1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
VERSIONE DEMO (solo 10 pagine visibili)
Per acquistare questa copia clicca
sul tasto "ACQUISTA" in basso

  - La copia visualizzata
  - Un abbonamento
Riparte la stagione Agrituristica a La Parrina rie prime prodotte direttamente dall'azienda e con una cucina tipicamente toscana legata al territorio. Un luogo adatto a tutti, dai bambini grazie alla fattoria con i suoi numerosi animali, ai più grandi, grazie alla tranquillità che viene garantita dall'Agriturismo fino a coloro che preferiscono un soggiorno più autonomo e fatto di sport, grazie agli splendidi appartamenti e casali della Parrina ed ai servizi per il tempo libero quali la piscina, il ping pong, la bicicletta etc etc. Si organizzano pranzi e cene per chi desidera solo uno spuntino nella sala degustazione mentre, per chi è solo di passaggio ma desidera acquistare i prodotti, mettiamo a disposizione, ad orario continuato, il nostro negozio aziendale e scegliere così tra una vasta gamma di vini, formaggi, pasta e verdure rigorosamente prodotti dalla Parrina. I numerosi eventi organizzati dall'Antica Fattoria la Parrina, come la manifestazione "Sotto i Platani della Parrina", libri musica e cultura, renderanno la sosta in questo posto incantato un'esperienza senza dubbio indimenticabile. oggiornare all'Antica Fattoria la Parrina è un'esperienza emozionante non solo per la sistemazione nella Villa Padronale in cui sono ubicate tutte le stanze stile 1800, ma anche per la visita di un territorio, quello della Maremma, in cui si può alternare passeggiate nella macchia mediterranea, escursioni in bicicletta o a cavallo nelle coltivazioni della Tenuta e visite guidate direttamente nei luoghi di produzione. Equilibrio che viene poi esaltato nelle proposte enogastronomiche della ristorazione che offre mate- Festa della birra e Corpus domini (il diavolo e l'aCqua santa) Ancora una volta è stato dimostrato che le feste alcoliche a Grosseto vengono avanti a tutto, anche al Corpus Domini. La sera dello scorso giovedì 7 giugno la Chiesa grossetana ha celebrato, come tradizione, la festa del Corpus Domini con una solenne cerimonia in Duomo ed una bella e affollata processione in Piazza Dante. Peccato che questa importante celebrazione sia stata rovinata dal contemporaneo svolgimento in tutto il centro storico di una sguaiata Festa della Birra, che ha riempito ogni angolo non solo di distributori e bevitori a "tutta birra", ma soprattutto di chiassosissime orchestrine improvvisate, che facevano a gara a chi faceva più rumore, per farsi distinguere nel caos generale. Il centro storico è stato trasformato in una sorta di girone infernale. Si è saputo che era stato addirittura chiesto alla Curia di cambiare il percorso della processione perché interferiva con la manifestazione, infatti è solo per l'intervento del Questore che è stato spostato momentaneamente il palco "musicale" installato in Piazza Dante davanti al sagrato del Duomo e consentire così l'accesso ai fedeli. A parte il naturale e ormai acquisito disprezzo per la quiete di chi ha la disgrazia di vivere in centro, la circostanza ha messo in rilievo il totale disprezzo di ogni regola e opportunità da parte di amministratori che hanno autorizzato un tale scempio, con un carico di arroganza nei confronti dell'istituzione ecclesiastica, di solito blandita. Purtroppo è una situazione altamente rappresentativa della schizofrenia con cui vengono gestiti non solo gli eventi in centro ma la città in generale. C'è da chiedersi come mai non vengono recepiti e messi in atto dispositivi per la misurazione dei decibel presenti in regolamenti stilati solo un anno fa? Basterebbe "copiare" modelli funzionanti in molte città non solo italiane ma europee dove qualunque tipo di performance musicale sia classica che rock iniziano verso le 19.00 per terminare verso le ore 22.00 lasciando poi la possibilità di intrattenersi presso i locali ristoranti e pub fino a tarda ora. Possibile sia tanto difficile anche "copiare" modelli già funzionanti e non continuare ad improvvisare feste da sagra paesana di quart'ordine? ed anche sulla scelta della tipologia di musica non sarebbe più semplice diversificare dalla musica rock, al jazz, alla classica e inserire ciascuna esecuzione nel posto più appropriato acusticamente nel centro storico? Associazione Amici del Centro Storico Il Consiglio Direttivo Simili posizioni così rigide e oscurantiste sono più da "nemici" del Centro storico che da "Amici" quali vi professate, come da nome dell'associazione. Chissà forse troverete pace quando tutte le attività del Centro saranno sparite, una dopo l'altra (e purtroppo il trend sta andando proprio in questa direzione), quando il salotto buono della città (che lo ricordiamo è anche capoluogo di provincia, oltre che "capitale" della Maremma) sarà affidato ai fantasmi e l'elettrocardiogramma di quello che dovrebbe essere il cuore pulsante della città sarà definitivamente piatto.... Tornando all'Editoriale del numero scorso crediamo che in tutte le cose ci voglia equilibrio. E in simili prese di posizione francamente di equilibrio ne vediamo davvero poco... Celestino Sellaroli Direttore Responsabile Maremma Magazine movida in Centro, il punto di vista di due giovani Consiglieri pd Non si può prendere a pretesto la maleducazione di pochi incivili per mettere in discussione l'organizzazione di qualunque evento che animi il centro storico cittadino. Tanto più che è opinione diffusa che il degrado in cui versano alcuni angoli dell'area circoscritta dalle mura, sia dovuto in buona parte al fatto che ­ salvo in poche occasioni ­ scarseggiano le occasioni per recarsi in centro. Certo, l'Ascom, che ha promosso la festa della birra, avrebbe potuto prevedere l'installazione di gabinetti chimici e avrebbe potuto anche curare meglio gli allestimenti. Cosa che avrebbe sicuramente garantito un servizio migliore ai frequentatori del centro cittadino nel corso del week end appena trascorso. Ma questa carenza organizzativa non può essere ascritta al Comune. Tuttavia il problema non ci sembra sia la festa della birra in sé stessa. Quanto piuttosto una pervicace mentalità che vorrebbe negare la possibilità di organizzare occasioni di socializzazione e di animazione del centro storico, di cui l'Associazione Amici del Centro Storico è l'interprete più autentico. Da parte nostra, pertanto, auspicheremmo che d'ora in avanti si discutesse di più su come organizzare manifestazioni di qualità, che convivano in modo pacifico con le legittime esigenze di chi risiede entro le Mura Medicee, piuttosto che di come impedirne lo svolgimento. D'altra parte, abbiamo alle spalle lunghi mesi di dibattito anche dai toni accesi sulla necessità di dare vita al Centro Commerciale Naturale, proprio per rivitalizzare e riqualificare il centro storico cittadino. Nel convincimento generale che una maggiore frequentazione delle vie della Ztl contribuisca a ridimensionare il senso di abbandono che spesso si percepisce in alcune zone della zona centrale. Per ottenere il risultato serve la collaborazione di tutti, e bisogna anche che chi promuove certe manifestazioni investa più risorse per garantire il decoro e la qualità. Pensiamo non sia un risultato impossibile da raggiungere. Fermo restando il fatto, naturalmente, che va respinto in modo netto ogni tentativo di bloccare tutto a prescindere. In una logica proibizionista che ci pare degna di miglior causa. I consiglieri comunali del gruppo Pd Veronica Tancredi e Pietro Migliaccio torna la Campagna di sCavi arCheologiCi a marsiliana d'albegna Gentile direttore, la contatto per pregarla di aiutarci, come ha già fatto in passato, a diffondere, nei modi che riterrà più opportuni, l'informativa riguardante la decima campagna di scavi archeologici prevista a Marsiliana d'Albegna (Manciano, Grosseto) dal 26 agosto al 21 ottobre 2012, sotto la direzione della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana e in collaborazione con l'Università degli Studi di Siena (prof. Andrea Zifferero). Le invio pertanto la locandina dell'iniziativa. Per qualunque altra informazione o precisazione resto a sua disposizione. Un saluto Elena Santoro Etruria Nova Onlus - Montalcino (SI) www.etrurianova.org Gent.ma Elena Santoro, già questa pubblicazione nello spazio de La Voce dei Lettori ci sembra un buon modo per promuovere e segnalare la vostra iniziativa. La Redazione Avete idee e consigli da darci, complimenti o critiche da fare, oppure più semplicemente volete commentare un articolo o dire la vostra su un certo argomento? Questo spazio è per voi. Scriveteci via e-mail all'indirizzo redazione@maremma-magazine.it Compatibilmente con lo spazio a disposizione pubblicheremo il vostro intervento. 6 · Maremma Magazine · Luglio 2012 la voCe dei lettori l'editoriale primo piano 14 .........Maremma Wine Food Shire, debutto con lode per il salone unificato dedicato al vino e all'agroalimentare 22 ........."Ordinary World", al via la mostra evento dell'estate maremmana nel segno di Warhol ed Haring 27 .........La Maremma si conferma terra di 5 Vele nella Guida Blu targata Legambiente e Touring 30 .........Il turismo all'aria aperta per vincere la crisi 35 .........Le notti dell'Archeologia un mese di piccoli-grandi eventi all'insegna della storia e della cultura 38 .........Tra natura e cultura, alla scoperta dei Parchi e Musei della Val di Cornia 27 42 .........La Maremma dei Butteri rivive al Marruchetone 46 .........Tra vigneti, chiese e cantine, al via l'Amiata Piano Festival 2012 50 .........Scansano terra di vino e di... festival, a luglio arriva Teatro nel bicchiere 55 .........Dedicato ad Alberto Fierli 58 ........."Capalbio storie di un castello" 62 .........Luci puntate sull'Ippodromo del Casalone. E non mancano le novità! 66 .........Brunello, Bolgheri e Montecucco: le tre perle enologiche di ColleMassari l'agenda 72 ........."La Traviata" ed "Il Barbiere di Siviglia" per Lirica in Piazza 2012 73 .........Dilettando, riparte il tour in Maremma e in TV 75 .........LE SAGRE 42 58 In copertina, la cantina della della tenuta Castello ColleMassari con sede a Poggi del Sasso (Cinigiano) sommario · 9 92 92 .........Omaggio a Niki e al suo Giardino nel decennale dalla scomparsa Di vino in cibo 94 .........Tommasi, una storica famiglia di viticoltori veronesi nel cuore della Maremma, a Pitigliano A Tavola 98 .........Osteria del Mugnaio, da quattro generazioni con le mani... in pasta! La Ricetta 102.......Il salame dolce, una golosa bontà... da leccarsi i baffi neWs 104.......È nato il Gruppo Speleologico Maremmano CAI 104.......Consorzio Maremmare, Walter Rossi rieletto presidente per il secondo mandato triennale 105.......Stagione estiva: la rete della guardia medica turistica e il sistema di emergenza 118 della Asl 9 105.......Coeso, ecco i servizi estivi per i ragazzi 106.......A Grosseto è di nuovo un "Mare 104 per Tutti" 106.......7 GIUGNO 1944-7 GIUGNO 2012, ricordo delle vittime del bombardamento del 1944 avvenuto a Pitigliano 107.......L'orrore di Auschwitz nel ricordo di Terracina 107......."Estate Sicura 2012". 500mila euro per il Piano di Salvamento 108.......Sorano ha reso omaggio ad Alberto Manzi 108......."Prendi il sole e leggi un libro" a Follonica 109.......Le monete d'oro ritrovate nella ex Chiesa di San Mamiliano torneranno a Sovana 109.......La spiaggia di Cala di Forno aperta anche in estate 110.......Celebrati i "5 Grappoli" di due Morellino di Scansano 110.......Stallo nel Turismo in Maremma per via di una sentenza del TAR 111.......Partono le visite guidate gratuite alla scoperta di Casiglione della Pescaia 111.......Partenza con il botto per lo Scansano Piano Festival 111 10 · Maremma Magazine · Luglio 2012 "Vetrina Delle occasioni" i nostri capi di abbigliamento ad un prezzo veramente vantaggioso Visita in nostro sito e scopri un mare di occasioni da prendere al volo... www.confezionibrema.it La Maremma e la crisi, uscirne si può... e si deve... iamo in piena recessione. Anche in Maremma. Ormai non ci sono dubbi. E se in passato un "territorio di mezzo" come il nostro era riuscito a resistere alla virulenza della crisi, oggi emerge senza mezzi termini che ne siamo dentro. Fino al collo. Le difficoltà economiche globali hanno destrutturato il "perimetro" (metafora utilizzata circa dieci anni fa dal Censis per descrivere la situazione di chiusura internazionale della provincia di Grosseto, nonché la sua impermeabilità di sviluppo), proiettando la provincia in uno scenario recessivo (-3,2% il calo del PIL nel 2011, a fronte di un segno positivo fino al 2010). È il quadro a tinte fosche che è emerso chiaramente in occasione della Giornata dell'Economia organizzata come sempre dalla Camera di Commercio di Grosseto, in collaborazione con l'Azienda speciale Coap che si è svolta l'8 giugno scorso. "Tornare a crescere: le priorità per lo sviluppo delle economie locali": questo il tema di fondo di questa decima edizione, affrontato da Giovanni Lamioni (presidente della Camera di Commercio di Grosseto), Alessandro Cavalieri (direttore Generale Competitività del sistema regionale e sviluppo delle competenze Regione Toscana), Giuseppe Roma (direttore generale Fondazione Censis) e Marco Santarelli (funzionario BEI - Banca Europea per gli Investimenti). Ma non è il caso di piangersi addosso o, peggio, di parlare solo in termini negativi con il rischio di aggravare ancora di più una situazione già di per sé delicata. E allora in questa sede vogliamo porre l'attenzione più sulle cose positive emerse, piuttosto che sui deficit di questa terra. Una prima iniezione di fiducia è arrivata dal volto di Matrix, il giornalista e conduttore televisivo Alessio Vinci, chiamato a moderare l'incontro, così come aveva fatto a Roma presso la sede di Unioncamere, in occasione della presentazione della Festa della Maremma. Ed è proprio su questa manifestazione che Vinci ha voluto soffermarsi all'inizio del suo intervento. "La Festa della Maremma ha rappresentato una vetrina importante dimostrando, cosa non di poco conto, che facendo squadra si riesce a far fronte alle difficoltà nazionali ed internazionali". Già, "fare squadra" o "sistema", un tema ricorrente dalle nostre parti ­ spesso evocato, raramente attuato ­ ma in effetti è proprio da questa magica locuzione che si deve partire per far fronte alle difficoltà. Con l'ottimismo e voglia di fare che stanno caratterizzando il suo mandato, il presidente della Camera di Commercio Giovanni Lamioni ha preso lo spunto per ribadire alcuni concetti importanti. "Abbiamo voluto organizzare questa Giornata con un taglio costruttivo ­ ha esordito il Presidente ­. Tra l'altro, questo ormai consueto appuntamento, quest'anno, arriva subito dopo la Festa della Maremma, una iniziativa tutt'altro che autoreferenziale, autocelebrativa o fine a sé stessa. Questo progetto dietro ha ben altro: strategia, investimenti, promozione, valorizzazione delle eccellenze, volontà di puntare su due asset importanti per il nostro territorio come il turismo e l'agroalimentare. Tutto questo con l'intento di far uscire la Maremma dal suo guscio. E se finora questa è stata una strategia scelta, oggi... non abbiamo scelta, perché la ricreazione è finita. Il trend di crescita S importante fin qui avuto si è interrotto. La nostra è stata un'economia da "recinto" che ci ha consentito di resistere. Poi è arrivata la crisi, violenta che ha destrutturato il perimetro. I limiti che erano rimasti nascosti sono così venuti alla luce. Nel 2011 la Maremma ha sofferto come non mai ed oggi siamo nel pieno della crisi anche noi. Questo per vari motivi a cominciare dal fatto che il 71% del nostro PIL deriva dai consumi interni dei residenti ovvero da una domanda debole, sia in termini di numeri (in provincia di Grosseto vivono soltanto poco più di 228 mila residenti/consumatori) sia in termini di reddito, sia in termini di ricchezza patrimoniale delle famiglie. Senza contare che la nostra popolazione è costituita per una buona fetta da pensionati con una domanda rigida o ancora che solo il 4,4% del PIL è prodotto all'estero. Questi sono alcuni dati ed è dalla presa di coscienza della situazione reale, che dobbiamo partire, nella piena consapevolezza che torneremo a crescere. Ma per farlo dobbiamo eliminare le criticità e trasformarle in elementi di forza". In che modo? Ecco un altro passaggio costruttivo: "con azioni concrete ad esempio sul fronte del credito (problema che abbiamo anche noi) oppure (proposta interessante, ndr) con una finanziaria per lo sviluppo verso le imprese giovanili e femminili da sostenere, magari attraverso Grosseto Sviluppo che deve ritrovare una propria mission mettendo a reddito un patrimonio immobiliare importante". Ma Lamioni ha parlato anche di consumi (da rianimare), infrastrutture, marketing e turismo, quali leve su cui puntare. "La volontà di affermare il brand Maremma non deve essere vista come una vocazione isolazionista, ma come affermazione della nostra specificità. Siamo la quinta provincia in Italia per incidenza del comparto turistico sul PIL ma solo il 20% dei nostri turisti sono stranieri (turismo endogeno), di qui la necessità di uscire dai confini regionali e nazionali. Le politiche turistiche non si possono basare sulle seconde case. Questo territorio ha sbagliato per decenni la sua pianificazione strategica. Oggi, dobbiamo insistere nello sforzo di portare la Maremma nel mondo, cosa forse paradossalmente più facile che portare la Maremma nella Maremma". Infine, il passaggio conclusivo sul metodo e sull'approccio necessari in una simile situazione contingente. "Avere le idee chiare è buon uso sempre, ma diventa un obbligo nei momenti di crisi. La necessità di fronte a questo quadro è quella di agire (per non tornare indietro) e far sì che le potenzialità inespresse possano finalmente emergere. Le possibilità per uscire dalle difficoltà le abbiamo. In un frangente delicato come questo, abbiamo due strade: deprimersi ­ ma con la depressione non si va da nessuna parte (anzi si peggiorano le cose) ­ oppure arrabbiarsi e tirare fuori il carattere e la grinta. Inutile dire quale strada prediligo come presidente della Camera di Commercio, per cui non rimane che rimboccarsi le maniche. L'importante ­ ripeto ­ è avere le idee chiare per uscirne tutti insieme, bene e presto in modo da ripartire con il processo di crescita che ci ha caratterizzato in passato. Realismo e motivazione le armi per venire fuori da questo impasse". Parole sante che non possono che essere condivise in pieno. Attendiamo gli sviluppi. EditoriaLE · 13 Primo Piano EvEnti maremma Wine Food shire, debutto con lode per il salone unificato dedicato al vino e all'agroalimentare DI stefano fabbroni 14 · Maremma Magazine · Luglio 2012 Nella foto il padiglione presso il Centro Fiere di Braccagni (Grosseto) che ha ospitato nel maggio scorso il salone unificato dedicato al vino e all'agroalimentare Successo pieno e forse al di là di ogni più rosea aspettativa per l'edizione 2012 di Maremma Wine Food Shire. Il salone dei vini e delle eccellenze agroalimentari della Maremma toscana, di scena presso il centro fieristico di Braccagni quest'anno è stato proposto ­ per la prima volta ­ riunificando in un unico evento i mondi enologico ed agroalimentare andata in archivio con un'ottima partecipazione di pubblico, operatori e buyers, provenienti da varie parti del mondo, nell'ultimo fine settimana di maggio (da sabato 26 a lunedì 28), la prima edizione "unificata" di Maremma Wine Food Shire che si è rivelata una vera e propria vetrina espositiva agroalimentare del territorio, rispettando le già rosee previsioni. La manifestazione, collocata all'interno del Centro Fiere nell'area del Madonnino di Braccagni ed inserita nel contesto della Festa della Maremma, è stata perfettamente organizzata nei minimi dettagli dalla Camera di Commercio ­ con il contributo dei partner Provincia di Grosseto e Grosseto Fiere e degli sponsor Toscana Promozione, Banca della Maremma, Unioncamere Toscana ed Ente Cassa di Risparmio di Firenze ­ che aveva scommesso sulla bontà dell'iniziativa, sulla scia dei riscontri positivi delle edizioni "separate", Maremma Wine Shire (2010 e 2011) e Maremma Food Shire (2011). Che la prima "prova" sarebbe stata superata era già chiaro dai numeri di partenza forniti dalla Camera di Commercio, che illustravano una massiccia adesione di aziende vitivinicole ed agricole della provincia di Grosseto ­ in totale 186, delle quali 126 "wine" e 60 "food" ­ convinzione rafforzata, in seguito, dal notevole afflusso di pubblico e dal successo delle numerose iniziative a "corollario" inserite nel programma. Grande partecipazione hanno riscosso i convegni ed i laboratori di analisi sensoriale con degustazione, finalizzati a svelare ai partecipanti la ricchezza dei prodotti maremmani (come gli insaccati, la produzione dolciaria e il formaggio pecorino), grazie al contributo di autore- È voli esperti e personalità del settore gastronomico, senza dimenticare gli "show cooking" a cura di Paolo Massobrio del Golosario ed i classici "winetasting", appuntamenti guidati per scoprire i vini della Maremma, come sempre firmati dall'esperto di fama internazionale Luca Maroni. Nell'area ristorazione i visitatori hanno avuto la possibilità di rilassarsi pranzando con piatti a base dei sapori tipici della Maremma. Un vero e proprio ristorante allestito in una tensostruttura esterna rispetto ai padiglioni espositivi dove i protagonisti sono stati la qualità e il fascino genuino della gastronomia maremmana grazie all'estro ed alla simpatia dello chef Giancarlo Francia. Presente con uno stand ad hoc anche la Bottega maremmana, il negozio creato e gestito in collaborazione con Conad dove è stato possibile acquistare tutti i prodotti del salone. i commenti "Il grande progetto di valorizzazione del brand Maremma, voluto fortemente dalla Camera di commercio ­ ha sottolineato in occasione dell'inaugurazione il presidente della Camera di commercio di Grosseto Giovanni Lamioni ­ ha raggiunto il terzo anno di attività: l'anno della maturità, ma anche quello delle conferme. Da tre anni, grazie al progetto `Maremma Wine Shire', promuoviamo un'immagine nuova della Maremma in contesti innovativi, nell'assoluta convinzione che il brand Maremma abbia una tale, intrinseca, forza in grado naturalmente di emergere se promosso attraverso le giuste scelte. Abbiamo voluto offrire un ritratto della Maremma come sistema, dove le grandi produzioni sono espressione della natura selvaggia primo piano · 15 ···· Quest'anno la fiera, organizzata dall'ente camerale in collaborazione con la Provincia di Grosseto e Grossetofiere, con il sostegno di Unioncamere Toscana, Ente cassa di risparmio di Firenze, Banca della Maremma, Toscana Promozione, Conad ha unito il wine al food e ospitato quasi 200 aziende del territorio provinciale. in cui hanno origine, del lavoro tenace dei suoi abitanti, della luce intensa che caratterizza il paesaggio. Una terra nella quale questi fattori si aggiungono alla bellezza dei borghi medievali, al patrimonio storico-artistico, alle eccellenze gastronomiche territoriali, al mare, alle molteplici attività sportive che si possono praticare in Maremma: dal golf alla vela, dalla caccia al kite-surf. Il nostro obiettivo è quindi comunicare e far vivere al grande pubblico la ricchezza di una terra unica, in grado di regalare vini di elevato livello qualitativo ed un grande patrimonio agroalimentare, paesaggistico e culturale di rara bellezza. Oggi, da Milano e New York, dalle maggiori testate e riviste nazionali ed anche internazionali, sul web e su Twitter, la Maremma ha ricevuto un notevole riconoscimento delle sue straordinarie qualità, e questo, speriamo, anche grazie al nostro lavoro. Le aziende maremmane hanno risposto con entusiasmo a questa nostra grande sfida e grazie a loro l'ente camerale ha potuto concretizzare una nuova scommessa: unire le due manifestazioni, wine e food, in un unico appuntamento. Gli obiettivi, poi, diventano sempre più ambiziosi, ed insieme al salone Maremma Wine Food Shire è nata la Festa della Maremma, un'occasione unica per valorizzare tutto il territorio". E parole di soddisfazione (con alcuni rilievi da vedere più come suggerimenti per il futuro che come critiche) sono state espresse in primis proprio dagli operatori che hanno riempito i padiglioni, estesi complessivamente per 2.600 metri quadrati. "Abbiamo effettuato venti incontri con vari buyers solo il primo giorno ­ hanno evidenziato dall'azienda vitivinicola ColleMassari di Cinigiano, nella zona della DOCG Montecucco ­ ma a questo grande riscontro di operatori ha fatto da contrappeso la domenica, in cui il pubblico è arrivato sul tardi forse più attratto dal mare, vista la bellissima giornata, che dal vino. Ma sostanzialmente siamo soddisfatti del numero di contatti e visitatori interessati ai nostri prodotti, così come dell'organizzazione generale". Altra realtà vitivinicola ma situata nel territorio del Morellino è l'azienda Terenzi di Scansano. "Siamo d'accordo sul periodo di svolgimento della manifestazione ­ ci hanno detto ­ perché grazie al clima ideale viene favorita una maggiore affluenza di pubblico. Il tempo ci ha dato una mano, è vero, ma tutto nel complesso è filato liscio ed anche i buyers, che ci attendevamo secondo le previsioni, sono arrivati. Se dobbiamo 16 · Maremma Magazine · Luglio 2012 fare un piccolo appunto, magari, è sull'apertura alla domenica mattina, che a nostro parere è impegnativa per le aziende a fronte di un pubblico non particolarmente numeroso". Più ambiziosa, che suona amche come un consiglio, è l'analisi che arriva dalla Cantina Cooperativa di Pitigliano. "Nelle future edizioni ­ hanno sottolineato ­ sarebbe importante dare maggiore visibilità al settore della ristorazione, perché potrebbe essere il vero punto di forza della manifestazione. Ma le presenze intorno ai nostri stands sono state comunque buone e, mediamente, si sono mantenute in linea con quelle delle scorse edizioni di Maremma Wine Shire. Comunque, per valutare pienamente questa "novità", con l'esposizione di vino e cibo insieme, dovremo attendere il prossimo anno, quando avremo uno "storico" rappresentato da questa prima uscita". Anche dai salumifici Mori di Torniella e Cerboni di Castel del Piano arrivano conferme sulle buone impressioni avute dai "colleghi" ed una citazione a sé va fatta per il Frantoio di Sovana, il cui titolare, Antonio Merli, ci ha illustrato la recente realizzazione di una rete di frantoi, denominata "Frantoi di Maremma" che ingloba alcuni oleifici della Marem- ma. "Sentivamo l'esigenza di dare in sinergia uno sbocco commerciale alle nostre attività ­ ha spiegato Merli ­ per rispondere alla richiesta del mercato che va verso una sempre maggiore differenziazione dei prodotti. Ci serviamo, grazie ad un progetto avviato con Confartigianato, di un sito web www.oliodimaremma.com, utile per consentire ai clienti di effettuare ordini ma anche di prenotare una visita guidata nei frantoi. Ho notato una grande attenzione nella preparazione di questa manifestazione che ci ha permesso di avere contatti con molti buyers esteri, come cinesi e brasiliani, che hanno apprezzato il nostro olio". Anche il colpo d'occhio organizzativo ­ la divisione, con tanto di cartelli indicativi, di area "wine" e "food" ­ e la gentilezza dei titolari degli stands, hanno colpito il pubblico presente e di sicuro ha rappresentato un valore aggiunto, nonché un biglietto da visita indispensabile per la visibilità di aziende e territori fuori dai nostri confini. Nei giorni di sabato e domenica, nei quali era consentita l'apertura in notturna del Centro Fiere fino alle 23, grande spazio è stato dato agli eventi musicali, agli spettacoli pirotecnici ed all'assegnazione di premi e riconoscimenti. Tutte iniziative che hanno soddisfatto Giovanni Lamioni, presidente della Camera di Commercio, convinto della buona riuscita della prima edizione di MWFS. "La Maremma ­ ha detto Lamioni al termine dell'evento ­ non è solo una terra che vive delle sue bellezze ma è anche un sistema da far crescere, potenziare e valorizzare. Per la prima volta nella storia, tutte le aziende di questo territorio si sono unite sotto lo stesso nome, insieme per fare sinergia. Un messaggio importante che non deve passare inosservato ma che deve far riflettere sul fatto che un territorio deve saper unire le proprie forze per farsi grande". "Il riscontro positivo della manifesta- primo piano · 17 La proposta del presidente della Provincia di Grosseto Leonardo Marras lanciata in occasione del Maremma Wine Food Shire Maremma Wine & Food Shire ­ spiega il presidente della Provincia, Leonardo Marras ­ è una grande vetrina e allo stesso tempo un format originale per la promozione del brand Maremma. La testimonianza concreta di come un territorio possa veicolare un'idea complessiva di qualità, promuovendo in modo integrato sul mercato la propria vasta offerta di prodotti agroalimentari. Ne va dato atto alla Camera di commercio e alle centinaia di aziende che hanno accettato di scommettere su un progetto comune di marketing territoriale, all'interno del quale il successo di ognuna fa da moltiplicatore di valore a tutte le altre. L'affermazione di questa nuova mentalità può dare altri frutti. C'è infatti la maturità per fare ancora passi in avanti. A partire dalla semplificazione delle "Strade del Vino e dei Sapori" che esistono sul nostro territorio, che potrebbero essere accorpate in un'unica "Strada del Vino e dei Sapori di Maremma". In altre parole, sulla falsariga del salto di qualità che è stato compiuto con l'istituzione della Doc Maremma, potremmo dare un'unica regia alla strategia di valorizzazione delle nostre produzioni vitivinicole e dei prodotti agroalimentari anche sul nostro territorio. Con il vantaggio di omogeneizzare gli standard qualitativi dell'incoming turistico e di concentrare le risorse su un progetto unico che abbia l'obiettivo di dare valore alla Maremma come vero e proprio terroire. Sono consapevole che questa proposta potrà essere contrastata, ma rimango fermamente convinto del fatto che in questo, come in molti altri settori, sia necessario rafforzare la logica cooperativa fra pubblico e privato per concentrare forze e risorse, così da reagire con maggior efficacia alla crisi economica. D'altra parte ­ conclude Marras ­ mi pare oramai maturato il convincimento che il posizionamento sui mercati di ogni singola azienda è sempre più collegato alla sua identificazione con il territorio. E che il brand Maremma costituisce un moltiplicatore di valore aggiunto. Motivo per cui è importante accelerare i tempi e farsi trovare con strategie già definite nel momento in cui il ciclo economico cambierà fase». « zione ­ ha aggiunto ­ lo si è notato ad occhio nudo e non ha fatto altro che confermare come il nostro territorio debba investire ancora di più sulla valorizzazione delle risorse locali, come agroalimentare e turismo. Siamo sulla buona strada". Lamioni, però, non si è sbilanciato sui dati ­ raggruppati nell'analisi definita "Customer" ­ relativi al gradimento delle aziende sull'esito di MWFS, la cui elaborazione è, invece, di competenza degli uffici dell'ente camerale che provvedono a raccogliere i commenti soprattutto per migliorare le edizioni successive. In qualità di "padrone di casa", invece, Riccardo Breda, presidente di Grosseto Fiere, si è espresso favorevolmente sulla prima edizione di MWFS. "Le premesse ottimistiche sono state confermate ­ ha chiosato Breda ­ ma ora dobbiamo fare di più. Queste manifestazioni dovranno essere ripetute ogni anno, vista l'importanza strategica che hanno per la Maremma e con miglioramenti ed innovazioni. Le aziende che hanno partecipato a questa `tre giorni' di degustazioni sono tutte di qualità e molto professionali e soprattutto condividono le strategie che insieme alla Camera di Commercio stiamo portando avanti". Un bilancio positivo viene stilato anche da Leonardo Marras, presidente della Provincia di Grosseto che, come Breda, guarda al futuro e punta ad innovare MWFS nelle prossime edizioni, nell'ottica di un definitivo consolidamento del "brand" Maremma a livello nazionale ed internazionale. "La risposta collettiva è stata ottima ­ ha affermato Marras ­ sia da parte dei visitatori che dei buyers, molti dei quali provenienti dall'estero. Non dobbiamo però dimenticare due aspetti fondamentali, innanzitutto l'eco che ha registrato questo evento, grazie al grande risalto dato dalle riviste specializzate di settore. Un elogio va inoltre fatto alle duecento aziende presenti, un numero considerevole nonostante il periodo di grave crisi economica che stiamo vivendo ed aver partecipato in massa è un segnale forte, non solo per loro ma anche per l'economia locale. Il problema più importante per investire in eventi del genere è quello di reperire le risorse necessarie. Penseremo a rendere la manifestazione ancora più appetibile, migliorandola ed arricchendola, con un occhio sempre più attento sia verso i turisti e soprattutto verso gli operatori che sono stati e continueranno ad essere il "cuore", la vera anima di questo progetto. Dobbiamo diffondere un messaggio: questa iniziativa andrà avanti". premio vinarius Fra gli appuntamenti di cartello che hanno caratterizzato la prima edizione di MWFS, da sottolineare, la cerimonia di consegna da parte di Vinarius ­ Associazione delle enoteche italiane ­ del Premio Vinarius al Territorio assegnato con cadenza biennale dal Consiglio di amministrazione dell'associazione che con scelta insindacabile individua nell'ambito di un ventaglio di proposte dei vari consiglieri un territorio italiano, con una spiccata vocazione vitivinicola (ma non solo), da premiare. La targa ufficiale viene consegnata a tre personaggi che identificano il territorio vincitore per averne, nel corso della propria vita ed attività professionale, 18 · Maremma Magazine · Luglio 2012 ono stati tre giorni di grande partecipazione. Dal 25 al 27 maggio la Maremma ha spalancato le porte dei suoi tesori alla cittadinanza, condividendo con tutto il territorio musei, attività e presidi di grande valore. E la risposta della gente è stata importante, con una grande partecipazione e soprattutto con un grandissimo entusiasmo. Le tre iniziative principali organizzate da Legambiente ­ a Semproniano, Torniella e Montieri ­ hanno fatto il pieno di visitatori mettendo in luce le bellezze del territorio ma anche i problemi con i quali i vari comuni devono confrontarsi quotidianamente. Nella gita a Semproniano, dopo i saluti del sindaco Gianni Bellini, il gruppo guidato dal dottor Marco Aloisi ha visitato il Centro recupero animali selvatici scoprendo serpenti, leoni, tigri, scimmie, cicogne e tantissimi pappagalli provenienti da ogni parte del mondo. Al Centro, dove sono solo 8 gli addetti a dover gestire oltre 1600 esemplari, arrivano animali da ogni parte del mondo, spesso feriti o tolti a trafficanti, che una volta curati vengono reinseriti nel loro ambiente nat- S urale. Ma a Semproniano c'è anche il nuovissimo museo sui minerali del territorio e del mondo, aperto soltanto da sei mesi, e un portante presidio Slow Food. "Il grande successo di Piccola grande Maremma ­ ha detto Angelo Gentili, della segreteria nazionale di Legambiente ­ dimostra che anche nel nostro territorio c'è bisogno di una cornice importante di tradizioni, messe in evidenza all'interno della Festa della Maremma. L'obiettivo di questa iniziativa non è stato soltanto quello di valorizzare i piccoli comuni della provincia, ma anche di garantire a ognuno di loro i servizi essenziali per poter continuare a svolgere un ruolo fondamentale all'interno del territorio". Tanta gente anche all'escursione fatta a Montieri, dove per l'occasione è stato inaugurato il nuovo sentiero escursionistico tra natura, archeologia mineraria e passato medievale in uno dei più antichi comuni della Maremma. Partecipata anche la visita all'antica Ferriera di Torniella, recentemente restaurata, che testimonia stili di vita e attività mineraria. Una "tre giorni", dunque, che Legambiente e la Camera di Commercio di Grosseto hanno realizzato coinvolgendo ben 21 comune, di cui 15 sotto i 5000 abitanti, che hanno condiviso un percorso virtuoso di scoperta e valorizzazione del patrimonio locale in stretta collaborazione con le Proloco e le tante associazioni che arricchiscono la nostra realtà e ne fanno una comunità propositiva. primo piano · 19 Conad ancora partner di "maremma Wine Food shire" per portare la maremma nel mondo Sono 6 mila i prodotti food e freschi che Conad del Tirreno acquista da 800 produttori locali del territorio. Baldi, amministratore delegato di Conad del Tirreno: "Siamo orgogliosi di essere ancora partner di questo importante evento per Grosseto e la Maremma" onad, una delle maggiori imprese italiane della moderna distribuzione associata, anche quest'anno è stato partner del "Maremma Wine Food shire", evento promosso dalla Camera di Commercio di Grosseto, che per il 2012 ha riunito in un unico appuntamento le due manifestazioni sul vino e sul cibo, Maremma Wine Shire e Maremma Food Shire. Conad del Tirreno, una delle otto cooperative associate a Conad, ha allestito, come nell'edizione del 2011, uno spazio espositivo apposito, un vero e proprio supermercato di 300 mq per ospitare, promuovere e vendere esclusivamente i prodotti tipici della Maremma. "L'evento ­ come sottolinea in una nota il Gruppo ­ si propone di far conoscere la terra di Maremma e valorizzarne i prodotti locali. Obiettivo condiviso quotidianamente anche da Conad che, attraverso la sua rete di vendita gestita da imprenditori locali indipendenti, commercializza le eccellenze del territorio dove opera. Sono oltre 800 i fornitori locali da cui Conad del Tirreno acquista 6 mila prodotti food e freschi generando così un fatturato di oltre 200 milioni di euro. L'incidenza del fatturato prodotto con le produzioni regionali sul totale, è in media del 24%, con punte del 34% in Sardegna". In effetti, recandosi in uno qualsiasi dei punti di vendita della cooperativa ci si rende conto della centralità dell'offerta dei prodotti del territorio, cosa che produce fondamentali ricadute positive sull'economia delle diverse realtà in cui opera. "Il forte radicamento nel territorio, grazie ai nostri soci imprenditori, e l'at- C tenzione alla valorizzazioni dei prodotti tipici di qualità ­ commentano Ugo Baldi, amministratore delegato di Conad del Tirreno ­ rappresentano da 50 anni la nostra eccellenza, la nostra missione. Il nostro modo di lavorare, di fare sviluppo e di valorizzare le risorse locali fanno di Conad una realtà di successo, vicina alle necessità dei suoi clienti e sempre attenta alle economie delle zone in cui lavoriamo. Conad propone ogni giorno le eccellenze agroalimentari del nostro paese in tutta Italia, attraverso il marchio Sapori & Dintorni, e anche all'estero, con ottimi risultati anche per i produttori locali. Questo ci rende un partner perfetto per far da veicolo ai prodotti della terra di Maremma e farli conoscere e apprezzare a livello nazionale e internazionale". "Per noi, che facciamo del legame con il territorio di cui siamo parte integrante, la nostra prerogativa ­ aggiungono Paolo Degl'Innocenti e Daniele Chiella, i soci imprenditori Conad gestori dei tre punti vendita Conad di Grosseto ­ mettere la nostra organizzazione ed il nostro personale al servizio del Maremma Food Wine Shire è un obbligo ed un piacere che sentiamo fortemente e che consente ai numerosi produttori locali di far apprezzare i propri prodotti ai visitatori provenienti da tutta Italia. Un'occasione alla quale non potevamo sottrarci, fondamentale per valorizzare il patrimonio agroalimentare e vitivinicolo unico della Maremma che, se fatto conoscere a dovere può costituire uno strumento importante per la crescita di questa terra davvero unica e per la visibilità sul mercato, di tanti piccoli e medi produttori locali di qualità". illustrato le caratteristiche di unicità e peculiarità. Per il 2011 il riconoscimento è andato alla Maremma. E a ricevere gli attestati di fronte a autorità, imprenditori, giornalisti, enotecari Vinarius, con il presidente di Vinarius Francesco Bonfio e con il presidente della Camera di commercio di Grosseto Giovanni Lamioni, sono stati Lucia Maggiorelli, proprietaria del ristorante "Dai Toscani" a Woellersdorf in Austria, dove viene celebrata la cucina maremmana, il professor Massimo Capaccioli, astrofisico di fama internazionale, nativo dell'Amiata ed infine Alessandro Zampieri, capo buttero responsabile del settore zootecnico dell'Azienda Regionale agricola di Alberese. "Sono tre personaggi ­ ha commentato il presidente della Vinarius Francesco Bonfio ­ che traducono fedelmente lo spirito con il quale la Vinarius conferisce il premio al territorio. Maggiorelli, Capaccioli e Zampieri hanno avuto una splendida carriera di lavoro e hanno mantenuto saldi rapporti con il territorio di origine, che hanno degnamente divulgato attraverso la loro professione. Siamo sicuri che tutta la comunità di Maremma sia orgogliosa di queste persone come siamo felici noi della Vinarius per aver avuto l'opportunità di premiarli". La Maremma toscana è stata premiata per essere risultato il territorio che non solo risponde a tutti i requisiti previsti dal regolamento ma anche per aver dato negli ultimi tempi un esempio di volontà di affermazione che coinvolgendo settori pubblico e privato particolarmente benemerita in questi tempi di crisi, dando nel contempo un esempio di lungimiranza imprenditoriale strategica. "Anche in questa occasione ­ ha affermato il presidente Lamioni ­ il nostro territorio si è distinto nel mondo. Fare grande la Maremma significa portare in alto il suo nome e diffondere le sue eccellenze". Nel corso della cerimonia, la Vinarius ha consegnato il premio alla carriera a Burton Anderson, giornalista americano del Minnesota che da quarant'anni vive in Toscana e ora in Maremma a Sassofortino. Anderson è stato il primo giornalista straniero a divulgare nei paesi di lingua inglese la qualità del vino italiano quando questo era agli albori di quello che poi fu definito il rinascimento del vino italiano. 