (fino al 25 agosto) ? Massa Marittima ? Concerto Concerto finale del workshop di musica con Stefano ?Cocco? Cantini e gli allievi presso il Complesso museale di S. Pietro all?Orto. Museo di arte sacra e collezione d?arte contemporanea, corso Diaz ore 21.30. Info: 0566.901954 ? Pitigliano - Estate 2013 VI FESTA DELLA CONTEA - Mercato della Contea e Hostaria del viandante - Corteo rinascimentale e Banchetto del Conte (fino al 25 agosto) ? Pitigliano - Le mani creano Laboratorio argilla: oggetti e riproduzioni delle popolazioni antiche presso il Museo Archeologico all?aperto A. Manzi. Info: 389/5933592 ? Porto Santo Stefano - Eventi Estate 2013 ore 21.00 piazza dei Rioni British Night (tributo a queen e beatles) | Mostra fotografica su Porto Ercole presso piazza Galliano Circolo Culturale Hercoletto ? Scansano - Terre di Scansano Classica Festival Rassegna concertistica, alla seconda edizione. Programma: Teatro Castagnoli Antonio Di Cristofano recital pianistico LuneDì 26 agoSto Si terrà a Pitigliano dal 23 al 25 agosto la sesta edizione della ?Festa della Contea?, una bella rievocazione storica di aspetti che attingono al passato illustre della Contea Ursinea di Pitigliano. L ?argomento rievocato quest?anno riguarda il Conte Niccolò III Orsini, celebre condottiero, e l?Astrologia, in relazione alla recentissima scoperta e restauro di importanti dipinti a contenuto astrologico rinvenuti nel suo Palazzo, che dimostrano il pieno inserimento di Pitigliano nella grande cultura umanistica del periodo. Così Palazzo Orsini, sede del Museo di Arte Sacra della Diocesi di PitiglianoSovana-Orbetello, ha aggiunto nuovi interessanti motivi artistici e culturali per una sua visita. Proprio nel cortile interno del Palazzo Orsini, splendida cornice con opere d?arte rinascimentali, in ciascuna delle tre sere della ?Festa della Contea?, si terrà il ?Banchetto del Conte?; un banchetto di cibi rigorosamente d?epoca, innaffiati dall?ippocrasso, vino speziato molto usato nei banchetti di corte. Sulla piazza di fronte al Palazzo si svolgerà nei tre giorni il ?Mercato della Contea? di arti e mestieri d?epoca e sarà aperta la tipica ?Hostaria del viandante?, mentre ogni giorno farà la sua uscita, per tutto il centro storico di Pitigliano, il Corteo Storico di figuranti in costume rinascimentale, preceduto dalla chiarine e dai tamburini e annunciato dal Banditore; un gruppo di danzatrici eseguirà balli di corte e un Buffone allieterà con 92 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 le sue trovate sia le soste del Corteo che, alla sera, il banchetto del Conte, in cui si esibiranno giocolieri e arcieri e sono previsti interventi del prof. Angelo Biondi, ispiratore della Festa, sull?argomento, che viene rievocato quest?anno. Notevole è stato l?impegno delle organizzatori, che fanno capo alla locale Polisportiva San Rocco, i quali hanno voluto così regalare a Pitigliano e alla Maremma, ai suoi abitanti ed ai turisti e visitatori, una manifestazione di qualità, ben radicata nella lunga e affascinante vicenda storica della Contea Ursinea (un vero piccolo Stato che tra XV e XVI secolo ebbe parte importante, sebbene ancora poco nota, nella storia d?Italia), che ha prodotto un centro tra i più rilevanti per caratteristiche paesaggistiche e patrimonio monumentale ed archeologico. E notevole è stata negli anni la crescita qualitativa della ?Festa della Contea?, che ha portato tra l?altro ad un consistente coinvolgimento della popolazione (i figuranti del Corteo storico sono quasi tutti pitiglianesi), alla nascita di un gruppo di tamburini del posto, addirittura alla creazione di un piccolo laboratorio, il quale è stato in grado di realizzare i costumi rinascimentali della manifestazione, specializzandosi così da poter lavorare anche per altre realtà. (A.B.) ? Follonica - Parco Centrale 2013 ore 17.00 Casello Idraulico, Via Roma (fino al 29 agosto) Mostra di pittura di Loredana Rizzetto e Fiorella Noci - Associazione Art-Art Impruneta (FI) | ore 21.30 Via Amorotti Concerto della FILARMONICA GIACOMO PUCCINI DI FOLLONICA diretta dal maestro Giancarlo Gorelli ? Isola del Giglio - Incontri d?autore In piazza di Mezzo Franco a Giglio Campese si parla di storia con Gualtiero Della Monaca e il suo ?1646 Orbetello, l?assedio memorabile? (Edizioni Effigi) ? Pitigliano - Estate 2013 Piazza Petruccioli ore 21.00 Concerto Corpo bandistico Sorano G.Verdi ? Pitigliano - Il piccolo archeologo L?affascinante mondo del mistero: l?attesa, l?esplorazione, la scoperta. Laboratorio presso il Museo Archeologico all?aperto A. Manzi. Info: 389/5933592 ? Porto Santo Stefano - Eventi Estate 2013 Presentazione libro d.ssa Massei Fortezza Spagnola ore 19.00 marteDì 27 agoSto ? Pitigliano - Estate 2013 Piazza della Repubblica ore 21.00 Animazione bambini con l?ACR Pitigliano ? Scansano - Terre di Scansano Classica Festival Rassegna concertistica, alla seconda edizione. Programma: Teatro Castagnoli Duo Liederistico Pietro Bonfilio - Taryn Knerr Lipsia mercoLeDì 28 agoSto ? Follonica - Parco Centrale 2013 ore 21.30 Piazza a Mare Scuola di Danza Odissea 2001 Saggio Spettacolo Odissea By Night ? Monterotondo M.mo - Trekking in Maremma ore 9.30 MONTEROTONDO MARITTIMO Le Biancane: dal centro della terra al cielo. Info e prenotazioni: 0566.917039 ? Pitigliano - Estate 2013 Ex Macerie ore 21.00 Happiness Choir & Children - Coro Gospel ? Porto Santo Stefano - Eventi Estate 2013 Concerto gruppi pro Albinia ? Roselle (Grosseto) - Il leggendario spettacolo equestre con i butteri della Maremma Eccezionale esibizione dei Butteri, gli ultimi mandriani a cavallo in Europa, che danno un saggio del loro lavoro quotidiano, presso la Fattoria il Marruchetone sulla strada dello Sbirro a Roselle (Grosseto) (ore 18). A seguire cena tipica maremmana. Info per conferme e prenotazioni: Equinus, tel. 333 9579733 gioveDì 29 agoSto ? Castiglione della Pescaia - Castiglioneventi 2013 dalle ore 21 Notte Bianca a tema ?Il Carnevale? con la partecipazione straordinaria delle Mascherate del Carnevale di Follonica ? Follonica - Parco Centrale 2013 ore 17.00 Piazza a Mare Croce Rossa Comitato Locale di Follonica FESTA DELLA BIRRA (fino al 1° settembre) ? Grosseto - ?La Notte sì, ma di Giovedì? Manifestazione promossa dall?Ascom Confcommercio nel Centro Storico di Grosseto ? Massa Marittima - ?Principesse e guerrieri etruschi? Attività didattica per bambini su prenotazione al n. 0566.902289 presso il Complesso museale di S. Pietro all?Orto. Museo di arte sacra e collezione d?arte contemporanea, corso Diaz ore 16. Info: 0566.901954 ? Montieri - Trekking in Maremma ore 9.30 MONTIERI, Canonica di San Niccolò. Info e prenotazioni: 0566.907024 ? Pitigliano - Estate 2013 SETTEMBRE DI VINO - Festa delle cantine - Apertura cantine h. 18.00 - Cena nei vicoli - Musica itinerante - Spettacoli (fino al 1° settembre) ? Poggi del Sasso (Cinigiano) - Amiata Piano Festival 2013 Rassegna concertistica. Programma: DIONISUS - Cantina di Collemassari, Poggi del Sasso (GR), h. 19 / 7 pm - Salvatore ACCARDO e l?Orchestra da Camera Italiana. Info: www.amiatapianofestival.com ? Porto Santo Stefano - Eventi Estate 2013 Esibizione di danza del ventre ? Principina a Mare (Grosseto) ? Casale S.Stefano Eventi Estate 2013 Calendario di iniziative culturali ed enogastronomiche presso il Casale Santo Stefano (strada provinciale La Trappola 162, Grosseto). Programma: ore 20:00 ?CARNEVALEGGIANDO?. Party in maschera con buffet e cocktail bar. Info: cell. 3939701326 3486351384 ? Scansano - Terre di Scansano Classica Festival Rassegna concertistica, alla seconda edizione. Programma: Teatro Castagnoli Orchestra Italiana di Arpe venerDì 30 agoSto ? Castiglione della Pescaia - Castiglioneventi 2013 ore 21 piazzale Marystella Ballo liscio con l?Orchestra ?Allegria? e alle ore 21 in piazza orto del lilli Animazione e danze caraibiche in collaborazione con l?Associazione AICS Scuola di ballo ?Buena Vista? ? Follonica - Parco Centrale 2013 ore 17.00 Piazza a Mare Croce Rossa Comitato Locale di Follonica FESTA DELLA BIRRA (fino al 1° settembre) | ore 17.00 Casello Idraulico, Via Roma (fino al 1° settembre) Restyling abiti e accessori vintage Vendita di beneficenza a cura dell?Istituto per la Famiglia Onlus ? Gavorrano - Teatro delle Rocce ore 21,00 GAVORRANO A TAVOLA - Musica, performance, degustazioni di prodotti tipici del territorio del Monteregio, con intervento musicale di ?La ditta commossa ringrazia? ? Giannella (Orbetello) - Tuscany Bay Serate in musica al Jazz Bar del Tuscany Bay sulla Strada Provinciale della Giannella. Programma: il gruppo vocale Anonima Armonisti proporrà curate reinterpretazioni ?a cappella? di celebri brani. Info: tel. 0564 1768027 - 335.6596.167 ? Grosseto - Corse al Galoppo Convegno di corse al galoppo in notturna, presso l?Ippodromo del Casalone (Via Aurelia antica). Info: tel. 0564/24214 ? Massa Marittima - Visita guidata Visita guidata su prenotazione al Lago dell?Accesa e al Museo Archeologico con degustazione di prodotti ore 10. Su prenotazione al n. 0566.902289 ? Pitigliano - Estate 2013 SETTEMBRE DI VINO - Festa delle cantine - Apertura cantine h. 18.00 - Cena nei vicoli - Musica itinerante - Spettacoli (fino al 1° settembre) ? Poggi del Sasso (Cinigiano) - Amiata Piano Festival 2013 Rassegna concertistica. Programma: DIONISUS - Cantina di Collemassari, Poggi del Sasso (GR), h. 19 / 7 pm - Duello di coppie: Pascal AMOYEL ed Emmanuelle BERTRAND versus Maurizio BAGLINI e Silvia CHIESA. Info: www.amiatapianofestival.com ? Porto Santo Stefano - Eventi Estate 2013 Evento comune di Monte Argentario associazioni del territorio | Serata danzante al Pozzarello Comitato di Quartiere Pozzarello ? Rispescia (Grosseto) - Spettacolo con i Butteri della Maremma Tradizioni equestri e buona cucina. Spettacolo con i Butteri e cena con menù tipico maremmano presso l?agriturismo Giuncola e Granaiolo in loc. Giuncola (ogni verdì a partire dalle 19,45). Info e prenotazioni: 0564 405922 - 335 6872981 Sabato 31 agoSto ? Castiglione della Pescaia - ?Na girata a Le Mortelle per la Fondazione ANT? Visita guidata con degustazione di vino a Le Mortelle, la fattoria dei Marchesi Antinori a Castiglione della Pescaia, nel cuore della bassa Maremma: l?intero ricavato della manifestazione sarà impiegato per sostenere il servizio di assistenza domiciliare gratuita ai Sofferenti di tumore e i progetti di prevenzione oncologica della Fondazione ANT nella regione Toscana. ? Follonica - Parco Centrale 2013 ore 17.00 Piazza a Mare Croce Rossa Comitato Locale di Follonica FESTA DELLA BIRRA (fino al 1° settembre) ? Follonica - ?M?innamoravo di tutto? Parole, sguardi, sogni di un Paese che non si arrende - ore 21,15 Giardino del Casello Idraulico In ricordo di don Sebastiano Leone. A 10 anni dalla scomparsa. Con Don Luigi Ciotti. Info: tel. 0566 59246 - 59348 ? Giannella (Orbetello) - Tuscany Bay Serate in musica al Jazz Bar del Tuscany Bay sulla Strada Provinciale della Giannella. Programma: ?Special Event? - con la nuova rivelazione del jazz inglese: il pianista-cantante ANTHONY STRONG. Info: tel. 0564 1768027 - 335.6596.167 ? Grosseto - Serate Danzanti sotto le stelle Ballo all?aperto organizzato presso la Pista di pattinaggio di via Mercurio (ore 21). Ingresso a pagamento (euro 4 a persona). Info tel. 0564 450461 - 329 2945349 ? Magliano in Toscana - Estate Maglianese Magliano in Toscana, Porta San Giovanni, ore 21.45 Irish music. The West Wind Trio ? Pitigliano - Estate 2013 SETTEMBRE DI VINO - Festa delle cantine - Apertura cantine h. 18.00 - Cena nei vicoli - Musica itinerante - Spettacoli (fino al 1° settembre) ? Poggi del Sasso (Cinigiano) - Amiata Piano Festival 2013 Rassegna concertistica. Programma: DIONISUS - Cantina di Collemassari, Poggi del Sasso (GR), h. 19 / 7 pm - MUSICA NUDA, Petra MAGONI e Ferruccio SPINETTI. Info: www.amiatapianofestival.com ? Porto Santo Stefano - Eventi Estate 2013 piazza Indipendenza ore 21.30 serata musicale ?O la bossa o la vita? Pro Loco Porto Ercole | Spettacolo danzante piazza dei Rioni Asd Odissea 2001 l?agenda ? 93 Le rubriche Le rubriche C?è dA vedere | Perle e itinerari da scoprire in terra di Maremma l?astrologia che non ti aspetti nei dipinti di palazzo orsini, importanti scoperte di portata nazionale a pitigliano di angElo biondi Sono davvero importanti ed inedite le recenti scoperte di carattere astrologico rinvenute nei dipinti restaurati (a più riprese) per iniziativa della Soprintendenza per i Beni Storici ed Artistici di Siena all?interno del Palazzo Orsini a Pitigliano. Proposte al pubblico nei mesi scorsi, sono state definite ?un vero evento per Pitigliano e per la nazione italiana, tutta? 94 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 aPPuntamenti fissi e sezioni tematiche Le pitture astrologiche I Nella foto, Pitigliano; sotto Palazzo Orsini l recupero della decorazione pittorica quattrocentesca del palazzo Orsini di Pitigliano, avvenuta in più tappe, è stato senz?altro un avvenimento di grande portata culturale ed artistica. In particolare, le ultime scoperte e gli ultimi restauri dei dipinti del palazzo di Pitigliano, proposti al pubblico recentemente, sebbene solo in parte conservati, sono stati, a detta del Soprintendente per i Beni Storici ed Artistici di Siena, ?un vero evento per Pitigliano e per la nazione italiana, tutta?. Infatti, i dipinti di soggetto astrologico, finora sconosciuti e ora riportati alla luce, assumono un?importanza storica di primo piano, oltre ad evidenziare l?influenza dell?astrologia su un personaggio come il Conte Niccolò III Orsini, famoso condottiero del secolo XV, noto come ?il Pitigliano? dal feudo di cui era Signore. I dipinti recuperati nella grande sala d?ingresso del Palazzo Orsini mostrano nel soffitto un vasto rettangolo decorato a greche rosse, dentro cui in un ampio cerchio ruotano sette carri di foggia antica attorno allo stemma ursineo centrale, mentre ai margini del cerchio in una fascia circolare ruotano a loro volta i segni dello Zodiaco. Il complesso della raffigurazione è stato definito come ?Trionfo degli Orsini?. Si tratta dei carri dei Pianeti (Saturno, Giove, Marte, Venere, Mercurio, il Sole e la Luna), ciascuno dei quali trainato da animali diversi e propri di ciascuno; nella raffigurazione di Pitigliano tre carri risultano trainati ognuno da una coppia di caproni, da una coppia di oche (o cigni?), da una pariglia di quattro cavalli, il primo dei quali presenta una gualdrappa con le bande bianche e rosse e la rosa dello stemma ursineo; due carri sono guidati da guerrieri con elmo e corazza, uno presenta un putto. Purtroppo, la raffigurazione recuperata è incompleta e per di più spezzata da un vecchio arco al centro della sala, costruito per rafforzare la volta a fronte di problemi statici; l?arco di sostegno racchiude sotto di sé anche lo stemma ursineo al centro, ma la Soprintendenza è riuscita a fare un calco dello stemma originario, che è stato posto sopra l?arco, restituendo così la visione del fondamentale punto centrale della composizione pittorica. Il tema di questi dipinti del Palazzo di Pitigliano è una evidente derivazione della nota serie di incisioni dei cosiddetti ?Pianeti Finiguerra?, in realtà attribuita all?incisore fiorentino Baccio Baldini (1436 circa-1487 circa), che raffigurano i sette pianeti, ognuno dei quali ha due case (una per il giorno e una per la notte) nei segni zodiacali che sono sotto la sua influenza, eccetto la Luna e il Sole, che le ruBricHe ? 95 Le rubriche hanno una sola casa. Di conseguenza i Pianeti, secondo le credenze astrologiche, influiscono sulle occupazioni di coloro che sono nati nel periodo dell?anno sotto l?influsso di ciascun pianeta, ne determinano le attitudini e il destino anche in relazione alla sfera morale; ne derivano così i cosiddetti ?Figli dei Pianeti?, di cui si trova traccia pure nei dipinti di Pitigliano, dove compare un paggio con due falconi, uno con il cappuccio, l?altro senza, chiara allusione all?occupazione della caccia; il paggio ha intorno alle spalle un indumento con le bande rosse e bianche e la rosa e dietro compare l?Orsa, tutti simboli araldici della famiglia Orsini. L?astrologia era molto in voga nel Rinascimento; ?tutto il secolo XV e una parte del XVI ? afferma il Pastor nella sua monumentale ?Storia dei Papi? ? sono dominati dalla vana credenza che si possa, dalla diversa posizione dei pianeti tra se e rispetto ai segni dello zodiaco, stabilire il futuro? In nessuna Corte d?Italia mancava l?astronomo aulico?? e l?astrologia si insegnava nelle Università. L?astrologia ha offerto nel Rinascimento ampia materia alla pittura, basti ricordare gli affreschi del Palazzo Schifanoia a Ferrara, quelli nella Sala delle Sibille degli appartamenti Borgia in Vaticano, poi le volte del Palazzo del Cambio a Perugia e le decorazioni della Farnesina a Roma. Ora si aggiungono i dipinti del Palazzo Orsini di Pitigliano, finora sconosciuti, che presentano notevole interesse e dimostrano l?inserimento dei Conti di Pitigliano, con Niccolò III, a pieno titolo nel circuito della raffinata cultura dell?Italia rinascimentale. Anche Niccolò III Orsini, come altri condottieri, era preso dalle credenze Particolare con carri trainati da animali astrologiche, tanto da accettare la carica di Governatore Generale e poi di Capitano Generale, cioè comandante supremo, delle milizie della Repubblica di Venezia solo nel giorno ritenuto ottimale dagli astrologi. D?altra parte nella stanza accanto a quella d?ingresso di palazzo Orsini è stato riportato alla luce un altro Zodiaco e uno degli stemmi personali, di cui Niccolò III si fregiava, era dato dalla sesta araldica a branche aperte verso l?alto, cioè quel compasso, la cui apertura corrisponde al lato dell?esagono inscritto in un cerchio, con vari significati simbolici, anche di natura astrologica; il compasso presenta un nastro svolazzante con il motto latino: TEMPUS, ORDO, NUMERUS, MENSURA, le stesse parole, che sembrano trovarsi sui cartigli sorretti da mascheroni alle quattro estremità delle pitture del ?Trionfo degli Orsini?. Palazzo Orsini appena costruito Niccolò III Orsini 96 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 È del tutto evidente l?intento celebrativo delle decorazioni pittoriche della sala d?ingresso al Palazzo Comitale di Pitigliano, dove spicca il ?Trionfo degli Orsini?: i carri dei pianeti ruotano attorno allo stemma di famiglia, ad indicare che le umane sorti, anche della famiglia dominante, sono determinate dagli astri e dai loro influssi, che si possono però governare con il tempo, il metodo, lo studio, la misura; inoltre vi erano raffigurati i più importanti personaggi degli Orsini e i possessi (reali o rivendicati) dei Conti di Pitigliano. Infatti, nella stessa sala sono stati recuperati sotto le vele alcuni ovali con personaggi della Famiglia Orsini: lo stesso Niccolò III, Paolo Marchese di Atripalda, Francesco Duca di Gravina (o Virginio Duca di Bracciano) e una donna velata (forse Elena Conti moglie di Niccolò III?); accanto ai personaggi sono venuti alla luce tre cartelle ottagonali, che rappresentano il Palazzo di Pitigliano, importante come attestazione visiva dell?edificio appena costruito, la Rocca di Sovana e un?altra Rocca (forse Nola ottenuta in feudo nel 1485?). Il recupero di queste ulteriori pitture, dovute all?impegno anche finanziario della Curia Vescovile di Pitigliano-Sovana-Orbetello (il Palazzo è la sede vescovile), fornisce consistenti motivi di interesse artistico e culturale al Museo Diocesano d?Arte Sacra, che qui ha sede proprio nell?ala nobile, e qualifica il Palazzo Orsini di Pitigliano come il più importante edificio rinascimentale della Maremma. Le rubriche L?Arte di oSPitAre | L?accoglienza in Maremma tenuta di montecucco, quando un agriturismo infonde pace e... fa bene allo spirito di nadia iacoPini Incastonato in un tipico paesaggio dell?entroterra collinare maremmano, nella zona del territorio di Cinigiano, l?Agriturismo Tenuta di Montecucco offre la possibilità di immergersi in un ambiente incontaminato, a diretto contatto con la natura. Una pace dei sensi che fa bene anche allo spirito. Provare per credere! 98 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 S elvatica, genuina, panoramica. Con strade e paesaggi che restano nella memoria e nel cuore. Una delle zone più belle della Maremma autentica, all?interno del cuore selvaggio della Toscana. Siamo tra il mare e la montagna, di fronte al tratto di costa che lambisce l?isola di Montecristo, visibile da qui all?orizzonte nelle giornate più nitide, ed alle spalle della vetta del Monte Amiata. Proprio in queste zone, tra acqua e monti, tra il verde dei boschi e le dolci colline coltivate a viti ed olivi, ed ancora tra borghi arroccati in cima ai colli, castelli e locande d?altri tempi, ecco che si svela una terra suggestiva, la zona del Montecucco, in direzione di Cinigiano, poco dopo essersi lasciati alle spalle la frazione di Poggi del Sasso. Una terra questa, ?con le nebbie sfumanti e il verde piano ridente ne le piogge mattutine? che ha ispirato poeti del calibro di Carducci, che proprio di queste colline si innamorò, nello stesso modo in cui si innamora ogni viaggiatore che per la prima volta si trova di fronte a questi paesaggi di infinita bellezza e fascino. Una Maremma che si svela con piacevole lentezza, tra i colori della natura e le stradelle incastonate che si insinuano tra questi paesaggi; e proprio proseguendo lungo la vecchia strada che da Poggi del Sasso oltrepassato l?Ombrone, porta verso l?antico borgo di Montecucco e Piantaverna, adagiata su un anfiteatro di colline si trova Collemassari, una cantina che vanta oltre 1200 ettari di terreno destinato all?azienda biologica agricola e vinicola, dominata dall?omonimo Castello, sede della stessa azienda e proprietà rinascimentale dei marchesi Patrizi, che la trasformarono in una caratteristica fattoria fortificata. Oltrepassata la quale, una strada prosegue fino a terminare il suo tracciato che porta di fronte alla chiesa dei Santi Pietro e Antonio Abate, vecchia proprietà della famiglia Piccolomini di Siena. Siamo arrivati alla Tenuta di Montecucco. La Tenuta si estende per circa 700 ettari tra vigneti ed oliveti, all?interno della zona del Montecucco Doc, a cui ha dato il nome. All?interno di essa, l?agriturismo composto da diversi casolari ristrutturati, dalla piscina e dal giardino che la circonda. Tra le palazzine, stanno diversi spazi verdi che creano al loro interno una piazzetta, che diventa palcoscenico, durante i periodi più belli dell?anno come adesso in estate, di tanti spettacoli ed eventi che vengono allestiti all?aria aperta. La struttura vanta ben 8 appartamenti tutti quanti ristrutturati e ben arredati secondo la tradizione toscana, riuscendo a combinare la tipicità della campagna alla modernità delle tecnologie più avanzate. Nel casolare principale è anche presente la sala ristorante per gli ospiti dell?agriturismo ed in alta stagione per tutti coloro che vogliono provare la bontà le ruBricHe ? 99 Le rubriche Nelle foto, alcuni scorci dell?agriturimo Tenuta di Montecucco della cucina maremmana tipica di queste zone. Sempre all?interno della fattoria, si trova un wineshop, dove oltre al vino è possibile acquistare anche l?olio prodotto nella Tenuta e la grappa che viene prodotta; è presente inoltre una meravigliosa cantina, quella che veniva utilizzata fin dai tempi più antichi, dalle generazioni precedenti che hanno iniziato con la tradizione del prodotto di Bacco, cantina questa che risulta essere una tipicità della Tenuta, all?interno della quale vengono conservate soltanto pochissime botti. La cantina in questo senso viene presentata come una sorta di fiore all?occhiello ai visitatori (ai quali viene aperta su richiesta) e viene custodita quasi fosse un museo storico delle tipicità dei prodotti enologici della zona, e che probabilmente lo diventerà proprio ufficialmente nei prossimi anni. Poco più avanti, sulla destra della chiesetta, si trova la piscina dell?agriturismo, con vista esclusiva sulla vallata e sull?orizzonte che guarda la fascia costiera del Parco della Maremma fino al Monte Argentario. Un complesso, quello della Tenuta, che si allarga verso la campagna tra le Nelle foto, alcuni scorci del Resort Pecora Vecchia 100 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 colline coltivate a viti ed uliveti. Una tipologia di terreno che è contraddistinta da un?ottima capacità drenante, adatta senz?altro alla coltivazione sia di viti che di olivi, che generano prodotti di grande qualità e struttura. Le ottime condizioni di esposizione del terreno, di cui la zona usufruisce, grazie agli influssi benevoli delle correnti miti provenienti dal mare e dell?aria più fresca ed asciutta proveniente dalla montagna, danno i migliori risultati sia in estate che in inverno. L?aria che si respira giunge infatti direttamente dal mare dal versante occidentale, tra le sagome dei Monti dell?Argentario e delle vette di Montecristo, che da qui dista in linea d?area soltanto 100 km e dalla montagna dal versante orientale, facendosi strada lungo i sentieri di Monticello e di Castel del Piano e scendendo giù direttamente dal Rifugio Cantore sul lato meridionale del Monte Amiata. Un?area molto grande quella dell?intera Tenuta, che si estende lungo qualche sentiero e qualche stradina sterrata che discende attraverso la vallata sottostante e risale tra le curve più o meno aspre, sotto la vegetazione naturale di boschi di lecci, mista a castagni e mac- chia mediterranea. Proseguendo lungo queste vie che si fanno spazio dentro la vegetazione, a circa 1,5 km dalla struttura principale troviamo l?altra perla della Tenuta, recentemente ristrutturata ed inaugurata (maggio 2013), il Resort Pecora Vecchia, il quale è composto da 8 camere, di cui 4 con terrazza e 4 con balcone, e 2 appartamenti, tutti quanti in stile tipico rurale e toscano, e dotate dei migliori comfort in fatto di tecnologia ed estetica funzionale. Una bellissima piscina è stata inserita all?interno della struttura, circondata anch?essa da stupendi giardini e da una vista incomparabile che si apre sul versante orientale del Monte Amiata. Un servizio di navetta è presente su richiesta per i clienti del Resort, che nei prossimi mesi potranno anche usufruire di un percorso segnalato ed allestito ad hoc da percorrere a piedi, in bici o a cavallo, e che permetterà di fare delle belle passeggiate mattutine o pomeridiane, o per concedersi un po? di allenamento e un po? di relax all?aria aperta all?insegna della buona tenuta fisica e mentale. Info: www.tenutadimontecucco.it Le rubriche L?AngoLo deL Libro| La Maremma in libreria ?metti la sella all?ultimo cavallo?, l?opera prima di ciarapica È ancora fresco di stampa, per i tipi di ExCogita Editore, il romanzo d?esordio di Roberto Ciarapica, dal titolo ?Metti la sella all?ultimo cavallo? un bel libro che presenta una Maremma d?altri tempi, ormai scomparsa, ma ancora viva nella memoria storica ed identitaria che ne alimenta costantemente il mito di corrado barontini U n romanzo di esordio, quello di Roberto Ciarapica, che ci racconta una Maremma che è rimasta immutata fino a pochi decenni fa. L?editore ExCogita, a proposito di questo libro, scrive nel risvolto di copertina che: ?è uno dei pochi romanzi utili che si pubblicano oggi. Utile perché racconta un mondo ormai scomparso; utile perché ripropone lessici ? familiarissimi ? dimenticati; perché combina epica (quella vera, quella che racconta il mito) e romanzo??. Giudizio appropriato e particolarmente vero nel caso di questo racconto perché l?autore si è saputo misurare, con arte e sensibilità, nell?uso di termini ed espressioni 102 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 ?maremmane? a partire dagli occhielli di apertura dei vari capitoli dove sempre viene citato qualche motto attribuito a ?Nonna Beppa?. L?aver dotato poi il libro di un ?Glossario?, lo trovo assolutamente utile per la comprensione delle espressioni usate che si riferiscono a ?forme tipiche della lingua maremmana parlata?. La storia è già contenuta nel titolo ?Metti la sella all?ultimo cavallo?? che si rifà ad un verso di una poesia del principe Francesco Ruspoli che nel 1958 dette alle stampe un suo volumetto di testi poetici: ?Ultima Maremma?, nel quale c?