20 · Maremma Magazine · Luglio 2012 ordinary World, al via la mostra evento dell'estate maremmana nel segno di Warhol ed haring Nella foto l'inaugurazione della mostra a Follonica (Civica Pinacoteca) E dopo Klinge, Niki de Saint Phalle, Joan Mirò e Salvador Dalì, la rete museale della Provincia, organizza la mostra "Ordinary world - Andy Warhol, Pietro Psaier and the Factory artworks / Keith Haring, Paolo Buggiani and the Subway drawings" che si snoderà in alcuni Musei della Rete provinciale dal 21 giugno al 4 novembre 2012 22 · Maremma Magazine · Luglio 2012 A ···· Sono 6 le sedi espositive: Follonica (Pinacoteca civica) dal 21 giugno al 29 luglio; Orbetello (Museo Archeologico "Polveriera Guzman"), dal 5 agosto al 2 settembre; Porto Santo Stefano (Fortezza Spagnola), dal 6 agosto al 2 settembre; Castell'Azzara (villa Sforzesca) dal 7 settembre al 4 novembre; Arcidosso (Castello di Arcidosso) e Castel del Piano (Palazzo Nerucci), entrambe dal 6 settembre al 4 novembre. Drawings sono tra i primi lavori di Haring come street-artist, concepiti nella metropolitana di Manhattan, e preservati dall'artista-performer italiano e amico di Haring Paolo Buggiani. "Di Andy Warhol ­ sottolinea il curatore della mostra Maurizio Vanni ­ è stato detto tutto; questa esposizione si concentra su un aspetto interessante ma poco conosciuto della vita dell'artista di Philadelphia: le opere realizzate in collaborazione con Pietro Psaier o attribuite all'artista italiano. Psaier ha lasciato poche tracce della sua presenza e resta il dubbio che sia addirittura l'ennesima invenzione geniale di Warhol". Esposti la Coca-Cola, le Campbell's soup, i famosi ritratti, da Marilyn Monroe a Mick Jagger, simboli che hanno popolato e popolano la realtà america- na con modi differenti, fanno incontrare i propositi artistici di Warhol e di Haring. Arte come forma di vita ed esistenza come alta espressione di un personale concetto di universo da trasmettere, condividere e partecipare ogni giorno. Ordinary World, appunto. Oltre all'evento espositivo, in programma una serie di appuntamenti collaterali di taglio interdisciplinare: il Living talkshow "The Factory and the pop shop. Business Art, Pubblic Art e i testimoni del proprio tempo", con momenti di dibattito e live performance, il focus di approfondimento "Andy Warhol, Keith Haring e Paolo Buggiani. Artisti contro. I sismografi della cultura popolare", legato ai temi della Pop Art e della Street Art, performance teatrali e interventi performativi "inattesi e imprevisti". 24 · Maremma Magazine · Luglio 2012 primo piano · 25 la maremma si conferma terra di 5 vele nella guida blu targata legambiente e touring La Maremma si conferma terra di qualità nella speciale classifica della Guida Blu a cura di Legambiente e Touring Club. Capalbio e Castiglione della Pescaia sempre al top con le 5 Vele, ma brillano anche Grosseto, Follonica, Scarlino, Isola del Giglio e Magliano in Toscana con le 4 Vele. Ancora a 5 Vele il lago dell'Accesa di Massa Marittima Nel turismo la qualità ambientale può battere la crisi economica". A sostenerlo è Legambiente che, come da tradizione, ad inizio estate, insieme al Touring Club Italiano, illustra i vantaggi economici del turismo sostenibile in occasione della presentazione della Guida Blu, il vademecum che segnala le mete di mare e lago per una vacanza all'insegna della tutela del territorio e premia con le 5 vele l'eccellenza dei comuni balneari italiani. Rimane pressoché invariata la posizione della Toscana, che conquista il terzo posto a livello nazionale grazie alle località maremmane. La Maremma, infatti, anche quest'anno conquista ben 10 riconoscimenti (due 5 Vele, cinque 4 Vele, una 3 Vele e una 2 Vele oltre alle 5 " Vele del lago dell'Accesa di Massa Marittima). A salire sul podio conquistando le 5 Vele sono stati i Comuni di Capalbio e Castiglione della Pescaia, mentre premiate con le 4 Vele sono stati i Comuni di Grosseto (Marina di Grosseto), Follonica, Isola del Giglio, Magliano in Toscana e Scarlino. Le 3 Vele sono andate invece a Orbetello, mentre le 2 Vele a Monte Argentario. "I risultati raggiunti dalle località della Provincia di Grosseto ­ ha spiegato Angelo Gentili, della segreteria nazionale di Legembiente ­ dimostrano in modo chiaro che se alla qualità ambientale della Maremma si abbinano i servizi e le buone pratiche ecologiche e sostenibili si riesce a raggiungere risul- tati di grande pregio. Le località maremmane che hanno raccolto numerose Vele sono un motivo di orgoglio per le potenzialità in termini di sostenibilità ambientale e turistica che il nostro territorio possiede. Legambiente continuerà con perseveranza a stimolare e spronare gli amministratori affinchè i risultati siano sempre migliori, anche per quanto riguarda la mobilità sostenibile, la raccolta differenziata dei rifiuti, la valorizzazione dei prodotti agroalimentari di qualità e lo sviluppo dell'efficienza energetica". motivaZioni 5 vele Cinque e vele e quarto posto nazionale per il Comune di Castiglione della Pescaia che, come si legge nella moti- primo piano · 27 vazione, "continua il suo impegno per mantenere l'ecosistema costiero in buone condizioni anche con la realizzazione di un progetto specifico dedicato alla tutela della Duna e rivolto sia alla popolazione scolastica che ai cittadini e ai turisti. La promozione della mobilità sostenibile, con progetti di ampliamento dell'offerta di piste ciclabili, l'attività del parcheggio scambiatore "lasci l'auto-prendi la bici" e il mantenimento di servizi pubblici incrementati nel periodo estivo, rimangono una costanza del Comune. Sul fronte dei rifiuti la raccolta differenziata aumenta di anno in anno, grazie anche al ritiro porta a porta presso gli stabilimenti balneari nel periodo estivo e la continua campagna di comunicazione e informazione rivolta ai cittadini. Ha iniziato il percorso per programmare interventi specifici sull'edilizia pubblica, legati alle energie rinnovabili e all'efficienza energetica. Il Comune ha da tempo avviato il progetto "Agenda 21 locale", un processo di partecipazione locale rivolto a cittadini, organizzazioni locali e imprese private per la promozione di una strategia condivisa in campo ambientale. Inoltre sta sviluppando il progetto "Sistema Castiglione: turismo tutto l'anno e per tutti i gusti" che prevede un ampio coinvolgimento e una collaborazione attiva di tutti i soggetti pubblici e privati del territorio interessati ad uno sviluppo sostenibile e competitivo del comparto turistico". Cinque vele anche per il Comune di Capalbio (quinta piazza a livello nazionale), che "lavora per la sostenibilità programmando azioni efficaci per la tutela dell'ecosistema costiero come la realizzazione di un percorso didattico divulgativo per sensibilizzare e educare studenti, cittadini e turisti sul rispetto del sistema dunale. L'amministrazione sta inoltre puntando all'indipendenza energetica e alla diffusione delle fonti rinnovabili, del risparmio e dell'efficienza, favorendo la realizzazione di impianti da energie rinnovabili nel proprio territorio e progettando tetti fotovoltaici su edifici comunali come palestra e scuole; serre fotovoltaiche; costruzione di un parco energetico per la didattica. Sui rifiuti continua l'impegno nella raccolta differenziata per l'introduzione della modalità porta a porta spinto nel centro storico. Promozione e valorizzazione dei prodotti tipici locali tramite manifestazioni e mercati a km zero. Sul fronte dell'educazione ambientale l'amministrazione si sta impegnando significativamente in un attività di conoscenza e sensibilizzazione rispetto alla tematica della biodiversità, declinata in chiave territorale". motivaZioni 4 vele Il Comune di Grosseto, nello specifico Marina di Grosseto, conquista le 4 Vele "per l'impegno sulla mobilità sostenibile e ciclabile e per i progetti per la raccolta porta a porta in alcuni quartieri della città, oltre a iniziative di sensibilizzazione rivolte alla cittadinanza. Avviati con successo interventi d'efficienza energetica e fonti rinnovabili presso alcune strutture comunali, così come la realizzazione di 4 case dell'ac- qua nel territorio comunale. Dal punto di vista naturalistico vanno segnalati gli interventi di ripristino ambientale nella pineta tra Marina e Principina a mare. Da segnalare l'attenzione al turismo accessibile con l'iniziativa "Mare per tutti" e le attività che legano sport e politiche ambientali realizzate con impegno e regolarità". La Città del Golfo, Follonica, è premiata "per le politiche oggi attente alla gestione del territorio già compromesso da una forte speculazione edilizia dei decenni passati. Un'attenzione particolare al problema dell'erosione costiera e alla tutela della costa a cui si aggiungono politiche volte a favorire un turismo accessibile e una fruizione per tutti del proprio litorale. Concludono il quadro politiche volte a incentivare la raccolta differenziata con il progetto pilota di raccolta porta a porta e politiche atte a incentivare l'efficienza energetica e le fonti rinnovabili di piccoli impianti per una generazione distribuita". Quattro Vele anche per un patrimonio ambientale (marino e terrestre) di grande pregio come quello dell'Isola del Giglio, "che si accompagna a iniziative di promozione turistica basate su una fruibilità sostenibile del territorio e valorizzazione dei propri prodotti locali. Da evidenziare il forte senso civico della comunità del Giglio che è riuscita ad affrontare con determinazione la gravissima tragedia umana della Costa Concordia ed è fortemente impegnata a scongiurare i rischi ambientali nel percorso di messa in sicurezza e rimozione del relitto". 28 · Maremma Magazine · Luglio 2012 Castiglione della pescaia con 5 vele è quarta in italia e prima in toscana astiglione in salita sull'attribuzione delle Vele di Legambiente. Il massimo riconoscimento per le località costiere amiche dell'ambiente, questo anno ha premiato il paese maremmano con cinque Vele ed uno scatto in su nella classifica dei comuni più virtuosi: dal quinto posto delle scorso anno al quarto di questa edizione. Un bel traguardo che, insieme al terzo posto (che si ritiene sia destinato a salire) della Regione Toscana preceduta solo da Basilicata e Sardegna, conferma l'impegno e la qualità come fattore di competizione sul mercato turistico. In effetti, le località più virtuose da un punto di vista di politiche ambientali, premiate da Legambiente sono proprio quelle che hanno saputo integrare natura, arte, tradizione ed enogastronomia, con forme di accoglienza sostenibili e a basso impatto sul territorio al fine di dare nuovo impulso all'economia legata ai flussi turistici che, sempre più di frequente, si orientano verso luoghi con condizioni ambientali in qualche modo garantite. Lo conferma anche un recente sondaggio IPR Marketing per Fondazione Uni Verde pronto a sostenere che ben il 35% dei turisti europei considera gli aspetti ambientali molto importanti nella pianificazione della propria vacanza. "Da un lato una crescita dell'offerta turistica su questi Comuni ben superiore rispetto alla media nazionale ­ sostiene il responsabile mare di Legambiente Sebastiano Venneri ­, tanto più interessante perché rivolta prevalentemente ad un'offerta non convenzionale ossia strutture con un minor impatto ambientale.Tra il 2005 e il 2010, si è registrato un costante trend di crescita della domanda turistica più ampio rispetto alla crescita media delle località balneari (6% contro 3,6%), una tendenza verso l'alto che non ha risentito delle flessioni legate alla particolare congiuntura economica". Un trend di positività dunque, che lascia ben sperare l'intero comparto turistico che individua così ampi margini di crescita ed un nuovo modo di fare accoglienza passando C dalla cura del proprio territorio fino alla salvaguardia e alla sostenibilità delle proprie risorse naturali: "Questa è una via che siamo decisi a percorrere ­ dice il sindaco Giancarlo Farnetani ­. Stiamo migliorando, e il quarto posto di questo anno ci dà merito dell'impegno e della dedizione che mettiamo nella tutela del nostro territorio e nella qualità e quantità dei servizi che offriamo ad un turismo sostenibile. Avere un posto di rilievo nella Guida Blu Touring Club vuol dire visibilità verso un pubblico attento, responsabile. Siamo sicuri che il binomio qualità e tutela dell'ambiente siano armi reali per contrastare la crisi e siamo pronti a rinnovarci ogni anno di più e meglio per accogliere un turismo nuovo, con esigenze ed obbiettivi in linea al rispetto della natura". E, per meritare il grande riconoscimento delle 5 Vele, a Castiglione della Pescaia e alla sua Amministrazione Comunale, sono stati attribuiti risultati in continua evoluzione: il grande impegno per migliorare l'ecosistema costiero grazie ad un progetto specifico dedicato alla tutela della Duna e rivolto sia alla popolazione scolastica che ai cittadini e ai turisti, la promozione della mobilità sostenibile grazie al parcheggio scambiatore "lasci l'auto ­ prendi la bici", l'aumento costante della raccolta differenziata, grazie anche al ritiro porta a porta presso gli stabilimenti balneari nel periodo estivo e la costante campagna di comunicazione e informazione rivolta ai cittadini. Non mancano neanche interventi specifici sull'edilizia pubblica legati alle energie rinnovabili e all'efficienza energetica, l'esperienza del progetto "Agenda 21 locale", un processo di partecipazione rivolto ai cittadini, organizzazioni locali e imprese private per la promozione di una strategia condivisa in campo ambientale. Inoltre, è in fase di sviluppo il progetto "Sistema Castiglione": turismo tutto l'anno e per tutti i gusti che prevede un ampio coinvolgimento ed una collaborazione attiva di tutti i soggetti pubblici e privati del territorio interessati ad uno sviluppo sostenibile e competitivo del comparto turistico. primo piano · 29 il turismo all'aria aperta per vincere la crisi Campeggi e villaggi in Toscana, risorsa nascosta e grande potenzialità per il futuro del turismo. A Castiglione della Pescaia presso il Camping Village Baia Azzurra un convegno regionale ha fatto il punto sulla situazione di un comparto turistico, oggi assolutamente strategico ed importantissimo n Toscana i campeggi accolgono da soli quasi metà delle presenze di turisti nelle località balneari, una percentuale destinata a crescere, anche come ricaduta economica sul territorio. Basta solo questo dato per capire l'importanza di quel che segmento d'offerta che va sotto il nome di "Turismo all'aria aperta". Un segmento forse trascurato, ma che rivendica a gran voce ­ ed a ragione ­ maggiori attenzioni sul fronte delle strategie commerciali finalizzate ad incrociare una domanda turistica sempre più contratta dalla crisi, ma ancora intercettabile a patto che le politiche promozionali siano idonee e profilate. Ma le Amministrazioni e le Istituzioni si sono accorte della grande risorsa rappresentata da questo comparto, che crea ricchezza e permette di preservare il patrimonio naturale e paesaggistico di un I territorio? Probabilmente no, o forse ancora non del tutto a giudicare dalle prese di posizione scaturite in occasione della presentazione del Secondo Rapporto sul turismo all'aria aperta in Toscana (il primo risaliva a sei anni fa) che le Federazioni regionali Confcommercio FAITA e FIPE hanno presentato il 6 giugno a Castiglione della Pescaia, presso il Camping Village Baia Azzurra. In effetti il peso dei campeggi nell'economia turistica non è sempre riconosciuto. Il loro inserimento all'interno del gruppo generico dell'extralberghiero in molte analisi e strategie, non rende giustizia all'importanza del settore e alla sua peculiarità. Di questo e di molto altro si è discusso nell'interessante convegno castiglionese dal titolo "Aria aperta contro la crisi ­ Campeggi e Villaggi in Toscana, risorsa nascosta e grande potenzialità per il futuro del turismo" che ha offerto una fotografia interessante ­ e per certi versi inedita a tanti ­ di questo mondo, forse un tempo considerato di serie B, ma oggi assolutamente strategico. L'appuntamento ha visto la partecipazione di un qualificato parterre di relatori ­ invitata ma assente all'ultimo minuto anche l'assessore al Turismo della Regione Toscana Cristina Scaletti ­ ed è stato aperto dal vice presidente Faita Toscana Giampiero Poggiali, che ha inquadrato il tema in generale. Tra i punti salienti dell'intervento di Poggiali è emersa la consapevolezza che la realtà legata alle strutture ricettive di campeggi e villaggi in Toscana non può e non deve continuare ad essere sottovalutata. "Quei campeggi, sorti inizialmente 30 · Maremma Magazine · Luglio 2012 come il ritardo con il quale vengono elaborati i numeri delle presenze, o l'assenza di un monitoraggio sulla efficacia delle azioni promozionali, possono alla lunga rappresentare un problema, un limite, sia per noi che per gli operatori pubblici. Per questa ragione, era necessario fare emergere, da una massa di dati indistinti e spesso non facilmente interpretabili, la consistenza reale, il peso effettivo del settore open air, rispetto all'insieme del sistema "turismo toscano". Nell'anno 2006 abbiamo realizzato la ricerca "1° rapporto sul turismo Open Air in Toscana", offrendo per la prima volta una lettura del comparto, evidenziando alle istituzioni pubbliche, l'importanza strategica che esso rivestiva per l'economia turistica. Oggi, con questo 2° Rapporto, vorremmo evidenziare anche la ricaduta econo- mica dell'open air sul territorio e poiché siamo convinti che si tratti a pieno titolo di aziende del turismo sostenibile, anche la ricaduta ambientale che il prodotto turistico da esse generato determina. Non è quindi un caso che questo convegno sia stato realizzato insieme a Fipe Toscana. Così come non è un caso che abbiamo voluto tenere questa iniziativa qui a Castiglione della Pescaia, una delle perle della Maremma e in particolare in un bel campeggio, come il Baia Azzurra, per rendere evidente a tutti la capacità di evoluzione e la propensione all'investimento dei nostri imprenditori". Quindi, il passaggio successivo relativo alle richieste. "Quello che rivendichiamo ­ ha evidenziato Poggiali ­ non è molto, ma è un grandissimo sforzo intellettuale che impone un cambiamento di prospettiva e un grande coraggio politico. Chiediamo che il turismo all'aria aperta in Toscana venga riconosciuto come uno dei prodotti turistici regionali e promosso ad ogni livello come tale. Chiediamo che le politiche a sostegno del comparto Balneare siano in qualche modo "dissociate" tenendo conto non solo del turismo Versiliano, ma anche di quello della quasi totalità della costa toscana, da Massa a Grosseto isole comprese, dove la ricettività alberghiera è, si importante, ma "sporadica". Chiediamo un sostegno per la promozione all'estero su target specifici, perché riteniamo vi siano ancora forti possibilità di espansione in molti mercati. Chiediamo infine una effettiva riduzione degli obblighi burocratici amministrativi dovuti per gli interventi di ammodernamento e innovazione delle nostre strutture, obblighi che, come si evidenzia nella ricerca sono considerati il secondo fattore di rischio, dopo la crisi economica, per gli operatori del settore". Infine, la sottolineatura del ruolo che il turismo all'aria aperta deve auspicabilmente avere in ambito regionale e nazionale. "Tutti abbiamo ormai acquisito una consapevolezza: quella in cui viviamo, è una fase nella quale tutto il sistema deve adoperarsi a introdurre novità che possano reggere le sfide della concorrenza. Oggi noi cerchiamo di evidenziare specificità e caratteristiche di un sistema di imprese che presenta già contenuti avanzati di competitività e modernità. Esso può costituire un prodotto essen- primo piano · 31 il turismo all'aria aperta, il quadro toscano in cifre ul fronte della domanda, il turismo all'aria aperta, con 9,5 milioni di presenze e 1,2 milioni di arrivi, è il secondo comparto ricettivo della Toscana dopo quello alberghiero. Da oltre dieci anni le presenze nei Campeggi e nei Villaggi Turistici mantengono un trend di sostanziale crescita, con valori che rispettano, in linea di massima, l'andamento regionale, conservando costante il peso del comparto sul totale in termini di notti con valori tra il 22% e il 24%. Nello stesso arco di tempo, le presenze negli alberghi sono passate dal 59% al 52% del totale regionale. Le presenze nei campeggi toscani tra il 2000 e il 2010 sono aumentate di un milione di notti, passando da 8,4 milioni a 9,4 milioni. Gli arrivi invece, al termine dell'intervallo, risultano diminuiti, ma il valore e molto altalenante durante il periodo. La permanenza media aumenta, passando da 6,6 a 7,5 notti, crescita che riguarda sia gli italiani, che passano da una media di 7,8 notti a una di 8,6, che gli stranieri, che aumentano da 5,3 a 6,2. In termini di crescita percentuale nel decennio i campeggi sono aumentati del 12% e gli alberghi meno dell'1%. Le prime previsioni per il 2011 indicano una crescita leggermente inferiore al 2%, inferiore al dato regionale trainato dal settore Arte e Affari, nei quali l'offerta è poco presente. La Toscana è la seconda regione italiana per numero di presenze nei campeggi (14% del totale nazionale), dietro al Veneto (17 milioni pari al 25% circa). Seguono Emilia Romagna (8%), Campania (6%), Puglia, Lombardia e Marche. Gli stranieri rappresentano il 43% degli arrivi e il 35% delle presenze, valori inferiori alla media nazionale, molto condizionata dal valore del Veneto che, sul mare e sul lago, accoglie stranieri in un turismo di prossimità. Livorno e Grosseto raccolgono la percentuale più alta di presenze, con oltre il 50%. A Lucca, Massa Carrara e Firenze una percentuale simile, tra il 6% e il 7% del totale. Mentre in Toscana le presenze S verso della ricettività all'aria aperta che in Toscana si concentra sulle coste. L'interno resta ancora un ambito da sviluppare, con grandi potenzialità legate alle aree protette e alla crescente attenzione dell'ospite alla sostenibilità, specialmente a livello internazionale. Non sono queste le uniche sfide da affrontare. Nel panorama del consumo che cambia, i campeggi e i villaggi devono uscire dal limite del trasporto individuale per collegarsi al trasporto pubblico ed entrare in contatto con il mondo dei voli "Low Cost" patrimonio di un cliente che non vuole pagare per il superfluo ma spende volentieri per la qualità rappresentata anche dagli elementi di tipicità e caratterizzazione, cultura, arte, enogastronomia che la Toscana offre in modo diffuso. Internet e servizi sono fattori sui quali investire. II campeggio non è più il luogo del risparmio ma è sempre più il luogo della natura, dove il cliente chiede servizi che ne esaltino il ritorno in termini di "esperienza". Nascono strutture più complesse dove l'ospitalità diventa più ricercata, comoda. Ecolodgee, materiali naturali sono le parole d'ordine per una accoglienza che, lasciata già da tempo la natura della semplicità, si muove verso concetti come il "Glamping", neologismo che unisce il Glamour con il Camping, non bello, e forse già superato sulla strada della sostenibilità e dell'ambientalismo. Qualitativamente il settore campeggi in Toscana gode di una buona immagine sui social media, con oltre il 70% di recensioni di livello eccellente o molto buono. Un maggiore impegno collettivo di presenza su questi strumenti permetterebbe una sinergia più forte e un ritorno collettivo in termini di presenze. Questa maggiore presenza potrebbe aumentare la presenza di giovani, target talvolta tralasciato, ma interessanti perché ad alto livello di fidelizzazione, di reddito tendente alla crescita, poco condizionati da fattori esterni, soggiornano per più tempo. in generale sono cresciute dell'11% tra il 2000 e il 2010, a Firenze, Siena e Massa Carrara sono diminuite rispettivamente del 17%, 21% e addirittura del 33% nell'ultima, seppur provincia costiera. Oltre l'80% delle presenze sono concentrate in comuni censiti come risorsa prevalente balneare, in trend di crescita (+16% dal 2000) insieme a quella termale seppure l'ultima con valore più basso (+4%). Al secondo posto arte / affari con un valore intorno al 7%. In sensibile calo la Montagna, quasi dimezzata tra il 2000 e il 2010. L'offerta Toscana nel 2010 contava su 241 esercizi e 179.420 posti letto, distribuiti prevalentemente tra le province di Livorno (69 esercizi, 63 mila posti letto pari rispettivamente al 29% e al 35% del totale regionale), Grosseto (56 esercizi, 52 mila posti letto, 23% degli esercizi e 29% dei posti letto regionali) e Massa Carrara (16% e 12% rispettivamente). La dimensione media regionale è di 744 posti letto per struttura, con massimo di 936 a Grosseto, dove il rapporto tra posti letto nei campeggi e negli alberghi raggiunge il valore di 2,7, e minimo ad Arezzo con una dimensione media di 175 posti letto un rapporto che scende a 0,4. L'incidenza minima dei campeggi si trova però nella provincia di Siena dove scende al 7,3% e il rapporto a 0,2. Campeggi e villaggi turistici, ma anche aree di sosta e parchi vacanza, sono l'uni- 32 · Maremma Magazine · Luglio 2012 le notti dell'arCheologia un mese di piccoli-grandi eventi all'insegna della storia e della cultura Tutto pronto, come da consuetudine nel mese di luglio, per la manifestazione "Le Notti dell'Archeologia" che anche quest'anno ­ in quella che risulta essere la dodicesima edizione ­ offrirà per iniziativa della Regione Toscana una miriade di appuntamenti nei più importanti musei e siti archeologici di Toscana orna come ogni anno nel mese di luglio in tutta la Toscana La Notte dell'Archeologia. Una miriade di appuntamenti per scoprire il passato in più di 100 musei, parchi e aree archeologiche della nostra regione. La manifestazione, promossa dalla Regione Toscana in collaborazione con AMAT e Sorpintendenza per i Beni Archeologici della Toscana giunta alla sua dodicesima edizione, propone aperture straordinarie serali, visite guidate alle collezioni dei musei, trekking e itinerari alla scoperta di nuove aree archeologiche, incontri con gli studiosi, organizzazione di mostre e conferenze. Bambini e ragazzi potranno conoscere l'archeologia grazie ai numerosi laboratori didattici ed alle attività organizzate dai musei. "Le "Notti dell'Archeologia" ­ sottolinea l'assessore alla Cultura, al Turismo e al Commercio della Regione Toscana Cristina Scaletti ­ uniscono l'antico col nuovo, il passato alla contemporaneità. E questa edizione del 2012 si presenta, ancor più delle precedenti, ricca di novità e sorprese. T Con uno sforzo organizzativo che ha visto confluire insieme le risorse creative ­ ancor prima che finanziarie ­ di vari organismi della Regione Toscana, di Enti e Fondazioni, delle strutture del Ministero per i Beni e le Attività culturali, la formula collaudata delle "Notti dell'Archeologia" viene quest'anno rinnovata e potenziata, arricchita da alcuni grandi eventi di altissimo livello, per fare delle "Notti" un'opportunità non solo di accesso al sapere, ma anche di intrattenimento educativo e di turismo di qualità. Sei diverse iniziative di spettacolo all'interno delle "Notti" porteranno grandi nomi del teatro, della danza e della cultura in una rosa di sedi dalla fortissima suggestione antica, come Cortona, Sovana, Populonia e il Parco Archeominerario di San Silvestro: Margherita Hack, Silvio Orlando, Valerio Massimo Manfredi, David Riondino e molti altri sono i testimoni della qualità degli eventi programmati nel luglio; ai loro spettacoli si assommano le rappresentazioni comprese nella rassegna "Archeologia narrante", che ripropone lo spettacolo del teatro antico in altre prestigiose sedi della Toscana, come il Museo Archeologico Nazionale di Firenze, il Complesso di Santa Maria della Scala di Siena, gli Arsenali Medicei di Pisa. Alla narrazione dell'antico e dei temi di vita che dall'antichità traggono origine e spunto, si assomma quest'anno CIAK, il 1° Festival internazionale del Cinema archeologico - Premio "Notti dell'Archeologia 2012", organizzato dalla rivista Archeologia Viva e dalla Rassegna Internazionale del Cinema Archeologico di Rovereto, che a Pisa proporrà in tre giornate il meglio delle più recenti narrazioni documentarie, con la possibilità da parte del pubblico di votare la pellicola migliore, che verrà premiata nella serata finale durante l'incontro con Valerio Massimo Manfredi. La fortunata iniziativa dell'Archeofest, nata nel 2011 nel territorio di Chianciano e della Val di Chiana, entra da quest'anno nella cornice delle Notti dell'Archeologia, a coinvolgere Cetona, Chiusi, Montepulciano, Pienza, San Casciano dei Bagni con mostre e spettacoli; l'antichità si legherà all'arte contemporanea a Sarteano, dove l'artista Ivan Theimer esporrà le sue opere nel Museo Archeologico, ed a Chianciano Terme, con la mostra "De Chirico. Il ventre dell'archeologo"; l'antico nel mondo contemporaneo sarà protagonista, ancora a Chianciano Terme, del convegno sull'archeologia ed i conflitti nel Mediterraneo, tema quanto mai attuale. A queste proposte di grande richiamo ­ conclude l'assessore Scaletti ­ si uniscono altre 200 iniziative che toccano ogni angolo della Toscana dove l'antico ebbe ed ha sede: aperture straordinarie e gratuite, visite guidate, eventi, spettacoli, trekking, laboratori didattici per bambini ed adulti, incontri e conferenze punteggeranno per l'intero luglio tutto il territorio regionale, riscoprendone le tradizioni artistiche, artigiane, produttive e alimentari: l'accoglienza toscana si aprirà quest'anno infatti ad offerte particolari nel periodo, comprese delle iniziative di peculiari degustazioni grazie alla rete di Vetrina Toscana. Più che mai le "Notti dell'Archeologia" offrono ai visitatori l'opportunità di vedere cose, luoghi ed eventi unici: mai l'antico sarà così vivo per tutti". Momento centrale sarà La notte dell'Archeologia il 14 luglio con l'apertura straordinaria notturna (ore 21.00-23.00) (gratuita o in certi casi a pagamento) dei musei archeologici toscani a cura dell'AMAT, l'Associazione Musei Archeologici Toscani. L'iniziativa sottolinea l'impegno costante nella promozione dei tanti musei archeologici disseminati sul territorio a custodia e valorizzazione dei segni storici delle civiltà, prima fra tutte l'etrusca, che hanno fatto grande la storia della nostra regione. La Notte dell'Archeologia si svolgerà in moltissimi musei, tra cui in provincia di Grosseto e Val di Cornia: Museo Archeologico e d'Arte della Maremma con sede a Grosseto; Museo Civico Archeologico "Isidoro Falchi" di Vetulonia (GR); Museo Archeologico di Saturnia (GR); Museo della Rocca di Campiglia Marittima (LI); Museo Archeologico del Territorio di Populonia (LI); Museo del Castello e della Città di Piombino (LI); Parco Archeologico di Baratti e Populonia (LI). Numerosi altri musei, parchi ed aree archeologiche propongono nel mese di luglio aperture straordinarie notturne, ma anche visite guidate, conferenze, mostre e tantissimo altro ancora. Per maggiori informazioni e per conoscere gli eventi delle Notti dell'archeologia nella propria città: sito www.regione.toscana.it/nottidellarcheologia, Numero verde 800 860070. 36 C Osiris voce sax e regia. Il secondo appuntamento sovanese si terrà martedì 31 luglio in Piazza del Pretorio (ore 21,15), cornice di una conferenza spettacolo (Giano Produzioni) con musica dal vivo di Marco Caverni sassofoni e Daniel Stratznig fisarmonica che avrà come protagonisti Valerio Massimo Manfredi, David Riondino, Paolo Bessegato dal titolo ULISSE IL Sovana, Piazza del Pretorio Sovana,Tomba Ildebranda MISTERO DEL SECONDO VIAGGIO. Nell'undicesimo canto dell'Odissea, l'evocazione dei morti, si annuncia un seguito all'avventura dell'eroe itacense. Valerio Massimo Manfredi accompagna nella ricostruzione di questa seconda Odissea, che sicuramente fu raccontata, ma che non ci è mai arrivata. Se non è arrivato il poema è però arrivata la sua ombra. È il mito che affascina Pascoli in L'ultimo viaggio e quello che scopriremo ascoltandone il poema. Tutto questo avverrà in Piazza del Pretorio di Sovana, un piccolo gioiello medievale, di grande fascino. Vi si affacciano la chiesa di San Mamiliano costruita intorno al IV sec. d.C. sui resti di un edificio etrusco e poi romano, la chiesa di Santa Maria del XII-XIII sec. il palazzo dei marchesi Bourbon del Monte, la Loggia del Capitano, il Palazzetto Comunale ed infine il Palazzo Pretorio, risalente al XII-XIII secolo. In Val di Cornia le iniziative regionali sono previste martedì 10 e 17 luglio sempre alle ore 21.15 (info: tel. 0565 226445 - prenotazioni@parchivaldicornia.it) Nel primo caso, martedì 10 luglio, in località Valle Lanzi nel Parco Archeominerario di San Silvestro a Campiglia Marittima dove verrà proposto L'anima della Terra (vista dalle Stelle) uno spettacolo di parole e musica targato Arca Azzurra Teatro in collaborazione con NoMusic idea e direzione di Francesco Magnelli, nel quale Ginevra Di Marco interpreterà alcune tra le più belle melodie tradizionali di tematiche sociali, brani densi di significati, valori e storia alternandosi a Margherita Hack che leggerà testi di approfondimento, puntualizzando ed espandendo i concetti con la forza della sua immensa esperienza. L'iniziativa ­ accompagnata da Francesco Magnelli piano e magnellophoni, Andrea Salvadori chitarra e tzouras, Luca Ragazzo batteria ­ offrirà la possibilità di ammirare la Rocca San Silvestro nel cuore del parco archeominerario: un centro di minatori e fonditori di metallo sorto fra X e XI secolo con lo scopo di sfruttare i ricchi giacimenti locali di rame e piombo argentifero. Abbandonata a metà del XIV secolo, è stata restituita alla "vita" dagli scavi archeologici degli anni `80. L'altro appuntamento, come detto, il 17 luglio si terrà presso la Necropoli di San Cerbone all'interno del Parco Archeologico di Baratti e Populonia in località Baratti, Populonia (PIOMBINO). Qui andrà in scena KORE produzione Torinodanza/Compagnia Virgilio Sieni collaborazione alla produzione Fondazione Teatro della Pergola Firenze/CANGO Cantieri Goldonetta Firenze, spettacolo liberamente tratto da La Ragazza Indicibile. Mito e mistero di Kore di Giorgio Agamben, Monica Ferrando Parco di Baratti - Necropoli di San Cerbone tomba a edicola (Electa 2010) coreografia di Virgilio Sieni interpretazione e collaborazione Ramona Caia. Un manifesto sulla femminilità, ma anche l'espressione dell'impulso necessario per superare tutto ciò che è umano lasciandoci intravedere il viaggio ininterrotto dell'uomo. Il corpo si dona alla danza e si mostra in un gioco inaspettato che trascolora in continue metamorfosi. Datata tra il VII e il V secolo a.C., La necropoli etrusca di San Cerbone è la più antica e monumentale necropoli di Populonia, città etrusca e poi romana nota fin dall'antichità per l'intensa attività metallurgica legata alla produzione del ferro. La necropoli si affaccia sul mare del golfo di Baratti, con le grandi tombe a tumulo, a edicola e a sarcofago conservatesi quasi intatte. Biglietto: intero euro 10,00 - ridotto 5,00 (più diritti di prevendita) Prevendita: www.boxol.it Info: www.boxofficetoscana.it tel. 055 210804 - www.fts.toscana.it, tel. 055 219851 primo piano · 37 tra natura e cultura, alla scoperta dei parchi e musei della val di Cornia Parco di Baratti, Necropoli Immersi in un angolo di Toscana dalle mille sfaccettature, i Parchi e i Musei della Val di Cornia presentano un'offerta ricca e variegata, un modo diverso di vivere la cultura attraverso visite animate con guide esperte, laboratori creativi, itinerari per passeggiate e sport. E tantissimi eventi per grandi e piccini er chi volesse vivere un'esperienza unica in un territorio ricco di bellezze naturali e sorprendenti testimonianze archeologiche, la Val di Cornia è il luogo ideale. Un energico mix di arte, cultura, natura all'insegna del relax e dello sport. Estesa nella provincia di Livorno tra i comuni di Campiglia Marittima, Piombino, Sassetta, Suvereto e San Vincenzo, questa terra offre scenari incantevoli che si distendono tra colline ricoperte di folta vegetazione e mare dalle spiagge incontaminate. Culla delle antiche civiltà etrusca e romana, il territorio ne ha custodito gelosamente nei secoli numerose tracce. Posta di fronte all'Isola d'Elba, la valle si presenta come una valida alternativa alle P tradizionali mete turistiche: l'ultimo spicchio di mare della Costa degli Etruschi ospita delle eccellenze straordinarie, luoghi da non perdere, che introducono ad una dimensione intimamente esaltante. Oasi di sereno isolamento, ideali per passeggiate a piedi, in bicicletta e per escursioni trekking, si accompagnano a parchi archeologici e musei. I Parchi e i Musei della Val di Cornia Immersi in questo paesaggio dalle mille sfaccettature, i Parchi e i Musei della Val di Cornia presentano un'offerta ricca e variegata, un modo diverso di vivere la cultura attraverso visite animate con guide esperte, laboratori creativi, itinerari per passeggiate e sport. Sorprendente sarà la visita al Parco archeologico di Baratti e Populonia, un vero e proprio viaggio tra le rovine etrusche e romane, immerse in folta vegetazione. Il Parco si estende tra le pendici del promontorio di Piombino ed il Golfo di Baratti, dove sorgeva la città etrusca e romana di Populonia, unica città etrusca fondata sul mare. Una rete di itinerari unisce la città delle case e dei templi alla città industriale e alle necropoli di San Cerbone, con i tumuli e le tombe a edicola e a sarcofago (VII-IV a.C.), e delle Grotte, costituita da tombe a camera scavate nella roccia (IV-III a.C.). I percorsi, oggi come nell'antichità, seguono strade basolate, attraversano boschi e macchia mediterranea e si aprono su inaspettati 38 · Maremma Magazine · Luglio 2012 Parco di San Silvestro, Rocca Parco di Baratti, Acropoli Populonia Parchi e Musei della Val di Cornia Museo del Castello di Piombino scorci rivolti verso l'isola d'Elba. Uno di questi tracciati si spinge fra i boschi del promontorio per raggiungere i ruderi del monastero benedettino di San Quirico. Infine, l'archeologia "prende forma" nei laboratori creativi di ceramica, attivi presso il Centro di Archeologia Sperimentale. Il Parco archeominerario di San Silvestro, sulle colline a nord di Campiglia Marittima, racconta la storia di un vasto territorio minerario, ricco di giacimenti di rame, piombo ed argento. A piedi e su un trenino particolarmente amato dai più piccoli, il turista vivrà l'irripetibile esperienza di percorrere i luoghi di estrazione e lavorazione dei minerali, attività che si sono protratte dal periodo etrusco fino al 1976. Il percorso nella miniera (al cui interno la temperatura è di 13-14°C) e quello sul treno minerario rappresentano un modo divertente e diverso di vivere "la storia". Cuore del parco è Rocca San Silvestro, villaggio medievale di minatori e fonditori di metallo, che offre un itinerario, unico nel suo genere, attraverso i resti di abitazioni, della chiesa, del cimitero, della zona signorile e dell'area industriale. Radiosa e fiera, incurante delle sferzate del vento, la Rocca torreggia sulla campagna circostante, conservando orgogliosamente il suo "pezzo" di storia. Poli espositivi di inestimabile valore sono il Museo archeologico del territorio di Populonia, il Museo del Castello e della Città di Piombino e i Musei della Rocca di Campiglia. Culturalmente collegato al Parco archeologico di Baratti e Populonia, il Museo archeologico del Territorio di Populonia costituisce uno dei principali poli espositivi della Provincia di Livorno. Nel Museo sono illustrate le trasformazioni del promontorio di Piombino, dalla preistoria all'età moderna, attraverso oltre 2000 reperti e suggestive ricostruzioni dei paesaggi, delle attività e degli ambienti antichi. Fra i pezzi più famosi si ricordano la preziosa Anfora d'argento, rinvenuta da un pescatore nelle acque del golfo di Baratti e il suggestivo mosaico dei pesci, proveniente dall'edificio romano delle Logge, sull'Acro- primo piano · 39 tutti i sabato PARCO ARCHEOLOGICO DI BARATTI E POPULONIA, Necropoli di San Cerbone ore 21.15 "Notte etrusca" Visita animata in costume alla necropoli di San Cerbone. Saranno due protagoniste femminili a guidare i visitatori tra le antiche tombe: una donna etrusca, Larthia, e una donna romana, Clodia, che in un dialogo suggestivo racconteranno del loro ruolo di donne nell'antichità e del rapporto con gli uomini, con la società e con gli dèi. Attraverso storie di donne, di dee e di prostitute sacre si ripercorrerà la storia di Populonia dagli splendori dei principi etruschi alla conquista di Roma. Evento a pagamento (biglietto di ingresso al parco) tutti i giovedì e i sabato PARCO ARCHEOLOGICO DI BARATTI E POPULONIA, Acropoli, dalle ore 16 alle ore 19 "Opus Tessellatum" Laboratorio didattico-creativo sulla tecnica del mosaico antico. Ingresso compreso nel prezzo del biglietto del parco. tutti i martedì e i venerdì MUSEI DELLA ROCCA DI CAMPIGLIA MARITTIMA, dalle ore 10.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.30 "La bottega del vasaio" Laboratorio didattico-creativo sulla tecnica di pittura della ceramica medievale. Ingresso compreso nel prezzo del biglietto del Museo tutti i sabato di luglio e tutti i giovedì e sabato di agosto MUSEI DELLA ROCCA DI CAMPIGLIA MARITTIMA, alle 18.00 (ogni sabato di luglio) e alle 10.30 ed alle 18.00 (ogni giovedì e sabato di agosto) "Visita guidata al borgo ed alla Pieve di San Giovanni" Le visite guidate inizieranno ai Musei della Rocca di Campiglia, dove è previsto il luogo di ritrovo, e, dopo una breve introduzione sulla storia di Campiglia e sulla sua Rocca, attraverseranno il borgo medievale per raggiungere la Pieve di San Giovanni, splendido esempio di romanico toscano. Ingresso: 4,00 euro, prenotazione consigliata eVenti nei ParCHi natUraLi sabato 7 e 21 luglio PARCO COSTIERO DELLA STERPAIA, ore 16.30 "Scopri-duna" Animazioni ambientali per conoscere il sistema dunale e salvaguardarlo... divertendosi. Attività gratuita Mercoledì 18 luglio PARCO COSTIERO DELLA STERPAIA, ore 20.00 "I suoni del bosco di notte" Escursione all'interno del Parco della Sterpaia, comprendente l'accesso ai sentieri aperti liberamente al pubblico e quella porzione di bosco a cui si può accedere solo ed esclusivamente accompagnati da guide. Ingresso euro 6,00 intero, euro 4,00 ridotto (6-14 anni e oltre i 65) notti DeLL'arCHeoLoGia Venerdi 6 Luglio MUSEO ARCHEOLOGICO DEL TERRITORIO DI POPULONIA, ore 21.30 "Eutyches, medico naufrago a Populonia 2000 anni fa" Evento per grandi e piccini. Visita guidata al Relitto del Pozzino e animazione teatrale a cura di Massimiliano Gracili (Associazione Ars & Crafts). Evento a pagamento: euro 5.00 Martedì 10 luglio PARCO ARCHEOMINERARIO DI SAN SILVESTRO, AREA DI VALLE LANZI, ore 21.15 "L'anima della terra vista dalle stelle" Uno spettacolo di parole e musica con Margherita Hack e Ginevra Di Marco (Arca Azzurra Teatro). Idea e direzione Francesco Magnelli. L'incontro di due `stelle' nate in Toscana diventa l'occasione per indagare su alcune tematiche sociali scottanti quali immigrazione/emigrazione, nuove energie, globalizzazione, lavoro, corruzione. Evento a pagamento: euro 10,00, prenotazione consigliata Venerdi 13 Luglio MUSEO DEL CASTELLO E DELLA CITTÀ, ore 21.30 "Il medioevo a Piombino. L'archeologia racconta" Conferenza a cura Giovanna Bianchi Evento gratuito sabato 14 Luglio MUSEO ARCHEOLOGICO DEL TERRITORIO DI POPULONIA, MUSEO DEL CASTELLO E DELLA CITTA' ­ MUSEI DELLA ROCCA DI CAMPIGLIA "Al museo di sera" Apertura straordinaria fino alle 24.00 Evento a pagamento (biglietto di ingresso al museo) sabato 14 Luglio PARCO ARCHEOMINERARIO DI SAN SILVESTRO, ore 18.00 "Bianca e sfolgorante appare la Rocca" Presentazione della guida al Parco Archeominerario di San Silvestro, raccontata con emozione dallo scrittore Andrea Semplici, catturato dalla bellezza `sfolgorante' della Rocca. La presentazione della guida si svolgerà a Villa Lanzi. Seguirà una passeggiata alla Rocca di San Silvestro al tramonto, con letture e musica. Evento gratuito Martedì 17 luglio PARCO ARCHEOLOGICO DI BARATTI E POPULONIA, Necropoli di San Cerbone, ore 21.15 "Kore" liberamente tratto da La ragazza indicibile. Mito e mistero di Kore - spettacolo della Compagnia Virgilio Sieni Danza. Ideazione, coreografia e scene di Virgilio Sieni. Interpretazione e collaborazione di Ramona Caia. Evento a pagamento: euro 10,00 Venerdi 20 Luglio MUSEO ARCHEOLOGICO DEL TERRITORIO DI POPULONIA, ore 21.30 "Un capolavoro "espatriato". La fiaschetta vitrea di Populonia" Conferenza a cura del Dott. Giandomenico De Tommaso. Evento gratuito. Giovedì 26 luglio 2012 PARCO ARCHEOMINERARIO DI SAN SILVESTRO fino alle ore 24.00 "La sera, nel cuore della terra" Nella suggestiva atmosfera della sera, visita delle miniere del Parco a piedi e a bordo del treno. Evento a pagamento (biglietto di ingresso al parco). Prenotazione consigliata Venerdi 27 Luglio MUSEO ARCHEOLOGICO DEL TERRITORIO DI POPULONIA, ore 21.30 "Heinrich Schliemann a Populonia" Conferenza a cura del Dott.ssa Elisabeth Jane Sheperd. Evento gratuito Notte Etrusca 40 · Maremma Magazine · Luglio 2012 41 la maremma dei butteri rivive al marruchetone 42 · Maremma Magazine · Luglio 2012 N vitelli, coadiuvato dal giovane allevatore Marco Stefanucci. I cavalli che montano sono maremmani, insuperabili aiutanti con il bestiame vaccino; il vestiario, è il risultato di uno studio fatto sui quadri del Fattori. Riviste americane, tedesche, francesi, svizzere, inglesi, persino russe e giapponesi, descrivono il mondo raccontato dalle iniziative con i butteri, che si svolgono nell'antica Fattoria del Marruchetone, situata sulla strada dello Sbirro a Roselle, ad una manciata di chilometri da Grosseto. Il lavoro svolto da questo gruppo è esaltante frutto di ricerche e di suggerimenti, venuti dai vecchi "patriarchi" ormai scomparsi, come il capo buttero Margiotto, o l'anziano Petrucci, che lasciò preziose indicazioni. A coordinare il gruppo Fabrizio Fal- cini, discendente del mitico Vittorio Falcini, grande conduttore di migliaia di armenti, transumanti nelle terre toscane, citato dal fondatore della dinastia dei Ponticelli, nel testamento del 1807. Ognuno dei butteri del gruppo ha dietro le spalle una storia, una tradizione familiare, che lo lega fortemente alla Maremma più autentica. Molti leggono la parola folklore in termini negativi. Niente di più errato, se pensiamo che Folk-lore è l'insieme di due parole dall'antico sassone, che recitano così Folk = popolo, Lore = sapere. Quindi sapere del popolo, quello che si svolge al Marruchetone. È quindi un omaggio, ad una cultura semplice, ma profonda, quella dei vecchi butteri. La rappresentazione con il bestiame che i nostri cow-boys maremmani ten- primo piano · 43 gono in occasione di questi spettacoli, è anche un omaggio verso gli ultimi butteri che recentemente ci hanno lasciato (come l'ultracentenario Giovanni Travagliati deceduto appena qualche mese fa); è la volontà di fermare l'oblio che copre la saga di questi uomini, che sfidavano la palude, la malaria, per custodire il bestiame, entrando nella leggenda di una terra. È misteriosa la sopravivenza, nell'immaginario collettivo globale, della figura del buttero; come i Samurai del Giappone, si ergono, virtuali testimoni di leggende territoriali. La presenza mediatica sostituisce la presenza fisica, testimoniando la forza della loro figura: quasi un'icona. Amici sparsi per il mondo a volte mi chiedono dove trovare i butteri. Dove si possono incontrare? Suggeriamo di salire sui molti naturali balconi, che circondano Grosseto: Vetulonia, Montepescali, Istia, le colline di Roselle, le valletti di Alberese. Saranno i sensi a ricostruire per loro un mondo fantastico, che spietati cicli economici hanno reso evanescente. Per vedere, bisogna chiudere gli occhi, respirare quest'aria che dal mare porta odori lontani, che si impastano con i profumi di una terra miracolosamente intatta; saranno questi segnali, a "raccontare" al cervello, mandrie di cavalli al galoppo, tori scalcianti nei branchi, armenti radunati sotto ombrose querce, lasciate, suggeriscono ai curiosi che la fantasia "costruisca" la realtà e vedrete... Ma al di là di questo gioco di immaginazione un modo concreto per vederli all'opera è offerto dagli spettacoli a cura di Equinus che con cadenza periodica nel periodo estivo si svolgono appunto nella magica cornice della Fattoria del Marruchetone. Non si tratta di finzione finalizzata al puro intrattenimento: i protagonisti sono infatti sostenuti da una autentica passione per questa attività, come autentica è la loro determinazione a mantenere vive le tradizioni di una terra che amano. Così gli spettacoli diventano una ricostruzione fedele e appassionata del lavoro faticoso e coinvolgente dei butteri che, alle prese con cavalli e bovini maremmani autentici, si esibiscono nel- lo sbrancamento, nel tiro con la lacciaia, nella cattura e atterramento "a lotta" dei vitelli. Equinus, con queste rappresentazioni propone un percorso, che coinvolge tutti i sensi. Al piacere dello sguardo, sollecitato, dalla vibrante vitalità dei cavalli maremmani, dalla funambolica fantasia dei butteri, perla di una diffusa corona che si srotola nella terra di Maremma, aggiunge il piacere dei sensi gustativi. Mentre il sole rincorre l'ovest, verso il mare, cercando il tramonto, lo... spettacolo prosegue... a tavola con una cena tipica maremmana. E tocca a questo punto al cibo, al vino, all'olio divenire ambasciatori di questa terra. Complici le ombre della sera che giocano con l'ultima luce fra gli ulivi, giunge, per i presenti, quel momento, che induce ad immaginare un ritorno... CALENDARIO SPETTACOLI 2012 Questo il calendario degli spettacoli 2012 nella consueta cornice della Fattoria del Marruchetone (Roselle): Luglio, mercoledì 04, 11, 18 e 25 ore 18.00; Agosto, mercoledì 01, 08, 15, 22 e 29 ore 18.00; Settembre, mercoledì 05, 12 e 19 ore 18.00. Informazioni e prenotazioni: Adriano Peloso cell. 333 9579733, sito internet www.cavallomaremmano.com, e-mail info@cavallomaremmano.com 44 · Maremma Magazine · Luglio 2012 tra vigneti, chiese e cantine, al via l'amiata piano Festival 2012 D opo l'anteprima milanese del 23 marzo scorso nella cornice dello Spazio Fazioli di Milano e la presentazione ufficiale del 22 giugno a Grosseto presso la sala conferenze del Museo di Storia Naturale della Maremma, l'Amiata Piano Festival si appresta finalmente al debutto ufficiale. L'ottava edizione di questa importante rassegna musicale promossa dalla Fondazione Bertarelli, con il patrocinio della Maremma dei Festival, del Comune di Cinigiano, della Provincia di Grosseto e della Regione Toscana, con la direzione artistica del Maestro Maurizio Baglini ­ protagonista di un doppio memorabile concerto nella città meneghina e nel capoluogo maremmano in occasione della presentazione del programma 2012 ­ si svolgerà dal 19 luglio al 2 settembre nel cuore della Maremma grossetana a Cinigiano (Grosseto). tra ulivi, vigneti, chiese e cantine: dodici concerti in uno scenario paesaggistico ancora da scoprire Ormai lanciata verso il decennale Amiata Piano Festival è una manifestazione consolidata che ogni anno attira centinaia di spettatori da tutto il mondo. Merito di un livello artistico di assoluta eccellenza, ma anche di uno scenario paesaggistico di rara bellezza: una Toscana autentica e, sotto alcuni aspetti, ancora da scoprire, in piena e perfetta armonia nel rapporto uomo-natura. Fuori dal caos del turismo di massa, in un contesto enologico unico al mondo, le bellissime colline di Poggi del Sasso, in provincia di Grosseto, fitte di vigneti della Maremma grossetana offrono suggestioni insolite e, d'estate, la magia dei suoni dell'Amiata Piano Festival. "È una sfida appassionante 46 · Maremma Magazine · Luglio 2012 Nella foto un concerto nella cantina di ColleMassari portare la musica in un territorio musicalmente, e in parte anche turisticamente, vergine come questo", commenta il pianista Maurizio Baglini, fondatore e direttore artistico della rassegna. L'ottava edizione del festival propone dodici appuntamenti divisi in tre serie, per altrettante settimane, chiamate Bacco, Euterpe e Dionisus per suggellare il nobile legame che unisce musica e vino. Dodici concerti. Dodici eventi. Artisti di fama internazionale, vere e proprie star della musica, diffonderanno raffinate armonie nello splendore dei vigneti e uliveti della campagna maremmana. L'evento, sempre più, di acclamato prestigio, si pone come uno degli appuntamenti musicali internazionali assolutamente da non perdere. Grazie al sostegno della Fondazione Bertarelli sponsor della manifestazione il pubblico di musicofili di tutto il mondo potrà assaporare grandi concerti cameristici presso i luoghi storici del Festival a Poggi del Sasso: la Sala Musica al Podere San Giuseppe, la Chiesa dei Santissimi Pietro e Paolo nella tenuta Montecucco e la suggesti- va barricaia all'interno della Cantina di ColleMassari. da andrea lucchesini a sir peter maxwell davies, le stelle dell'edizione 2012 L'inaugurazione sarà con la serie Baccus che debutterà giovedì 19 luglio con due stelle russe del concertismo: il violinista Dmitri Sitkovetsky e il pianista Konstantin Lifschitz (musiche di Mozart, Prokofiev e Ravel). Venerdì 20 sarà di scena il pianista Enrico Pace, con uno spettacolare récital tutto dedicato a Liszt, mentre saba- primo piano · 47 Un concerto to 21 Maurizio Baglini e la violoncellista Silvia Chiesa, artista residente del festival, eseguiranno le Sonate di Brahms e Schubert nella suggestiva cornice dell'antica Chiesa di Montecucco, aperta per la prima volta al pubblico dopo i restauri. Proseguendo nell'ottica di promuovere i migliori talenti della nuova generazione, il festival ospiterà domenica 22 un concerto del brillante Duo Sitkovetsky, vincitore del Premio "Trio di Trieste" (musiche di Beethoven, Schumann, Schnittke e Grieg). Giovedì 2 agosto prenderà il via la serie Euterpe, protagonisti artisti habitués ­ il pianista Wolfram Schmitt Leonardy e il Quartetto Rodin ­ con un prezioso repertorio cameristico che spazierà da Dvorák a Shostakovich. Serata al femminile venerdì 3, con il soprano Valentina Coladonato e la pianista Luisa Prayer, interpreti di raffinaIl pubblico te pagine liederistiche con uno scambio fecondo tra le culture italiana e francese all'alba del Novecento. Popolarissimo in Francia, il pianista Giovanni Bellucci si cimenterà sabato 4 in alcuni capolavori di Liszt, Prokofiev e Beethoven, dei quali oggi è tra gli interpreti più interessanti. Infine domenica 5 sarà per la prima volta ospite del festival un'icona del pianismo italiano: Andrea Lucchesini, con un attesissimo récital dedicato a Beethoven e Schumann. I concerti riprenderanno poi a fine mese con la serie Dionisus che si svolgerà nella Cantina di Collemassari, con le botti di vino a fare da cassa di risonanza in un contesto visivo e acustico di grande suggestione. Giovedì 30 agosto un ensemble da camera formato per l'occasione da eccellenti solisti interpreterà musiche di Beethoven e di Sir Peter Maxwell Davies. Il compositore inglese sarà presente all'evento e introdurrà due suoi capolavori, in un appuntamento che prevede anche un impatto scenografico indimenticabile. Serata nel segno del grande jazz venerdì 31, con un "Tributo a De André" firmato dal pianista Danilo Rea. Le atmosfere francesi domineranno invece la scena sabato 1 settembre: insieme a Silvia Chiesa e a Maurizio Baglini, il violinista Massimo Quarta interpreterà brani di Fauré, Ravel e Debussy, di cui ricorre il 150° anniversario della nascita. Il festival si concluderà domenica 2 con una monumentale pagina pianistica: la Via Crucis di Liszt, interpretata da Maurizio Baglini, con Coro e Solisti di Lione diretti da Bernard Tétu. Calendario aggiornato e informazioni per il pubblico sul sito www.amiatapianofestival.com Come vuole ormai una consolidata tradizione, RAI Radio Tre registrerà i concerti, trasmettendoli sulle proprie frequenze nazionali e internazionali all'interno della sua prestigiosa programmazione. La manifestazione, ai vertici qualitativi nel panorama dei festival di musica da camera europei, si svolge grazie al sostegno della Fondazione Bertarelli, con il patrocinio della Maremma dei Festival, del Comune di Cinigiano, della Provincia di Grosseto e della Regione Toscana. Info: www.amiatapianofestival.com 48 · Maremma Magazine · Luglio 2012 scansano terra di vino e di... festival, a luglio arriva teatro nel bicchiere Scansano Dalla musica al teatro. Sembra essere l'estate dei festival in quel di Scansano. Dopo "Terre di Scansano Classica Festival" e "Scansano Piano Festival" arriva "Teatro nel Bicchiere", prima edizione di un accattivante ed originale appuntamento dedicato al teatro itinerante, di strada, di scena nella patria del Morellino il 20 e il 21 luglio. 50 · Maremma Magazine · Luglio 2012 un'estate particolare, movimentata come non mai, all'insegna della cultura, quella che sta animando il borgo di Scansano, nel cuore dell'entroterra collinare maremmano. Un festival tira l'altro e così dopo le due rassegne musicali, "Terre di Scansano Classica" e "Scansano Piano Festival" ecco un'altra interessante iniziativa dedicata in questo caso al teatro e al teatro di strada in particolare. Si tratta di "Teatro nel Bicchiere", prima edizione di un accattivante ed originale appuntamento che si prefigge l'obiettivo di... penetrare il luogo, incontrando le persone e interagendo con gli spazi con la forma espressiva del teatro itinerante. Un'idea quella di Alessandra Lazzari ­ promotrice e direttrice artistica dell'iniziativa ­ che viene da lontano, da un antico amore per lo spettacolo e da un incontro con Roberto Bacci, una delle colonne storiche del teatro italiano, creatore tra le altre esperienze della Fondazione Pontedera e de "La città dentro il teatro" di Santarcangelo di Romagna. Al centro del festival scansanese vi è infatti lo spettacolo di strada Lisboa, produzione di Pontedera Teatro, per la regia di Anna Stigsgaard, che ­ il 21 luglio ­ attirerà nella capitale del Morellino un pubblico numeroso, per godere dell'opera itinerante in bicicletta, ispirata al poeta portoghese Pessoa e ancora godere delle eccellenze enogastronomiche del luogo. Dal Giappone al Brasile al Portogallo, È passando per città e paesi italiani, ovunque sta riscuotendo grande successo, lungo la via francigena e i luoghi che ispirano la "viandanza". Ma facciamo un passo indietro e chiediamo proprio ad Alessandra Lazzari di spiegarci le motivazioni di fondo di questo nuovo festival. Allora, Alessandra come nasce il Teatro nel bicchiere? La sera del 25 marzo, scomparsa di Antonio Tabucchi, grande scrittore toscano, intimamente e artisticamente legato a Pessoa, invio un sms a Bacci: "È ancora disponibile ­ chiedo ­ quella data, 21 luglio?" (l'unica possibile). "L'ho lasciata per te" è la risposta. Un brivido per la schiena e nasce Teatro nel Bicchiere. Con l'idea di rendere omaggio a Tabucchi, con un reading serale, per la voce dell'amico regista Marco Filiberti. Pessoa arriverà a dorso dell'asina Caterina, incontrando i suoi eteronimi, i poeti da lui inventati, che hanno firmato tante delle sue opere. Verrà condotto attraverso questa Lisbona immaginaria, esplorando la piazza, le strade, i balconi. Le finestre si accenderanno, le anziane signore del centro storico non andranno a dormire, per una notte faremo rivivere il paese. Perché lo spettacolo cerca un contatto con lo spettatore anche attraverso la leggerezza, la poesia e i canti polifonici. In tempi di crisi, non soffre il turismo culturale, della lentezza, dell'andare anche a piedi, là dove si possa godere dell'ambiente, dell'arte. L'intrattenimento proseguirà fino a notte inoltrata con trampolieri, musica, giochi di teatro per bambini e degustazioni di vino. Oltre a Lisboa, in programma il 21, ha arricchito il festival con un'altra iniziativa di valore, programmata per il 20, giusto? Esattamente. Venerdì 20 luglio nella piazzetta del Dentro è prevista la proiezione del film "Cesare deve morire" dei fratelli Taviani. Vincitore dell'Orso d'Oro al festival di Berlino, di cinque David di Donatello, due dei quali per la miglior regia e miglior film dell'anno. Interverrà Fabio Cavalli, il coregista del film, che dal 2002 organizza le attività teatrali nella nuova struttura della prigione di Rebibbia, a Roma e dirige la "Compagnia dei liberi artisti associati", che impiega attori detenuti della sezione alta sicurezza. Oltre 22000 spettatori hanno attraversato in questi anni la soglia del carcere, per vedere le sue rappresentazioni. I fratelli Taviani hanno sentito dire che a Rebibbia si piangeva ancora a teatro, sono andati e hanno deciso di fare il film. Come attraverso il dolore si possano raggiungere la bellezza e l'arte. Quali sono gli obiettivi che si prefig- primo piano · 51 "Cesare deve morire" un immagine dal set di Fabio Cavalli ge con questo festival? L'intento ­ e al tempo stesso una speranza ­ è quello di creare, con l'aiuto di tutte quelle realtà che ogni giorno lavorano con passione in questo territorio, un nuovo flusso di turismo per il comune di Scansano. Mi piace considerarlo un regalo offerto al paese, per festeggiare i 25 anni di servizio e apporto sociale della palestra Anima e Corpo (di cui Alessandra è titolare, ndr). Il film e gli spettacoli sono gratuiti: brinderemo insieme, alzando il calice, in un'atmosfera di saudade, note di fado in sottofondo, mentre l'ombra di Alvaro de Campos glisserà dal campanile. Iniziative come queste nascono anche grazie agli sponsor. Anzi è proprio attraverso il gioco di squadra che un territorio piccolo come quello di Scansano può sperare di catalizzare Nella foto un'altra immagine tratta da Lisboa, opera itinerante in bicicletta ispirata a Fernando Pessoa attenzione e attrarre turisti. A chi vanno i ringraziamenti? Sottolineare il "gioco di squadra" mi sembra importante e pertinente. Per questo mi sento in dovere di menzionare i soggetti ­ e ci tengo davvero a citarli tutti ­ che hanno contribuito alla realizzazione dell'evento. A partire dalla Regione Toscana, dalla Provincia di Grosseto, dal Comune e dalla Pro Loco di Scansano, proseguendo con Casavyc, Consorzio Tutela del Morellino di Scansano, Coop. Agricola di Pomonte, Hotel Resort Antico Casale di Scansano, Nobile Contrada del Borgo, Podere L'Aione, Sasseta Alta, Terenzi. E poi ancora i ristoratori Antica Botte, La Cantina, Trattoria Dal Pitone, La Famiglia Ada, La Grotta Azzurra, Il Grottone, Morelliana B&B, L'Osteria del Buttero, mangia e bevi La Riavuta, Il Rifrul- lo, La Spianatoia. I Bar Dell'Arco, Le Cascine, La Posta, L'Enoteca Scansanese. Le azienda agricole Asintone, I Botri di Ghiaccioforte, Cantina Vignaioli del Morellino, Fattoria le Pupille, Provveditore, la Strada del Vino e dei Sapori Colli di Maremma. Gli agriturismi Casanova, I Gretacci, Perucci di Sopra, Podere Novo, Salaiolo 176. Assinvesti, La Cantina di Simone, L'Enoteca dei Mille, Il Tipico Maremmano. Infine, Special Thanks all'Associazione Inventarte specializzata in attività ludico-didattiche per bambini, laboratori creativi e corsi di teatro, all'Associazione PachaMama Bus che viaggiando di festa in festa porta ai bambini allegria e segreti per imparare, alla nostra graphic designer Valentina Oz, e infine a Cinzia: Pessoa arriverà a dorso della sua asina Caterina. E lo spettacolo va a cominciare. il programma VenerDì 20 18.30 animazione creativa per i più piccoli con le Piroette di Inventarte 19.00 aperitivo in musica 21.30 il feltro magico laboratorio per i bimbi con PachaMama Bus 21.45 proiezione del film Cesare deve morire SABAtO 21 18.30 Fruttolando Verdurando educazione alimentare per bambini con PachaMama Bus 19.00 spettacolo di danza per il 25° di Anima e Corpo 19.30 Trampolieri A Testa in Giù in Viandanti a Nozze 20.30 Fred Astaire Show 21.00 Duo Infernale del Teatro Schabernack 21.45 Sogni di Sapone spettacolo magicomico con Inventarte 22.00 Letture da Tabucchi per la voce di Marco Filiberti 22.30 Lisboa produzione Pontedera Teatro ...e poi in alto i calici in un ballo senza tempo con Roy Guenza 52 · Maremma Magazine · Luglio 2012 dedicato ad alberto Fierli Roccalbegna Personaggio di spessore e grande cultura Alberto Fierli, scomparso recentemente, è stato un punto di riferimento importante per in ambito poetico e musicale per la sua adorata Maremma e soprattutto per l'Alta Valle dell'Albegna, dove tra scogliere aspre si adagia Roccalbegna, la terra dei suoi avi materni. Alberto Fierli a voce del suo flauto, quella struggente del suo sax. La sua voce. Da jazz, un po' rauca. Rude e dolce. Rapida ed assorta. Attenta. Colorata dai toni della burla, dell'ironia sorridente. Elusiva, con signorile ritegno, sulla sua salute per non annoiare, per non rattristare, per ignorarli i suoi mali con un gesto vago della mano, quasi a cacciarli come intrusi dalla sua vita. Che era musica, creatività, garbo, moderazione, buon gusto, pietà per i ricordi sbiaditi, amore prezioso per recuperarli. L Prendeva nelle mani i relitti, fossero gattini randagi, di cui da piccolo riempiva la casa di mamma Argentina e poi, da adulto, la sua casa, in cui sornioni uscivano curiosi da ogni parte. Fossero vecchie gloriose motociclette, macchine d'epoca, musiche dimenticate, immagini, sensazioni, colori del tempo andato. Li accarezzava curioso, con dolcezza. Assorto immaginava la nuova dignitosa vita che avrebbe loro restituito con eleganza, con una infinita partecipazione e disponibilità. Era un compositore e un poeta. La sua musica e la sua poesia cantano la Maremma "terra adorata", generosa di primo piano · 55 Maria Kruszwicka (soprano e pianista), con il figlio Pietro "pane prezioso", rude e schietta, bella infinitamente, oggi non più amara ma "rosa sbocciata e mai sfiorita". Alla sua terra adorata e redenta e a una Grosseto giovane dedica gli ultimi canti, perché i ricordi non vadano perduti nel tempo "come lacrime nella pioggia". Omaggi d'amore, estremo saluto alla sua Madre Maremma che "avrà sempre nel cuore" anche se lontano. Il recupero del mondo musicale, delle abitudini di una volta "quando Grosseto aveva la sua rotonda sul mare", perseguito da Alberto con una intelligente intuizione, è stato un tuffo nel passato non solo artistico. È stata una geniale operazione culturale che ha rievocato atmosfere, sentimenti, consuetudini dimenticate, sogni e speranze di un'epoca giovane, semplice, eppure ricca di aspettative, sicura in un futuro che, allora, non faceva paura. Il sodalizio con Fosco Marchetti, in arte Zomba, ha ridato vita a questo mondo ormai appannato. Alberto ­ arrangiatore e musicista ­ Zomba ­ voce ­ hanno inciso cinque CD per la casa editrice di Mario Innocenti. La voce di Zomba, ancora bella e schietta, sapientemente modulata, ha unito e commosso, come una volta nel ricordo di serate di gioia. Gioia ha donato Zomba, con infinita allegria, alla Maremma, mai abbandonata, nonostante le sirene gli promettessero affermazioni altrove. Gioia ha donato Alberto nel ricomporre il mondo della sua giovinezza, della nostra giovinezza. Cultura ha diffuso Mario Innocenti con l'eleganza delle sue pubblicazioni. Tre cari amici della Maremma che si ricordano con gratitudine. Anche un'altra Maremma, insolita, austera e antica amava Alberto, quella dell'Alta Valle dell'Albegna, dove tra scogliere aspre si adagia Roccalbegna, la terra dei suoi avi materni. L'Associazione Culturale Cella Sancti Miniati deve molta gratitudine ad La Madonna di Ambrogio Lorenzetti Alberto ed a Rita, la nostra raffinata musa ispiratrice. Prima di tutto la sua nascita. "Questa vostra città non può morire nella dimenticanza del suo passato storico e musicale, nell'ignoranza del suo valore. Dovete fare un'Associazione", insisteva Alberto. Alle mie perplessità assicurava il suo costante interessamento: "Sarò sempre con voi, vi aiuterò". Così è stato per quindici anni. Così è ancora, perché Alberto con la sua interiore eleganza, con il senso della misura e del ritmo, continua ad essere una guida per le nostre scelte. Sempre con noi: ricordo di gioia nel nostro tramonto. In circa tre lustri l'Associazione ha ricostruito la storia del territorio, del paese, ha recuperato consuetudini, riti, racconti delle veglie, leggende, poesie, stornelli, abitudini gastronomiche, giochi e trastulli dei bimbi. Molte le pubblicazioni. Suggestivi, bellissimi gli spettacoli nati dalla nostra recuperata realtà. Musiche di Roccalbegna ma anche jazz, musica lirica, quella anni sessanta, napoletana d'eccellenza, sacra nella Rassegna Alma Mater ­ giunta quest'anno alla sua sesta edizione ­ che si tiene nella Chiesa dei Santi Apostoli Pietro e Paolo, davanti alla dolcissima Madonna di Ambrogio Lorenzetti. Questa iniziativa, apprezzata molto da Alberto, sarà perpetuata in sua memoria. 