è il verso che dà il titolo a questo volume. Da una parte il segno di una nobiltà romantica che ha trovato nel latifondo delle terre maremmane un proprio interesse (non solo economico) che li ha legati indissolubilmente alle vicende di questa zona, dall?altra le persone (operai, commercianti, professionisti, lavoratori occasionali?) venute in Maremma per lavorare e guadagnarsi un pane amaro e che hanno finito per rimanere. La vicenda narrata nel libro si svolge nella Fattoria di Grancia, a pochi chilometri da Grosseto, ed il personaggio centrale è rappresentato dal fattore Oreste Bonfiglioli che ?impersonava quello speciale tipo d?uomo di cui in ogni tempo si dice: uomini così non ce ne sono più; non la razza dei Cesari o degli ingegni sovvertitori d?epoche e destini, quanto l?ordito efficientissimo dei subalterni, di quei pilastri che reggono con immutato zelo le sorti di un popolo o di un umile bilancio familiare? [?] Si era nel 1909 e il vecchio arnese aveva ormai ottant?anni. Al tempo della sua nascita il mondo conosciuto s?interrompeva al fiume Pecora e non ricominciava che oltrepassato il Fiora: ciò che restava era un immenso stige di miasmi e bestie brade, di maremme e di canneti infetti??. Questa parte iniziale del racconto inquadra la figura del fattore, il periodo storico e descrive lo scenario della Maremma di allora. L?altra parte della storia è occupata in gran parte dal giovane ?padroncino?: Lorenzo Sebastani, che venuto a far visita nella fattoria di sua proprietà, finisce per instaurare un rapporto, quasi filiale, con il Bonfiglioli, che sulle prime lo studia e lo avversa poi finisce per affezionarsi e trattarlo con premura dando all?occorrenza i propri consigli. Nel mezzo si mescolano mille storie di personaggi e situazioni che rappresentano nella narrazione la vera essenza di un mondo in bilico fra il cambiamento e la conservazione di valori millenari, ma anche di aspetti nostalgici interpretati col ripetersi dei momenti tradizionali e delle usanze (a partire dai ?Maggi?) e dai retaggi di un universo organizzato fra mezzadria e padroni, fra fattori e proprietari, ripetuto all?infinito come se dovesse rimanere immutabile. L?autore, nato e vissuto a Grosseto, dove lavora come libero professionista, ripercorre un filone narrativo che si rifà alle storie dei contadini, ai racconti delle veglie, affidati alle parole tramandate da una memoria lunga che ha saputo farle arrivare sino alla penna di Ciarapica che ce le ripropone scrivendole. Anche chi viene da fuori (come Lorenzo, il padrone della fattoria) sa cogliere ??nei discorsi di quella brava gente un rimestìo di argomenti impor- tantissimi e banali, il crudo profilo delle cose chiamate col loro nome, senza svolazzi e senza infingimenti; coglieva una prontezza che di certo aveva origini antiche, un parlar per formule che anziché impoverire esaltava il linguaggio, infiorettandolo d?amenità.? Chi scrive sa far breccia nel lettore con le immagini di una Maremma che è ancora quella terra sconfinata ?aperta ai venti e ai forestieri? come scriveva Bianciardi. ?La prima cosa è il vento ? scrive Ciarapica ? nelle bassure di Maremma il vento soffia sempre. E soffia giorno e notte, estate e inverno, quando con discrezione e quando deciso a far scontare agli uomini il dono dell?esistenza: più spesso caldo e nauseante come il fiato d?un cane, qualcosa che ti lecca, che ti cosparge della sua materia unta, vento pigro di noia, di cieli imprecisati e opachi, talvolta, invece, arriva da occidente come uno spirito marino salato e limpido, terribile se s?infuria, e opposto a lui il grecale che sa di spezie, di tutto ciò che è esotico e straniero; meno frequente è il tramontano secco e tagliente, che crogiola le orecchie, ricaccia il fiato in gola, puoi camminare seduto su di lui e mai lo imbrocchi...? Anche da piccoli pezzi descrittivi come questo si percepisce l?affetto e la conoscenza profonda che l?autore ha del territorio: ?Dall?altura di Moscona si godeva un panorama splendido. Nei giorni chiari come quello l?intera Maremma era visibile nella sua digradante varietà d?ambienti, per ognuno dei quali s?intuiva un clima proprio, addirittura un?epoca ben rimarcata dal diverso combinarsi dei colori. Sembrava convivessero ? talvolta in armonia, talvolta fin quasi a contraddirsi ? le anime di età lontane, paesaggi e storie che avevano ispirato santi e poeti, sofisti di taverna, pittori eretici, serve dalla lingua sciolta??; con pennellate così il libro si colora e fa percepire le ragioni profonde che devono aver attratto tanti forestieri venuti per lavorare e alla fine rimasti per modellare, con la propria opera e con il proprio linguaggio, l?identità stessa di questa terra che ancora si rintraccia nel carattere e nella schiettezza della gente che ci vive. Vale la pena di dire, con l?editore, che questo è un romanzo senz?altro ?utile? e, aggiungo, da tenere nella propria libreria. ?i corsari e la maremma?, storie di saccheggi e cruente battaglie tra realtà e leggenda È stato ripresentato il 15 luglio nella Piazza di Mezzo Franco a Giglio Campese - Isola del Giglio il libro ?I corsari e la Maremma - Storie e leggende delle incursioni barbaresche? (Edizioni Effigi, 2010) a cura di Massimo De Benetti e Piergiorgio Zotti. S torie di uomini e di mare, di paure e razzie, di scontri e di vendette. Sull?Isola del Giglio sono sbarcati ? ancora una volta ? i pirati con il volume ?I Corsari e la Maremma? (Edizioni Effigi) presentato ? o meglio ripresentato (visto il libro è stato stampato nel 2010) ? il 15 luglio scorso dall?autore Piergiorgio Zotti a Giglio Campese. Il volume è scritto a quattro mani con Massimo De Benetti. L?iniziativa rientra nella rassegna letteraria ?I colori del libro?, in programma fino al 16 settembre, organizzata dal Comune di Isola del Giglio e dal portale Toscanalibri.it in collaborazione con la Pro Loco e con il Circolo Culturale Gigliese. Il volume. Una storia avvincente per immagini di grande effetto. La Maremma viene descritta come una terra di avventure, saccheggi, battaglie, pirati e soldati, forzieri di storie lontane, relitti di un passato che ricorda chi quel mare lo ha solcato per combattere, per difendere, per ricchezza o schiavitù. Tra le pagine del volume, impreziosito da disegni e foto, si racconta la storia del tesoro di Montecristo, reso celebre dal racconto di Alexandre Dumas, e l?assalto al Giglio da parte dei pirati tunisini nel 1799. Un libro che vuole raccontare ma anche capire e ricostruire, far conoscere le testimonianze storiche e le tradizioni che costruiscono l?identità di un popolo. ?Un giorno, guardando le isole, abbiamo deciso di rendere omaggio all?adolescenza, a quella età dove tutto appare avventura affascinante, dolorosa e possibile. Sullo sfondo le montagne bluastre, aguzze dell?Elba, di Montecristo, della Corsica emergevano dal fondale come parte di un racconto a tratti tentato e a tratti solo immaginato. Dal mare l?Amiata, le Cornate, l?Argentario. Forzieri di storie lontane ma ancora presenti, relitti di un passato che riemergeva forte a ricordare chi quel mare lo ha solcato per combattere, difendere, per inseguire e fuggire, per ricchezza, schiavitù, per la gloria o l?oblio. I pirati e la Maremma: questo il racconto, il viaggio da intraprendere?. Titolo: I corsari e la Maremma Autori: a cura di Massimo De Benetti e Piergiorgio Zotti Disegni di Massimiliano Longo Anno: 2010 Prezzo: 18,00 ? Collana: Microcosmi Pagine: 168 Formato: 24,5 x 22,0 cm Legatura: Brossura ISBN: 978-88-6433-054-9 eBook: 5 ? le ruBricHe ? 103 Le rubriche ?tiburzi è vivo e lotta insieme a noi? ? Tiburzi è vivo e lotta insieme a noi?. È il titolo emblematico del Catalogo del Museo del brigantaggio di Cellere a cura di Vincenzo Padiglione e Fulvia Caruso ? edito da Effigi ? ma anche di una prospettiva tutta squisitamente antropologica che dà enfasi alla cultura popolare e custodisce la memoria e la storia di una cultura o di un personaggio, ma soprattutto lo fa rivivere attraverso tutto quello che intorno a quel personaggio ruota, il regno del Triburzi, appunto. Attraverso questa concezione il Museo di Cellere (Viterbo) ? paese natìo del celebre brigante ? non è soltanto la bella tomba della memoria storica, ma il luogo attraverso cui rivivere quella memoria. Perno dell?allestimento, così reinventato, è infatti il racconto reportage del giornalista Adolfo Rossi, espressione e costruzione della curiosità e del fascino che suscita il brigante, un viaggio, pertanto, non di documentazione sulla figura del Triburzi, ma una circumnavigazione intorno alla sua figura. Una prospettiva aperta di profonda conoscenza. L?allestimento del Museo del Brigantaggio di Cellere, ripercorre i luoghi e le vicende, ma nel contempo ne rivela e ne rileva un sostrato fatto di preconoscenze, fantasie, suggestioni dell?immaginario che fanno comunque parte della storia di un personaggio come quello del Brigante. L?interpretazione antropologica, che poi non è altro che una dinamica contemporanea che trasforma un Brigante locale in patrimonio storicoidentitario. 104 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 un libro racconta ?le strutture commerciali e sociali a grosseto? Non c?è due senza tre. Un detto che si conferma anche per il Comune di Grosseto ed in particolare per il Settore comunale della ?Gestione del Territorio? che ha recentemente presentato la terza pubblicazione relativa alla storia urbanistica cittadina P resentata a Grosseto nella sala del Consiglio comunale la terza pubblicazione a cura del Settore comunale della ?Gestione del Territorio? che si concentra, questa volta, sul tema delle strutture commerciali e sociali a Grosseto. Il testo segue infatti la prima pubblicazione, interessata al ruolo determinante svolto dall?Ente Maremma e i suoi poderi dopo la Seconda Guerra Mondiale, mentre la seconda ha riguardato l?occasione di sviluppo che, soprattutto nella zona di Alberese, ha rappresentato l?azione dell?Opera Nazionale Combattenti. In tutti questi casi gli autori, Marco De Bianchi, Direttore del settore Urbanistica, e Luca Seravalle, Istruttore direttivo dello Sportello Unico per l?Edilizia, hanno analizzato un aspetto importante della crescita urbanistica e sociale cittadina attraverso una meticolosa ricerca di archivio. Nel suo intervento in occasione della presentazione il sindaco di Grosseto Emilio Bonifazi ha voluto sottolineare la concorrenza tra le normative nazionali, tese a liberalizzare la realizzazione dei centri commerciali, e le più stringenti normative regionali che, negli ultimi anni, hanno regolato con più attenzione il fenomeno, ricordando ?(?) come nel Piano Strutturale del 2006 erano previste ben 170mila mq di attività commerciali che il Regolamento urbanistico ha invece dimezzato grazie anche all?evoluzione normativa? e aggiungendo ?come la ricerca di De Bianchi e Seravalle vada proprio ad evidenziare un fenomeno interessante di ?non luoghi? che diventano, con gli ultimi sviluppi, dei luoghi più aperti e interattivi ma anche che resta comunque necessaria la valorizzazione delle cosiddette realtà di ?vicinato? e lo sviluppo che, anche come Comune, stiamo favorendo dei centri commerciali naturali?. Il libro, dopo un utile e tradizionale inquadramento storico urbanistico e anche attraverso le parole del Direttore Marco De Bianchi, ricorda come: ?sin dalla fine degli anni ?70 fino alla metà degli anni ?90, Grosseto sia stata in grado di regolare in maniera ordinata attraverso i Ppa (Programmi pluriennali attuativi) la realizzazione di strutture commerciali?. Luca Seravalle, l?altro autore della ricerca, ha invece voluto concentrarsi sul concetto di ?non luogo? evidenziando, dopo l?illustrazione del percorso storico della realizzazione delle diverse tipologie di centro commerciale sul nostro territorio, come: ? (?) si sia arrivati oggi ad un modello di ispirazione francese, con una serie di attività complementari organizzate in ?galleria commerciale? intorno a un ipermercato. Il tutto ? ha proseguito ? servito da ampi parcheggi a misura di automobilista. Grandi strutture che si inseriscono nel concetto di ?non luogo? anche se qualche forma di socializzazione sembra interessare i giovani negli ultimi anni, specificamente nella più recente tipologia di strutture che sono caratterizzate dalla presenza di ampi spazi, ristorazione, wi fi e altro ancora e che tendono a trasformare un ?non luogo? in un ?luogo? fruibile anche senza comprare?. Le rubriche vino e dintorni | Notizie varie dal mondo del vino e non solo cantina vignaioli del morellino, un convegno per brindare a quarant?anni di storia! Si sono chiusi con un grande e partecipato convegno sul tema ?Vino + Cooperazione + buone pratiche = una ricetta per il successo?? andato in scena al teatro Castagnoli di Scansano, i festeggiamenti per il quarantesimo anniversario della Cantina Cooperativa dei Vignaioli del Morellino di Scansano di lorEnzo Falconi Q uarant?anni da festeggiare con l?entusiasmo della prima volta, quarant?anni per tracciare un bilancio e scoprirsi tra le eccellenze del territorio maremmano, quarant?anni da bere tutti di un sorso. Nella cornice del teatro Castagnoli, la Cantina Vignaioli del Morellino di Scansano ha tagliato un traguardo importante, quello dei quarant?anni e lo ha fatto con un convegno in Nella foto il presidente Benedetto Grechi con il sindaco di Verona Flavio Tosi 106 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 grado di coinvolgere persone illustri, ma anche di sviluppare idee per il futuro, sulla base di numeri più che interessanti nel settore vitivinicolo. Sono infatti 150 i soci della cooperativa, 450 gli ettari di vigneto coltivati che portano ad una produzione di 2 milioni e mezzo di bottiglie di vino, per un fatturato di 8 milioni di euro. Ma c?è di più, perché nel corso di questi quattro decenni i giovani sono stati riportati alla viticoltura, visto che il 30% dei soci è al di sotto dei 40 anni e il 30% della base sociale è al femminile. Quote rosa e imprenditoria giovanile, quindi, questa la ricetta per dare slancio ad un prodotto tipico come il vino, sia dal punto di vista dell?economia attuale, sia come traino per il futuro. Significativa l?emozione, davanti a queste cifre e a questo cammino, del presidente Benedetto Grechi che, commosso, è partito dal doveroso ringraziamento ai soci, prima del personale discorso: «Insieme, ritiriamo un diploma e intraprendiamo un altro percorso che ci porterà alla laurea, in quella che io chiamo ?scienza dell?efficienza?». Ci si interroga, quindi, come da titolo del convegno, se vino, cooperazione e buone pratiche, possano diventare la ricetta del successo: «Una domanda che per me diventa certezza ? ha concluso Grechi ?, possiamo sostituire il punto interrogativo con quello esclamativo». Tra gli ospiti illustri anche il sindaco di Verona Flavio Tosi, in rappresentanza di una regione, il Veneto, di fondamentale importanza nel panorama vitivinicolo e cooperativo italiano. «Bevo e apprezzo il Morellino di Scansano ? ha precisato Tosi ?, prodotto che nasce in un territorio amato, in quanto più intatto rispetto ad altre realtà del Paese. Fare cooperativa significa mettersi insieme per la crescita, con percorsi comuni che servono a stare sul mercato. Le istituzioni, quindi, devono agevolare questo compito, sembra un paradosso, ma in Italia è più facile ostacolare che favorire alcune buone pratiche». Tra gli assenti, invece, il sindaco di Firenze Matteo Renzi, bloccato da altri impegni, ma desideroso di partecipare all?incontro. Grazie all?utilizzo delle nuove tecnologie, è riuscito in ogni caso a lasciare un?impronta, grazie alla e-mail inviata in tempo reale: «Quarant?anni sono un grande traguardo. Nel caso della Cantina Cooperativa Vignaioli del Nella foto un momento del convegno andato in scena al teatro Castagnoli di Scansano Morellino di Scansano ? ha scritto Renzi nel messaggio fatto pervenire al teatro Castagnoli ? non c?è solo la longevità dell?impresa ma anche la qualità del prodotto, la sua riconoscibilità, lo spirito imprenditoriale che la caratterizza e che premia anche giovani e donne che hanno creduto in questa opportunità e hanno voluto investire in una eccellenza del loro territorio. Il vino, sempre più, è uno dei tratti distintivi del made in Italy, una straordinaria ?start up? sulla quale dobbiamo puntare per il rilancio del nostro Paese e che dobbiamo valorizzare al massimo perché è anche da qui che riparte l?economia in un momento di crisi. Alla Cantina vanno quindi i migliori auguri di buon lavoro e un in bocca al lupo per le sfide che il mondo vinicolo dovrà affrontare nei prossimi anni e che saprà, ne sono certo, superare con slancio ed entusiasmo». Molte le autorità che hanno portato il loro saluto in questo quarantesimo compleanno, tra queste il presidente della Provincia di Grosseto Leonardo Marras che, oltre agli auguri di rito, ha ricordato «l?impegno di una struttura nel cercare una strada, crederci, e infine trovarla». Il presidente della Camera di commercio di Grosseto, Giovanni Lamioni, ha parlato di «scommessa vinta, attraverso un percorso virtuoso basato sul binomio vino-territorio, in grado di raggiungere un appeal importante e di rilanciare il concetto del brand Maremma». Infine, il sindaco di Scansano Sabrina Cavezzini che da padrona di casa si è dichiarata «orgogliosa dei vignaioli per la forte passione espressa verso un territorio che riesce a rimanere vivo grazie ad attività come questa, evitando così lo spopolamento che contraddistingue altre realtà. Il nome di Scansano, grazie a questo impegno, giunge in ogni parte del mondo». Frasi e attestati di stima che confermano i progressi di un cammino lungo quasi mezzo secolo. Una sfida che passa anche attraverso i profondi mutamenti economici e di mercato, ma che, in ogni caso, non hanno compromesso il risultato raggiunto da una delle eccellenze dell?entroterra maremmano. Sono quarant?anni tutti da bere, quindi, quelli dei vignaioli, per un brindisi virtuale da effettuare, rigorosamente, alzando al cielo un calice di vino contenente Morellino di Scansano. Nella foto il parterre dei relatori le ruBricHe ? 107 Le rubriche WINE & FOOD NEWS metti una sera a cena? d?estate a ?il vicoletto? di talamone Talamone, un antico borgo di mare tra i più belli e suggestivi in Maremma e che d?estate diventa un luogo magico, meta di tanti turisti. Mare azzurro come il cielo e profumi mediterranei ci fanno da sfondo mentre dal Porto si sale nel centro storico. Ed è proprio entrando in una ?viuzza? che si arriva al Ristorante Il Vicoletto gestito dalla Famiglia Acanfora di origine napoletana. Lo chef Antonio Acanfora (il suo vero nome è Antonello), di lunga esperienza internazionale, consolidata soprattutto a Melbourne (Australia), con suo fratello Massimiliano ma supportato da tutta la sua calorosa famiglia, ha creato a Talamone un ristorante che è molto di più di un posto in cui mangiar bene. Tutto a base di pesce freschissimo, piatti genuini come richiede la tradizione mediterranea ma creati con l?arte e l?esperienza di un grande cuoco come lo è lui che agli ingredienti e alla materia prima rigorosamente di stagione, aggiunge fantasia, anima e cuore a tutto ciò che crea. Cenare all?aperto al chiaro di luna a Il Vicoletto è un?esperienza unica ed indimenticabile. La cordialità e la convivialità tipicamente partenopea della Famiglia Acanfora ci fanno sentire a casa rievocando nella nostra memoria sapori e ricordi d?infanzia e di vacanze vissute. Mangiar bene significa un insieme di cose e quando il buon cibo riesce a tra- Nella foto lo staff del ristorante ?Il Vicoletto? a Talamone 108 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 smetterci emozioni, allora vuol dire che c?è la vera pienezza del gusto! E lasciandoci sedurre dalla bellezza e dal folklore di questo paradisiaco angolo de Il Vicoletto di Talamone, scopriremo che la bontà ed il piacere sono gli unici investimenti che non falliscono e non tramontano mai! Info: tel. 0564 887424, www.trattoriailvicoletto.it (Antonella Vitullo) ?olivo della strega?: ecco i vincitori del concorso dedicato all?olio pregiato della maremma Si è svolta sabato scorso, 6 luglio, la premiazione della XIX edizione del concorso riservato ai produttori di olio extra vergine di oliva della provincia di Grosseto ?Olivo della Strega? promosso da Camera di commercio e Provincia di Grosseto. La premiazione quest?anno si è tenuta presso la sala del Consiglio comunale di Semproniano durante il convegno dal titolo ?Olivi secolari e il paesaggio degli olivi in Maremma?. Soddisfazione è stata espressa da parte degli organizzatori. ?Abbiamo produzioni enogastronomiche d?eccellenza su cui dobbiamo puntare ? ha commentato il presidente della Camera di commercio di Grosseto Giovanni Lamioni ?. Le Istituzioni, per prime, hanno il compito di valorizzare queste nostre ?risorse? nel modo migliore, soprattutto in momenti come quello attuale, di grave crisi economica. Promuovere la conoscenza delle esperienze di qualità, in grado anche di offrire nuovi strumenti di valutazione ai consumatori, ha un significato rilevante e strategico: siamo certi che rassegne come ?L?olivo della Strega? siano, a questo fine, particolarmente utili e degne di attenzione?. Ma ecco i vincitori del XIX^ Concorso Olivo della Strega 2013: Categoria intenso Fruttato: 1° posto Capua Winery; 2° Olio di Nonno Adamo di Adamo Piccini; 3° Az. Agr. Salustri Leonardo; Categoria Fruttato medio: 1° Franci s.n.c.; 2° A. Agr. Mascelloni Niccolò; 3° Az. Agr. Solidor di Andi Lorenzo; Categoria Fruttato leggero: 1° Az. Agr. Terre d?Olivi di Lombardelli Silvia; 2° Sassi Bianchi di Pellegrini Alfiero; 3° Az. Agr. S. Michele di Antonella Barzanti nuova sede e nuova vita per l?op Bar a grosseto Dal mese di agosto - il 12 - l?OP Bar di Grosseto si trasferisce in piazzale Cambogia n° 4 (zona artigianale angolo via Birmania/ via Siria). Locali nuovi e più ampi per accogliere l?affezionata e sempre crescente clientela. Ma tutto rimane all?insegna della qualità e delle caratteristiche del posto: mangiar bene e a prezzi contenuti. Cucina espressa per veloci pranzi di lavoro o per ottimi spuntini e dove fare una sosta piacevole per la prima colazione. Prodotti sempre freschi e tante proposte che Matteo Onza, proprietario dell?OP Bar, sarà come sempre lieto di offrire! calici di Stelle festeggia giuseppe verdi a duecento anni dalla nascita La magia delle stelle va a braccetto con musica e vino nella notte di San Lorenzo con Calici di Stelle che il 10 agosto festeggia i duecento anni dalla nascita di Giuseppe Verdi. È tutta dedicata al celebre compositore di Busseto infatti l?edizione 2013 dell?appuntamento targato Movimento Turismo del Vino in collaborazione con Città del Vino che torna in centinaia di piazze e decine di cantine di tutta Italia. Molte delle quali in Maremma. Dalla Valle d?Aosta alla Sicilia, sullo sfondo delle location più suggestive dello Stivale, gli enoappassionati saranno protagonisti del brindisi più atteso dell?estate tra ?Cene sotto le stelle? e degustazioni, ma anche musica, spettacoli, mostre, arte e design. Un?occasione per vivere la magia dei territori sotto le stelle all?insegna dei migliori vini e delle ricchezze culturali delle regioni italiane. Il movimento turismo del vino. L'Associazione Movimento Turismo del Vino è un ente non profit ed annovera circa 1000 fra le più prestigiose cantine d'Italia, selezionate sulla base di specifici requisiti, primo fra tutti quello della qualità dell'accoglienza enoturistica. Obiettivo dell?associazione è promuovere la cultura del vino attraverso le visite nei luoghi di produzione. Ai turisti del vino il Movimento vuole, da una parte, far conoscere più da vicino l?attività e i prodotti delle cantine aderenti, dall?altra, offrire un esempio di come si può fare impresa nel rispetto delle tradizioni, della salvaguardia dell'ambiente e dell'agricoltura di qualità. Le Città del Vino. L?Associazione Nazionale Città del Vino è una rete di Comuni, Province, Parchi, Strade del Vino e Comunità Montane a vocazione vitivinicola, depositari di almeno una Doc o Docg, impegnati nella promozione dei prodotti agroalimentari di qualità e custodi di una documentata tradizione enologica. Le Città del Vino sono un circuito di oltre 500 enti locali che rappresentano un ideale itinerario turistico nell?Italia dei borghi storici, delle città d?arte, di mare o di montagna. L'Associazione promuove e coordina progetti che valorizzano il turismo e le risorse ambientali, culturali, agroalimentari dei comuni associati, delle regioni e del Paese nel suo insieme. Collabora con i principali enti pubblici, associazioni di categoria - ambientaliste e culturali per diffondere la cultura dell'accoglienza, del rispetto per l?ambiente e del benessere alimentare. In Italia promuove adeguate politiche di sviluppo del turismo per i territori del vino. La sede nazionale è a Castelnuovo Berardenga (Siena). Info: www.movimentoturismovino.it Zero DistanZe, il locale che azzera le distanze tra il produttore e il consumatore L?azzeramento delle distanze tra il produttore e il consumatore?. Questa la filosofia della Pizzeria e ristorante Zero Distanze presso il nuovo Porto turistico Marina di scarlino in loc. Puntone T utto ha inizio quindici anni fa, quando Paolo, il proprietario del ristorante, per la prima volta ?mette le mani in pasta?? Nasce così Zero Distanze dalla passione per l?impasto e dalla volontà di realizzare un ?sogno verde?, una nuova concezione del mangiare, una nuova esperienza nel gustare la pizza e i cibi. Cibi e prodotti sani, freschi e locali messaggeri dell?intento che tutte le ?distanze? siano azzerate. La cornice che fa da sfondo a questo nuovo locale dove si mangia bene ed i prezzi sono contenuti è una delle più belle e suggestive location in Maremma: quella del nuovo complesso turistico residenziale Puro Beach a Marina di Scarlino. Lo scenario davanti a noi, mentre si cena sulla terrazza di Zero Distanze è quello mozzafiato di un bellissimo tramon- to rosso tra le vele bianche delle barche e il blu intenso del mare. Qui si può gustare una buonissima e genuina pizza (le proposte sono davvero tante ed invoglianti), oppure uno dei piatti freschi di giornata, come l?insuperabile Bourguignonne di pesce. ?Crediamo che conoscere la provenienza delle materia prima ? ci spiega Paolo ? sia una buona abitudine per mangiare buono e sano. Qui a Zero Distanze si può, perché la bandiera di questo ristorante è soprattutto l?azzeramento delle distanze tra il produttore e il consumatore, tra il giusto prezzo e il gusto e tra l?ambiente e la buona tradizione culinaria. Con il piacere di servirvi una pizza in riva al mare...?. Info e prenotazioni: tel. 334 2339219, sito web www.pizzeriazerodistanze.it Antonella Vitullo Nella foto la terrazza della pizzeria ristorante Zero Distanze le ruBricHe ? 109 Le rubriche di vino in Cibo | I protagonisti dell?enogastronomia maremmana il Fiorino, una lunga storia di successi con un solo credo: la qualità È davvero una bella storia ? fatta di passione, coraggio, impegno e dedizione ? quella che raccontiamo questo mese nello spazio dedicato ai protagonisti dell?enogastronomia maremmana. Già perché qui, con il Caseificio Il Fiorino, siamo di fronte ad una delle più importanti aziende casearie della Toscana un?autentica eccellenza di Maremma che sta ottenendo importanti riconoscimenti anche su scala internazionale. di sara landi U n tripudio di forme di cacio, di profumi, di premi e riconoscimenti e la suggestione di fotografie in bianco e nero che raccontano la storia di un grande prodotto artigianale che si intreccia con quella, privata, di una famiglia. Così ci accolgono, nel loro punto vendita e degustazione all?ingresso dello stabilimento, Angela e Simone del caseificio ?Il Fiorino? con sede a Nella foto il fondatore Duilio Fiorini 110 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 Roccalbegna. Un piccolo angolo che racchiude in sé decenni di storia, di lavoro artigianale, di scommesse imprenditoriali e di genuina passione per la Maremma e i frutti della sua terra. Le origini Il caseificio viene fondato nel 1957 da Ferrero Fiorini e dal figlio Duilio, appartenenti a una famiglia di pastori che dal Casentino scendevano abitualmente per la transumanza alle pendici del Monte Amiata, dove poi la famiglia Fiorini si è stabilita definitivamente, proprio a Roccalbegna. Sono in corso delle ricerche, che confluiranno presto in una pubblicazione, per ricostruire le origini aretine e la storia della famiglia, legata a doppio filo con l?attività della pastorizia e la tradizione della transumanza. È un?intuizione temeraria, almeno all?inizio, quella che porta Ferrero e Duilio a far nascere una delle prime aziende casearie toscane. I pastori erano abituati a produrre ciascuno per conto proprio il formaggio e di conseguenza non esisteva fino ad allora omogeneità produttiva. ?I primi anni furono quelli più difficili ? confermano Simone Sargentoni e la moglie Angela, figlia di Duilio, che hanno preso le redini dell?azienda di famiglia ?. Bisognava convincere i pastori del fatto che fosse un vantaggio conferire il latte al caseificio anziché fare il formaggio in proprio?. Superate le iniziali resistenze, tutta la storia successiva de ?Il Fiorino? è all?insegna dell?innovazione senza mai dimenticare la tradizione. Così a fine Nella foto Duilio, Simone, Angela e... le nuove leve del Caseificio Il Fiorino anni Settanta Duilio ?inventa? il cacio marzolino riprendendo la ricetta dell?antico formaggio della transumanza. ?Purtroppo allora non esisteva la possibilità di depositare il marchio ? commenta Simone ? e quella ricetta è stata presa e copiata anche altrove, con il risultato che ora si fa il marzolino perfino nel Lazio?. Ma, non c?