56 · Maremma Magazine · Luglio 2012 Un lavoro di ricerca sul paesaggio e gli itinerari storico-artistici di Capalbio che si pone come importante e fondamentale tassello per ricomporre l'affascinante mosaico della storia locale. Tutto questo è "Capalbio Storie di un castello", edito da Effigi di Mario Papalini, in una sontuosa veste grafica, recentemente dato alle stampe e presentato Ogni comunità locale dovrebbe fregiarsi di un lavoro così approfondito sul territorio, che sappia rilevarne le vocazioni e i giacimenti culturali di rilievo". Partiamo da questa affermazione che condividiamo per presentare "Capalbio storie di un castello" un gran bel libro edito da Effigi di Mario Papalini in una sontuosa veste grafica, presentato il 27 maggio scorso, nei locali espositivi del Frantoio di Capalbio, alla presenza del sindaco Luigi Bellumori, delle autorità, degli autori, dell'editore e di tantissima altra gente. Fortemente voluto proprio dal sindaco Bellumori, il volume è stato realizzato con il contributo del Comune, della Presidenza della Repubblica, del Ministero per i beni e le attività culturali, della Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici delle province di Siena e Grosseto, della Regione Toscana, della Provincia e della Camera di Commercio di Grosseto, della Banca di Saturnia e Costa d'Argento, di Etruria Sma. Il testo, frutto di una ricerca lunga tre anni, portata avanti da un'impeccabile squadra di collaboratori coordinati da " Felicia Rotundo (Soprintendenza) e Bruno Mussari (Università di Cosenza), si apre con i contribuiti istituzionali del Presidente della Repubblica, del sindaco Bellumori, del presidente regionale Enrico Rossi, del presidente provinciale Leonardo Marras, della Soprintendente Emanuela Carpani e dell'editore, con un interludio di Giacomo Marramao (Università di Roma), qui in veste di Presidente della Fondazione Centro studi e ricerche sulla civiltà maremmana. Il racconto del territorio ha poi respiro grazie agli interventi di Mario Ascheri (Università di Roma) e Valentina Angelucci (Studiosa), Bruno Mussari, Felicia Rotundo, Patrizia Scapin (Esperta di arti visive), Olivia Bruschettini (Ufficio Beni culturali della Diocesi di Grosseto), Vanessa Mazzini (Soprintendenza), Ivano Tognarini (Università di Siena), Barbara Catalani e Marco Del Francia (Architetti). Insieme ricostruiscono una fisionomia del borgo e del territorio, arricchita di inedite indagini, capaci di rilevare quanto sia importante l'area e quanta importanza può avere la ricerca scientifica condotta con rigore e intelligenza in accordo con le amministrazioni locali, mai come in questo caso lungimiranti. I temi trattati vanno dai monumenti all'urbanistica, alle fortificazioni, alle opere d'arte visiva, affreschi e sculture, all'archeologia industriale della Ferriera, al paesaggio agrario. Le emergenze del Comune di Capalbio, che ne costituiscono le radici identitarie, la storia documentale, l'immagine profonda. Efficace e pertinente il corredo fotografico a cura di Andrea De Maria, Bruno Bruchi, Sergio Galeotti, Bruno Mussari, Donato Pineider, Franco Sestini. "L'ultimo lavoro di ricerca sul paesaggio e gli itinerari storico-artistici di 58 · Maremma Magazine · Giugno 2012 Capalbio ­ sottolinea il sindaco della Piccola Atene, Luigi Bellumori ­, si pone come importante e fondamentale tassello per ricomporre l'affascinante mosaico della storia locale. È infatti con lo studio di ciò che ci hanno lasciato coloro che qui hanno abitato, che possiamo più consapevolmente mantenere, gestire e amministrare questo luogo ad alta valenza paesaggistico-ambientale di rara bellezza. Il progetto patrocinato dall'Amministrazione Comunale, condiviso dalla Regione Toscana, dalla Provincia di Grosseto e dal Ministero per i beni e le attività culturali è divenuto una prestigiosa pubblicazione divulgativa sul patrimonio storico, architettonico, artistico e paesaggistico di uno dei paesi più caratteristici della Maremma, dove convivono ancora in un felice connubio arte, natura e tradizioni popolari". Antico centro romano, Capalbio (Caput Album o Campus albus), su un poggio panoramico non lontano dalla via Aurelia, dalla ferrovia e dal mare, è oggi di fama nazionale ed internazionale. Calarsi nella storia ci inebria e può farci sognare: immaginiamo infatti le vicende, gli uomini, le ragioni strategiche e politiche che hanno guidato le loro scelte. E poi ancora coloro che arrivavano nella nostra terra, siano essi stati nuovi signori, invasori, pirati; di ogni passaggio è rimasto un segno nell'architettura, nell'organizzazione urbanistica, nell'arte e nel paesaggio. Ecco quindi il centro abitato protetto addirittura da una duplice cortina difensiva, la torre urbica che da otto secoli contraddistingue il profilo di Capalbio, ed i forti che scrutano il mare, il primo avamposto difensivo verso il costante pericolo dei pirati. Come tutto il territorio della vicina Cosa, anche Capalbio fu possesso, nell'anno 805, dell'Abbazia di Sant'Anastasio alle Tre Fontane che più tardi lo cedette in feudo agli Aldobrandeschi e nel 1274 venne assegnato alla contea di Santa Fiora, passa poi agli Orsini ed infine a Siena nel 1355. La sottomissione alla Repubblica Senese venne riconfermata solennemente nel 1416 e a quest'ultima si deve il restauro delle mura, della porta e della rocca, tutti elementi che ancora oggi rendono suggestivo il paese. "Sono Capalbio felice, difeso dal leone senese dal quale sono protetto" reci- ta l'iscrizione tradotta da Gabriele d'Annunzio, frequentatore di questi luoghi, posta sulla Porta Senese, a ribadire la fortunata condizione di dipendenza da Siena, condizione che venne meno con la guerra e l'inclusione nel Granducato di Toscana dopo il 1559. Nel secolo seguente iniziò nonostante alcuni interventi di bonifica del territorio attuato dai Medici, un progressivo decadimento che si protrasse, e seppure con minore intensità nei secoli successivi sotto il governo dei Lorena. Dello stato deplorevole di Capalbio documenta la relazione del gesuita Leonardo Ximenes inviato dal granduca Pietro Leopoldo. La sua comunità fu soppressa e unita prima a Manciano nel 1783 e poi a Orbetello nel 1842. Soltanto con decreto presidenziale del 1960 Capalbio è ritornato ad essere un comune autonomo. Alla fine dell'Ottocento il territorio di Capalbio era diviso in due sole grandi proprietà: quella dei Collacchioni che dimoravano nel castello di Capalbio e quella dei Vivarelli Colonna a Pescia Fiorentina. "Questo patrimonio di storia, di storie di uomini e donne che ci hanno pre- primo piano · 59 Nella foto, i protagonisti dell'importante opera ceduti, di arte ed architettura ­ aggiunge il sindaco Bellumori ­ oggi è nelle nostre mani, e da quanto noi lo sapremo capire, apprezzare e mantenere dipenderà la sua sopravvivenza. Quest'opera intreccia mirabilmente il livello scientifico con quello divulgativo, mette insieme conoscenze ed esiti di ricerche in un grande quadro d'insieme che intende valorizzare le fortificazioni di Capalbio coniugando il rigore dell'indagine, il legame con il territorio e l'attenzione ai fruitori, cui deve essere restituito in termini di conoscenza, il patrimonio culturale. A tutto questo il libro aggiunge una sollecitazione culturale significativa: la storia della nostra Gente e la relazione con le comunità limitrofe, in un continuo contatto, spesso scambio culturale e commerciale, talvolta guerra. In epoche trascorse, signori di fazioni diverse si sono avvicendati e talvolta sovrapposti nella storia dei nostri luoghi, hanno fatto sì che Capalbio fosse in continuo contatto con il mondo. E questo è rimasto, nell'animo dei capalbiesi: l'orgoglioso legame con la nostra terra e l'apertura al prossimo, che è oggi cultura dell'accoglienza. Un sincero ringraziamento ­ conclude Bellumori ­ a tutti gli Autori ed alla Soprintendenza per i beni architettonici e per il paesaggio delle province di Siena e Grosseto, che con l'altissimo livello scientifico ed una non comune capacità divulgativa ci hanno reso un'immagine chiara, affascinante, puntuale del nostro patrimonio culturale, storico, architettonico e paesaggistico confermando la straordinarietà della nostra amata terra di Capalbio". Qualche elemento in più sul libro e sulle motivazioni di fondo che hanno portato alla sua pubblicazione arrivano anche dall'editore Mario Papalini. "La genesi di questo lavoro, risiede nella volontà dell'Amministrazione comunale di Capalbio di arricchire il patrimonio culturale e di dotare la comunità di un nuovo strumento di conoscenza, capace di aprire ancora finestre sul passato e per guardare al futuro della ricerca scientifica. Questa volontà ha aderito perfettamente alla missione qualificata di enti preposti alla ricerca e alla salvaguardia di bacini culturali, come Soprintendenze e Università, ma anche studiosi innamorati del territorio. Il volume, non ha la pretesa di chiudere ragionamenti, casomai di proiettarli su piani rinnovati, in rapporto all'attualità della produzione culturale, oggi più che mai vittima di una situazione complessa e di difficile gestione. Ma in un panorama di incertezza, l'Amministrazione capalbiese guidata da Luigi Bellumori, ha saputo ottimizzare le giuste energie affinché un lungo percorso fosse portato a termine. Tutto questo ha un antico sapore di mecenatismo, soprattutto nel ritenere di vitale importanza attività di grande spessore a volte mortificate pur da ineludibili contingenze. Un libro, specialmente un libro come questo, è sempre un dono alla comunità di cui è inevitabile espressione, un tesoro destinato a maturare negli anni e a produrne altri. Un seme decisivo che sarà capace di altre germinazioni". La pensa così anche Giacomo Marramao, presidente della Fondazione "Centro di Studi e Ricerche sulla Civiltà Maremmana" che nel passaggio conclusivo della sua introduzione così si esprime: "Acquisire coscienza del luogo è, allora, la sola condizione per la salvaguardia e la valorizzazione qualitativa di beni unici e non quantificabili ereditati, attraverso lunghi e tormentati percorsi, dalle generazioni passate. Beni letteralmente inappropriabili e inalienabili, in quanto né privati né pubblici ma comuni. È merito dei contributi di questo libro aver restituito, con sapere e passione, la profondità di campo storica di un luogo mirabile e, per molti versi, ancora unico della nostra penisola". Capalbio Storie di un castello a cura di Felicia Rotundo, Bruno Mussari Anno 2012 euro 29,00 Collana Microcosmi delle arti Pagine 258 Formato 23,5 x 34,0 cm Legatura Cartonato con sovracoperta ISBN 978-88-6433-192-8 60 · Maremma Magazine · Luglio 2012 luci puntate in estate sull'ippodromo del Casalone. e non mancano le novità! Al via con un'importante novità la riunione estiva 2012 all'Ippodromo del Casalone di Grosseto: i convegni di corse al galoppo in notturna non si tengono più il mercoledì e il sabato, ma il mercoledì ed il venerdì, fino al 29 agosto, per poi proseguire con la riunione autunnale ogni mercoledì, a partire dal 5 settembre fino al 17 novembre. DI sabino zUPPa opo quaranta anni di corse in notturna si ricomincia con una strategia diversa, all'ippodromo del Casalone di Grosseto, visto che quest'anno le gare in notturna del mese di luglio ed agosto avranno come costante il mercoledì ed il venerdì. Una nuova abitudine per tutti gli appassionati di galoppo grossetani che dal lontano 1972 erano abituati ad aspettare il fine settimana per godersi le corse sotto le luci dei riflettori. Ben quaranta anni di corse, che hanno fatto seguito ad una tradizione pomeridiana durata quasi 50 anni visto che le prime competizioni sulla pista grossetana risalgono al 1925: periodi della storia locale che si vivevano ad inizio primavera, nel mese di maggio, che hanno visto succedersi grandi personaggi nel parterre della via Aurelia antica, da quelli del mondo politico a quelli nobiliari, confermando un fascino che rimane inalterato nel tempo. Ma i tempi sono cambiati e le opportunità che anche il mercato dell'intrattenimento offre nel fine settimana, con la D miriade di sagre ed eventi culturali ed eno-gastronomici disseminati su tutto il territorio, sono numerosi: per questo meglio provare ad invitare i grossetani ed i turisti al venerdì, una serata meno impegnativa ma che potrebbe tornare a dare nuova linfa alle notturne dell'Ippodromo del Casalone. Di questo sembra convinto anche il neo presidente dell'ippodromo del Casalone, Alessandro Massai, che parla di scelta strategica: "Lo studio dei flussi del pubblico e delle occasioni di intrattenimento nel periodo estivo ci hanno fatto capire che la nostra offerta doveva essere rivisitata. Il pubblico, nelle poche giornate svoltesi di venerdì lo scorso agosto, ha risposto positivamente e per questo abbiamo preso tale giorno della settimana come base per una proposta nuova". La riduzione del montepremi nazionale ha poi spinto ad un'altra scelta importante: i premi a disposizione verranno infatti spalmati su sei corse anziché su sette, come avveniva in passato in modo da consentire ai vincitori ed ai 62 · Maremma Magazine · Luglio 2012 piazzati di incassare delle cifre più consistenti. Oltre a questo le corse da luglio in poi non si concluderanno fino a metà novembre, visto che sono state aggiunte al calendario anche quattro giornate pomeridiane nel mese di settembre che eviteranno di interrompere il ritmo di lavoro e consentiranno alle scuderie locali di evitare trasferte per far correre i loro cavalli. Dunque un restyling strategico quello in atto presso l'Ippodromo del Casalone. Per quanto riguarda il programma tecnico le prove più qualitative ruoteranno come sempre attorno alle due competizioni per puledri, il premio Tolomei per le femmine di due anni ed il memorial Ponticelli, riservato ad i maschi, che si disputeranno venerdì 27 luglio. Ad agosto, riflettori puntati sul premio Città di Grosseto, che con la sua ormai rodata connotazione di handicap principale vedrà i migliori purosangue inglesi di tre anni affrontarsi sui 1750 metri il giorno mercoledì 8 agosto. Per il resto la solita interessante routine con un minor numero di corse per arabi ed anglo arabi che verranno conglobate in maggior numero nella riunione settembrina così da permettere anche alle scuderie provenienti dal senese e dalla Sardegna di affrontare le trasferte con più soggetti contemporaneamente ed aumentare così il potenziale campo dei partenti. Non mancheranno corse per cavalieri dilettanti ed anche qualche prova sarà legata al terno ippico nazionale: tale minore frequenza ci riporterà indietro nel tempo quando la corsa tris, ai primi di luglio, era uno dei classici estivi della vita grossetana. Gli eventi collaterali saranno legati soprattutto alla presenza del mercatino della filiera corta, con tanti produttori delle campagne grossetane che proporranno al pubblico i loro prodotti. Ci saranno mostre fotografiche e serate musicali, accompagnate ogni sera dall'apertura della discoteca Style, meta di gran parte dei giovani locali. Dunque tutto pronto per nuove emozioni e per nuovi galoppi sulla sempre splendida pista d'erba a mano sinistra. Lo scorso anno furono proprio scuderie locali o note al pubblico grossetano che si segnalarono nei gran premi menzionati: il premio Città di Grosseto fu vinto dal sauro Holy Ballett, che dopo un testa a testa vibrante riuscì nelle battute conclusive a riportare alla vittoria nella competizione una scuderia grossetana, quella di Daniele Furi che ne ha poi continuato a curare il training ottenendo altre buone vittorie in giro per l'Italia. Nelle poules tra le femmine vinse Margo Tango, portacolori della scuderia Tanghetti, altro team ben noto a tutto il pubblico frequentatore della via Aurelia antica che anche quest'anno non dovrà rinunciare a coltivare la passione storica delle corse al galoppo in maremma. CALENDARIO CORSE Giugno-Novembre 2012 Giugno: 23 (diurna) - 30 (notturna) Luglio (notturne): 4 - 6 - 11 - 13 - 18 20 - 25 - 27 Agosto (notturne): 1 - 3 - 8 - 10 - 15 - 17 - 22 - 24 - 29 Settembre (diurne): 5 - 12 - 19 - 26 Ottobre (diurne): 3 - 10 - 17 - 24 - 31 Novembre (diurne): 7 - 17 Info: tel. 0564 24214. 64 · Maremma Magazine · Luglio 2012 brunello, bolgheri e montecucco: le tre perle enologiche di Collemassari Brunello, Bolgheri e Montecucco: sono le tre perle di "ColleMassari", una gran bella realtà vitivinicola, fondata nel 1998 da Claudio Tipa insieme alla sorella Maria Iris Bertarelli, che con le acquisizioni di Grattamacco del 2002 e Poggio di Sotto del 2011, hanno realizzato il loro sogno: creare un "Domaine" in Toscana. DI CeLestino seLLaroLi un magico triangolo, in una straordinaria area della Toscana, quello che i fratelli Maria Iris e Claudio Tipa, affiancato dalla moglie Maria ­ tutti e tre uniti dalla passione per la natura e per i grandi vini ­ sono riusciti a tratteggiare nel settembre dello scorso anno. Un triangolo ai cui vertici ­ sotto l'insegna di ColleMassari ­ stanno tre prestigiose perle enologiche conosciute ed apprezzate in tutto il mondo: il Castello di ColleMassari dal 1998, Grattamacco dal 2002 e Poggio di Sotto, appunto dal settembre 2011. Tre grandi nomi per altrettante importanti realtà vitivinicole toscane che fanno capo a vini che non hanno certo È bisogno di presentazioni come Brunello di Montalcino, Bolgheri e Montecucco, vino emergente quest'ultimo che in poco più di dieci anni è cresciuto tantissimo acquisendo una sua specifica identità e riconoscibilità sui mercati nazionali ed internazionali. Ma andiamo con ordine. Tutto muove, quasi per caso, verso la metà degli anni Novanta quando Claudio Tipa, siciliano d'origine, nato a Tunisi, con un passato imprenditoriale nel settore dell'elettronica, approda in Maremma per vedere alcune proprietà da acquistare. L'agenzia non si presenta all'appuntamento e lui scopre da solo, che proprio in questa terra è in vendita un castello mezzo diroccato: il castello di ColleMassari. La famiglia se ne innamora e decide di acquistarlo. Siamo nel 1998 e Claudio Tipa sempre affiancato dalla sorella Maria Iris e dalla moglie Maria, getta le basi per un progetto di vita ed imprenditoriale avvincente che lo porterà a costruire una realtà sempre più importante nel settore vitivinicolo. Inizia una lunga ristrutturazione curata in ogni minimo dettaglio e quel castello diroccato diventa pochi anni dopo la dimora della famiglia. La tenuta Castello ColleMassari è compresa nella DOC Montecucco nel 66 · Maremma Magazine · Luglio 2012 cuore della Maremma, tra le DOCG del Brunello di Montalcino e del Morellino di Scansano, godendo di condizioni ideali per l'allevamento del sangiovese. L'intero complesso ­ progettato dall'architetto Edoardo Milesi ­ è di concezione moderna e centrato sull'innovazione. Particolarmente interessante risulta la struttura verticale della cantina, ultimata nel 2004, concepita come un grande laboratorio sotterraneo di oltre 6.000 metri quadri, basato sui principi della bioarchitettura, del risparmio energetico, della qualità del posto di lavoro e dell'ingegneria biodinamica, che si sviluppa su quattro livelli, in modo da consentire la movimentazione delle uve e del mosto solo per caduta, senza l'ausilio di pompe né di altri mezzi meccanici. All'interno, grandi spazi con accoglienti uffici e un'atmosfera che riflette lo stile e la personalità dell'azienda. Tutto è organizzato in maniera efficien- te, merita una visita. L'azienda attualmente si estende su un'area di 1200 ettari di cui 110 di vigneto, 60 di oliveto, 400 di seminativo e la restante parte di boschi, inoltre la tenuta è circondata da boschi demaniali per circa 1200 ettari. Produce circa 350.000 bottiglie e l'obiettivo è quello di arrivare quanto prima a 500.000. Il primo millesimo prodotto è del 2000. Ma proseguiamo il racconto perché siamo solo all'inizio. Nel 2002 gli orizzonti si allargano verso la zona di Bolgheri, patria dell'omonima prestigiosa DOC, nota in tutto il mondo grazie al Sassicaia, con l'acquisizione di Grattamacco una delle più storiche aziende del comprensorio (12 ettari di vigneto) fondata alla fine degli anni `70. Siamo nella culla del Cabernet Sauvignon in Italia, che qui dal 1982 (prima annata di produzione) si presenta con un taglio partico- lare, ovvero abbinato al Merlot e ­ cosa più unica che rara per il contesto ­ al Sangiovese. L'azienda si sviluppa su un'area di 35 ettari di cui 14 impiantati a vigneto e 3 a oliveto. L'area rimanente è coperta da boschi, confinante con una vasta zona boschiva di circa 1.600 ettari. Nel frattempo ColleMassari in qualità di Official Supplier accompagna Alinghi (il patron Ernesto Bertarelli è nipote di Claudio Tipa, ovvero figlio della sorella Maria Iris Tipa Bertarelli) nella vittoriosa conquista della Coppa America nelle due edizioni di Auckland 2003 e Valencia 2007, promuovendo con i prodotti delle sue tenute Toscane il vino italiano nel mondo. Si arriva così al settembre 2011 quando viene acquisita Poggio di Sotto, la tenuta di Piero Palmucci, considerata per i suoi vini di grande eleganza e primo piano · 67 Poggio di Sotto complessità una delle aziende di riferimento ­ autentica eccellenza ­ del Brunello di Montalcino, oltre che prima DOCG d'Italia. La tenuta, 12 ettari a vigneto (per complessivi 32 ettari di terreno), si trova nella zona di Castelnuovo dell'Abate ed è famosa non solo per il Brunello ma anche per il suo Rosso di Montalcino. La produzione viaggia sulle 3035.000 bottiglie di cui 3.500 di Riserva, 18.000 di Brunello e 13.500 di Rosso ed è praticamente esaurita prima ancora del confezionamento. E questo non per caso. Parliamo infatti di etichette d'élite: basti pensare che il Brunello di Montalcino 2004 è stato inserito tra i 100 migliori vini del mondo ­ e sottolineiamo del mondo ­, nella guida di Luca Gardini, L'Enciclopedia del vino o che il giornalista tedesco Jens Priewe ha giudicato il Brunello Poggio di Sotto 2007 al top di una speciale classifica tra sessanta etichette del celebre vino montalcinese. Lo stesso dicasi per Tim Atkin altro guru rimasto folgorato dal Rosso di Montalcino dell'azienda. L'inserimento di Poggio di Sotto nel firmamento di ColleMassari è frutto di una scelta ponderata e approfondita, che senza stravolgere niente, si inserisce nel solco di linee guida ormai collaudate dettate dal fondatore Piero Palmucci, sin dalla fine degli anni Ottanta. Squadra che vince non si cambia: sembra essere questo il motto e infatti rimane tutto come prima a cominciare dall'equipe di tecnici formata dall'enologo Federico Staderini e dal Prof. Brancadoro i quali continuano a seguire l'azienda in stretta collaborazione con lo staff di ColleMassari, rafforzando così il legame fra le zone di Montalcino e Montecucco. Zone vinicole dove in entrambi i casi è proprio il Sangiovese che dà origine ai vini di grande spessore e personalità. Ma Collemassari non è solo vino. Detto di Alinghi, sono da segnalare le tante azioni nel sociale portate avanti con la Fondazione Bertarelli, operativa dal 2009 e fortemente impegnata come da statuto nella promozione del territorio della Toscana (ma non solo) mediante contributi nel mondo dell'arte, del recupero ambientale, dell'archeologia, dell'architettura contemporanea sostenibile. Ad oggi la fondazione ha partecipato alla programmazione ed ha fornito sostegno economico a numerosi progetti tra cui quelli sociosanitari svolti dalla confraternita della Misericordia di Cinigiano e quelli artistici dell'Amiata Piano Festival, giunto con successo all'ottava edizione, ha supportato ricerche dell'Università di Pisa, ha contribuito alla riqualificazione del centro storico di Poggi del Sasso con il Comune di Cinigiano, all'organizzazione dei convegni di architettura presso il Monastero di Siloe, allo svolgimento di workshop ambientali con il Teatro Stabile di Grosseto e all'attività archeologica svolta dall'Università di Siena con University of Pennsylvania in Loc. Case Nuove. Senza contare infine che all'interno della Tenuta di Montecucco ­ anch'essa di proprietà di ColleMassari ­ trova spazio un raffinato agriturismo con dieci camere, chiesina annessa, ampi spazi, piscina, che offre agli ospiti la possibilità di... fermare il tempo e lasciarsi andare al relax assoluto in un ambiente davvero unico. Insomma, quello di Claudio Tipa & C. è un percorso chiaro, incentrato sulla voglia di intraprendere, crescere e migliorarsi giorno dopo giorno, con un occhio attento al territorio di riferimento, verso il quale il rispetto è totale. Un progetto di cui anche la Maremma può andare fiera, in quanto è da qui ­ dalla zona di Cinigiano ­ che tutto muove, con ritorni di immagine e promozione che non possono far altro che bene a questa nostra amata terra. Info: www.collemassari.it Grattamacco 68 · Maremma Magazine · Luglio 2012 CASteLLO DI COLLe MASSArI La produzione del Castello di ColleMassari presenta tre rossi, due bianchi ed un rosato. Si parte con il rigoleto, il Montecucco Rosso DOC (70% sangiovese, 15% ciliegiolo, 15% montepulciano), un vino di facile beva, da tutto pasto prodotto in 80.000 bottiglie. Ben due le Riserve Montecucco Rosso DOC. ColleMassari (80% sangiovese e il restante ciliegiolo e cabernet sauvignon), vino invecchiato per 18 mesi in barriques e tonneaux, con un affinamento minimo di 12 mesi in bottiglia, da abbinare a carni rosse arrosto e brasate, cacciagione e formaggi stagionati. Produzione: 50.000 bottiglie. L'altra Riserva è il Lombrone (100% sangiovese), vino da grande invecchiamento prodotto da una selezione di uve provenienti dalle migliori vigne di Sangiovese. La vendemmia è manuale e la fermentazione alcolica avviene in piccoli tinelli di legno tronco conici con follatura manuale e lunghe macerazioni. La fermentazione malolattica si svolge in botti di rovere da 40 ettolitri dove l'affinamento prosegue per almeno 18 mesi e l'affinamento in bottiglia è di almeno 12 mesi. Ottimo con cacciagione e selvaggina e preparazioni locali a base di cinghiale, o brasati e umidi di carne rossa, nonché formaggi a pasta dura e media stagionatura. Produzione: 6.000 bottiglie. Per i bianchi troviamo il Melacce, un Vermentino Montecucco Doc diretto e accompagnato da una bella freschezza con note di frutta bianca e agrumi, congeniale come aperitivo ma che si abbina a piatti a base di pesce ed in particolare agli antipasti. Produzione: 40.000 bottiglie. Irisse è una selezione di vermentino 85% con l'aggiunta di un 15% di greco bianco, vinificato e affinato in botti di rovere da 40 ettolitri. È un vino caratterizzato da piacevole acidità e buona persistenza, con un'ottima relazione tra sapidità e morbidezza apportata dalla giusta integrazione del legno. Da abbinare a tutte le preparazioni di pesce in particolar modo ad antipasti anche non di mare. Produzione: 7.000 Castello di ColleMassari bottiglie. Infine, il Gròttolo è un Rosato Toscano IGT (70% sangiovese, 15% ciliegiolo, 15% montepulciano), vino fresco e fragrante da tutto pasto, che si accompagna preferibilmente ad antipasti a base di salumi, pesce alla griglia ed a formaggi a pasta molle. Produzione: 7.000 bottiglie. GrAttAMACCO I vini Grattamacco comprendono tre rossi e un bianco. Tra i primi abbiamo due Bolgheri Rosso Superiore DOC: il Grattamacco (65% cabernet sauvignon, 20% merlot e 15% sangiovese), vino prodotto in 30.000 bottiglie consistente, complesso, con un carattere profondamente legato alla sua zona di origine (si abbina con cacciagione e selvaggina, si sposa perfettamente con le preparazioni locali a base di cinghiale, a brasati umidi di carne rossa, ottimo con formaggi a pasta dura di media stagionatura) e L'Alberello (70% cabernet sauvignon, 25% cabernet franc, 5% petit verdot) etichetta prodotta in numeri limitati (6.000 bottiglie) da una vigna di 2 ettari coltivata ad alberello con un'alta densità e un impianto cosiddetto a "settonce", in maniera tale che ogni ceppo sia equidistante dagli altri che lo circondano. Chiude i rossi il Bolgheri Rosso DOC (60% cabernet sauvignon, 20% cabernet franc, 10% merlot e 10% sangiovese), vino ottimo a tutto pasto, che si abbina perfettamente con la cucina tipica toscana. Produzione: 35.000 bottiglie. L'unico bianco è il Grattamacco Bolgheri Vermentino DOC (100% vermentino) di cui si producono 10.000 bottiglie, vino di grande equilibrio e piacevolezza, dimostra tutte le potenzialità del vitigno Vermentino che trova in questo terroir uno dei suoi habitat più congeniali. Si accompagna con tutte le preparazioni a base di pesce e grazie alla sua morbidezza e al suo aroma ha un buon rapporto con antipasti toscani di crostini e salumi. Da provare anche con fricassea di vitello e con formaggi a pasta molle. Grattamacco POGGIO DI SOttO Poggio di Sotto produce tre vini, tutti con uvaggio 100% Sangiovese, nella zona di Castelnuovo dell'Abate, nella vallata del fiume Orcia. Il top è il Brunello di Montalcino DOCG riserva, vino possente ed elegantissimo allo stesso tempo (etereo e speziato ma fragrante, con note di frutta) prodotto selezionando in ciascuna annata la botte migliore di tutta la cantina, che generalmente corrisponde alla nicchia ecologica delle vigne poste a 200 m. sul livello del mare. Le bottiglie sono merce rara, appena 3.500 e fanno il fumo prima ancora di essere immesse sul mercato. Riserva a parte, tutto da gustare è il Brunello di Montalcino DOCG, vino prodotto in 18.000 bottiglie da vigne poste a 200, 300 e 450 m. sul livello del mare con diverse esposizioni e su terreni ricchi di scheletro e molto poveri. Si abbina con carni rosse arrosto e brasate, cacciagione e formaggi stagionati. Infine, il rosso di Montalcino DOC, vino prodotto in 13.500 bottiglie dalle stesse vigne e con le stesse modalità di selezione delle uve del Brunello. Non a caso è definito da molti "un piccolo Brunello" che si abbina con carni rosse arrosto e brasate, cacciagione e formaggi stagionati. In tutti e tre i casi le uve vengono selezionate più volte in vigna e viene effettuata una selezione manuale in cantina. Le vinificazione avvengono in tini di legno, con fermentazioni spontanee e macerazioni molto prolungate, con rimontaggi all'aria. La differenza la fa la durata dell'affinamento in botti di rovere da 30 hl ­ 60 mesi (per la Riserva), 48 mesi (per il Brunello) e 24 mesi (per il Rosso) ­ e in bottiglia: 12 mesi (Riserva), 8 mesi (Brunello) e 6 mesi (Rosso di Montalcino). In ciascuna delle tre aziende c'è spazio per la grappa e l'olio extravergine di oliva ottenuto dalla raccolta a mano di olive provenienti da agricoltura biologica e lavorate entro 24-48 ore dalla raccolta. Poggio di Sotto primo piano · 69 · Arcidosso - InterHarmony festival Festival internazionale di musica classica - ore 21.30 Una Serata di Musica Cello. Misha Quint, violoncello; Svetlana Gorokhovich, pianoforte · Castiglione della Pescaia - "Alla scoperta di Castiglione della Pescaia" Visite guidate gratuite alla scoperta del territorio di Castiglione della Pescaia a cura dell'Associazione Le Orme ­ Guide della Maremma Toscana. Programma: ore 17.0 Castiglione della Pescaia. Al termine degustazione di prodotti tipici presso la Cantina Le Mortelle o nel centro storico di Castiglione della Pescaia. Per info: tel. 0564.416276 · Castiglione della Pescaia - "Maremma Terra d'acque" Visita guidata turistica-escursionistica organizzata da Soc. Maremmagica. Programma: Castiglione della Pescaia e antica Isola Clodia. Partenza: Piazza Garibaldi - ore 17.00 Castiglione della Pescaia. Tipo di itinerario: Turistico / Escursionistico. Durata: 2 - 3h c.a · Castiglione della Pescaia - CASTIGLIONEVENTI 2012 Cartellone degli eventi estivi promosso dal Comune di Castiglione della Pescaia. Programma: Latino americano con la scuola di ballo "Buena Vista" ore 21.00 piazzale ex Maristella · Cosa (Ansedonia - Orbetello) - "Frammenti" Spettacolo da testi di Erodoto, Eschilo, Euripide, C. Pavese a cura del Teatro Studio nell'ambito della rassegna Il Fascino delle Rovine, presso l'Antica Città di Cosa, ore 18.30. Info: tel. 392.0686787 · Costa d'Argento - Argento Festival Cinema, Teatro, Musica, Arte e Letteratura a cura del Consorzio Maremmare. Programma: ore 18.30, Città di Cosa, Ansedonia ArgentoTeatro, al calar del sole, a picco sul mare, tra le rovine dell'Antica Città di Cosa andrà in Scena "Fammenti" Giovedì 5 LuGLio L'agenda venerdì 6 LuGLio tratta da testi di Erodoto, Eschilo, Euripide Pavese. Regia di Mario Fraschetti. Info: 3888485425 · Grosseto - "Indovina chi è di scena... stasera?" Rassegna di teatro amatoriale promossa dall'associazione Cral Le Vele nella sala Friuli, con orario 20.30. Programma: Acqua cheta (Compagnia dell'anello) · Massa Marittima - Percorso medievale Visita guidata su prenotazione e a pagamento al centro storico di Massa Marittima, ore 17 · Punta Ala (Castiglione della Pescaia) - CineAmare Rassegna cinematografica estiva, alla seconda edizione presso il PuntAla Camping Resort per ospiti pernottanti e non. Programma: Arrietty / L. Red. Info: 347/3200040 · Castiglione della Pescaia - CASTIGLIONEVENTI 2012 Cartellone degli eventi estivi promosso dal Comune di Castiglione della Pescaia. Programma: Inizio Premio Basi ­ esposizione di arte contemporanea nel Borgo Medioevale Ballo Liscio con il duo "Idea Music" ore 21.00 piazzale ex Maristella · Costa d'Argento - Argento Festival Cinema, Teatro, Musica, Arte e Letteratura a cura del Consorzio Maremmare. Programma: ore 20.30, Cinema Sala Tirreno, Capalbio ArgentoCinema, prima edizione del PREMIO TIRRENO "Mastri e Maestri della settima Arte". · Follonica - Corse al Trotto Convegno di corse al trotto all'Ippodromo dei Pini di Follonica. Info: tel. 0566/50706 · Grosseto - Incontro con Dacia Maraini Incontro organizzato congiuntamente dalla Pro Loco Grosseto con La Libreria delle Ragazze a cui parteciperà Dacia Maraini, presso la chiostra della Pro Loco, ore 21. La fama della Marai- ni è dovuta inoltre anche al suo grande talento come critico, poetessa e drammaturgo. · Grosseto - Corse al galoppo in notturna Convegno di corse al galoppo in notturna, presso l'Ippodromo del Casalone (Via Aurelia antica). Info: tel. 0564/24214 · Grosseto - Orchestra Sinfonica Città di Grosseto - Stagione concertistica 2012 Rassegna concertistica promossa dall'Associazione Musicale Orchestra Città di Grosseto. Programma: ore 21 Chiesa di San Giovanni ­ Lucca, Giuseppe Bruno direttore, Domenico Nordio violino. Info: tel. 0564/491805 · Massa Marittima - Percorso etrusco Visita guidata su prenotazione e a pagamento al villaggio etrusco del Lago dell'Accesa, ore 17 · Massa Marittima - Museo della Miniera in notturna Visita guidata su prenotazione e a pagamento · Scarlino - Estate Scarlinese Scarlino ore 21.30 Castello Serata Nuova Solmine "Musica ed immagini sotto le stelle". Ingresso libero · Talamone (Orbetello) - Regata Derive International West Piada Trophy - Classe Snipe Manifestazione velica organizzata dall'ASD Circolo della Vela Talamone · Val di Cornia (Li) - "Eutyches, medico naufrago a Populonia 2000 anni fa" Evento per grandi e piccini. Visita guidata al Relitto del Pozzino e animazione teatrale a cura di Massimiliano Gracili (Associazione Ars & Crafts). MUSEO ARCHEOLOGICO DEL TERRITORIO DI POPULONIA, ore 21.30 · Arcidosso - InterHarmony festival Festival internazionale di musica classica - ore 21.30 Studenti Sabato 7 LuGLio 70 · Maremma Magazine · Luglio 2012 premiati in concerto · Campagnatico - Note di Montecucco 2012 I sapori d'Amiata e di Maremma incontrano il Montecucco Doc. 7 serate di Musica, vino e sapori a cura della Strada del Vino Montecucco e dei Sapori d'Amiata. Cene a menù fisso su prenotazione. Programma: Ristorante Locanda del Glicine - Tutti i toni del miele - Trio swing con Simone Salvatore, Luca Pirozzi e Aldo Milani. Info: tel. 0564 996490 - 0564 996916 · Castiglione della Pescaia - "Eccellenze e Biodiversità per un Turismo Sostenibile Visita guidata in Mountain Bike organizzata da Soc. Maremmagica. Programma: Castiglione della Pescaia, Museo Casa Rossa Ximenes, Riserva Naturale Diaccia Botrona, Isola Clodia, Pineta del tombolo, Biotopo San Leopoldo (Fiumara), Oasi di San Felice, Castiglione della Pescaia. · Castiglione della Pescaia - CASTIGLIONEVENTI 2012 Cartellone degli eventi estivi promosso dal Comune di Castiglione della Pescaia. Programma: Concerto Accademia Musica Solti Te Kanawa ­ piazzale ex Maristella ore 21.00; Unitre in collaborazione con la Casa accoglienza "La Mistica" fondata dal Capitano Ultimo presentano la dimostrazione di addestramento "IL VOLO DEI FALCHI"ore 18.00 stadio Casa Mora / Campionato Regionale modellismo ­ Località Casa Mora / PUNTA ALA Musica dal vivo con la "Olivelli Band" ore 21.00 · Civitella Marittima - Civitella in Musica 2012 - A Tavola... sotto le stelle Tradizionale appuntamento gastronomico-musicale organizzato dall'Unione Sportiva Civitella, presso il Campo Sportivo Comunale "G. Tonini". Programma: I CUSTOS in Concerto ­ Tribute Band dei Nomadi. Tema gastronomico del week end: Sua maestà il Tartufo · Costa d'Argento - Argento Festival Cinema, Teatro, Musica, Arte e Letteratura a cura del Consor- zio Maremmare. Programma: ore 20.30, Cinema Sala Tirreno, Capalbio ArgentoCinema, prima edizione del PREMIO TIRRENO "Mastri e Maestri della settima Arte". · Grosseto - Serate Danzanti sotto le stelle Ballo all'aperto presso la Pista di pattinaggio di via Mercurio (ore 21). Info tel. 0564 450461 - 329 2945349 · Magliano in Toscana - Vox Mundi Festival 2012 Rassegna di Musiche dei popoli della terra, ore 21,45. Programma: Ginevra Di Marco presenta in prima nazionale "Donna Ginevra e le Donne di Magliano". Il concerto come consuetudine di Vox Mundi Festival, è preceduto dalla degustazione di prodotti tipici Un assaggio di Maremma (dalle 21,15) · Massa Marittima - Presentazione Presentazione della raccolta di racconti "Italian shorts. Brevi storie lungo il Belpaese" a cura di Paola Zannoner (scrittrice) e Roberta Pieraccioli (direttore della Biblioteca Comunale), con l'intervento di Alberto Agostani, autore di uno dei racconti, presso il Complesso museale di S. Pietro all'Orto - Museo di Arte Sacra e Collezione d'Arte Contemporanea, ore 21.30. Ospite il gruppo "Pocket chords", rock acustico: Omar Birilli (chitarra), Riccardo Muolo (basso) e Fabio Torlai (voce e chitarra). Info: 0566.901954 · Monterotondo Marittimo - "Chiaro di Luna" Cartellone di eventi estivi - MONTEROTONDO MARITTIMO ore 21,30 Parco geotermico delle Biancane "SE UNA NOTTE D'ESTATE UN CANTAUTORE..." - Federico Siriani e Gnu Quartet cantano De André e Genova, Giampiero Alloisio canta Gaber e Guccini, Andrea Parodi canta De Gregari, Max Larocca canta Piero Ciampi. Ingresso gratuito / MONTEROTONDO MARITTIMO dal mattino Tiro a volo loc. Le Pianacce - CAMPIONATO REGIONALE DI TIRO A PIATTELLO · Roccatederighi - Mostra La Rocca Rassegna d'Arte e Cultura. Programma: Centro Civico ore 21,00 La Pia di Dante: tra leggenda e storia. Incontro con l'ambasciatore Mario Sica: autore di Matrimonio di sangue, romanzo storico sulla Pia di Dante. · Scansano - NOTTE BIANCA Evento a cura della Pro Loco. Programma: ore 18.45 inizio aperitivo musicale, Mercatino dell'artigianato, Mostra Degustazioni Le Mani sul Cacao; ore 21.00 Concerto Live FLEUR DU MAL; ore 22.15 Per le notte dell'archeologia "Incontri ravvicinati d'altro vino"; ore 23.00 Concerto Live LA ZURDA · Sorano - "Sorano Fashion" Moda-Cultura-Spettacolo Sfilata di moda con gli abiti della linea Occhiblu di Dina Pastori e con gli abiti della giovane stilista Virginia Di Blasi presso il Cortilone di Sorano dalle ore 21,30. · Talamone (Orbetello) - Regata Derive International West Piada Trophy - Classe Snipe Manifestazione velica organizzata dall'ASD Circolo della Vela Talamone · Val di Cornia (Li) - "Notte etrusca" Visita animata in costume alla necropoli di San Cerbone (ogni sabato). PARCO ARCHEOLOGICO DI BARATTI E POPULONIA ­ Necropoli di San Cerbone ore 21.15 · Val di Cornia (Li) - "Scopri-duna" Animazioni ambientali per conoscere il sistema dunale e salvaguardarlo..... divertendosi. PARCO COSTIERO DELLA STERPAIA, ore 16.30. Attività gratuita · Albinia (Orbetello) - "III°PALIO della TORRE Le contrade di albinia si sfidano nella corsa dei barchini - Foce fiume Albegna. Info: tel. 0564/871774 · Arcidosso - InterHarmony festival Festival internazionale di musica classica - ore 21.30 Professori domenica 8 LuGLio l'agenda · 71 "la traviata" ed "il barbiere di siviglia" per lirica in piazza 2012 Count down iniziato per Lirica in Piazza 2012, la rassegna dedicata al bel canto di scena a Massa Marittima ­ alla sua 27esima edizione ­ che quest'anno proporrà La traviata di Giuseppe Verdi ed il Barbiere di Siviglia di Gioachino rossini aranno La Traviata di Giuseppe Verdi (il 3 ed il 5 agosto) ed il Barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini (il 4 ed il 6 agosto) le due opere di Lirica in Piazza, la rassegna dedicata al bel canto ­ alla sua ventisettesima edizione ­ che, nelle notti d'estate, regala un inimitabile incontro tra la grande musica lirica e l'armonia di una delle piazze più belle d'Italia, quella di Massa Marittima. Suggestivo palcoscenico come al solito sarà il sagrato della splendida cattedrale di San Cerbone. Si tratta di due tra i titoli più amati nel mondo. Ambedue figurano nella top ten delle opere più rappresentate in tutti i continenti. Sono tra le opere più amate anche dal pubblico di Lirica in Piazza. La Traviata è stata rappresentata cinque volte (1988, 1992, 1997, 1999, 2006); il Barbiere di Siviglia tre volte (1986, 1991 e 2004) e ha avuto l'onore di essere nel cartellone della prima edizione della rassegna. Prosegue la direzione artistica del celebre soprano Antonietta Stella, tra le più amate protagoniste proprio di Traviata nel panorama internazionale. Le due serate di Traviata vedranno l'alternarsi di due direttori d'orchestra. Ci sarà un grande ritorno ed un volto nuo- S vo. Dopo 14 anni torna a dirigere l'orchestra di Lirica in Piazza il Maestro Maurizio Morgantini, massetano doc, con all'attivo per Lirica in Piazza le direzioni di Traviata,Trovatore, L'elisir d'amore e il Campanello oltre a tre concerti d'apertura della rassegna tra cui quello della XXV edizione della rassegna. Il volto nuovo è rappresentato dal maestro Aldo Salvagno che dirigerà la prima di Traviata. Per il Barbiere di Siviglia ci sarà invece la direzione d'orchestra del maestro Claudio Maria Micheli, sul podio di Lirica in Piazza ininterrottamente dal 2005. Per la regia delle due opere in cartellone la scelta è stata quella di affidarsi alla maestria di due professionisti di ottimo livello, entrati ormai nella storia della rassegna e nel cuore del suo pubblico, il giovane Renato Bonajuto per il Barbiere di Siviglia e l'esperto Maurizio Marchini per La Traviata. L'orchestra di Lirica in Piazza sarà, come lo scorso anno, l'Orchestra Sinfonica Città di Grosseto. La prevendita avviene attraverso il circuito Box Office (tel. 055 210804, web www.boxol.it; www.boxofficetoscana.it). Info: tel. 0566 913714 - 913736 902289, cell. 3334791821, sito internet web: www.liricainpiazza.it in concerto · Campiglia M.ma (Li) - I Concerti della Pieve Rassegna concertistica promossa dal Comune di Campiglia in collaborazione con I Parchi della Val di Cornia presso la Pieve di San Giovanni ore 19.00. Programma: EXCURSUS NELLA POLIFONIA Coro Stella del Mare di Cecina · Castiglione della Pescaia - Altura Bastone Manifestazione velica (Sociale) organizzata dal Club Velico Castiglione della Pescaia nelle acque antistanti il Porto. Info: tel. 0564 937098 - 933678 · Castiglione della Pescaia - CASTIGLIONEVENTI 2012 Cartellone degli eventi estivi promosso dal Comune di Castiglione della Pescaia. Programma: Palio Marinaro Ragazzi ore 18.00; Il Tango: serate danzanti con "La Baldosa" ore 21.00 piazzale ex Maristella / Campionato Regionale modellismo ­ Località Casa Mora · Costa d'Argento - Argento Festival Cinema, Teatro, Musica, Arte e Letteratura a cura del Consorzio Maremmare. Programma: ore 20.30, Cinema Sala Tirreno, Capalbio ArgentoCinema, prima edizione del PREMIO TIRRENO "Mastri e Maestri della settima Arte". · Massa Marittima - Racconti in miniera. "Nerapolvere" Spettacolo di narrazione teatrale per adulti presso il Museo della Miniera (via Corridoni), ore 21. Prenotazione obbligatoria · Roccatederighi - Mostra La Rocca Rassegna d'Arte e Cultura. Programma: Piazzetta Senesi ore 17,30 La Memoria nella cultura e nella religione Ebraica; Piazza Garibaldi ore 21,30 Concerto della Filarmonica Giuseppe Verdi di Roccatederighi. Maestro: Michele Makarovic. · Scansano - Le Notti dell'Archeologia - ALBA al Ghiaccioforte Concerto LIVE dell' Orchestra Città di Grosseto direttore Giuseppe Bruno presso il Parco Archeologico del Ghiaccioforte, ore 6.00. Info: tel. 0564509404 · Talamone (Orbetello) - Regata Derive International West Piada Trophy - Classe Snipe Manifestazione velica organizzata dall'ASD Circolo della Vela Talamone · Tirli (Castiglione della Pescaia) - "Cine sotto le stelle" Rassegna cinematografica itinerante nelle frazioni di Castiglione della Pescaia, ore 21.30 - ARRIETTY. Per Bambini ­ Un film di Hiromasa Yonebayashi. · Castiglione della Pescaia - CASTIGLIONEVENTI 2012 Cartellone degli eventi estivi promosso dal Comune di Castiglione della Pescaia. Programma: Federazione Italiana Nuoto sez. Salvamento sede di Grosseto - PROVE DI SIMULAZIONE DI SALVATAGGIO A MARE ore 11.00 (stabilimento da individuare); IL SOLE E LA PELLE "RAPPORTO AMORE E ODIO" intervento del dott. Riccardo Sirna Direttore del reparto di dermatologia Ospedale Misericordia di Grosseto ore 21.00 piazzale ex maristella · Follonica - Corse al Trotto Convegno di corse al trotto all'Ippodromo dei Pini di Follonica. Info: tel. 0566/50706 · Follonica - "The factory and the Pop Shop. Business Art, Pubblic Art e i testimoni del proprio tempo" Living talk show nell'ambito della mostra "ORDINARY WORLD. Andy Warhol, Pietro Psaier and the Factory artworks / Keith Haring, Paolo Buggiani and the Subway drawings" presso la Pinacoteca civica ore 21.30. · Arcidosso - InterHarmony festival Festival internazionale di musica classica - ore 21.30 Studenti premiati in concerto · Castiglione della Pescaia - "Alla scoperta di Castiglione della Pescaia" Visite guidate gratuite alla scoperta del territorio di Castiglione della Pescaia a cura dell'Associazione Le Orme ­ Guide della Maremma Toscana. Programma: ore 17.30 Vetulonia e la necropoli etrusca. Al termine degustazione di prodotti tipici presso la Cantina Le Mortelle o nel centro storico di Castiglione della Pescaia. Per info: tel. 0564.416276 · Castiglione della Pescaia - "La Maison Rouge" Rassegna di musica teatro e tradizione - terza edizione promosso dalla Soc. Maremmagica presso la Casa Rossa Ximenes, ore 21.30. Programma: O la bossa... o la vita! In concerto Marianna tirinnanzi (voce), Stefano Raddi (chitarra classica) · Massa Marittima - "L'archeologia del vino" Conferenza a cura di Marco Firmati (archeologo e direttore Lunedì 9 LuGLio martedì 10 LuGLio 72 · Maremma Magazine · Luglio 2012 Sbirro a Roselle (Grosseto) (ore 18). Info: tel. 333 9579733 · Castell'azzara - Flower Film Festival 2012 Concorso e rassegna cinematografica internazionale sulle forme ed espressioni della natura e dell'arte, ideata dall'Associazione Palladium Productions, di scena nella splendida cornice di Villa La Sforzesca (fino al 15 luglio) · Castiglione della Pescaia - "Alla scoperta di Castiglione della Pescaia" Visite guidate gratuite alla scoperta del territorio di Castiglione della Pescaia a cura dell'Associazione Le Orme ­ Guide della Maremma Toscana. Programma: ore 17.0 Castiglione della Pescaia. Al termine degustazione di prodotti tipici presso la Cantina Le Mortelle o nel centro storico di Castiglione della Pescaia. Per info: tel. 0564.416276 · Castiglione della Pescaia - "Maremma Terra d'acque" Visita guidata turistica-escursionistica organizzata da Soc. Maremmagica. Programma: Vetulonia (Necropoli e Museo). Partenza: Piazza Garibaldi - ore 17.00 Castiglione della Pescaia. Tipo di itinerario: Turistico. Durata: 3h c.a · Castiglione della Pescaia - CASTIGLIONEVENTI 2012 Cartellone degli eventi estivi promosso dal Comune di Castiglione della Pescaia. Programma: Latino americano con la scuola di ballo "Buena Vista" ore 21.00 piazzale ex Maristella · Grosseto - "Indovina chi è di scena... stasera?" Rassegna di teatro amatoriale promossa dall'associazione Cral Le Vele nella sala Friuli, con orario 20.30. Programma: L'anatra all'arancia (compagnia La combriccola) · Massa Marittima - Percorso medievale Visita guidata su prenotazione e a pagamento al centro storico di Massa Marittima, ore 17 · Massa Marittima - TFF Toscana Foto Festival 2012 Galleria Spazio ArtAltro, ore 18.30 Aperitivo con Gabriele Rigon; Palazzo dell'Abbondanza, ore 22.00 "Incontri con l'autore" Gabriele Rigon ­ Questo sono io · Pari (Civitella Paganico) - Note di Montecucco 2012 I sapori d'Amiata e di Maremma incontrano il Montecucco Doc. 7 serate di Musica, vino e sapori a cura della Strada del Vino Montecucco e dei Sapori d'Amiata. Cene a menù fisso su prenotazione. Programma: Ristorante L'Etrusca e il Greco - Dall'orto... dal bosco... dal pastore... dal norcino... - In compagnia della musica e della voce di Massimo - Evergreen anni '60... '70... '80... Info: tel. 0564/908672 · Punta Ala (Castiglione della Pescaia) - CineAmare Rassegna cinematografica estiva, alla seconda edizione presso il PuntAla Camping Resort per ospiti pernottanti e non. Programma: Il ragazzo con la Bicicletta / L. Red. Info: 347/3200040 · Arcidosso - InterHarmony festival Festival internazionale di musica classica - ore 21.30Professori in concerto · Castell'azzara - Flower Film Festival 2012 Concorso e rassegna cinematografica internazionale sulle forme ed espressioni della natura e dell'arte, ideata dall'Associazione Palladium Productions, di scena nella splendida cornice di Villa La Sforzesca (fino al 15 luglio) · Castiglione della Pescaia - CASTIGLIONEVENTI 2012 Cartellone degli eventi estivi promosso dal Comune di Castiglione della Pescaia. Programma: Sir Georg Solti ­ concerto nella piazza Solti ore 21.30; Ballo Liscio con il trio "Ever Green" ore 21.00 piazzale ex Maristella · Follonica - Corse al Trotto Convegno di corse al trotto all'Ippodromo dei Pini di Follonica. Info: tel. 0566/50706 · Giglio Porto (Isola del Giglio) ­ Cerimonia commemorativa a sei mesi dalla tragedia della Costa Concordia Cerimonia commemorativa marinara, Requiem kv 626 di W.A. Mozart a 6 mesi dal naufragio di Costa Concordia, presso Giglio Porto. Seguirà un concerto dei Cori: Corale Puccini Grosseto, Coro Isola del Giglio, Coro Ager Cosanus di Orbetello, Orchestra Città di Grosseto, dirige: M° Giovanni Segato. Info: tel. 0564 412874 - 389 5140984 · Grosseto - Corse al galoppo in notturna Convegno di corse al galoppo in notturna, presso l'Ippodromo del Casalone (Via Aurelia antica). Info: tel. 0564/24214 · Massa Marittima - Notti dell'archeologia Proiezione del film: "La grotta dei sogni perduti" di Werner Herzog presso il Museo Archeologico piazza Garibaldi, ore 21.15. Introduce Bianca Maria Aranguren (Soprintendenza Archeologica della Toscana). Ingresso gratuito · Massa Marittima - Percorso etrusco Visita guidata su prenotazione e a pagamento al villaggio etrusco del Lago dell'Accesa, ore 17 · Massa Marittima - Museo della Miniera in notturna Visita guidata su prenotazione e a pagamento Giovedì 12 LuGLio venerdì 13 LuGLio mercoLedì 11 LuGLio ilettando riaccende i motori. Sul nuovo canale 88 di Tirreno Channel torna l'allegria e il divertimento con la trasmissione condotta da Carlo Sestini, una sorta di corrida estiva che ha permesso di far emergere quella parte di artista che è dentro ognuno di noi facendoci passare serate di sano divertimento e da protagonisti. Anche quest'anno il tour di Dilettando toccherà molti comuni della nostra Maremma; da Massa Marittima l'11 luglio, a Porto Santo Stefano il 15, a Castiglione della Pescaia il 19 e a Scarlino il 31, ultima data del mese. Intenso anche il calendario di agosto che prevede l'appuntamento del 2 a Marina di Grosseto, il 9 ancora a Castiglione della Pescaia e poi le date di Orbetello, Cellere e Manciano per approdare a settembre, con la semifinale di Capalbio e la finalissima di Grosseto. D dilettando, riparte il tour in maremma e in tv "Invito tutti coloro che hanno velleità artistiche e un po' di sana pazzia a iscriversi senza remore ­ spiega Carlo Sestini ­. Siamo arrivati alla nona edizione di questo format che anche quest'anno promette di non tradire le aspettative, regalando serate indimenticabili non solo per chi le vive in prima persona ma anche per i tanti amici che le aspettano in tv, sul canale 88 di Tirreno Channel o che amano gustarsele dal vivo nelle varie località in cui andiamo a registrare le puntate". Ricordiamo che a vincere l'edizione 2011 fu la piombinese Aurora Pepoli che sconfisse le agguerritissime Chiara Ambrosio e Alessia Russo.Tre donne, tre cantanti. "Certo che la componente canora è sempre lo zoccolo duro di ogni serata ­ commenta Sestini ­ ma quest'anno conto di variegare ancora di più le scalette, tenuto conto che si stanno facendo avanti molti ballerini, attori e comici. Come al solito sarò affiancato dal mitico Paco che mi supporterà per tutte le serate, con il service di Davide Bargagna, anche se le novità non mancheranno". Insomma, la sfida è partita e per chi si vuole mettere in gioco le opportunità non mancano, l'importante è mettersi in contatto con l'organizzazione telefonando al nr. 348 3536655. Perché con Dilettando ci si diletta e si diletta. l'agenda · 73 Sabato 14 LuGLio domenica 15 LuGLio 74 · Maremma Magazine · Luglio 2012 inizia la contrada Cassero che, con una cena intende ricordare il menù del veglione di fine anno con la "cena di capodanno". Sabato 14 luglio sarà la volta della contrada Molino con una cena che mette in risalto i piatti tipici dell'ultimo giorno di carnevale "cena del martedi grasso". A concludere la triade sarà la Contrada Pescina che ci farà rivivere, sabato 28 luglio la "cena di Natale", fra ghiotti piatti tipici del 25 dicembre. Info e prenotazioni (obbligatorie) tel. 0564 994187 12>15 luglio · Capalbio Festa Democratica Manifestazione gastronomica organizzata dall'Unione Comunale PD in loc. Borgo Carige 13-14 luglio · Boccheggiano (Montieri) Festa della Birra Manifestazione, giunta alla XVIII edizione organizzata dall'Associazione i 4 gatti che propone una selezione delle migliori birre, musica dal vivo fino a tarda notte, campeggio gratuito all'interno del parco di castagni e altre sorprese e novità. Anche quest'anno a far da prologo alla Festa dalle ore 19.30 è la Cena con prodotti tipici locali sotto i castagni boccheggianesi. Lungo la Via della Birra è inoltre possibile curiosare tra bancarelle e artigiani. Info www.4gatti.org 13>15 luglio · Poggio Murella (Manciano) III Sagra del Lunghino Manifestazione gastronomica 16>22 luglio · Capalbio Sagra del Pesce Manifestazione gastronomica organizzata dal Circolo "La Torbiera" in loc. La Torba 20>22 luglio · Roccalbegna Festa della birra e Sagra dello gnocco Manifestazione gastronomica organizzata dall'Associazione Polisportiva di Roccalbegna 20>29 luglio · Monterotondo M.Mo Sagra del Maiale e della Pecora Stand gastronomici con degustazione di tutte le migliori specialità di pecora e maiale, serate di ballo, torneo di briscola ed altro ancora... a cura di: Unione Sportiva Monterotondo Marittimo, presso la Pista ai Castagni. Ed il 27 luglio passeggiata notturna guidata nei castagneti 23>29 luglio · Capalbio Sagra della Lumaca Manifestazione gastronomica organizzata dal Circolo "Il Mare" in loc. Chiarone Scalo 25>29 Luglio · Piombino (Li) Sagra del Pesce Manifestazione gastronomica organizzata dall'Associazione AUSER Festeggiamenti Piombinesi presso il Piazzale Alaggio 25 luglio>5 agosto · Riotorto (Piombino - Li) Sagra della zuppa contadina e del cacciucco Manifestazione gastronomica organizzata dall'ASD Polisportiva Pallavolo Riotorto presso La Pinetina di Riotorto 27>29 luglio · Murci (Scansano) Sagra dello strozzaprete Manifestazione gastronomica. Info: tel. 0564509404 27 luglio>5 agosto · Pancole (Scansano) Sagra della Lasagna Manifestazione gastronomica a cura della Proloco Pancole. Info: tel. 0564509404 l'agenda · 75 "Civitella in musica 2012" tra concerti e gastronomia È in pieno svolgimento dal 16 giugno scorso fino a fine luglio la nona edizione di "Civitella in Musica - A tavola sotto le Stelle", il bel mix a base di note, intrattenimento e gastronomia di scena nel periodo estivo a Civitella Marittima ticolarmente coinvolgente, un qualcosa di più rispetto a quanto presentato nei tour precedenti, BeatNix e Acoustic Tour". Questo è il cartellone del mese di luglio che prevede come sempre tante e diverse manifestazioni (ogni week end un evento particolare): Sabato 7 Luglio: I CUSTOS in Concerto - Tribute Band dei Nomadi. Tema gastronomico del week end: Sua maestà il Tartufo Sabato 14 Luglio: Across the Beatles Universe Live. Progetto Tribute to the Beatles "La Musica che ha cambiato il mondo".Tema gastronomico del week end: Serata del Pesce Sabato 21 Luglio: I DELIRIUM in Concerto - Il viaggio continua. La storia 1970-2012 - Guest star "Luoghi Comuni in Concerto". Tema Gastronomico del week end: A tavola col Fungo Porcino Sabato 28 Luglio: SHEL SHAPIRO in Concerto - HAMBURG 1963 The Tour Club. Tema Gastronomico del week end: Festival delle Pappardelle Domenica 29 Luglio: Spettacolo Teatrale "Uniti finché morte ci separi" con la Compagnia "I Sottosopra" Lo stand gastronomico aprirà i battenti alle ore 19,00. I concerti inizieranno alle ore 22,00. Tutte le manifestazioni saranno rigorosamente a ingresso gratuito. Info: www.civitellainmusica.it 2012. La manifestazione è decollata il 16 giugno e terminerà domenica 29 luglio proponendo tantissima musica di ogni genere, dal Rock al Liscio, dagli evergreen degli anni '60 e '70 alla musica d'autore dalla danza allo spettacolo teatrale, il tutto accompagnato dalle specialità gastronomiche della tradizione toscana e civitellina, in un cocktail ormai collaudato e apprezzato. Ogni week end un menù diverso. Questo contenitore musicale, culturale e gastronomico giunto alla sua nona edizione, che raccoglie ogni anno al suo interno tantissimi visitatori è diventato ormai un tradizionale e irrinunciabile appuntamento con i sapori e la tradizione culinaria proprie del nostro territorio. "Sul palco di Civitella in Musica, edizione 2012 ­ spiega il deus ex machina Piero Cortecci ­, si alterneranno ancora una volta grandi artisti e nuove proposte in un mix che si preannuncia veramente accattivante. Una presenza sicura saranno i favolosi Delirium, band storica, alfieri del proressive italiano. Sabato 21 Luglio gli interpreti di "Jesahel" e "Dolce Acqua" affascineranno il pubblico presente con la loro intramontabile musica che si è arricchita recentemente di una nuova opera veramente imponente, ovvero la pubblicazione di un DVD intitolato "Il Viaggio continua: La storia 19702010". Sabato 28 Luglio ritorna poi un grande amico di Civitella in Musica, SHEL SHAPIRO nel suo nuovo spettacolo "HAMBURG 1963 - The Club Tour". Questa ultima fatica di Shel Shapiro è un lavoro par- D opo il successo degli scorsi anni, è ancora grande spettacolo a Civitella in Musica edizione Cartellone degli eventi estivi promosso dal Comune di Castiglione della Pescaia. Programma: Saggio degli allievi della scuola "Area Danza", piazzale ex Orto del Lilli ore 21.00 / Cinema all'aperto ­ Località Pian di Rocca / TIRLI Concerto Lirico Gruppo Artistico Letterario "La Soffitta": arie d'opera Verdi, Mozart, Rossini, Bellini, ecc... interverrà il Maestro baritono Ceccarini Giancarlo / Vetulonia Giocare con gli Etruschi - Laboratorio Didattico nella Capanna "Villanoviana", ore 17.30 Museo Civico Archeologico "Isidoro Falchi" di Vetulonia · Grosseto - "Giovannona e Bricolino" Performance interattiva con testi e regia di Mario Fraschetti (spettacolo per bambini) nell'ambito della programmazione della Cava, presso il Parco di Pietra, Cava di Roselle ore 21.00. Info: 3920686787 · Massa Marittima - "Musica dal mondo" Concerto di Fiorenza Messicani (sax), Erica Zanaboni (mezzosoprano) e Ambra Franceschi (pianoforte) presso il Complesso museale di S. Pietro all'Orto - Museo di Arte Sacra e Collezione d'Arte Contemporanea, ore 21. Info: 0566.901954 · Massa Marittima - TFF Toscana Foto Festival 2012 Chiostro di S.Agostino, ore 18.30 Inaugurazione e incontro con la stampa / Chiostro di S.Agostino, ore 9.00-13.00 Lettura Portfolio · Monterotondo Marittimo - "Chiaro di Luna" Cartellone di eventi estivi - MONTEROTONDO MARITTIMO ore 21.30 Piazza Cheli Art & Music Festival III edizione - MonteROCKtondo con Carrie Rodriguez e Terry Allen - 2 giorni di arte e musica per le strade del paese e inoltre: mostre di pittura permanenti, mostre fotografiche , stand di prodotti tipici e artigianato locale ed ogni giorno per le vie del paese spettacoli di artisti di strada. Ingresso gratuito · Pian di Rocca (Castiglione della Pescaia) - "Cine sotto le stelle" Rassegna cinematografica itinerante nelle frazioni di Castiglione della Pescaia, ore 21.30 - LA MAREA SILENZIOSA. Commedia. Un film di Lorenzo Minoli con Alessandro Minoli, Melania Giacconi, Gianni Giannini e Atos Davini. · Scansano - Migrandola - festa dei migranti Giochi per bambini, artisti di strada, forum sui Percorsi di Salute, Musica migrante presso il piazzale delle Cascine ore 17,00. Un'iniziativa di Arci Macramè Scansano in collaborazione con Comune di Scansano, Coeso SDS Grosseto, Cesvot, Unicoop Tirreno, Ass.Tante Quante Scansano, Auser, Caritas, Proloco Scansano, Ass. Inventarte, SPI-Cigl. Info: tel. 0564509404 · Scarlino - Estate Scarlinese Scarlino Castello ore 21.30 Rassegna Cori "Canta che ti passa" - Ensemble Polifonico Giovanni Pierluigi da Palestrina di Grosseto, Maestro M. Merone - Concerto di musica Sacra e Profana · Tatti (Massa Marittima) - "Due grandi paesi in un piccolo paese" Festa dedicata a Russia e Ucraina organizzata dall'associazione culturale "Con-tatti ". Programma: 12.00 S.Messa in rito bizantino con coro ucraino, segue grigliata musicale conclusiva all'aperto con la partecipazione del coro ucraino di Follonica, attori e musicisti già intervenuti. Info: tel. 0566912962 3293723176 · Val di Cornia (Li) - "Notte etrusca" Visita animata in costume alla necropoli di San Cerbone (ogni sabato). PARCO ARCHEOLOGICO DI BARATTI E POPULONIA ­ Necropoli di San Cerbone ore 21.15 · Follonica - Corse al Trotto Convegno di corse al trotto all'Ippodromo dei Pini di Follonica. Info: tel. 0566/50706 · Monterotondo Marittimo - "Chiaro di Luna" Cartellone di eventi estivi - MONTEROTONDO MARITTIMO ore 21.15 Centro Storico - Nuove Figure - Festival internazionale di teatro di figura, di strada e per ragazzi LEGNO , DIAVOLI E VECCHIETTE... STORIE DI MARIONETTE - Spettacolo di pupazzi , burattini, marionette, ombre, pupi - Compagnia Giorgio Gabrielli (Mantova). Ingresso gratuito · Sorano - "Il Fortepiano" Concerto a cura dell'Associazione Culturale "AdOcchiChiusi" presso il Teatro Niccolò IV Orsini ore 21.30 - Maurizio Paciariello Fortepiano. Musiche di Mozart, Schubert · Castiglione della Pescaia - "Alla scoperta di Castiglione della Pescaia" Visite guidate gratuite alla scoperta del territorio di Castiglione della Pescaia a cura dell'Associazione Le Orme ­ Guide del- Lunedì 16 LuGLio martedì 17 LuGLio 76 · Maremma Magazine · Luglio 2012 zione Arkè. Gradita la prenotazione. Orario: 17.30-19.30. Info: tel. 0564 948058 · Grosseto - Corse al galoppo in notturna Convegno di corse al galoppo in notturna, presso l'Ippodromo del Casalone (Via Aurelia antica). Info: tel. 0564/24214 · Massa Marittima - Notti dell'archeologia. "Gioco dell'oca al museo archeologico" attività didattica per bambini da 6 a 12 anni presso il Museo Archeologico piazza Garibaldi, ore 21. Prenotazione obbligatoria · Monterotondo Marittimo - "Chiaro di Luna" Cartellone di eventi estivi - ore 9.30 Porta del Parco ESCURSIONE AL PARCO GEOTERMICO DELLE BIANCANE con degustazione finale di prodotti tipici al vecchio Frantoio. A cura di Soc. Coop. Colline Metallifere. Info e prenotazione: tel. 0566.917039 · Roselle (Grosseto) - Il leggendario spettacolo equestre con i butteri della Maremma Esibizione dei Butteri, che danno un saggio del loro lavoro quotidiano, presso la Fattoria il Marruchetone sulla strada dello Sbirro a Roselle (Grosseto) (ore 18). Info: tel. 333 9579733 · Val di Cornia (Li) - "I suoni del bosco di notte" Escursione all'interno del Parco della Sterpaia, comprendente l'accesso ai sentieri aperti liberamente al pubblico e quella porzione di bosco a cui si può accedere solo ed esclusivamente accompagnati da guide. PARCO COSTIERO DELLA STERPAIA, ore 20.00. · Castiglione della Pescaia - "Alla scoperta di Castiglione della Pescaia" Visite guidate gratuite alla scoperta del territorio di Castiglione della Pescaia a cura dell'Associazione Le Orme ­ Guide della Maremma Toscana. Programma: ore 17.0 Castiglione della Pescaia. Al termine degustazione di prodotti tipici presso la Cantina Le Mortelle o nel centro storico di Castiglione della Pescaia. Per info: tel. 0564.416276 · Castiglione della Pescaia - "Maremma Terra d'acque" Visita guidata turistica-escursionistica organizzata da Soc. Maremmagica. Programma: Eremo di San Guglielmo (Malavalle). Partenza: Piazza Garibaldi - ore 17.00 Castiglione della Giovedì 19 LuGLio Pescaia. Tipo di percorso: Escursionistico. Durata: 3h c.a · Castiglione della Pescaia - CASTIGLIONEVENTI 2012 Cartellone degli eventi estivi promosso dal Comune di Castiglione della Pescaia. Programma: Latino americano con la scuola di ballo "Buena Vista" ore 21.00 piazzale ex Maristella; Dilettando: Bagnanti allo Sbaraglio!!! ore 21,00 piazza ex Orto del Lilli · Grosseto - "Indovina chi è di scena... stasera?" Rassegna di teatro amatoriale promossa dall'associazione Cral Le Vele nella sala Friuli, con orario 20.30. Programma: Si so spesi prima d'avelli (compagnia Noi di Maremma) · Massa Marittima - TFF Toscana Foto Festival 2012 Palazzo dell'Abbondanza, ore 22.00 "Incontri con l'autore" Francesco Cito ­ Fotogiornalismo: 30 anni di reportage · Massa Marittima - Percorso medievale Visita guidata su prenotazione e a pagamento al centro storico di Massa Marittima, ore 17 · Monte Argentario - Argentario Polo Club Torneo Internazionale di Polo "Monte Argentario Gold Cup Pellicano Hotel" - 4° edizione Torneo Internazionale di Polo Femminile "Pellicano Ladies Cup 2012" - Gare di Polo presso l'Argentario Polo Club di Monte Argentario (fino al 22). Info: 331 7910101 · Roccalbegna - Alma Mater Rassegna musicale, alla sesta edizione, promossa dall'associazione Cella Sancti Miniati. Programma: Chiesa dei Santi Apostoli Pietro e Paolo, ore 21 Maria Kruszwicka ­ soprano e pianista, con il figlio Pietro, potente e duttile voce di basso · Punta Ala (Castiglione della Pescaia) - CineAmare Rassegna cinematografica estiva, alla seconda edizione presso il PuntAla Camping Resort per ospiti pernottanti e non. Programma: Pom Poko / L. Red. Info: 347/3200040 mercoLedì 18 LuGLio Cinema, teatro, musica: esplode argento Festival U na festa lunga un'estate all'insegna di arte, cinema, letteratura e musica. È Argento Festival il Festival Internazionale della Costa d'Argento in programma da giugno a settembre, promosso per il secondo anno dal Consorzio MaremMare che riunisce gli imprenditori turistici di Monte Argentario Porto S. Stefano, l'Isola del Giglio, Capalbio e Magliano in Toscana. «Si tratta di un modo nuovo di vivere la Costa d'Argento e di fare turismo integrato tra i comuni del territorio nel nome della cultura ­ spiega il presidente del Consorzio MaremMare Walter Rossi ­. Un festival pensato per cittadini e turisti che, oltre alle bellezze paesaggistiche e enogastronomiche, potranno rilassarsi e conoscere il territorio attraverso l'arte, il cinema, la musica». A dare il via al cartellone è stata il 23 giugno scorso a Borgo Carige (Capalbio) la proiezione del film "Sandrine nella pioggia", film di Tonino Zangardi interpretato da Sara Forestier e Adriano Giannini. Nel mese di luglio gli appuntamenti entreranno nel vivo il 5, presso la Città di Cosa, Ansedonia alle ore 18.30 con ArgentoTeatro; al calar del sole, a picco sul mare, tra le rovine dell'Antica Città di Cosa andrà in scena "Fammenti" tratta da testi di Erodoto, Eschilo, Euripide Pavese. Regia di Mario Fraschetti. Quindi, spazio dal 6 all'8 luglio a Capalbio (Cinema Sala Tirreno, ore 20.30) ad ArgentoCinema, prima edizione del Premio Tirreno "Mastri e Maestri della Settima Arte". Il riconoscimento pensato in collaborazione con l'Associazione SalaTirreno.com e sostenuto da Sistema Toscana Film Commision, ogni anno verrà assegnato a una personalità del Cinema, a un "Mastro e Maestro della Settima Arte". La prima edizione sarà dedicata a Giorgio Treves, regista teatrale e cinematografico. Saranno presenti a Capalbio per festeggiarlo Stefania Rocca, Athina Cenci e Paolo Bonacelli. Per ArgentoLibri, il 14 luglio presso l'Argentario Polo Club, Monte Argentario ore 19.00 è in programma la presentazione del libro "Bella tutta!" di Elena Guerrini. Il volume sarà "svelato" da Vladimir Luxuria. Altro spettacolo nell'ambito di ArgentoTeatro, il 21 luglio sempre presso la Città di Cosa, Ansedonia, ore 18.30. In que- sto caso ad andare in scena sarà "Orpheus" liberamente ispirato alle opere di Ovidio, Poliziano, Monteverdi, Gluk e Cocteau. Regia di Mario Fraschetti. Dal teatro alle note. Per ArgentoMusica, il 29 luglio è previsto un concerto di un quintetto d'archi, con la direzione artistica di Daniela Petracchi (Convento Passionisti, Monte Argentario, ore 21). Notizie in diretta sul festival sono disponibili sulla pagina Facebook (Consorzio Maremmare) e sul profilo Twitter (@ArgentoFestival). Il sito dedicato al festival è https://festivalcostadargento.wordpress.com/ Informazioni anche su www.consorziomaremmare.it l'agenda · 77 venerdì 20 LuGLio laborazione con l'Associazione Astrofili di Piombino presso la Torre del Candeliere e Cassero Senese, ore 21.30 · Massa Marittima - Percorso etrusco Visita guidata su prenotazione e a pagamento al villaggio etrusco del Lago dell'Accesa, ore 17 · Massa Marittima - Museo della Miniera in notturna Visita guidata su prenotazione e a pagamento · Monte Argentario - Argentario Polo Club Torneo Internazionale di Polo "Monte Argentario Gold Cup Pellicano Hotel" - 4° edizione Torneo Internazionale di Polo Femminile "Pellicano Ladies Cup 2012" - Gare di Polo presso l'Argentario Polo Club di Monte Argentario (fino al 22). Info: 331 7910101 · Punta Ala (Castiglione della Pescaia) - Premio Campiello Letteratura Il Premio Campiello Letteratura sbarca anche quest´anno a Punta Ala. L´Associazione Tutela di Punta Ala con il patrocinio del Comune di Castiglione della Pescaia organizza per il terzo anno consecutivo l´incontro letterario, con i cinque scrittori finalisti dell´edizione 2012, in collaborazione con Gallia Palace Hotel. L'appuntamento è alle ore 19.00, presso la Pagoda sulla spiaggia del Gallia Palace Hotel. Ingresso libero - segue aperitivo. Info: www.tuteladipuntaala.org · Roccatederighi - Mostra La Rocca Rassegna d'Arte e Cultura. Programma: Chiesa di San Martino ore 21,30 Concerto per Pianoforte a 4 Mani: Maestro Bonizzella Meossi - Maestro Alessio Pagliai. · Scarlino - Estate Scarlinese Scarlino ore 21.30 Castello NOTTE DELL'ARCHEOLOGIA "EnogASTRONOMIA" Osservazione stelle con degustazione vini e prodotti tipici locali in collaborazione con l'Associazione Strada del Vino. Ingresso libero · Scansano - Teatro nel Bicchiere Rassegna a cura della La Palestra Anima e Corpo - 18.30 animazione creativa per i più piccoli con le Piroette di Inventarte; 19.00 aperitivo in musica; 21.30 il feltro magico laboratorio per i bimbi con PachaMama Bus; 21.45 proiezione del film Cesare deve morire · Val di Cornia (Li) - "Un capolavoro "espatriato". La fiaschetta vitrea di Populonia" Conferenza a cura del Dott. Giandomenico De Tommaso. MUSEO ARCHEOLOGICO DEL TERRITORIO DI POPULONIA, ore 21.30. · Arcidosso - InterHarmony festival Festival internazionale di musica classica - ore 21.30 Professori in concerto · Capalbio - Capalbio Estate 2012 CULTURA: NOTTI DI POESIA: "A1 ­ Da Milano a Napoli in poesia" - Piazza Magenta, ore 21.30; CAVALLI E BUTTERI: Torneo dei Butteri ­ Tornei in notturna con giochi equestri e di abilita con i butteri della Maremma Tosco-Laziale ­ Manifestazione organizzata dal Circolo Scuola Cavalcanti di Maremma, presso il Campo Sportivo di Capalbio · Castiglione della Pescaia - CASTIGLIONEVENTI 2012 Cartellone degli eventi estivi promosso dal Comune di Castiglione della Pescaia. Programma: Il Tango: serate danzanti con "La Baldosa" ore 21.00 piazzale ex Maristella / TIRLI - Duo musicale "Music Box" ore 21.00 / PUNTA ALA Musica dal vivo con il duo "Venturi Roberto"ore 21.00 · Cinigiano - Note di Montecucco 2012 I sapori d'Amiata e di Maremma incontrano il Montecucco Doc. 7 serate di Musica, vino e sapori a cura della Strada del Vino Montecucco e dei Sapori d'Amiata. Cene a menù fisso su prenotazione. Programma: Agriturismo Sant'Anna - Olio extravergine di Oliva Toscano IGP e marmellate - Francesco Piano Bar. Info: tel. 0564 993559 · Civitella Marittima - Civitella in Musica 2012 - A Tavola... sotto le stelle Tradizionale appuntamento gastronomico-musicale organizzato dall'Unione Sportiva Civitella, presso il Campo Sportivo Comunale "G. Tonini". Programma: I DELIRIUM in Concerto ­ Il viaggio continua. La storia 1970-2012 - Guest star "Luoghi Comuni in Concerto". Tema Gastronomico del week end: A tavola col Fungo Porcino · Cosa (Ansedonia - Orbetello) - "Orpheus" Spettacolo liberamente ispirato alle opere di Ovidio, Poliziano, Monteverdi, Gluck e Cocteau a cura del Teatro Studio nell'ambito della rassegna Il Fascino delle Rovine, presso l'Antica Città di Cosa, ore 18.30. Info: tel. 392.0686787 Sabato 21 LuGLio 78 · Maremma Magazine · Luglio 2012 del mese in piazza Garibaldi. Orario: dalle ore 09:00 alle ore 19:00. Info: tel. 0566 902756 8 luglio · Abbadia San Salvatore (Si) Polvere e Tarli in Piazza Mercatino di prodotti agricoli tipici locali, artigianato, antiquariato e collezionismo in P.zza F.lli Cervi. Info: Pro Loco tel. 0577 778324; APT tel. 0577 775811 12>15 luglio · Orbetello Maremma a Tavola Enoagroalimentare, degustazioni, golosità, complementi per la cucina e artigianato a tema a cura di Mercatotenda presso i Giardini Chiusi 14-15 luglio · Marina di Grosseto (Gr) "Maremma Antiquaria" Mercatino delle cose antiche e meno antiche, numismatica, collezionismo e tante curiosità in Via XXIV Maggio. Info: tel. 0564 43881 14-15 luglio · Capalbio Mercatino Mostra mercato dell'artigianato, dell'antiquariato e del collezionismo a cura dell'Associazione "Euro" in Piazza Carlo Giordano e Vie del Centro Storico 14-15 luglio · Talamone (Orbetello) Porto Bello Mercatino rionale organizzato dalla Proloco Talamone 21-22 luglio · Capalbio Mercatino Mostra mercato dell'artigianato, dell'antiquariato e del collezionismo a cura dell'Ass. Hobby, Sport e Cultura in Piazza Carlo Giordano e Vie del Centro Storico 22 luglio · Casteldelpiano (Gr) Mercatino dell'antiquariato Mostra mercato degli oggetti del passato promossa, per il nono anno consecutivo, dalla Consulta degli Operatori Economici di Casteldelpiano in Piazza Garibaldi (ogni quarta domenica, da maggio ad ottobre). Info: tel. 0564/973534 21>29 luglio · Orbetello Festa di Mezza Estate Artigianato, prodotti naturali e degustazioni a cura di Mercatotenda in concomitanza con la Sagra del Bocciofilo presso il Parco delle Crociere 28-29 luglio · Capalbio Artigiani al Centro Storico Mostra mercato dell'artigianato, dell'antiquariato e del collezionismo in Piazza Carlo Giordano e Vie del Centro Storico 28-29 luglio · Sorano CercAntico Mercatino dell'antiquariato e modernariato promosso dal Comune, con la collaborazione della Pro Loco in piazza Busatti. 29 luglio · Santa Fiora "Fiera delle Sante Flora e Lucilla" Tradizionale Fiera in onore delle Sante Flora e Lucilla con processione accompagnata dalla Banda G. Pozzi di Santa Fiora 2-3 agosto · Talamone (Orbetello) Soffitta al Porto Mercatino organizzato dalla Proloco Talamone l'agenda · 79 Con gypsy movies il cinema nelle frazioni di Castiglione Si chiama Gypsy Movies, ossia cinema zingaro, il servizio che il Comune di Castiglione della Pescaia ha deciso di dare alle frazioni come chance per entrare nel network degli eventi estivi e attrarre turisti Cine sotto le stelle" ovvero una sorta di "Nuovo Cinema Paradiso" ambulante che per tutta l'estate (dal 24 giugno scorso) si sposterà tra Tirli,Vetulonia, Buriano e Pian di Rocca. Come? Le proiezioni avvengono grazie ad un camion dotato di schermo a scomparsa delle dimensioni di 6 metri per 4 con possibilità di allestire ovunque si fermi, per il pubblico, 99 posti a sedere che, al termine della proiezione, spariscono all'interno del camion. Un cinema take away che si prefigge l'obiettivo di riempire le piazze delle piccole realtà: questo è quello che garantisce anche il suo ideatore, il produttore cinematografico Lorenzo Minoli (fratello del giornalista televisivo Giovanni). "Un esperimento in cui questa Amministrazione crede moltissimo ­ dice l'assessore alla cultura Federico Mazzarello ­ che cerca di dare risposte in termini di visibilità ed affluenza turistica alle frazioni. Chi decide di trascorrere una serata al Gypsy Movies, ha la possibilità di recarsi nelle frazioni, di osservarle, di assaggiare le specialità tipiche e di sceglierle come meta di escursioni e visite. Come emerso dagli incontri pubblici che abbiamo realizzato questo inverno con la cittadinanza ­ sostiene Mazzarello ­ a gran voce ci è stato chiesto di valorizzare e inserire le frazioni in quel calendario di eventi estivi capaci di raccogliere tanto pubblico, e così abbiamo fatto. In più, queste proiezioni sono totalmente gratuite". Queste location e date delle prossime proiezioni che inizieranno alle 21.30. VetULOnIA Domenica 22 luglio - Il Concerto di Radu Mihaileanu con Aleksei Guskov e Dmitri Nazarov. Domenica 19 agosto - Pom Poko (per bambini) di Isao Takahata. " BUrIAnO Domenica 1 luglio - Scialla di Francesco Bruni con Fabrizio Bentivoglio, Barbara Bobulova, Filippo Scicchitano, Giuseppe Guarino. Domenica 29 luglio - Porco Rosso (per bambini) di Hayao Miyazaki Domenica 26 agosto - Miracolo a Le Havre di Aki Kaurismaki con André Wilms, Kati Outinen, Jean-Pierre Darroussin, Blondin Miguel, Elina Salo. tIrLI Domenica 8 luglio - Arrietty (per Bambini) di Hiromasa Yonebayashi. Domenica 5 agosto - Serata dedicata a Marylin Monroe, un grande appuntamento per ricordare una favolosa attrice nel 50° anniversario della sua scomparsa. Domenica 2 settembre - I primi della Lista di Roan Johnson con Claudio Santamaria, Francesco Turbanti, Daniela Morozzi, Fabrizio Brandi. PIAn DI rOCCA Domenica 15 luglio - La Marea Silenziosa (commedia) di Lorenzo Minoli con Alessandro Minoli, Melania Giacconi, Gianni Giannini e Atos Davini. Domenica 12 agosto - Immaturi 2 - Il Viaggio di Paolo Genovese con Ambra Angiolini, Luca e Paolo, Ricky Memphis, Raoul Bova, Anita Caprioli. Domenica 9 settembre - Quasi Amici, magnifica commedia francese. La storia di un ragazzo difficile ed un uomo sulla sedia a rotelle. Un successo mondiale! · Costa d'Argento - Argento Festival Cinema, Teatro, Musica, Arte e Letteratura a cura del Consorzio Maremmare. Programma: ore 18.30, Città di Cosa, Ansedonia ArgentoTeatro, al calar del sole, a picco sul mare, tra le rovine dell'Antica Città di Cosa andrà in Scena "Orpheus" liberamente ispirato alle opere di Ovidio, Poliziano, Monteverdi, Gluk e Cocteau. Regia di Mario Fraschetti · Grosseto - Serate Danzanti sotto le stelle Ballo all'aperto presso la Pista di pattinaggio di via Mercurio (ore 21). Info tel. 0564 450461 - 329 2945349 · Magliano in Toscana - Vox Mundi Festival 2012 Rassegna di Musiche dei popoli della terra, ore 21,45. Programma: Dall'Algeria arriva la cantante-danzatrice-attrice Karima Nayt · Massa Marittima - TFF Toscana Foto Festival 2012 Porta del Parco degli Etruschi, ore 22.00 Serata finale del TFF 2012, Proiezione conclusiva TFF2012, Consegna del Premio "Epson - Le logge" con proiezione dei migliori portfolio. · Massa Marittima - Torneo Nazionale Torneo della Balestra fra le città di Lucca, Massa Marittima e la Repubblica di San Marino. Il corteo storico di 250 figuranti partirà alle ore 20,45 da piazza XXIV maggio per arrivare in piazza del Duomo verso le 21,15. Qui si esibiranno gli Sbandieratori e musici della Società dei Terzieri Massetani e si svolgerà il Torneo di tiro alla balestra vero e proprio. In Palio la coppa per la Città vincente ed il collare di Re della Balestra al primo classificato in assoluto. Info: Società dei Terzieri Massetani tel. 0566 903908 · Monte Argentario - Argentario Polo Club Torneo Internazionale di Polo "Monte Argentario Gold Cup Pellicano Hotel" - 4° edizione Torneo Internazionale di Polo Femminile "Pellicano Ladies Cup 2012" - Gare di Polo presso l'Argentario Polo Club di Monte Argentario (fino al 22). Info: 331 7910101 · Puntone di Scarlino (Scarlino) - Tappa Circuito VOLVO CUP Laser SB3 Manifestazione velica organizzata dal Club Nautico Scarlino. Partenza presso la Marina di Scarlino. Info: tel. 0566 867051 · Roccatederighi - Mostra La Rocca Rassegna d'Arte e Cultura. Programma: Via del tufolino ore 18,00 Teatro dei Burattini: La memoria di Fagiolino con il Teatro la Garisenda di Bologna. Per la gioia dei piccini e dei "grandi", i burattini della Garisenda di Bologna tornano alla Rocca con le loro avventure a riempire i nostri occhi e i nostri orecchi di meraviglia e di incanto. · Scansano - Teatro nel Bicchiere Rassegna a cura della La Palestra Anima e Corpo ­ 18.30 Fruttolando Verdurando educazione alimentare per bambini con PachaMama Bus; 