è dubbio, alla maniera di Duilio (e con la forma e il gusto che gli sono peculiari) lo si continua a fare solo nel caseificio di Roccalbegna. Ma Duilio Fiorini (oggi 88enne) è pioniere anche in altro: nel 1985 è cofondatore (insieme ad altre otto aziende) del Consorzio di tutela del Pecorino toscano, unico formaggio della nostra regione a poter vantare la Denominazione di origine protetta (Dop). I numeri e la filosofia del Fiorino Sono circa due milioni i litri di latte trasformati annualmente dal caseificio ?Il Fiorino? la cui produzione comprende oggi una vasta gamma di prodotti che include ben 35 referenze di formaggio e 4 di ricotta. Gli allevatori che conferiscono il latte al caseificio sono circa trenta e si trovano tutti in un raggio di poche decine di chilometri dallo stesso stabilimento. Un?azienda moderna dove lavorano oltre venti persone, che continuano a fare il formaggio come ?una volta?, secondo i dettami di quella che Simone e Angela chiamano l?arte di famiglia: scelta accurata delle materie prime; lavorazione manuale; salatura a secco; maturazione del tutto naturale e stagionatura nel caseificio e affinamento in grotta. A tutto questo segue un aggiornamento continuo delle persone. Gli stessi titolari, Simone e Angela, si sono diplomati quest?anno maestri assaggiatori dell?Onaf (Organizzazione nazionale assaggiatori di formaggi). Quanto al caseificio presto otterrà le certificazioni internazionali Brc e Ifs richieste dalla grande distribuzione nei mercati esteri dove peraltro i prodotti de ?Il Fiorino? sono già presenti. I paesi dove attualmente ?Il Fiorino? esporta i suoi formaggi sono Germania, Inghilterra, Norvegia, Svezia, Danimarca, Spagna, Giappone, Stati Uniti, Australia e ultimamente la Francia. La ricerca di nuovi sapori L?ultimo nato in ordine di tempo in casa de ?Il Fiorino? è il pecorino aromatizzato al pistacchio verde di Bronte Dop. Si tratta di un prodotto dove si sposano perfettamente due eccellenze agroalimentari (il nostro pecorino e il cosiddetto ?oro verde? siciliano) distanti culturalmente e geograficamente, ma non nel gusto, a dimostrazione ulteriore della ricerca continua di Simone e Angela. Solo da una filosofia di questo genere del resto, sottolinea Simone, poteva nascere nel 2006 il ?Riserva del fondatore Duilio Fiorini?, un formaggio che lui stesso, che lo ha ideato insieme alla moglie, non esita a definire ?estremo?. ?Vuoi per la particolarità della lavorazione, vuoi per le dimensioni importanti della forma ? dice Simone ? il Riserva del fondatore era un formaggio difficile da proporre sul mercato per cui siamo partiti con piccole quantità, ma in poco tempo ha saputo conquistare tutti?. La clientela, prima di tutto, ma anche gli esperti e gli addetti ai lavori che al Riserva del fondatore, hanno attribuito importanti riconoscimenti. Già terzo classificato nel 2012 ai ?World Cheese Awards? di Birmingham, il Riserva del fondatore ha vinto a giugno le ruBricHe ? 111 Le rubriche la medaglia d?oro al ?Mundial du fromage et des produits laitiers? di Tours, nella valle della Loira. Una soddisfazione resa ancora più grande dal fatto che perfino nel nome e nell?etichetta questo prodotto è un omaggio al primo artefice del Fiorino, Duilio Fiorini. E poi c?è il fatto, non di poco conto, di aver vinto in terra di Francia. ?Ottenere la medaglia d?oro a un concorso internazionale organizzato in casa dei più agguerriti concorrenti dell?Italia in campo caseario è un risultato che vale doppio ? ha detto, non a caso, il presidente della Provincia di Grosseto, Leonardo Marras, commentando il successo del Fiorino a Tours ? per questo faccio i miei più sinceri complimenti a Angela Fiorini e Simone Sargentoni per il risultato ottenuto. È grazie a imprenditori appassionati e competenti come loro che possiamo ancora guardare al futuro con un po? di fondato ottimismo. Aver trasformato un?azienda artigianale a conduzione familiare, collocata in un?area marginale e sprov- 112 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 vista di infrastrutture, in un moderno caseificio che non ha perso i legami con la tradizione e riesce ad esportare in tutto il mondo è il loro successo più prestigioso. È la conferma che il nostro vero tesoro è costituito dalla sapienza artigianale e dalla qualità incorporati nei nostri prodotti agroalimentari?. Il legame con la Maremma ?La valorizzazione della Maremma è sempre stata il nostro credo ? dice Simone ? anzi per certi aspetti si può dire che come caseificio abbiamo cominciato a investire nel marchio Maremma in anni in cui ancora non ci credeva o non ne parlava nessuno. Bisogna continuare su questa strada ma ci vogliono più coesione e sinergia tra tutte le parti (mi riferisco sia alle aziende che agli organi competenti): dobbiamo ?fare sistema? nei fatti e non solo a parole. Si parla tanto di promozione della Maremma ma poi in un qualunque ristorante medio della nostra provincia il turista trova la Falanghina o il cacio di Pienza al posto dei nostri vini e dei nostri formaggi. Bisogna ripartire da qui?. Una storia di successi Il Fiorino è menzionato con onore nelle principali guide per gourmet e intenditori. Basti considerare che la guida del Gambero Rosso, che nel 1989 definì Duilio Fiorini ?il mago del pecorino? e nell?edizione del 2012 della stessa, menziona ben tre referenze del caseificio definendolo il migliore della Toscana. Inoltre ?Il Fiorino? è segnalato quale una delle migliori aziende casearie nell?annuario ?Il golosario?, la guida ?alle cose buone d?Italia? curata dal giornalista enogastronomico Paolo Massobrio. Senza dimenticare il titolo di ?Migliore dei migliori? conquistato nel cinquantesimo anniversario della fondazione del caseificio al trofeo caseario San Lucio di Pandino (Cremona) che nel settore equivale all?Oscar dei formaggi. Info: www.caseificioilfiorino.it Foto del servizio di Cesare Moroni Le rubriche A tAvoLA | Il ristorante del mese ?locanda nel cassero?, il fascino di un?osteria d?altri tempi dalla cucina semplice e curata ?La nostra cucina è elencata come uno dei 10 buoni motivi per venire in Maremma!?. Partiamo da qui, dalle parole del titolare, in relazione ad un articolo pubblicato qualche anno fa su La Cucina Italiana, per presentare questo mese nello spazio dedicato ai ristoranti la Locanda nel Cassero, un bel locale situato a Civitella Marittima animato da Alessandro Prosperi che qui ha realizzato il suo sogno professionale nel mondo dell?accoglienza e della ristorazione di cElEstino sEllaroli Nella foto l?esterno 114 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 C i sono angoli in terra di Maremma dove il tempo sembra essersi fermato, dove la dimensione spazio-tempo diventa ovattata al punto che, passeggiando, hai quasi la sensazione di finire, da un momento all?altro, catapultato indietro nei secoli? come accadde a Massimo Troisi e Roberto Benigni nel celebre film del 1984 ?Non ci resta che piangere?. Lì Mario (Troisi) e Saverio (Benigni), trovato chiuso un passaggio a livello, passano la notte in una locanda, e la mattina scoprono di essersi risvegliati? a ?Frittole?, un immaginario borgo della Lucchesia, nell?anno 1492, quasi 1500? Qui, invece siamo a Civitella Marittima, un piccolo borgo (reale) arroccato su un cucuzzolo al confine con la provincia di Siena. Un borgo davvero suggestivo che affascina per le strette vie, per le case antiche, per il silenzio che regna sovrano e che ti porta inevitabilmente ad immaginare, col pensiero, come potesse essere la vita in queste lande in anni e secoli addietro. Perché questo incipit? Semplice. Per- ché a Civitella Marittima c?è luogo particolare che merita di essere raccontato, talmente particolare da spingere una scrittrice finlandese Leena Lehtolainen ad ambientare proprio qui alcuni passaggi del suo libro thriller ?Der Lowe der Gerechtigkeit?? Questo luogo è la Locanda nel Cassero, un bell?affittacamere con annesso ristorante osteria: un piccolo gioiello, frutto dell?amore per il proprio lavoro di Alessandro Prosperi e dei suoi collaboratori. Le esperienze Alessandro è nativo di Siena, ma è civitellino di adozione visto che qui risiede e vive ormai da molti anni. Matura, in ambito culinario, significative esperienze. ?Soprattutto all?estero ? sottolinea il diretto interessato ?, prima a Londra al Savoy, poi in Francia al Noga Hilton di Cannes dove ho avuto modo di lavorare con un sottochef di Alain Ducasse. Una volta rientrato in Italia sono stato per diversi anni sottochef di Luca Ciaffarafà al Park Hotel Siena Villa Gori Golf Club, della prestigiosa catena alberghiera Royal Demeu- Nella foto uno scorcio della sala; sotto Alessandro Prosperi re, che annovera altre tre ?gemme? tra cui il Grand Hotel Continental ancora a Siena?. La sfida Nel frattempo, siamo nel 1997, Alessandro acquista l?edificio che in origine era un vecchio frantoio, dismesso da una quindicina d?anni, e dopo un accurato restauro durato più di un anno inizia la sua avventura in proprio. ?La Locanda, nella parte relativa alle camere, nasce nel 1998. È invece del 1999 l?inizio dell?attività di ristorazione che va a completare quella relativa all?accoglienza, ma che ormai comunque vive anche una sua vita propria?. Una locanda in un piccolo borgo di Maremma, per certi versi rappresenta una sfida, una bella sfida dall?esito non scontato. ?In effetti ? sottolinea ancora Alessandro ? sono fiero di quello che ho fatto. La mia è stata una scommessa, che posso dire di avere vinto. L?idea sin dall?inizio è stata quella di dar vita ad una cosa rustica. In prima battuta avevamo pensato ad un bar-pub, poi successivamente ci siamo orientati verso una struttura ricettiva che qui mancava da anni. Ecco sta in questo l?idea della scommessa: l?aver fatto rivivere in questo piccolo borgo un luogo della memoria, ovvero una locanda d?altri tempi, dal sapore antico, con camere dove poter dormire e un locale dove poter assaporare cibi genuini e naturali. Il tutto all?insegna della semplicità, che non significa mancanza di cura nei dettagli e nei particolari. Tutt?altro?. La cucina ?La nostra ? precisa Alessandro ? è una cucina tipicamente toscana, prevalentemente di terra, ma dove il pesce non manca. Per entrare più nello specifico proponiamo un?offerta di piatti tradizionali, rivisitati, a turnazione stagio- nale, ovvero strettamente collegati ai diversi prodotti della terra che è possibile reperire nei vari periodi dell?anno. Il menù è semplice: cinque o sei antipasti, altrettanti primi, secondi e dolci. La pasta e i dolci sono fatti in casa. Sempre presenti anche i piatti vegetariani. Insomma, un?offerta chiara, rustica ed elaborata, ma sempre con un approccio semplice?. Il menù Il menù ruota attorno alle stagioni e ai prodotti che la terra, nelle diverse stagioni, offre. Volendo fare una rapida carrellata dell?offerta (relativa ai mesi estivi) segnaliamo come antipasti ?La panzanella classica?, ?Il rivolto del Cassero?, ?Fiori di zucca farciti alla ricotta e basilico su crema tiepida di pomodoro fresco, l?antipasto toscano?, ?Sovrapposizione di pane con caprino tiepido su insalatina con mele, noci e gocce di miele?, ?Alici gratinate al pane aromatico su bietola tiepida?. Trai primi abbiamo: ?L?Acquacotta alla Civitellina?, i ?Pici con crema al basilico e fagiolini?, le ?Lasagnette con melanzane al timo, le ruBricHe ? 115 Le rubriche mozzarella e parmigiano, su pomorola?, ?Tagliolini profumati alla scorzetta di limone e paprika con vongole veraci?, ?Paccheri al pomodoro fresco piccante con salsiccia, zucchini e qualche oliva?. Tra i secondi (serviti già con i contorni) il menù offre: ?Costata o fiorentina di vitellone alla griglia?, ?Pollo semidisossato profumato allo zenzero stufato con cipolle novelle e zafferano?, ?Scaloppa di Ombrina al forno su caponata di verdure estive?, ?Tagliata di cinghiale marinata al ginepro e alloro con gocce di balsamico invecchiato e rucola?, ?Trittico di farciti su peperoni grigliati (piatto vegetariano)?. Infine, tra i dolci in questo periodo l?offerta è composta da: ?Tortino allo yogurt con ananas caramellato con lamponi e gelati al cocco?, ?Cheesecake al limone con salsa alla liquirizia?, ?Cremé Brulé alla vaniglia naturale?, ?Piatto di dolci tipici con vinsanto?, ?Semifreddo al croccantino ?bacio di Siena? con crosta di cioccolato, salsa alla nocciola?, ?Semifreddo al caffè con crema al mascarpone, cacao e salsa al cioccolato?. Piatti particolari Molti i piatti particolari che caratterizzano l?offerta. Tra questi ne segnaliamo due: ?Il rivolto del Cassero?, a base di pastella fatta con acqua e farina (crespelle) con pancetta grigliata e caciotta (assai apprezzato e infatti è sempre presente nel menù) e le Lasagnette gratinate con varie infarciture a seconda delle stagioni. Le persone Lo staff è snello ma affiatato. Con Alessandro chef maestro ai fornelli, lavorano Daniele in cucina, e Paola. Quest?ultima ?che non è mia moglie? ? si affretta a sottolineare sorridendo Alessandro (visto che in tanti nel vederli sempre insieme hanno immaginato che tra i due vi fosse un legame coniugale) 116 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 Nella foto, la terrazza imbandita particolarmente apprezzata d?estate ?, si occupa della sala e cerca di servire al meglio la clientela. Una clientela fatta di turisti, di viaggiatori di passaggio, ma anche di affezionati frequentatori: gente che ama il calore di un luogo particolare e delle persone che lo animano e lo rendono vivo. Recensioni e segnalazioni La Locanda nel Cassero è ben posizionata in molte guide ed è stata recensita da diverse testate nazionali, come ?Dove? nel 2012. È segnalata con 2 forchette sulla Guida Michelin dai primi anni 2000. Nel 2007 è stata inserita nella Guida Osterie d?Italia di Slow Food. Inoltre, figura tra i locali raccomandati nel numero di ottobre 2008 di La Cucina Italiana. ?La nostra cucina è elencata ? precisa entusiasta Alessandro ? come uno dei 10 buoni motivi per venire in Maremma!?. Prodotti locali e vini Altro aspetto da evidenziare è quello relativo ai prodotti. Tutti della zona, ?tranne il pesce ? precisa ridendo Alessandro ? visto che Civitella pur chiamandosi Marittima non è sul mare??. Ma in ogni caso non si va troppo lontano dal momento che comunque la materia prima arriva dalle coste maremmane. Carne, olio, verdure, formaggi (buona e variegata la selezione) sono invece dei paraggi per dare un quid specifico e territoriale (terroir si direbbe per i vini) ai sapori di questo locale. Anche dal punto di vista enologico la Locanda presenta un carta dei vini intrinsecamente legata al contesto. Qui siamo nella zona del Montecucco e le oltre cinquanta etichette presenti in lista ruotano attorno a questa denominazione oggi sempre più apprezzata. Che altro aggiungere? Poco se non che si tratta di un locale da sperimentare e che merita sicuramente una sosta a tavola! La Locanda nel Cassero è aperta tutto l?anno tranne da fine novembre alla prima quindicina di dicembre e dal periodo successivo all?Epifania fino ai primi di febbraio (di regola l?apertura stagionale avviene per San Valentino). Si trova in via del Cassero, 29/31 a Civitella Marittima (GR). Per info e prenotazioni questo il numero di tel. 0564 900680. Per saperne di più ci sono anche il sito web www.locandanelcassero.com e la pagina Facebook. Le rubriche LA riCettA| Prelibatezze da cucinare e... gustare Saranno anche? brutti? ma sono decisamente buoni! La ricetta del mese in questo numero si sofferma su un dolce particolare, dal nome decisamente curioso: i ?brutti, ma buoni?. Bè probabilmente non si presenteranno bene, ma una cosa è certa: in bocca hanno un sapore, specialmente se serviti con la panna montata, davvero speciale. Ed è questo alla fine che conta! di alissa MattEi* L ?origine dei brutti ma buoni è incerta ed esistono moltissime varianti tra le quali le più famose sono quelle che si preparano in Toscana ed in Piemonte o forse in 118 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 Sicilia. È vero comunque che l?anno scorso visitando il Monferrato ho comprato un pacchetto di ?brut ma bon?, che conferma l?ipotesi piemontese. La differenza tra i biscotti piemontesi e toscani sta nell?uso delle nocciole nel primo caso e delle mandorle nel secondo, naturalmente in base alle produzioni locali. La ricetta è pressappoco uguale anche se piccole varianti possono cambiare molto il risultato finale; questa ricetta è il tipico caso in cui le temperature di esecuzione possono giocare un ruolo importantissimo. Inoltre anche il rapporto tra chiare dell?uovo, zucchero e nocciole è determinante per l?aspetto dei dolcetti. L?uso degli albumi, che normalmente derivano dalla preparazione di dolci o pasta, viene ad essere necessaria come riciclo del sottoprodotto da uovo. Ho provato a preparare i brutti ma buoni moltissime volte seguendo varie indicazioni ed il risultato è stato sempre diverso. Ho capito che anche variando di poco la preparazione si può ottenere risultati davvero poco comparabili. I veri brutti ma buoni sono duri e tenaci, la variante che vi propongo è molto friabile e saporita, una combinazione di una meringa (non tanto dolce) e delle nocciole fragranti che nel contrasto forniscono un piacere unico all?assaggio. Ingredienti per 6 persone Nocciole tostate Chiare d?uovo zucchero 300 g 220 g 300 g Come si preparano Innanzi tutto pesare le chiare in grammi e non in numero di uova, perché la quantità è variabile, poi usarle a temperatura ambiente. Montare a neve ferma con le fruste elettriche per circa dieci-quindici minuti aggiungendo lo zucchero dopo cinque. A parte tritare le nocciole tostate in maniera grossolana e mescolare con le chiare, avendo cura di usare molta cautela per non smontare le chiare. Normalmente a questo punto molte ricette dicono di scaldare mezz?ora sul fuoco basso, non ve lo raccomando, si appiccica al fondo e pareti e si smonta. Magari meglio provare a bagno maria. Ho deciso così dopo preparazioni obbrobriose, di non scaldare e lasciare la leggerezza del composto spumoso, da mettere sulle placche del forno aiutandosi con due cucchiai. La temperatura di cottura secondo me non deve superare i 140 °C ed il tempo è di 1 ora per fare asciugare bene i biscotti. Servire con panna montata per una leccornia straordinaria. Che dire forse i miei biscotti non sono brutti ma buoni, ma belli e buoni! *Alissa Mattei e Luciano Cipriani vi aspettano per assaporare questo, come tanti altri prelibati piatti della cucina maremmana, ma non solo, presso il Bed & Breakfast - Ristorante Casa Montecucco, situato tra Giuncarico e Ribolla, in loc. Castel di Pietra - 58020 Gavorrano. Info per prenotazioni: tel. 0566 80135, e-mail casamontecucco@libero.it Le news Le news guida Blu touring 2013, un posto d?onore, in quarta di copertina, alle spiagge di castiglione della pescaia Prestigioso riconoscimento legato alla qualità ambientale, quello guadagnato da Castiglione della Pescaia, che si posiziona in copertina della famosa Guida Blu Touring, realizzata in collaborazione con Legambiente, per l?edizione 2013 uscita in tutte le librerie il 3 luglio scorso. Una edizione che raccoglie le località con spiagge e fondali da sogno che si sono aggiudicate le 5 Vele e che certifica l?unicità delle mete prese in esame come luoghi d?eccezione dove trascorrere le vacanze. Tra queste località balneari meritevoli, prima in Toscana, risulta essere proprio Castiglione della Pescaia che si aggiudica anche la Bandiera Blu 2013, che detiene ininterrottamente dal 1987, conquistando due primati: il primo per la qualità delle spiagge e il secondo per il porto turistico di Punta Ala. Importanti successi dunque, che si vanno a sommare ad altri esclusivi impegni presi da questa Amministrazione come la sottoscrizione al Santuario dei Cetacei Pelagos, al progetto la Casa dei Pesci e al riconoscimento Emas, tutti volti alla salvaguardia del territorio e della natura al fine di alzare gli standard qualitativi legati all?ambiente. ?Un altro prezioso riconoscimento che dimostra ancora una volta la qualità ambientale del nostro territorio ? dice il sindaco Giancarlo Farnetani -. Le 5 Vele, sommate alla Bandiera blu 2013, alla partnership Pelagos del Santuario dei Cetacei e al riconoscimento di Comune Europeo dello sport 2014 che contempla l?attitudine del nostro Comune alla pratica sportiva legata alla qualità della Le Rocchette (Castiglione della Pescaia) natura, risultano essere un simbolo del lavoro svolto in questi anni. Un tassello, che si va ad aggiungere a quelli che Castiglione ha saputo guadagnare fino ad ora e che significa molto in termini di qualità ambientale e di mantenimento degli standard. Standard che risultano sempre più difficili da mantenere, visti gli insufficienti fondi statali stanziati con conseguenti sacrifici da parte dei Comuni, ma che si rivelano però indispensabili se messi in relazione ad una politica di miglioramento continuo necessaria al mantenimento e alla tutela del patrimonio naturale di cui disponiamo al fine di favorire un turismo di qualità. A questo proposito, ringrazio tutti gli operatori balneari castiglionesi per lo splendido lavoro svolto?. Ed è proprio agli stabilimenti balneari e alle strutture turistiche castiglionesi che, in questa occasione, vengono consegna- Nella foto il sindaco di Castiglione della Pescaia Giancarlo Farnetani in conferenza stampa 120 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 te le due bandiere: ?Agli operatori va il primo grazie per il raggiungimento di questi riconoscimenti ? spiega il vicesindaco Elena Nappi -. La Toscana si è qualificata al terzo posto in Italia, dopo Liguria e Marche, per quantità di Comuni che hanno, nel 2013, ritirato questo importante titolo anche grazie al lavoro dei singoli stabilimenti balneari che hanno saputo dimostrare impegno e dedizione. Per quello che ci riguarda, siamo convinti che anche questo anno Castiglione sarà in grado di offrire ai nostri turisti grande qualità ambientale delle spiagge, servizi balneari di soccorso e di salvataggio sempre efficienti, accessi al mare consentiti alle persone con disabilità e un ambiente a misura di bambino anche grazie all?attribuzione della Bandiera Verde dei pediatri?. consorzio naturalmente toscana, al via i collegamenti dal parco della maremma a porto Santo Stefano e viceversa Far godere appieno le bellezze del territorio. Sembra ispirarsi a questa filosofia la politica del Consorzio Naturalmente Toscana che, in collaborazione con la Revenge navigazione, organizza un servizio bus che accompagna i turisti ospiti delle strutture ricettive maremmane da Alberese a Porto Santo Stefano, all?imbarco per le Isole per effettuare la mini crociera isole Giglio e Giannutri o semplicemente per il trasferimento all?isola del Giglio. Gli orari del bus sono i seguenti: ore 7.20 notizie varie daLLa maremma Rispescia (piazzale della Chiesa), ore 7.30 Alberese (parcheggio Centro Visite), ore 7.35 Alberese (stazione). Rientro: ore 18.30 da Porto Santo Stefano. La navetta bus è organizzata anche da Porto Santo Stefano (dalle ore 9.00) al Parco della Maremma. Il servizio in questo caso porta ?comodamente? a scoprire gli angoli più nascosti e suggestivi di una delle perle di questo angolo di Toscana caratterizzata da natura incontaminata di incredibile fascino, panorami mozzafiato, animali selvaggi? escursioni adatte a grandi e piccini, degustazioni di prodotti tipici maremmani per trascorrere una giornata ricca di emozioni. Questi gli orari delle partenze bus: ore 9.00 Porto Santo Stefano (parcheggio bus), ore 9.15 Giannella (campeggi e strutture), ore 9.30 Campeggi Aurelia (rotonda), ore 9.45 Fonteblanda (panificio, fermata Rama), ore 9.55 Parco della Maremma (centro Visite). Info e prenotazioni segreteria Consorzio Naturalmente Toscana tel. 0564 407269 cell. 334 1524513. grosseto, aperto il nuovo punto di informazione turistica al cassero È aperto dal 6 luglio, il punto di informazione turistica presso i locali del Cassero senese a Grosseto. È avvenuta infatti nei giorni scorsi l?aggiudicazione, da parte della Provincia all?Ati ?Obiettivo Maremma Amiata? del servizio di gestione della redazione provinciale sull?informazione turistica e di un ufficio per l?informazione e l?accoglienza turistica. ?Otteniamo due risultati contemporanei ? ha commentato l?assessore comunale al Turismo, Giovanna Stellini ? che sono, da una parte, quello di rendere più accogliente la città e il territorio provinciale di Grosseto e di valorizzarne le risorse artistiche e naturalistiche e, dall?altra, il proseguimento nell?opera costante di riqualificazione e recupero alla fruibilità completa del nostro Cassero, ormai protagonista delle serate estive della città, con mostre, iniziative e rassegne cinematografiche all?aperto. Questo punto informativo turistico ? ha concluso l?assessore ? è frutto della collaborazione tra Comune e Provincia di Grosseto, che ringrazio per l?impegno, ed è la migliore testimonianza che, lavorando uni- cavalieri maremmani alla riscoperta della via clodia Nella natura sulle orme del passato. Un tour di tre giorni per lanciare l'idea di un ripristino del tracciato verde della Via Clodia, adatto a chi voglia percorrerlo a cavallo, ma anche a piedi o in mountain bike, secondo le tappe delle antiche stationes a Via Clodia era un?asse per la penetrazione interna dell?Etruria, un antichissimo tracciato che collegava le colonie e le città etrusche da Veio a Roselle. Costruito tra la Via Cassia e la Via Aurelia, fu trasformato in via consolare tra il III e il II secolo a.C., innestandosi con il tracciato della Cassia che la collegava a Roma fino al Forum Clodii. La Clodia tagliava per Blera, Tuscania giungendo a Saturnia e Roselle, punto dal quale si ricongiungeva con l?Aurelia. Una strada secondaria, che nulla toglie alla suggestione di un percorso che si presenta tutt?oggi ancora sostanzialmente integro e percorribile all?interno di un paesaggio di rara bellezza. Infatti, la mattina del 5 luglio, trenta cavalieri guidati da Sandro Vannucci, noto conduttore televisivo e cultore di cavalli maremmani, sono partiti dai resti della medievale chiesa della Canonica, alle pedici dell?etrusca Roselle e guadando il fiume Ombrone ad Arcille, lungo l?acquedotto delle Arbure, hanno raggiunto Poggio Pigna in vista di Cana. Da qui sono scesi al guado delle Trasubbie per risalire al diruto castello del Cotone e a quello di Montepò, poi attraverso le colline di Scansano e Murci, hanno raggiunto in tre tappe Saturnia, ripercorrendo il basolato della via consolare, chiamato anche ?via delle Terme?. Questa prima manifestazione è servita a lanciare l?idea di un ripristino del tracciato verde della Via Clodia, adatto a chi voglia percorrerlo a caval- L lo, ma anche a piedi o in mountain bike, secondo le tappe delle antiche stationes. Trattasi della prima parte di un lungo viaggio che nel maggio dell?anno prossimo permetterà ad un nutrito gruppo di cavalieri e di cavalli maremmani di partire da Roma e sul percor- so dell?antica via Clodia, arrivare a Grosseto per il Maremma Wine Food Shire. Un viaggio che porta in sé il messaggio di questa terra antica da riscoprire, non solo per il vino ed il cibo, ma anche per il Cavallo Maremmano, suo superbo emblema, oltreché per i suoi percorsi verdi e storici, affascinanti e preziosi per chi sa andar lento alla scoperta della sua natura segreta e selvaggia. Ambra Famiani le neWS ? 