19.00 spettacolo di danza per il 25° di Anima e Corpo; 19.30 Trampolieri A Testa in Giù in Viandanti a Nozze; 20.30 Fred Astaire Show; 21.00 Duo Infernale del Teatro Schabernack; 21.45 Sogni di Sapone spettacolo magicomico con Inventarte; 22.00 Letture da Tabucchi per la voce di Marco Filiberti; 22.30 Lisboa produzione Pontedera Teatro ...e poi in alto i calici in un ballo senza tempo con Roy Guenza · Scarlino - Estate Scarlinese Scarlino ore 21.00 Puntone, Centro Sociale Auser Spettacolo Magia con il "Mago Mattia Favaro" - Comune di Scarlino in collaborazione con l'Associazione Auser Puntone. Ingresso libero / Scarlino ore 21.30 Castello Rassegna Cori "Canta che ti passa", Coro Polifonico Anima Mundi Ensemble di Scarlino, Maestro S. Potini, Coro Polifonico La Compagnia del Riccio di Gavorrano, Maestro M. Zannerini. Ingresso libero · Val di Cornia (Li) - "Notte etrusca" Visita animata in costume alla necropoli di San Cerbone (ogni sabato). PARCO ARCHEOLOGICO DI BARATTI E POPULONIA ­ Necropoli di San Cerbone ore 21.15 · Val di Cornia (Li) - "Scopri-duna" Animazioni ambientali per conoscere il sistema dunale e salvaguardarlo..... divertendosi. PARCO COSTIERO DELLA STERPAIA, ore 16.30. Attività gratuita · Capalbio - Capalbio Estate 2012 CULTURA: NOTTI DI POESIA: "La solitudine dell'ala destra" - Piazza Magenta, ore 21.30 · Castiglione della Pescaia - Leggiamo e parliamo Conversazione di psicologia a partire dalla lettura di due testi di Calvino e Fruttero a cura dell'associazione Metis di Grosseto presso piazzale ex Maristella alle ore 21,00. Relatori dr. Franco Petruci, d.ssa Alessandra Tenerini; conduce la presidente della Metis d.ssa Maria Paola Moretti · Castiglione della Pescaia - Derive Fordiani domenica 22 LuGLio 80 · Maremma Magazine · Luglio 2012 · Vetulonia (Castiglione della Pescaia) - "Cine sotto le stelle" Rassegna cinematografica itinerante nelle frazioni di Castiglione della Pescaia, ore 21.30 - IL CONCERTO. Un film di Radu Mihaileanu con Aleksei Guskov e Dmitri Nazarov. · Follonica - Corse al Trotto Convegno di corse al trotto all'Ippodromo dei Pini di Follonica. Info: tel. 0566/50706 · Scarlino - Estate Scarlinese Scarlino ore 21.30 Scarlino Scalo, Piazza Gramsci Spettacolo Musicale da Amici Giuseppe Salsetta in Tour: "Quello che Vorrei". Ingresso libero · Arcidosso - InterHarmony festival Festival internazionale di musica classica - ore 21.30 Studenti premiati in concerto · Castiglione della Pescaia - "Alla scoperta di Castiglione della Pescaia" Visite guidate gratuite alla scoperta del territorio di Castiglione della Pescaia a cura dell'Associazione Le Orme ­ Guide della Maremma Toscana. Programma: ore 17.30 Vetulonia e la necropoli etrusca. Al termine degustazione di prodotti tipici presso la Cantina Le Mortelle o nel centro storico di Castiglione della Pescaia. Per info: tel. 0564.416276 · Castiglione della Pescaia - "La Maison Rouge" Rassegna di musica teatro e tradizione - terza edizione promossa dalla Soc. Maremmagica presso la Casa Rossa Ximenes, ore 21.30. Programma: Verdiana raw in concerto - Verdiana raw (voce e piano), Antonio Bacchi (chitarra elettrica), Fabio Chiari (percussioni) · Follonica - Attività didattiche per bambini e incontri con le scuole Attività gratuita e su prenotazione nell'ambito della mostra "ORDINARY WORLD. Andy Warhol, Pietro Psaier and the Factory artworks / Keith Haring, Paolo Buggiani and the Subway drawings" presso la Pinacoteca civica ore 21.30. Info: www.museidimaremma.it · Grosseto - "Music & Wine" XXII Festival Internazionale Musica da Camera - Cassero Senese, ore 21,15: YOLANTA STANELYTE (soprano) e GUIDO GALTERIO (pianoforte) Lunedì 23 LuGLio · Massa Marittima - Percorso minerario Escursione al villaggio minerario di Niccioleta, ore 16. Visita guidata su prenotazione e a pagamento · Punta Ala (Castiglione della Pescaia) - CineAmare Rassegna cinematografica estiva, alla seconda edizione presso il PuntAla Camping Resort per ospiti pernottanti e non. Programma: Pom Poko/ L. Red. Info: 347/3200040 · Grosseto - Corse al galoppo in notturna Convegno di corse al galoppo in notturna, presso l'Ippodromo del Casalone (Via Aurelia antica). Info: tel. 0564/24214 · Massa Marittima - "Principesse e guerrieri etruschi. Trucchi di bellezza e di guerra" Attività didattica per bambini da 6 a 12 anni presso il Complesso museale di S. Pietro all'Orto - Museo di Arte Sacra e Collezione d'Arte Contemporanea, ore 17. Prenotazione obbligatoria. Info: 0566.901954 · Monterotondo Marittimo - "Chiaro di Luna" Cartellone di eventi estivi - ore 9.30 Porta del Parco ESCURSIONE AL PARCO GEOTERMICO DELLE BIANCANE con degustazione finale di prodotti tipici al vecchio Frantoio. A cura di Soc. Coop. Colline Metallifere. Info e prenotazione: tel. 0566.917039 · Roselle (Grosseto) - Il leggendario spettacolo equestre con i butteri della Maremma Esibizione dei Butteri, che danno un saggio del loro lavoro quotidiano, presso la Fattoria il Marruchetone sulla strada dello Sbirro a Roselle (Grosseto) (ore 18). Info: tel. 333 9579733 · Scarlino - Estate Scarlinese Scarlino ore 21.30 Puntone Museo di Archeologia Subacquea Portus Scabris MAPS NOTTE DELL'ARCHEOLOGIA "EnogASTRONOMIA" Osservazione stelle con degustazione vini e prodotti tipici locali in collaborazione con l'Associazione Strada del Vino. Ingresso libero mercoLedì 25 LuGLio martedì 24 LuGLio manfredi gioacchini scatti d'autore in mostra i intitola "PEOPLE and PLACES" ed è la mostra fotografica di Manfredi Gioacchini fotografo romano di 24 anni che vive a New York promossa dalla Pro Loco di Grosseto per il periodo estivo. L'iniziativa crea le premesse per l'istituzione di una borsa di studio intitolata al Professor Giovanni Marini a favore di giovani artisti nella promozione della loro opera. La scelta come interprete di quest'anno di un fotografo, vuole stimolare su un percorso atipico con un triplice scopo: valorizzare un talento, creare un evento da porre alla attenzione della cittadinanza, riscoprire uno spazio del territorio o della memoria. "I luoghi ed i volti fotografati ­ si legge nelle note di presentazione ­ si propongono come esperienza di scoperta ma anche come momento di profonda riflessione sui propri sentimenti. Il collante di questo correre per il mondo è proprio l'accedere a luoghi vicini al proprio spirito. Si assiste ad un racconto sulla nuova Afri- S ca con la capacità di catturare la vitalità di un continente in movimento; la società africana è sconvolta da cambiamenti epocali che mettono in discussione equilibri ancestrali e spazzano gli stereotipi. Il fotografo vive per strada la spinta delle nuove generazioni che guardano al futuro senza dimenticare il passato, quasi per immortalare la vitalità di un continente in movimento. Nelle immagini su New York dove l'autore vive, la libertà delle inquadrature è massima e così tra mille scatti, si costruisce un muto omaggio alla Grande Mela. Come tutte le grandi metropoli del moderno, come la Parigi di Baudelaire, la Berlino di Benjamin e la Londra di Dickens, anche New York ha un volto proprio che cambia con il trascorrere del tempo ed ha una vita segreta che esula dall' incontro tra uomo e architettura. Una vita di interni, di scatole di sensazioni che si aprono senza pudori, ma anche senza artificiose costruzioni all'inquadratura del giovane artista. Questa globalizzazione di sentimenti refluisce a Grosseto dove l'artista ha trascor- so l'infanzia e le ferie estive e dove sono sbocciate le prime passioni sino alla fatale attrazione per la fotografia. Qui l'autore ritorna spesso per riposare per ricordare, per focalizzare e ridare vita a volti e ricordi. In mostra delle 20/30 foto troveremo 5/7 pose di persone di Grosseto cosi da creare un legame più forte con la città". L'esposizione si terrà nella Cassero Fortezza Medicea, dal 12 al 20 luglio. Durante la premiere alle ore 19 l'artista farà una performance: scatterà a discrezione persone più o meno interessanti (creerà un piccolo studio nella mostra), così da far conoscere meglio se stesso ed il suo lavoro. Info: Pro Loco Grosseto, tel. 0564 427918. l'agenda · 81 Giovedì 26 LuGLio al 29). Info: 331 7910101 · Punta Ala (Castiglione della Pescaia) - CineAmare Rassegna cinematografica estiva, alla seconda edizione presso il PuntAla Camping Resort per ospiti pernottanti e non. Programma: I primi della lista / Cinecittà. Info: 347/3200040 · Scarlino - Estate Scarlinese Scarlino ore 21.30 Castello Rassegna cinematografica ­ "Mondo e dintorni" - "Il gatto con gli stivali" di Chris Miller · Val di Cornia (Li) - "La sera, nel cuore della terra" Nella suggestiva atmosfera della sera, visita delle miniere del Parco a piedi e a bordo del treno. PARCO ARCHEOMINERARIO DI SAN SILVESTRO fino alle ore 24.00. · Arcidosso - "Alterazioni" Festival delle Arti Visive e della Musica, III Edizione (fino al 29) · Castiglione della Pescaia - CASTIGLIONEVENTI 2012 Cartellone degli eventi estivi promosso dal Comune di Castiglione della Pescaia. Programma: Ballo Liscio Piazzale con il duo "Idea Music" ore 21.00 ex Maristella / VETULONIA Archeologia sotto le stelle: conferenza archeologica sul tema della mostra ore 21.30 - Piazza Vetluna, antistante il Museo Civico Archeologico "Isidoro Falchi" di Vetulonia · Castiglione della Pescaia - Archeologia sotto le stelle Ciclo di conferenze archeologiche sul tema della mostra evento con apertura straordinaria del museo e visite guidate gratuite alla mostra. Museo Civico Archeologico `Isidoro Falchi' Piazza Vetluna 1 Località Vetulonia. Orario: 21.30-23.30. Info: tel. 0564 948058 · Follonica - Corse al Trotto Convegno di corse al trotto all'Ippodromo dei Pini di Follonica. Info: tel. 0566/50706 · Grosseto - Corse al galoppo in notturna Convegno di corse al galoppo in notturna, presso l'Ippodromo del Casalone (Via Aurelia antica). Info: tel. 0564/24214 · Massa Marittima - Inaugurazione mostra e Conferenza Inaugurazione della mostra "Ornamenti dalla preistoria. I pendagli in steatite di Gavorrano" e conferenza del prof. Attilio Galiberti, Università di Siena presso il Museo Archeologico piazza Garibaldi, ore 21.15 · Massa Marittima - Percorso etrusco venerdì 27 LuGLio Visita guidata su prenotazione e a pagamento al villaggio etrusco del Lago dell'Accesa, ore 17 · Massa Marittima - Museo della Miniera in notturna Visita guidata su prenotazione e a pagamento · Monte Argentario - Argentario Polo Club Torneo Internazionale di Polo "Summer Cup 2012" - Gare di Polo presso l'Argentario Polo Club di Monte Argentario (fino al 29). Info: 331 7910101 · Monterotondo Marittimo - "Chiaro di Luna" Cartellone di eventi estivi - MONTEROTONDO MARITTIMO ore 16,00 Attività didattiche al Frantoio - "DIPINGI LA TUA MAGLIETTA" (per bambini dai 6 ai 12 anni). A cura di Soc. coop. Colline Metallifere. Info e prenotazione: tel.0566/917004 ­ 917039 · Santa Fiora - "I Boschi di Santa Fiora" Percorso Naturalistico per i Boschi di Santa Fiora. Ritrovo e partenza ore: 9:30 presso Museo delle Miniere, Piazza Garibaldi. Prenotazione obbligatoria 328-1113419 o 0564-978823 · Scarlino - Estate Scarlinese Scarlino Puntone, Tartana ore 21.30 Orchestra Casadei ­ Mirko Casadei Beach Band - Comune di Scarlino in collaborazione con l'Associazione Auser Puntone. · Val di Cornia (Li) - "Notte etrusca" Visita animata in costume alla necropoli di San Cerbone (ogni sabato). PARCO ARCHEOLOGICO DI BARATTI E POPULONIA ­ Necropoli di San Cerbone ore 21.15 · Val di Cornia (Li) - "Heinrich Schliemann a Populonia" Conferenza a cura del Dott.ssa Elisabeth Jane Sheperd. MUSEO ARCHEOLOGICO DEL TERRITORIO DI POPULONIA, ore 21.30 · Albinia (Orbetello) - "Incontro di CANTI POPOLARI" Gruppi di cantori maremmani per rivivere le tradizioni maremmane in Piazza delle Regioni Albinia. Info: Pro Loco Albinia tel/fax 0564/871774 · Arcidosso - InterHarmony festival Festival internazionale di musica classica - ore 18.00 Concerto Orchestra · Arcidosso - "Alterazioni" Festival delle Arti Visive e della Musica, III Edizione (fino al 29) Sabato 28 LuGLio 82 · Maremma Magazine · Luglio 2012 13 luglio>31 agosto · Massa Marittima TFF Toscana Foto Festival 2012 Mostra fotografica: Circolo A.C.S.I. Via delle Mura 3, Tatti (GR) Il tempo della nostalgia: omaggio ad Andrej Tarkovskij. Progetto fotografico di Riccardo Zipoli 14 luglio>3 novembre · Castiglione della Pescaia Le ambre e i bronzi dei Principi Dai Signori etruschi di Vetulonia agli antichi re di Basilicata. Mostra-evento archeologica che ricalca quegli itinerari culturali e commerciali che posero in relazione gli Etruschi con gli altri popoli dell'Italia antica, fra i quali gli Enotri e i Dauni presso il Museo Civico Archeologico `Isidoro Falchi' Piazza Vetluna 1, località Vetulonia. Info: tel. 0564 948058 origini al `900" Mostra presso l'Archivio di Stato in piazza E. Socci. Orario: tutti i giorni 9-13; lunedì, mercoledì, giovedì 15-17,30. Info: tel. 0564 24576 > fino a dicembre · Massa Marittima "Il Simposio Etrusco. I corredi da simposio e da banchetto dell'abitato etrusco dell'Accesa" Mostra presso il Museo Archeologico piazza Garibaldi 7 luglio>5 agosto · Massa Marittima TFF Toscana Foto Festival 2012 Mostre fotografiche: Palazzo dell'Abbondanza Gastel di Giovanni Gastel; Chiostro di S. Agostino Sardegna di Francesco Cito; Porta del Parco degli Etruschi Giardini Immaginari di Brigida Gianzi Vincitore Premio Epson Le Logge 2011, Love Camping: apologia dello stanziale di Paola Fiorini e Beatrice Mancini Vincitore Portfolio Italia 2011 9>15 luglio · Castiglione della Pescaia Ado Ragazzini Personale pittura nella sala esposizioni dell'ex palazzo comunale 10>29 luglio · Massa Marittima "Seduzioni ­ nudi femminili" In mostra una scelta di nudi femminili in bianco e nero del fotografo veneto Gabriele Rigon, un autore di respiro internazionale, presso la Galleria SpazioARTaltro - Massa Marittima. Info: tel. 0566 090436 12>20 luglio · Grosseto "PEOPLE and PLACES" Mostra fotografica di MANFREDI GIOACCHINI giovane artista romano/grossetano che vive a New York promossa dalla Pro Loco presso il Cassero Fortezza Medicea. Info: www.manfredigioacchini.com 15 luglio>29 agosto · Punta Ala (Castiglione della Pescaia) "In ricordo della baracca" Mostra personale di opere inedite dell'artista Giorgio Romoli, figura caratteristica del panorama castiglionese a dieci anni dalla sua scomparsa nella Galleria Bolaffi e nella Galleria Montini (Punta Ala Porto) 16>22 luglio · Castiglione della Pescaia Mario Magherini Mostra di pittura nella sala esposizioni dell'ex palazzo comunale 20 luglio>19 agosto · Castiglione della Pescaia Mauro Stampatori Mostra di quadri nella sala consiliare di via Cesare Battisti 23>31 luglio · Castiglione della Pescaia "Lyuza" Luisa Caeroni Personale di pittura scultura e acquerelli nella sala esposizioni dell'ex palazzo comunale 27 luglio 2012 ­ luglio 2013 · Massa Marittima "Ornamenti dalla preistoria. I pendagli in steatite di Gavorrano" Mostra presso il Museo Archeologico piazza Garibaldi 28 luglio>fine di agosto · Arcidosso "Alterazioni visive 2012" Mostra collettiva presso il Castello Aldobrandesco 28 Luglio>Settembre 2012 · Massa Marittima "Omaggio a Piero Maggioni: opere scelte" Mostra presso il Complesso museale di S. Pietro all'Orto - Museo di Arte Sacra e Collezione d'Arte Contemporanea. Info: 0566 901954 l'agenda · 83 e tutto il borgo diventa un palcoscenico... a Campiglia torna a Campiglia Marittima dall'11 al 15 agosto, Apritiborgo ABC Festival l'articolata e colorata manifestazione che per cinque giorni infiamma e anima il suggestivo borgo del livornese con un'inifinità di iniziative di tutti i generi e per tutti i gusti e ci sono angoli incantevoli e incantati dove la fantasia, l'arte e la poesia si sentono a casa loro, un borgo può diventare palcoscenico e dispensare magiche atmosfere a chiunque vi si trovi, sia abitante che viaggiatore o turista. L'estate si annuncia con i profumi di caprifoglio e gelsomino tra le antiche mura e le stelle si accendono accompagnando il chiarore lunare che si rispecchia nel mare vicino: è da questo contesto che scaturisce nel centro storico di Campiglia M.ma, anche quest'anno dall'11 al 15 agosto, Apritiborgo ABC Festival. Dalle porte d'accesso alla rocca attraversando vicoli piazze e giardini si sviluppa il percorso scenico del festival del teatro e della arti di strada che ogni sera dalle 18.00 a mezzanotte mette in scena decine di artisti provenienti dall'Italia e dal mondo, tutti animati dal desiderio di un fare teatro e spettacolo a stretto contatto con il pubblico. Così i monumenti, il tessuto urbano e umano del luogo s'incontrano in un continuum con artisti, musicisti, fantasisti e giocolieri, mangiafuoco e poeti, comici e illusionisti. Saranno circa cento gli artisti e i musicisti che parteciperanno, suddivisi in circa 30 gruppi teatrali e musicali, daranno vita ogni sera a circa 25 spettacoli disseminati nell'intera città. Ma Apritiborgo è anche altro. Il festival offre le sue strade alle proposte gastronomiche di prodotti del territorio (specialità locali, vino, formaggi, salumi, dolci) e prodotti di artigianato all'insegna della qualità, offre alcune piazze alle lavorazioni dal vivo che si fanno spettacolo esse stesse, offre alcune S strutture per la realizzazione di mostre legate alla fotografia e ­ nell'ambito di un più ampio progetto con l'Accademia di Belle Arti di Firenze ­ realizza una serie di arredi urbani e scenografie animate dedicati alla fiaba. Ingresso: a pagamento, gratuito per bambini e ragazzi. Navetta gratuita da e per Venturina e i parcheggi. Info: www.apritiborgo.it tel. 0565.839 203-252-334 cell. 3338760991. Il Progetto CampigliaAccademia Nell'ambito del festival è tradizione che Via delle Scuole e la Terrazza dell'Asilo del Mancino siano allestite e animate dagli studenti della Scuola di Scenografia dell'Accademia di Belle Arti di Firenze insieme ai giovani attori dell'Associazione Vieniteloracconto. Un percorso formativo per gli studenti e di grande fascino per il pubblico. Il tema di quest'anno sarà dedicato ai gatti. "I Gatti nell'arte", ovvero "La strada dei cento gattini" caratterizzerà Via delle Scuole con l'allestimento scenico e la narrazione itinerante di una novella popolare toscana. Sulla terrazza dell'Asilo del Mancino, collaudato ed apprezzato spazio di fabulazione e rappresentazione di fiabe e percorsi teatrali presentati dall'Associazione Vieniteloracconto, andrà in scena la novella de "La bella e la brutta" conosciuta anche come "Il Gatto Mammone" o " La novella dei gatti". Le installazioni elaborate su progetto degli studenti, rimarranno come patrimonio del Comune di Campiglia M.ma, considerata la loro facile collocazione in scuole, ludoteche e/o biblioteche. · Campiglia M.ma (Li) - I Concerti della Pieve Rassegna concertistica promossa dal Comune di Campiglia in collaborazione con I Parchi della Val di Cornia presso la Pieve di San Giovanni ore 19.00. Programma: CONCERTO DI MUSICA SACRA Musiche sacre polifoniche tratte dal repertorio del Maestro Marco Frisina, Coro di S. Lorenzo di Campiglia M.ma e Coro S. Antonio Abate di Riotorto · Capalbio - Capalbio Estate 2012 MUSICA E SPETTACOLI: Concerto del Corpo Bandistico "Città di Orbetello" ­ Capalbio, Piazza Magenta, ore 21.15 · Castiglione della Pescaia - CASTIGLIONEVENTI 2012 Cartellone degli eventi estivi promosso dal Comune di Castiglione della Pescaia. Programma: Miss Italia ­ selezioni e Finali regionali ore 21.00 ex Orto del Lilli; Il Tango: serate danzanti con "La Baldosa" ore 21.00 piazzale ex Maristella / VETULONIA "Una notte alla Pietrera di Vetulonia" ore 18.30 presentazione di un documento inedito dalla Tomba della Pietrera ­ Museo Civico Archeologico "Isidoro Falchi" di Vetulonia; seguiranno visite guidate serali alla celeberrima tomba a tumulo vetuloniese / PUNTA ALA Concerto di musica classica Orchestra Università di Pavia, Camerata de' Bardi in collaborazione con l'Associazione Tutela di Punta Ala - ore 21.30 Chiesa della Consolata · Castiglione della Pescaia - Una notte alla Pietrera di Vetulonia Si presenta una singolare scoperta relativa alla celeberrima tomba a tumulo della "Pietrera" di Vetulonia, presso Museo Civico Archeologico `Isidoro Falchi'; segue visita guidata serale alla tomba. Orario: 18.30-21.00. Info: tel. 0564 948058 · Castell'azzara - Rocca Silvana e l'area mineraria Visita guidata alla miniera del Morone. Rocca Silvana e Miniera del Morone, località Selvena. Appuntamento alle ore 17.00 alla porta d'ingresso di Rocca Silvana e trasferimento in navetta. Seguirà alle ore 19.00 un piccolo banchetto enogastronomico per i partecipanti ed alle ore 20.30 la presentazione del progetto di fruizione e gestione di Rocca Silvana. Info: tel. 0564 951038/4 · Civitella Marittima - Civitella in Musica 2012 - A Tavola... sotto le stelle Tradizionale appuntamento gastronomico-musicale organizzato dall'Unione Sportiva Civitella, presso il Campo Sportivo Comunale "G. Tonini". Programma: SHEL SHAPIRO in Concerto ­ HAMBURG 1963 The Tour Club. Tema Gastronomico del week end: Festival delle Pappardelle · Grosseto - Serate Danzanti sotto le stelle Ballo all'aperto presso la Pista di pattinaggio di via Mercurio (ore 21). Info tel. 0564 450461 - 329 2945349 · Grosseto - Escursioni tra cielo e terra Ciclo di appuntamenti (otto in tutto) promossi dall'associazione Terramare in collaborazione con l'Associazione Maremmana Studi Astronomici (AMSA) e il patrocinio del Comune di Grosseto. Programma: Escursione - Tombolo Le Marze - Oasi di San Felice: alla scoperta delle dune e del canale San Leopoldo. Seguirà bagno al tramonto. Spiaggia di Principina - Perchè certe stelle sono più luminose di altre? Scopriamolo insieme con i telescopi. INFO: 3402600957 ­ 3316463193 · Magliano in Toscana - Vox Mundi Festival 2012 Rassegna di Musiche dei popoli della terra, ore 21,45. Programma: Serata brasiliana con Rosalia De Souza · Massa Marittima - "Omaggio a Piero Maggioni: opere scelte" Inaugurazione mostra presso il Complesso museale di S. Pietro all'Orto - Museo di Arte Sacra e Collezione d'Arte Contemporanea, ore 18. La mostra sarà visitabile negli orari di apertura del museo fino al settembre 2012. Info: 0566.901954 · Monte Argentario - Argentario Polo Club Torneo Internazionale di Polo "Summer Cup 2012" - Gara di Polo presso l'Argentario Polo Club di Monte Argentario (fino al 29). Info: 331 7910101 · Montenero d'Orcia (Vastel del Piano) - Note di Montecucco 2012 I sapori d'Amiata e di Maremma incontrano il Montecucco Doc. 7 serate di Musica, vino e sapori a cura della Strada del Vino Montecucco e dei Sapori d'Amiata. Cene a menù fisso su prenotazione. Programma: Agriturismo Parmoleto - Cena a Km 0 - Enrico e Irene duo acustico piano e voce - Si inizia con un "Inciucio...". Info: tel. 0564 954131 · San Martino sul Fiora (Manciano) - Festa della Trebbiatura Tradizioni ed Enogastronomia · Santa Fiora - "Amiata un Mondo D'Acqua" Percorso Naturalistico Ambientale alla scoperta di Santa Fiora 84 · Maremma Magazine · Luglio 2012 domenica 29 LuGLio · Castiglione della Pescaia - Altura Bastone Org. C.N. Maremma Manifestazione velica (Sociale) organizzata dal Club Velico Castiglione della Pescaia nelle acque antistanti il Porto. Info: tel. 0564 937098 - 933678 · Castiglione della Pescaia - CASTIGLIONEVENTI 2012 Cartellone degli eventi estivi promosso dal Comune di Castiglione della Pescaia. Programma: ore 18.00 chiusura Premio Basi Concerto di musica classica Orchestra Università di Pavia, Camerata de' Bardi in collaborazione con l'Associazione Tutela di Punta Ala ore 21.30 Piazza Solti. · Castiglione della Pescaia - Psiche & Tango Presentazione della seconda edizione di Psiche & Tango, di autori vari, riveduta in italiano ed una nuova edizione in inglese a cura dell'associazione Metis di Grosseto in collaborazione con la scuola di tango Milongademisamores di Castiglione della Pescaia, presso piazzale ex Maristella alle ore 21,00. · Civitella Marittima - Civitella in Musica 2012 - A Tavola... sotto le stelle Tradizionale appuntamento gastronomico-musicale organizzato dall'Unione Sportiva Civitella, presso il Campo Sportivo Comunale "G. Tonini". Programma: Spettacolo Teatrale "Uniti finché morte ci separi" con la Compagnia "I Sottosopra" · Costa d'Argento - Argento Festival Cinema, Teatro, Musica, Arte e Letteratura a cura del Consorzio Maremmare. Programma: ore 21, Convento Passionisti, Monte Argentario ArgentoMusica, concerto quintetto d'archi, direzione artistica di Daniela Petracchi. · Grosseto - "Music & Wine" XXII Festival Internazionale Musica da Camera - Cassero Senese ore 21,15: Duo di Arpe "ALTHEA HARPS" (Rosanna Bagnis e Alessia Musso) · Monte Argentario - Argentario Polo Club Torneo Internazionale di Polo "Summer Cup 2012" - Gare di Polo presso l'Argentario Polo Club di Monte Argentario (fino al 29). Info: 331 7910101 · Santa Fiora - Fiera delle Sante Flora e Lucilla Fiera con sfilata storica · Scarlino - Estate Scarlinese Scarlino ore 21,30 Castello Saggio di Danza Ass.ne Nippon Bu Do. Ingresso libero / Scarlino dalle ore 10,00 alle ore 20,00 Puntone, Località Ponte alle Catene Trebbiatura ­ Quando la trebbiatura era una festa. Ingresso libero · Sovana (Sorano) - Sovana, un gioiello da scoprire Visita guidata gratuita al borgo antico di Sovana e alla Necropoli Etrusca. Partenza da Palazzo Pretorio, ore 10.00 Sovana. · Sovana (Sorano) - Riccardo Tesi & Banditalia Concerto Riccardo Tesi & Banditalia con la partecipazione speciale di Gianluigi Carlone Banda Osiris alla Tomba Ildebranda, ore 18.00. Durata: 2 ore. · Follonica - Corse al Trotto Convegno di corse al trotto all'Ippodromo dei Pini di Follonica. Info: tel. 0566/50706 · Castiglione della Pescaia - "Alla scoperta di Castiglione della Pescaia" Visite guidate gratuite alla scoperta del territorio di Castiglione della Pescaia a cura dell'Associazione Le Orme ­ Guide della Maremma Toscana. Programma: ore 17.30 Vetulonia e la necropoli etrusca. Al termine degustazione di prodotti tipici presso la Cantina Le Mortelle o nel centro storico di Castiglione della Pescaia. Per info: tel. 0564.416276 · Castiglione della Pescaia - "La Maison Rouge" Rassegna di musica teatro e tradizione - terza edizione promosso dalla Soc. Maremmagica presso la Casa Rossa Ximenes, ore 21.30. Programma: Concerto di musica classica - M° Fabio Montomoli (chitarra classica), M° Giovanni Lanzini (clarinetto) · Punta Ala (Castiglione della Pescaia) - CineAmare Rassegna cinematografica estiva, alla seconda edizione presso il PuntAla Camping Resort per ospiti pernottanti e non. Programma: I primi della lista / Cinecittà. Info: 347/3200040 · Scarlino - Estate Scarlinese Scarlino ore 21.30 Castello Dilettando - Corrida televisiva. Ingresso libero · Sovana (Sorano) - Ulisse il mistero del secondo viaggio Conferenza spettacolo con Valerio Massimo Manfredi, David Riondino, Paolo Bessegato e musica dal vivo, presso Piazza del Pretorio ore 21.15. Durata: 2 ore. Lunedì 30 LuGLio martedì 31 LuGLio arcidosso, debutta interharmony music Festival A d Arcidosso si inaugura l'anno zero del festival IntrerHarmony. Master class, laboratori di musica e concerti: saranno questi gli ingredienti del festival internazionale di musica classica, fondato dal violoncellista Misha Quint, che approderà, per tutto il mese di luglio, nello splendido paese medievale; giovani e talentuosi studenti e artisti di fama internazionale intratterranno gli ascoltatori creando un connubio armonico tra la raffinatezza della musica da camera e luoghi suggestivi immersi nel silenzio. Il festival, promosso dal Comune di Arcidosso, con la collaborazione del compositore Thomas Fortmann ­ già fondatore di Accademia Amiata ­ sarà un preludio all'estate. Dodici serate di concerti che si alterneranno fra quelli cameristici dei professori, quelli degli studenti premiati e dell'Orchestra festival al completo. La musica classica diventerà l'anima del borgo ai piedi del Monte Amiata: dodici eventi unici di scena fra la chiesa di San Leonardo ed il Teatro degli Unanimi. Interharmony, sarà la prima edizione di un evento che si svilupperà negli anni a venire, con l'intento di coinvolgere le persone che fanno musica sull'Amiata e che chiami un pubblico attento. Un momento che valorizzi le serate estive, che si sviluppi e si radichi nel territorio, aprendosi all'internazionalità e creando un trait-d'union con le risorse paesaggistiche, enogastronomiche e gli abitanti ed i turisti alla scoperta dell'Amiata. Il paese di Arcidosso è pronto ad accogliere circa duecento studenti e quaranta professori. Il festival laboratorio è improntato su elementi della famosa scuola russa e realizzerà momenti unici e preziosi per gli studenti, sarà un'esperienza utile per l'apprendimento e la crescita artistica. Le sessioni di laboratori di specializzazione sono rivolte a tutti quegli strumenti musicali che compongono un'orchestra completa e di cui si avranno delle dimostrazioni durante le varie serate. La direzione artistica è stata affidata al mestro Micha Quint, di origine russa, violoncellista di fama internazionale, trasporterà l'esperienza, già iniziata in Germania, in Italia. La musica sarà così il ponte: dall'America, attraverserà l'oceano, per arrivare in Europa. Per il maestro, l'incontro col paese di Arcidosso è stato `amore a prima vista', per la realizzazione di un progetto che abbraccia molti stili musicali e che, anche per lo spettatore, rappresenti, oltre che un momento di ascolto, un'esperienza emozionale e di apprendimento. Le location varieranno per ogni concerto, sarà possibile prenderne visione presso la bacheca che verrà esposta nel Palazzo Comunale di Arcidosso, Piazza Indipendenza. Info e programma completto sul sito www.interharmony.com l'agenda · 85 c'è da vEdErE | Perle e itinerari da scoprire in terra di Maremma Le rubriche raccolta Ferretti, la maremma in vetrina.... ma non troppo... Dall'allestimento di piazza della Palma del 1985 alla nuova (futura) collocazione nel cuore del Parco della Maremma: lo sfortunato tour della Raccolta Ferretti, una mostra che nelle intenzioni dell'autore ­ Roberto Ferretti ­ avrebbe dovuto costituire il nucleo centrale di un futuro Museo della Maremma e che invece... DI PaoLo narDini iù che nello spazio "C'è da vedere" questo articolo avrebbe dovuto trovare collocazione in un'apposita rubrica (che non escludiamo di creare) stile "Striscia la notizia" o "Chi l'ha visto" considerando le difficoltà che la Raccolta messa insieme dal compianto Roberto Ferretti ha incontrato prati- P camente dall'allestimento del suo primo nucleo, già sul finire degli anni '80 del Novecento. Pare che recentemente una soluzione sia stata trovata, ma in Maremma, si sa, tra il dire e il fare... La memoria di Roberto Ferretti è legata senz'altro alla creazione dell'Archivio delle tradizioni popolari della Maremma grossetana, l'organismo da lui ideato allo scopo di documentare e studiare i vari aspetti della cultura subalterna. La quantità e qualità del materiale documentario raccolto dall'antropologo grossetano è tale per cui, ancora oggi è da completare la sua valorizzazione. Ne è un esempio il 86 · Maremma Magazine · Luglio 2012 libro di recente pubblicazione sulle "Figure magiche nella narrativa di tradizione orale" per le edizioni Effigi di Arcidosso, che lo studioso stava completando negli ultimi mesi della sua breve esistenza. Un aspetto meno noto dell'attività di Ferretti, ma di cui erano e sono ben consapevoli coloro che hanno operato al suo fianco, e che hanno continuato a documentare i vari aspetti delle tradizioni popolari maremmane e a organizzare iniziative nel territorio, è la raccolta di una notevole quantità di oggetti ­ dagli attrezzi agricoli alle macchine più semplici, dagli utensili di uso domestico ai santini e ai simboli della religiosità popolare, dalle "trappole" per la cattura della selvaggina ai quaderni di appunti di Maggerini e poeti estemporanei ­ che nelle intenzioni dell'autore avrebbero dovuto costituire il nucleo centrale di un futuro Museo della Maremma. Una delle prime iniziative intraprese dopo il tragico incidente (nel quale Ferretti perse la vita in Giordania nel 1984) dalla comunità scientifica che si era raccolta intorno alla sua figura, fu il convegno di Piazza della Palma della primavera 1985. Il materiale che Ferretti aveva raccolto in fase di progettazione del Museo della Maremma, era esposto al terzo piano del palazzo occupato dagli uffici del Comune. Dopo breve tempo la Mostra fu smantellata e scatolata. Pietro Cle- mente, allora professore di Storia delle tradizioni popolari a Siena, assumeva l'incarico di guidare l'Archivio, coadiuvato sul posto da Piergiorgio Zotti e da Velio Abati. L'obiettivo era quello di dare vita al Museo che Ferretti aveva progettato, nei locali del Frantoio granducale di Alberese, fatto costruire dall'Opera Nazionale per i Combattenti negli anni '30, gestito fino al 1952 dalla direzione della tenuta che fu dei Lorena. Fu costituito perciò un gruppo di lavoro guidato da Pietro Clemente, che a partire da quella prima esposizione formulò un progetto di museo di ampio respiro e di rilevanza nazionale, nell'ambito della museografia demologica. le rubriChe · 87 no sguardo al mondo dei contadini, come può offrire la presenza della Raccolta, non è retrospettivo, ma consente di parlare al futuro: permette di traghettare i saperi, le pratiche e le abilità del passato verso le nuove generazioni. Il mondo contadino è un mondo ricco di saperi e di pratiche che sanno tutelare e salvaguardare la natura. Riscoprire il "genio contadino" ci offre l'occasione di celebrare il lavoro secolare di donne e uomini che hanno modellato un paesaggio, quello della Maremma, unico al mondo. Celebrare il "genio contadino" significa quindi saldare un debito di chiarezza e costruire un investimento per il futuro. Il territorio provinciale grossetano deve, infatti, moltissimo ai contadini negli ambiti più diversi: dall'economia alla tutela del paesaggio, dall'arte alla cultura della sostenibilità, del riciclo e del riuso. Ma pochi lo sanno e l'allestimento della Raccolta Ferretti alla Spergolaia consentirebbe di valorizzare un'imprescindibile prerogativa dell'identità locale. Celebrare la memoria è quindi un atto importante e doveroso, anche alla luce di quanto l'UNESCO richiama con la nozione di "beni immateriali" tramite i quali la memoria diventa futuro. Infatti, gli eventi che è possibile organizzare in loco, valorizzeranno i vari aspetti della tradizione contadina, muoveranno non nel solco del ricordo nostalgico di un passato irreversibile, ma piuttosto nella rivitalizzazione dei modelli di una tradizione che può aiutare a dare nuova forza al presente. A questo proposito, è nell'ambito dell'etica e nella pratica ambientale che s'individuano le eredità più trasversali, portando l'attenzione su temi e problemi legati allo sviluppo sostenibile e quindi di assoluta attualità. Nasce qui l'idea della "memoria dei contadini per un futuro sostenibile", volta da un lato al recupero, per mezzo della Raccolta Ferretti, delle fonti orali, della memoria, degli antichi saperi e delle pratiche lavorative, delle diverse forme di espressività; dall'altro a porre al centro un rinnovato interesse per la campagna maremmana, con le sue tradizioni e le sue discontinuità. U Il museo progettato era inserito al centro del territorio, non solo dal punto di vista geografico, ma anche sociale, nel cuore della Maremma, dal quale si diramavano le arterie conoscitive verso le realtà territoriali circostanti, con i rimandi ai piccoli ma importanti musei del territorio. I principali riferimenti erano il Museo dello stollo di Santa Caterina di Roccalbegna, la Casa Museo di Monticello Amiata, le esposizioni dedicate alla miniera e al lavoro contadino di Massa Marittima. Alberese diventava così, oltre che la porta d'ingresso al territorio del Parco naturale, anche la principale via di accesso per la conoscenza degli aspetti sociali, economici, tecnologici e culturali della Maremma stessa. Il progetto prevedeva la suddivisione dell'impianto di diverse sezioni tematiche, in una visione complessiva del territorio. Il museo avrebbe dovuto rappresentare l'integrazione delle attività attraversate, dalla pastorizia all'agricoltura, dal bosco alle miniere, dagli aspetti della socializzazione alle modalità di sfruttamento del suolo, a seconda delle condizioni podologiche e altimetriche, nelle trasformazioni che si sono susseguite nel tempo. Il progetto prevedeva anche l'uso di strumenti interattivi e l'allestimento di una sezione didattica. Nel 1988 fu allestita la prima realizzazione del costituendo museo: una mostra che rappresentava la realizzazione del museo stesso, con una sezione storica introduttiva e una sezione dedicata alla cultura materiale e all'economia della Maremma. Purtroppo i rapporti fra gli enti com- mittenti (il Comune di Grosseto da una parte e l'Ente Parco dall'altra), si guastarono presto e questo portò al fallimento dell'impresa. Il Parco nell'estate 1988 chiuse la mostra e nessun atto amministrativo fu formulato da entrambi gli enti per il proseguimento del lavoro. La Raccolta Ferretti fu ripresa alla fine degli anni Novanta ed esposta, su progetto museografico di Gianfranco Molteni e con la cura grafica di Francesco Teodoro, nei locali della Grancia di Grosseto, restaurati e rinnovati dalla Regione Toscana e messi a disposizione dell'Archivio storico della Riforma fondiaria. Purtroppo, a causa dell'assenza di un adeguato impianto di sicurezza non è consentito l'ingresso del pubblico nei locali destinati alla Raccolta Ferretti. È anche impossibile l'adeguamento, poiché si tratta di un edificio storico sul quale è inibito ogni intervento strutturale. Per questa ragione si è sentita la necessità di trasferire la Raccolta Ferretti in un luogo adeguato, fruibile dal pubblico più ampio. Il progetto attuale è quello di trasferire la Raccolta Ferretti al Granaio Granducale di Spergolaia, che l'Azienda agraria regionale ha restaurato di recente. Questa nuova istallazione consentirà la fruibilità da parte del pubblico che visita la Maremma e il Parco Naturale, offrendo, attraverso l'impianto espositivo, uno spaccato degli aspetti sociali, economici, tecnologici e culturali del territorio provinciale. Riusciremo a rivederla esposta? 88 · Maremma Magazine · Luglio 2012 l'albero e le sue suggestioni nel libro di maria giovanna mussio "L'albero e il sacro - Immagini e simboli tra occidente e oriente" è il libro di Maria Giovanna Mussio che con passione e rigore analitico approfondisce aspetti fondamentali del ricchissimo simbolismo dell'Albero in prospettiva interculturale specchio per considerare le varie società, le religioni, i riti, le superstizioni. In questo lavoro la professoressa Mussio, non nuova ad iniziative letterarie e già selezionata d'onore dalla giuria della ventitreesima edizione del Premio Firenze, indaga e illustra analiticamente alcuni aspetti che l'albero ha evocato ed evoca sia in Oriente che in Occidente. All'interesse del libro delle Edizioni Effigi e che appartiene alla collana dei Nuovi Saggi, concorre l'esauriente introduzione di Grazia Marchianò, studiosa di estetica comparata e studi indiani e buddisti, già professore ordinario di Estetica e Storia e Civiltà dell'Asia orientale all'Università di Siena e di Arezzo. "Il libro di Maria Giovanna Mussio, che esamina con passione e rigore analitico aspetti fondamentali del ricchissimo simbolismo dell'Albero in prospettiva interculturale e dando ampio conto delle interpretazioni moderne (da Eliade a Jung a Durand) ­ scrive nella quarta di copertina Giuseppe Cognetti, docente di Storia della filosofia moderna presso l'Università di Siena ­, è di grande utilità per i lettori, siano essi esperti o meno di simboli. Da un lato esso consente un colpo d'occhio che abbraccia, nello spazio limitato di una monografia, i vari aspetti del tema, che altrimenti richiederebbe una raccolta faticosa degli innumerevoli studi particolari, e insieme, proprio per questo, sollecita ad approfondimenti in varie direzioni, senza il rischio di disperdersi e rinunciare ad ulteriori esplorazioni. Il libro dunque ha, fra l'altro, il grande merito di colmare una lacuna e va senz'altro raccomandato a tutti coloro che, nella fase attuale del mondo, vogliono ancora percorrere strade che hanno un "cuore". Il volume si compone di due parti: la prima serve da introduzione e da supporto concettuale, la seconda riguarda più specificatamente l'architettura dell'albero attraverso i principali aspetti simbolici in cui si manifesta nell'immaginario del sacro dell'umanità. Un lavoro di rara completezza di 234 pagine racchiuse in 8 capitoli che ha certamente richiesto ricerche attente e pazienti, oltre che precise indagini documentali. Tra gli alberi delle svariate simbologie trattati nel testo, rammentiamo quello della storia, della vita nella Cattedrale di Otranto, quello d'oro a Lucignano o l'albero della fecondità del XIII secolo nella fonte pubblica del Palazzo dell'Abbondanza a Massa Marittima. Non ultimo, ci ha fatto piacere vedere la foto del "Leccione" piantato dalla famiglia Bernabei a Roccastrada nel 1868, giunto fino a noi maestoso e imponente. Una curiosità: Fernanda Bernabei è la madre dell'autrice. Rossano Marzocchi 'albero è da sempre un archetipo delle immagini simboliche dell'inconscio individuale e collettivo. Chi non rimane suggestionato dalla particolarità del Baobab o dalla maestosità delle sequoie; quanti sono rimasti affascinati dalla storia dell'uomo che aveva deciso di vivere sugli alberi nel Barone Rampante di Italo Calvino. E infine, quante persone hanno almeno una volta citato l'albero genealogico, o si sono domandate perché il comune di Alberobello si chiami proprio così? Ebbene, la concittadina Maria Giovanna Mussio ha dato recentemente alle stampe una pubblicazione intitolata L'albero e il sacro ­ Immagini e simboli tra oriente e occidente. Simbolismi, la sacralità, medicamenti, profumi biblici... il tutto studiato in maniera assolutamente inedita e approfondita in una panoramica storica che fa dell'albero un filtro o uno L 90 · Maremma Magazine · Luglio 2012 l progresso tecnologico è talmente veloce che abbiamo dimenticato i tempi in cui i cellulari non erano i telefonini e la rete era semplicemente quella dei pesci o della porta di calcio. Ecco, è questo lo scenario in cui è ambientato il libro uscito recentemente e già candidato ad un grande successo di critica e pubblico, intitolato "Testa alta, due piedi - Storie di calciomercato, quando non c'erano i procuratori e i cellulari non erano i telefonini". L'autore è Franco Esposito, giornalista e scrittore di origini napoletane e da alcuni anni residente a Grosseto. Scritto di getto in soli 37 giorni, il libro è l'ultima fatica dell'autore che ha già ricevuto per la seconda volta un importante riconoscimento: è tra i sei finalisti del Premio Bancarella Sport. Testa alta due piedi è stato recentemente presentato, all'Unitre di Grosseto, al Panathlon e sta già facendo il giro del Paese, visto il grande interesse degli italiani per lo sport e per le vicende che lo hanno caratterizzato in tempi non lontani come potrebbe sembrare. Esposito, già inviato speciale de "Il Mattino" di Napoli e del "Corriere dello sport-Stadio", ha scritto su tutti gli sport ad eccezione del Baseball e dell'hockey su ghiaccio, è stato testimone di cinque edizioni dei Giochi Olimpici e altrettante dei campionati del mondo di calcio. Attualmente è vice presidente e addetto stampa dell'UniTre ed abita nel cuore di Grosseto. Esposito racconta in chiave spesso I ironica divertenti e originali storie del calciomercato d'altri tempi, vissute in prima persona. Sullo sfondo, uno spaccato di vita italiana e di "come eravamo". "Quella di Esposito non è una storia, ma una serie di episodi che messi insieme fanno un racconto di episodi e personaggi avvincenti" ha detto Dario Torromeo, giornalista e scrittore, inviato speciale a dieci edizioni dei Giochi Olimpici. Dell'autore ha parlato anche il giornalista Giovanni Corbini, già responsabile della redazione grossetana del "Tirreno", che ha sottolineato la bravura del giornalista e scrittore nel saper trasmettere le emozioni tuffandosi appieno nell'argomento. Giuseppina Scotti, presidente dell'UniTre di Grosseto, ha manifestato soddisfazione per il libro, adatto a qualsiasi tipo di lettore, poiché non parla solo di sport, ma anche di storie e di umanità. "Fate la tara di almeno un cinquanta per cento su quello che è stato detto su di me". Così ha esordito Franco Esposito quando gli è stata data la parola, soffermandosi poi sulle vicende e sui personaggi trattati, in particolar modo sul calciatore argentino Diego Armando Maradona e sulla vita spericolata di Raimondo Lanza di Trabia, ultimo principe siciliano, personaggio fascinoso e brillante, nonché presidente del Palermo calcio. Il libro, delle Edizioni Absolutely Free, fatto di 256 pagine che volano via ed emozionano proprio come una partita di pallone, porta già la fascetta che lo attesta finalista del Premio letterario pontremolese, ed è acquistabile in tutte le librerie e naturalmente su internet, anche in formato e-book. Da maremmani e sportivi ci auguriamo, anche perché chi scrive ha letto ed apprezzato il libro, che possa vincere il prestigioso Bancarella. Rossano Marzocchi SChEDA TECNICA Titolo: Testa alta, due piedi - storie di calciomercato Autore: Franco Esposito Collana: Sport.doc Prezzo: 15,00 euro Numero di Pagine: 246 Formato: 15 cm x 21 cm Codice ISBN: 978.88.97057.48.2 Data uscita: novembre 2011 Distributore: NdA le rubriChe · 91 omaggio a niki e al suo giardino nel decennale dalla scomparsa Spesso si gira il mondo in lungo ed in largo, per vedere scoprire posti nuovi fuori dall'Italia, dimenticandosi dei tesori incredibili che abbiamo in patria, ed in questo caso in Maremma, non a tutti noti. Uno di questi è "Il Giardino dei Tarocchi", realizzato dall'artista franco americana Niki De Saint Phalle a Capalbio. E in occasione del decennale dalla scomparsa il sindaco di Capalbio Luigi Bellumori ha ricordato con un messaggio (che pubblichiamo) la figura di Niki ­ che della Piccola Atene lo ricordiamo è cittadina onoraria ­ ringraziandola per il prestigioso omaggio artistico tra le Colline di Garavicchio lasciato a Capalbio e al mondo intero. na terra ricca di contrasti quella di Capalbio: la natura selvaggia, spiagge incontaminate, pregiati vitigni, il mare, la macchia mediterranea ed i meravigliosi uliveti. Una storia antica scritta ai primordi da etruschi e romani. Una terra al cui fascino è difficile resistere. Alle spalle l'antica Dogana Pontificia, in aperta campagna, situato a metà di una collinetta ricoperta di olivi e vegetazione, al di là di un muro in tufi, visibile per le sue torri colorate e riflettenti, sorge il "Giardino dei Tarocchi", proprio là dove un tempo di marmo era una cava. Un giardino dal percorso magico ed irreale. O più semplicemente fantastico, attraverso mostri, draghi, cavalieri, architetture coloratissime, tutte realizzate in cemento e ricoperte di tessere di mosaico in vetro pregiato ed in ceramica, che nelle giornate di sole si accendono agli occhi stupiti dello spettatore incuriosito. Lo ha creato Niki de Saint Phalle, al secolo Catherine Marie-Agnès de Saint Phalle artista franco-americana recentemente ricordata in occasione del decennale dalla scomparsa. "Nel 1955 andai a Barcellona e vidi per la prima volta il meraviglioso parco Guell di Gaudì. Capii che mi ero imbattuta nel mio maestro nel mio destino. Tremavo in tutto il corpo. Sapevo che anche io un giorno, avrei costruito il mio giardino della gioia. Un piccolo angolo di paradiso. Un luogo di incontro tra l'uomo e la natura (...)". Quel luogo sospeso in mezzo alla Maremma non ha spazio né tempo. Là tra gli specchi e i colori delle carte si incontrano le più disparate fantasie e la leggerezza del pensiero. Là si trova il cuore poetico e visionario dell'artista (...): "Se la vita è un gioco di carte noi nasciamo senza conoscerne le regole. Nonostante ciò siamo tutti chiamati a giocare una mano". (...) "A Capalbio, in Toscana, nel terreno di proprietà dei miei amici Marella, Carlo e Nicola Caracciolo mi sono imbarcata nella più grande avventura della mia vita: Il Giardino dei Tarocchi. Loro hanno approvato il progetto iniziale che però nel tempo, ho continuato a modificare, Non appena iniziai a lavorare sul Giar- U niki de saint phalle Niki nasce a Neuilly-sur-Seine, in Francia, nel 1930, seconda di cinque figli di Jeanne Jacqueline Harper (attrice statunitense) e André Marie Fal de Saint Phalle (banchiere francese). L'attività finanziaria di famiglia subisce la crisi del 1929 e porterà l'intera famiglia a trasferirsi a New York nel 1937. Niki studia presso scuole cattoliche e pubbliche: il suo carattere ribelle la porta a cambiare spesso scuola. La vita negli Stati Uniti si alterna, per Niki, con le vacanze estive presso i nonni al castello Filerval in Francia. La doppia nazionalità contribuirà a farne una cittadina del mondo, poliglotta e legata ad amicizie internazionali. Dal 1948 si manifestano chiaramente le inclinazioni artistiche di Niki. La prima tappa della sua carriera si esprime nella letteratura. In seguito studia teatro e sogna di diventare attrice. In questo periodo posa come fotomodella per le riviste Vogue e Life, quindi si rivolge, incoraggiata da Hugh Weiss, al mondo del cinema. Nel 1950 sposa lo scrittore Harry Mathews con cui avrà due figli, Laura (1951) e Philip (1954). Mathews studia musica e Niki comincia a dipingere. Per qualche tempo i due vivono nel Massachusetts. Nel 1952 si iki de Saint Phalle, al secolo Catherine Marie-Agnès de Saint Phalle (Neuilly-sur-Seine, 29 ottobre 1930 ­ San Diego, 21 maggio 2002), è stata una pittrice, scultrice, regista e realizzatrice di plastici francese. N 92 · Maremma Magazine · Luglio 2012 zio dell'avventura si è aggiunto Gian Piero Ottavi per curare le piante del giardino (...)" Lasciato il colle di Garavicchio, come ammaliati fra un labirinto di strade che come rivoli di fiume salgono all'ombra di lecci, olivi e sughere lo sguardo giunge fino a Capalbio, un condensato mucchio di casette, colorate, nell'ultimo lembo costiero della Maremma. Dal belvedere di piazza Carlo Giordano una figura femminile carica di colore, di energia e di vita, ammira il promontorio dell'Argentario fino al confine della Tuscia, vegliata dalle merlature delle mura antiche. La Nana Fontaine e le sue pari sembrano unire ­ sul filo dell'immaginazione e del pensiero ­ Zurigo, Parigi, New York, Bruxelles, Tokio, Amsterdam, Los Angeles, Ginevra e Lucerna. Ritte, sdraiate o appese assistono all'evoluzione dell'uomo, delle sue invenzioni e dei suoi errori. (...) "Gli uomini sono molto inventivi. HanTra le sue opere più tardive la Fontana Igor Stravinski (o Fontaine des automates) eseguita nella piazza del Centre Pompidou a Parigi. Partecipa attivamente alla campagna contro l'AIDS e in collaborazione con il professor Silvio Barandun scrisse ed illustrò un libro, AlDS:You Can't Catch it Holding Hands, tradotto in cinque lingue. L'artista si trasferisce in California, dove realizza un gruppo di otto serigrafie intitolato Diario Californiano. Lavora con l'architetto Mario Botta sul progetto della costruzione di un'Arca di Noè monumentale per la città di Gerusalemme. Scrive e realizza il suo primo film, Daddy, in collaborazione con Peter Whitehead e successivamente Camelia e il Drago e Un sogno più lungo della notte. no inventato tutte queste macchine e l'era industriale, ma non hanno nessuna idea di come migliorare il mondo" (...). Con alle spalle lo sguardo disincantato della corpulenta e coloratissima nana, percorrendo le vie tortuose e stanche del paese, alle quali sorridono le finestre assolate si giunge nell'antica dimora Collacchioni, cuore di Capalbio. Da qui come un solo lungo abbraccio rivolto ad un'artista dal passato ­ straordinario ed appassionante ­ ed al suo futuro nel quale mancheranno i colori e le sculture che avrebbe potuto realizzare, mancherà il suo sogno e tutto ciò che non si può immaginare. La sola memoria che resta è in ciò che ha lasciato all'umanità. Quel fantastico diario che è la vita insegna che le lezioni più importanti si imparano con il cuore che per quanto libero lo si lasci, questo non è mai troppo. Una leggera brezza intanto si leva dal mare blu, accarezza la Torre di Burano si tuffa nel suo specchio d'acqua immobile e vola poi a rinfrescare le campagne, i Poggetti ed il colle di Garavicchio con i suoi arcani e la sua magia. (...) "Il Giardino dei Tarocchi è stato fatto con difficoltà, con amore, con folle entusiasmo, con ossessione e, più di ogni altra cosa, con la fede. Niente e nessuno avrebbe potuto fermarmi. Come in tutte le fiabe, lungo il cammino alla ricerca del tesoro mi sono imbattuta in draghi, streghe, maghi e nell'angelo della temperanza". (....) Cittadina onoraria di Capalbio Niki de Saint Phalle Capalbio, 1979-2001 Il 20 ottobre del 2000 Niki viene insignita della cittadinanza onoraria dall'allora Sindaco di Capalbio quale omaggio e riconoscenza per la scelta di realizzare la sua più grande opera, unica nel suo genere in tutto il mondo, proprio sulla collina di Garavicchio. È l'ultima volta che l'artista americana viene in Italia e in Maremma: muore di lì a poco, il 21 maggio 2002, per una malattia respiratoria causata dalle vernici usate per realizzare le sculture, che avevano ormai da tempo minato il suo fisico. Le sue ultime riflessioni sul giardino dei Tarocchi furono:"In questo luogo sento il soffio della vita che raramente ritrovo altrove. Un soffio magico, come la magia e la fantasia che convivono nel giardino dei Tarocchi". le rubriChe · 93 tommasi, una storica famiglia di viticoltori veronesi nel cuore della maremma, a pitigliano Sono sempre più numerosi i Grandi del vino che sbarcano in Maremma, un territorio enologico emergente che attira nomi di spicco nel panorama vitivinicolo nazionale ed internazionale. Uno di questi è la famiglia veronese Tommasi che dal 1997 opera nella zona di Pitigliano con le due aziende: Poggio al Tufo e Doganella DI CLaUDia DeLLa MonaCa ommasi rappresenta una delle aziende vitivinicole storiche del veronese, tra le più importanti d'Italia e conosciutissima in tutto il mondo, in particolare per la splendida produzione di Amarone. Fondata nel 1902 dal nonno Giacomo che cominciò la sua attività da un minuscolo vigneto, oggi l'azienda si estende su 135 ettari nelle zone DOC della provincia di Verona e su 66 ettari nella Maremma Toscana ed in particolare nello splendido borgo di Pitigliano. Infatti recentemente, nel 1997, l'azienda Tommasi ha deciso di investire proprio in Maremma acquistando due aziende: Poggio al Tufo (il cui nome sintetizza a pieno la particolare, suggestiva e famosa collocazione di Pitigliano ovvero su una roccia tufacea) e Doganella (quest'ultima completamente dedicata alla coltivazione biologica di uve e di olio). Nelle due aziende maremmane vengono prodotti 6 vini principali: Alicante, Vermentino, Rompicollo e Cabernet Sauvignon nell'Azienda Poggio al Tufo e Il Tintorosso e Il Pitigliano nell'Azienda Doganella. T Tommasi Viticoltori è diretta dalla quarta generazione della famiglia (un nucleo numerosissimo, sono nove cugini), ognuno con il proprio ruolo e la propria responsabilità. a piergiorgio tommasi, responsabile del mercato nazionale dell'azienda, chiediamo il perchè della scelta di investire proprio in maremma. La Maremma è sempre stato un territorio agricolo vocato alla viticoltura e nel momento in cui molti imprenditori vinicoli Toscani dal Chianti, da Montalcino ma anche da fuori Toscana, hanno deciso di allargare gli orizzonti, hanno capito che questa poteva essere la zona giusta, per tanti motivi: in primis perché parliamo di un territorio ancora "vergine" e di rara bellezza. Il 1997 ha sancito ufficialmente l'entrata in azienda della quarta generazione della nostra famiglia. In un progetto a lungo-termine di sviluppo e crescita vitivinicola e commerciale, abbiamo voluto ampliare la nostra presenza e produzione ad un contesto territoriale collocato fuori dal Veneto. Essendo convinti che la Toscana avesse un valore aggiunto maggiore rispetto alle altre zone d'Italia, abbiamo iniziato la ricerca e con il passare del tempo abbiamo capito le potenzialità della Maremma e deciso di acquistare nel 1997 la tenuta Poggio al Tufo per complessivi 66 ettari e nel 2010 la vicina tenuta Doganella (24 ettari) interessante perché interamente dedicata alla produzione di uve biologiche. quali caratteristiche organolettiche e specificità dovute al particolare clima di pitigliano, hanno i vostri vini prodotti nella città del tufo? Il territorio è vasto ma i terreni, in tutta la Maremma, hanno una vocazione naturale alla viticoltura, ove si possono coltivare vitigni autoctoni ma anche vitigni "internazionali" che oggi definirei "adottati dalla Toscana" quali Cabernet e Merlot. La produzione può spaziare da vini di qualità di grande struttura e longevi ad ottimi vini di pronta-beva a prezzi interessanti per i consumatori. Da considerare anche che il territorio è tutto pressoché pianeggiante o sui tipici poggi (molto diverso dalle colline della Valpolicella), il che facilita notevolmente il lavoro. La difficoltà maggiore, 94 · Maremma Magazine · Luglio 2012 dal punto di vista del marketing e comunicazione, è data dalla vastità del territorio: in taluni casi dire "Maremma" è fin troppo generico, considerando ad esempio che la zona sud di Pitigliano e dintorni ha caratteristiche molto diverse rispetto a Bolgheri e Morellino, entrambe nella Maremma. tra i vostri vini di punta prodotti a pitigliano oltre al rompicollo viene molto apprezzato il vermentino. a tale proposito, da qualche anno si registra nella richiesta del consumatore un grande ritorno verso i vini bianchi, cosa ne pensa? Il consumatore è sempre più attento a ciò che beve e a ciò che mangia. Il fatto che i cibi siano sempre più light, fa sì che si ricerchino vini più leggeri e più freschi. Da qui il successo dei vini bianchi e delle bollicine in generale. Il vermentino gode poi di una bella mineralità e sapidità che ne rendono facile la beva e l'abbinamento. Crediamo molto in questo vino e nelle sue potenzialità, tant'è che nella nostra tenuta Poggio al Tufo abbiamo il vigneto Montebuono completamente dedicato a questo vitigno. Ed anzi siamo convinti che il Vermentino possa diventare in un prossimo futuro "Il vino bianco" della Toscana. la produzione di doganella deriva da coltivazione completamente biologica, l'unica della vostra produzione generale di vini, a cosa è dovuta questa scelta? Doganella è una splendida tenuta di 24 ettari, completamente dedicati alla coltivazione biologica di uva e oliva nel pieno rispetto per l'ambiente e la natura. La scelta del "biologico" è stata guidata dall'intenzione di avere una produzione diversa, un'opportunità in più da proporre alla clientela sempre più interessata verso questa tipologia di prodotto in Italia e all'estero. a breve sarà aperto all'interno dell'azienda poggio al tufo anche un agriturismo, quindi una volontà precisa del gruppo tommasi di ampliare l'offerta a pitigliano? La vocazione della famiglia Tommasi è sempre stata quella di offrire un'esperienza a 360° del territorio. L'ospitalità è sempre stata nel nostro DNA, a partire dal mio bisnonno Giacomo che aprì un'osteria a Verona dove poter vendere i vini prodotti nella sua azienda agricola fino al giorno d'oggi. La mia famiglia è infatti proprietaria di Villa Quaranta, una delle più incantevoli ville della Valpolicella (www.villaquaranta.com) e di uno dei ristoranti storici nel cuore di Verona come il Caffè Dante Ristorante (www.caffedante.it), senza contare la "Bottega del Vino", che gestiamo con le 12 famiglie dell'Amarone d'Arte. La prossima apertura dell'Agriturismo Poggio al Tufo a Pitigliano fa parte dunque di un progetto che lega l'ospitalità al mondo del vino, a cui abbiamo sempre creduto. La possibilità di far vivere un'esperienza diretta del territorio è di fondamentale importanza per poi poterne apprezzare a pieno i prodotti, non solo vino e olio, ma anche arte e cultura. voi che siete conosciuti e presenti con i vostri vini in tutta italia e in tutto il mondo, che giudizio percepite della maremma e soprattutto, secondo lei, è oggi conosciuta abbastanza? Domanda che non ha una facile risposta! Certamente non è semplice farsi capire e riconoscere solo come "Maremma" quando, per esempio in alcuni mercati, bisogna spiegare anche dov'è l'I- le rubriChe · 95 Nella foto uno scorcio dell'azienda Doganella Piergiorgio Tommasi stimolo e pungolo per imprenditori vitivinicoli che hanno un progetto chiaro e definito come la nostra famiglia. C'è tanto da fare, da inventare e da provare e la Maremma è sicuramente molto interessante, da questo punto di vista. infine, purtroppo la domanda è d'obbligo, qual è la situazione economica attuale del mercato del vino in italia, visto che lei è in particolare il responsabile del mercato interno della sua azienda? La situazione economica sicuramente non facile ha le sue ripercussioni in particolare nell'on-trade. C'è una flessione in generale del mercato e del consumo anche per via delle leggi del bere consapevole, ma il mercato tiene. Fortunatamente in Italia, in generale, difficilmente si rinuncia a mangiare e a bere bene. Essendo in primis produttori di Amarone e di vini della Valpolicella devo dire che l'interesse e la richiesta di queste tipologie di vino sono ancora interessanti, non solo in Italia, ma anche nel mondo. La richiesta dei vini della Valpolicella per il nostro brand fa da traino anche per i vini prodotti nella Maremma Toscana. **** i vini tommasi "I vini Tommasi raccontano la storia di una famiglia che crede nel duro lavoro svolto, che trasmette al vino l'amore per la terra; di una famiglia che non smette mai di mettersi in discussione e che ha fatto della qualità un dovere morale". Le aziende Poggio al Tufo e Doganella si estendono per 100 ettari su un terreno di origine vulcanica, ricco di tufo, scheletro e minerali, a circa 350 m. sul livello del mare. La zona gode di un microclima temperato, che risente in parte dell'influenza del mare situato a circa 25 km. L'equilibrata irradiazione solare durante tutto l'anno rappresenta uno dei motivi fondamentali della qualità di questo territorio. I prodotti Tommasi a Pitigliano si possono acquistare anche nei due Wine Shops: in Via Santa Chiara (all'entrata del paese) e a Madonna delle Grazie (di fronte ad una meravigliosa vista della Città del Tufo). 96 · Maremma Magazine · Luglio 2012 osteria del mugnaio, da quattro generazioni con le mani... in pasta! Questo mese nel nostro consueto spazio "A Tavola" dedicato ai ristoranti parliamo di una simpatica e assolutamente da sperimentare osteria a Grilli, nel comune di Gavorrano, a pochi passi dall'abitato etrusco di Vetulonia, dove l'amore per la cucina si intreccia alla storia di un vecchio mulino e di un nonno pastaio... DI eLeonora zannerini 'è una strada in Maremma che costeggia tutto il litorale tirrenico da Capalbio a Follonica, è la via Aurelia un'antica strada consolare romana iniziata nel III sec. a.C. dal console Gaio Aurelio Cotta, che oggi collega Roma alla Francia. Su questa strada nel corso dei secoli sono nate città, paesi e piccole borgate, la cui vita e storia è profondamente legata a questa antica via di comunicazione. Una di queste piccole frazioni è Grilli, un dedalo di strade e case colorate sorte sui bordi dell'asfalto, un luogo di transito, circondato da un C bellissimo paesaggio di colline e campi coltivati, dove la memoria degli abitanti ricorda ancora il passaggio della Millemiglia e la sosta della regina Elena di Savoia. Proprio in questo borgo alla fine dell'ottocento nacque uno dei primi mulinipastificio della provincia di Grosseto. Come avviene oggi nei grandi pastifici industriali il mulino di Antonio Donati sfornava pasta di ogni genere e formato: spaghetti, penne, fusilli ecc... venduti a peso per gli abitanti dei poderi limitrofi e spediti in tutta la provincia. L'ingresso Oggi del mulino-pastificio rimane solo la ciminiera, imponente esempio di archeologia industriale che domina il paese, ma l'eredità e l'arte del "fare la pasta a mano" è passata a Daniela, discendente diretta della famiglia Donati che insieme al figlio Simone, esperto pizzaiolo, ha creato nel 2003 l' "Osteria del Mugnaio". Un bel locale con giardino orlato di glicine, arredato con gusto, dove i materiali e colori esprimono l'amore per la nostra terra: tinte calde alle pareti, cotto e legno, tanti quadri, fiori e una piccola esposizione di oggetti trovati nell'antico mulino. Dalla pasta alla pizza giocare con la farina è proprio una passione di famiglia come ci spiega Simone, ragioniere mancato, ma pizzaiolo di grande successo: "Direi proprio che mettere le mani in pasta ci è sempre piaciuto! Io durante gli studi di ragioneria lavoravo d'estate con esperti pizzaioli e da loro ho appreso l'arte di fare la pizza. La mamma è sempre stata un'ottima cuoca in famiglia e l'ho sempre vista fare tagliatelle e lasagne soprattutto la domenica. Così quando abbiamo aperto il locale abbiamo voluto legare il nostro progetto alla storia della nostra casa e anche alla storia del luogo dove abitiamo, che nell'ottocento, quando intorno c'era ancora la malaria e tanta povertà aveva già un 98 · Maremma Magazine · Luglio 2012 le rubriChe · 99 Una panoramica interna esempio di grande imprenditorialità che dava lavoro a tante persone. Purtroppo sono più di cinquant'anni che il mulino ha cessato la produzione. Con i cambiamenti avvenuti nella nostra famiglia non siamo riusciti a conservare molte cose che ne testimonino l'attività: abbiamo solo qualche foto, alcuni documenti americani sull'utilizzo dei macchinari e vari oggetti. Aprire un ristorante in un luogo così piccolo come Grilli non è stata una scelta facile, ma i risultati sono arrivati fin da subito; i clienti hanno premiato il nostro impegno facendoci capire che un ristorante proprio sull'Aurelia Una targa storica era un ottimo servizio anche per le tante persone in viaggio, che si trovavano a passare di qui per raggiungere località più conosciute". Con Daniela, che insieme ad un bello staff di giovani gestisce sia la cucina che il rapporto con i clienti, parliamo della sua grande passione. "La passione per la cucina è nata sin da giovanissima; a ventun'anni quando mi sono sposata non sapevo fare niente ma ho avuto la fortuna di avere vicino una persona speciale, la mia tata Teresita, con la quale sono cresciuta e che mi ha sempre dato mille consigli e suggerimenti su ricette e trucchi in cucina. Ovviamente essendo anziana mi parlava dei piatti tradizionali della zona che sono quelli che ancora oggi io ripropongo qui all'osteria. Lei mi ha insegnato a fare l'acquacotta, la ribollita, i sughi, la cacciagione, il baccalà e lo stoccafisso, le polpette con il lesso: tutti piatti ancora oggi apprezzati dagli amanti della cucina toscana sia italiani che stranieri. Devo dire che il passaggio da cuoca di famiglia alla ristorazione vera e propria non è stato facile; io cucinavo per quattro persone e non ero abituata a lavorare con pentole e padelle così grandi ma ho sempre messo passione nei piatti che facevo. Voglio che le persone possano assaporare l'anima e il sapore di casa, i profumi di quando cucinava la nonna o la mamma. Il complimento più bello che ricevo dai clienti è sentirmi dire che nei sapori che offro ritrovano il gusto della cucina genuina, non artefatta, come quella di una volta. Questo mi fa molto piacere perché non voglio servire in tavola un piatto di pasta qualunque, ma un qualcosa di diverso, dove ognuno può ritrovare i propri ricordi e le proprie radici. Tra le tante persone che sono passate dall'osteria anche il gioielliere Nicola Bulgari che ha definito i tortelli al ragù dei piccoli gioielli di arte culinaria! A quasi dieci anni dall'apertura del- 100 · Maremma Magazine · Luglio 2012 l'osteria sento di dover ringraziare mio figlio Simone perché mi ha dato l'opportunità di esprimere la mia vera passione. In più facendo la pasta a mano ho riallacciato il filo con i miei antenati pastai, come se in un certo senso potessi continuare il lavoro che mia nonna con grande impegno e dedizione faceva un secolo fa". All'osteria si possono gustare oltre trenta tipi di pizze e focacce e un ampio menù di terra dove, dall'antipasto al dolce, arriva in tavola la tradizione toscana più verace: taglieri di salumi e formaggi, crostini con la milza, sformatini alle verdure e sott'olio fatti in casa; tra i primi piatti un posto d'onore va ovviamente alla pasta fatta a mano come tagliolini, lasagne tortelli e gnocchi; tra i secondi spiccano il cinghiale alla cacciatora, il coniglio alle etrusca con le olive nere, la trippa, lo spezzatino con le patate, il baccalà e lo stoccafisso; e per finire tra i dolci si gustano la mousse di ricotta, la torta di mele, la crostata ai mirtilli freschi oltre ai classici tiramisù e torta al cioccolato fatti in casa. D'estate il menù si amplia con piatti di pesce fresco come l'insalata di polpo di scoglio, i tagliolini all'astice, gli gnocchi alla coda di rospo. Qual è il tipo di clientela che frequenta l'osteria? "La clientela è varia ­ continua Daniela ­ dai giovanissimi che si fermano solo per una pizza a coloro che ven- gono per ritrovare i piatti della Maremma autentica. Abbiamo anche molti turisti che sin dall'apertura ogni anno tornano puntuali come una meta fissa delle loro vacanze, questo mi stupisce sempre un po' perché vuol dire che ogni volta riusciamo ad allietare il loro soggiorno e lasciamo un buon ricordo". Prima di congedarci sfoglio il book dell'Osteria. Molti i messaggi, i disegni dei bambini, le firme e le frasi d'affetto dei clienti che sono passati anche solo per una volta all'Osteria del Mugnaio; tra i tanti Daniela ne legge uno che l'ha particolarmente colpita: "il suo sorriso colora il tempo, la sua cucina declina il meglio di un sogno... che spesso dura più della vita stessa...". Non resta che fermarsi sulla vecchia Via Aurelia per ristorarsi il cuore e il palato in un luogo tranquillo, fuori dalle rotte turistiche e dal rumore, dove l'accoglienza e la pasta sempre fresca ci fanno credere di essere veramente tornati a casa! Per info e prenotazioni: Osteria del Mugnaio, via Grossetana 57, Grilli (GR), tel. 0566.887201. Simone e Daniela le rubriChe · 101 il salame dolce, una golosa bontà... da leccarsi i baffi Questo mese parliamo del Salame dolce, molto simile al "salame del re" o al "gattò aretino" che tecnicamente prende il nome di pasta biscottata farcita con cioccolata o crema. Da non confondere con il salame di cioccolata è un dolce semplice che peraltro richiede in sede di realizzazione alcuni accorgimenti DI aLissa Mattei* l salame è un dolce che ho sempre visto sulle tavole maremmane, soprattutto per le feste e da bambina mi ha sempre attirato per la sua forma e per i suoi colori, che lo rendevano molto allegro. Il salame dolce non si deve confondere con il salame di cioccolata, che è tutta un'altra cosa: il primo soffice e morbido, il secondo davvero consistente come un salame salato! La ricetta maremmana tuttavia assomiglia molto al così detto "salame del re" o al "gattò aretino". Il Salame del Re è un prodotto tradizionale della Valle dell'Aniene e trae le sue origini nel `700, quando veniva prodotto esclusivamente per essere consumato dalle classi nobili per il costo del cioccolato. Più tardi diventa il dolce preparato in occasioni importanti quali battesimi e matrimoni. Anche l'Artusi fornisce una ricetta con il nome di "salame inglese". Ad Arezzo il dolce si chiama "gattò" derivato dalla parola francese "gateau"; cambia il nome ma non cambia la modalità di preparazione e l'uso. Tecnicamente prende il nome di pasta biscottata farcita con cioccolata o crema. È un dolce semplice, ma ha bisogno di alcuni accorgimenti: la pasta biscotto deve essere molto morbida e simile al pan di Spagna e deve assorbire adeguatamente il liquore, che normalmente è I l'alchermes di colore rosso. Prima di tornare alla ricetta, vale la pena soffermarsi sulla descrizione di questo liquore. La storia ci narra che Alchermes deriva da una parola araba "Quirmiz" (in spagnolo Alquermes) che significa scarlatto, perché ottenuto dalla cocciniglia, cioè dalle femmine degli insetti della specie Dactylopius coccusche che vengono essiccate per dare il colorante che normalmente oggi viene utilizzato come colorante rosso (E120). A Firenze era molto usato al tempo dei Medici sia come liquore sia nella preparazione di molti dolci. Veniva preparato nell'Officina dei frati di Santa Maria Novella ed era definito "Elisir di lunga vita", noto anche come "liquore de' Medici", che non è paragonabile al liquore che oggi si trova in vendita che si presenta molto sciropposo e forse troppo rosso! Credo che sia interessante provare a prepararlo in casa da una ricetta tratta da: "il grande libro della vera cucina toscana" di Paolo Petroni: ALChERMES Alcool puro: 600 g Zucchero: 600 g Acqua di rose: 100 g (oppure aroma naturale di rosa diluito in poca acqua) Cocciniglia: 10 g (oppure E120 dosato a occhio e aggiunto solo alla fine) Cannella: 10 g Coriandolo: 10 g 102 · Maremma Magazine · Luglio 2012 *Alissa Mattei e Luciano Cipriani vi aspettano per assaporare questo, come tanti altri prelibati piatti della cucina maremmana, ma non solo, presso il Bed & Breakfast - Ristorante Casa Montecucco, situato tra Giuncarico e Ribolla, in loc. Castel di Pietra - 58020 Gavorrano. Info per prenotazioni: tel. 0566 80135, e-mail casamontecucco@libero.it Le news È nato il gruppo speleologico maremmano Cai La Sezione di Grosseto del Club Alpino Italiano ha attivato al suo interno un settore dedicato alla speleologia supportando la costituzione di un gruppo speleologico che si occuperà principalmente dello studio delle grotte, della loro genesi, della loro natura e della diffusione di questa scienza in generale. "L'intenzione dei partecipanti all'iniziativa ­ fanno sapere dal CAI Grosseto ­ è quella di riprendere l'eredità del glorioso Gruppo Speleologico Maremmano, che, a partire dagli anni sessanta, ha animato l'attività speleologica e culturale della città di Grosseto e di tutta la Maremma, segnando importanti pagine dell'esplorazione speleologica nelle maggiori grotte italiane ed in vari contesti internazionali. Il nuovo sodalizio prenderà il nome "Gruppo Speleologico Maremmano CAI" a segnare l'importante unione fra la nuova realtà e l'inestimabile serbatoio di conoscenza della montagna rappresentato dal Club Alpino Italiano e, contestualmente, il legame con un passato storico, già importante espressione culturale del territorio di Maremma. Il gruppo annovera, sin dalla sua nascita, i più esperti speleologi della provincia, titolati istruttori di speleologia della Società Speleologica Italiana, membri del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico che hanno operato ed operano come soccorritori anche in concomitanza delle più gravi calamità verificatisi in Italia negli ultimi 30 anni. Contribuiranno con la loro esperienza stimati professionisti nell'ambito delle scienze naturali, biologiche e geologiche che provvederanno a fornire il necessario supporto scientifico. La presenza infine di un nutrito magazzino di attrezzature specifiche, necessarie per i rilievi e le esplorazioni, ospitato in locali rilevati ad hoc, fanno si che, già dalla sua costituzione, la nuova realtà risulti dinamica ed totalmente operativa". L'associazione ha già in cantiere una nutrita serie di iniziative, sia a carattere prettamente scientifico, sia esplorativo, che divulgativo; tali progetti che vedranno la luce già nei prossimi mesi saranno ampiamente pubblicizzati per dare la possibilità a tutto il territorio di conoscere le attività in essere. Le prossime iniziative in programma sono una proiezione fotografica sulle grotte della provincia di Grosseto che si terrà il giorno 10 Luglio in Loc. Alberese e il corso di Speleologia di base già fissata per il mese di settembre. Gli interessati possono già contattare i membri del GSM incontrandoli presso la propria sede, in Via del Mulino a Vento n. 17 a Grosseto, ogni giovedì sera a partire dalle ore 21.30; oppure inviando una mail all'indirizzo gsmaremmanocai@gmail.com. Consorzio maremmare, Walter rossi rieletto presidente per il secondo mandato triennale «Una conferma che mi riempie di soddisfazione e che premia il lavoro fatto in questi anni non solo dal presidente ma da tutti i consiglieri». Così Walter Rossi si è espresso subito dopo la riconferma alla guida del Consorzio di promozione turistica MaremMare per il secondo mandato triennale. A eleggerlo, nelle scorse settimane, il consiglio d'amministrazione eletto precedentemente dall'assemblea dei soci. «Sull'esempio di quello che è stato fatto ­ ha aggiunto Rossi ­, ora moltiplicheremo l'impegno per la promozione della Costa d'Argento e progetteremo il prossimo triennio con l'obiettivo di far conoscere sempre più la nostra terra e le sue impagabili ricchezze e far crescere la compagine sociale. In questi tre anni il Consorzio Maremmare ha svolto un'attività