121 Le news pitigliano, inaugurato l?agriturismo poggio al tufo L?ospitalità firmata ?Tommasi Family Estates? prende forma anche nel cuore della Maremma Toscana. Inaugurato l?agriturismo Poggio al Tufo, una nuova gemma fra le verdi colline di Pitigliano stato inaugurato il 20 luglio scorso l?Agriturismo Poggio al Tufo, uno splendido casale ristrutturato nello storico comune di Pitigliano, nella Maremma Toscana. Immerso nel verde dei vigneti di proprietà della famiglia Tommasi, l?agriturismo gode di una vista mozzafiato ed è perfettamente integrato con armonia all?ambiente circostante. L?Agriturismo Poggio al Tufo, composto da due casali adiacenti, dispone di 8 camere tutte personalizzate ed il cui nome richiama i vigneti ed i vini prodotti nella tenuta. Tutte le camere sono arredate con uno stile unico, finiture eleganti e dotate di ogni comfort. La gestione e l?atmosfera sono familiari. Colazione, pranzo e cena sono servite al piano terra nel casale principale con vista sulle dolci colline. I piatti proposti ripercorrono la cucina tradizionale del luogo, con una selezione ?a km zero? delle materie prime e sono abbinati ai vini che la famiglia Tommasi produce nei vigneti che circondano l?agriturismo. A disposizione degli ospiti, nell?ampio giardino circostante, una piscina attrezzata, dove immergersi in un relax naturale totale. È 122 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 L?Agriturismo Poggio al Tufo si trova a Pitigliano e a pochi chilometri da Sovana, Sorano e dai più interessanti siti di interesse della Maremma Toscana, come le Terme di Saturnia ed i più importanti siti archeologi della civiltà Etrusca. «Con l?apertura dell?Agriturismo Poggio al Tufo ? afferma Dario Tommasi ? la nostra famiglia aggiunge un?altra perla ed allarga l?offerta legata al mondo dell?ospitalità e dell?accoglienza, da sempre nel nostro DNA. Non solo, si completa il progetto Poggio al Tufo, iniziato nel 1997 con l?acquisizione dei vigneti della Tenuta». Villa Quaranta Park hotel (quattro stelle), Albergo Mazzanti (tre stelle) ed il Ristorante Antico Caffè Dante le altre strutture ?Tommasi Family Estates? nella provincia di Verona. Tommasi è un?azienda familiare fondata nel 1902, diretta oggi dalla quarta generazione. Si estende su 135 ettari di vigneti di proprietà nella provincia di Verona e su circa 100 ettari nel territorio della Maremma Toscana. Info: Agriturismo Poggio al Tufo, Strada Comunale della Formica - Località Poggio Cavalluccio 6199 - 58017 Pitigliano, tel. 337 1056476, agriturismo@poggioaltufo.it, www.poggioaltufo.it ti, si possono ottenere risultati molto significativi?. Il servizio al via dal 6 luglio, proseguirà fino al prossimo 31 ottobre e rispetterà l?orario 9-13 e 16-19,30 (sabato e domenica compresi). L?ufficio potrà essere contattato anche telefonicamente al n° 0564-488573 e sarà opportunamente segnalato con apposita cartellonistica in corso di realizzazione. a.m.a., un?associazione che aiuta ad affrontare il disagio Con l?Associazione A.M.A., acronimo di Auto Mutuo Aiuto, presente nella città di Grosseto come nel resto della penisola, siamo nel no profit. Il settore che vede sul campo associazioni e cooperative sociali in cui operano, accanto ai volontari, dipendenti diretti e collaboratori esterni, è in significativa crescita nonostante la crisi finanziaria, economica e sociale, in cui il paese è immerso. Ma è il volontariato a farla da padrone in quel terzo settore nel quale cultura, sport e servizi socio-sanitari diventano spazio di attività. L?A.M.A. fondata sulla reciprocità dell?aiuto e sull?empatia derivante dall?esperienza condivisa, ha nell?ascolto, nella testimonianza, nella solidarietà i suoi punti di forza. Organizzata in gruppi di volontari, come ogni realtà del no profit, per operare a tutto tondo nel sociale, ha necessità del sostegno anche economico dei cittadini e delle istituzioni. Un programma decisamente impegnativo quello dell?A.M.A di Grosseto che prevede interventi sul territorio che vanno dalle scuole, dove l?obiettivo primario è il disagio giovanile, ai problemi di tipo depressivo; dall?aiuto alle persone sole a chi è colpito da un lutto; dal gioco d?azzardo patologico all?alcolismo. A giugno, ha visto la conclusione il 6° Corso di formazione dei facilitatori di questi gruppi, risultato del lavoro e dell?impegno di quanti, provenienti dalle file dei gruppi di auto mutuo aiuto di Grosseto e dall?associazione di volontariato OASI Onlus (organizzazione non lucrativa di utilità sociale) hanno progettato e portato a compimento il percorso formativo. Ascolto, solidarietà, giustizia sociale sono i principi che qualificano le ambiziose, quanto gravose iniziative in programma. Vanna Francesca Bertoncelli il cibo e la sua simbologia protagonista nei ristoranti di vetrina toscana durante le notti dell?archeologia I Ristoranti e le Botteghe di Vetrina Toscana hanno fatto riscoprire l?antica convivialità e l?arte dell?accoglienza così cara ai nostri antenati e ripercorrere, attraverso il gusto, alcuni momenti fondamentali dell?evoluzione dell?arte gastronomica, fino ad arrivare alle radici della nascita della cucina mediterranea. In occasione delle Notti dell?Archeologia un ricco programma di eventi a base di degustazioni e cene a tema ha condotto alla scoperta del territorio e delle radici della nostra storia. Gli studi degli archeologi ci hanno rivelato tracce dei cibi e delle attività agricole svolte dai nostri progenitori. Dai piatti preparati in Etruria ed a Roma, di cui abbiamo traccia dalle immagini e da varie opere letterarie, prendono le mosse molte delle specialità della cucina toscana tradizionale, che ancora oggi sono proposte nel territorio. Grazie alla professionalità degli Chef queste ricette sono state attentamente ?ricostruite? e ?attualizzate?, partendo da una documentazione storica per arrivare ad un? ?interpretazione? in chiave moderna. Nel Parco Regionale della Maremma ad Alberese e a Baratti sono state proposte cene a menù Etrusco. Ad Orbetello, invece, nel pomeriggio del 27 luglio si è tenuta la conferenza ?Itticoltura da cerimoniale religioso a pratica economica?, seguita da una cena con menù a tema dove il protagonista è stato il Pesce ?Dimenticato? quelle specie che solitamente vengono rigettate in mare perché non hanno mercato, ma che hanno costituito per secoli il menù dei pescatori e sono stati alla base dei piatti di mare della tradizione toscana come melù, mosdee, sugarelli, moscardini, totani e ficozze. A Massa Marittima è andata in scena una cena medievale? particolare con Giorgio Vasari, realizzata con la collaborazione dei Musei di Massa Marittima e dell?Osteria San Cerbone. L?evento che si è tenuto nello spazio tra il Museo di San Pietro all?Orto e l?adiacente Chiostro di Sant?Agostino ha visto protagonista? proprio Giorgio Vasari: l?attore e operatore museale Alberto Galligani dell?Associazione MUS.E di Palazzo Vecchio (Firenze) ha impersonato il pittore e architetto aretino raccontando col suo linguaggio e il suo punto di vista di uomo del Cinquecento e uomo del Granduca la storia di Massa Marittima e l?arte di Lorenzetti. Grazie a Vetrina Toscana, il programma di Regione Toscana e Unioncamere che promuove la rete di ristoranti e negozi alimentari che valorizzano i prodotti tipici, più di 1000 imprese si fanno ?ambasciatori? del proprio territorio. Per capire appieno il ?genius loci?, infatti, oltre a visitarne i luoghi simbolo, è importante assaggiare i piatti e i prodotti tipici perché fanno parte della cultura e del carattere del posto, insomma contribuiscono a farci cogliere lo spirito del luogo, la sua irreplicabile atmosfera. Queste e molte altre iniziative hanno condotto e condurranno in un indimenticabile viaggio: ?alla ricerca del gusto perduto?. le neWS ? 123 Le news i fenicotteri tornano a nidificare nella riserva naturale diaccia Botrona a castiglione della pescaia I fenicotteri tornano a nidificare in Maremma, nella Riserva naturale provinciale Diaccia Botrona (Castiglione della Pescaia). Si tratta di un particolare ed entusiasmante momento scientifico, che pone in ulteriore evidenza l?importanza di questa zona umida soprattutto per gli uccelli acquatici. Solo venti anni fa, nel 1994, si dava notizia della nidificazione dei fenicotteri nella Laguna di Orbetello, diventata qualche anno dopo Riserva naturale. Caso isolato quello di Orbetello, non più riconfermato, ma carico di significato dato che rappresentava la prima riproduzione di questa specie nella penisola. Occorre attendere sino alla stagione 2008 per un nuovo caso di nidificazione di fenicotteri in provincia di Grosseto, questa volta alla Diaccia Botrona. E poi di nuovo nel 2013. La Provincia di Grosseto, con il personale dell?area Ambiente e Conservazione della Natura, i tecnici dell?Ispra e i volontari del Centro ornitologico toscano e del Gruppo ornitologico maremmano, nella Diaccia Botrona stanno effettuando un monitoraggio discreto del fenomeno, ad una certa distanza rispetto al luogo dove, a maggio di quest?anno, i fenicotteri hanno deciso di mettere su casa. Ciò ha permesso di stimare la presenza di circa 200 nidi, con un uovo ciascuno, costruiti dai fenicotteri con il loro robusto becco, utilizzando del fango. Non è un caso che i fenicotteri abbiano scelto proprio la Diaccia Botrona, dal momento che non c?è stagione in cui una o più specie di 124 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 interesse comunitario non decida di nidificare, svernare o fare sosta durante le migrazioni in questa zona umida, dall?oca selvatica, alla gru, dal cavaliere d?Italia, al falco pescatore, dalla sterna comune, al fraticello, dall?avocetta fino al fenicottero. Con impegno, quindi, la Provincia di Grosseto continua a lavorare per tutelare e valorizzare il grandissimo patrimonio ambientale costituito dal Sistema provinciale delle aree protette. confindustria grosseto in assemblea ad albinia Si è tenuta il 5 luglio scorso presso la COPAIM di Albinia l?assemblea pubblica della Confindustria Grosseto. Durante l?incontro, dal titolo ?Nuova finanza d?impresa per la crescita? sono stati affrontati i temi legati alla difficoltà delle imprese di accedere alle fonti di finanziamento, attese le difficoltà attuali del sistema bancario. In tale contesto è stata presentata la proposta di Confindustria per la rivisitazione delle norme che regolano l?accesso al credito da parte delle Piccole e medie Imprese attraverso i ?Mini Bond?, già attuati attraverso un accordo tra Confindustria e Monte dei Paschi di Siena ed in fase di attuazione da parte di altri istituti di credito. Inoltre è stata presentata la nuova iniziativa, in fase di definizione, che Confindustria Grosseto, in collaborazione con la Camera di Commercio e le altre Associazioni di Categoria stanno proponendo agli istituti di credito, per la emanazione dei cosiddetti ?Bond territoriali?, ovvero la possibilità di accedere al credito da parte di aziende anche per piccole provviste finanziarie attraverso la partecipazione delle stesse ad un ?Bond Maremma?. L?incontro è stato moderato da Silvia Pieraccini, Il Sole 24 Ore. Ne hanno discusso: l?assessore regionale all?ambiente Annarita Bramerini, il Presidente della Camera di Commercio di Grosseto Giovanni Lamioni, il Presidente della Provincia di Grosseto Leonardo Marras, il Presidente della Piccola Industria di Confindustria Vincenzo Boccia. Nell?occasione c?è stato spazio anche per un focus sui problemi delle imprese colpite dall?evento alluvionale del Novembre 2012. ?i due gemelli veneziani? vincono in liguria Il Laboratorio Teatrale Ridi Pagliaccio di Grosseto, con la commedia in costume ?I due gemelli veneziani? di Carlo Goldoni, ha vinto il premio del pubblico per il Miglior Spettacolo alla sesta edizione del Teatrika: il prestigioso festival teatrale nazionale, il più importante della Liguria, si è svolto a Castelnuovo Magra (SP) tra il 30 giugno e il 6 luglio totalizzando oltre duemila spettatori in sette serate. In concorso, si sono esibite anche alcune tra le più note e apprezzate compagnie italiane provenienti da Alessandria, Lucca, Bologna e Lecco. La compagnia grossetana, a cui è spettato l?onore e l?onere di aprire il festival, è stata applaudita da circa trecentocinquanta spettatori (record assoluto per il Teatrika), che hanno accompagnato la rappresentazione con risate continue e fragorose e con vere e proprie ovazioni a scena aperta. Al termine dello spettacolo, il pubblico, chiamato ad esprimere un giudizio di merito, ha decretato il trionfo della messa in scena, facendo registrare la strepitosa media-voto di 9,29 decimi. Lo stesso entusiasmo e lo stesso calore che hanno caratterizzato la serata della rappresentazione, si sono ripetuti anche nella serata delle premiazioni, nella quale il regista Giacomo Moscato è stato accolto da una folla entusiasta che lo ha subissato di complimenti e di manifestazioni di stima. Dopo il clamoroso successo di Montecarlo di Lucca dello scorso anno e di un?altra decina di fortunate repliche in giro per la Toscana, dunque, ?I due gemelli veneziani? tornano a divertire e ad incantare, facendo riscoprire la magia della Commedia dell?Arte ed il genio comico di Carlo Goldoni. Per la prossima edizione, il Laboratorio Teatrale Ridi Pagliaccio proporrà agli organizzatori del Teatrika il proprio amatissimo ?Falstaff e le allegre baruffe di Windsor?, acclamato successo della stagione teatrale appena conclusa. ?mare per tutti? si conferma un successo il progetto Sono 24 quest'anno gli stabilimenti balneari che portano avanti il progetto ?Mare per Tutti? con il coordinamento dell'ufficio comunale Urp x H grazie al contributo di Lorella Ronconi e con la collaborazione della Pro Loco di Marina l progetto ?Mare per Tutti? prosegue e conferma il suo successo. Il mese di giugno, pure colpito dal calo di turisti e da una condizione metereologica non ottimale, ha registrato 68 prenotazioni. Furono complessivamente 119 i soggiorni effettuati nel corso dell?intera stagione 2012. ?Grosseto ? ha commentato l?assessore al Turismo, Giovanna Stellini ? ribadisce la propria capacità di essere accanto a tutti i turisti e di saper portare avanti un progetto che attrae e ci qualifica come realtà aperta e in grado di garantire qualità dell?offerta a tutti?. ?Un risultato davvero straordinario nelle condizioni date e che va oltre ogni più rosea aspettativa ? ha ricordato l?assessore alle Politiche Sociali, Luca Ceccarelli ? che conferma la validità di questa iniziativa insieme ai tanti operatori balneari che hanno dimostrato grande sensibilità?. Sono 24 quest?anno gli stabilimenti balneari che portano avanti il progetto ?Mare per Tutti? con il coordinamento dell?ufficio comunale Urp x H grazie al contributo di Lorella Ronconi e con la collaborazione della Pro Loco di Marina. Dal 1° giugno al 15 settembre le persone con invalidità totale e con disabi- I lità parziale possono ormai da anni godersi sole e mare, gratis per una settimana, in decine di stabilimenti balneari di Marina e Principina. Ad ogni turista viene infatti assegnata una postazione dotata di ombrellone e due lettini (o sdraio), vicino a un camminamento in grado di garantire un facile accesso al mare. Ciascuna persona ammessa può inoltre avvalersi dell?aiuto di uno o due accompagnatori. Per potersi prenotare e per avere maggiori informazioni ci si può rivolgere all?Ufficio relazioni con il pubblico, in corso Carducci 1 a Grosseto (tel. 0564/488242; fax 0564/488286), il martedì e il giovedì dalle 15.30 alle 17.30. È possibile reperire informazioni e materiale anche sul sito: www.turismogrosseto.it Questo l?elenco degli stabilimenti che hanno aderito all?iniziativa per l?edizione 2013: Le Nazioni, Medusa e Grifomare a Principina mare e Bertini, Tropical, La Bussola, Kursaal, Gabry, La Rotonda, Nettuno, Gondoletta, Moderno, Paperino, Oscar, Il Faro, Sirena, Il Lido, Rosmarina, Giglio, Moreno Beach, Moby Dick e Tre Stelle, Granduca e Miramare a Marina di Grosseto. le neWS ? 