intensa, ma in particolare ha dato una svolta nelle azioni di marketing per la promozione turistica del territorio, portando la Costa d'Argento particolarmente all'este- ro, verso l'apertura di nuovi canali e lo ha fatto incontrando moltissimi buyers stranieri e nazionali con il "Feel the Breeze of Tuscany" azioni mirate di incontri in esclusiva per il nostro territorio ad Asterdam, Londra, Praga ed Emirati Arabi, il più grande Educational mai organizzato nella nostra provincia, oltre alla tradizionale partecipazione alle più importanti fieri turistiche nazionale ed estere. Senza dimenticare il "Festival della Costa d'Argento", che nell'estate 2011 ha iniziato il suo primo anno, con concerti d'eccellenza come quello di Paolo Conte a Porto Santo Stefano e di musica classica a Capalbio e Magliano in Toscana. La risposta vera alle attività del nostro consorzio viene dai nostri soci, infatti in questi tre anni i nostri consorziati sono aumentati del 46% (siamo oggi 105 contro i 57 del 2009). Forze nuove ­ conclude Rossi ­ strategiche per proseguire nel cammino di valorizzazione e promozione delle nostre eccellenze paesaggistiche e gastronomiche per lo sviluppo della vocazione turistica della Costa d'Argento». Il nuovo CdA (che ha una età media di 36 anni) è così composto: Walter Rossi presidente, Glenda Becarelli, tesoriere; Gloria Francorsi, vicepresidente, presenti anche nel vecchio CdA; e i nuovi Andrea Stoppacciaro (Albinia); Erasmo Quondam (Porto Ercole) consigliere con delega agli enti loca; Cristiano Rivela (Sorano); Quintilio Mariani (Capalbio). Parole di soddisfazione per la conferma di Walter Rossi alla presidenza del Consorzio Maremmare, sono state espresse dal 104 · Maremma Magazine · Luglio 2012 sindaco del Comune di Isola del Giglio Sergio Ortelli. «La promozione integrata della Costa d'Argento rimane uno degli obiettivi dei suoi territori di riferimento. È il Consorzio MaremMare il punto di riferimento per le amministrazioni comunali e lo strumento imprescindibile attraverso il quale si creano e si concretizzano le migliori opportunità. La riconferma di Walter Rossi, gigliese, alla presidenza del Consorzio per i prossimi tre anni, dopo l'ottimo lavoro svolto fino ad oggi, rappresenta una garanzia per quanto ancora rimane da fare. Il Comune di Isola del Giglio non farà mancare il proprio sostegno a tutte le azioni che proietteranno i nostri territori e i nostri operatori in una dimensione di elevato valore turistico e di sviluppo. A tutto il Consiglio di MaremMare gli auguri di buon lavoro». stagione estiva: la rete della guardia medica turistica e il sistema di emergenza 118 della asl 9 In periodo estivo, la Asl 9, come da indicazioni regionali, attiva una rete di assistenza sanitaria (la guardia medica turistica) in aggiunta al servizio di 118 e guardia medica, operativi tutto l'anno. La guardia medica turistica è un servizio rivolto ai turisti, attivo tra l'1 giugno e il 15 settembre, con inizio e durata diversa a seconda della zona. La guardia medica turistica effettua prestazioni sia ambulatoriali che domiciliari, in orario diurno, compresi festivi e prefestivi, per le quali è richiesto il pagamento di un ticket: 8 euro per la ripetizione di ricette; 15 euro per le visite ambulatoriali; 25 euro per le visite domiciliari. Il 118 è un "numero telefonico unico su tutto il territorio nazionale, attivo 24 ore su 24, tutti i giorni dell'anno da chiamare in situazioni di emergenza e urgenza, come incidenti stradali, infortuni sul lavoro o in casa, dolori improvvisi al torace, gravi difficoltà respiratorie, perdita di coscienza, ecc. Al 118 risponde una Centrale operativa, con personale sanitario qualificato, che assegna un codice di priorità, decide il mezzo di soccorso adeguato, tenendo conto delle condizioni e delle necessità della persona soccorsa" (tratto da "La guida della salute" della Regione Toscana). Queste le postazioni di guardia medica turistica: Albinia, dall'1 luglio al 31 agosto (Via Maremmana 25 c/o Misericordia, Coeso, ecco i servizi estivi per i ragazzi Come ogni anno nel periodo estivo Coeso Società della Salute insieme ai Comuni della zona, propone molte alternative per i bambini e le loro famiglie: dai soggiorni marini all'agricoltura sociale oggiorni marini, escursioni, gite, campeggi e progetti di agricoltura sociale: sono questi i servizi che Coeso Società della Salute in collaborazione con i Comuni dell'Area grossetana mette in campo nel periodo estivo per bambini e ragazzi. Diverse tipologie di servizi per cercare di venire incontro alle esigenze delle famiglie. A Grosseto dal 2 al 28 luglio è in programma "Al mare nel parco", colonia estiva nella spiaggia di Marina di Alberese per i ragazzi dai 3 ai 13 anni, residenti a Rispescia, Alberese e Ottava zona. Il servizio è realizzato in collaborazione, oltre che con l'Amministrazione comunale, anche con il Parco della Maremma. Per informazioni sul programma di attività, iscrizioni e costi: tel. 339 7779785 - 338 8462659 - 0564 439210 (centralino Coeso). Si terrà a Roccastrada "Alla ricerca della natura. Esperienze estive per minori 2012", servizio per ragazzi dai 6 ai 14 anni presso la scuola media di Roccastrada. Sono previste attività al Parco San Martino di Roccatederighi, escursioni in aree marittime e parchi e pratiche legate all'agricoltura sociale. Le attività si svolgeranno in due turni, dal 25 giugno al 27 luglio e dal 30 luglio al 31 agosto, e sono previste riduzioni su base Isee. Per informazioni Sportello socio educativo martedì e giovedì dalle 9 -13 e 15 -18 tel. 0564 561244 - 0564 439210. A Campagnatico, dal 9 al 13 luglio, "Soggiorno marino per minori 2012" per bambini dai 6 ai 14 anni presso uno stabilimento balneare di Marina di Grosseto. Per informazioni Comune di Campagnatico tel. 0564 996711 - 0564 439210. È in programma Castiglione della Pescaia "Il mare dei bambini 2012", soggiorni marini per minori dai 4 agli 11 S anni. Sono previsti due turni, dal 2 al 31 luglio e dal 1 al 31 agosto, che saranno conclusi da feste finali. Sono previste riduzioni su base Isee e per il numero di figli partecipanti. Per informazioni Comune di Castiglione tel. 0564 927240 - 0564 439210. Molte le attività proposte anche a Civitella Paganico per l'"Estate ragazzi 2012". Per i bambini dai 3 ai 14 anni è previsto un soggiorno estivo presso uno stabilimento balneare di Marina di Grosseto dal 2 al 14 luglio e dal 16 al 28 luglio, mentre i ragazzi dai 12 ai 15 anni potranno partecipare a gite, escursioni e giornate al mare dal 9 al 14 luglio. È in programma anche, dal 16 al 20 luglio il campeggio in una struttura del litorale maremmano. Per informazioni Sportello socio educativo, cell. 335 1664153, assistente sociale cell. 329 4878974 - 0564/439210. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito della Società della Salute grossetana www.coesoareagr.it le neWs · 105 a grosseto è di nuovo un "mare per tutti" Presentata l'edizione 2012 dell'iniziativa di stabilimenti balneari, Comune e Pro Loco Marina per garantire ai disabili un soggiorno di una settimana sulle nostre spiagge, gratuito e "accessibile". Asessore Stellini: "Bella iniziativa che promuove anche il territorio" orna anche quest'anno "Mare per Tutti", il progetto ideato dagli operatori balneari, patrocinato dal Comune di Grosseto e coordinato dallo Sportello Disabilità dell'Urp comunale con la collaborazione della Pro Loco di Marina. Quest'anno c'è stata l'adesione di 25 stabilimenti tra Principina a Mare e Marina di Grosseto. Ai disabili residenti e non che prenotano, viene data gratuita- T mente una postazione in spiaggia con un ombrellone e due lettini (o due sdraio) per una settimana al mese e per tutta la stagione balneare (dal primo giugno al 15 settembre). "Una bella iniziativa perfettamente coerente con il nostro impegno già evidenziato dall'efficace "Piano di Salvamento" che anche quest'anno l'assessorato all'Ambiente ha saputo mettere in campo" ha commentato l'assessore comunale al Turismo, Giovanna Stellini che ha aggiunto: "Mare per tutti" sta svolgendo anche una importante opera di promozione del nostro territorio che continua non a caso a ricevere il riconoscimento della Bandiera Blu". "Anche quest'anno siamo al fianco di tante persone diversamente abili perché possano avere accesso alle spiagge grossetane ­ ha spiegato l'assessore elle Politiche Sociali, Luca Ceccarelli ­ e speriamo davvero di replicare e perfino superare il successo dell'an- no scorso perché Grosseto sia identificata sempre più come spiaggia "accessibile", anche considerando che non sono molti i territori che vantano iniziative come questa". Anche secondo Lorella Ronconi, coordinatrice del progetto per lo Sportello Urp X H del Comune. "questa è una scelta ormai diventata un riferimento ben oltre i confini grossetani portando così beneficio agli stessi stabilimenti balneari". L'anno scorso l'iniziativa ha raggiunto infatti dei risultati senza precedenti con ben 140 soggiorni di una settimana garantiti a persone disabili dai 24 stabilimenti balneari aderenti. Decine di fruitori sono arrivati da altre città come Milano, Padova, Modena, Perugia, Siena, Bergamo, Roma, Arezzo e Firenze. Durante la stagione 2010 erano stati invece garantiti 139 soggiorni gratuiti. Erano stati 99 i soggiorni offerti l'anno prima e 76 quelli garantiti nel 2008. Per favorire l'effettuazione dei soggiorni marini e per le relative informazioni è possibile contattare, oltre che l'Ufficio Relazioni con il Pubblico in Corso Carducci 1 (0564 488242), il martedì e il giovedì dalle 15,30 alle 17,30, anche la Pro Loco di Marina che ha la propria sede nella frazione in via Grossetana (tel. Infopoint 0564 34449). Il regolamento dell'iniziativa e la scheda per richiedere il soggiorno sono reperibili all'URP in Corso Carducci o sui siti del Comune: www.comune.grosseto.it e www.turismogrosseto.it. Per prenotare il periodo del soggiorno dovrà quindi essere compilato il modello di richiesta e fatto pervenire, unitamente alla certificazione attestante la disabilità, agli uffici comunali. tel. 0564-870562); Capalbio, dal 15 luglio al 31 agosto (località Borgo Carige, sede 118, strada Pedemontana 27 c/o Croce Rossa, tel. 0564-890015); Monte Argentario, dall'1 luglio al 31 agosto (Porto Ercole, via Andrea Doria c/o Distretto sanitario, tel. 0564-831111; Porto Santo Stefano, Lungomare Navigatori 36 c/o Distretto sanitario, tel. 0564-811511); Isola del Giglio, dal 15 giugno al 15 settembre (Castello, via Giglio Castello c/o Distretto sanitario, tel. 0564-806068; Campese, via di Mezzo franco, tel. 0564804177; Porto, via Provinciale 5 c/o 118, tel. 0564-483125); Castiglione della Pescaia, dall'1 giugno al 15 settembre (Via Vittorio Veneto c/o Distretto sanitario, tel. 0564/483083); Punta Ala, dall'1 luglio al 31 agosto (Via del Gualdo 1, tel. 0564-921061); Follonica, dal 15 giugno al 15 settembre (Viale Europa c/o Distretto sanitario, tel. 0566-59613); Marina di Grosseto, dal 15 giugno al 15 settembre (Via Piave 12, tel. 0564/36300); Principina a mare, dall'1 luglio al 31 agosto (Via del Pesce luna 5, tel. 0564/31386); Monte Amiata, dal 15 luglio al 31 agosto (Piazza Balducci c/o Distretto sanitario Santa Fiora, tel. 0564/978046 - 914111). Per quanto riguarda le postazioni del 118, per il periodo estivo sono state aggiunte, a quelle operative tutto l'anno, anche Punta Ala, Marina di Grosseto, Isola del Giglio. È stata portata a 24 ore l'attività della postazione di Monte Argentario, che nel resto dell'anno effettua il servizio diurno h 12. Ecco l'elenco delle postazioni: Massa Marittima h 24; Follonica h 24; Roccastrada h 24; Castiglione della Pescaia h 24; Punta Ala h 12 diurno (dall'1 luglio al 31 agosto); Marina di Grosseto h 24 (dall'1 luglio al 31 agosto); Grosseto h 24; Paganico h 12 diurno; Casteldelpiano h 24; Roccalbegna h 24; Scansano h 24; Albinia h 12 diurno; Orbetello h 24; Monte Argentario h 12 tutto l'anno; h 24 (dall'1 luglio al 31 agosto); Manciano h 24; Pitigliano h 24; Capalbio h 24; Isola del Giglio h 24 (dall'1 giugno al 30 settembre). 7 giugno 1944-7 giugno 2012, ricordo delle vittime del bombardamento del 1944 avvenuto a pitigliano Il 7 giugno del 1944 dodici arei americani bombardarono Pitigliano. I tedeschi erano allo sbando e le truppe alleate vicinissime, mancavano pochi giorni dalla liberazione. Sotto le bombe morirono oltre ottanta persone. Tra queste 106 · Maremma Magazine · Luglio 2012 lungo l'Italia l'orrore dello sterminio. Un evento storico che segna per sempre e lascia intense emozioni nel cuore. Davanti a lui duecento ragazzi della scuola media grossetana. Tutti ammutoliti per quasi due ore. Silenzio assoluto. Uno striscione appeso alla parete con la scritta: "Piero, grazie di essere con noi!". E alla fine un caloroso saluto. La sua missione è quello di creare il sottile filo della memoria per unire passato, presente e futuro. "Noi sopravvissuti ­ ha detto Piero Terracina ­ abbiamo il compito di non far dimenticare. Ragazzi non dimenticate mai, fatelo per voi e per i vostri figli che verranno". Ci ha promesso che ci avrebbe raccontato l'inferno e così è andata. Da Roma con lui sono stati deportati milleventitre ebrei: solo sedici sono tornati. La sua famiglia spazzata via col fumo dei crematori. Cenere. Nel vento. Sopravvissuto ad Auschwitz, ha vissuto l'orrore a 15 anni, nel luogo simbolo dell'orrore. Da parte degli organizzatori un grazie a Piero. "Sappiamo bene che un regalo così ce lo porteremo sempre nell'anima", è stato il commento finale. "estate sicura 2012". 500mila euro per il piano di salvamento Presentato nelle scorse settimane nella ex sala circoscrizionale a Marina di Grosseto il Piano di Salvamento per il 2012, operativo da sabato 9 giugno al prossimo 15 settembre sui 21 km di costa del territorio comunale. Coprirà dai confini del Parco della Maremma a "Le Marze" e gode dell'autorizzazione della Soprintendenza. Sono intervenuti, oltre all'assessore comunale all'Ambiente, Giancarlo Tei, i rappresentanti della Capitaneria di Porto, della CRI (Croce Rossa Italiana), del Consorzio Grosseto Sport Insieme, delle associazioni di categoria e di quelle in rappresentanza degli stabilimenti balneari. Il Piano, già approvato nel marzo scorso dalla Giunta, è stato seguito dalla firma del Protocollo d'Intesa "Estate Sicura 2012" tra Amministrazione comunale e tutti i soggetti coinvolti e prevede un investimento complessivo di 500mila euro. A partire da quest'anno, inoltre, molte realtà che praticano sport estivi potranno contribuire a rafforzare controlli e sicurezza per tutto il periodo interessato, fino alla metà di settembre. Proseguirà anche la proficua collaborazione con l'Autorità marittima. "Un piano ancora più efficace, una vera e propria rete che garantisce al meglio la sicurezza e la fruibilità delle nostre spiagge anche attraverso la preziosa collaborazione con i privati ­ ha commentato l'assessore all'Ambiente, Giancarlo Tei ­ con più soggetti coinvolti, più moderne strumentazioni di sicurezza, maggiore dotazione di parcheggi e una conseguente sensibile crescita dell'investimento economico". Il piano 2012 si articola su 35 torrette di sorveglianza (una nuova davanti al Porto Turistico) e la postazione a Marina di Alberese, ottenendo una copertura totale dei tratti di arenile interessato. Si aggiungono anche tratti non coperti dal Piano stesso, grazie ad una migliore segnaletica di primo soccorso (in 4 lingue) e a nuovi punti sosta di emergenza. Quest'anno l'Amministrazione ha inoltre le neWs · 107 108 · Maremma Magazine · Luglio 2012 la spiaggia di Cala di Forno aperta anche in estate È una novità significativa: dal 15 giugno la spiaggia di Cala di Forno insignita delle Quattro Vele di Legambiente, da sempre un biglietto da visita per la Maremma, è aperta ai visitatori anche in estate. Possono arrivarci, via terra, 50 persone al giorno na svolta storica nella fruizione del Parco. È caduto infatti l'ultimo tabù: Cala di Forno apre in estate ai visitatori. La spiaggia insignita delle Quattro Vele di Legambiente, da sempre un biglietto da visita per la Maremma, fino ad oggi tra il 15 giugno e il 15 settembre non era raggiungibile. Adesso ­ dal 15 giugno scorso ­ il litorale sabbioso più spettacolare e famoso del comprensorio dell'Uccellina è finalmente aperto alle visite via terra anche nel periodo estivo. Qui possono arrivare (a piedi) e restarci (in spiaggia) 50 persone ogni giorno. L'Ente Parco ha predisposto un pacchetto ad hoc con bus navetta fino all'Uliveto di Collelungo, guida obbligatoria (garanzia antincendio), un'adeguata ombreggiatura integrata con l'ambiente circostante e una degustazione di prodotti tipici a pranzo, proposta dal Consorzio Naturalmente Toscana. I nuovi itinerari ­ denominati C1, C2 e C3 dove la "C" sta per Collecchio ­ collegano l'entroterra al mare e sono stati fortemente voluti dall'Ente Parco e dall'amministrazione comunale di Magliano, che hanno cercato e trovato un accordo con la famiglia Vivarelli-Colonna (Antonella, Sabina e Francesca) e con la pro- U prietà delle aziende agricole che compongono la Tenuta dell'Uccellina. Sono state stabilite nei mesi scorsi dettagliate convenzioni che permettono l'ingresso in zone stupende fino ad oggi non fruibili al pubblico, luoghi di incomparabile bellezza e con importanti siti archeologici come i resti abitati di Torre Alta e Torre Bassa, collegati con l'Abbazia di San Rabano, con il porticciolo naturale di Cala di Forno e con la Dogana. Un servizio navetta, con partenza prevista alle 9,30, accompagna i visitatori dal centro visite del Collecchio, lungo la statale Aurelia, fin sotto la torre cinquecentesca di Collelungo. Da qui, insieme ad una guida ambientale del Parco, verrà percorso l'itinerario (un'ora di cammino) che conduce alla spiaggia, dove si potrà restare fino alle 16.45. Al rientro al centro visite di Collecchio, previsto intorno alle 18,30, ci sarà un brindisi di saluto e, ad ogni partecipante, verrà offerto un gadget gastronomico. Dieci è il numero minimo di partecipanti. 50 euro il costo del biglietto, che comprende tutto (guida, degustazione, bevande e ombra). Info e prenotazioni: 0564-407098. le neWs · 109 Celebrati i "5 grappoli" di due morellino di scansano nale della circolazione monetaria dell'epoca ed un unicum di importanza straordinaria per la conoscenza di quel periodo", cioè dal 420 al 550 dopo cristo. Il libro di Alfredo Scanzani, realizzato con il sostegno della Banca di Credito Cooperativo di Pitigliano, non è solo il racconto del ritrovamento della olla contenente 498 monete d'oro zecchino, ma anche un singolare e affascinante viaggio fra storia, curiosità, alchimie, fiabe, leggende, proverbi e aforismi sugli strettissimi legami fra Sovana, gli etruschi e i romani. "Un libro davvero particolare e unico nel suo genere", ha sottolineato il presidente del Centro Firenze Europa Marco Cellai che ha organizzato la presentazione. stallo nel turismo in maremma per via di una sentenza del tar Il Tribunale amministrativo regionale della Toscana (Tar) sospende il verbale di aggiudicazione dei servizi di informazione e accoglienza turistica, in seguito al ricorso della società "Cooperative Colline metallifere", che era stata esclusa dalla procedura negoziata di cottimo fiduciario. La decisione del Tar determina, nei fatti, una situazione molto difficile per un settore economico strategico della provincia di Grosseto, accentuando le difficoltà già provocate dalla crisi economica. "Siamo fortemente preoccupati per i contraccolpi che avrà questa ordinanza del Tar sulla stagione turistica e sull'indotto ­ ha dichiarato Leonardo Marras, presidente della Provincia ­ pertanto sarà immediato il ricorso della Provincia di Grosseto al Consiglio di Stato. Non possiamo permetterci di non avere pienamente a regime il nuovo sistema di informazione e accoglienza turistica, proprio alle porte dell'estate, quando si registra il picco massimo di lavoro per il turismo locale. Parliamo, tra l'altro, di un sistema altamente innovativo, forse unico in Italia, su cui la Provincia ha investito risorse ed energie dopo lo scioglimento delle Apt, per omogeneizzare su standard qualitativi elevati i servizi di informazione e accoglienza turistica in tutta la provincia, attraverso moderne tecnologie e una redazione centralizzata, in stretto contatto con i singoli territori. Questo progetto, denominato Mitup (Maremma Informazioni Turistiche Unico Provinciale), ha richiesto mesi di lavoro con i Comuni per entrare a pieno regime entro l'estate e adesso viene bruscamente bloccato dalla decisione del Tar". "Di fatto ­ ha aggiunto Marras ­ è a rischio un servizio pubblico fondamentale Dopo 13 anni due vini Morellino di Scansano sono stati premiati con l'assegnazione dei 5 grappoli nella prestigiosa guida ai vini d'Italia edita dall'Ais nazionale "Duemilavini". Un evento celebrato dall'associazione AAA Morellino con una serata speciale AAAMorellino, l'Associazione Amatoriale Amici del Morellino di Scansano, e la Delegazione Ais - Associazione Italiana Sommeliers di Grosseto hanno voluto celebrare l'assegnazione dei 5 grappoli a due Morellino di Scansano in "DUEMILAVINI" risultato raggiunto per la prima volta dopo 13 anni della prestigiosa guida ai vini d'Italia edita dall'Ais nazionale. I due vini premiati sono Ghiaccio Forte 2009 di Castello Romitorio e Capatosta 2009 di Poggio Argentiera. In una bella serata di fine maggio caratterizzata come sempre dalla speciale atmosfera di cordialità e simpatia, ma anche di grande rigore interpretativo della qualità dei vini, i soci di AAAMorellino hanno avuto occasione di gustare i due campioni che hanno accompagnato l'ottimo menù preparato da Marzia e Silvia della Cantina di Scansano. Ospite d'onore è stato il dr. Giampaolo Paglia titolare di Poggio Argentiera che ha tenuto in modo particolare a partecipare personalmente all'evento giungendo da Londra alle 18.00 all'aeroporto di Pisa arrivando poi puntualissimo all'invito della sera. Giampaolo Paglia ha rivolto parole di grande soddisfazione per l'iniziativa e, pur essendo il suo Capatosta un vino pluripremiato, ha sottolineato l'importanza di tale riconoscimento sia per l'originalità che per le modalità con cui è stato presentato. La serata si è conclusa con la consegna di una bella targa celebrativa dell'Encomio Solenne che AAAMorellino e Ais Grosseto hanno inteso tributare al produttore in ricordo dell'evento. Questa la motivazione dell'Encomio: "per aver consentito per la prima volta dopo ben 13 anni che il Morellino di Scansano sia annoverato tra i vini insigniti con 5 grappoli da "Duemilavini Il libro guida dei vini d'Italia" edito dall'Ais Associazione Italiana Sommeliers che rappresenta il più alto riconoscimento di qualità assegnato da tale prestigiosa pubblicazione". L'iniziativa si è svolta nell'ambito del programma annuale di AAAMorellino che si configura di particolare intensità con le ormai tradizionali serate dedicate all'esame dei migliori Morellino dell'annata 2010 e la selezione di fine estate per il "Supermorellino nell'enoteca 2012". È possibile avere un report dettagliato dell'attività dell'Associazione consultando il sito www.aaamorellino.it nel quale prossimamente apparirà una selezione di storiche etichette di Morellino di Scansano aperta al contributo di tutti gli appassionati. Nella foto, Giovanni Prisco (presidente AIS Grosseto) e Fabrizio Fabrizi (presidente associazione AAA Amici del Morellino) consegnano la targa ricordo dell'Encomio Solenne a Giampaolo Paglia 110 · Maremma Magazine · Luglio 2012 tutte le strutture ricettive, uno strumento di promozione ed implementazione dei servizi offerti per consentire un più ampio ventaglio di opportunità da proporre ai visitatori. Il progetto inoltre, si propone di restituire ripercussioni positive sia sull'occupazione diretta, quella cioè che consentirà l'utilizzo di guide specializzate anche nei mesi centrali alla stagione estiva, sia su quella indiretta, ovvero tutti quegli esercizi di ristorazione ed accoglienza presenti nelle località visitate". Le visite guidate gratuite saranno attive dal 14 giugno al 14 ottobre 2012 con il seguente calendario: il Martedì ore 17.30 Vetulonia e la necropoli etrusca; il Giovedì ore 17.00 Castiglione della Pescaia; domenica 16 e 30 settembre e domenica 14 ottobre ore 9.00 Escursione Eremo di San Guglielmo a Malavalle; domenica 23 settembre e domenica 7 ottobre ore 9.00 Escursione Riserva Naturale Diaccia Botrona. Al termine delle visite sarà possibile la degustazione di prodotti tipici presso la Cantina Le Mortelle o nel centro storico di Castiglione della Pescaia. Info: tel e fax 0564.416276 info@leorme.com, www.leorme.com partenza con il botto per lo scansano piano Festival Il grande maestro Bruno Canino ha stregato il Teatro Castagnoli di Scansano É andata ben oltre le aspettative la prima serata della kermesse gratuita organizza- ta da Gianemilio Franchini, il notaio di Scansano, e Studiolyra Eventi, l'associazione che da anni realizza eventi di grande qualità in Italia e all'estero. Alle ore 21 di venerdì 22 giugno il Teatro Castagnoli, gremito in ogni ordine di posto, ha accolto con un intenso applauso l'arrivo sul palco di Bruno Canino, una delle figure più importanti del panorama concertistico mondiale. In scaletta un omaggio a Beethoven, sei valzer di Chopin e due composizioni di Liszt: un repertorio classico che ha fatto tornare a vibrare le corde del mezza coda costruito nel 1929 dalla ditta berlinese Bechstein, un autentico gioiello con tastiera in avorio sul quale in gioventù ha studiato Antonia Baumann Franchini, la madre del notaio Franchini, alla quale è dedicato l'intero Festival. Lo strepitoso successo della serata è confermato anche dalle presenze nella platea e nella balconata del Castagnoli: ad assistere al concerto anche assessori della Provincia di Grosseto, autorità locali, il giornalista Giuliano Ferrara, notai e numerosi pianisti da ogni parte d'Italia. Secondo concerto sabato 23 giugno: sul palcoscenico Pietro Bonfilio, astro nascente del pianoforte. Il festival continuerà anche oltre l'estate con vari eventi raffinati e di notevole qualità artistica: chi fosse interessato a parteciparvi è pregato di scrivere una mail a info@studiolyra.it (o inviare un sms al 368.3565688). Nella foto Bruno Canino riceve il caloroso tributo del pubblico del Teatro Castagnoli in occasione della prima serata dello Scansano Piano Festival le neWs · 111 direttore responsabile Celestino Sellaroli redaZione Nicola Alocci, Francesca Costagliola, Claudia Della Monaca, Giulia Focardi, Nadia Iacopini, Maria Grazia Lenni, Rossano Marzocchi, Paolo Nardini, Dianora Tinti, Eleonora Zannerini ConsulenZa editoriale Corrado Barontini editore CS Editore direZione, redaZione e pubbliCità CS Editore, Via Tripoli n. 10 - 58100 Grosseto - Tel. 0564 20426 - Fax 0564 429364 - Cell. 349 2872103, email maremma.magazine@virgilio.it oppure info@maremma-magazine.it, sito web www.maremma-magazine.it stampa Tipolitografia Ambrosini Gianfranco Zona Industriale Loc. Campo Morino - 01021 Acquapendente (VT) - Tel. 0763.711040, sito web www.tipografiaambrosini.it, e-mail info@tipografiaambrosini.it arretrati I numeri arretrati possono essere richiesti a CS Editore - Via Tripoli n. 10 - 58100 Grosseto - Tel. 0564 20426 Fax 0564 429364, inviando anticipatamente l'importo pari al doppio del prezzo di copertina, mediante assegno bancario non trasferibile intestato a CS Editore di Celestino Sellaroli o bollettino sul conto corrente postale n. 39735576 intestato a CS Editore di Celestino Sellaroli, Via Tripoli n. 10, 58100 Grosseto abbonamenti Prezzi: una copia euro 3,50; abbonamento annuale: euro 33,60 per l'Italia ed euro 140 per l'estero. L'abbonamento decorrerà dal primo numero disponibile (prima della spedizione mensile in abbonamento postale) e potrà avere inizio in qualsiasi periodo dell'anno. Per il rinnovo attendere l'avviso di scadenza. MoDaLità Di PaGaMento: Gli importi sopra indicati potranno essere versati: · tramite assegno non trasferibile intestato a CS Editore di Celestino Sellaroli, da inviare a CS Editore, Via Tripoli n. 10, 58100 Grosseto; · mediante bollettino postale sul conto corrente n. 39735576 intestato a CS Editore di Celestino Sellaroli, Via Tripoli n. 10, 58100 Grosseto; · mediante carta di credito. suggerimenti Le informazioni inserite in questo numero sono state raccolte in anticipo rispetto alla programmazione definitiva degli eventi. Suggeriamo pertanto ai lettori di verificare sempre, telefonicamente, se non siano intervenuti cambiamenti nelle date, negli orari. La redazione di Maremma Magazine non assume alcuna responsabilità per quanto riguarda l'effettiva attuazione delle iniziative elencate nelle pagine precedenti, né per eventuali cambiamenti di programma. per Contatti Gli enti, le associazioni, le pro loco, le agenzie per il turismo, i privati che volessero inviarci i calendari delle varie manifestazioni possono farlo: · per fax al numero 0564/429364; · per posta ordinaria all'indirizzo Maremma Magazine c/o CS Editore, Via Tripoli n. 10, 58100 Grosseto; · per e-mail agli indirizzi: redazione@maremma-magazine.it oppure maremma.magazine@virgilio.it N.B. I programmi degli eventi devono tassativamente pervenire in redazione entro il 20 del mese precedente a quello nel quale andranno a svolgersi. Eventuali collaborazioni sono libere e gratuite. Il materiale inviato, anche se non pubblicato, non verrà restituito. © 2012 Copyright Cs editore Tutti i diritti riservati. Testi, fotografie e disegni contenuti in questo numero non possono essere riprodotti, neppure parzialmente, senza l'autorizzazione scritta dell'Editore. Questo periodico è associato all'UsPi Unione stampa Periodica italiana e all'a.n.e.s. associazione nazionale editoria Periodica specializzata DOVE MANGIARE | la buona cucina · Al Girarrosto Ristorante Agrituristico - Carne alla brace, cucina maremmana, piatti tipici, pasta fatta in casa, forno a legna, girarrosto a vista | Loc. Bivio di Montorgiali - Scansano (Gr) | Tel. 0564.580201 - Cell. 347.6771547 · Gli Attortellati Ristorante Rurale | Strada della Trappola, 39 - Grosseto | Tel. 0564.400059 - Cell. 328 4572663 · Gusta la Maremma Trattoria-Pizzeria - Menù di mare e di terra, griglieria, veranda esterna e bracieria | S.S. 1 Aurelia Sud Km. 173,400 - Rispescia (Gr) | Tel. 0564.405929 · Il Carrettino Bar-Ristorante-Pizzeria-Pasticceria - Cucina vegetariana e vegana Tutto da asporto - Novità Franchising - Buoni ASL - Aperto 7.30-23 - Pane fresco tutte le mattine | Via Bengasi, 7 - Grosseto | Tel. 0564 28421 - Cell. 392 0544120 | www.ilcarrettinogr.it · Il Velaccio Ristorante - Il fascino di mangiare sul Porto di Marina di Grosseto Aperti tutto l'anno | Via Porto Turistico 11 - Marina di Grosseto | Tel. 0564.337812 | www.ristoranteilvelaccio.it · La Bocca della Verità Ristorante - Specialità romane!!! ...e non solo | Via Garibaldi 42 - Grosseto | Tel. 0564.20470 - Cell. 377 1690073 · La Corte del San Biagio Ristorante San Biagio Relais | Via Pirandello 6 - Orbetello (Gr) | Tel. 0564.860543 - 0564.850008 | sito web www.sanbiagiorelais.com · La Gricia Enosteria - Carne di chianina e cinta senese, specialità maremmane, degustazione e vendita dei migliori vini della zona | Via Alessandrini 41 - Caldana (Gr)| Tel.0566.81391 - 0566.871025 - Cell. 339 6155011 | www.lagricia.it · La Rosa dei Venti Albergo Ristorante - Cibo, vino... amore e fantasia! | Via Aurelia Sud 108/109 - Albinia (Gr) | Tel. 0564.870191 - 0564.870143 · La Scafarda Pizzeria-Spaghetteria-Bar - La tradizione delle specialità toscane | Via del Fante - Alberese (Gr) | Tel. 0564.412587 - Cell. 349 2268003 | www.lascafarda.com · Locanda de' Medici di Peccianti Wine Bar-Enoteca-Ristorante | Piazza del Popolo 5 - Grosseto | Tel. 0564.410744 | sito web www.locandademedici.it · Locanda del Glicine Campagantico L'intimità di un piccolo Boutique Hotel e Ristorante, nell'antico borgo medioevale di Campagnatico | Piazza Garibaldi 6/7/8 - Campagnatico (GR) | Tel. 0564.996490 | www.locandadelglicine.com · Locanda nel Cassero Affittacamere | Ristorante-osteria - Ambiente tipico ed accogliente cucina tradizionale toscana a variazione stagionale, ottima carta dei vini del territorio nella calda e rilassante cornice di un tranquillo borgo di Maremma | Via del Cassero 29/31 - Civitella M.ma (Gr) | Tel. 0564.900680 | www.locandanelcassero.com · L'Uva e il Malto Ristorante-Enoteca-Wine bar | Via Mazzini 165 - Grosseto (Centro Storico) | Tel. 0564.411211 · Osteria San Rocco Aperti tutti i giorni pranzo e cena | Via delle Collacchie, 704 - Marina di Grosseto (Gr) | Tel. 0564 1920123 - Cell. 345 2476421 · Ristorante La Cantina di Poggio Caiano Cucina toscana, catering, selezione vini toscani, prodotti tipici - Il catering che parla toscano | Via Mazzini, 19 (Centro storico) - Campagnatico (Gr) | Tel. 0564.996404 - Cell. 335 399211 | www.poggiocaiano.it · Taverna delle Logge Via della Penna n. 1 (Centro Storico) Castel del Piano (Gr) (chiuso il martedì) | Tel. 0564.973249 - Cell. 349 7277615 · Trattoria Da Sbrana A due passi dal centro di Massa Marittima nella borgata di Ghirlanda dal 1959 la Trattoria Sbrana accoglie i propri ospiti all'insegna della migliore tradizione enogastronomica toscana | Via di Perolla 95 - Ghirlanda Massa M.ma (Gr) | www.trattoriasbrana.it SHOPPING | vino, olio e prodotti tipici · Agrimaremma Imbottigliamo la passione - Loc. Magliano in Toscana (Gr) | www.agrimaremma.it · Azienda Agricola Amiata ...i vini del Vulcano - Produzione e vendita diretta Vino Montecucco Doc e Olio Extravergine di Oliva | Loc. Montegiovi - Castel del Piano (Gr) | Cell. 348 5714219­339 6902444 | www.amiatavini.it · Cantina Pieve Vecchia Campagnatico Vivere il vino, la Maremma e l'arte con visite guidate, degustazioni ed eventi | Strada Prov.le n.44 - Campagnatico (Gr) | Tel. 0564.996452 | www.cantinapievevecchia.com · Cantina di Pitigliano Grandi vini di una grande terra - Punto vendita in azienda | Via N.Ciacci 974 - Pitigliano (Gr) | Tel. 0564.616133 | www.cantinadipitigliano.it · Capua Winery Produzione e degustazione di vino e olio | Loc. Saturnia - Manciano (Gr) | Cell. 328 8216173 | www.capuawinery.com · Casavyc Azienda Agricola - Morellino di Scansano - Sottili differenze | Loc. Scansano (Gr) | Cell. 335 6880673 | www.casavyc.it Morellino di Scansano | Loc. Collecchio - Magliano in Toscana (Gr) | Tel. 0564.596009 - Cell. 3472910551 | www.vinolafornace.com · La Parrina Agriturismo, Vivaio, Sala degustazione, negozio aziendale vendita diretta prodotti di fattoria (vini Parrina DOC, olio, formaggi, frutta e verdura) | Loc. Parrina (bivio via Aurelia km. 146) - Albinia (Gr) | Tel. 0564.862626 | www.parrina.it · Lecceta del Sarto Azienda Biologica - Vini di qualità | Loc. Cupi - Magliano in Toscana (Gr) | Tel. 0564.589638 | www.leccetadelsarto.it · Podere Ristella Azienda vitivinicola - Loc. Montemassi - Roccatederighi(Gr) | www.agriturismoristella.it · Subissati Salumi dal 1968 - Dall'antica tradizione maremmana - Lavorazioni carni suine - Sapori dalla terra | Via della Tana 25 - Roccastrada (Gr) | Tel. 0564.563327 · Terenzi Viticoltori in Scansano - Cantina aperta, Degustazioni, Bruschetteria, Ristorante | Loc. Montedonico - Scansano (Gr) | Tel. 0564.599601 | www.terenzi.eu DOVE DORMIRE | ovvero l'accoglienza in Maremma e non solo · Agriturismo I Due Pini Loc. La Carla 20 - Magliano in Toscana (Gr) | Tel. 0564.592237 Cell. 339 7918989 · Antico Convento di Monto Pozzali Appartamenti per vacanze e ristorante per ogni tipo di cerimonia - Gusto e relax in Maremma Toscana | Loc. Monte Pozzali Massa M.ma (Gr) | Tel. 0566.919410 Cell. 339 4141222 | www.montepozzali.it · B&B Poderi Firenze L`osptalità nel cuore della Maremma | Loc. Arcidosso (Gr) | Tel. 0564.967271 | www.poderifirenze.it · Borgo Etrusco Appartamenti e case vacanze ...l'eleganza del passato | Loc. Col di Sasso - Scarlino (Gr) | Tel. 0566.37701 | www.borgoetrusco.com · La Guglielmima Agriturismo in Maremma | Via Aurelia Nord Km 145 - Orbetello Scalo (Gr) | Tel. 0564.862681 - Cell. 338 2850809 | www.laguglielmina.com · Il Marciatoio Agriturismo - La cordialità e il calore dell'ospitalità Toscana | Loc. Bivio Aquilaia - Scansano (Gr) | Tel. 0564.599075 - Cell. 339 6618855 | www.ilmarciatoio.com · Il Sassone Tenuta in Maremma Ospitalità di charme | Loc. Massa M.ma (Gr) | Tel. 0566.904230 - Cell. 335 8317423 | www.ilsassone.it · San Gabriele Agriturismo nel Parco Naturlae della Maremma a due passi dal mare... | Strada del Barbicato 24 - Alberese (Grosseto) | Tel. 339 1246581 - 0564.405203 | www.agrisangabriele.it PASSEPARTOUT | la Maremma dei servizi · Equinus Spettacoli con i Butteri di Maremma, eventi, turismo equestre, servizi | Info: 333 9579733 | www.cavallomaremmano.it · Naturalmente Toscana Consorzio Aziende Parco della Maremma - Ricettività turistica Ristorazione Tipica - Centro prenotazioni escursioni nel Parco - Logistica e organizzazione eventi e gruppi - Prodotti territorio Parco a filiera corta km 0 - Vendita e degustazioni di prodotti tipici | Via del Bersagliere 7/9 - Alberese (Gr) | Tel. 0564.407269 | www.naturalmentetoscana.it · Podere Doganelle Maneggio Il Draghino - Lezioni e passeggiate a cavallo con tecnico federale F.I.S.E. | Loc. Doganelle - Giuncarico (Gr) | Tel. 334 1981627 - 339 6722344 - 0566.88357 | www.doganelle.it · Parco Naturalistico Archeologico Vulci Vieni a vivere tutte le stagioni del Parco Naturalistico Archeologico di Vulci situato nel comune di Montalto di Castro (VT) | www.vulci.it call center (+39) 0766.879729 biglietteria (+39) 0766.89298 · Caseificio Il Fiorino Formaggi delle colline maremmane - Bontà e tradizione dal 1957 | Loc. Paiolaio - Roccalbegna (Gr) | Tel. 0564.989059 | www.caseificioilfiorino.it · Fattoria Casteani Prodotti di Maremma - Le migliori carni suine dal produttore alla tavola | Punti vendita: Via Aurelia Nord (angolo Via della Pace), Grosseto - Cell. 335 7629232; Loc. Casteani, Gavorrano - Cell. 393 9393464 · Fattoria Le Mortelle Visite in cantina su prenotazione, prodotti biologici | Loc. Ampio Tirli - Castiglione della Pescaia (Gr) | Tel. 0564.944003 Cell. 347 4610704 - www.lemortelle.it · Fattoria Mantellassi Azienda vitivinicola | Magliano in Toscana | Tel. 0564.592037 | www.fattoriamantellassi.it · Frantoio Franci ...true, genuine Quality, absolute with no compromise | Montenero D'Orcia (Gr) | Tel. 0564.954000 | www.frantoio.franci.it · Il Grosso Enoteca | Piazza Garibaldi 19 - Massa M.ma (Gr) | Tel. 0566.903399 · Le Sedici Azienda Agricola Le sedici | Loc. Massa Vecchia - Massa M.ma (Gr) | Cell. 348 0505056 - 338 6239027 · La Fornace di Collecchio