125 Le news l?equivoco del Sud, riguarda anche noi? Sviluppo e coesione sociale, il tema al centro di un recente incontro alla Cava di Roselle, affrontato con Carlo Borgomeo, autore di un saggio molto attuale e forse non molto distante dalla nostra realtà l calendario delle serate culturali e d?intrattenimento della Cava di Roselle continua a presentarsi ricco e interessante. Il giardino estivo alle porte di Grosseto, che propone come noto una serie di concerti e incontri letterari, rappresenta infatti una valvola di sfogo e al tempo stesso un polo d?attrazione per chi intende allontanarsi calarsi per qualche ora in una cornice suggestiva e culturalmente interessante. È quello che è successo recentemente con la presentazione del libro di Carlo Borgomeo (nella foto) intitolato ?L?equivoco del Sud?, edito da Laterza. Introdotto, tra gli altri, da Antonio Capone, direttore dell?Associazione Industriali e da Monica Pagni della Cgil di Grosseto, Borgomeo ha parlato con competenza e passione di Meridione e sviluppo. Presidente della Fondazione Con il Sud, nata dall?alleanza tra le fondazioni di origine bancaria, Carlo Borgomeo vanta un curriculum professionale di tutto rispetto, essendo stato capo della segreteria tecnica di un ministro del Mezzogiorno, amministratore delegato di Sviluppo Italia ed avendo gestito per quattordici anni gli interventi di promozione di imprenditorialità giovanile e di auto impiego. Con la sua presenza, Borgomeo ha offerto un punto di vista altamente qualificato ad un tema più che mai attuale in tempo di crisi generalizzata. Insieme a lui, i correlatori ? autorevoli esponenti trasversali del dibattito ? hanno trasformato la città di Grosseto da semplice spettatrice a protagonista, visto che è, non solo geograficamente, la provincia più meridionale della Toscana. Il caso ancora scottante della Mabro è solo l?ultimo esempio di un territorio che soffre e lotta, ricco di bellezze naturali, ma anche di una forza lavoro competente e volenterosa che I 126 ? Maremma Magazine ? Agosto 2013 aspetta solo di essere valorizzata. Ebbene, allora dove stanno gli equivoci di cui parla Borgomeo? Cosa si è sbagliato finora e cosa si potrebbe fare per il Sud, per ogni Sud? ?Parlare di Mezzogiorno è diventato perfino noioso? ha detto Borgomeo. ?L?impressione è che sia una questione irrisolvibile: metà degli italiani pensa che al Sud siano stati dati troppi soldi, l?altra metà denuncia l?insufficienza delle risorse e l?incoerenza delle politiche adottate. Al di là di interventi sbagliati, sprechi, incapacità, c?è stato un errore di fondo: condannare il Sud a seguire il livello di reddito del Nord, a importare modelli estranei alla cultura e alle tradizioni e a sviluppare, di fatto, una dimensione politica di dipendenza.? E l?autore, da uomo del Sud, non fa sconti alla sua gente, perché molte responsabilità sono proprio nelle mani ?di noi meridionali?, come scrive nel libro. ?Quando si parla del Sud, in mancanza di argomentazioni più solide, le discussioni nei salotti o al bar, si concludono con la fatidica frase è una questione di mentalità. Invece è questione di responsabilità.? ?Per spezzare questa logica ? ha concluso Borgomeo ? bisogna introdurre una profonda discontinuità, a partire dalla consapevolezza della natura vera del divario. Il Sud è meno ricco del Nord, ma la distanza più grave è nei diritti di cittadinanza, nella scuola, nei servizi sociali, nella cultura della legalità. È da qui che bisogna ripartire convincendosi che la coesione sociale è una premessa, non un effetto dello sviluppo?. La lettura del libro, ribadiamo, offre vari punti di riflessione e contatto tra il Sud d?Italia e il Sud della Toscana, soprattutto nei concetti che ricorrono di più e che si riassumono in due parole, per noi maremmani diventate ormai un mantra: sviluppo e territorio. Rossano Marzocchi premio campiello, il mare della maremma e la narrativa italiana si sono incontrati per il terzo anno a punta ala Lo sguardo dei numerosi partecipanti all'incontro nella Pagoda dell'Hotel Gallia Palace di Punta Ala probabilmente è andato spesso verso quello sfondo fatto di mare e di un orizzonte liscio, dalle tinte sfumate a tratti un po' fosche rosate e celestine. Questo mentre, lo scorso 18 luglio, cinque rappresentanti della narrativa italiana raccontavano le loro ?opere?, dei loro romanzi, selezionati per uno dei più prestigiosi premi letterari del nostro paese: il Premio Campiello. L?evento è stato curato per il terzo anno consecutivo dall'Associazione Tutela di Punta Ala, con il patrocinio della Regione Toscana, della Provincia di Grosseto, del Comune di Castiglione della Pescaia e dell?Associazione Industriali di Grosseto. Gli interventi, moderati dalla giornalista Rai Lucia Goracci, si sono alternati tra ringraziamenti e talvolta poetici commenti, illustrando al pubblico quali sono le origini, le trame e i significati che portano con sé queste produzioni del nostro patrimonio culturale. Le prime parole della signora Chiara Segafredo per conto dell'Associazione Tutela di Punta Ala, presieduta dall'avvocato Marco Minoli, oltre ai ringraziamenti verso i sostenitori dell'iniziativa, sono state per l'Associazione stessa e per la sua anima, quella cioè di preservare il territorio di Punta Ala. In rappresentanza del Comune di Castiglione della Pescaia è intervenuta il vice sindaco Elena Nappi: ?La Cultura ? ha detto ? è una delle nostre roccaforti, dove spesso si taglia e dove invece l'amministrazione cerca sempre di intervenire (?). Sono ?collaborazione? e ?rete? che rendono possibili incontri come questo?. Hanno preso la parola, inoltre il direttore dell'Associazione Industriali di Grosseto, Antonio Capone e per voce del Comitato Organizzatore del Premio, il presidente Piero Luxardo, il quale ha sottolineato che imparzialità e riservatezza sono da sempre i suoi elementi caratterizzanti. Giovanni Cocco con ?La caduta? (Nutrimenti), Valerio Magrelli con ?Geologia di un padre? (Einaudi), Beatrice Masini con ?Tentativi di botanica degli affetti? (Bompiani), Fabio Stassi con ?L?ultimo ballo di Charlot? (Sellerio) e per Ugo Riccarelli (venuto a mancare pochi giorni dopo, il 21 di luglio), con ?L?amore graffia il mondo? (Mondadori), è invece intervenuta all'incontro, Giulia Ichino, Editor della Mondadori. In generale in tutte le opere ricorre la tematica dei rapporti tra Generazioni, che spesso si rivela un tentativo di ?fare i conti? tra padri e figli. I romanzi portano con sé tematiche legate ai sentimenti e alla forza dell'amore, alla speranza da nutrire nonostante tutto e la responsabilità individuale. ?Uomini di fronte al proprio destino (?) con la capacità di scegliere?, dice Giovanni Cocco, del suo ?La Caduta?, un romanzo quest'ultimo, che nato per ?sottrazione? rispetto a ciò che non doveva essere, si configura come una raccolta di elementi legati alla Crisi dell'Occidente e a personaggi tutti posti davanti al prezzo da pagare per le loro scelte. E ancora nel romanzo di Valerio Magrelli, ?Geologia di un Padre?, si ritrova il tema del confronto con sé stessi e con una figura, quella del ?padre?, di cui viene ricreata la presenza e in qualche modo viene riconquistata la distanza ?geologica?, riconquista possibile anche grazie all'avventura dell'autore di diventare egli stesso ?padre?. Un tentativo di ?riconquista? e ?riscoperta? di una identità, è ciò che caratterizza il romanzo di Fabio Stassi, ?L'ultimo ballo di Charlot?. ?Un giorno senza sorriso è un giorno perso?, era la filosofia di Charlie Chaplin, filosofia che nel romanzo si manifesta perfino nell'ironizzare con la morte e, ricostruendo un dialogo continuo con essa, l'autore immagina che l'arista Chaplin giunga a spiegare, la propria vita al figlio, al quale sente di non aver trasmesso tutto ciò che aveva da insegnargli. ?Tentativi di Botanica degli affetti? di Beatrice Masini, racconta di Bianca, una pittrice che nella sua storia di artista, si confronta con un lavoro di interpretazione di storie e relazioni personali a partire dal mondo dei fiori e delle piante. Il nome stesso, Bianca, come una tela ancora da dipingere, per la quale giungerà a scoprire che in definitiva non ci sia bisogno di tanti colori, ma solo di andare al fondo delle cose (?). È di Ugo Riccarelli, il romanzo ?L'amore graffia il mondo?. L'artista recentemente scomparso dopo un periodo di lunga malattia, già vincitore del Premio Strega nel 2004 con ?Il Dolore Perfetto?, scrive una storia che probabilmente è in definitiva una ?grande storia d'amore?, come affermava Giulia Ichino, editor della casa editrice Mondadori, parlando dell'opera e dell'uomo Ugo Riccarelli. Questo romanzo in cui egli si pone nuovamente in un'ottica femminile, cosi come avvenuto per ?Il Dolore Perfetto?, celebra la figura della donna, della sua capacità di amare e di generare, in cui ricorrono sacrifici e rinunce, ma anche l'idea del ?sogno?. L'autore che crede molto nei ?sogni? e nella loro simbologia, con la sua prematura scomparsa ci pone di fronte ai significati del ?destino?, del destino delle vite umane e delle opere. Così di fronte alla domanda rivolta a Giovanni Cocco ?se il suo libro da questo bellissimo mare di Maremma, potesse perdersi e allontanarsi, nelle mani di chi vorrebbe che giungesse??, egli solennemente risponde in ?quelle del Mar Mediterraneo?, immaginiamoci e speriamo che il senso di infinito e di scoperta, che traduce la bellezza di quelle acque nell'orizzonte puntalese, descriva il Destino di queste cinque opere e l'anima e il valore di un grande artista del patrimonio narrativo della nostra Italia. Silvia Pruneti le neWS ? 127 maremma magaZine mensile di informazioni turistiche e culturali sulla maremma Registrazione presso il Tribunale di Grosseto n. 8 del 23 settembre 2002 iscrizione ROC n. 10360 del 26.8.2004 Poste italiane spa Spediz. in Abbonamento Postale - d.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 1, dCB Grosseto direttore reSponSaBile Celestino Sellaroli redaZione Nicola Alocci, Francesca Costagliola, Claudia della Monaca, Giulia Focardi, Nadia iacopini, Maria Grazia Lenni, Rossano Marzocchi, Paolo Nardini, dianora Tinti, Eleonora Zannerini conSulenZa editoriale Corrado Barontini editore CS Editore direZione, redaZione e puBBlicità CS Editore, Via Tripoli n. 10 - 58100 Grosseto - Tel. 0564 20426 - Fax 0564 429364 - Cell. 349 2872103, email maremma.magazine@virgilio.it oppure info@maremma-magazine.it, sito web www.maremma-magazine.it Stampa Tipolitografia Ambrosini Gianfranco Zona industriale Loc. Campo Morino - 01021 Acquapendente (VT) - Tel. 0763.711040, sito web www.tipografiaambrosini.it, e-mail info@tipografiaambrosini.it arretrati i numeri arretrati possono essere richiesti a CS Editore - Via Tripoli n. 10 - 58100 Grosseto - Tel. 0564 20426 Fax 0564 429364, inviando anticipatamente l?importo pari al doppio del prezzo di copertina, mediante assegno bancario non trasferibile intestato a CS Editore di Celestino Sellaroli o bollettino sul conto corrente postale n. 39735576 intestato a CS Editore di Celestino Sellaroli, Via Tripoli n. 10, 58100 Grosseto aBBonamenti PrEzzi: una copia euro 3,50; abbonamento annuale: euro 33,60 per l?italia ed euro 140 per l?estero. L?abbonamento decorrerà dal primo numero disponibile (prima della spedizione mensile in abbonamento postale) e potrà avere inizio in qualsiasi periodo dell?anno. Per il rinnovo attendere l?avviso di scadenza. Modalità di PagaMEnto: Gli importi sopra indicati potranno essere versati: ? tramite assegno non trasferibile intestato a CS Editore di Celestino Sellaroli, da inviare a CS Editore, Via Tripoli n. 10, 58100 Grosseto; ? mediante bollettino postale sul conto corrente n. 39735576 intestato a CS Editore di Celestino Sellaroli, Via Tripoli n. 10, 58100 Grosseto; ? mediante carta di credito. Suggerimenti Le informazioni inserite in questo numero sono state raccolte in anticipo rispetto alla programmazione definitiva degli eventi. Suggeriamo pertanto ai lettori di verificare sempre, telefonicamente, se non siano intervenuti cambiamenti nelle date, negli orari. La redazione di Maremma Magazine non assume alcuna responsabilità per quanto riguarda l?effettiva attuazione delle iniziative elencate nelle pagine precedenti, né per eventuali cambiamenti di programma. per contatti Gli enti, le associazioni, le pro loco, le agenzie per il turismo, i privati che volessero inviarci i calendari delle varie manifestazioni possono farlo: ? per fax al numero 0564/429364; ? per posta ordinaria all?indirizzo Maremma Magazine c/o CS Editore, Via Tripoli n. 10, 58100 Grosseto; ? per e-mail agli indirizzi: redazione@maremma-magazine.it oppure maremma.magazine@virgilio.it N.B. I programmi degli eventi devono tassativamente pervenire in redazione entro il 20 del mese precedente a quello nel quale andranno a svolgersi. Eventuali collaborazioni sono libere e gratuite. il materiale inviato, anche se non pubblicato, non verrà restituito. © 2013 copyrigHt cS editore Tutti i diritti riservati. Testi, fotografie e disegni contenuti in questo numero non possono essere riprodotti, neppure parzialmente, senza l?autorizzazione scritta dell?Editore. Questo periodico è associato all?usPi unione stampa Periodica italiana e all?a.n.E.s. associazione nazionale Editoria Periodica specializzata